Articoli filtrati per data: Giovedì, 30 Marzo 2017

Chieti. Avviare un confronto positivo per analizzare e affrontare congiuntamente le problematiche legate all’emergenza neve di gennaio sul territorio provinciale e per individuare iniziative per fornire le risposte più adeguate alle esigenze di cittadini e imprese: è questo l’obiettivo dell’incontro che si è svolto il 28 marzo nella sede della Provincia di Chieti tra il Presidente Mario Pupillo, il Segretario generale Angelo Radoccia e i dirigenti Carlo Cristini e Giancarlo Moca, il responsabile Enel Affari Territoriali Donato Leone, la responsabile Sostenibilità Italia Enel Cinzia Corsetti e il responsabile e-distribuzione Chieti – Pescara Roberto Valentini.

Tra i temi affrontati nell’incontro, un’analisi di quanto accaduto e delle azioni messe in campo per superare le criticità e le iniziative già avviate sul territorio in termini di ricostruzione e potenziamento della rete elettrica, con una serie di interventi mirati.

Per raccogliere richieste di risarcimenti di eventuali danni e degli indennizzi extra rispetto a quelli automatici previsti dall’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, Enel ha disposto azioni mirate sul territorio. Al riguardo è stata apprezzata l’attività dei camper allestiti a “sportelli mobili” che nel mese di marzo hanno effettuato circa 20 tappe nei comuni della provincia di Chieti. Nel teatino sono stati attivati anche tre sportelli diretti a Chieti, Lanciano e Vasto. L’azienda fornirà all’ente puntuali informazioni sui volumi e le tempistiche previste per gli indennizzi automatici e per quelli extra disposti da Enel.

"Un ringraziamento all'Enel - dichiara a margine dell'incontro il Presidente della provincia di Chieti Mario Pupillo - per aver messo in campo tempestivamente iniziative sul territorio dedicate al miglioramento del servizio della rete elettrica e in particolare per aver avanzato proposte funzionali alle imprese e agli enti locali organizzando un confronto valido ed operativo".

Un ulteriore passo per rafforzare il dialogo con il territorio teatino e individuare possibili sinergie a favore di famiglie e imprese sarà un prossimo incontro con l’Assemblea dei Sindaci.

Pubblicato in Politica

Torre de' Passeri. Si conclude con un viaggio in uno dei luoghi simbolo della memoria dell’Olocausto, il progetto che ha visto impegnati gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Torre de’ Passeri che hanno partecipato al concorso letterario bandito dal Comune “I giovani ricordano la Shoah” e giunto alla sua ottava edizione. I tre studenti vincitori Ludovica Di Luzio (prima classificata Premio Istituto Comprensivo), Fabio Di Rocco (primo classificato Premio Ite) e Giorgia Caiano (studentessa del Comprensivo, che ha ricevuto il premio della Giuria Social) prenderanno parte gratuitamente al viaggio-studio organizzato dal Comune in Polonia, nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. La partenza è fissata per domani, venerdì 31 marzo dall’aeroporto di Pescara con destinazione Cracovia. Della delegazione guidata Sindaco Piero Di Giulio faranno parte anche altri studenti, le dirigenti scolastiche, docenti ed alcuni cittadini. Nei complessivi quattro giorni di viaggio i ragazzi visiteranno la cittadina di Oświęcim, dove sorge il tristemente noto Campo di concentramento e sterminio nazista di Auschwitz Birkenau, il luogo dove i nazisti uccisero oltre un milione di persone fra ebrei, prigionieri politici e di guerra, zingari, uomini di fede e dissidenti del nazismo, ma avranno anche la possibilità di conoscere la città di Cracovia con i suoi palazzi storici, la piazza del Mercato, la chiesa gotica di Santa Maria Assunta , la “finestra del Papa”, la residenza di Papa Giovanni Paolo II quando era vescovo di Cracovia, la via Grodzka, conosciuta come la “via degli artisti di strada”. Sono inoltre programmate visite guidate dell’ Ex Fabbrica di Shindler, uno dei posti simbolo della II Guerra Mondiale resa celebre in tutto il mondo dalla pellicola Shindelr’s list e al Kazimierz, il quartiere ebraico di Cracovia, con mercatino, i chioschi e la sinagoga vecchia. “Sono certo che il viaggio ad Auschwitz rappresenterà un’esperienza importante – ha detto il sindaco Di Giulio – e che sarà vissuta con consapevolezza e coinvolgimento, anche grazie ai progetti che l’amministrazione promuove da alcuni anni e che sono stati condivisi con le scuole”. Il rientro è previsto lunedì 3 aprile. Il viaggio è finanziato con il contributo di aziende private.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. Bandiere e pallocini tricolore e 400 vivacissimi bambini e ragazzi. Una sorta di festa, quella che si è svolta, oggi, a Francavilla al Mare, e che ha visto protagonista la fortissima Nazionale di ciclismo paralimpico, guidata dal commissario tecnico Mario Valentini. Gli azzurri sono in ritiro, in Abruzzo, a Francavilla, dal 27 marzo al 2 aprile, su iniziativa dell'Addesi Team Cycling, capitanato dal plurimedagliato atleta della Nazionale, Pierpaolo Addesi, di Torrevecchia Teatina. Questa mattina i campioni, presente anche Alex Zanardi, hanno incontrato, al Palasport di Francavilla, affollatissimo, gli alunni delle scuole medie ed elementari di Francavilla al Mare, Torrevecchia Teatina e Ripa Teatina. Presenti gli amministratori del Comune di Francavilla e i vertici della Federazione ciclistica regionale. Gli atleti sono arrivati su bici, handbike e tricicli e, seppur in breve, hanno raccontato le proprie storie. Vicende di disabilità, arrivata all'improvviso, soprattutto a causa di incidenti stradali o malattie. Infortuni gravissimi, che all'inizio sono sembrati ostacoli insormontabili, ma che poi, grazie alla forza di volontà e allo sport, sono stati superati. “Con la vita che è ricominciata...”, hanno sottolineato. Vite particolari, esperienze particolari che insegnano prudenza e che “non bisogna mollare mai, perché la disabilità è una cosa relativa”, ha detto Zanardi, idolo dei ragazzi. “Ogni volta – ha spiegato – ho preso il meglio di quello che la vita mi ha lasciato e sono ripartito. E ho costruito una vita bellissima”. Applausi, consigli. “State attenti, con i motocicli, quando andate al mare, con i tuffi. Non bisogna mai esagerare pensando: 'Tanto non mi può succedere nulla'”. Quindi sono stati gli studenti, incuriositi e appassionati, a porre domande ai campioni che, al termine dell'incontro, hanno anche posato con loro per le classiche foto ricordo.

Pubblicato in Sport

Chieti. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, questa mattina, presso l’Auditorium Teatro Supercinema, hanno partecipato all’ incontro/dibattito avente per oggetto “La mensa dei nostri figli” al quale hanno preso parte i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi di Chieti – Ettore D’Orazio, Serafina D’Angelo, Giovanni Santini e Assunta Michelangeli – rappresentanti dell’Osservatorio Mense - Sara Pantalone e Isabella Micati – della ditta Ladisa che fornisce il servizio di refezione scolastica, e gli alunni delle quarte e quinte classi delle scuole primarie cittadine. L’iniziativa, moderata dal giornalista Stanislao Liberatore, ha previsto interventi della dott.ssa Annalisa Blasetti, esperto nutrizionista della Clinica Pediatrica di Chieti, e del dott. Federico Angelini, medico chirurgo esperto in omeopatia, docente presso il CEDH di Parigi, sul percorso condiviso che ha portato all’introduzione del nuovo menù nella refezione scolastica.

Il Sindaco, dopo aver espresso soddisfazione per l’iniziativa, rivolta in particolare agli utenti primari della mensa scolastica, ovvero i bambini, per far comprendere loro l’importanza di una corretta alimentazione, ha sottolineato l’aspetto della partecipazione nella condivisione delle scelte con i genitori.

«Non a caso abbiamo voluto coinvolgere nel percorso l’Osservatorio Mense – ha aggiunto il Sindaco – perché riteniamo che, quando si affronta un tema così importante, sia necessario il contributo di tutti e una pluralità di conoscenze. Compito di noi Amministratori – ha proseguito il Sindaco – è quello di ascoltare e di dare risposte alle domande corrette che ci provengono dal mondo della scuola e dalle famiglie. Infine, nostro ulteriore sforzo sarà quello di avvicinare sempre più il pasto consumato a scuola a quello della propria casa tornando nel più breve tempo possibile a far utilizzare stoviglie più idonee e non di plastica. Ritendo di poter dire che il rapporto che c’è tra i dirigenti scolastici che ringrazio per quanto fanno quotidianamente per i nostri figli, e l’Amministrazione Comunale sia uno degli elementi preziosi da conservare nella mia esperienza da sindaco, questa capacità del mondo della scuola di essere per primi protagonisti della gestione»

«La nutrita partecipazione – ha dichiarato l’Assessore Giampietro – ha testimoniato l’attenzione rivolta al tema della mensa scolastica, argomento sul quale l’Amministrazione Comunale ha avviato un percorso condiviso con l’Osservatorio Mense e che vede parte attiva i dirigenti scolastici, i docenti, i rappresentanti dei genitori nonché l’equipe della Clinica Pediatrica con i quali sono stati organizzati innumerevoli incontri condividendo il primario obiettivo della tutela della salute dei nostri ragazzi e la promozione di una più efficace educazione alimentare. Un percorso che l’Amministrazione vuole proseguire con il contributo indispensabile dei genitori anche grazie all’approvazione del Regolamento della Commissione Mense che a breve, dopo un ultimo passaggio in Commissione, approderà al vaglio del Consiglio Comunale.»

Nel nuovo menù della refezione scolastica sono state introdotte alcune importanti novità con utilizzo di prodotti che i nutrizionisti reputano necessari per una sana crescita, come ribadito nel corso dell’incontro dalla dott.ssa Blasetti, la quale ha sottolineato come sia stato raggiunto un bilanciamento quasi ottimale nell’apporto di carboidrati, proteine e grassi.

«Ci siamo attenuti a due criteri fondamentali – ha spiegato la dott.ssa Blasetti – ovvero la frequenza del consumo di alcuni alimenti, tenendo presente quanto suggerito dalla “piramide alimentare”, adottata in tutto il mondo, e l’equilibrio tra proteine, grassi e carboidrati nel singolo pasto. E’ importante, altresì, notare che il consumo di certi alimenti, quali i cereali, introdotti nel nuovo menù siano stati incoraggiati nei bambini. Nei prossimi mesi - ha annunciato la Blasetti - consegneremo dei questionari per verificare il gradimento e il successo delle variazioni apportate.»

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “In merito alle dichiarazioni rilasciate dal Commissario Sandra De Thomasis smentisco categoricamente il fatto che il sottoscritto non abbia designato il nome da indicare per il Consiglio d’Amministrazione dell’istituto.” E’ quanto replica il Presidente della VI Commissione Comunale “Statuto e Regolamento” e componente dell’assemblea dei portatori di interesse ASP n. 1 Chieti (Istituti Riuniti S. Giovanni Battista), Consigliere Comunale, Maurizio Costa, alle notizie riguardanti lo stallo degli Istituti Riuniti di Chieti.

«Infatti, nell’Assemblea riunitasi il 3 novembre del 2016, quindi ben 4 mesi fa – sottolinea il Presidente Costa - il sottoscritto indicò il Dott. Ezio Tilli, così come Chiara Zappalorto indicò il Dott. Augusto Di Boscio quali componenti del cda riservati all’Assemblea dei portatori d’interesse (per legge spetta alla Giunta Regionale indicare il nome del presidente). Il tutto, nei modi e nei termini di legge. Da allora – prosegue il Presidente - nessun atto ufficiale da parte della Regione Abruzzo, o dell’Assemblea, se questa ne ha competenza, ha stabilito l’incompatibilità del succitato Ezio Tilli. Si è assistito ad uno scaricabarile di responsabilità di cui non si capisce, o forse si, il motivo e che certamente non può essere addebitato al sottoscritto né alla parte politica del centro destra. Tilli può essere ritenuto un personaggio scomodo – chiarisce il Presidente Costa - Inoltre, su Tilli vi è un parere dell’ANAC (autorità nazionale anticorruzione) che stabilisce la compatibilità nella funzione mai smentita da nessun altro atto ufficiale di chicchesia. Ricordo poi al Commissario De Thomasis che, nel suo ruolo di Presidente dell’Organismo Straordinario, ha tutti i poteri assegnati al CdA così come prescritto dalla Legge Regionale n. 17 del 2011 all’rt. 21.
Anche sulla questione delle mancate liquidazioni e pagamenti da parte dei Comuni, la De Thomasis non la racconta giusta; farebbe meglio a verificare se le fatture da parte del “San Giovanni Battista” e gli allegati certificati ISSE siano stati correttamente emessi nelle date e nelle forme.
A questo punto, credo che la responsabilità di tale stallo gestionale sia dovuta ad una volontà addebitabile ad altri e non a me e che accampare giustificazioni pretestuose sia una forma di EXCUSATIO NON PETITA ACCUSATIO MANIFESTA del Commissario che, piuttosto che rilasciare pretestuose dichiarazioni, dovrebbe puntare il dito verso se stessa e la Regione Abruzzo, non certo verso il sottoscritto che ha sempre onorato la nomina ricevuta secondo i termini di legge e procedurali. A parere mio – conclude il Presidente Costa – il vero problema non è la nomina del Cda o la natura giuridica degli Istituti ma la mancanza di un’efficiente gestione della struttura e dell’adozione degli atti relativi ai bilanci degli ultimi tre anni, come richiesto dalla Regione Abruzzo e dalla legge regionale n. 17/2011 istitutiva delle ASP, senza i quali nessun discorso può essere avviato. Ma chissà perché di questo nessuno parla.»

Pubblicato in Politica

Pescara. Prima partecipazione della Nazionale di ciclismo paralimpico al progetto “Solidarietà fa sport”. Incontro con gli studenti della scuola “Rossetti”. Allegrino. “Portano ai giovani la testimonianza di persone che, anche attraverso lo sport, sono riuscite a superare limiti e barriere e a conquistare traguardi straordinari".

Prima partecipazione della Nazionale di ciclismo paralimpico al progetto Solidarietà fa Sport, ideato dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Pescara per sensibilizzare la cittadinanza, e in particolare i giovani, sulle varie forme di disabilità. Gli atleti Pierpaolo Addesi, plurimedagliato campione originario di Torrevecchia Teatina (Chieti), Andrea Pusateri, Gianluca Fantoni, Fabio Anobile (medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016) e Michele Pittacolo (medaglia di bronzo a Londra 2012) hanno partecipato a un incontro con gli studenti della scuola secondaria di primo grado “G. Rossetti”, nell’ambito della giornata dedicata a “Sport e disabilità”, promossa dall’Istituto comprensivo Pescara 5 in collaborazione con l’Anmic Pescara e "Abruzzo volley integrato” dello Csen.

“La Nazionale sarà in ritiro a Pescara dal 5 all’11 giugno e parteciperà a una pedalata della solidarietà a cui sarà invitata la cittadinanza - ha preannunciato l’assessore Antonella Allegrino - Alcuni atleti, inoltre, saranno presenti agli incontri in programma nelle scuole che hanno aderito al progetto e che si terranno fino a giugno. Con questa partecipazione porteranno ai giovani la testimonianza di persone speciali, ma normali che, anche attraverso lo sport, hanno superato limiti e barriere, hanno conquistato medaglie e traguardi straordinari. Sarà un insegnamento per i ragazzi a superare con più determinazione gli ostacoli che, inevitabilmente, incontreranno nel loro cammino”. Gli studenti della scuola “G. Rossetti" hanno ascoltato con attenzione e partecipazione le storie degli atleti, hanno saputo delle difficoltà incontrate nell’accettare i limiti imposti dalla disabilità, della voglia di reagire, di ritrovare l’entusiasmo e la fiducia in se stessi attraverso l’impegno sportivo. “Prima di arrivare al ciclismo, ho fatto altri sport, ma mi sono state sempre imposte delle rinunce che mi hanno fatto sentire diverso - ha spiegato Addesi - Ora sono molto più sereno, riesco a sentirmi uguale agli altri. Quando parlo agli studenti cerco di far capire loro che se siamo riusciti noi a superare la disabilità, anche loro non avranno difficoltà a risolvere problemi che sembrano insormontabili".

Pubblicato in Sport

Montesilvano. Prosegue il piano di investimenti sull’infrastruttura energetica abruzzese: e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di Media e Bassa tensione, ha attivato un nuovo “Centro satellite” a Montesilvano, in via D’Annunzio, che permette di migliorare qualità e stabilità del servizio grazie a tecnologie di ultima generazione e un avanzato livello di telecontrollo.

Il “Centro Satellite” è un nuovo importante snodo per la distribuzione di energia che apporterà significativi benefici in termini di efficienza, affidabilità del servizio per oltre 40.000 tra cittadini e imprese del comune di Montesilvano e delle aree costiere di Città Sant’Angelo e Pescara.

L’impianto, alimentato da 2 nuove linee di media tensione interrate di circa 2,7 chilometri ciascuna, garantirà maggiore potenza disponibile sul territorio e, in caso di guasto, permetterà di isolare i tratti di rete interessati eseguendo manovre a distanza. Prosegue quindi il programma di incremento della resilienza della rete attraverso l'aumento del livello di telecontrollo degli impianti, che permette di limitare a pochi minuti, a volte a pochi secondi, i disagi legati ad eventuali guasti. In termini di risultati, è come mettere in servizio una nuova cabina primaria di trasformazione da alta a media tensione, senza però realizzare ulteriori linee di alta tensione di collegamento e ricorrendo a spazi molto contenuti, azzerando quindi l’impatto estetico e ambientale.

Dal Centro Satellite partono 7 linee in Media Tensione che smistano energia nel centro urbano di Montesilvano, con benefici che interessano anche l’area costiera dei comuni limitrofi. L’impianto è completamente automatizzato e viene gestito a distanza dal Centro Operativo dell’Aquila.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Si avvia verso la sua conclusione l’iter per l’attivazione del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar), la tipologia di accoglienza dei profughi sul territorio, che ridurrà il numero dei migranti a Montesilvano, portandolo ad un massimo di 161, escludendo le zone turistiche.
E’ stata individuata l’associazione temporanea di imprese, composta da soggetti del terzo settore, che insieme al Comune presenterà il progetto per l’attivazione dello Sprar, sistema che porterà, come confermato dalla Prefettura, alla chiusura dei due Centri di Accoglienza (CAS), attivi a Montesilvano negli hotel Excelsior e Ariminum.
«Nei giorni scorsi - spiega il sindaco Francesco Maragno - la commissione giudicatrice, in tre distinte sedute pubbliche, ha valutato le manifestazioni di interesse pervenute con l’emanazione di un apposito avviso pubblico, individuando i soggetti del terzo settore che gestiranno, in collaborazione con l’Azienda Sociale e il Comune i servizi necessari a tale sistema di accoglienza».
Tre le tipologie di servizi che verranno curate in cooperazione tra l’Ente pubblico e l’Ati composta da Arci Pescara, Polis, Caritas diocesana e Cooperativa Sociale Ausiliatrice: quella di accoglienza che fornisce il supporto per le esigenze quotidiane; la seconda di tutela psico – socio - sanitaria, orientamento e accompagnamento all’inserimento che realizza un progetto di integrazione sul piano sociale, lavorativo e abitativo; e quella inerente le attività di orientamento e accompagnamento legale e mediazione interculturale.
«Questo sistema di accoglienza - sottolinea il sindaco - rappresenta una reale svolta nella gestione di questo fenomeno sul territorio di Montesilvano, a cominciare dai numeri che verranno definiti con esattezza e ridotti sensibilmente. E poi ancora per il settore turistico che verrà tutelato e non coinvolto nella collocazione degli Sprar. Per proseguire con la sicurezza che verrà garantita e maggiormente controllata grazie alla diffusione sul territorio degli immobili che accoglieranno i migranti che quindi non saranno più concentrati in un’unica zona, e non daranno forma a quei ghetti che purtroppo ad oggi si sono venuti a creare inevitabilmente».
Il progetto, i cui costi sono sostenuti dal Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo e quindi non a carico del Comune, verrà ora presentato al Ministero.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. «Dopo le contestazioni sollevate alla cooperativa Castelfino, che tuttavia non ha assolto a quanto richiesto, abbiamo provveduto ad avviare gli interventi di pulizia e manutenzione in questa area verde della città, per restituire il giusto decoro ad uno spazio pubblico adatto alle famiglie». Lo dichiara l’assessore al Verde Pubblico Ernesto De Vincentiis che annuncia gli interventi di pulizia e sfalcio dell’erba eseguiti stamani da una ditta esterna, incaricata dal Comune, all’interno del Parco della Libertà. La gestione del parco, vicino il centro di intrattenimento Porto Allegro, nel 2014 venne affidata alla cooperativa Castelfino, che avrebbe dovuto eseguire le operazioni di pulizia e innaffiamento delle aiuole e del prato, di sfalcio dell'erba, la pulizia del laghetto, la manutenzione ordinaria e quella dei servizi igienici e garantire la costante presenza di addetti durante l'apertura del parco. «Dai controlli che abbiamo effettuato nei giorni scorsi – dichiara ancora De Vincentiis -  purtroppo abbiamo constatato mancanze su tutti i fronti. Per tale motivo abbiamo contestato la cattiva gestione e sollecitato un immediato intervento della cooperativa. Tuttavia non avendo riscontrato una risposta concreta, abbiamo provveduto autonomamente, affidando gli interventi ad una ditta. I costi sostenuti verranno addebitati al gestore. Nel frattempo la cooperativa, a cui verranno attribuiti anche eventuali danni arrecati al parco, ci ha inviato una richiesta di rescissione che intendiamo accogliere nel rispetto della normativa e del contratto. Intanto -  conclude l’assessore – con l’intervento di stamani riconsegniamo ai bambini, ai ragazzi e ai loro genitori un parco sicuro e pulito e avvieremo le procedure per affidare la gestione a nuovi soggetti».

Pubblicato in Cronaca

Teramo. Con disposizione del 29 marzo 2017 indirizzata a tutto il personale dipendente, la società Baltour, operante nel settore del trasporto pubblico passeggeri di lunga percorrenza e del trasporto pubblico locale, ha formalmente revocato le precedenti disposizioni di servizio con le quali aveva disposto limitazioni e sospensioni rispetto alla fruibilità dell’istituto del “congedo parentale” (compresa la maternità facoltativa). La soddisfazione del Deputato Mdp Melilla attraverso la sua pagina social: "Vittoria! La Baltour del presidente della Confindustria abruzzese, dopo la ferma iniziativa della Cgil e della Filt CGIL, e anche il mio intervento parlamentare, ha revocato la circolare con cui sospendeva per le sue e i suoi dipendenti i congedi parentali, compreso il congedo per la maternità facoltativa. Le battaglie giuste vanno portate sino in fondo e bene ha fatto la CGIL abruzzese a farlo con fermezza". “Apprendiamo con favore che la società Baltour abbia finalmente compreso e condiviso l’importanza di alcuni diritti fondamentali delle lavoratrici e dei lavoratori sanciti, disciplinati e regolamentati da Leggi e Decreti Nazionali per i quali non è assolutamente prevista la discrezionalità aziendale – esultano i sindacati – Prendiamo atto altresì con soddisfazione che nella società amministrata dal Presidente di Confindustria Abruzzo, siano state ripristinate le corrette condizioni di normalità e di rispetto delle norme vigenti in materia". La Cgil e la Filt Cgil territoriale e regionale ringraziano quanti hanno manifestato con atti ufficiali il loro concreto sostegno a questa battaglia di civiltà condotta in un contesto comprensibilmente assai delicato e che aveva come unico obiettivo, sottolineano, quello di garantire alcuni diritti fondamentali per i lavoratori e non già quello di attaccare strumentalmente il Presidente della Baltour e la stessa Confindustria Abruzzo.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione