Montesilvano. Si è conclusa con la vittoria del gruppo sportivo della Polizia Locale di Montesilvano la diciannovesima edizione del Trofeo San Sebastiano, il torneo di solidarietà organizzato dal comando montesilvanese che si è svolto dal 16 al 19 gennaio al PalaRoma e che ha visto scendere in campo le squadre rappresentative di Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Carabinieri.

Con quattro partite su quattro, i vigili sono saliti sul podio, seguiti da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato. Sempre Montesilvano ha conquistato anche altri due titoli: quello di capocannoniere assegnato a Francesco Bonanni, con otto gol, e quello per la miglior difesa. La coppa disciplina, invece, è stata assegnata alla Guardia di Finanza.

«Vera vincitrice - afferma l’assessore alla Polizia Locale, Valter Cozzi - ovviamente è la solidarietà. Il Trofeo San Sebastiano, infatti, ogni anno rinnova l’impegno per il sociale che ha visto il comando dei vigili sempre in prima linea. Il Torneo, oltre ovviamente a rappresentare un momento di festa per la città, è un’occasione per raccogliere fondi che nelle prossime settimane verranno destinati ad un’associazione del territorio, per supportarla nella sua attività in favore delle persone in difficoltà».

 

Montesilvano. Una torre con scivolo, un tunnel locomotiva, una casetta gioco e alcune altalene a molla. Sono i giochi, grandi e coloratissimi, appena montati nei giardini delle scuole De Zelis e Di Blasio.

Il costo degli arredi è di circa 10 mila euro, la gara se l’è aggiudicata una ditta specializzata di Rho, la Ideal plast che, con il marchio Green projects, realizza attrezzature in plastica riciclata con durata quattro volte superiore al legno, senza schegge, senza necessità di manutenzione, altamente resistenti agli urti, ignifughe e insensibili a funghi e insetti. Nella spesa è compreso il montaggio, ovviamente sotto il controllo dell’Ufficio tecnico del Comune.

«Una nota di colore e un’offerta in più per i nostri bambini che durante le giornate di sole potranno divertirsi nei giardini delle scuole cittadine», dice l’assessore alla Pubblica istruzione, Maria Rosaria Parlione, «I giochi sono in plastica riciclata, un messaggio anche per i cittadini del futuro, un modo per far comprendere, già dai più piccoli, che la plastica può avere anche una seconda vita invece che essere buttata nell’ambiente. Infine, ma non certo per ultimo, l’importantissima funzione educativa del gioco all’aperto, in compagnia, facendo attività fisica. Dalla scuola deve arrivare un messaggio forte per limitare la sedentarietà dei bimbi, troppo spesso e troppo a lungo lasciati in casa con smartphone e tablet in mano. Questi arredi, poi, sono un altro elemento dell’imponente lavoro che abbiamo avviato dal nostro insediamento. Solo per citare gli ultimi interventi sulle scuole di nostra pertinenza (materne, elementari e medie): la grande operazione di restyling su tutti gli edifici, l’apertura della scuola dell’infanzia di via Adda, una delle grandi incompiute della città (attualmente interessata dal completamento del piano superiore), la nuova struttura di via Almirante, traversa di via Sospiri, che ha ottenuto, anche, un finanziamento di 600.000 euro dall’Inail per costruirvi un altro asilo nido. E, ancora, il finanziamento di 90 mila euro per la manutenzione straordinaria nella Marinelli di via Vitello d’oro. Per la messa in sicurezza delle strutture, infine, un finanziamento di 3 milioni di euro».

Montesilvano. «Apprendo della scomparsa di Federico Di Giovanni con sgomento e profonda tristezza», dice il sindaco Francesco Maragno, «è stato uno stimatissimo avvocato, consigliere e dirigente comunale. Ho avuto modo di apprezzarne la serietà e la competenza dai banchi dell’opposizione. E’ una perdita importante per la città e per la vita politica di Montesilvano e non solo. Alla famiglia vanno le mie condoglianze personali e di tutta l’amministrazione».

I funerali sono in programma oggi, domenica 20 gennaio, alle 16 nella chiesa di Sant’Antonio.

Montesilvano. Prorogare il contratto con Formula Ambiente e Sapi, gestore del servizio di raccolta rifiuti di Montesilvano e avviare tutte le procedure per estendere il servizio di raccolta porta a porta su tutto il territorio comunale. Sono queste le decisioni deliberate dalla giunta guidata dal sindaco Francesco Maragno.

«Il percorso intrapreso con Formula Ambiente e Sapi», afferma l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli, «che in questi anni gradualmente ci ha visto introdurre il sistema di raccolta porta a porta in alcune zone della città, ovvero Montesilvano colle e i quartieri Pp1 e al confine con Pescara, ma soprattutto i risultati eccezionali ottenuti in termini di percentuali di raccolta differenziata ci stimolano a proseguire esattamente in questa direzione. Per tale ragione abbiamo ritenuto opportuno prorogare il contratto, giunto alla sua naturale scadenza, ma anche avviare tutte le procedure necessarie per potenziare ulteriormente, dopo l’approvazione del bilancio, la raccolta porta a porta che è chiaramente l’unico sistema in grado di cambiare veramente il volto e le abitudini di questa città».

«Il 2018 è stato un anno di svolta in materia di rifiuti per Montesilvano», sottolinea Cilli, «durante il quale abbiamo cominciato a raccogliere i frutti di un cammino ben definito. Il coinvolgimento di oltre 4.600 utenti nei tre grandi quartieri interessati dal sistema porta a porta, l’installazione di un’isola ecologica attiva h24 in via Aldo Moro, la realizzazione di un centro di raccolta in via Inn che dal 14 luglio al 31 dicembre 2018 ha registrato 1.319 utenti che hanno conferito ingombranti, batterie per auto, inerti, elettrodomestici, vernici e materiali vari, sono tutti elementi determinanti che hanno permesso di ottenere un incremento della raccolta differenziata su tutto il territorio comunale di ben 6 punti percentuali».

Tra il 2017 e il 2018, infatti, è stato registrato un incremento della raccolta differenziata dal 25,44% del 2017 al 31,12% del 2018. Le tipologie di rifiuti differenziati che registrano un maggior incremento sono:

- Imballaggi di cartone: + 94 tonnellate;

- Rifiuti misti da demolizione: + 34 tonnellate;

- Imballaggi in materiali misti (plastica e lattine): + 127 tonnellate;

- Imballaggi in vetro: + 78 tonnellate

- Rifiuti ingombranti: + 131 tonnellate

- Cartacce: + 48 tonnellate;

- Rifiuti di cucine e mense (organico): +534 tonnellate;

- Rifiuti elettrici ed elettronici: + 12 tonnellate;

- Rifiuti biodegradabili (sfalci e potature): + 107 tonnellate.

A Montesilvano colle, il sistema di raccolta porta a porta ha registrato il 75,41% di media di rifiuti differenziati con punte dell’80,61. Nella zona Pp1 e via Livenza, da maggio, mese di avvio a regime fino a dicembre, la media è stata di 68,68% con punte del 75,20.

«In questo anno», ricorda l’assessore, «oltre a introdurre il sistema porta a porta nei mercati rionali, abbiamo anche promosso due campagne di informazione e sensibilizzazione, #Abbandonalecattiveabitudini e Segnala l’incivile, contro il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, che siamo decisi a debellare potenziando ulteriormente i controlli, anche attraverso l’ausilio delle foto trappole che solo nel 2018 hanno portato al sanzionamento di 63 persone, alle quali si aggiungono altre 57 persone colte in flagranza direttamente dai vigili. I prossimi obiettivi», conclude Cilli, «sono quelli di realizzare un secondo centro di raccolta a Montesilvano colle e a primavera, e il primo centro del riuso in via Nilo, per il quale sono in corso le ultime procedure per l’affidamento dei lavori».

Montesilvano. Un aiuto concreto al sostentamento delle persone con disabilità con gli Interventi regionali per la vita indipendente. E’ quello che prevede la legge 57/2012 con la quale la Regione Abruzzo riconosce e garantisce alle persone disabili in situazione di gravità, residenti nel territorio regionale, il diritto alla vita indipendente attraverso il finanziamento di progetti annuali di assistenza personale autogestita.

«I cittadini di Montesilvano che intendono accedere al fondo e che sono in possesso dei requisiti richiesti», spiega l’assessore alle Politiche per la Disabilità, Ottavio De Martinis, «possono presentare la domanda entro fine mese. La Regione, infatti, mette a disposizione un contributo che va da 12 mila a 18 mila euro. E’ un aiuto che permette di riconoscere a chi si trova in una situazione svantaggiata la gestione di una assistenza personale autogestita, anche assumendo dei collaboratori».


«È una legge molto importante per assicurare a tutte le persone con disabilità il diritto alla Vita Indipendente», dice Claudio Ferrante, responsabile dell’ufficio DisAbili del Comune, «Vita indipendente significa autonoma autodeterminazione. Purtroppo, la Regione Abruzzo non ha adeguatamente rifinanziato questa legge. In questo modo saranno in pochi a beneficiare di questo importante servizio ed è una gravissima ingiustizia. Mi auguro e auspico che tale legge venga, invece, finanziata adeguatamente».

I destinatari del finanziamento sono i residenti abruzzesi che abbiano un Isee entro i 20 mila euro. Gli utenti che desiderano utilizzare questa assistenza devono presentare un progetto individuale per la Vita indipendente direttamente al Comune di Montesilvano, piazza Diaz n. 1, 65015, Montesilvano, entro il 31 gennaio 2019, utilizzando il modello di domanda con allegata la documentazione richiesta nello stesso.

La presentazione dell’istanza, costituita dai moduli allegati A) e B), comporta l’accettazione delle disposizioni relative alla protezione dei dati personali, ai sensi e per gli effetti del D.Lgs 196/03 e del Gdpr Ue 2016/579.

Informazioni all’ufficio DisAbili: telefono 085 2281364 – 085 4481258

Montesilvano. Nuova operazione questa mattina per rimuovere le costruzioni abusive. A quattro giorni dalla demolizione di una casetta di legno in un’area vicina alle case popolari di via Di Vittorio, questa mattina due pattuglie della Polizia municipale, una dei Carabinieri, con il supporto di Formula Ambiente e Sapi hanno eseguito un’operazione nel cortile delle case popolari di via Rimini.

Sono state demolite sei recinzioni costruite abusivamente per creare rimesse di biciclette e magazzini a cielo aperto, ed è stato rimosso un container. Nel corso della mattinata, grazie all’intervento di 7 operatori di Formula Ambiente e quattro automezzi tra spazzatrice, gru, porter con vasca per la raccolta rifiuti e un furgone, l’area è stata anche ripulita da frigoriferi, poltrone, rottami di vetture, mobili e ferraglie varie ancora una volta abbandonate selvaggiamente.

«Purtroppo - spiega l’assessore alla polizia locale Valter Cozzi - durante le operazioni c’è stato un tentativo di aggressione sedato prontamente dall’intervento della polizia locale, da parte di uno dei residenti contro uno degli operatori di Formula Ambiente. E’ un grande rammarico apprendere di questo gesto che critichiamo aspramente, dal momento che il nostro intervento era volto alla bonifica e alla pulizia dell’area. Crediamo sia davvero un paradosso che alcuni dei residenti che la vivono non solo la deturpano con questi abbandoni selvaggi, ma addirittura arrivano a cercare di impedirne il suo miglioramento. Esprimiamo la profonda vicinanza all’operatore che ha dovuto vivere questo increscioso episodio. Nella storia di Montesilvano - prosegue Cozzi - nessuna Amministrazione aveva mai proceduto alla demolizione dei manufatti costruiti abusivamente su tutto il territorio. E’ per questo che abbiamo cominciato questo percorso che proseguiremo fino a che non verranno demolite tutte le costruzioni realizzate selvaggiamente senza alcun permesso. Abbiamo emesso diverse ordinanze di demolizione su tutto il territorio, ottenendo la rimozione dei manufatti dai proprietari stessi. Andremo avanti nei controlli sia di nuovi abusivismi che nell’accertamento dell’ottemperanza delle ordinanze già emesse».

«L’area di via Rimini - sottolinea l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli - purtroppo non solo subisce questo fenomeno, ma anche il costante abbandono di rifiuti di ogni genere che siamo costretti a rimuovere a causa della grave inciviltà di alcune persone che, letteralmente, liberano le proprie cantine negli spazi pubblici, invece di sfruttare gli appositi servizi, come il ritiro degli ingombranti a domicilio, previa prenotazione telefonica, o il centro di raccolta di via Inn. E’ un comportamento che viene giustamente, e secondo legge, sanzionato anche pesantemente. E’ proprio il tipo di atteggiamento che vorremmo che i cittadini evitassero fornendo loro, come abbiamo fatto in questi anni, tutti i servizi utili e gratuiti per conferire questo genere di rifiuti adeguatamente. Proseguiremo, quindi, in questa azione costante e capillare volta alla tutela del decoro urbano e al ripristino del rispetto delle regole».

Montesilvano. Un imponente lavoro di cura del patrimonio arboreo cittadino è quello iniziato da qualche giorno, seguito dall’Ufficio tecnico del Comune. La città è stata divista in tre zone di intervento ognuna affidata a una ditta diversa (Agros di Atri, Cilli Roberto e Cilli Leonardo di Montesilvano). L’intervento è molto vasto e l’impegno è consistente anche in termini economici visto che l’importo complessivo arriva a circa 70 mila euro. Le potature sono iniziate lunedì scorso e proseguiranno nelle prossime settimane.

«Le zone di intervento sono diverse», spiega l’assessore al Verde pubblico, Ernesto De Vincentiis, «vanno da via Aldo Moro, nei pressi dei grandi alberghi dove sono stati potati 15 pini che non ricevevano cure da anni, al parco pubblico di via Di Giovanni, dal giardino pubblico di via Sagittario a via Finlandia. Naturalmente non ci fermiamo qui. Altri interventi sono previsti in diverse strade cittadine visto che le potature sono in programma fino alla primavera quando, poi, la Forestale ci impone l’interruzione. Gli alberi sono belli, danno un’immagine gradevole alle nostre strade, arricchiscono i nostri parchi e giardini e sono fondamentali e indispensabili per la qualità dell’aria ma dobbiamo curarli con attenzione. Il nostro patrimonio arboreo è molto consistente e abbiamo il dovere di mantenerlo sano e incrementarlo, un dovere per rispetto dei nostri concittadini e soprattutto per rispetto dei nostri figli».

Montesilvano. La gara per i lavori di riqualificazione di piazza Luigi Calabresi è stata aggiudicata alla ditta Granchelli di Civitella Casanova. L’inizio dell’intervento è previsto entro la fine del mese di gennaio e, calcolando i tempi di esecuzione in 90 giorni, vuol dire che per la primavera il borgo antico della città potrà contare su un luogo di aggregazione completamente rinnovato.

L’obiettivo dell’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Maragno è quello di offrire a cittadini e turisti una piazza nuova, accessibile a tutti, coinvolgente, più in linea anche architettonicamente con il nucleo storico di Montesilvano Colle.

«Il progetto dell’architetto Marco Volpe prevede di mantenere l’impianto originario della piazza», spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Valter Cozzi, «ma in una visione moderna, adeguata all’attualità, con una particolare attenzione alle necessità di chiunque non è in grado di muoversi facilmente (dagli anziani ai disabili alle mamme con i passeggini per i propri bimbi), aumentando la possibilità di sostare o di sedersi».

Tra le novità del restyling una fascia dalla forma articolata che si collega nello spazio della piazza su un lato, eliminando una buona parte dei salti di quota e permettendo, dunque, anche l’accesso dalla parte di via Togliatti.

«La riqualificazione di un luogo che rappresenta il primo punto di approccio di chi arriva nella zona collinare», aggiunge Cozzi, «ci permette di migliorare ulteriormente quest’area e renderla ancora più appetibile e accogliente sia per chi la vive quotidianamente ma anche per i turisti che scelgono di venire a visitare le sue bellezze. L’attenzione della nostra giunta a Montesilvano Colle è sempre stata elevata perché il centro storico racchiude le radici profonde della nostra città. Il borgo è un piccolo gioiello del nostro territorio e non è un caso l’ingresso, da noi perseguito con tenacia, nella rete dei Borghi autentici d’Italia che ne ufficializza e certifica la ricchezza del suo patrimonio artistico».

Montesilvano. Il CCet ospita i due autori pescaresi pluripremiati nel mondo, nella biblioteca comunale Agostinoni di Palazzo Baldoni sabato 19 gennaio, alle ore 17,30.

Doppio incontro nella biblioteca di Montesilvano, sabato 19 gennaio con Lucio Vitullo e Mariangela D'Albenzio. Un pomeriggio accarezzato dai versi poetici di due interessanti autori pescaresi da scoprire.

Lucio Vitullo leggerà alcune poesie da “Acrostici e non…”, definita da Luigi Alfiero Medea come un vero e proprio inno all'amore. Pescarese, svolge l’attività di ragioniere e scrive poesie dal 1989.
Ha pubblicato cinque raccolte: “Vent’anni” nel 2011, “Il volo incerto nel cuore” nel 2013, “Alla solita luce” nel 2015, “A piccoli passi” e “Acrostici e non…” nel 2016.
Diversi i riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni. I più importanti quelli alla carriera del 24 settembre 2016, Premio Histonium, per aver dato lustro in questi anni alla città di Pescara ed alla regione Abruzzo. Il 20 ottobre 2017 ha ritirato a Madrid l'“International Awards Talent and Professionals”, il più importante riconoscimento che viene assegnato in Spagna agli artisti di ogni genere e di tutto il mondo: scrittori, pittori, poeti, fotografi, stilisti, ecc.

Insieme a Vitullo anche Mariangela D'Albenzio leggerà alcuni estratti del suo libro Versitudine. Nata e vissuta a Penne, fin da bambina coltiva l’immaginazione. Da adolescente comincia ad imbrattare le pagine di improbabili agende bancarie con pensieri turbolenti che eccitano il desiderio di far sentire al mondo la sua presenza. “Scrivo, quindi sono”. Dall’età di vent’anni inizia a partecipare a concorsi letterari, ottenendo diversi riconoscimenti e ad essere inserita in antologie e cataloghi d’arte dal sodalizio poesia-arti figurative. Nel frattempo si laurea al corso di Lettere e Filosofia in Storia e pratiche delle arti, della musica, dello spettacolo e consegue il Master in Teoria e pratica di teatro e musica.
Nel 2017 pubblico con la Tabula Fati di Chieti la mia prima raccolta dal titolo “Versitudine”. E proprio quest'opera verrà presentata dall'autrice in Biblioteca. Una raccolta di versi che naviga tra due dimensioni: una estrema razionalità ed il desiderio di utilizzare la poesia come confessione.

Il Ccet prosegue gli incontri di calendario:
2 febbraio – viaggio in Abruzzo con Rita Pezzella
9 febbraio – Poesia con Eleonora Sollazzo
16 febbraio – Shah Mat di Maria Elena Cialente
9 Marzo – Petali di rosa, libro di poesie dedicato alla donna e altri sentimenti di Manuela Prosperi.

Montesilvano. Sei cittadini sanzionati perché colti in flagrante nell’abbandono dei rifiuti davanti ai cassonetti su via Verrotti a Montesilvano, al confine con Pescara. Di questi la metà risulta residente proprio nella vicina città. E’ questo il bilancio di un appostamento, durato appena mezz’ora, effettuato da una pattuglia dei vigili questa mattina proprio nella zona.

«Da diverso tempo, in concomitanza dell’estensione del servizio di raccolta porta a porta a Pescara nella zona confinante con Montesilvano - afferma l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli - avevamo notato un incremento degli episodi di abbandono dei rifiuti in quel punto del nostro territorio. Abbiamo deciso quindi di effettuare un controllo ad hoc per individuare gli incivili. Purtroppo abbiamo dovuto constatare che molti residenti a Pescara vengono a scaricare i loro rifiuti sul nostro territorio. Questo è inaccettabile, non solo perché deturpa e degrada l’immagine della nostra città ma perché crea un danno economico che si ripercuote sulle tasche dei montesilvanesi costretti a pagare il costo dello smaltimento di rifiuti prodotti in un’altra città. Questa tipologia di controlli – annuncia l’assessore - verrà sicuramente intensificata anche con l’ausilio delle foto trappole, finché i responsabili di questi indecorosi abbandoni non comprendano che non possono pensare di liberarsi dei loro rifiuti pur di non rispettare le regole di corretto conferimento. Ricordiamo inoltre che abbiamo attivato il servizio Segnala l’incivile, gestito da Formula Ambiente e Sapi, che attraverso WhastApp al numero 345 5938295 permette ai cittadini di inviare segnalazioni di rifiuti abbandonati».

Dallo scorso luglio è aperto al pubblico il centro di raccolta, in via Inn, dove i residenti a Montesilvano possono conferire i propri rifiuti lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9.30 alle 12.30; martedì e giovedì dalle 15 alle 18. Resta possibile il servizio gratuito di ritiro degli ingombranti a domicilio. Per usufruirne, è necessario prendere un appuntamento telefonico contattando il numero verde 800195315, 085 8620460 per i cellulari.

Pagina 1 di 116

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione