Chieti. Sarà l’Histoire du Soldat di Stravinsky ad inaugure la nuova stagione del teatro Marrucino, promossa in collaborazione con l'associazione ArtEnsemble, in occasione del bicentenario. Dopodomani, domenica alle 18, appuntamento dunque con uno spettacolo a tutto tondo che unirà musica, danza, voce.

Sul palco dello storico teatro: Terersa Laera violino, Antonio Tinelli clarinetto, Giuliano Mazzoccante pianoforte, Massimo Di Michele voce, Elena Fogliano e Giorgia Nicolosi corpo. Coreografie di Tiziano Di Muzio.
Biglietto intero 12 euro, ridotto 8, previsti abbonamenti.

Sono onorato di poter aprire con questo spettacolo, che non è solo un concerto, ma una ricca performance - dichiara il direttore e pianista, Giuliano Mazzoccante -. Cercheremo di interpretare al meglio lo spirito di Stravinsky, che voleva una rappresentazione di qualità ma anche popolare e facilmente trasportabile, dato il ridotto numero di artisti coinvolti. Al posto del settimino, abbiamo infatti scelto la formazione del trio, già prevista dal compositore, dove il pianoforte sintetizzerà le parti di altri strumenti.

Si parte con tre pezzi per clarinetto solo, dedicati al mecenate della prima produzione dell’Histoire du Soldat e non mancherà un momento, all’interno dello spettacolo, per ricordare la tragedia di Rigopiano. La voce sarà quella di Massimo Di Michele, attore di origini chietine, formatosi al Piccolo Teatro di Milano diretto da Giorgio Strehler. Ha lavorato con numerosi registi tra i quali: Luca Ronconi e Giuseppe Tornatore.

Oltre alla musica di Stravinsky, troverà spazio quella di Tchaikovsky, altro grande compositore russo. E nella seconda parte saliranno sul palco i due danzatori.

Un grazie speciale infine agli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione della nuova stagione musicale: Epica Srl, Adriatico Golf Clud Spa, Caffè Mokambo, Koba Costruzioni, Fondazione Immagine, Federfarma Chieti e Ordine dei Farmacisti della Provincia di Chieti. Nei 19 concerti in programma, che si susseguiranno fino a giugno tra sala principale e foyer, ricordiamo quello con il violinista Pavel Berman il prossimo 20 maggio.

Info su www.teatromarrucino.eu oppure 340/0954309 o sulla pagina FB di ArtEnsemble. Biglietti disponibili anche sul circuito Ciaotickets.

Chieti. “La preoccupazione di alcuni genitori della scuola Corradi in merito al pericolo strutturale dei solai dell’istituto è assolutamente ingiustificata”. È la risposta dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, e della dirigente dell’Istituto Comprensivo n. 2, Giovanna Santini, alle dichiarazioni riportate in un articolo del quotidiano Il Centro in data odierna.

«Numerosi sono i sopralluoghi effettuati nella scuola sia da parte dei tecnici comunali che dei due responsabili della sicurezza del Comprensivo, nonché, su richiesta degli stessi genitori, dei vigili del fuoco – specificano l’Assessore Di Felice e la dirigente Santini – all’esito dei quali è da escludere categoricamente la mancanza di sicurezza o di stabilità dell’edificio a seguito delle infiltrazioni. Non sussiste, infatti, né alcuna problematica che precluda la permanenza dei bambini all’interno delle classi né alcuna situazione di pericolo per l’incolumità personale.

Quanto alla presenza di alcuni solai scrostati – fa sapere l’Assessore Di Felice – mi preme rassicurare i genitori sul fatto che tale fenomeno è riconducibile alla fioritura della pellicola superficiale della vernice delle pareti che a seguito di alcune infiltrazioni o perdite d’acqua sulla guaina di copertura tende a sollevarsi e a staccarsi.

Gli interventi sulle scuole cittadine – prosegue l’Assessore - come comunicato più volte stanno proseguendo secondo un preciso crono programma stilato con l’Ufficio tecnico. Sia l’Assessorato ai Lavori Pubblici che quello alla Pubblica Istruzione non si sono mai tirati indietro per un confronto o un chiarimento. L’attenzione al riguardo, infatti, è massima così come la collaborazione con le dirigenze scolastiche».

Chieti. Il punto conquistato a Mesagne, seppur reso amaro dal pensiero di una vittoria sfuggita sul più bello, è stato comunque prezioso, perché ha permesso alla CO.GE.D. di muovere la classifica in un turno non favorevole e ha dato conferme su quanto la squadra neroverde possa far vedere in campo, nelle fasi in cui rimane lucida, concentrata e, sportivamente parlando, cattiva.La gara che chiude il girone d’andata non è delle più facili: l’Assitec 2000 Sant’Elia era data sin da inizio campionato come una delle grandi favorite per la vittoria finale, e il secondo posto in classifica (seppur a -5 dalla capolista LP Pharm Napoli) conferma il grande valore del roster laziale. Contro un simile avversario (che nello scorso turno ha battuto 3-1, soffrendo, l’Antoniana Pescara), le ragazze di mister Esposito dovranno tirare fuori una prestazione come quella vista nel secondo e nel terzo set di Mesagne, cercando stavolta di mantenere la necessaria verve per tutto l’incontro. Sarà la prima gara lontano dal PalaTricalle, ma nella più piccola struttura di Colle Dell’Ara forse il pubblico neroverde potrà far sentire ancor di più il proprio appoggio. Non è scesa in campo a Mesagne, ma contro Sant’Elia Noemi Palmieri, per tutti About, è pronta a dare il suo contributo:

“Cosa è mancato a Mesagne per vincere? La mia presenza in campo, ovviamente! [ride] A parte gli scherzi, è stata davvero una gran partita. Tutte le mie compagne hanno giocato con grinta e cattiveria. Si vedeva dai loro volti la voglia di vincere: qualche volta ho avuto anche paura quando esultavano verso noi della panchina! Penso sia mancata principalmente la concentrazione in alcune parti del set e soprattutto al tie-break. Era una partita abbastanza complicata e serviva mantenere la concentrazione sempre e mai mollarla. Quanto alla gara contro Sant’Elia, abbiamo l’obiettivo di vincere soprattutto perché vogliamo risollevare la nostra posizione di classifica, che a parer mio non rispecchia assolutamente il nostro valore. Di sicuro, contro un simile avversario servirà molta più concentrazione e grinta, ma questo non mi/ci spaventa. Da un punto di vista personale, la partita di Orsogna è stata la dimostrazione di quanto io sia cambiata. Venire da un ambiente di serie D e ritrovarsi in campo con giocatrici di B inizialmente non è stato facile, ma con il tempo, e soprattutto con tanta pazienza, sia da parte del mister Alceo che da parte della squadra, ho cambiato mentalità. Tant’è che molte persone, che non vedevo da prima che partissi per questa esperienza, quando ci siamo riviste mi hanno trovata diversa, e anche un po’ maturata. Il mio cambiamento è dovuto soprattutto, da un punto di vista tecnico, al mister Alceo, ma devo ringraziare anche Lorenza Lupidi, il primo opposto, che mi è stata accanto nei primi mesi e con molta calma e pazienza mi ha aiutato a maturare. Sul piano umano poi, ho trovato in questa squadra la mia seconda casa, le persone con le quali poter parlare tranquillamente di ogni cosa e di ogni problema. Con loro ci sto davvero bene, hanno avuto molta pazienza con me fin dal primo giorno (cosa non da poco) e mi hanno aiutata nella mia crescita, sia personale che pallavolistica. Spero di ripagare la fiducia di tutti cominciando ad essere decisiva in qualche partita, magari chissà proprio a partire da domani”.

Chieti. “Una vera e propria discarica abusiva di rifiuti, con mobili, divani, un frigorifero, giochi per bambini, elettrodomestici e materiale indifferenziato, è stata individuata e ripulita, ieri pomeriggio, in via degli Ernici, dalla ditta Formula Ambiente. Grazie alle ricerche della guardia ambientale incaricata si stanno facendo accertamenti per risalire al trasgressore”. È quanto fa sapere l’Assessore alla Raccolta Differenziata, Alessandro Bevilacqua, giunto sul posto insieme agli operai della società che gestisce il servizio di igiene urbana del Comune.

«Il Consigliere Comunale Graziano Marino – prosegue l’Assessore – nella giornata di ieri mi aveva difatti segnalato quanto poi constatato di persona ovvero un vero e proprio scempio di rifiuti abbandonati per strada in una zona, per altro, molto popolosa. Esaminato il contenuto dei sacchi di immondizia, quindi, ci siamo subito attivati per risalire al trasgressore che ha lasciato alcuni indizi utili alla sua identificazione.
Purtroppo – evidenzia l’Assessore Bevilacqua - a fronte di tanti cittadini che rispettano le regole e si prodigano per la salvaguardia dell’ambiente, ce ne sono altri che non hanno alcun senso di civiltà e vanificano l’impegno delle famiglie che effettuano una corretta raccolta differenziata.
L’appello che lancio, dunque, è quello di denunciare tali condotte, perché il dispendio di personale e di tempo impiegato per ripulire una discarica abusiva va ad incidere sulle spese del servizio affrontato dal Comune e quindi sui costi della Tari di tutti.
Le sanzioni amministrative per chi trasgredisce sono salate – ricorda l’Assessore – pertanto si raccomanda ai cittadini di rispettare le regole e di usufruire dei servizi predisposti dalla ditta Formula Ambiente, fra gli altri quelli per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti e dei RAEE.
Con il nuovo appalto della Raccolta Differenziata – conclude l’Assessore – l’utilizzo di un sistema di sorveglianza che si avvarrà di tecnologia avanzata ci aiuterà a tenere sotto controllo le aree più critiche del territorio combattendo il fenomeno delle discariche abusive».

Chieti. L’Assessore alla Gestione dei Rifiuti, Alessandro Bevilacqua, comunica che presso i Centri di Raccolta Comunali di via Aterno e via Masci si possono conferire gratuitamente rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici (armadi, reti da letto, materassi, mobili, tv e monitor, pc, lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, toner e cartucce, arredi in plastica, giocattoli, ecc.) abiti usati, piccole quantità di inerti e olio vegetale e minerale nei seguenti giorni e orari:

Centro di Raccolta Comunale Via Aterno 183: dal Lunedì al Venerdì dalle 14.00 alle 18.00; Sabato dalle 8.30 alle 12.30. Centro di Raccolta Comunale Via MASCI presso “IL CENTAURO”: dal Lunedì al Venerdì dalle 15.00 alle 19.00; Sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Chi è impossibilitato a raggiungere i Centri di Raccolta Comunali può usufruire del servizio prenotazione telefonando i seguenti numeri gratuiti: 800423771 (da rete fissa) e 0871 455472 (da rete mobile) dal lunedì al venerdì 8.30/12.30 - 15.00/17.30 e il sabato dalle ore 08.30 alle ore 12.30.

Presso il Centro di Raccolta di Via Aterno è inoltre possibile ritirare “gratuitamen¬te” la Compostiera Domestica (con manuale di istruzione) per la ge¬stione dell’Umido. Per tutte le altre informazioni e/o segnalazioni relative ai servizi di raccolta, spazzamento, etc o per altre esigenze si può inviare una e-mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Chieti. Domani, venerdì 19 gennaio,alle ore 21la Compagnia “Theatre Ensemble” di Torinodi Sangro aprela Rassegna di Teatro Dialettale “Premio Marrucino”, organizzata dalla Deputazione Teatrale Teatro Marrucino in collaborazione con la Sezione Abruzzo della F.I.T.A. - Federazione Italiana Teatro Amatori.
Vincitrice del concorso “Aspettando il Premio Marrucino” (ad ex aequo con la Compagnia teatina “Da grande voglio crescere”), “Theatre Ensemble”rappresenterà, con la regia di Rocco Silvestri, lo spettacolo “Lu lette gna te le fiè”di Antonio Fantini, interpretato da Luciano Martelli, Amelia Lusi, Federica Mammarella, Luciano Ranalli, Mario Fontana, Marianna Ranieri, Beniamino Staffiero, Sara Pacella, Mariastella Di Ilio e Nicola Polidoro.
“Lu lette gna te le fiè” è un racconto ironico e divertente sulla vita matrimoniale. La vicenda si svolge in casa dei coniugi Giustino e Maria, che tentano di convincere la loro unica figlia Angelina, che si è sposata da poco e si è già separata, a tornare con suo marito Ricky. Tra risate e colpi di scena, lo spettacolo svela il segreto per un matrimonio perfettamente riuscito: apprezzare le qualità dell’altro e, soprattutto, imparare a sopportarne i difetti.
La rassegna proseguirà fino al 5 maggio 2018 con altri nove appuntamenti da non perdere. La Giuria tecnica, presieduta dal Prof. Massimo Pasqualone e composta da Alberto Cremonese, Giovanna Di Felice, Maria Laura Di Petta e Ugo Iezzi, assegnerà il Premio Marrucino 2018 allo spettacolo miglioresul piano drammaturgico, registico ed interpretativo; sulla base del giudizio espresso dal pubblico sarà invece conferito il Premio della Giuria Popolare.
I biglietti (intero € 10.00,ridotto € 8.00) e gli abbonamenti (intero € 70.00, ridotto € 58.50) sono disponibili presso il Botteghino del Teatro Marrucino (tel. 0871.330470, aperto dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00), sul sito www.teatromarrucino.eu e sul circuito e nei punti vendita autorizzati di Ciaotickets (www.ciaotickets.com).

Chieti. Si è tenuta la conferenza di servizi organizzata dal Comune di Chieti per la predisposizione di quanto necessario per l'incontro di FED CUP tra Italia e Spagna del prossimo 10 - 11 febbraio.
Alla presenza del Sindaco Umberto Di Primio, dell'Assessore allo sport Antonio Viola, dell'Assessore ai lavori pubblici Raffaele Di Felice, del Dirigente Capo dell'Ufficio tecnico Paolo Intorbida e della Presidente della Commissione Sport Maura Miconomaco, la FIT Servizi nella persona dell'amministratore delegato Carlo Sciarra, la FIT regionale nella persona del Presidente Luciano Ginestra e la Mef Tennis Events che sta curando l'organizzazione, sono state individuate le necessità e il cronoprogramma dei lavori per arrivare pronti a questo evento internazionale femminile.
"Ci siamo fatti trovare pronti - spiega il sindaco Umberto Di Primio - e abbiamo avuto l'assegnazione della Fed Cup ancora una volta abbinando coraggio e fortuna. Obiettivo di questa amministrazione è predisporre al meglio il PalaTricalle per ospitare l'importante manifestazione sportiva mondiale".
Prossimo appuntamento il 21 gennaio alle ore 10 presso il Circolo Tennis Chieti per il raduno dei ballkids e dei giudici di linea per le prove ufficiali dell'evento.

Chieti. L’Assessore alla Cultura, Antonio Viola, rende noto che giovedì 18 gennaio 2018, alle ore 18.00, il Museo d’Arte Costantino Barbella ospiterà il convegno dal titolo “Sebastiano Ventura – un pittore ritrovato: storie di artisti e famiglie nella Chieti del ‘600”.

L’iniziativa intende anticipare le ricerche, ancora inedite, su un artista finora sconosciuto, unico pittore tra Cinquecento e Seicento a firmarsi “Theatinus”, tratteggiando la vita delle famiglie del tempo.

Interverranno: Antonello de Berardinis (Archivio di Stato); Van Verrocchio (ricercatore); Marco Vaccaro (Università “G. d’Annunzio”).

Chieti. L’Assessore alle Politiche Sociali, Emilia De Matteo, ricorda che la Regione Abruzzo, con Legge Regionale n. 57/2012 “Interventi regionali per la vita indipendente”, intende garantire l’azione sociale del progetto “Vita indipendente”, modalità di servizio a favore della domiciliarità e del raggiungimento della autonomia personale attraverso un sostegno economico per l’assistenza personale che verrà determinato in base al livello di intensità assistenziale stabilito dalla Unità di Valutazione Multidimensionale della Asl competente.

Il progetto di “vita indipendente” è rivolto esclusivamente alle persone di età compresa tra i 18 e i 67 anni con disabilità in situazioni di gravità con un reddito ISEE non superiore a 20.000 Euro.
La persona con disabilità sceglie autonomamente il proprio assistente personale, che può essere anche un familiare, ed è tenuta a regolarizzare il rapporto di lavoro nel rispetto delle forme contrattuali previste dalla normativa vigente.
Il modulo di domanda è disponibile sul sito www.osr.regione.abruzzo.it e/o presso il Segretariato Sociale - palazzo ex Inps – Viale Amendola – dalle ore 9.00 alle 13.00 (martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00); Chieti Scalo, piazza Carafa, nei giorni di mercoledì e giovedì.

Le domande per accedere al finanziamento di progetti annuali in relazione alle linee guida regionali e alla delibera di giunta regionale n. 759 del 15 dicembre 2017 vanno presentate, entro e non oltre il 31 gennaio 2018, all’Ufficio Protocollo del Comune di Chieti – ex Banca d’Italia – Corso Marrucino, 81.

Chieti. Da giovedì 18 gennaio prenderà il via il collegamento notturno della Linea 1 del trasporto pubblico locale, gestito dalla società concessionaria La Panoramica, nei giorni di giovedì, venerdì e sabato con partenze dal capolinea di piazzale S. Anna dalle ore 23.00 sino alle ore 2.20 e dal capolinea dell’ospedale clinicizzato dalle ore 23.35 alle 1.45.
“Si trova la quadra di questa bella iniziativa che oggi si concretizza – ha detto l’assessore al Traffico e Viabilità del Comune di Chieti, Mario Colantonio – è l’atto finale di questa attività che inizierà giovedì. È importante perché è una programmazione a lungo termine con La Panoramica. Oltre a stabilire in concomitanza con i locali e le esigenze emerse nelle ultime riunioni con l’assessore Di Biase sonos tati decisi gli orari del pullma, era in discussione l’ultimo orario da affrontare e la tempistica dell’intero servizio. Sono stati specificati i giorni per i mesi da gennaio a giugno per poi riprendere da ottobre a dicembre. Questo servizio è importante perché siamo riusciti a coprirlo con una razionalizzazione di orari fatta in precedenza con uno studio e per come è stato impostato è un servizio a beneficio dell’intera collettività: la linea 1 fa l’Ospedale, l’Università, attraversa tutta la dorsale di Chieti Scalo fino ad arrivare alla stazione centrale di piazzale Marconi fino ad attraversare tutto il centro storico di Chieti fino a Sant’Anna, quindi copre la cintura viaria di Chieti e garantisce il trasporto più completo che abbiamo sulla città e questo va a beneficio della movimentazione in tarda serata e nelle ore notturne per coloro che hanno esigenze di lavoro o di qualsiasi altra situazione o sull’operato cittadino anche di carattere ospedaliero, poi si coniuga bene con tutte le iniziative coordinate con gli esercenti di Chieti. I trasporti avranno chiaramente anche un’azione di convenzione, è pronta una locandina informativa che sarà affissa da La Panoramica sui mezzi e non solo che porta tutti gli orari dei servizi che partiranno dalle 23.00 alle 2.20. La Panoramica coprirà il servizio con proprio personale con costi organizzati e incidenti, questo è il risultato di mesi di impegno. Sono convinto che anche con questa attività specifica, anche di concerto con gli studenti, consentirà un utilizzo utile per i giovani ai quali faccio l’invito di bere con coscienza e confidiamo nell’opera di supporto degli esercenti che stanno facendo un qualcosa di utile e di rivitalizzante per la città di Chieti”.
“Questa penso che sia una delle iniziative meglio coordinate che l’amministrazione abbia portato avanti – ha sottolineato l’assessore Carla Di Biase – grazie soprattutto al supporto degli esercenti che sono stati anche i fautori delle locandine pubblicitarie dell’iniziativa e de La Panoramica che si è messa a disposizione. Voglio lanciare una sfida agli altri commercianti: mi piacerebbe per un domani che questo sia veramente l’inizio per rivitalizzare il centro storico che è la parte alta della città, come sempre ci diciamo e non riusciamo a fare. Questo è il percorso iniziale di questa iniziativa, i ragazzi saranno i primi a salire e a scendere dai bus perché saranno i principali fruitori, però mi piacerebbe che il percorso si ingrandisse e che anche gli altri esercenti decidano di rimanere aperti anche oltre gli orari consoni del lavoro facendo turni ed orari diversi, penso alle pizzerie, ma anche alle attività del centro storico che dovrebbero iniziare a concepire un modo nuovo di fare commercio, concorrenziale rispetto a quello usuale. Sono sicura che ci sarà una rispondenza immediata, mi ritengo soddisfatta del lavoro svolto perché c’è stata una grande cooperazione e collaborazione da parte di tutti, ringrazio anche La Panoramica che si è messa a servizio e i ragazzi che hanno dimostrato volontà nei confronti di questo progetto. Speriamo che questo sia soltanto l’inizio per far rivivere realmente la città, non solo con questo progetto”.
Il servizio sarà attivo nei mesi di gennaio (18, 19, 20, 25, 26, 27) febbraio (1,2,3, 8, 9, 10, 15, 16, 17, 22, 23, 24), marzo (1, 2, 3, 8, 9, 10, 15, 16, 17, 22, 23, 24), aprile (5, 6, 7, 12, 13, 14, 19, 20, 21), maggio (3, 4, 5, 10, 11, 12, 17, 18, 19, 24, 25, 26), giugno (7, 8, 9, 14, 15, 16, 21, 22, 23, 28, 29, 30) per riprendere nei mesi di ottobre (4, 5, 6, 11, 12, 13, 18, 19, 20, 25, 26, 27) e novembre (8, 9, 10, 15, 16, 17, 22, 23, 24, 29, 30) fino a sabato 1 dicembre 2018.
Congiuntamente al servizio notturno di trasporto pubblico, vedrà la nascita il progetto ARTERIE, format che si propone di realizzare eventi per l’intero weekend all’interno dei locali: si inizierà con i “giovedì universitari” e si proseguirà con le iniziative del periodo estivo. Per incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico, inoltre, chi presenterà, previa consumazione, il biglietto vidimato dopo le ore 21.00, riceverà in cambio un biglietto omaggio per il ritorno.
“Questo non è soltanto un percorso di Giunta ma anche di Consiglio – ha rimarcato il consigliere comunale Emiliano Vitale – perché è un servizio che viene dal 2014 e che era già stato firmato da Stefano Rispoli, che è stato condivisio e rientra in un progetto più ampio. Abbiamo formato un gruppo di lavoro formato non solo dalla maggioranza ma anche da qualche elemento della minoranza per quanto riguarda spunti e idee di questo settore importante di una città storica come quella di Chieti. Questo è un progetto aggiuntivo che spero si vada a perfezionare col tempo. Voglio ringraziare la giunta, i gestori dei locali e le associazioni universitarie”.
“Devo ringraziare l’amministrazione ed il Consiglio Comunale tutto, nonché La Panoramica e i rappresentanti degli universitari – ha affermato il rappresentante degli esercenti, Davide Di Nardo – anche le associazioni che ci hanno dato la possibilità di incontrarli e loro che hanno accolto quella che era una nostra esigenza, nostra intesa come città prima di tutto. Siamo tutti nati e cresciuti in questa città, abbiamo vissuto questa esperienza sulla nostra pelle per la mancanza di questa connessione. ‘Arterie’ è un po’ il filo conduttore che ci lega, l’idea nasce un po’ dal significato stesso della parola perché il compito delle arterie all’interno del corpo umano è proprio quello di riportare vita. Le nostre attività si rivolgono principalmente ai giovani, sono un po’ quelle che portano vita alla città. Da qui l’esigenza di creare un cappello che metta d’accordo tutti, quindi non essere più singoli commercianti, cittadini o individui operanti nella città, ma entrare in connessione. ‘Arterie è l’inizio di un percorso , ma anche un punto di arrivio per chi da anni lavora su queste cose. Voglio ringraziare prima di tutto i colleghi, mi sento di dire che siamo veramente un bel gruppo ed ogni giornlo lavoriamo per sviluppare un qualcosa di nuovo. ‘Arterie’ per il momento prende la forma del giovedì universitario, quindi la creazione di eventi all’interno di una serata singola, ma è anche molto di più come ad esempio coprire anche i weekend, quindi serate sparse nell’intero fine settimana sotto un’unica forma. Soprattutto un work in progress, un qualcosa che guarda avanti, che vuole diventare motore pulsante e propositivo, noi vogliamo essere i promotori della città affinchè viva in modo sano. Siamo consapevoli che il commercio in città ha molti problemi, non abbiamo la presunzione di cambiare la città, ma abbiamo voglia di dare linfa vitale ad un settore specifico che diventi traino e locomotiva per il resto. Ci piacerebbe un giorno vedere questa città, almento il giovedì, aprire le porte a tutti per tutta la sera con un qualcosa che sia veramente vivo. Noi vogliamo incentivare l’utilizzo dell’autobus ed il buocostume dell’uso del biglietto, quindi offriamo il biglietto di ritorno: noi locali scegliamo di acquisire dei carnet di biglietti direttamente da La Panoramica e di darli in omaggio all’interno di una consumazione purchè ci sia un biglietto vidimato di andata, vidimato dopo le 21”.

Pagina 1 di 114

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione