Articoli filtrati per data: Dicembre 2016

Montesilvano. Borse, occhiali e scarpe contraffatte e poi giocattoli sprovvisti dei regolari marchi Ce. E’ questo il risultato di due operazioni di contrasto al commercio abusivo eseguite questa mattina. La prima è stata condotta da cinque operatori della polizia locale di Montesilvano, coordinati dal tenente Nino Carletti, e coadiuvati dalla Guardia Costiera sulla spiaggia, dall’altezza dello stabilimento balneare “La Rosa dei Venti” fino alla zona dei grandi alberghi. L’attività ha portato al sequestro amministrativo di borse e giocattoli. Contestualmente sono state elevate anche due sanzioni per un totale di 10.328 euro.

«L’obiettivo - sottolinea l’assessore alla polizia locale, Valter Cozzi - è quello di scoraggiare ogni venditore abusivo che con la propria attività danneggia il commercio regolare, di chi rispetta le norme, ma mette anche a rischio la sicurezza di chi acquista tali prodotti. I giocattoli senza marchio Ce, che sono stati sequestrati, infatti, possono anche essere pericolosi per i bambini. Ecco perché è molto importante non alimentare questo mercato, acquistando tali prodotti. Un plauso alla polizia locale e agli uomini della Guardia Costiera che hanno effettuato l’operazione di stamani».

Una seconda operazione è stata eseguita dalla polizia locale al mercato di piazza Indro Montanelli, dove sono stati sequestrati occhiali e scarpe contraffatte.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. «Ottime notizie per tutti coloro che hanno partecipato al bando Abruzzo Include. La Regione Abruzzo ha concesso al Comune di Montesilvano un ulteriore finanziamento di 200.000 euro. Questo ci consentirà di attivare il progetto per altre 42 persone». L’annuncio arriva dal vicesindaco del Comune di Montesilvano, Ottavio De Martinis.

Anche quest’anno il Comune di Montesilvano insieme all’associazione temporanea di scopo e agli enti d’ambito “Montagna Pescarese” che ingloba i Comuni di Abbateggio, Alanno, Bolognano, Bussi sul Tirino, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Corvara, Cugnoli, Lettomanoppello, Manoppello, Pescosansonesco, Pietranico, Popoli, Roccamorice, Salle, San Valentino in A.C., Sant’Eufemia a Maiella, Scafa, Serramonacesca, Tocco da Casauria, Torre Dei Passeri, Turrivalignani e “Vestino”, che comprende i Comuni di Carpineto della Nora, Civitella Casanova, Collecorvino, Farindola, Loreto A., Montebello Di Bertona, Penne, Picciano, Vicoli, Villa Celiera ha partecipato al bando regionale, presentando la proposta progettuale “NOI - Nuovi Orientamenti per l’Inclusione”, volta ad attivare forme di supporto alle persone in difficoltà e percorsi di reinserimento lavorativo. Il finanziamento ricevuto aveva consentito l’attivazione del tirocinio di 78 persone. Di queste 40 persone sono state selezionate nell’Ente d’Ambito di Montesilvano, 19 per quello “Montagna Pescarese” e altrettanti per l’ente d’ambito “Vestino”. Con l’integrazione con altri 200 mila euro del finanziamento regionale, potranno essere attivati altri 42 tirocini, 21 nell’Ente d’Ambito di Montesilvano e 21 tra gli altri due enti d’ambito.

«Questo significa – specifica De Martinis - che procederemo allo scorrimento della graduatoria di tutti coloro che hanno partecipato alla selezione ma non erano riusciti ad entrare. Siamo veramente felici di questa ulteriore opportunità che possiamo dare a quanti inizialmente erano stati esclusi. Le 120 persone complessive, alcune delle quali hanno già cominciato il loro stage, potranno eseguire un tirocinio retribuito della durata di sei mesi. Nel frattempo è ancora aperta la fase di individuazione dei soggetti ospitanti che apriranno le loro porte ai tirocinanti». La candidatura dovrà essere inviata, indicando dati anagrafici dell’azienda, tipologia di attività svolta e posizione di tirocinio offerta, a mezzo mail alla Legacoop Abruzzo, uno dei partner del progetto NOI. Le manifestazioni di interesse dovranno essere inoltrate all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando nell’oggetto: Progetto N.O.I. Manifestazione di interesse – Soggetto Ospitante.

Oltre all’attivazione dei tirocini, il progetto N.O.I. prevede, inoltre l’erogazione di prestazioni accessorie accordate al singolo tirocinante in funzione della sua posizione familiare e sociale, qualora gravato da un carico di cura di familiari conviventi (minori, anziani non auto-sufficienti, disabili) per la copertura dei costi dei servizi forniti da baby sitter, badanti, assistenti domiciliari, asili nido, centri estivi, attività extrascolastiche e doposcuola, centri ludico ricreativi, trasporto, mensa, così da agevolare il suo inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. Il progetto consiste nell’apertura di sportelli di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale uno dei quali sarà operativo negli uffici dell’Azienda Speciale.

Pubblicato in Politica

Chieti. Il 14 e 15 luglio appuntamento imperdibile per gli amanti della saga di Harry Potter: allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo (all’interno del locale e nell’area parcheggio) si terrà “Expecto Patronum”, il primo evento organizzato da “Il Mondo di Harry Potter”: ospiti speciali saranno Stefano Rossi, Aurora Moroni e Stanislav Ianevski direttamente dai film sul maghetto più famoso del mondo.

L’“Expecto Patronum” è una delle magie più difficili da realizzare:
“l'Incanto Patronus (ing: Patronus Charm)”, la cui formula è Expecto Patronum, è un incantesimo che evoca un Patronus (al plurale Patroni), forza dall'energia positiva e per metà tangibile che catalizza alcuni ricordi felici del mago evocatore e funge generalmente da protezione da creature oscure, quali i Dissennatori e in rari casi dai Lethifold. I Patroni evocati hanno la forma di un animale se evocati correttamente, altrimenti si presentano sotto forma di una nebbiolina argentea. L’ “Expecto Patronum” serve ad allontanare i Dissennatori che sono ciò che di più malvagio si possa trovare ad Hogwarts (il “dissennatore” è una creatura fra le più temibili. Tecnicamente, “un Dissennatore” è un "non-essere", si nutre della felicità degli esseri umani, seminando depressione e disperazione in tutte le persone che incontra, sia che queste vengano prese di mira o siano ignare della presenza di tale creatura).

“Il Mondo di Harry Potter”, una delle Fan Page più grandi in Italia, riferite al maghetto, ha voluto fortemente organizzare l’evento “Expecto Patronum”, questo perché, non è solo una pagina fan, ma ha come scopo dare la possibilità alle persone che la seguono (circa 40000 persone attualmente) di toccare con mano tutto ciò che ruota intorno al maghetto.
È stato fatto un gran parlare di “Voldemort: Origin of the Heir”, il fan - made della Tryangle Films riconosciuto come prequel della saga di Harry Potter dalla Warner Bros che ne detiene i diritti. Il corto è stato realizzato non a scopo di lucro.

Il 14 luglio allo Stammtisch Tavern saranno ospiti Stefano Rossi (interprete di Tom Marvolo Riddle e di numerose Fiction Rai oltre che di un film di prossima uscita con Beppe Fiorello) e Aurora Moroni (interprete di Grisha McLaggen, l’erede di Grifondoro e in Disney Channel di Sara e Marti # LaNostraStoria).

Il 15 luglio ci sarà Stanislav Yanevski (il Victor Krum che, anche se presente in un solo film della saga di Harry Potter, lo è invece in più libri perché lui è il cercatore più forte del mondo nel Quidditch. Nel film si lega ad Hermione).

Nei due giorni saranno previsti dei mercatini fino a tarda serata nel piazzale dello Stammtisch Tavern con la presenza di diciotto artigiani e Acme Fumetti e Dintorni di Pescara.
Marco De Rosa ha voluto fortemente uno spazio per gli artigiani.
La Porta Nascosta si occuperà di tutto l’intrattenimento per i bimbi con lezioni di magia e tanto altro.
La Porta Nascosta è un’associazione culturale abruzzese che ha l’obiettivo di divulgare la cultura fantasy attraverso svariate forme mediatiche.
In passato, l’Associazione si è distinta per l’organizzazione di eventi importanti, come “Cena a Grande Inverno” a tema Trono di Spade, “Avada Kedavra” a tema Harry Potter e il “Tolkien Day” a tema Signore degli Anelli; tutti hanno riscosso un grandissimo successo e sono stati riproposti per diverse edizioni, mobilitando migliaia di appassionati in tutta Italia.
Durante l’Expecto Patronum, a partire dalle ore 15, La Porta Nascosta animerà il pomeriggio con le proprie aree tematiche dedicate al mondo magico di Harry Potter: ci sarà lo smistamento del Cappello Parlante; ci saranno lezioni di Pozioni con il prof. Piton e lezioni di erbologia con la prof.ssa Sprite; ci saranno i famosi scacchi dei maghi e alcune delle creature fantastiche e spaventose di Hogwarts; saranno presenti diverse postazioni per foto e tante altre emozionanti sorprese.

Questo il programma dettagliato dei due giorni:

14 Luglio:

- Mercatini aperti dalle 10.30 fino a tarda serata.
- Dalle 19.30 alle 20.00 avrà luogo il “Butterbeer Party” al quale parteciperanno Stefano Rossi e Aurora Moroni che saranno a disposizione per selfie e autografi: l’ingresso costerà 12.50 € con un massimo di 50 persone (per i bambini fino a 10 anni ingresso gratuito).
Sarà servita la “Burrobirra” di produzione dello Stammtisch Tavern (da notare che è analcolica, a base di vaniglia, latte, panna e altro). Si concluderà così il primo giorno dell’evento Expecto Patronum per dare spazio alla cena. Lo Stammtisch Tavern rimarrà chiuso fino alle 21.00 per permettere la preparazione della cena stessa.
- Alle ore 21.00 avrà inizio la cena (costo 45 €, 250 posti limitati) alla quale parteciperanno Stefano Rossi e Aurora Moroni che saranno a disposizione per foto e autografi.

15 Luglio:

- Mercatini aperti dalle 10.30 fino a tarda serata;
- Alle 15.30 arriverà l’ospite d’onore Stanislav Ianevski che sarà a disposizione per foto e autografi fino alle 19.30 per un massimo di 70 persone. Per prenotare la foto (costo 30 €) www.wiks.it oppure presso lo Stammtisch Tavern. Si concluderà così il secondo ed ultimo giorno dell’evento Expecto Patronum per dare spazio alla cena. Lo Stammtisch Tavern rimarrà così chiuso fino alle 21.00 per permettere la preparazione della cena stessa.
- Alle ore 21.00 avrà inizio la cena (costo 65 €, 250 posti limitati) alla quale parteciperà Stanislav Ianevski che sarà a disposizione dei soli partecipanti alla cena, per foto e autografi.

Le foto saranno stampate in maniera professionale in diretta grazie ad un set fotografico a cura di Gianluca Fortunato e Giulio Tolli. Chi verrà alla cena avrà dunque anche la foto stampata al momento.

“Expecto Patronum allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
14 e 15 luglio 2018
Info e prenotazioni: www.wiks.it

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco intende promuovere e istituzionalizzare sul territorio una SCUOLA INTERNAZIONALE, a partire dalla scuola primaria fino alla secondaria superiore, con percorsi formativi spendibili a livello nazionale ed internazionale e con ambienti di apprendimento innovativi e stimolanti per innovare i percorsi di apprendimento e rendere gli studenti più preparati ad un ambito di formazione internazionale.
Per questo ha incontrato ieri dirigenti scolastici, direttori didattici e dirigenti di istituti omnicomprensivi di Pescara e Montesilvano, nonché i rappresentanti dei Comuni di Pescara e Montesilvano, con i quali procederà venerdì prossimo alla stipula di un protocollo d’intesa.

“Le più recenti ricerche relative all’insegnamento bilingue - dichiara Di Marco - hanno dimostrato che i bambini possono acquisire vantaggi evidenti in termini di sviluppo linguistico, interculturale, sociale, cognitivo e personale, senza alcuna perdita nell’apprendimento di discipline chiave. Per questo ho intenzione di istituire in Provincia di Pescara una scuola internazionale, con il contributo di molti istituti scolastici, e a partire dalla scuola primaria, in modo da offrire agli alunni l’opportunità di diplomarsi avendo già la piena padronanza delle lingue straniere ed aver acquisito un approccio culturale attivo, innovativo e al passo con le nuove tecnologie”.

Gli istituti che aderiscono al protocollo d’intesa da formalizzare venerdì prossimo, concordano sulla opportunità di realizzare un Progetto per il potenziamento del curricolo in ambito linguistico, scientifico e metodologico nei tre ordini di scuola per l'insegnamento bilingue, partendo dalle Indicazioni Nazionali MIUR del 2012 e dalle azioni di accompagnamento del 2018, basate sulla metodologia denominata Content Language Integrating Learning (di seguitoCLIL).
Le competenze da potenziare saranno:
• in ambito linguistico, a partire dalla lingua madre, consentendo alle alunne e agli alunni partecipanti al Progetto di apprendere con successo le discipline coinvolte sia in lingua italiana e sia in lingua inglese o altra lingua straniera, studiata per almeno un quinquennio, rafforzando anche l’apprendimento delle discipline stesse e di quelle insegnate in lingua inglese (CLIL);
• in ambito scientifico favorendo lo sviluppo dei processi logico-matematici e delle competenze digitali, anche attraverso il pensiero computazionale e la robotica educativa;
• in ambito metodologico promuovendo curricoli verticali, l’insegnamento per compiti di realtà, la progettazione didattica per competenze, lo sviluppo delle otto competenze chiave per l’apprendimento permanente, in particolare il senso di iniziativa e di imprenditorialità, e le abilità trasversali utili in una società in rapida evoluzione. La cura nell’educare deve mirare alla crescita dell’autonomia e della responsabilità della comunità educante tenendo presente che gli apprendimenti sono strettamente legati agli elementi emotivo-motivazionali e alla riflessione metacognitiva.

Finora hanno aderito al progetto i Comuni di Pescara e Montesilvano, l’istituto comprensivo “GIANNI RODARI”, l’istituto comprensivo “TROIANO DELFICO; l’istituto comprensivo “IGNAZIO SILONE”, l’istituto comprensivo “VILLA VERROCCHIO”, la direzione didattica II CIRCOLO L’Istituto TECNICO “E. ALESSANDRINI” e il liceo scientifico “C. D’ASCANIO”, tutte di Montesilvano, oltre che l’istituto PROFESSIONALE STATALE SERVIZI PER L’ENOGASTRONOMIA E L’OSPITALITA’ ALBERGHIERA “FILIPPO DE CECCO” di Pescara.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Buona la prima per la Vastese Beach Soccer. Nella beach arena di San Benedetto del Tronto i biancorossi in campo nella prima delle tre giornate in programma contro Noname Nettuno, partono male. Sotto di tre a zero subito nel primo tempo i ragazzi allenati da mister Sabalino riescono a reagire e non lasciarsi influenzare dal parziale cosi pesante e portare poi a casa il risultato. Fondamentale l’esperienza di alcuni giocatori come Meier e Morciano che con passaggi precisi e furbizia tattica dovuta anche ai tanti anni passati sui campi da beach spesso hanno servito con precisione i compagni che si son fatti trovare pronti e scaltri nel buttarla dentro. Una vittoria che fa morale e soprattutto tre punti d’oro in chiave salvezza contro una diretta concorrente. 5-4 il risultato finale, con reti di Pollutri, Luongo, Maier e doppietta di Antenucci per i biancorossi. Di Bernardi, Porcari e doppietta di Giordani M. le reti messe a segno dal Noname Nettuno.

“Una vittoria di cuore” le parole di uno dei veterani biancorossi Michele Vino. “Abbiamo lottato e siamo stati bravi a non disunirci e non fermarci sul tre a zero al primo tempo, momento in cui qualsiasi squadra si sarebbe potuta demoralizzare”. Sugli scudi anche i due portieri utilizzati, Cianci autore di vari interventi che han salvato il risultato e il giovane Raspa. Domani Ciappa e compagni sono attesi dalla sfida ostica contro la Lazio. I biancocelesti hanno sconfitto 9-3 il Brescia. “Squadra che è composta da tanti atleti che giocano da tanto nel beach soccer a un certo livello. Con tante individualità forti. Noi dobbiamo rimanere umili e fare il possibile ma non è contro loro che dobbiamo guadagnare punti. Siamo curiosi e saremo stimolati alla grande nel giocare contro un grande team con nomi come Maradona Jr, Platania, Costa, e tanti stranieri di un certo spessore” le parole di Ciappa. Nella sfida contro Brescia la Lazio ha trovato nel primo tempo un grande Campominosi che ha tirato giù la saracinesca e si è opposto in più di una occasione alle reti dei biancocelesti. Il Brescia è passato in vantaggio ma ha subito poco dopo il pareggio e nel secondo tempo ha ceduto alla qualità e esperienza di Flore e compagni. La Vastese Beach Soccer scenderà domani pomeriggio in campo alle 13.30 su campo A contro la Lazio, domenica invece appuntamento alle 13.30 contro il Brescia sempre sul campo A. In campo anche il Canalicchio BS con il vastese Soria in doppia veste di allenatore in seconda e giocatore. Purtroppo ha dovuto abbandonare il campo per infortunio. Il risultato è stato comunque favorevole alla sua squadra ai rigori contro Villasimius. Domani Canalicchio sfiderà il Palazzolo.

Pubblicato in Sport
Lunedì, 18 Giugno 2018 00:00

Sambuceto Calcio, Alessio Criscolo in viola

Sambuceto. Il Sambuceto Calcio piazza un colpo in attacco. Alla corte di mister Farias giunge infatti Alessio Criscolo. Classe 1995, il neo viola proviene dal River Chieti 65, squadra nella quale è cresciuto calcisticamente, ed è un jolly d’attacco, che può ricoprire quindi diversi ruoli nel reparto offensivo. Il “biglietto da visita” del giocatore è impreziosito anche dai 20 gol segnati negli ultimi due campionati di Eccellenza disputati, che lo rendono uno dei prospetti più interessanti nel panorama della massima competizione regionale abruzzese.
«Ho parlato con mister Farias e con la società e il progetto del Sambuceto mi è piaciuto sin dall’inizio», sono le prime parole di Criscolo da neo giocatore viola, «dopo cinque anni cl River, che ringrazio di vero cuore, avevo bisogno di altri stimoli, che sicuramente troverò qui a Sambuceto».
Sull’eventuale posizione in campo nello scacchiere viola, l’attaccante si mostra pronto a mettersi sin da subito al servizio della sua nuova squadra: «Seconda punta, esterno, o altro, non ho un ruolo preferito, e soprattutto sono a completa disposizione del mister. Giocherò dove vorrà in base al suo credo tattico».
Destro naturale, ma con propensione a usare anche, e bene, il sinistro, Criscolo saluta così la squadra che lo ha accompagnato nella sua crescita sportiva e umana negli ultimi 5 anni ed è pronto a tuffarsi nella nuova avventura alla Cittadella dello Sport: «Vorrei ringraziare in maniera particolare il presidente Mauro Bassi e mister Francesco Marchetti, che lo scorso anno mi ha trattato come un figlio. Il mio pensiero e ringraziamento è anche per tutti i compagni del River che ho avuto in questi anni, e che sono stati compagni di grandi battaglie a livello sportivo. Per quanto riguarda la nuova esperienza, vorrei dire grazie a mister Farias e alla società per avermi scelto e per la fiducia riposta in me. Spero di poterla ripagare sul campo».
La società viola desidera ringraziare Tiziano Lauducci per l’oculata azione intermediaria svolta per la buona riuscita della trattativa che ha portato Criscolo al Sambuceto, e il presidente del River Chieti 65 Mauro Bassi per la disponibilità dimostrata.

Pubblicato in Sport
Lunedì, 18 Giugno 2018 00:00

Ortona, il ricordo di Pantaleone Rapino

Ortona. A 100 anni dalla morte sul Monte Grappa del capitano Pantaleone Rapino, la città di Ortona ha reso omaggio al valore e il sacrificio dell’ufficiale ortonese insignito di medaglia d’oro al valore militare. La manifestazione si è svolta nella mattinata di venerdì 15 giugno, ricorrenza dei 100 anni dalla scomparsa in battaglia del Capitano Rapino, morto durante i combattimenti per difendere la postazione del fronte italiano durante la Prima guerra mondiale in località Porte di Salton sul Monte Grappa. La cerimonia si è articolata in più momenti ed è stata preceduta da un breve omaggio al monumento lungo l’Orientale che ricorda la casa natale del Capitano Rapino. Preceduto dalla Banda Città di Ortona il corteo con le autorità civili e militari, i rappresentanti delle associazioni d’arma e di volontariato e i familiari del decorato ortonese ha poi reso gli onori con la deposizione di una corona al monumento dedicato ai caduti militari a Porta Caldari. A pochi passi dalla piazza si è quindi proceduto al ricollocamento di una targa stradale per indicare la via del centro urbano intitolata al Capitano Rapino.

La seconda parte della manifestazione si è svolta a Palazzo Farnese con un convegno con gli interventi del generale Leonardo Prizzi che ha parlato del contributo dell’Abruzzo nella Prima guerra mondiale e di Lelio Del Re e Antonio Orlandi che si sono soffermati sulla figura di Pantaleone Rapino e degli altri caduti ortonesi raccontato dagli stessi in un volume fresco di stampa della casa editrice Menabò su “Ortona e i suoi figli nella Grande Guerra”. Al termine del convegno moderato dal direttore della biblioteca di Ortona Tito Vezio Viola, è stata inaugurata dal sindaco Castiglione e dal tenente colonnello dell’Esercito Antonio Minutella, al secondo piano del Palazzo Farnese, la mostra allestita dal Comando Militare Esercito Abruzzo. Un’iniziativa storico-culturale voluta dell’ufficio storico dello Stato Maggiore dell’Esercito per raccontare e far rivivere i volti e i luoghi della tragedia, che 100 anni fa cambiò la quotidianità di 5 milioni di italiani chiamati alle armi e di una intera nazione. La mostra è arricchita da cimeli relativi alla Grande Guerra del MuBa e da alcuni oggetti appartenuti al Capitano Rapino, in particolare la sciabola e alcune lettere. Inoltre su gentile concessione della famiglia Berardi è esposta la medaglia d’argento conferita al tenente di complemento Guido Berardi nel settembre 1918.

«Nelle settimane successive alla morte del capitano Rapino – dichiara il sindaco Castiglione – il suo comandante, generale Franchi, ricordando al sindaco di Ortona le qualità militari e umane del nostro concittadino chiudeva con una esortazione “la sua memoria deve essere di orgoglio alla città natale”. Oggi la sua città adempie con orgoglio alla sua memoria e si stringe con un abbraccio ai suoi familiari pensando al Capitano che riposa insieme ai suoi uomini caduti con lui e sepolti al sacrario di Bassano del Grappa».

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Il sovraffollamento del reparto di Geriatria dell'ospedale di Pescara è stato ieri protagonista di un servizio del Tg5 e per questa ragione questa mattina il consigliere comunale Massimiliano Pignoli ha deciso di scrivere al presidente della commissione consiliare Sanità.

Con la lettera Pignoli chiede che venga eseguito un sopralluogo della commissione Sanità in ospedale al fine di verificare la situazione del reparto di Geriatria alla presenza del primario e del direttore generale della Asl.

«Esprimo», dice Pignoli, «la mia solidarietà per medici e infermieri visto che un sovraffollamento del reparto equivale anche a una carenza di personale e di medici, ma bisogna essere consapevoli che non è più possibile tollerare una situazione di gravità di questo tipo che si ripete ogni anno. Lo scopo del sopralluogo della commissione dovrà proprio essere quello di risolvere in modo definitivo il problema per evitare nuove proteste ancora più eclatanti».

Pubblicato in Politica

Pescara. “Il Comune di Pescara a guida Alessandrini è stata la prima Amministrazione a eseguire indagini visive sulle alberature e dall’indagine visiva anche l’albero caduto oggi in viale Kennedy era stato valutato. La classe individuata, ripetiamo solo a seguito di una indagine visiva, ha rilevato alcune criticità che hanno comportato l’inserimento dell’esemplare in classe C, cioè tra gli alberi a pericolosità moderata e non da tagliare immediatamente, anzi diciamo da rivedere dopo 3 anni".

Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore al Verde, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Il tempo dei tre anni non era ancora scaduto, i nostri agronomi si sono subito recati sul posto stamane per verificare l’accaduto, ma possiamo anticipare che continueremo con tale monitoraggio degli alberi sul territorio cittadino e laddove gli esami dovessero manifestare l’inserimento di altri Pini in classe D, non esiteremo ad adottare le misure per garantire la sicurezza dei nostri concittadini, fatte salve le procedure di compensazione arborea che già adottiamo. Se è vero che le operazioni di manutenzione hanno richiesto dei tagli, è anche vero che sono state compiute delle ripiantumazioni, al momento 120 delle 240 previste e che proseguiremo a fare rimpiazzando gli alberi pericolosi tolti, sostituendo quelli che nel tempo nessuno ha sostituito, aggiungendone di altri in aree verdi e lungo i marciapiedi. Una pratica che dovrebbe diventare la regola anche senza la prescrizione di pericolosità, perché gli alberi sono essere viventi ed al termine del loro ciclo vitale vanno sostituiti”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. È stata presentata questa mattina in Comune la nuova autoemoteca dell'Avis Comunale Pescara che consentirà di raccogliere le donazioni di sangue anche nelle zone interne della provincia pescarese e dell'Abruzzo.

Il nuovo centro mobile dell'associazione italiana volontari del sangue, di cui è presidente Vincenzo Lattuchella, sarà ufficialmente inaugurato domenica pomeriggio dalle ore 19 con un evento in piazza Salotto con un buffet offerto dal bar Roberto e con l'animazione per adulti e bambini proposto dall'Anastasia animazioni.

Alla presentazione odierna, oltre a Lattuchella, erano presenti il sindaco Marco Alessandrini, il presidente della commissione Sanità e Sport Adamo Scurti, Aldo Spanó, direttore sanitario dell'Avis Comunale Pescara, Giulio Di Sante, presidente di Avis Abruzzo e Patrizia Accorsi, primario del Centro Trasfusionale di Pescara.

“Heromobile” il nome scelto per la nuova unità di raccolta mobile e “L'eroe che è in me. C'è un supereroe in ognuno di noi”, lo slogan scelto per il nuovo mezzo, attrezzato e tecnologico e che ospitare tre donatori alla volta. La parte grafica del mezzo è stata realizzata da Michael Palumbo, un grafico abruzzese, mentre quella del manifesto è stata opera di Stefano Bracci, un grafico pescarese.

«Quest'anno sarà un anno di grandi iniziative», spiega Lattuchella, «partiamo da questa nuova auto emoteca che sarà impegnata in tutta la Regione Abruzzo per la raccolta di sangue. Questo mezzo rappresenta oltreché la raccolta fisica del sangue anche un mezzo di comunicazione tramite una chiave un po' ironica, quella dell'eroe che c'è in ognuno di noi. Siamo alla ricerca sempre di nuovi supereroi ed è un invito a seguirci, a contattarci e a essere i nostri prossimi eroi, soprattutto i giovani tra i 18 e i 30 anni. È importante donare sangue perché a oggi non è un elemento riproducibile nella scienza, quindi la raccolta umana del sangue è diventata fondamentale, c'è bisogno che fisicamente le persone vengano a donare e ad aiutare. Siamo portati troppo al concetto che ci sia bisogno di sangue in caso di emergenze, come terremoti o incidenti, mentre abbiamo sempre bisogno di sangue. Riusciremo a fare ancora di più se tanti enti entreranno in sinergia con noi allo scopo di creare una rete solida».

«Perché donare sangue?», si chiede il sindaco Alessandrini, «perché c'è bisogno di sangue per aiutare il prossimo. Sono sicuro che si possa fare sempre di più, gli italiani non si tirano indietro quando c'è da aiutare. Siamo lieti di favorire queste associazioni, doniamo tutti il sangue».

«È una bella giornata», sottolinea Scurti, «inauguriamo la nuova autoemoteca da tanto tempo attesa per alcune procedure burocratiche. Il nuovo mezzo è bello e altamente tecnologico e ospiterà chi vorrà donare sangue. Poi a breve verrà inaugurata anche la nuova sede in piazza Salvo D'Acquisto. L'Avis è un'associazione molto attiva che fornisce anche tanti altri tipi di servizi».

«Questo nuovo centro mobile», afferma Spanò, «ci permetterà di non viaggiare più con un mezzo ormai vetusto e non perfettamente aderente ai nuovi requisiti, mentre questa autoemoteca sarà ricca di spunti tecnologici importanti e ci consentirà di lavorare con maggiore tranquillità e con un più alto livello di benessere per i donatori. È quanto di più moderno si potesse realizzare oggi. In questo modo saremo in grado di raggiungere tutta la popolazione in tutte le località abruzzesi. Puntiamo alla qualità potendo fare anche le visite preliminari per chi volesse diventare donatore, evitando la donazione diretta, ma differita con un sangue già controllato».

«È una giornata molto importante», aggiunge Di Sante, «mi complimento con l'Avis Comunale Pescara per aver realizzato questo sogno che andava avanti da parecchi anni. Non siamo autosufficienti ancora, ma come Avis siamo ventimila donatori e raccogliamo 30mila sacche di sangue all'anno. Questo centro mobile contribuirà ad aumentare la raccolta di sangue e degli emoderivati. Manca un po' la sinergia tra chi occupa posti di potere e il mondo dei volontari del sangue».

«Ci dobbiamo dare da fare», conclude la Accorsi, «perché abbiamo dei consumi alti di sangue a Pescara, con il 51 per cento che viene assorbito dal centro di Ematologia. E avvicinandoci all'estate aumenta anche la richiesta per le emergenze-urgenze visto che aumenta la popolazione locale e diminuiscono i donatori che vanno in ferie. Nonostante siano diminuiti i donatori del 3 per cento, sono aumentati del 12,5 per cento in più di donatori tra i 18 e i 55 anni. È merito dell'Avis che sta lavorando tra i giovani con costanza. La sensibilizzazione va fatta con continuità anche nei mesi estivi».

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 1953

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione