Ortona. Mercoledì 18 luglio si terrà, alle ore 21,15 presso il Teatro Tosti, il secondo appuntamento del cartellone estivo organizzato dall’Istituto Nazionale Tostiano e patrocinato dal Comune di Ortona.L’evento è realizzato in collaborazione con il Teatro Marrucino di Chieti, per i 200 anni dalla fondazione. È in programma l’esecuzione del concerto numero cinque “l’Imperatore” e la settima sinfonia di Ludwig van Beethoven. Si esibirà, come solista, il pianista Pietro Bonfilio ed il maestro Martin Elmquist dirigerà la Luxembourg Philharmonia Orchestra.

Vasto. Il “Barracuda Summer Tour 2018” deiBoomdabash toccherà anche Vasto (Ch). La nota band reggae di origine salentina, protagonista del tormentone “Non ti dico no” che vede la partecipazione di Loredana Bertè in rotazione da maggio scorso su tutte le radio, saràin concerto nell’area eventi del Baja Village il 9 agosto.
Insomma una straordinaria occasione per poter ascoltare dal vivo e cantare il famoso ritornello “questa sera non ti dico no… arriviamo in Cina in autostop, puoi chiedermi la luna, tanto la conosco, questa sera non ti dico no.. domani non lo so” e tanti altri successi del gruppoche ha da sempre manifestato la dote di saper mixare sapientemente in un tutt’uno davvero inedito e sorprendente elementi raggae, soul, drum and bass e hip hop.
L’evento, organizzato da Baja Villagein collaborazione conProgetto Sud Festival, prevederà in apertura un dj set e un gruppo spalla; sarà allestita un’area food all’interno dello spazio dedicato al concerto; mentre l’apertura dei cancelli è prevista per le ore 19.00. I biglietti sono acquistabili on line suwww.ciaotickets.com e in tutti i punti vendita autorizzati e i primi duecento biglietti avranno un prezzo promozionale di 13 euro.
I Boomdabash sono peraltro freschissimi dell’uscita del loro nuovo lavoro discografico “Barracuda”, dal quale prende il nome la tournée, uscito lo scorso 15 giugno. Il disco contiene 12 brani inediti tra i quali “Barracuda”realizzato in feat con Fabri Fibra e Jake La Furia.
“Siamo molto legati a questo nuovo album – dichiara la band – è un lavoro che riflette le nostre mille sfaccettature. Barracuda è stato un disco voluto, sudato e lungo da preparare ma che al primo ascolto regala forti emozioni per il vissuto che traspare, per la produzione musicale curata al dettaglio e mai scontata e per la freschezza dei brani. Al primo ascolto la sensazione che assale l’ascoltatore è che la tracklist sia composta da brani che ad uno ad uno potrebbero diventare potenziali singoli, al tempo stesso peró non risultano banali o appiattiti dall’esigenza di ricercare a tutti i costi una hit. Il concept del disco è la strada fatta da quattro ragazzi salentini che in questi quindici anni di carriera, tra mille sacrifici e difficoltà, in un mare pericoloso pieno di squali dove aver paura non è concesso, hanno saputo difendersi e conquistare la propria fetta nel panorama musicale senza arrendersi mai e mai rinnegando la propria identità”.
L’appuntamento è per il 9 agosto a Vasto ed è una delle iniziative musicali che anticipa il festival “Progetto Sud” che si terrà a fine agosto a San Salvo Marina (Ch).

Pescara. Sfera Ebbasta sarà in concerto giovedì 12 luglio, ore 22, al TERRASOUND Festival, la nuova rassegna musicale organizzata dalla Best Eventi con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo e Grandi Eventi del Comune di Pescara che si svolgerà dall’11 al 14 luglio nell’Area Ex Cofa di Pescara.

I biglietti sono disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e CiaoTickets www.ciaotickets.com: posto unico in piedi 28,75 (diritti di prevendita inclusi). Gli ultimi saranno in vendita il giorno del concerto, dalle ore 17, al botteghino presente in loco.

Info: 085.9047726 www.besteventi.it

Dopo il grande successo del suo ultimo album Rockstar, già certificato doppio disco di platino dalla FIMI e dopo aver registrato il tutto esaurito con la prima parte del suo tour, Sfera Ebbasta tornerà live in estate con lo Sfera Ebbasta - RockStar Summer Tour 2018.

Considerato come uno dei migliori rapper della nuova scena contemporanea italiana e internazionale, Sfera Ebbasta, vero King della Trap music all’italiana, è il fenomeno musicale del momento con oltre un milione e cinquecento mila follower solo su Instagram. Il primo artista italiano ad aver conquistato record di plays streaming del mondo su Spotify. Tutte le undici canzoni contenute nel suo nuovo album, Rockstar, hanno infatti raggiunto i primi posti della classifica italiana di Spotify, e sette di queste hanno registrato il record di ascolti assoluti in una sola giornata. I brani Rockstar e Cupido sono inoltre entrati nella Viral 100 globale di Spotify.

Durante lo Sfera Ebbasta- RockStar Summer Tour, il rapper proporrà dal vivo tutti i brani tratti dal nuovo album d’inediti RockStar (Universal/Def Jam), senza dimenticare inoltre i maggiori successi che hanno segnato definitivamente l’inizio della sua carriera, consacrandolo come idolo rap tra i più apprezzati della nuova generazione. Grazie ad un sound magnetico ed ammaliatore in grado di catturare sin dal primo ascolto, Sfera Ebbasta, in questa nuova dimensione live, sarà pronto a stupire il grande pubblico con numerose sorprese. Da Rockstar a Cupido, accanto alle migliori hits che lo hanno consacrato quale idolo del nuovo rap, durante i nuovi concerti del rapper non mancherà inoltre l’occasione di riascoltare Tran Tran, brano il cui video sfiora le 50 milioni di views sulla rete, e l’intramontabile Ciny, inno alle proprie origini che lo ha reso noto in tutto il Paese, oltrepassando le problematiche intrinseche al quartiere e dimostrando come nella vita tutto sia possibile ed ognuno sia artefice del proprio destino. La grande popolarità raggiunta dal rapper lo hanno portato a fondare l’etichetta discografica BillionHeadz Music Group insieme al suo produttore Charlie Charles.

Pescara. Motta sarà in concerto mercoledì 11 luglio, ore 22, al TERRASOUND Festival, la nuova rassegna musicale organizzata dalla Best Eventi con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo e Grandi Eventi del Comune di Pescara che si svolgerà dall’11 al 14 luglio nell’Area Ex Cofa di Pescara.

I biglietti sono disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e CiaoTickets www.ciaotickets.com: posto unico 28,75 (diritti di prevendita inclusi). Gli ultimi saranno in vendita il giorno del concerto, dalle ore 17, al botteghino presente in loco.

Info: 085.9047726 www.besteventi.it

C’è qualcosa in Motta di abbastanza raro e di decisamente artistico, e cioè il carattere. Qualcosa che lo ha portato fin qui, ad un album che sta confermando e rilanciando quanto di buono era uscito da quel disco. Carattere, attitudine, voglia di essere, urgenza di dire. Qualcosa che Motta non vede l'ora di portare dal vivo perché è sul palco che riesce ad essere pienamente se stesso.

Motta presenterà dal vivo Vivere o Morire, il nuovo disco uscito il 6 aprile per Sugar ed entrato direttamente al quinto posto della classifica dei dischi e al primo dei vinili più venduti in Italia (diffusa da GfK Italia). Il primo singolo estratto, La Nostra Ultima Canzone, è top 30 della classifica radio Airplay EarOne e, inoltre, sette brani su nove del disco sono entrati nella top 10 della Viral Chart Italia.

Sul palco, oltre a Motta (voce, chitarra), ci saranno: Federico Camici (basso), Giorgio Maria Condemi (chitarre), Leonardo Milani (tastiere), Simone Padovani (percussioni) e Cesare Petulicchio (batteria).

Nardò. Sabato 21 luglio (start ore 21:00) nella suggestiva cornice dell’Oasi Tabor (Via Strada Santa Caterina, 17 - Località Cenate, Nardò-Le) andrà in scena il primo appuntamento della rassegna “La Cucina del Cuore - Tour Enogastronomico e musicale Europeo”, serie di 6 eventi con la direzione artistica del Maestro Ekland Hasa e la partecipazione dello chef internazionale Salvatore Lega.

L’evento che apre la rassegna è “La Nuit Parisienne”, la prima tappa del viaggio nel mondo musicale ed enogastronomico europeo sarà infatti la Francia. Sabato 21 luglio i riflettori dell’Oasi Tabor si accenderanno per l’esibizione del duo formato dalla cantante albano-francese Lindita Lantus e dal talentuoso fisarmonicista leccese Alessandro Gazza. Il duo nasce con l’intento di far scoprire e rivivere le emozioni del repertorio della musica popolare francese; brani che evocano l’allegria delle feste popolari francesi, artisti ed interpreti che senza età come Edith Piaf e le sue“Padam padam” o “La foule”, come Charles Aznavour, ecc.

La sezione enogastronomica sarà curata dallo chef internazionale Salvatore Lega che presenterà un menù unico in un’atmosfera altrettanto unica ed incantevole come quella del parco di Oasi Tabor. Per l’occasione lo chef propone un ricco menù (al costo di 25€) con calice di Gran Vin di Bordeaux, misti di insaccati di terrine francesi con quiche Lorraine, blanquette di vitello francese con legumi freschi su del riso basmati, tarte satin di mele con mousse al cioccolato.

L’Oasi Tabor è una struttura situata a meno di cinque minuti di auto dalla spiaggia di Santa Caterina, immersa in un ampio parco con tipica vegetazione mediterranea, ospita all’interno un’elegante villa in stile barocco ristrutturata e provvista di un ampio giardino attrezzato con ombrelloni, tavoli e sedie. Lo staff di Oasi Tabor in linea con le finalità della Coop. OSA in primis cerca di garantire la possibilità di usufruire di un soggiorno, di momenti di relax ed eventi culturali a chi non ha le possibilità di accedere normalmente a questo tipo di attività, inoltre si apre ad un turismo commerciale fatto di un ottimo rapporto qualità prezzo, non trascurando le nostre origini e le nostre tradizioni salentine ormai conosciute e apprezzate in tutto il mondo.

Nei prossimi mesi nuove iniziative arricchiranno le proposte di eventi nel Salento, e Oasi Tabor sarà punto di riferimento e luogo di incontro e scambio culturale per tutti, in un territorio e in una cornice unica nel suo genere. Grazie a questi presupposti nasce la rassegna “La Cucina del Cuore - Tour Enogastronomico e musicale Europeo”, con 6 magnifiche serate che vantano la partecipazione dello chef internazionale Salvatore Lega. Ogni cena/evento sarà accompagnata da musicisti che allieteranno la serata con musica francese, spagnola, balcanica e salentina grazie alla direzione artistica del Maestro Ekland Hasa.

La programmazione artistica prevede l’esibizione di numerosi talenti che interpreteranno al meglio lo stile e il gusto dei paesi rappresentati in questo speciale viaggio nell’enogastronomia europea. Saliranno sul palco dell’Oasi Tabor: Lindita Lantus e Alessandro Gazza (sabato 21 luglio), Ekland Hasa (venerdì 3 agosto), l’esibizione di giovani talenti del pianoforte e del canto lirico (venerdì 3 agosto), Duo Hasa con Ekland e Redi Hasa in “Tempistiche irregolari” (sabato 25 agosto), Enza Pagliara e Dario Muci (mercoledì 29 agosto), Nevila Matja con Giorgio Schipa ed Ekland Hasa (sabato 8 settembre).

La rassegna “La Cucina del Cuore - Tour Enogastronomico e musicale Europeo” è organizzata da Oasi Tabor con la partecipazione dello chef Salvatore Lega, la direzione artistica del Maestro Ekland Hasa, la collaborazione e l’ufficio stampa di Zero Nove Nove.

Pescara. C’è grande attesa per il concerto di Pat Metheny previsto il 24 luglio al Teatro D’Annunzio di Pescara. L’evento è inserito all’interno del PeFest nel cartellone del Pescara Jazz fuori abbonamento ed è promosso dall’Ente Manifestazioni Pescaresi in collaborazione con Alhena Entertainment e Ventidieci.

Pat Metheny è una delle maggiori star contemporanee del jazz internazionale. Quella di Pescara è l’unica data abruzzese del suo tour “An Evening with Pat Metheny”. 20 volte vincitore di Grammy, Metheny è stato recentemente inserito nella Downbeat Hall of Fame come artista più giovane e solo il quarto chitarrista (che si va ad aggiungere a Django Reinhardt, Charlie Christian e Wes Montgomery). Nel corso dei suoi concerti presenterà pezzi che hanno caratterizzato la sua carriera. Dopo i successi mondiali dei suoi dischi "Unity Band" e "Unity Group", vincitori di Grammy, e delle relative estese tournée promozionali, Metheny si è concesso una pausa nel 2015. "E’ stata la prima pausa dal 1994 – spiega il grande musicista - È stato bello essere in grado di sperimentare, fare qualche ricerca e sviluppare un po’ di idee che avevo da tempo”.
Anche se nel 2015 Metheny sul fronte dei concerti è stato meno attivo del solito, ha comunque creato l'opera di grande successo "Hommage" per Eberhard Weber acclamata dalla critica e eseguita in eventi in Europa, Giappone e America. Ha anche lavorato come Artist-in-Residence per il Detroit Jazz Festival esibendosi con i suoi ensemble, il suo compagno musicale di lunga data Gary Burton e in duetto con il leggendario bassista di Miles Davis Ron Carter.

Per questo tour Metheny ha voluto continuare "la ricerca". Sul suo nuovo concerto afferma: "Per me in questi anni lo scenario è stato sempre lo stesso; scrivere musica, fare un disco, fare un tour. Questa volta volevo rompere questo schema. Avendo così tanta musica che nel corso degli anni non ho quasi mai suonato, ho pensato che sarebbe stato divertente e interessante mettere insieme un gruppo davvero selezionato di musicisti che potesse andare oltre tutto ciò che avevo fatto in precedenza ".

A unirsi a Pat sarà ancora il suo batterista di lunga data, Antonio Sanchez, che è stato con lui in diversi contesti dal 2000. "Antonio è sempre incredibile. È uno dei più grandi batteristi di tutti i tempi e il fatto che siamo stati in grado di condividere tanta musica insieme in questi anni è qualcosa di veramente speciale per entrambi. Pat continua dicendo: ”Ha la capacità di ascoltare ed essere dentro la musica con un'intensità unica".

La bassista malese / australiano Linda May Han Oh è stata estremamente attiva sulla scena newyorkese negli ultimi anni, suonando con molti dei maggiori musicisti della scena locale. Continua Metheny: “La prima volta che ho ascoltato Linda è immediatamente entrata in cima alla mia lista di candidati. Lei ha tutto ciò che ho sempre cercato: oltre ad avere tanta fantasia, ha la grande capacità comunicativa di interagire non solo agli altri musicisti, ma anche al pubblico”. A completare l'ensemble è il pianista britannico Gwilym Simcock, uno dei più eccitanti pianisti emergenti dal Regno Unito da molti anni. Metheny lo presenta così: “Gwilym è semplicemente uno dei migliori pianisti che abbia mai ascoltato da molto, molto tempo. Con lui c’è stata un’immediata affinità comunicativa e una facilità nel suonare insieme che durante il corso della mia carriera ho riscontrato solo un paio di volte".

Sul suo nuovo concerto Metheny aggiunge: "Potrebbe davvero essere tutto e niente. Ho già scritto un po’ di nuova musica pensando proprio a questo live, ma potrei anche pensare di suonare solo musica vecchia una sera o persino di suonare interi album. Mi piace l'idea di un live aperto a qualsiasi possibilità e lasciarlo diventare qualsiasi mi venga in mente fino alla fine del tour. In questa fase, ho così tanta musica e non voglio porre confini o distinzioni tra i vari periodi della mia carriera. Con Antonio, Linda e Gwilym, penso che faremo una vasta gamma di pezzi tratti da tutta la mia musica e forse scopriremo anche dove questa mi porterà in futuro".


I biglietti per il concerto sono in vendita nei circuiti TicketOne e Ciaotickets e presso la biglietteria del Teatro D’Annunzio negli orari 10.00-13.00 e 17.00-19.00. Questi i prezzi: Poltronissima Numerata: 55.00 € c.d.p. Poltrona Numerata: 46.00 € c.d.p. Gradinata Non Numerata: 30.00 € c.d.p. Infoline: 085/4540969; 08554062,

Chieti. Estatica arriva ad uno dei suoi appuntamenti di punta con Riki, primo super ospite della rassegna. Dopo il tour invernale, andato completamente sold out con oltre 60.000 biglietti venduti, l’estivo di Riki partirà sabato 7 luglio, ore 21, dal Porto Turistico Marina di Pescara.

Evento organizzato dall’Elite Agency Group nell’ambito di Estatica, rassegna promossa dal Porto Turistico Marina di Pescara con il patrocinio della Camera di Commercio Chieti-Pescara, Provincia e Comune di Pescara.

"Siamo davvero felici - dichiara il Presidente del Marina di Pescara Luca Di Tecco - di poter ospitare un artista come Riki, all'interno della nostra rassegna, Estatica. Gode infatti di un ottimo apprezzamento di pubblico e di un grande successo, nonostante la sua giovane età”.

Biglietti disponibili nei punti vendita TicketOne www.ticketone.it e CiaoTickets www.ciaotickets.com: posto unico in piedi 29,00 (diritti di prevendita inclusi). Gli ultimi saranno in vendita la sera del concerto, dalle ore 18, al botteghino presente in loco.

Info: 0871.685020 www.elitegroup.it

Riccardo Marcuzzo, classe 1992 è nato a Milano. Da sempre innamorato delle arti rappresentative, studia recitazione, poi canto (vincendo diversi concorsi tra cui il Compasso D'Oro) e si dedica al design, studiando allo IED di Milano. Cantautore rivelazione dell’edizione 2017 di Amici di Maria de Filippi, si aggiudica la vittoria della categoria cantanti.

Il 19 maggio debutta con l’Ep d’esordio “Perdo le parole” ottenendo il triplo disco di platino e posizionandosi al #1 posto in classifica FIMI/GfK per 11 settimane consecutive, unico cantante ad aver ottenuto questo risultato nel 2017. A questi importanti traguardi si aggiungono: il disco di platino per il brano “Perdo le parole” e Disco d’Oro “Polaroid”; il #1 posto in classifica FIMI/GFK per otto settimane consecutive; i video delle sue hit su YouTube – dal lyrics video di “Perdo le parole” al più recente “Aspetterò lo Stesso” - contano oltre le 100 mila di views. RIKI sorprende i fan pubblicando, lo scorso ottobre, un nuovo album di inediti - “Mania” - certificato disco d’oro la prima settimana e successivamente disco di platino, che per tre settimane consecutive è rimasto in vetta alla classifica FIMI/GfK. "Mania" è stato anticipato dal brano “Se parlassero di noi” - anch’esso disco d’oro - che, a poche ore dalla pubblicazione, ha esordito al #1 posto di iTunes, diventando il quarto singolo di RIKI, in soli 5 mesi, a collocarsi direttamente alla prima posizione. Il 2018 comincia con la partecipazione di RIKI alla sfilata dell’ultima collezione di Dolce & Gabbana per la Milano Fashion Week dedicata alla moda uomo. A gennaio esce il singolo “Sbagliato” nato da una collaborazione tra RIKI e lowlow, astro nascente della scena rap italiana. RIKI ha composto l’inciso che va a completare in modo perfetto le strofe di lowlow. Il 2018 è l’anno del primo vero tour di RIKI, partito lo scorso 16 febbraio da Venaria Reale per 19 tappe. Anticipato da due concerti-evento lo scorso novembre, il tour ha registrato 13 sold out nei palazzetti delle principali città italiane per poi approdare all’attesissimo appuntamento del 12 aprile al Mediolanum Forum di Milano.

 

Civitella del Tronto. Come annunciato il concerto di Francesco De Gregori in programma il 4 luglio alle 21 cambia location e, dalla Fortezza, non ritenuta abbastanza capiente dalla commissione sui pubblici spettacoli, si sposta nell'Aviosuperficie Villa Selva Airpark in zona Favale di Civitella del Tronto così da accogliere i fan desiderosi di partecipare a questo evento importante per Civitella e per l'intero territorio abruzzese.
I cancelli iper il concerto si apriranno alle ore 20,00.
Alle 19,15 chi vorrà potrà godere delle note del cantautore Nanco che si esibirà in concerto insieme al quartetto d'archi dell'Istituzione Sinfonica Abruzzese in Piazza Filippi Pepe nel Borgo di Civitella, per poi recarsi al concerto di Francesco De Gregori.

Il Concerto di Francesco De Gregori è uno dei grandi eventi aggreganti che la Regione Abruzzo mette in campo per la rinascita dei territori del cratere, la cui Direzione artistica e organizzazione è affidata ad ACS Abruzzo Circuito Spettacolo con la preziosa collaborazione dell’Amministrazione Comunale, ed è parte del più ampio e capillare Festival Abruzzo dal Vivo 2018, realizzato grazie a Mibact-DGS, che prevede un cartellone ricco di appuntamenti estivi fino al 20 Luglio, programmati nei comuni colpiti dai sismi del 2016 e consultabili grazie alla App gratuita Abruzzo dal Vivo.

Napoli. In esclusiva nazionale nel settecentesco cortile di Casa Morra, Terry Riley si esibirà al pianoforte e synth con il figlio Gyan alla chitarra. Questo evento è ovviamente organizzato dalla Fondazione Morra, da sempre attenta a proporre in città le neo-avanguardie contemporanee, in collaborazione con la E-M ARTS.

Un evento unico per la città partenopea, il grande artista di musica contemporanea che ha generato la musica minimalista “ripetitiva”, seguita da tanti altri musicisti minimalisti e da formazioni di musica popolare. Negli ultimi anni è in tour con il figlio Gyan alternando momenti musicali tipici del repertorio folk e jazz fino, ovviamente, a toccare momenti di avanguardia minimale.

Nella suggestiva Casa Morra - Archivio d’Arte Contemporanea di Napoli un’occasione eccezionale per ascoltare e comprendere le intricate strutture sonore del duo Terry Riley e Gyan Riley i quali, diffondendo un'intensa e vibrante energia, ampliano la propria particolare comunicazione artistica in maniera neurotica e stimolante.
Terry espande i confini della struttura prescelta e grazie agli 'incitamenti' di Gyan giungono in direzioni insolite verso maratone di creazione spontanee e ipnotiche. Questa forza sonora interagisce con l’ambiente spaziale e il vigore del pubblico, generando un'esperienza di grande impatto che agisce nella profondità dell'animo.
Per Terry Riley la musica è un modo per collegarsi ad un potere forte, ancora indistinto. Gyan è un chitarrista virtuoso di formazione classica influenzato dalle strutture ritmiche del Nord Africa e della Spagna ed un esperto improvvisatore.

Padre e figlio generano una performance di corrispondenze intuitive in cui si influenzano a vicenda in un flusso emozionale intenso e intimo. Le strutture armoniche generate dal pianoforte e dalla chitarra, guidate dal genio umano, creano profonde tessiture sonore che si compenetrano attraverso una reciproca capacità di improvvisazione.
Per Terry e Gyan la materia sonora è un processo incessante proveniente dall'ignoto fatto di movimenti modulari e ritmi semplici che vanno intesi come una pulsazione universale costante.

Il concerto si svolgerà il 27 Luglio 2018 presso il cortile di Casa Morra in Napoli, in via Salita San Raffaele 20/c; con inizio alle ore 21:00 e biglietto unico al prezzo di euro 18,00 + d.p.

Official web
http://terryriley.net 
http://gyanriley.com  
http://www.fondazionemorra.org/it/casa-morra-home 

BIOGRAFIA TERRY RILEY

Capostipite del minimalismo, Terry Riley ha attraversato sei decenni di musica d’avanguardia restando sempre se stesso, inventando procedimenti e strutture talmente flessibili che, al pari dei suoi amati raga indiani, resistono nel tempo e influenzano un’ampia gamma di musiche in apparenza lontane e inconciliabili, dal jazz modale di Miles Davis e John Coltrane, al Canterbury sound dei Soft Machine, alla psichedelia dei Pink Floyd, ai moduli di Philip Glass e Steve Reich passando per il rock di The Who e la kosmische music dei Tangerine Dream. Famoso per l’introduzione della "ripetizione dei motivi musicali occidentali" ha ideato i primi esperimenti su tape loop e sistemi di delay che hanno lasciato un segno indelebile nella musica sperimentale. Ha iniziato a esibirsi come pianista solista negli anni '50, quando studiava composizione a San Francisco e Berkeley, in classe insieme con La Monte Young. Negli anni '60 organizza delle performances sonore prolungate fino all’alba, anticipando i rave underground.
Dopo la laurea a Berkeley, nel 1963 pubblica Music for the Gift per lo spettacolo scritto da Ken Dewey, utilizzando due registratori per generare dei brani con un sistema di delay - feedback a nastro soprannominato Time Lag Accumulator suonando in loop la versione di Chet Baker di So What di Miles Davis. Questo effetto loop scatena il suo interesse per la ripetizione come mezzo di espressione musicale, e nel 1964 completa l’opera più famosa In C, riconosciuta come pilastro della musica elettronica.
Nel ‘68/’69 con A Rainbow in Curved Air anticipa la musica ambient e nel 1970 durante il suo primo viaggio in India per studiare con il maestro vocale Pandit Pran Nath comincia la ricerca sui suoni-trance.
Nello stesso periodo, fa amicizia con David Harrington della Kronos Quartet e collabora a numerosi concerti per quartetto d’archi e orchestra, con Salome Dances for Peace (1989) Riley e Kronos sono nominati a un Grammy. Nel 2005 collabora con il poeta Michael McClure in I Like Your Eyes Liberty e nel 2008 pubblica due lavori: Cusp of Magic e Banana Humberto (etichetta Sri Moonshine). Nel 2011 pubblica con suo figlio Gyan un album di concerti dal vivo (Sri Moonshine) e successivamente la composizione Aleph, per il sintetizzatore Korg Triton 88 in origine creato per Aleph-Bet Sound Project al Jewish Museum of San Francisco, pubblicato dalla Tzadik nel 2012.
Nel 2015 si concretizza il duo The Rileys: Terry & Gyan iniziano una serie di concerti per pianoforte, synth e chitarre girando il mondo. Una celebrazione delle strutture complesse improvvisate contenenti elementi di minimalismo, jazz, ragtime e raga Indiano del Nord, combinazioni musicali che caratterizzano la musica dei Riley.

"Niente di tutto quello che ho fatto in questa vita mi ha dato più soddisfazione di improvvisare su queste canzoni con Gyan. La sua presenza, brillante e virtuosa, mi sorprende ogni volta, e mi dona grande energia. Non avrei potuto sognare una migliore unione della mente e dello spirito in questa collaborazione".
[Terry Riley]

BIOGRAFIA GYAN RILEY

Cresciuto in un ambiente altamente stimolante e ricco di sperimentazione grazie a suo padre, il noto compositore Terry Riley, Gyan sceglie la chitarra come suo strumento per la vita, vincendo il primo esemplare in una lotteria all’età di 12 anni. Dopo aver appreso a orecchio tutte le canzoni della sua collezione di audio cassette, diventandone abile interprete, si appassiona all’apprendimento delle tecniche fino a decidere di iscriversi al San Francisco Conservatory of Music.
In questo contesto ha la possibilità di studiare con David Tanenbaum e Dusan Bogdanovic, con i quali collabora in tournée. In occasione del suo diploma, nel 2002 Gyan debutta con l’album Food for the Bearded.

La variegata opera di Gyan si concentra sulle composizioni complesse, sull'improvvisazione e sul repertorio classico e contemporaneo. Ha collaborato con il Kronos Quartet, New Music USA, Carnegie Hall Corporation, American Composers Forum e con il New York Guitar Festival.
Nel corso degli anni, gira l’Europa, il Canada, l’America Latina e gli Stati Uniti con diverse tournée, sia da solista che in vari ensemble con musicisti di talento. Si è esibito con Zakir Hussain, Lou Reed, John Zorn, il Kronos Quartet, Iva Bittova, il Bang On A Can All Stars, la San Francisco Symphony, la Philadelphia Chamber Orchestra, e con suo padre, il compositore/pianista/cantante Terry Riley, come nel 2009 per il 45° Anniversario di In C al Carnegie Hall Performances di New York.
Gyan a New York si esibisce con il duo Probosc, il trio Eviyan e il quartetto di chitarra elettrica Dither. Ha composto e pubblicato quattro CD solisti e molte registrazioni ensemble/collaborative con l'etichetta Tzadik Records New York.
"... la natura improvvisativa di ciò che facciamo richiede di essere in quel tipo di mentalità d'ascolto ... Non possiamo mai davvero uscirne! Gran parte di questa è anche basata su qualsiasi energia che riceviamo dal pubblico, dallo spazio, dall'acustica e dall'esperienza complessiva. Ciò può avere un grande impatto e influisce sul modo in cui reagiamo".
[Gyan Riley]

Pescara. I 45’ Premi Internazionali Flaiano, giovedì 28 giugno si apriranno con un significativo incontro alle ore 20.30 all’Aurum di Pescara con il Concerto in ricordo di Edoardo Tiboni.

Il concerto, dal titolo “Et è pur dunque vero-Canzoni da cantare e da suonare nell’Italia del Seicento”, si colloca tra le manifestazioni del Solstizio/Equinozio – Aurum Festival.

Il concerto vede la partecipazione del baritono Furio Zanasi e dell’ Ensemble Musiqua (Giovanna Barbati alla viola da gamba, Chiara Tiboni al clavicembalo, Francesco Tomasi alla tiorba ed alla chitarra barocca).

Il programma prevede l’esecuzione di brani di noti compositori di musica barocca quali Claudio Monteverdi, Girolamo Frescobaldi, Giovanni Girolamo Kapsberger, Giovanni Felice Sances, Diego Ortiz, Giulio Caccini, Benedetto Ferrari, Gaetano Greco, Antonio Bertali, Sigismondo D’India, Tarquinio Merula.

Furio Zanasi ha iniziato la sua attività dedicandosi alla musica antica con un repertorio che va dal madrigale alla Cantata ed all’Oratorio fino all’Opera Barocca, collaborando con importanti festival internazionali in Italia ed all’estero. Si è esibito nei più importanti teatri nazionali ed internazionali ed ha inciso più di 60 dischi.

L’Ensemble Musiqua nasce invece dall’incontro di affermati musicisti che da anni collaborano come prime parti nelle più prestigiose orchestre barocche in Europa. Unendo le loro esperienze si dedicano alla ricerca ed all’esecuzione di un’originale letteratura musicale italiana del ‘600 e del ‘700, utilizzando preziosi strumenti originali con l’intento di far conoscere le sonorità e la prassi esecutiva diffuse nel periodo barocco.

Ingresso gratuito con invito fino ad esaurimento dei posti

 

Info: Segreteria Tel. 0854517898 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.premiflaiano.com 

Pagina 1 di 24

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione