Pescara. Sopralluogo questa mattina allo stadio Adriatico Cornacchia Dove sono in corso lavori di riqualificazione della pista di atletica, da parte del vice Sindaco e assessore ai Lavori pubblici Antonio Blasioli, del Presidente del Coni Enzo Imbastaro e del professor D’Agostino con i tecnici del comune di competenza per la struttura Tommaso Vespasiano e Gianluca Vianale.

“La ditta incaricata lavora alacremente per consentire lo svolgimento dei Campionati italiani assoluti di Atletica che si svolgeranno a Pescara il 7-8-9 settembre – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasiolie l’assessore allo Sport Giuliano Diodati– Si tratta di un evento importantissimo che la nostra città si è aggiudicata grazie alla sinergia fra Comune e Coni, è prevista la partecipazione di 1.300 atleti e di circa 5.000 persone fra staff e famigliari al seguito.

I lavori, per un ammontare di 230.000 euro prevedono il risanamento della pista di atletica, che ora sarà completata con l’apposizione dell’ultimo strato su cui si svolgeranno le gare. Si sta lavorando senza sosta anche alla vigilia di Ferragosto per arrivare al completamento in tempo anche con gli appuntamenti del campionato calcistico. Ringraziamo quanti si stanno adoperando per conciliare questi due eventi e al fine di ospitare al meglio gli atleti sulla pista La città si farà trovare pronta per questo fantastico appuntamento sportivo”.

Pescara. Al via a breve due importanti interventi di messa in sicurezza di alcuni snodi stradali cittadini, si tratta dell’incrocio di Via Ferrari e Via Aremogna e quello tra la Strada Comunale Prati e Via Catani. Stamane la presentazione dei lavori in conferenza stampa con il vicesindaco e assessore a Lavori Pubblici e viabilità Antonio Blasioli e il dirigente del settore Giuliano Rossi, nonché i consiglieri Piero Giampietro, Emilio Longhi, Daniela Santroni e Maria Ida D’Antonio.

“Inizieranno la prossima settimana i lavori su due incroci critici della città di Pescara, finanziati con un importo di 100 mila euro, previsto dal Fondo delle Opere Pubbliche – così il vicesindaco e assessore a Lavori Pubblici e Viabilità Antonio Blasioli- A vincere la gara, con un ribasso di circa il 20%, è stata la ditta Circe Costruzioni. Partiranno già dalla settimana prossima e dureranno circa dieci giorni i lavori che sono attesi e importanti, vista la strategicità e la fruizione delle strade interessate che sono quelle di via Ferrari e via Aremogna. Qui faremo un attraversamento a “pellicano”, cioè sfalsato, che prevede un'isola salva-persona e un collegamento con la pista ciclabile di via Aremogna che sarà presto realizzata. Il nuovo incrocio favorirà il rallentamento delle macchine e consentirà una maggiore sicurezza alla maggior parte delle persone che attraversano questo tratto stradale, molto frequentato da studenti e numerosi cittadini. L’incrocio tra via Ferrari e via Aremogna è stato preso in considerazione proprio per l’utenza pedonale e scolastica: all’uscita della stazione, capolinea di treni e autobus, molti studenti da settembre a giugno attraversano via Ferrari e via Aremogna per recarsi nel vicino Tito Acerbo o presso la scuola Di Marzio di via Arapietra. Il sabato e la domenica invece sono numerosi i cittadini che parcheggiano al piazzale delle poste e si recano in centro a piedi. I lavori saranno effettuati fuori dalla carreggiata durante le ore diurne e nella parte interna della stessa nelle ore notturne. Nessun intralcio quindi alla circolazione.

L'altro incrocio su cui andremo ad incidere è nella parte ovest di Pescara tra la Strada Comunale Prati e Via Catani, dove abbiamo riscontrato molti incidenti. Qui si opererà un allargamento della rampa di entrata-uscita su Via Catani e la realizzazione di una banchina pedonale. L’idea è quella di creare un camminamento pedonale per chi vuole venire verso il centro città, ma anche di allargare la rampa di accesso in modo da permettere a chi proviene da via Valle Fuzzina e via Selva degli Abeti e a chi abita nella parte bassa di via Catani di accedere in Strada Prati senza giri incredibili, al fine di diminuire il transito delle auto su via Colle Innamorati. Con molta probabilità, i lavori inizieranno dopo le ferie di agosto e dureranno 30 giorni circa. Già l'anno scorso siamo riusciti ad intervenire su tre incroci molto pericolosi della città di Pescara: via Don Brandano, via Vestea, via Peligni e via dei Marsi, dove oggi la mobilità è migliorata sia nel senso della percorrenza che della tutela dei pedoni”.

“Abbiamo riscontrato la pericolosità di questi due incroci cittadini grazie ai dati forniti dalla Polizia Stradale – ha sottolineato il Dirigente ai Lavori Pubblici Giuliano Rossi- In particolar modo i lavori tra Via Ferrari e Via Aremogna che serviranno a mettere in sicurezza l'attraversamento pedonale e favorire un collegamento con il Parco Centrale, dove presto nascerà una pista ciclabile che fungerà da snodo per le altre piste ciclabili cittadine. Nei prossimi mesi vedremo, infatti, nascere a Pescara numerose piste ciclabili, grazie a circa 5 milioni di euro previsti dal Bando Periferie”.

“Riscontriamo incidenti quasi tutte le mattine nell'incrocio tra Via Ferrari e Via Aremogna – aggiunge la consigliera Daniela Santroni- si tratta di una zona molto congestionata dal traffico, in particolar modo la mattina tra le 7.30 e le 8.00 e discutevamo da tempo della sistemazione di questa zona stradale, che arreca molte difficoltà anche alla circolazione dei ciclisti”.

“Stiamo intervenendo su due punti critici della città – così il consigliere Piero Giampietro- Chi viene dalle periferie per andare in centro vive quotidianamente il disagio del traffico nella zona vicino l'area di risulta - - essendo presente lì un parcheggio molto usato dai cittadini”.

“Il parcheggio nei pressi della stazione centrale rappresenta una sosta per molti e la sicurezza è oggi una questione molto importante da affrontare”, aggiunge la consiglieraMaria Ida D'Antonio.

Pescara. Sono partiti da giorni i lavori di riqualificazione della Riserva dannunziana illustrati oggi in conferenza stampa all'interno della Riserva. Si tratta di “Greenways dannunziane” il progetto con cui lo scorso 20 febbraio il Comune di Pescara ha partecipato all’Avviso Pubblico Regionale POR FESR Abruzzo 2014-2020 – Asse VI – Tutela e valorizzazione delle risorse naturali e culturali – Linea d’azione 6.6.1, che punta a rendere la riserva più aperta, particolarmente per i visitatori con disabilità e che consentirà una riqualificazione anche ambientale dell’area verde, accorciando ancora di più le distanze con i tesori naturalistici e paesaggistici che la storica “Pineta” contiene, senza nuocere al suo delicato ecosistema. Il progetto è stato approvato in data 3 maggio 2017 e appaltato alla Ipomagi Srl di Roma e alla ditta Mareta di Francavilla, prevede interventi per un importo totale di 315.000 euro che si svolgeranno in 120 giorni.

Sul posto il sindaco Marco Alessandrini, l'assessore alla Riserva Paola Marchegiani, il vicesindaco Antonio Blasioli, Gianni Melilla, promotore della legge istitutiva della Riserva, il progettista e le ditte che si sono aggiudicate l'intervento in corso dal comparto 2, il responsabile del servizio Verde Mario Caudullo, il presidente della Cooperativa Il Bosso Christian Moscone che con la cooperativa Majambiente gestisce da tempo le attività didattiche e informative del centro visite dentro la riserva, il consigliere Stefano Casciano e la dirigente per le Politiche Comunitarie Barbara Becchi.

“Questi interventi consentiranno alla Riserva di rendere più fruibili le zone aperte al pubblico – così il sindaco Marco Alessandrini– E’ necessario promuovere questo luogo che è speciale proprio in quanto riserva, una delle poche in Italia ad essere situate all’interno di una città. Conoscerla meglio significa farsi parte di una maggiore tutela del suo patrimonio verde. Un cammino in tal senso è già iniziato, perché la Riserva ha un centro visite e all’attivo un progetto ancora in corso affidato alle cooperative Il Bosso e Majambiente che nei mesi scorsi hanno portato avanti con grande competenza ed entusiasmo, un’intensa attività di conoscenza e laboratori di educazione ambientale con tutte le scuole cittadine, attività che vanno avanti anche d’estate, come attesta il calendario di seguito”.

“Il progetto è stato approvato in data 3 maggio 2017 e prevede interventi per 315.000 euro, con un ribasso del 29 per cento e che si svolgeranno in 120 giorni – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici e Verde Antonio Blasioli– Cominceremo però dalla manutenzione di tutta la rete idrica della Riserva, nei comparti 2, 3 e 4, cioè i comparti oggetto dei lavori. Chiuse da qualche mese l’Aca ci ha riconsegnato l’intera rete idrica, per cui sarà il Comune ad effettuare la manutenzione di oltre un chilometro di rete e proprio per tutelare l’assetto della Riserva, cercheremo di effettuare questi lavori con degli “spingitubi”, quindi evitando il più possibile di scavare. Terminato questo lavoro la Asl e l’Aca valuteranno la qualità dell’acqua e i fruitori abituali del parco, che sono oltre un migliaio a settimana, fra chi fa sport e i bambini, potranno bere nuovamente all’interno della Riserva. Ci tengo inoltre a sottolineare altri importanti lavori: verrà sistemato il ponticello di legno sopra il canale del comparto 2, è un struttura che è nel cuore di tutti i pescaresi, dove anch’io da bambino giocavo ed è interdetto da qualche mese, verrà risistemato, come pure i giochi presenti nel parco, così i servizi igienici a cui verranno cambiati i sanitari e ritinteggiati, ma soprattutto nell’ottica di una maggiore fruibilità e conoscenza della riserva, saranno realizzati percorsi sensoriali per non vedenti e non udenti, oltre all’utilizzo di 4 auto elettriche che saranno prelevabili all’Aurum e a cui saranno dedicati percorsi particolari per consentire l’ingresso in riserva anche dei disabili”.

“Puntiamo a rendere più inclusiva la Riserva, tutelandone, però, la speciale natura – sottolinea l'assessore Paola Marchegiani- Il nostro polmone verde non è un parco ed ha zone che sono sempre interdette alla fruizione e vietate al pubblico, perché le specie che ospita possano conservarsi e continuare a crescere. Cosa questa che è necessario valutare sia nella manutenzione che nella riqualificazione e che spiega la presenza di rovi e la scelta, condivisa con studiosi e ambientalisti, di effettuare interventi di manutenzione non distruttiva del suo ecosistema ambientale, che è nostro dovere tutelare. I lavori in corso servono a renderla maggiormente fruibile nelle aree aperte, in modo consono alla tutela che una riserva richiede e a riqualificarla. La parola chiave di tutto il progetto, come detto, è “inclusività”, sia nel senso logistico che sociale. Nel primo senso la Riserva viene inclusa negli itinerari cicloturistici della regione e dei circuiti nazionali, ma inclusiva lo diventerà di più anche dal punto di vista umano e sociale, perché abbiamo dedicato particolare attenzione all'abbattimento di ogni tipo di barriera per l'inclusione di soggetti con disabilità. L’iniziativa permetterà a tutti di fruire del patrimonio naturalistico, migliorandone l'accessibilità, non solo motoria, ma anche sensoriale e percettiva, attraverso itinerari e percorsi didattici, naturalistici e sensoriali. E’ un patrimonio di tutti dobbiamo tutelarlo e viverlo rispettandone la natura”.

“Sono qui per testimoniare sostegno al Comune in questa azione di riqualificazione della Riserva, sono convinto che questo sia il migliore biglietto da visita che Pescara può dare a chi entra da sud a questa città – aggiunge Gianni Melilla, promotore della legge di istituzione della Riserva dannunziana - Quando abbiamo deciso di tutelare l’allora Pineta è stato perché era l’ultimo lembo di 36 ettari di una enorme macchia mediterranea che un tempo si sviluppava per decine di chilometri lungo la costa. Ce ne rimanevano 36 ettari, preda di un’aggressione sistematica: c’erano discariche abusive, costruzioni faraoniche, degrado e prostituzione a tutti i livelli tutto il giorno e c’erano i bisonti della strada che entravano in pineta, calpestando questo sedime su cui passava prima la Nazionale Adriatica. Con Allora abbiamo salvato questi 36 ettari con una legge regionale che ha posto dei limiti, dei vincoli che sono e restano sacrosanti. Non solo non mi pento, ma lo rifarei migliaia di volte: salvammo l’ultimo lembo della nostra macchia mediterranea, insieme ad un altro progetto che era quello di recuperare l’Aurum, qui vicino che era un rudere. Insieme alla riserva abbiamo trovato i fondi per ristrutturarlo e riconsegnarlo alla città, com’è accaduto”.

“Verrà adeguato l'esistente ad una fruibilità diversificata – illustra il progettista PieroPandolfi- diversi temi unificheranno i comparti con un filo conduttore anche cromatico che avrà come terminale il Centro visite, all’Aurum e consentirà al visitatore di scegliere il suo percorso, contrassegnato da 10 tappe di valore, ad ognuna una postazione con QR-Code illustrerà le particolarità del luogo e darà informazioni. Azzurro il colore della mobilità protetta, arancio per percorsi salute e podistici, rosso per quello ciclabile e verde per percorsi naturalistici. Fra l'altro: i comparti ospiteranno un piccolo anfiteatro con pedana in legno per eventi culturali e musicali; verrà adeguata con materiali sostenibili la pavimentazione esistente dei percorsi, al fine di agevolare la mobilità protetta; i manufatti deteriorati saranno recuperati e riqualificati, compresi arredi, tavoli e ponticello pedonale che attraversa il canale nel comparto 2, che sarà rimosso e sostituito; verrà effettuata la manutenzione degli ordinari corpi di fabbrica, con il rifacimento totale dei servizi igienici e delle staccionate dove necessario; verrà adeguata e implementata la cartellonistica dei vari percorsi con indicazione delle vie di accesso ai comparti 2-3-4, gli arredi e i giochi”.

 

Programmazione attività delle strutture di Accoglienza e di Educazione Ambientale della Riserva Naturale Pineta Dannunziana. luglio – novembre 2018

 

L’ufficio informativo della Riserva tutti i giorni in base al calendario di apertura dell’Aurum

VISITE GUIDATE GRATUITE

• Visite guidate gratuite tutti i week end di luglio agosto e settembre a partire dalle ore 17.30 ed infra settimanali in base al calendario che verrà pubblicato settimana per settimana sulla pagina facebook della Riserva

• Visite guidate gratuite su prenotazione negli altri giorni

VISITE GUIDATE GRATUITE SCUOLE

• Visite guidate gratuite per le scuole della città di Pescara nei mesi di settembre ottobre e novembre su prenotazione

• Visite guidate per le scuole di tutta la Regione su prenotazione

LABORATORI DIDATTICI GRATUITI

-Laboratori ludico didattici gratuiti tutti i venerdì di luglio ed agosto dalle 17.30 alle 19 per bambini e ragazzi ed in particolare:

• 20 luglio Laboratorio ‘’Alla scoperta degli alberi della Riserva’’ dedicato a bambini e ragazzi tra i 6 ed i 10 anni

• 27 luglio Laboratorio ‘’I licheni come bioindicatori’’ dedicato a bambini e ragazzi tra i 6 ed i 10 anni

• 3 agosto Laboratorio ‘’Le fiabe in Pineta’’ dedicato a bambini e ragazzi tra i 4 ed 7 anni

• 10 agosto Laboratorio ‘’Gli insetti della Riserva’’ dedicato a bambini e ragazzi tra i 6 ed i 10

anni

• 17 agosto Laboratorio ‘’Orientiamoci in Riserva’’ dedicato a bambini e ragazzi tra gli 8 ed i 12

anni

• 24 agosto Laboratorio ‘’Le piante alimentari della Pineta’’ dedicato a bambini e ragazzi tra gli

8 ed i 12 anni

• 31 agosto Laboratorio ‘’Caccia al tesoro naturale’’ dedicato a bambini e ragazzi tra i 4 ed 7

anni

• Settembre (date da definire) Nordic Walking in Pineta

• Ottobre - novembre (date da definire) : Seconda edizione del Laboratorio ‘’In azione per la piccola fauna ‘’ in collaborazione con Associazione ANSA "Aiutiamo la Natura Secondo Natura’’ ddicato ad adulti e ragazzi.

 

Info anche qui:

https://www.facebook.com/pinetadannunziana http://www.pinetadannunziana.it/

Programmazione attività delle strutture di Accoglienza e di Educazione Ambientale della Riserva Naturale Pineta Dannunziana

Pescara. Partiranno martedì 24 luglio gli annunciati lavori di infrastrutturazione di via Aterno, nel tratto compreso tra via Gizio (ponte della Libertà) fino a via Raiale e aree limitrofe (uscita asse attrezzato). Il lavoro è finanziato con i fondi Terna per 761.174,72 euro, mentre 38.825,28 sono fondi comunali, per un totale di 800.000 euro. Il progettista è l'ingegner Luciano D'Amico, l’opera è inserita nel Piano Triennale delle opere pubbliche 2018/2020, elenco annuale 2018, tra cui è ricompreso l'intervento di "lavori di infrastrutturazione di via Aterno, da via Gizio a via Raiale e aree limitrofe".

“Via Aterno aspettava da anni di rinascere, varie volte siamo intervenuti con dei rattoppi con asfalto a freddo, perché avevamo progettato questo lavoro affinché potesse partire nel più breve tempo possibile e vogliamo ringraziare per prima cosa la pazienza dei residenti con i quali abbiamo condiviso tutte le fasi di questo progetto e poi l’Ufficio Tecnico che ha lavorato tanto su questo progetto, recependo la mia premura– così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli- La strada cambierà in meglio il suo volto, si opererà dapprima per la realizzazione di una nuova rete delle acque bianche che finirà per portare giovamento a tutte le traverse della zona, penso per esempio a via Fiume Verde, dove abbiamo già realizzato un tratto di acque bianche e poi con la fresatura della pavimentazione stradale esistente, la messa in quota di pozzetti e chiusini, l’adeguamento dello strato di collegamento, la realizzazione del tappeto d’usura e della segnaletica orizzontale e infine con la demolizione della pavimentazione del marciapiedi esistenti deteriorati e la realizzazione di scivoli per diversamente abili, riqualificando anche il verde. Avremo marciapiedi percorribili dalle mamme con i passeggini e dai diversamente abili e questa, che dovrebbe essere la regola, in via Aterno diventa una notizia solo nel 2018.

Via Aterno insomma è destinata a rinascere, sarà una strada sicura per entrare e uscire da Pescara e la riqualificazione aiuterà anche i mezzi di TUA, che proprio in zona ha la sua sede, a rientrare con meno disagi. Ancora una volta interveniamo con i pochi fondi a disposizione per sanare le strade più malandate, ripristinando e garantendo soprattutto la sicurezza della circolazione di tutte le utenze deboli, pedoni in primis e ritengo senza dubbio che quel tratto di via Aterno sia in assoluto il tratto messo peggio di tutta la città.

I primi giorni di lavori tuttavia saranno abbastanza difficoltosi, sia per la sosta che per il transito e voglio fare appello alla collaborazione di residenti e ai commercianti, che hanno quasi una funzione sociale per la zona: perché il sacrificio durerà qualche giorno, ma faremo in modo che dopo la prima fase di approntamento del cantiere si possa consentire comunque il transito delle autovetture. Da martedì sarà quindi vietato il transito e la sosta nella parte di via Aterno compresa da via Orfento e via San Luigi Orione, ma ripeto, la viabilità potrebbe essere consentita dopo i primissimi giorni di lavoro. Ai residenti sarà sempre assicurata l'accessibilità alle rispettive proprietà mediante l'istituzione di apposite misure di sicurezza, corridoi di transitabilità pedonale nonché riaperture progressive della strada in relazione all'avanzamento dei lavori mentre la viabilità alternativa verrà dirottata o sull’asse attrezzato o sul percorso via Stradonetto, via Sacco e via San Luigi Orione.

In zona sono inoltre pronti al decollo anche i lavori per il Pendolo 1 e Pendolo 2 con l’attuazione del bando delle periferie e a consentire una più agevole percorrenza di tutta Pescara Porta Nuova da via del Circuito fino a via Rio Sparto. Siamo in linea con il cronoprogramma ministeriale e fiduciosi di veder iniziare i lavori sui due tratti del Pendolo a fine anno, inizio 2019, una vera e attesa rivoluzione viaria della città di Pescara”.

Ortona. Sono stati avviati i lavori di sistemazione e adeguamento della strada che collega piazza Plebiscito con via Monte Maiella. L’intervento rientra nell’ambito delle attività di manutenzione della viabilità comunale e riguarda una delle intersezioni viarie più importanti del centro urbano con particolare interesse per il traffico dei mezzi di trasporto pubblico. Nello specifico l’amministrazione comunale, rispondendo anche alle esigenze emerse in un recente incontro con i rappresentanti sindacali degli operatori del trasporto pubblico, è intervenuta per migliorare la viabilità e la sicurezza in questo tratto di strada con l’allargamento della carreggiata che permetterà un transito più agevole e a doppio senso di marcia per gli autobus delle linee extraurbane che avranno il capolinea a largo Ciavocco. Inoltre la nuova viabilità porterà una diminuzione del traffico su piazza Plebiscito, che sarà invece interessata come capolinea delle linee urbane.

I lavori per un importo di circa 15mila euro assegnati alla ditta BM Asfalti di Francavilla, saranno completati con la sistemazione del marciapiede a lato della carreggiata, una nuova pavimentazione in asfalto della strada e il rifacimento della segnaletica orizzontale.

«È un intervento importante – spiega il sindaco Castiglione – che migliora la sicurezza e alleggerisce il carico di traffico su piazza Plebiscito. Quel tratto di strada attualmente versa in cattive condizioni e i lavori introdurranno una nuova viabilità nel centro urbano per evitare gli ingorghi in una zona nevralgica per il transito dei mezzi urbani. Infatti al termine dei lavori il capolinea delle linee extraurbane verrà spostato presso largo Ciavocco, una soluzione che l’amministrazione ha condiviso anche con i rappresentanti degli autisti dei mezzi di trasporto pubblico che operano in città».

San Salvo. Hanno avuto inizio i lavori costruzione a San Salvo Marina, nei pressi del lungomare Colombo, di uno skate-park multifunzionale con un finanziamento del Coni per un importo di 50mila euro e la restante quota di 10mila euro a carico del Comune.
“La capacità nel saper progettare e nel saper individuare i canali di finanziamento ci hanno permesso – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – di arricchire le nostre opere pubbliche e in particolare la dotazione di impiantistica sportiva di San Salvo Marina”.
“Con questo impianto daremo la possibilità – dice l’assessore allo Sport Tonino Marcello – di far praticare uno sport giovane all’aria aperta e che servirà da volano per le attrazioni e le manifestazioni che animano la marina durante la stagione estiva”.
Si potranno utilizzare attrezzi diversi come skateboard, rollerblade e bicicletta acrobatica.
Finanziamento del Coni inserito nel piano pluriennale predisposto con la Presidenza del Consiglio dei ministri per favorire il potenziamento delle attività sportive nelle zone periferiche.

 

Fossacesia. Sono iniziati e termineranno in 30 giorni i lavori di manutenzione e messa in sicurezza del percorso pedonale che collega il marciapiede adiacente alla SS16 Adriatica, nei pressi della rotatoria all'intersezione con la Strada Provinciale ex SS 524 Lanciano-Fossacesia, con l'ex tracciato ferroviario. Si tratta di un percorso pedonale inclinato, lungo circa 60 metri, che viene utilizzato per raggiungere il mare, soprattutto nel corso della stagione estiva. I lavori sono finanziati dalle economie derivanti dalla realizzazione della rotonda,che sono state recuperate dal sindaco Di Giuseppantonio grazie all'Anas, e prevedono tre tipologie di azioni: la messa in sicurezza del percorso pedonale che collega il marciapiede adiacente la rotatoria e l’ex tracciato ferroviario e quindi il mare attraverso la sistemazione del fondo con pavimentazione in betonelle; la messa in sicurezza dei pali di pubblica illuminazione a servizio della Statale Adriatica, a nord del rondò; la sistemazione del parapetto metallico a protezione del marciapiede adiacente la SS16, in località La Penna. “Sono lavori che avevamo messo in cantiere per rendere omogeneo il percorso pedonale esistente – dichiara il Sindaco di Fossacesia – Enrico Di Giuseppantonio -. Gli interventi procederanno senza interferire con i lavori in corso per la realizzazione della Via Verde della Costa dei Trabocchi”.

Pescara. “A giorni, e comunque in settimana, verrà sottoscritta la determina di affidamento dei lavori al Consorzio Artek di Roma per il completamento degli alloggi di via Tronto. Riprende concretamente l’iter del cosiddetto “Contratto di quartiere di via Tronto”, la ditta ha proposto un ribasso del 7,50% e l’importo netto degli interventi è pari a 3.653.114,87 di euro per un totale di 270 giorni di lavori, il cui computo partirà dall’effettiva consegna che potrebbe avvenire già la prima settimana di giugno".

Così in una nota il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Una decina di giorni di ritardo rispetto al cronoprogramma annunciato, perché il contenzioso con la precedente ditta, che pende attualmente in Corte d’Appello, ha determinato la scelta di un nuovo CTU che ci ha chiesto delle verifiche ulteriori prima di far ripartire i lavori.

Non potevamo fare altrimenti ed è così che tra il 6 luglio ed il 7 luglio è attesa la visita del CTU che deve autorizzarci alla ripresa dei lavori. Proprio per favorire l’ispezione abbiamo fornito tutta la disponibilità. Subito dopo attendiamo il via libera del CTU ma abbiamo già completato l’iter amministrativo per cominciare con i lavori. Questa procedura è particolarmente seguita dalle famiglie sfollate di via lago di Borgiano. Quasi la metà hanno trovato sistemazione nelle assegnazioni medio tempore assegnate dal Comune ma comunquesono certo che tutte guardano con attenzione a questi lavori che in 270 giorni potrebbero dare ospitalità a tutte le famiglie coinvolte in quella vicenda.

Questo cantiere ci preme molto, perché possiamo togliere dall'elenco delle incompiute un'altra opera che dal 2006 staziona in una parte sensibile di città, qual è via Tronto, all’inizio di una delle periferie più a rischio su cui, com’è noto, questa Amministrazione ha rivolto una particolare attenzione.

Inoltre questo progetto rappresenta qualcosa in più di una speranza per le famiglie costrette a lasciare le palazzine Ater di via Lago di Borgiano il luglio scorso, perché la ripartenza degli alloggi del contratto di quartiere potrebbe rappresentare per loro, che a causa dell’emergenza vissuta avranno un canale preferenziale la sistemazione definitiva, senza però dimenticare che sono stati già assegnati fondi per 11,5 milioni per la demolizione e ricostruzione delle palazzine che occupavano di via Lago di Borgiano dichiarate inagibili e pericolose e che ci consentiranno di continuare a rispondere a una delle esigenze maggiori sentite in città, qual è quella della casa.

Anche su questo fronte, dopo la riunione convocata dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso con Protezione civile regionale e Ater, stiamo predisponendo il protocollo d’intesa che sottoscriveremo con l’Ater di Pescara per progettare la demolizione dei tre palazzi inagibili e la loro ricostruzione”.

Pescara. “Settimana decisiva per il completamento dei lavori di segnaletica sulla riviera nord. La ditta riprenderà domani notte e poi mercoledì notte fino al mercato ittico e dunque alla fine degli interventi di riqualificazione.

E’ necessario questo supplemento perché a causa delle condizioni meteo avverse la scorsa settimana non è stato possibile procedere. Torneremo ad agire di notte, per incidere il meno possibile sulla circolazione, sul posto è già presente d giorni la segnaletica che avvisa di rimuovere le auto dagli stalli di sosta dalle 20, per poi avere la strada completamente libera per le linee di mezzeria e la segnaletica riferita ai parcheggi.

Indispensabile la collaborazione della città, lasciare libera la riviera mette al sicuro dalla rimozione delle auto e soprattutto aiuta a rendere più ordinata e regolare la sosta”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli.

Montesilvano. Hanno preso il via i lavori di restyling in 8 parchi di Montesilvano. Gli interventi sono cominciati da via Costa dove verrà realizzata un’area di sgambettamento cani. La stessa tipologia di interventi riguarderà anche via Salieri. Nei parchi Orione, Fonte dell’Abbazia e della Libertà verranno effettuati lavori di risistemazione delle recinzioni di ingresso, mentre nel parco Cormorano verrà collocata una giostra girevole. Nel parco di via Basilicata verranno risistemati i giochi, la recinzione del campo di pallavolo e del parco. Infine nel campo di via Emilia gli interventi riguardano la recinzione.

Iniziano oggi anche i lavori di pulizia e di messa in sicurezza di 80 palme, a cominciare dal parco Le Vele, per proseguire lunedì con quelle lato monte della riviera.

«Si tratta del terzo lotto - specifica l’assessore al verde pubblico Ernesto De Vincentiis -. Con altri due lotti le opere hanno interessato già 280 palme sulla riviera lato mare. Ora ci concentriamo sulle ultime 80 rimaste lato monte. Stiamo conducendo alcuni lavori di risistemazione anche sulle aiuole nella centralissima piazza Marconi, antistante la chiesa Sant’Antonio da Padova. Con i lavori abbiamo risistemato l’aiuola centrale ampliandola e le altre più piccole presenti nell’area».

I lavori di restyling in materia di verde pubblico non si fermano a questi interventi. Nella prossima settimana infatti verranno affidate le opere di risistemazione della rotatoria all’ingresso della città a Santa Filomena lungo la nazionale, con verde e piante nuove e la collocazione di un cemento stampato e resinato sugli spartitraffico. Altri interventi riguarderanno anche la più piccola rotatoria, sempre in zona Santa Filomena lungo via Verrotti. Infine lavori in programma anche sulla rotatoria del lungomare all’altezza di via Marinelli, dove la fontana è già stata riaccesa e presto verrà curato anche il verde».

«L’immagine della città passa anche dalla cura del verde pubblico - dice De Vincentiis - ecco perché ci abbiamo tenuto a programmare ed effettuare tali lavori proprio per rendere Montesilvano ancora più bella per questa stagione turistica».

Pagina 1 di 13

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione