Milano. Grazie alla positiva collaborazione tra l’Istituto nazionale Ferruccio Parri e la Fondazione Brigata Maiella sarà possibile visitare dal 5 al 24 giugno, presso la Casa della memoria di via Confalonieri a Milano, la Mostra“Dal Sangro al Senio. Il percorso della Maiella attraverso le immagini Alleate”.
Una mostra che intende valorizzare, attraverso fotografie inediti di origine inglese e polacca, l’esperienza davvero della Brigata Maiella, l'unica formazione della Resistenza Italiana decorata di Medaglia d'Oro al Valor Militare alla bandiera e protagonista della Campagna d’Italia dall’Abruzzo al Veneto. Il suo comandante, Ettore Troilo, è stato prefetto di Milano dal gennaio 1946 al novembre 1947.
La mostra è stata realizzata in collaborazione con il Museo della battaglia di Ortona e gode del patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia. L’esposizione milaneseinoltre è sostenuta dalla Fondazione Cariplo ed è inserita nel programma di Milano PhotoWeek - progetto promosso dall’Assessorato alla cultura del Comune di Milano.
In occasione della sua inaugurazione, martedì 5 giugno alle ore 17 presso la Casa della memoria (M5 Isola), interverranno il direttore generale dell’Istituto Parri Claudio Silingardi, il presidente della Fondazione Brigata Maiella Nicola Mattoscio, il giornalista Carlo Troilo, il presidente della Fondazione AniasiMario Artali.
Seguirà un importante dibattito sull’attualità dell’antifascismo con gli interventi di Marcello Flores, direttore scientifico Istituto Parri e diErnesto Galli Della Loggia, Università degli studi ‘La Sapienza’ di Roma, con Antonio Carioti, del Corriere della Sera, nel ruolo di moderatore.
L’iniziativa si concluderà con un rinfresco di saluto.
L’esigenza di un importante dibattito nazionale sui temi dell’antifascismo si avverte particolarmentenel momento attuale in cui viene messa in discussione l’appartenenza non formale dell’Italia all’Unione Europea. Un’appartenenza maturata e motivatadall’epopea della Guerra di Liberazionein cui i combattenti della Brigata Maiella hanno sacrificato loro stessi anche in nome di una rivendicazione europeista come parte imprescindibile delle più ampie aspirazioni di libertà e di pace, sentite soprattutto nei Paesi che subirono la lunga dittatura nazi-fascista. A nome di tutti i reduci che il Presidente Mattarella ha voluto onorare con la sua visita in Abruzzo il 25 aprile – non possiamo che invitare a preservare il sogno degli Stati Uniti d’Europa e le istituzioni sovranazionali che al momento lo interpretano, pur con tanti limiti, al pari dell’impegno a difesa della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza.
Un risultato anche scientifico per la Fondazione Brigata Maiella. L’Istituto Nazionale è stato fondato da Ferruccio Parri nel 1949 con lo scopo di raccogliere, conservare e studiare il patrimonio documentario del Corpo Volontari della Libertà e del Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia. Nel corso di oltre 50 anni di attività esso ha contribuito in modo determinante, con numerosissime iniziative di studio e pubblicazioni, all’affermazione in Italia di una storiografia su base scientificadella Resistenza.

Milano. Dopo il record di oltre 60.000 spettatori al Teatro della Luna nella scorsa stagione (oltre 150.000 in tutto il tour), I LEGNANESI tornano a grande richiesta nella stagione 2018/2019 con il nuovo attesissimo spettacolo, “SETTANTA VOGLIA DI RIDERE C’È”, dal 29 dicembre 2018 al 3 marzo 2019.

 

Settanta come gli “anni” della compagnia de I LEGNANESI, che nel 2019 festeggiano un anniversario importante, e lo faranno naturalmente a teatro, per ridere insieme al loro pubblico.

C’è tanta voglia di ridere, di trascorrere due ore spensierate insieme alla Famiglia Colombo (Antonio Provasio/Teresa, Enrico Dalceri/Mabilia e Luigi Campisi/Giovanni) e lasciarsi trasportare dai sontuosi quadri della Rivista all’Italiana: I LEGNANESI, ancora una volta, vi stupiranno con uno show ricco di musica, colori, strabilianti costumi e tanto divertimento!

Milano. Tutti pazzi per la GREASEMANIA! Il cult del 1978, con John Travolta e Olivia Newton-John, non è mai stato così attuale ed è uno dei più amati anche dalle nuove generazioni.

Il film, per il 40° anniversario, torna in edizione restaurata in Dvd, Blu-ray e 4K Ultra Hd con Universal Pictures Home Entertainment Italia, più di un'ora di bonus tra cui vecchie interviste e scene eliminate, la canzone originale con cui è stata animata la sequenza dei titoli di testa e un finale alternativo recuperato dalla copia originale in 16 mm e bianco e nero scoperta dal regista Randal Kleiser. Il film è stato celebrato a Cannes con una proiezione speciale sulla spiaggia presentata da dallo stesso regista e da John Travolta, interprete di un ruolo minore nel musical, prima di indossare il giubbotto di Danny Zuko nella celebre pellicola.

In Italia, il musical di Jim Jacobs e Warren Casey, prodotto da Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, in più di 20 anni di repliche, è un fenomeno che si conferma a ogni replica, più di 1.750 per oltre 1.750.000 spettatori a teatro. Una festa travolgente che dal 1997 accende le platee italiane, e ha dato il via alla musical-mania trasformandosi in un vero e proprio fenomeno di costume “pop”, un cult intergenerazionale.

New entry nel cast nel ruolo di Danny Zuko sarà GIULIO CORSO, a fianco di Lucia Blanco in quello di Sandy. Diplomato presso l’“Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D’Amico”, Giulio Corso ha esordito al cinema con “Walking on Sunshine”; baritono, protagonista maschile accanto a Lorella Cuccarini di “Rapunzel il musical” (vincitore nel 2016 del Premio Persefone come Migliore Attore Emergente), in tv con il docufilm su Paolo Borsellino “Adesso tocca a me”, “Squadra antimafia 5”, “Francesco” (regia di Liliana Cavani), “L’Ispettore Montalbano”, “The Arrangement” e “Rocco Chinnici” (regia di Michele Soavi) e al cinema con “Soledad” della regista argentina Agustina Macri.

Dopo il successo della nuova edizione in tour nella scorsa stagione, che ha collezionato una lunga serie di entusiasmanti “tutto esaurito”, GREASE IL MUSICAL riparte con il tour estivo 2018 dal 14 luglio (che toccherà Rimini, Marostica, Peccioli, Forte dei Marmi, Porto Recanati, Majano, Follonica, Santa Margherita di Pula) e, per la stagione 2018-2019, dall’ 8 novembre al 2 dicembre al Teatro della Luna di Milano e in molte altre città. (Biglietti Ticketone, per Milano in vendita dal 22 maggio; tutte le tappe sul sito ufficiale grease.musical.it).

Milano. Al Teatro Manzoni di Milano andrà in scena una serata in due tempi dedicata ad alcuni tra i migliori cori della diocesi di Milano, scelti tra quelli di più alto livello musicale e conosciuti anche al di fuori dell’Italia.

Lo spettacolo ha uno scopo benefico ed è stata organizzato da Cura e Riabilitazione Onlus, a cui sarà devoluto l’incasso della serata.

L’evento è nato dalla passione e dall’entusiasmo del Prof. Marzio Bonferroni, scrittore e docente universitario, attivo soprattutto nell'ambito della comunicazione e degli studi di marketing, che sarà Direttore Artistico della serata.

Consulente Artistico sarà il M° Vincenzo Simmarano, Direttore del Coro Canti Corum.

“Corando” vedrà in scena sette cori della diocesi di Milano, chiamati a proporre un repertorio scelto di brani liturgici che usciranno, per una volta, dai luoghi abituali, per essere inseriti in un teatro prestigioso, così da far conoscere al pubblico teatrale il patrimonio musicale e culturale della nostra storia religiosa.

L’idea di portare in un ambito “laico” e autorevole l’arte e la spiritualità di questi cori che per lo più si esibiscono in cattedrali e chiese, con musiche di grandi compositori, è stata appoggiata dal Direttore Generale del Teatro Manzoni, Alessandro Arnone.

La serata sarà presentata dalla giornalista Silvia Arosio, fondatrice del portale silviaarosio.com e press office.



Biglietti e info

Il costo del biglietto è di 14 euro (+ 1 € di prevendita)

Dove acquistare i biglietti:
 Online su www.teatromanzoni.it
Link completo: http://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/spettacoli/corando-cori-della-diocesi-di-milano-sulla-scena
 Presso la biglietteria del Teatro Manzoni
Via Manzoni 42, Milano - Tel. 02 7636901
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Milano. Al Teatro Manzoni di Milano andrà in scena una serata in due tempi dedicata ad alcuni tra i migliori cori della diocesi di Milano, scelti tra quelli di più alto livello musicale e conosciuti anche al di fuori dell’Italia.

Lo spettacolo ha uno scopo benefico ed è stata organizzatoda Cura e Riabilitazione Onlus, a cui sarà devoluto l’incassodella serata.

L’evento è nato dalla passione e dall’entusiasmo del Prof. Marzio Bonferroni, scrittore e docente universitario, attivo soprattutto nell'ambito della comunicazione e degli studi di marketing, che sarà Direttore Artistico della serata.

Consulente Artistico sarà il M° Vincenzo Simmarano, Direttore del Coro Canti Corum.

“Corando”vedrà in scena sette cori delladiocesi di Milano, chiamati a proporre un repertorio scelto di brani liturgici che usciranno, per una volta, dai luoghi abituali, per essere inseriti in un teatro prestigioso, così da far conoscere al pubblico teatrale il patrimonio musicale e culturale della nostra storia religiosa.

L’idea di portarein un ambito “laico” e autorevole l’arte e la spiritualità di questi cori che per lo più si esibiscono in cattedrali e chiese, con musiche di grandi compositori, è stata appoggiata dal Direttore Generale del Teatro Manzoni, Alessandro Arnone.

La serata sarà presentata dalla giornalista Silvia Arosio, fondatrice del portale silviaarosio.com e press office.



Biglietti e info

Il costo del biglietto è di 14 euro(+ 1 € di prevendita)

Dove acquistare i biglietti:
 Online su www.teatromanzoni.it
Link completo: http://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/spettacoli/corando-cori-della-diocesi-di-milano-sulla-scena
 Presso la biglietteria del Teatro Manzoni
Via Manzoni 42, Milano - Tel. 02 7636901
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Milano. Piano City Milano 2018 cresce e si rinnova come la città che lo ispira. Oltre 50 ore di musica e 470 concerti confermano la ricchezza e la qualità dell'offerta musicale, coinvolgendo i luoghi storici del festival e spazi sempre nuovi, simbolo di una metropoli dalle tante identità e caratterizzata dal continuo cambiamento. Dai due Piano Center alla Gam e in Palazzina Liberty, la mappa dei concerti consentirà agli spettatori di conoscere i tanti quartieri che compongono l'anima corale della città, o di lasciarsi guidare dai tanti generi musicali che per tre giorni trasformano Milano in una grande sala da concerto. Con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso e Titti Santini, la settima edizione di Piano City Milano è in realtà la prima di un nuovo corso nella ‘storia’ di una delle più amate manifestazione diffuse di Milano: la neo-nata Associazione ‘Pianocity Milano’ ha infatti stretto con il Comune un accordo di collaborazione per la realizzazione dell’iniziativa nei prossimi tre anni all’interno del palinsesto “Yesmilano”, che riunisce sotto lo stesso format di comunicazione tutte le più importanti manifestazioni e iniziative promosse dal Comune e diffuse in tutta l’area metropolitana.

Anche quest'anno sono tantissimi gli appuntamenti prodotti direttamente dal festival, dai programmi speciali dedicati ai grandi compositori, alle Piano Lesson, alle elettrizzanti maratone notturne.

Piano City Milano si apre con Aziza Mustafa Zadeh, star internazionale capace di offrire al mondo una raffinata rielaborazione della tradizione musicale del suo paese, l'Azerbaijan. Nelle sue mani convergono la passione e l'estro del mugam, tradizionale forma di improvvisazione musicale azera, e l'energia del jazz occidentale. Venerdì sera sul main stage della GAM Galleria d'Arte Moderna – Villa Reale Aziza Mustafa Zadeh porterà il patrimonio delle sue radici persiane, arricchito da Liszt, Schumann e Bach, e dalle sonorità di Keith Jarrett e Bill Evans.

Piano City Milano è un progetto di Associazione Piano City Milano con Comune di Milano, a cura di Ponderosa Music&Art e Accapiù; con il sostegno di Intesa Sanpaolo e dei partner tecnici Steinway & Sons, Yamaha, Fazioli, Furcht/Kawai, Griffa & Figli, Bösendorfer, Passadori Pianoforti, Steingraeber & Söhne,Tagliabue, Tarantino Pianoforti e AIARP che mettono a disposizione gli strumenti. Si rinnova anche per l’edizione 2018 la partnership con il Corriere della Sera e ViviMilano.

“Piano City Milano – ha spiegato il sindaco Giuseppe Sala – è a tutti gli effetti la colonna sonora per eccellenza e d’eccellenza che pervade la nostra città in primavera: ne racconta la vivacità, l’eleganza, l’apertura e l’amore profondo per l’arte, in ogni sua forma e declinazione. Tutto ciò fa di questa manifestazione un appuntamento imperdibile per cittadini e turisti che, di anno in anno sempre più numerosi, apprezzano sia l’immediata semplicità di fruizione garantita da performance musicali e concerti organizzati in tutta Milano sia i luoghi – noti e meno noti - che li ospitano”.

Da sempre luogo di incontro e punto di riferimento per il pubblico di Piano City Milano è il Piano Center, dove la musica risuona ininterrottamente per tutto il festival. Al polo museale GAM PAC e nel parco di Villa Reale le giornate di sabato 19 e domenica 20 si animano con i concerti al laghetto, al giardino e nella Sala da Ballo all'interno della GAM.

Dal pomeriggio sul Main Stage si alternano i grandi protagonisti della scena internazionale: Sabato dalle 19 si esibiranno Alberto Pizzo, funambolo del jazz e della melodia napoletana, la giovane pianista cubana Marialy Pacheco, prima donna ad aver vinto il premio Montreux solo piano Competition e Django Bates in un vulcanico concerto bebop; chiude Sebastien Tellier, dandy postmoderno e icona francese della musica electro-pop.

Domenica dalle 19 suoneranno il musicista e compositore inglese Arthur Jeffes, Asli Kilic con un programma dedicato a Chopin e Scriabin, e Davide Cabassi con musiche di Beethoven. Vinicio Capossela chiuderà la settima edizione di Piano City Milano con un programma speciale “voiceless”: dalle 22.30 suonerà le sue canzoni in un concerto per piano solo, e racconterà la storia dei suoi pianoforti, in omaggio al piano e alla città che lo ospita da quasi 30 anni.

Vinicio Capossela torna a Piano City Milano a sette anni dal concerto che ha inaugurato la prima edizione del festival, nel 2012.

Per la prima volta Piano City Milano ha anche un Piano Center notturno. A Palazzina Liberty venerdì 18 e sabato 19 due Piano Night uniscono la tradizione del pianoforte alla sperimentazione dell'elettronica. Grazie alle sue ampie vetrate, questo gioiello dell'Art Nouveau crea un'unica atmosfera tra il dentro e il fuori, nel Parco Formentano, dove il pubblico potrà godersi la musica tramite l'utilizzo di cuffie wireless SILENTSYSTEM.

Venerdì 18 Red Bull Music presenta Rrose, musicista dalla spiccata verve creativa, Seth Horvitz nella sua veste femminile, che porterà a Palazzina Liberty la musica dance elettronica di Charlemagne Palestine. Segue il concerto di Niklas Paschburg, a soli 23 anni capace di incantare il pubblico con le sue melodie fatte di suoni ipnotici tra musica neoclassica ambient ed elettronica. Poi Gianluca di Ienno, che pensando ad autori come Ligeti e Debussy porta un programma con elettronica e improvvisazioni. Chiude Maja Alvanovic con i notturni contemporanei di Respighi, Nešić, Mompou.

Sabato 19 inaugura la seconda Piano Night il classicismo contemporaneo di Poppy Ackroyd, pianista e compositrice londinese dal sound brioso e accattivante. Dalla Francia arriva Guillaume Poncelet, con un concerto ispirato al suo recente album "88" suonato in piano solo, insieme a brani inediti e improvvisazioni alla Keith Jarrett. Alle 2.00 il brasiliano Vitor Araújo con Villa-Lobos e Zé; segue Shai Maestro Solo, pianista israeliano, tra i più originali protagonisti del panorama jazz contemporaneo. Infine la kazaka Angelina Yershova con il suo ultimo album “Resonance Night” porta a Piano City Milano il suo talento per la contaminazione, tra classica, contemporanea, pop ed elettronica. Altri due concerti arricchiscono il programma delle notti: venerdì 18 alle 0.30 a Eataly Milano Smeraldo Davide Santacolomba esegue brani di musica classica e colonne sonore, sabato 19 dalle 21 a Santeria Social Club con Michele Fedrigotti una tre ore per dare voce all'anima di Chopin.

Con il sorgere del sole, la musica risveglia la città con due suggestivi concerti sull'acqua. Ai Bagni Misteriosi sabato 19 alle 5 Piano City Milano presenta Pianolink Silent Wifi Concert con Andrea Vizzini: musiche di Bach, Beethoven, Satie, Chopin, Liszt e Debussy in un concerto per pianoforte silenzioso su una pedana galleggiante. Un'esperienza di totale coinvolgimento dove la musica arriva alle orecchie del pubblico tramite cuffie wireless. Domenica 20 l'appuntamento con l'alba è alle 5 all'Idroscalo con le dolci melodie dell'ucraino Pol Solonar; in collaborazione con Circolo Magnolia.

Per la sua settima edizione Piano City Milano propone una serie di programmi monografici speciali, fino a nove ore consecutive:

A un secolo dalla scomparsa di Debussy le sue meravigliose sonorità sono accostate a musiche di altri grandi compositori dell'epoca: sabato 19 dalle 11 alle 18 alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli un programma interamente dedicato al grande compositore; in collaborazione con il Conservatorio G. Donizetti di Bergamo e con Amadeus Factory. Una rara esecuzione dell'integrale delle sonate di Schubert, quelle complete e i frammenti, con l'introduzione di Luca Ciammarughi: domenica dalle 10 alle 19 al Portico dell'elefante del Castello Sforzesco con Stefano Ligoratti, Emanuele Delucchi, Maria Clementi, Sandro De Palma, Luca Ciammarughi, Gabriel Tancredi Nicotra, Ali Hirèche, Francesco Libetta e Costanza Principe.

Alla Casa degli Atellani sabato 19 alle 11 Gianluca Luisi esegue tutte le Suite francesi di Bach. Vincitore del prestigioso concorso Internazionale J.S.Bach di Saarbrucken-Wurtzburg, Luisi è uno dei massimi interpreti mondiali del grande compositore tedesco. Tutta la musica per pianoforte di Satie in una non stop di otto ore. Sabato 19 dalle 11 alla Six Gallery, Nicolas Horvath ci guiderà nelle atmosfere sonore del geniale precursore di tanta musica del nostro tempo.

Domenica 20 alle 10.30 alla Triennale di Milano la produzione pianistica di Ligeti viene eseguita dai giovani Pianisti Call for Young Performers, masterclass di Maria Grazia Bellocchio. In collaborazione con Divertimento Ensemble.

Otto concerti dedicati al Novecento Italiano, tra swing e rinnovamento antiromantico di inizio secolo. Alla Triennale di Milano sabato dalle 11.30 si esibiranno i vincitori del Premio Internazionale Giuseppe Martucci Lorenzo Bevacqua e Naomi Tistarelli.

Alle 14 omaggio a Daniele Lombardi con Duo Miroirs e alle 16.30 il concerto di Andrea Rebaudengo con musiche di Niccolò Castiglioni e Paolo Castaldi.

Fondazione Prada torna ad essere polo centrale del palinsesto di Piano City Milano: in occasione della mostra “Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943”, domenica 20 alle 11 un concerto dedicato alla generazione dell'Ottanta con Gilda Buttà e Victoria Terekiev, e alle 12.30 il concerto di Enrico Intra dedicato allo Swing in Italia negli anni '30. Altri due concerti mostrano le corrispondenze tra autori italiani e non: alle 14 Emanuele Torquati esegue Busoni e Griffes, alle 15.30 Anna D'Errico suona musiche di Oppo e Debussy.

Il programma alla Fondazione Prada si chiude con il concerto delle 19 con Ciro Longobardi e musiche di Ferrari.

Piano City Milano torna a offrire lezioni di pianoforte rivolte a tutti. Sei Piano Lesson tenute dai grandi maestri svelano la faccia nascosta dello strumento, le storie dei protagonisti della tradizione pianistica, gli aneddoti e i trucchi del mestiere. In collaborazione con il Corriere della Sera.

Lo storico Teatro Gerolamo, la 'piccola Scala' di Milano recentemente restituito alla città, ospiterà quattro incontri domenica 20 maggio. Primo appuntamento alle 10 con Aquiles delle Vigne, che dedica la sua Piano Lesson alle ultime sonate di Beethoven. Tra i più autorevoli concertisti e didatti del pianoforte, delle Vigne coinvolgerà alcuni giovani pianisti in un confronto tra esecuzioni per comprendere l'ultimo Beethoven. Alle 12.30 incontro con Django Bates, artista eclettico dalla sottile ironia british, protagonista della rinascita del jazz europeo degli anni Ottanta; figlio di un collezionista di musica popolare rumena e africana, è cresciuto sviluppando modi eclettici di fare musica. Alle 14 Piero Rattalino, celebre saggista e critico musicale, ci mostra come affrontare gli Studi di Chopin come pezzi lirici. Alle 16.30 Gabriele Baldocci, brillante pianista, noto anche per il duo stabile con Martha Argerich, mostra come improvvisava Liszt. Sabato 19 alle 10.30 alla Triennale di Milano, Ettore Borri racconta i diversi intenti del tocco pianistico nel Novecento.

Sabato 19 alle 17 a Santeria Social Club, Arthur Jeffes invita il pubblico a comporre insieme a lui una canzone con un pianoforte e un laptop. Piano City Milano prosegue la sua tradizione di manifestazione diffusa, riconfermando luoghi che sono ormai nel cuore del pubblico ma anche allargando la sua rete di concerti in spazi inediti: In collaborazione con Intesa Sanpaolo, le gallerie, le storiche filiali e luoghi non convenzionali come il caveau di una banca si aprono a concerti di musica classica, pop e rock. La filiale di via Verdi ospita un'anteprima di Piano City Milano, venerdì 18 alle 17.30, a poche ore dal concerto inaugurale: Davide Locatelli si esibirà in una rivisitazione per piano solo di brani che hanno fatto la storia del rock. Sabato 19 alle 10 alla filiale di piazza Diaz musiche di Debussy con Marco Cecchinelli; alle 11.30 Elpidia Giardina presenterà un omaggio ai Genesis nella filiale di piazza Cordusio.

Grazie a Volvo, car partner di Piano City Milano, presso Volvo Studio Milano, nuovo luogo d'incontro inaugurato dal brand automobilistico svedese nella zona di Porta Nuova, cinque concerti di musica classica e contemporanea sotto la scenografica riproduzione di un'aurora boreale. Primo appuntamento sabato 19 alle 18.30 con l'improvvisazione jazz di Luigi Bozzolan; alle 20 è la volta di Dardust e del suo immaginario elettronico di matrice Nord Europea; dalle 22 il concerto del musicista, dj e tastierista dei Subsonica Boosta. Domenica 20 alle 11 Isabella Turso e alle 12.30 Yuko Ito.

Sul Rooftop Red Bull, tra i tetti del Naviglio Grande e del Naviglio Pavese, sabato 19 quattro concerti tra musica classica e contemporanea accompagnano il pubblico di Piano City Milano dal pomeriggio fino al tramonto. Dalle 17 suoneranno Guido Coppin, Maria Ausilia di Falco, Genny Basso e Vincenzo Parisi.

Per la prima volta la musica di Piano City Milano entra nell'Archivio di Stato e nell'Orto Botanico Città Studi grazie al programma Aperti per voi del Touring Club Italiano. Sabato 19 dalle 12 l'Archivio di Stato ospita una rassegna per due pianoforti con Annibale Rebaudengo e Giovanna Tamburrino, Barbara Tolomelli e Alfredo Castellani, Elio Marchesini e Ricciarda Belgiojoso, Takuya Otaki e Marianne Abrahamyan. All'Orto Botanico Città Studi alle 19 concerto di musica classica con Francesco Mazzonetto.

Domenica 20 dalle 10.30 all'Archivio di Stato ancora una giornata di musica con gli allievi della Civica Scuola di Musica C. Abbado.

Si confermano anche per questa edizione le collaborazioni con i più prestigiosi premi pianistici nazionali e internazionali. Sabato 19 e domenica 20 si alterneranno nel giardino e al laghetto della GAM la vincitrice del Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo Maddalena Giacopuzzi e i vincitori del Premio Venezia Marco Rizzello, Federico Gad Crema, Francesco Granata, Giulia Loperfido. Domenica 19 alle 12.30 Nathalia Milstein, primo premio al Concorso Internazionale Axa Di Dublino 2015, esegue brani di Schumann sul pianoforte gran coda Tallone della Fondazione Gioventù Musicale d'Italia, strumento ospitato nella Sala da Ballo della GAM grazie alla collaborazione con Piano City Milano.

Tra i concerti nel parco Franck Ciup e Laurent Ferlet, celebri in Francia per i loro spettacoli sulle musiche da film.

Anche l’edizione 2018 di Piano City Milano rivolge un'attenzione particolare al tema dei diritti e dell'inclusione sociale. A Casa Emergency, la nuova sede dell'associazione fondata da Gino Strada e oggi spazio aperto alla città per la promozione di una cultura di pace, sabato 19 quattro concerti tra musica classica, jazz e contemporanea. Dalle 11 si esibiranno Alessandro Curti, Simone Sgarbanti, Mariano Bellopede e Nico Morelli.

Tra gli spazi inediti di questa edizione anche il Memoriale della Shoah, con il concerto di musiche armene di Heghine Rapyan domenica 20 alle 11; la Biblioteca degli Alberi ai giardini di Porta Nuova – aperta in anteprima per Piano City Milano grazie alla collaborazione con la Fondazione Riccardo Catella – sabato 19 e domenica 20 accoglie il pubblico per due giornate di concerti con i giovanissimi talenti dell'Accademia di Imola; via della Spiga, che domenica 20 si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto per Mario Mariani, Hélène Berger, Alberto Tafuri, Simone Quatrana.

Al Museo Teatrale alla Scala, in occasione dei centocinquant'anni dalla scomparsa di Gioacchino Rossini, sabato 19 alle 20 Vincenzo Balzani tiene un concerto sul celebre pianoforte di Liszt conservato al Museo, con brani di Rossini, Liszt e Thalberg. A City Life, a piazza Tre Torri, tra i grattacieli simbolo della nuova Milano, domenica 20 alle 18.30 il pubblico potrà farsi trascinare dai ritmi jazz, blues e boogie-woogie di Silvan Zingg, carismatico musicista che ha suonato con grandi nomi come BB King e Chuck Berry. Sabato 19 dalle 11.30 con Francesco Alessandro Meloni e Kosta Jevtic musica classica e contemporanea nel nuovo shopping center progettato da Zaha Hadid. mare culturale urbano, centro di produzione artistica e di innovazione culturale, ospita concerti e laboratori per adulti e bambini, tra cui il workshop di Ekland Hasa sulla musica tradizionale albanese.

BASE Milano ospita quattro concerti tra cui domenica 20 alle 19 l'appuntamento con MATITA, un ensemble composto da piano elettrico e disegnatori ritmici: un tavolo microfonato, amplificando il suono prodotto da matite, penne e pennarelli, restituirà al pubblico un momento sonoro e visivo allo stesso tempo.

Alla Rotonda della Besana sabato 19 alle 18 si esibirà il duo coreano Duo Vivid e alle 20 Matthew Lee con musiche rock e pop.

Domenica 20 torna l'orchestra dei cinquanta Toy Piano: nata con Michael Nyman che per loro ha scritto The otherwise very beautiful Blue Danube Waltz, aggiunge al repertorio in C di Terry Riley, il brano che ha reso popolare il minimalismo musicale. Quattro appuntamenti alle 10, alle 12, alle 14 e alle 15 tutti seguiti da un laboratorio per i più piccoli per imparare a suonare il toy piano. In collaborazione con Ricordi Music School.

Domenica 20 dalle 16 alle 21, con i giovanissimi talenti dell'Associazione Pianofriends una rassegna dedicata al Concerto per pianoforte e orchestra che va dalle origini ai brani tardoromantici più famosi, dove la parte dell’orchestra è eseguita dal secondo pianoforte.Tornano gli appuntamenti itineranti e nelle case private che fin dalla prima edizione hanno conquistato il pubblico di Piano City Milano: Gli House Concert e i Concerti in cortile sono da sempre il cuore della manifestazione. Sessanta concerti arricchiscono il palinsesto di questa settima edizione grazie ai tanti milanesi che hanno voluto partecipare attivamente mettendo a disposizione case e cortili privati. Tra i protagonisti di questi appuntamenti Arrigo Cappelletti, Tommaso Boggian, Eougen Galanov, Vincenzo Culotta.

La musica on the road di Piano City Milano invaderà la città con i concerti itineranti di Piano Tram, Piano Bici e Piano Tandem.

In collaborazione con ATM torna Piano Tram: domenica 20 maggio dalle 11 alle 18.30 dieci corse musicali sui binari del centro città a bordo degli storici tram milanesi per offrire al pubblico concerti di ogni genere: dalla musica classica al jazz, dal blues alla musica contemporanea. Piano Bici quest'anno arriva a Parco Trotter, grazie alla collaborazione con Lacittàintorno. Otto giovani pianisti si muoveranno all'interno del parco sostando ogni volta in un luogo diverso e offrendo al pubblico un repertorio vastissimo, dalla classica al jazz, dal rock alle colonne sonore.

Piano Tandem porterà la musica itinerante di Piano City Milano al Parco Nord e al Parco delle Cave. Sabato 19 al Parco Nord a partire dalle 12 musica classica e jazz; domenica 20 al Parco delle Cave dalle 12 musica pop, classica e colonne sonore.

Roberto Prosseda tiene un concerto di musica classica al Pedalpiano: un pianoforte con pedaliera di tipo organistico collegata a una seconda cordiera. Appuntamento, in prima assoluta a Milano, domenica 20 alle 21 all'Auditorium LaVerdi.

A cura del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano e in collaborazione con il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo, alla Triennale di Milano sabato 19 alle 16 concerto di musica classica di Gabriele Laura; segue alle 19 Carmen Sottile, musicista giovanissima e già vincitrice di numerosi premi, che suonerà musiche di Liszt e Chopin. La collaborazione tra i Conservatori di Milano e Palermo nasce dalla più ampia sinergia tra le due città, nata nel corso di un'edizione zero di Piano City Palermo a settembre 2017 e che si ripeterà a ottobre 2018 in collaborazione con Comune di Palermo e Teatro Massimo. Alla Fondazione Adolfo Pini, che da sempre partecipa alla manifestazione, i concerti di Monica Zhang, Samuele Rizzuto, Daniele Martinelli, Elisabetta Formenton, Alberto Chines, Laura Stuani, Alberto Forino, Ilaria Cavalleri, Oscar Del Barba. In collaborazione con Glamour, in piazza Gae Aulenti sabato 19 alle 20 musica jazz con Stefania Tallini e Cettina Donato; domenica 20 alle 20 concerto di musiche originali di Roberta Di Mario.

Piano City Milano arriva anche oltre i confini della città. Uno straordinario programma “Fuori Porta” con decine di concerti con pianisti e generi sempre diversi raggiunge il pubblico anche nella Villa Reale di Monza, sul lungolago di Como, all'Aeroporto di Malpensa e in moltissimi comuni tra cui Settimio Milanese, Peschiera Borromeo, Cassano d'Adda e Gorgonzola.

Ancora tanti altri luoghi e concerti da scoprire: Cascina Linterno tra le migliaia di lucciole che affollano il parco; il quartiere di Portello con musicisti come Francesco Buffa, Dynamico Duo, Gerolamo Ciulla; The Westin Palace Milan con Arturo Stàlteri; il Passante Ferroviario Vittoria con Antonio Zambrini; l'Humanitas San Pio X con Davide Montalenti, Palazzo Marino con Gaia Sokoli, Maria Clementi e Nicola Losito; e tanti altri ancora.

La prenotazione per gli House Concerts e i Concerti in cortile avviene attraverso il sito www.pianocitymilano.it/programma, a partire dal 7 maggio. Per i City Concert le prenotazion aprono il 24 aprile alle 14. Per tutti i concerti consultare il sito internet della manifestazione per le modalità di partecipazione.

Informazioni
www.pianocitymilano.it/
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Facebook: www.facebook.com/PianoCityMilano
Instagram: @pianocitymilano
YouTube: www.youtube.com/PianoCityMilano

Milano. MOMA STUDIOS apre le porte al pubblico per un Open Day nella sede di Via Lattuada Serviliano nel cuore di Milano.
Venerdì 20 aprile, dalle 10,30 in poi, Moma Studios accoglierà il pubblico per presentare la sede, i corsi e i progetti futuri dedicati alle arti della danza e del teatro.
Il programma prevede:
• Ore 10:30 Visita alla sede ed esposizione del merchandising e gadgets
• Ore 11.30
- Presentazione con proiezione MOMA STUDIOS – MOMA Academy – U_NITED
- U_NITED Dance Company e lo Spettacolo “EIGHT” – promozione e partnership MOMA Studios&One&One Entertainment
• Ore 12:30-13.00 Open Academy
• Ore 14:00-15.30 Nr. 2 Open Class Accademia (solo su prenotazione)
• Visita agli studi fino alle ore 16:30
• Incontri con gli insegnanti e U_Nitedcrew
• Durante l’evento sarà possibile chiedere informazioni per le iscrizioni ai corsi.
Tre sale a disposizione, tutte con parquet, specchi, sbarre e sistema audio professionale.

Un ricco panorama di discipline, per poter far fronte a tutte le svariate richieste.
Modern jazz, danza classica, danza moderna, contemporaneo, hip hop, breakdance, house, oldschool, dancehall, danza del ventre, flamenco, tango argentino, pole dance, burlesque, pilates.

Al MOMA STUDIOS troverai corsi su abbonamento, ma anche Open Class libere con accesso singolo, formazioni durante i weekend e stage con i più importanti maestri presenti nel panorama italiano ed internazionale.

MOMA STUDIOS riesce ad affermarsi sul territorio italiano grazie alla sua professionalità, all’impegno quotidiano, alla serietà ma soprattutto grazie alla collaborazione di validi professionisti del settore, che giorno dopo giorno riescono a far evolvere tecnicamente e coreograficamente il livello degli allievi.
Gli allievi avranno la possibilità di studiare con i migliori insegnanti e freestylers del panorama italiano ed internazionale; fin dai primi anni avranno l'occasione di calcare il palcoscenico e di esibirsi davanti ad un pubblico; infine, i più meritevoli potranno entrare a fare parte della compagnia interna "MOMACADEMY".La formazione si articola su 3 anni di studio di diverse discipline.
Dal 2008 inizia il progetto Franchising del MOMA STUDIOS, dove vede aprire altre un’altra sede con lo stesso concept del primo, il MOMA STUDIOS 2, con sede a Cernusco sul Naviglio (alle porte di Milano) e nel 2017 nasce il MOMA STUDIOS 3 in via roma 24 a lissone.

Dopo anni di continua ricerca e numerosi riconoscimenti il 2017 ha visto la nascita di una nuova compagnia di danzatori: la U_NITED DANCE COMPANY che basa il proprio lavoro e la propria ricerca artistica sulla contaminazione di stili differenti.
La compagnia è composta da otto ballerini, studenti ed ex studenti della Moma Academy:Francesco Vanella, Leonardo Rigotto, Cesare D’amico, Riccardo Titi, Nicola Di Leo, DanieleLagana, Ralf Della Chiave, Filippo Beccati.

U_NITED– compagnia creata da Ivan Spinella, ha debuttato a Dicembre 2017, al Teatro di Milano con lo spettacolo EIGHT con la produzione e direzione di Pietro Froiio e le coreografie di Ivan Spinella.
EIGHT:Uno spettacolo che unisce la forza della street dance all’emotività e la ricerca della danzacontemporanea. Tutto nasce dal desiderio del coreografo e dei ragazzi di raccontare ‘l’essere umano’, in particolare ‘l’uomo’ inteso come ‘maschio’ nella società contemporanea, nelle sue molteplici e complesse sfaccettature. L’evoluzione dell’uomo dalla preistoria al giorno d’oggi, attraverso la forza dei giovani ballerini in grado di trasmettere sia la potenza che la fragilità dell’essere maschile. Non mancano riferimenti alla lotta contro ogni tipo di discriminazione e stereotipo. Uno spettacolo dunque, che sa emozionare e stupire lo spettatore sotto molteplici punti di vista, sia visivamente che emotivamente.

 

MOMA STUDIOS è sede di svariate audizioni e casting, legati al mondo della televisione, della moda, dello spettacolo, ma è anche sala prove per produzioni di vario genere nel mondo artistico.

Sul sito della scuola puoi trovare tutte le informazioni sulle disciplinewww.momastudios.it

Per contattila segreteria è a disposizione tutti igiorni dalle h 9 alle 18 allo 0255195128

Iscrizioni OPEN DAY:
MOMA STUDIOS
Tel. 02 55195128
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Un progetto promosso da MOMA Studios e One&One Entertainment

Milano. Quando si stanno avvicinando i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci(maggio 2019), la modernità spiazzante e la genialità di Leonardo Da Vinci appaiono ancora più straordinarie. Un progetto di teatro musicale a lui ispirato non poteva che nascere a Milano, grazie all’idea del regista Michele Visoneche, con IL VOLO DI LEONARDO, racconterà con gli occhi di oggi, attraverso diversi linguaggi artistici - dalla musica alla danza agli elementi multimediali - il “Genio Leonardo”, con l’intento di incuriosire e appassionare cultori, curiosi e spettatori di ogni età nelle tre repliche al Teatro della Lunadal 20 al 22 aprile.
Se Leonardo da Vinci in persona vi invitasse a fare un viaggio nella storia? Cosa fareste se vi trovaste davanti il più grande genio di tutti i tempi? È proprio quello che capiterà ad Amelia, una studentessa che per laurearsi dovrà studiare da vicino una tra le invenzioni che hanno cambiato la storia dell’uomo: la Teoria del Volo.Amelia, al fianco di un estroso e giovane Leonardo, affronterà un vero e proprio viaggio nel tempo, catapultandosi nella Firenze Rinascimentale, dove incontrerà Machiavelli, Botticelli, il Maestro Verrocchio, Lorenzo De’ Medici, fino a ritrovarsi faccia a faccia con Monnalisa. La studentessa (e gli spettatori) saranno travolti in questa straordinaria avventura, fino al compimento del più grande sogno di Leonardo: i codici del volo.
Uno spettacolo per tutta la famiglia, grazie al quale scoprire l’arte e la storia non è mai stato così divertente, con un’attenzione particolare verso i più giovani e alleproposte didattiche grazie a 3 matinée dedicate alle scuole il 18, 19 e 20 aprile.
In occasione degli spettacoli, inoltre, nel foyer del Teatro della Luna saranno presenti alcune riproduzioni fedeli delle macchine del volo di Leonardo da Vinci, realizzate rigorosamente a mano con un sapiente lavoro di ricerca e di artigianato, per accompagnare gli spettatori in un percorso conoscitivo prima dell’inizio dello spettacolo. Mister David, campione mondiale di Street Magic, nei panni di uno scienziato stravagante, guiderà il pubblico alla scoperta di Leonardo, in un pre-show pieno di sorprese, magia e colpi di scena.
Lo spettacolo musicale ha ricevuto il Patrocinio di HUB Leonardo, progetto multidisciplinare che invita a un incontro contemporaneo con Leonardo da Vinci, parlando il linguaggio della creatività e della contaminazione culturale.Nato durante Expo2015, l’Hub ha contribuito allo sviluppo dell’area Fondazione Stelline – Cenacolo Vinciano in un’ottica di marketing territoriale, con un riconoscimento e potenziamento del suo valore storico e della sua unicità. Tale progetto ha trovato la sua dimensione naturale negli spazi della Fondazione Stelline, tesa a promuovere sempre più iniziative che abbiano Leonardo come protagonista, come accade appunto per lo spettacolo IL VOLO DI LEONARDO.
Grazie alla collaborazione conDa Vinci Experience, mostra multimediale e multisensoriale attiva presso IL CENTRO di Arese, uno dei più grandi mall d’Europa alle porte di Milano, il cast de IL VOLO DI LEONARDO si esibirà, per un assaggio dello spettacolo, presso l’Area Eventi del Centro Commerciale il 25 marzo e l’8 aprile, per raccontare anche attraverso i linguaggi del teatro musicale l’ “universo da Vinci” e proponendo ai visitatori della mostra un’agevolazione sui biglietti dello spettacolo teatrale.

Milano. MOMA STUDIOS apre le porte al pubblico per un Open Day nella sede di Via Lattuada Serviliano nel cuore di Milano.
Venerdì 20 aprile, dalle 10,30 in poi, Moma Studios accoglierà il pubblico per presentare la sede, i corsi e i progetti futuri dedicati alle arti della danza e del teatro.
Il programma prevede:
• Ore 10:30 Visita alla sede ed esposizione del merchandising e gadgets
• Ore 11.30
- Presentazione con proiezione MOMA STUDIOS – MOMA Academy – U_NITED
- U_NITED Dance Company e lo Spettacolo “EIGHT” – promozione e partnership MOMA Studios&One&One Entertainment
• Ore 12:30-13.00 Open Academy
• Ore 14:00-15.30 Nr. 2 Open Class Accademia (solo su prenotazione)
• Visita agli studi fino alle ore 16:30
• Incontri con gli insegnanti e U_Nitedcrew
• Durante l’evento sarà possibile chiedere informazioni per le iscrizioni ai corsi.
Tre sale a disposizione, tutte con parquet, specchi, sbarre e sistema audio professionale.

Un ricco panorama di discipline, per poter far fronte a tutte le svariate richieste.
Modern jazz, danza classica, danza moderna, contemporaneo, hip hop, breakdance, house, oldschool, dancehall, danza del ventre, flamenco, tango argentino, pole dance, burlesque, pilates.

Al MOMA STUDIOS troverai corsi su abbonamento, ma anche Open Class libere con accesso singolo, formazioni durante i weekend e stage con i più importanti maestri presenti nel panorama italiano ed internazionale.

MOMA STUDIOS riesce ad affermarsi sul territorio italiano grazie alla sua professionalità, all’impegno quotidiano, alla serietà ma soprattutto grazie alla collaborazione di validi professionisti del settore, che giorno dopo giorno riescono a far evolvere tecnicamente e coreograficamente il livello degli allievi.
Gli allievi avranno la possibilità di studiare con i migliori insegnanti e freestylers del panorama italiano ed internazionale; fin dai primi anni avranno l'occasione di calcare il palcoscenico e di esibirsi davanti ad un pubblico; infine, i più meritevoli potranno entrare a fare parte della compagnia interna "MOMACADEMY".La formazione si articola su 3 anni di studio di diverse discipline.
Dal 2008 inizia il progetto Franchising del MOMA STUDIOS, dove vede aprire altre un’altra sede con lo stesso concept del primo, il MOMA STUDIOS 2, con sede a Cernusco sul Naviglio (alle porte di Milano) e nel 2017 nasce il MOMA STUDIOS 3 in via roma 24 a lissone.

Dopo anni di continua ricerca e numerosi riconoscimenti il 2017 ha visto la nascita di una nuova compagnia di danzatori: la U_NITED DANCE COMPANY che basa il proprio lavoro e la propria ricerca artistica sulla contaminazione di stili differenti.
La compagnia è composta da otto ballerini, studenti ed ex studenti della Moma Academy:Francesco Vanella, Leonardo Rigotto, Cesare D’amico, Riccardo Titi, Nicola Di Leo, DanieleLagana, Ralf Della Chiave, Filippo Beccati.

U_NITED– compagnia creata da Ivan Spinella, ha debuttato a Dicembre 2017, al Teatro di Milano con lo spettacolo EIGHT con la produzione e direzione di Pietro Froiio e le coreografie di Ivan Spinella.
EIGHT:Uno spettacolo che unisce la forza della street dance all’emotività e la ricerca della danzacontemporanea. Tutto nasce dal desiderio del coreografo e dei ragazzi di raccontare ‘l’essere umano’, in particolare ‘l’uomo’ inteso come ‘maschio’ nella società contemporanea, nelle sue molteplici e complesse sfaccettature. L’evoluzione dell’uomo dalla preistoria al giorno d’oggi, attraverso la forza dei giovani ballerini in grado di trasmettere sia la potenza che la fragilità dell’essere maschile. Non mancano riferimenti alla lotta contro ogni tipo di discriminazione e stereotipo. Uno spettacolo dunque, che sa emozionare e stupire lo spettatore sotto molteplici punti di vista, sia visivamente che emotivamente.

 

MOMA STUDIOS è sede di svariate audizioni e casting, legati al mondo della televisione, della moda, dello spettacolo, ma è anche sala prove per produzioni di vario genere nel mondo artistico.

Sul sito della scuola puoi trovare tutte le informazioni sulle disciplinewww.momastudios.it

Per contattila segreteria è a disposizione tutti igiorni dalle h 9 alle 18 allo 0255195128

Iscrizioni OPEN DAY:
MOMA STUDIOS
Tel. 02 55195128
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Un progetto promosso da MOMA Studios e One&One Entertainment

Milano. Noto come il David Copperfield europeo, Gaetano Triggiano è uno dei più grandi illusionisti a livello mondiale.

Il nuovo tour “Real Illusion” arriverà in Italia dopo il debutto in Russia e in Germania. Mistero, energia, rapidità, forza, passione, poesia, e soprattutto magia, saranno gli ingredienti di questo sorprendente spettacolo di altissimo livello internazionale, uno show di effetti speciali e grandi illusioni che trasporterà il pubblico in un mondo in cui ogni limite razionale è superato e dove le leggi della fisica sono completamente stravolte.

 

Per le tv sono disponibili su richiesta 4 minuti tratti dallo spettacolo, a questo link il promo video su youtube https://youtu.be/j8SRMQMsVUk

 

Restiamo a disposizione per ogni altra informazione insieme a Daniele Mignardi PromoPressAgency (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), che cura la comunicazione dell’artista.

Un cordiale saluto e grazie per l’attenzione che potrete dedicarci.

Pagina 1 di 5

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione