“Ti meriti un amore”
Ti meriti un amore che ti voglia spettinata,
con tutto e le ragioni che ti fanno alzare in fretta,
con tutto e i demoni che non ti lasciano dormire.
Ti meriti un amore che ti faccia sentire sicura,
in grado di mangiarsi il mondo quando cammina accanto a te,
che senta che i tuoi abbracci sono perfetti per la sua pelle.
Ti meriti un amore che voglia ballare con te,
che trovi il paradiso ogni volta che guarda nei tuoi occhi,
che non si annoi mai di leggere le tue espressioni.
Ti meriti un amore che ti ascolti quando canti,
che ti appoggi quando fai la ridicola, che rispetti il tuo essere libera,
che ti accompagni nel tuo volo, che non abbia paura di cadere.
Ti meriti un amore che ti spazzi via le bugie
che ti porti il sogno, il caffè e la poesia.

 

Con questa bella poesia intitolata “Ti meriti un amore” di Frida Kahlo, pittrice messicana vissuta nella prima metà del secolo scorso, e con una semplice cerimonia ha ufficialmente aperto questa mattina lo Sportello antiviolenza Frida nella nuova sede del Centro culturale “Aldo Moro”. Donne che sostengono altre donne. E’ quanto c’è dietro l’impegno che si prefigge di portare avanti lo Sportello antiviolenza messo in campo dal Comune di San Salvo nell’attività di prevenzione e di contrasto della violenza fisica e psichica contro le donne.

Verrà fornita in maniera gratuita assistenza alle donne che sono vittime di maltrattamenti. Saranno accolte dall’operatrice Maria Raffaella Zaccagna tutti i giovedì dalle 10.30 alle ore 12.30 o prendendo contatti al 335.1611795.

“La finalità principale dello sportello – ha commentato il sindaco Tiziana Magnacca – è quella di far prendere coscienza alle donne che possono essere aiutate. Ogni donna è una persona da valorizzare si avvarrà della collaborazione con il Centro donneAttiva. L’assessore alle Politiche alle Pari Opportunità ricorda come “verrà fornita in particolare assistenza psicologica e legale per far uscire e liberare le donne dal circuito di violenza nelle quali sono costrette in particolare in ambito familiare”.

A San Salvo c’è un intenso lavoro svolto dall’Assessorato alle Politiche sociali con l’attività di sensibilizzazione nelle scuole, con un intenso lavoro di rete nell’ambito dei servizi sociali.

San Salvo. "Se si sta perdendo la vocazione industriale, la vocazione agricola, se la sanità non garantisce cure e servizi efficienti, se la viabilità è quella che ogni giorno i cittadini deveno sopportare, allora sì che non bisogna sottovalutare di sia la responsabilità di tutto questo sfacelo".

Si legge così in una nota di San Salvo Città Nuova, Lista Popolare e Per San Salvo, che prosegue: "Lo chiediamo al Partito Democratico di San Salvo di voler dire ai cittadini chi ha amministrato in questi ultimi cinque anni la Regione Abruzzo portando a nessun nuovo beneficio per questo territorio facendo scappare la gente. Regalando ad altre zone industriali i benefici del tesoretto messo da parte dal Consorzio Industriale del Vastese poi sfociato nell’Arap. Facendo arretrare l’agricoltura di questo territorio senza promuovere ed avere la capacità di utilizzare e spendere le risorse europee. Dimostrando incompetenza in materia sanitaria, nella gestione dei servizi ospedalieri e distrettuali, veidenziando palese incapacità nel garantire la salute pubblica ai nostri concittadini. Strade ridotte a mulattiere la cui sistemazione è stata una continua promessa non mantenuta.

Una Regione a guida PD il cui presidente ha scelto di fuggire per trovare sistemazione sul comodo scranno in Senato accentuando il disagio e le mancanze di futuro degli abruzzesi.

Altro che spauracchio, questi sono i mostri prodotti dalla politica insensata quanto inconcludente dal centrosinistra in Abruzzo di cui si vanta ed erge a paladino un incapace PD sansalvese abbandonato e isolato elettoralmente dai cittadini.

E nonostante tutto ciò l’Amministrazione Comunale di San Salvo ha operato con oculatezza nella gestione delle risorse (e si pensi che solamente nel sociale il Comune deve avere ancora dalla Regione circa un milione di euro) sicuramente realizzando una sana gestione e limitando al massimo gli effetti negativi che dalla Regione Abruzzo in tutti i settori ha dovuto sopportare negli ultimi anni".

San Salvo. “La popolazione è sempre più vecchia e si registra una costante diminuzione del numero delle nascite. E’ quanto sta accadendo da anni in Italia, in Abruzzo, in provincia di Chieti e nel Vastese. La vera decrescita felice è quella demografica, ma, a quanto pare, al PD di San Salvo tutto questo non è noto se arriva a immaginare disagio sociale, mancanza di attrattiva e tanto altro ancora di sociologico per rappresentare il decremento di sole undici unità nella popolazione di San Salvo facendolo diventare tutto questo uno spauracchio”.
Ad affermarlo l’assessore comunale all’Anagrafe Fabio Raspa nel commentare il comunicato stampa del PD che è intervenuto sul calo delle nascite registrato nel 2018 dopo anni con il segno positivo.
“Non occorre andare lontano, basta fermarci nel circondario e solo per fare un esempio ciò che si verifica da anni nella vicina Lanciano, per vedere come ci siano meno nascite a fronte di un maggior numero di decessi. Nel nostro Comune abbiamo comunque subito una flessione minore e del tutto fisiologica. Se poi come qualche comune ha dovuto far ricorso agli ospiti degli Sprar o dei Centri di accoglienza per far crescere la popolazione residente, a San Salvo questo non accadrà mai oltre a non essere più possibile fare residenze fittizie”.

San Salvo. Ventisei presepi esposti con oltre mille visitatori e settecento voti espressi dalla giuria popolare. Sono i numeri della sesta edizione della “Mostra concorso di arte presepiale” organizzata dal Comune di San Salvo (Assessorato alla Cultura) e dagli Amici del presepe. Come da tradizione la premiazione si è svolta nel giorno dell’Epifania nella sala museo della Porta della Terra.
Ad aggiudicarsi il primo posto della giuria tecnica Raffaele Colameo, al secondo posto Giuseppe D’Addario al terzo ex aequo Claudio Fortunato e Nicola La Rivera, per la giuria popolare il presepe più votato è stato quello realizzato da Antonio Stivaletta, mentre il premio giovani è stato assegnato a Cristiano Colameo.
Gli artisti sono stati premiati dal sindaco Tiziana Magnacca che ha evidenziato: “Con questo concorso vogliamo diffondere la conoscenza dell'artigianato artistico di San Salvo tenendo vivo il valore della Natività cristiana per riscoprire il senso e la centralità della famiglia”.
La giuria tecnica era composta da Francesco Luigi Pistillo (valutazione tecnica), don Beniamino Di Renzo (valutazione spirituale) e Claudio Gaspari (valutazione artistica). Attestati di partecipazione sono stati consegnati a tutti i presepisti dal sindaco e dall'assessore alla Cultura Maria Travaglini.
L’esposizione dei presepi si è tenuta all'interno del Museo archeologico civico nel contesto della sala di età imperiale romana.
Le foto sono dello studio Foto Click (Alfonso Frangiotti).
Si ringraziano le attività che con il loro apporto, non economico, ma collaborativo hanno permesso la riuscita della manifestazione.

San Salvo. “Al momento non ci risultano emergenze ambientali nella zona industriale di San Salvo”. A dichiararlo il sindaco Tiziana Magnacca al termine del tavolo tecnico che ha convocato questa mattina presso il Comune di San Salvo al quale hanno partecipato l’Arap (Agenzia regionale attività produttive), l’Arta (Agenzia regionale per la tutela ambientale) e l’Asl 02 Abruzzo con il Dipartimento di Prevenzione e il Sian (Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione), per analizzare la situazione a seguito dell’incendio del capannone in via Belgio nella notte tra il 1 e 2 gennaio scorsi.

“Un tavolo importante al fine di eliminare ogni dubbio per le eventuali conseguenze ambientali per quanto è andato bruciato in quel capannone, al fine di tutelare la salute dei cittadini e dei lavoratori della zona industriale e in particolare di quanti lavorano nei pressi della struttura andata distrutta” ha dichiarato al termine dei lavori il sindaco Magnacca.

“Si è discusso in merito alla situazione complessiva. Come Comune abbiamo adottato già ieri l’ordinanza di inaccessibilità ai locali secondo le indicazioni che ci sono state date dai Vigili del Fuoco. Per mero scrupolo e in via del tutto cautelativa l’Arta provvederà ad effettuare nelle prossime ore dei campionamenti sia dell’aria e sia dei materiali raccolti sul suolo ai fini della verifica dell’amianto, mentre il Sian effettuerà già lunedì verifiche specifiche per verificare l’eventuale presenza di diossina che può essersi sprigionata dall’incendio e depositata nel terreno circostante”.

Ci vorrà qualche giorno prima di avere delle risposte definitive da questi esami, anche per eventuali provvedimenti da adottare.

“Ci siamo intrattenuti a lungo con l’Arta – conclude il sindaco – richiedendo eventuali e ulteriori accertamenti ma lo voglio ribadire, al momento non ci risultano emergenze ambientali e pericoli per la salute pubblica”.

 

San Salvo. E’ arrivato il grande giorno. Domani per la prima volta in assoluto in Abruzzo si potrà giocare alla “Tombola Umana” organizzata dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune di San Salvo.
L’invito per tutti è alle ore 16.00 nella palestra di via Verdi che diventerà il luogo ideale dove partecipare direttamente e giocare con la classica cartella.
Tutti e novanta numeri “umani” sono stati già tutti assegnati e sarà interessante vedere la loro chiamata con l’inserimento sul tabellone non prima di aver declamato una frase in dialetto salvanese.
“Sono davvero felice per questa iniziativa della Pro Loco – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – perché tutti insieme vivremo un modo originale per fare comunità giocando con l’immancabile gioco natalizio della tombola”.
Gli organizzatori assicurano ricchi premi che andranno dall’ambo alla tombola. Sorpresa finale con l’arrivo della Befana che donerà caramelle a tutti i partecipanti.
Alla riuscita della “Tombola Umana” hanno contribuito ben settantuno attività commerciali della città a cui va il doveroso ringraziamento.

San Salvo. Il sindaco Tiziana Magnacca ha predisposto questa mattina, con apposita ordinanza, l’apertura del Centro operativo comunale (Coc) per meglio assicurare il monitoraggio dello stato d’allerta maltempo nelle varie situazioni di criticità e per gli interventi necessari per garantire la viabilità in caso di neve.
Provvedimento adottato a seguito dell’allerta meteo emesso dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale che prevede nevicate a quote basse.
Il sindaco ricorda: “San Salvo è stata divisa in tre aree con interventi progressivi con le strade classificate di grande percorrenza (colore rosa), di media percorrenza (colore verde) e di breve percorrenza (colore celeste) per poter garantire l’accesso alle strutture sanitarie e mediche, alla sede comunale, che diventa sede di coordinamento, alle scuole, agli uffici postali, edifici di culto e cimitero, ai parcheggi e piazze e al centro storico”.
Nei giorni scorsi l’assessore alla Protezione Civile Giancarlo Lippis ha tenuto una serie di incontri con le associazioni di Protezione Civile per definire i dettagli del Piano Neve. Per ogni comunicazione saranno operativi i seguenti numeri di emergenza: sala operativa di coordinamento generale attiva 24 ore su 24 allo 0873.54113 e coordinamento mezzi 0873.346023.
“Invito i cittadini – spiega l’assessore Lippis – ad osservare la massima cautela e soprattutto di munirsi di gomme termiche o di viaggiare con catene a bordo. Abbiamo a disposizione 140 tonnellate di sale e tutte le strade, in caso di neve, verranno pulite. I cittadini possono recarsi dalle ore 8.00 di domani giovedì 3 gennaio al deposito comunale dove gratuitamente possono ritirare la quantità stabilita”.
Il piano neve prevede l’utilizzo della forza operativa del personale del Servizio Manutenzione, dei gruppi comunali di Protezione civile, della Croce Rossa e di ditte specializzate qualora ce ne fosse bisogno. Il servizio è coordinato dall’ing. Franco Masciulli.

 

San Salvo. “Sono addolorata e vicina ai titolari e alle loro famiglie coinvolti nell’incendio che la scorsa notte ha distrutto un capannone in via Belgio. Hanno subito danni rilevanti, con la perdita di tutte le merci, fiamme che hanno del tutto compromesso la struttura e che potrebbero mettere a rischio le loro attività”. A dichiararlo è il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca nel commentare l’incendio che ha interessato il capannone che ospitava le aziende Lombardi Bevande, Distribuzione Bevande Zinni ed Emporium srl.
“Voglio inoltre ringraziare per il lavoro svolto per ore dai Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Vasto, Ortona e Termoli e i relativi comandi provinciali per la professionalità dimostrata nel corso delle operazioni di spegnimento”.
Il sindaco Magnacca confida nel lavoro dei Carabinieri della stazione di San Salvo e dei Vigili del Fuoco per individuare le cause che hanno generato il rogo.

San Salvo. “Vi aspetto tutti sabato 5 gennaio, dalle ore 18.00 per l’inaugurazione del nuovo “Fit5 – Studio del Movimento”, a pochi metri dalla sede attuale, in via Sandro Pertini, a San Salvo”.Esordisce così la titolare, Lida Pesaresi – nell’annunciare la realizzazione, dopo quattro anni di attività, del sogno di creare nuovi spazi, in un ambiente completamente rinnovato, dove restano costanti la professionalità e lo stare al passo con le evoluzioni delle esigenze di benessere, ma numerose saranno le novità, prima fra tutte un sistema di recupero, deumidificazione e sanificazione dell’aria, fondamentale per una struttura con spazi molto ampi. “Sarà tutto diverso, ma come prima, meglio di prima – afferma Lida. Saranno tantissime le innovazioni che s’innesteranno nello Studio, sulle discipline, sugli allenamenti e sul fronte benessere a 360 gradi: nell’ambito del pilates, di cui “Fit5 – Studio del Movimento” è diventato centro di formazione per la Federazione Italiana Pilates e Benessere Psicofisico, lo studio si è arricchito di nuovi attrezzi come le Springboard e la Ladder Barrel  che, insieme ai grandi macchinari già presenti, lo renderanno ancor più esclusivo e quindi in grado di soddisfare a pieno le esigenze dei praticanti; con nuovo anno iniziamo percorsi di training in mini-gruppo sotto la guida di un personal trainer motivatore che seguirà direttamente gli allievi con allenamenti specifici, mirati e personalizzati, fino al raggiungimento dell’obiettivo finale scelto e condiviso; nel campo del benessere psico-fisico e della cura naturale di molti disturbi della vita moderna, proponiamo il lavoro sinergico del psicoterapeuta e del dietista che lavoreranno assieme ad un percorso di dimagrimento per fornire ai partecipanti, tutti gli strumenti necessari per diventare protagonisti principali di un cambiamento consapevole e totalizzante; sempre nello stesso campo ampio spazio avrà l’osteopata, figura praticante una medicina non tradizionale che utilizza tecniche manuali non invasive, attraverso le quali è in grado di innescare i processi di autoguarigione di è cui naturalmente dotato l’organismo; sarà presente come protagonista la scuola di danza ad indirizzo professionale Style Dance di Campobasso, con la direttrice Sara Aniello mentore della Royal Academy of Dance di Londra che preparerà le allieve nel percorso studi ed esami secondo il livello maturato”. Per informazioni contattare “Fit5 – Studio del Movimento” ai numeri 0873547926, 3890135587, oppure tramite mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

San Salvo. “Gli ultimi dolorosi avvenimenti ci impongono un’attenzione e una responsabilità maggiore verso la Statale 650 Trignina. Oltre a iniziative politiche e amministrative vogliamo che il Consiglio comunale di San Salvo si senta coinvolto in prima persona sulla necessità di miglioramento e maggiore messa in sicurezza di questa arteria così importante anche alla luce dell’importanza strategica che questa arteria ha per tutto il nostro territorio”.
Lo ha dichiarato questa mattina in aula consiliare il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca nel presentare l’ordine del giorno con il quale si chiede ai Prefetti di Campobasso, Isernia e Chieti, ai presidenti della Giunte regionali del Molise e dell’Abruzzo, ai capi Compartimenti Anas Abruzzo e Molise, e al ministro delle Infrastrutture Toninelli affinché in relazione alle proprie specifiche competenze “si attivino per la predisposizione di interventi attuativi per la messa in sicurezza della Statale 650 Trignina, al fine di ridurre drasticamente l’attuale situazione di pericolosità dell’arteria medesima”.
Il sindaco ha evidenziato il proprio apprezzamento nei confronti del Comitato “Pro Trignina” che da diversi anni si batte perché questa importante arteria diventi finalmente una strada sicura dotata di infrastrutture che collega la costa Adriatica con quella Tirrenica e consente ai comuni delle zone interne del Vastese verso la costa dove ci sono lavoro, le scuole e i servizi. L’ordine del giorno è stato votato all’unanimità dal Consiglio comunale.

Pagina 1 di 26

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione