Articoli filtrati per data: Venerdì, 03 Marzo 2017

Pescara. Si è aperta la Final Four della Coppa Italia di basket in carrozzina a Pescara nel pomeriggio di venerdì 3 marzo. Nella prima semifinale, la squadra capolista in campionato, il GSD Porto Torres, ha battuto la DECO Group Amicacci Giulianova 68 a 64. Partita in equilibrio per 40 minuti, con la prima metà condotta sempre dalla squadra abruzzese, grazie soprattutto ad un’ottima prova offensiva di Simone De Maggi (16 punti all’intervallo); poi nei secondi 20 minuti il GDS Porto Torres recupera e passa a condurre, senza mai però piazzare il parziale decisivo. Si arriva quindi ai minuti finali in perfetto equilibrio: decisivo sarà il contributo del lungo inglese di Porto Torres George Bates, autore di 31 punti, tra i quali i 3 che indirizzano il punteggio nell’ultimo minuto.

Domani il GSD Porto Torres affronterà in finale alle ore 11.15 la vincente dell’altra semifinale tra UnipolSai Briantea 84 Cantù e S. Stefano, match che verrà trasmesso da Rai Sport alle 10.30 di domenica mattina. Alle 9 la finale di consolazione per l’Amicacci Giulianova, contro la perdente.

Presente al PalaElettra di Pescara anche l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune abruzzese Antonella Allegrino, che commenta così la partecipazione cittadina all’evento: “Siamo felici di ospitare una manifestazione che capace di veicolare così tanti valori e significati, al di là di quello prettamente agonistico. E sono contenta da questo punto di vista soprattutto della vasta partecipazione di ragazzi sugli spalti, che possono imparare molto da questi campioni. Come Assessore quindi mi auguro di assistere a Pescara ad altri momenti del genere, mentre da spettatrice non posso che essere ammirata da un simile agonismo e spirito”.

Pubblicato in Sport

Pescara. "Il balletto mediatico di queste ore è davvero di basso profilo. L'idea che si arrivi alla disputa politica nell'ambito dello schieramento di maggioranza di Montesilvano sulla pelle dei migranti e dei rifugiati, è un gioco al massacro nei confronti di chi arriva in Italia in fuga da enormi tragedie legate ai cambiamenti climatici e a guerre".

Così in una nota Daniele Licheri, della sezione provinciale di Pescara di Sinistra Italiana, che aggiunge: "In un periodo in cui si protrae da tempo la pressante richiesta del governo di una presenza europea nel sistema dell'accoglienza, sempre più spesso nei nostri Comuni si fa uso del "problema" immigratorio solo in modo strumentale e senza nessuna etica. Unico obiettivo reale quello di ridisegnare nuove maggioranze e ottenere qualche assegnazione di postazioni o di un qualche assessorato. È vergognoso. Il Sindaco Maragno propone di ridurre il numero dei migranti da 300 a 161, sostituendo i due centri d'accoglienza con una struttura SPRAR I consiglieri facenti capo alla nuova formazione Montesilvano 2019 rilanciano: azzeriamo la presenza di migranti a ZERO. La loro esistenza sul suolo del Comune "disturba" i cittadini e gli operatori commerciali, gli stessi che si avvalgono del lavoro dei (per lo più) sub sahariani per lavori che gli italiani non sono disponibili a svolgere. E quando si dice che la realizzazione del centro SPRAR costerebbe 17.155 euro, come lo stipendio annuale di un operaio, si utilizza un'argomentazione patetica, un insulto all'intelligenza ed alla logica economica: sono "partite" non paragonabili, argomentazioni che servono solo a parlare alla pancia di persone messe in ginocchio dalla crisi e a cui dare un capro espiatorio su cui sfogarsi. Si pensi a governare processi globali come quelli migratori in modo serio e senza queste intollerabili cadute di stile. Se non c'è più una maggioranza in grado di farlo, si torni al voto".

Pubblicato in Politica

Chieti. Continua senza sosta l’attività di contrasto criminalità da parte degli uomini della Polizia Stradale di Chieti.-
Gli agenti della Polstrada di Chieti, unitamente ai colleghi della Sottosezione Polstrada di Vasto Sud e di Lanciano, coordinati dal Comandante Provinciale Vice Questore Agnese Pane, hanno condotto nella scorsa notte, un’operazione di polizia giudiziaria che ha portato all’arresto di una banda specializzata nei furti di pannelli fotovoltaici.
Il personale impegnato nelle operazioni dotato di particolari visori notturni, notava, dopo un lungo appostamento, poco prima della mezzanotte, sei persone che, dopo aver smontato circa 200 pannelli solari in piena zona di campagna, in località Fresagrandinaria(CH),che uscivano dal campo e a piedi si incamminavano verso alcune vetture che avevano lasciato parcheggiate a debita distanza pronte a fuggire.
I malviventi venivano quindi intercettati dal personale operante e immediatamente fermati.-
Le sei persone venivano accompagnate presso la Sottosezione Polizia Stradale di Vasto Sud dove venivano identificate e poste in stato di arresto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Vasto.-
Tutti i componenti della banda, risultano essere di nazionalità rumena e residenti in provincia di Foggia.-
Inoltre uno di loro era già stato sottoposto all’obbligo di dimora il località San Severo (FG) e pertanto veniva ulteriormente segnalato all’autorità competente per i provvedimenti del caso.
Venivano rinvenuti nelle loro autovetture diversi arnesi da scasso che venivano sequestrate.-
Da un ulteriore sopralluogo è stato accertato che ai pannelli fotovoltaici erano stati tagliati i relativi cavi elettrici, successivamente stipati, pronti per essere prelevati.-

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. In merito ad alcuni titoli di stampa apparsi nei giorni scorsi circa il cosiddetto Piano Cave regionale, al Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale con delega a Cave e Torbiere, Ambiente ed Ecologia Mario Mazzocca è sembrato doveroso fare alcune precisazioni, ricostruendo il quadro specifico delle tempistiche e delle modalità dìintervento sul tema:

"Comprendo che non per tutti è facile decodificare un cronoprogramma, né distinguere i tempi tecnici dettati dalla legge con i tempi morti della cattiva politica.
Tuttavia, ai passati rappresentati istituzionali che più di ieri e meno di domani diffondono notizie ed allarmismi senza fondamento, ricordo che l’Abruzzo attende l’approvazione di un Piano del genere da circa 32 anni, segno evidente della loro scarsa propensione all’operosità quando sedevano sugli scranni regionali.

È bene ricordare che, grazie alla mia iniziativa, la Giunta Regionale è dovuta intervenire con due deliberazioni per ottenere che si acquisisse da Abruzzo Sviluppo il Piano delle Attività Estrattive (P.R.A.E.), per la cui redazione era stata incaricata dal precedente esecutivo.

Dalla data di consegna dell’elaborato (31 dicembre 2015) è iniziata la fase di presentazione, divulgazione, di consultazione e raccolta di osservazioni, svolta anche con svariati eventi pubblici (durata fino a dicembre 2016), propedeutica alla predisposizione della delibera con la quale la Giunta Regionale adotterà il Piano – Rapporto Ambientale – VINCA. Si prevede di concludere questa fase entro il mese di maggio 2017.

Tenendo conto, poi, che la pubblicazione degli stessi prevede la possibilità di formulare osservazioni per un arco temporale di 60 giorni, già in agosto potranno essere presentati sia il parere motivato della autorità competente VAS, sia le controdeduzioni alle osservazioni sul piano del Servizio Attività Estrattive.

Entro il 30 di novembre potrà quindi esserci la Revisione del piano, a cui seguirà il parere del comitato di valutazione per la V.I.A., per arrivare all’approvazione del piano entro la fine del 2017.

Per concludere: dal momento dell’acquisizione degli elaborati del piano a quello della sua approvazione saranno passati due anni, uno dei quali dedicato al processo partecipativo.

Sono forse troppi dopo un’inerzia di 32 anni?".

Pubblicato in Politica
Venerdì, 03 Marzo 2017 00:00

La Sieco ospita Montecchio

Ortona. Una Sieco che ha voglia di guardare avanti, e di recuperare i punti persi, è a lavoro per affrontare al meglio la prossima sfida casalinga. Ospiti di questa 5a giornata di Andata / Pool Salvezza, sono i ragazzi allenati da coach Marconi.
I vicentini possono contare sicuramente sulla grande esperienza dello schiacciatore Mario Mercorio e del centrale Giglioli, vecchie conoscenze della squadra ortonese, e sul talento dei giovani Pranovi e Nowakowski. Tutto questo però non deve di certo spaventare la Sieco, che ha bisogno di punti per rimanere attaccata alla parte alta della classifica.
Ci vorrà il cuore e soprattutto il carattere, mancato nell'ultima uscita, per affrontare al meglio questa gara e non incorrere in errori già visti.
Fondamentale sarà in questa occasione la spinta del pubblico abruzzese che potrà così dimostrare tutto il suo affetto verso una squadra che rappresenta l'intera regione.


Coach Nunzio Lanci analizza il prossimo impegno al Palazzetto dello Sport:

“ Affronteremo una buona squadra che fino a questo momento sta esprimendo un ottimo gioco. E' una formazione difficile da affrontare se non si gioca con la giusta concentrazione. Montecchio è molto forte nel fondamentale del muro-difesa, quindi dobbiamo essere pazienti e fare la nostra partita per portare a casa punti che iniziano ad essere essenziali per la classifica”.

 

 

Prossimi impegni ( marzo 2017)
Domenica 12 marzo ore 18.00 Pool Libertas Cantù – Sieco Impavida Ortona
Giovedì 16 marzo ore 20.00 Sieco Impavida Ortona – Centrale Del Latte McDonald's Brescia
Giovedì 23 marzo ore 20.30 Videx Grottazzolina – Sieco Impavida Ortona
Domenica 26 marzo ore 19.30 Sieco Impavida Ortona – Materdominivolley.it Castellana Grotte

 

SIECO IN TV: la gara sarà trasmessa in diretta streaming su Sportube.tv.
Differita su Rete8 Sport lunedì 6/03 alle ore 14.30, martedì 7/03 alle ore 23.00, mercoledì 8/03 alle ore 15.15 e alle 00.10.

 

Le gare 5a giornata Andata – Pool Salvezza Serie A2 UnipolSai

sabato 4 marzo ore 20.30 Golden Plast Potenza Picena – Pool Libertas Cantù

domenica 5 marzo
ore 16.00 Sieco Impavida Ortona – Sol Lucernari Montecchio Maggiore
ore 18.00 Basi Grafiche Geosat Lagonegro – Centrale del Latte McDonald's Brescia / Aurispa Alessano – Materdominivolley.it Castellana Grotte / Club Italia Crai Roma – Videx Grottazzolina

Pubblicato in Sport

Pescara. Inaugurato stamane il dolce villaggio de “La Ciokofabrica”, Festival del Cioccolato che resterà visitabile a piazza della Rinascita fino a domenica 5 marzo, a cura di Confartigianato e dell'associazione La Fabbrica del Cioccolato, con il patrocinio del Comune di Pescara, Assessorato alle Attività Produttive. Fra gli oltre 30 stand e fra un assaggio e l’altro, il nastro è stato tagliato insieme ad alcune classi degli Istituti Comprensivi 10 e 4, era presente anche la dirigente Annarita Bini e gli organizzatori della manifestazione.
“Una anteprima per Pescara, con la tradizione cioccolatiera umbra e con un prodotto di cui in questi giorni sarà possibile conoscere anche i segreti – così l’assessore alle Attività Produttive Giacomo Cuzzi - grazie alla Confartigianato che ha ideato questa manifestazione che riapre all’insegna della qualità e dell’artigianato piazza Salotto. Vi invito a fare un giro fra gli stand a caccia di assaggi e a portare i bambini alla Fabbrica del Cioccolato, per avere un incontro ravvicinato con un maestro cioccolatiere che illustrerà la filiera produttiva del cioccolato, affinché possano vivere dei laboratori davvero particolari con tanto di assaggi. E’ poi un evento che riapre la piazza intesa come luogo d'incontro e la anima rendendola attrattiva e divertente. Siamo molto soddisfatti del programma che è interessante e davvero inedito e contiamo che l’evento porti in piazza di nuovo tantissime persone”.
OBIETTIVI della Ciokofabbrica
La Ciokofabbrica concederà largo spazio alla parte educativa mediante cenni storici sul cacao e intrattenimenti didattici per le Scuole Primarie, con il racconto di tutte le fasi lavorative del cacao, dalla raccolta alla trasformazione delle fave. Al termine ad ogni alunno sarà consegnato del cioccolato gratuitamente. Allo stesso modo la Ciokofabbrica potrà essere un elemento utile e didatticamente professionante per i ragazzi dell’Istituto Alberghiero, che potranno conoscere tutti gli aspetti tecnici legati alla lavorazione del cacao unitamente ai suoi aspetti nutrizionali.
PROGRAMMA
Sabato 4 Marzo 2017
ore 10:00 Apertura Stand del Cioccolato;
ore 11:00/13:00 16:00/19:00
Incontriamo WILLY WONKA e la Fabbrica del Cioccolato - all’interno della Ciokofabbrica ( per bambini ed alunni Scuole Primarie);
ore 11:45/13:00 - 16:00/19:00
2° Percorso Educativo all’interno della CIOKOFABBRICA : “ Dalla pasta di cacao alla creazione della cioccolata” ;
ore 17:00 Laboratorio per i Bambini “Mi impasto di cioccolato” a cura della Maestra Cioccolatiera Marcella Idili;
ore 18:00 “La cioccolata fa bene?” percorso culturale e nutrizionale sul cioccolato;
ore 20:00 Concerto e balli in piazza Salotto (gruppo di musica salentina e abruzzese);
ore 22:00 Chiusura Stand.
Domenica 5 Marzo 2017
ore 10:00 Apertura Stand del Cioccolato;
ore 11:00/13:00 16:00/18:00
Incontriamo WILLY WONKA e la Fabbrica del Cioccolato - all’interno della Ciokofabbrica; (per bambini ed alunni Scuole Primarie);
ore 11:45/13:00 - 16:00/19:00
3° Percorso Educativo all’interno della CIOKOFABBRICA : “ Dalla fava di cacao alla Cioccolata ” si faranno partecipare i presenti al percorso alla creazione del cioccolatino.
Attesissima per la gioia dei più piccoli nella giornata della domenica la presenza di Masha e Orso, che gireranno nella fiera e con cui sarà possibile giocare e fare foto.
ore 16:00/18:00
“La cioccolata di Modica. Differenze nella preparazione del cioccolato tradizionale” a cura del Consorzio di Modica con la partecipazione di un maestro Cioccolatiere modicano;
ore 17:00/18:00
4° Percorso Educativo all’interno della CIOKOFABBRICA “ Cioccolatini artigianali ed oggettistica in genere” dimostrazione a cura del maestro Matteo Curatolo di Ciocolandia.
ore 22:00 Chiusura Manifestazione.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Sopralluogo condiviso stamane a San Silvestro fra rappresentanti dell’Amministrazione comunale e dei genitori, in vista dei lavori di adeguamento sismico previsti sui plessi che ospitano le scuole primarie della zona. Insieme al sindaco Marco Alessandrini e all’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi, hanno partecipato ai sopralluoghi il dirigente del settore Patrimonio e Manutenzione Pierpaolo Pescara, il responsabile dell’edilizia scolastica Marco Polce, i progettisti, la dirigente dell’Istituto Comprensivo 6 Ada Grillantini e un folto gruppo di rappresentanti dei genitori.

“Abbiamo illustrato i lavori facendo un breve sopralluogo nella struttura e abbiamo ribadito l’impegno a utilizzare le risorse pubbliche per fare scuole sicure e belle – così l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi – Accadrà anche a San Silvestro che da anni aspetta una scuola che risponda pienamente a queste esigenze che per noi sono la priorità.
Un’attività, quella di verifica della situazione e di miglioramento dell’esistente, che ci vede impegnati sin dall’inizio del mandato perché gli edifici scolastici che ospitano i nostri ragazzi non siano solo rispondenti alle normative vigenti, ma diventino anche luoghi belli, sostenibili e più sicuri.
I lavori inerenti miglioramento sismico ed energetico nella scuola Infanzia "Lionni" e Primaria "Cascella" di San Silvestro verranno eseguiti con risorse ministeriali, ben 800.000 euro che impiegheremo facendo economia dei tempi, ma senza sacrificare la qualità dei lavori, che contiamo di aggiudicare entro il 30 giugno perché partano al più presto. Economie che ci vedono seriamente impegnati al punto che già da settimane gli uffici comunali stanno lavorando alla progettazione.
Nell’incontro di oggi abbiamo potuto chiarire il quadro di intervento, che è importante perché la scuola va adeguata, ma anche resa più funzionale e al passo con i tempi che sono molto cambiati da quando è stata costruita, questo sia per l’architettura che per la sicurezza.
Intraprenderemo la procedura migliore, quella, cioè, sia in grado di assicurare nel miglior tempo l’intervento qualitativamente più rispondente e siamo certi che una scuola maggiormente sicura sia la risposta più concreta da dare alle aspettative della comunità e delle famiglie”.

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 03 Marzo 2017 00:00

Montesilvano, Maragno su accoglienza

Montesilvano. «Un risultato importantissimo, frutto della fermezza che abbiamo dimostrato nei tavoli ministeriali e in Prefettura. Grazie al nostro impegno ed alla nostra programmazione le decisioni in materia di profughi e ospitalità verranno affrontate e gestite dal Comune e non più dalla Prefettura».

Così il sindaco Francesco Maragno commenta la comunicazione ricevuta, a firma del Prefetto di Pescara, in merito al piano nazionale di riparto dei migranti richiedenti asilo. Nel documento si legge che “una volta approvato il progetto di accoglienza in ambito SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), questa Prefettura darà senz’altro corso alla cosiddetta clausola di salvaguardia prevista dall’intesa Ministero dell’Interno - ANCI ed in tale prospettiva opererà per un graduale assorbimento nel progetto dei richiedenti asilo attualmente ospiti dei centri di accoglienza straordinari presenti nel territorio comunale”.

«Nelle scorse settimane - ricorda il sindaco – abbiamo avuto un incontro presso il Ministero proprio per definire le modalità specifiche per l’attivazione a Montesilvano dello SRAR. Ciò su cui abbiamo insistito è il rispetto della clausola di salvaguardia, prevista nelle "Regole per l'avvio di un sistema di ripartizione graduale e sostenibile dei richiedenti asilo e dei rifugiati sul territorio nazionale attraverso lo SPRAR”, stabilite con direttiva ministeriale, per rendere esenti i Comuni che appartengono alla rete SPRAR dall'attivazione di ulteriori forme di accoglienza e al tempo stesso per chiudere gli attuali Centri di accoglienza straordinaria (CAS). Con questa comunicazione la Prefettura ci ha garantito proprio questi due aspetti». Sempre nel documento si legge: “l’indirizzo di questa Prefettura è di non gravare codesto territorio comunale con ulteriori invii di migranti”.

Per l’attivazione dello SPRAR, che riporta i profughi da accogliere a Montesilvano a 161, dimezzando il numero dei migranti attualmente presenti nei due hotel Ariminum ed Excelsior, è stata avviata la ricerca di immobili nei quali realizzare il Sistema di protezione per richiedenti asilo, secondo una modalità diffusa sul territorio, per evitare concentrazioni in un’unica area. Non verranno presi in considerazione alberghi e strutture ricettive, né edifici in zone a particolare vocazione commerciale. «Questi requisiti rigidi - dice ancora il sindaco - sono tutti orientati a tutelare il settore trainante della città, ovvero quello turistico. Il progetto verrà interamente finanziato dal Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo. Le somme utilizzate saranno stanziate dallo Stato e nessuna spesa sarà a carico del Comune. Il Comune di Montesilvano è stato il primo in Abruzzo ad ottenere un risultato così importante e tangibile che ci permette di salvaguardare le necessità dei nostri cittadini».

Pubblicato in Politica

Chieti. Un Dipartimento funzionale regionale delle professioni sanitarie cui fanno riferimento quattro unità operative complesse, una per ciascuna Asl, del Servizio infermieristico e ostetrico: è la novità introdotta in Abruzzo dalle linee guida regionali in base alle quali le Aziende sanitarie locali dovranno modellare la loro organizzazione negli atti aziendali, una sorta di “statuto” degli enti. A vigilare sull’attuazione di questo nuovo modello di gestione dei processi assistenziali, in ambito ospedaliero e territoriale, saranno i quattro collegi provinciali dell’Ipasvi, la federazione che rappresenta gli infermieri e ne mantiene l’albo professionale.
Ieri i presidenti provinciali dell’Ipasvi, Giancarlo Cicolini (Chieti), Santina Calisse (L’Aquila), Irene Rosini (Pescara) e Cristian Pediconi (Teramo), hanno incontrato a Pescara l’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, per valutare il positivo impatto che le nuove linee guida avranno sull’assistenza ai pazienti. Un percorso di valorizzazione della professione infermieristica avviato finalmente anche in Abruzzo.
«L’assessore – riferisce Giancarlo Cicolini (Ipasvi Chieti) – ci ha garantito che sarà attento nella valutazione delle bozze degli atti aziendali su questi aspetti che sono stati fortemente voluti dallo stesso Paolucci. Collaboreremo nel monitorare le attività delle quattro Asl durante la realizzazione degli atti aziendali, offrendo anche il nostro fattivo contributo, ma è imprescindibile che le neo strutture abbiano piena autonomia gestionale e collaborino all’unisono con le Direzioni generali, facendo riferimento direttamente a queste».
Per Santina Calisse (Ipasvi L’Aquila) il contributo dei rappresentanti degli infermieri «è stato determinante per riuscire a realizzare delle linee guida che valorizzassero le professioni sanitarie. È solo il punto di partenza, ora bisogna lavorare sulla loro attuazione».
«Durante l’incontro con l’assessore alla Sanità – spiega Irene Rosini (Ipasvi Pescara) – si è aperto anche uno spiraglio concreto per realizzare il nomenclatore regionale per l’individuazione delle prestazioni infermieristiche che aprirebbe la strada all’attivazione sul territorio degli ambulatori gestiti direttamente dagli infermieri».
Cristian Pediconi (Ipasvi Teramo) ha evidenziato che anche la Asl teramana, che da poco ha nominato due dirigenti delle professioni sanitarie, «dovrà necessariamente allinearsi alle nuove linee di indirizzo regionali, in modo da garantire la piena autonomia gestionale e responsabilità diretta nel governo dei processi».
Con l’assessore Paolucci si è discusso anche del ruolo degli infermieri e tecnici nella didattica dei corsi di laurea delle professioni sanitarie, evidenziando la necessità di essere presenti nelle commissioni decisionali e contribuire a fare chiarezza nei rapporti e nelle responsabilità tra Regione, Università e Asl. I corsi di laurea delle professioni sanitarie inglobano, infatti, la maggioranza degli iscritti nelle scuole di Medicina e che frequentano le strutture ospedaliere e territoriali delle aziende sanitarie abruzzesi.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Il rumore del mare di Montesilvano e il suono del vento di Zocca. Sono queste le prime note musicali naturali che aprono la canzone “Non ci nascondiamo”, nata nell’ambito del gemellaggio musicale che si è instaurato tra le città di Montesilvano e di Zocca, grazie al “Premio Massimo Riva”.

«A giugno dello scorso anno - ricorda l’assessore agli Eventi Ottavio De Martinis - in collaborazione con il Centro Studi Musicale “L’Assolo”, diretto da Simone Pavone abbiamo istituito il Premio Massimo Riva, un omaggio al musicista, amico e collaboratore di Vasco Rossi, autore di numerosi successi della musica italiana, che ha visto salire sul palco di piazza Diaz i ragazzi della scuola “Massimo Riva” di Zocca, città natale dell’artista, ma anche musicisti e allievi del Centro L’Assolo. Da quel premio è nata una raccolta fondi che ha permesso la donazione di strumenti musicali alla casa famiglia “La Luna” di Montesilvano e ad una del comune del modenese. Oggi abbiamo suggellato ulteriormente questa amicizia nel segno della musica e del sociale grazie ad una emozionante ed intensa canzone».

«”Non ci nascondiamo” - hanno dichiarato Andrea Zanni, presidente della Scuola di Musica di Zocca e Simone Pavone del Centro L’Assolo, nel corso della presentazione che si è svolta questa mattina in Sala Consiliare – è nata per testimoniare il nostro desiderio di “non nasconderci” dietro polemiche sterili e inutili ma costruire qualcosa di bello per le nostre città. Alla canzone hanno partecipato musicisti provenienti dall’Abruzzo e dall’Emilia Romagna. Tutti i pezzi sono stati magistralmente assemblati da Simone D’Angelo. Siamo soddisfatti di quanto abbiamo realizzato fino ad oggi. Il progetto continuerà oltre che con la seconda edizione del Premio, anche con un campus musicale che vedrà, alla fine di giugno, i ragazzi di Zocca con le loro famiglie venire a Montesilvano per stage e lezioni. I ragazzi della casa famiglia di Montesilvano, inoltre, stanno lavorando ad una loro canzone che presenteranno alla seconda edizione del Premio Massimo Riva».

“Non ci nascondiamo”, che si conclude con la voce di Massimo Riva, è stata scritta da Andrea Zanni e Simone Pavone. Le voci sono quelle di Andrea Zanni e Fabrizio Fasciani. Hanno contribuito: Alessandro Palumbo (batteria), Davide Pisegna (basso), Flavio De Carolis (chitarra acustica), Simone Pavone e Andrea Zanni (pianoforte e tastiere), Massimiliano Giovanardi (chitarra elettrica), Simone D'Angelo (mixaggio e mastering).

Da oggi la canzone è disponibile su tutti gli store on line e in streaming. I fondi raccolti con la vendita verranno devoluti per finalità sociali. Disponibile anche un video lyrics su youtube.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione