Articoli filtrati per data: Ottobre 2017

Spoltore. Valanga di reti all'Adriano Caprarese. I ragazzi di Piero Zuccarini vincono anche la seconda gara del campionato Juniores con un pirotecnico 11-2 ai danni dell'Atletico Montesilvano. Dopo il successo della settimana scorsa al San Marco di Pescara, contro la Pro Tirino, arriva anche la prima vittoria casalinga. Gara inizialmente molto equlibrata con i ragazzi di Nargiso che si sono fatti vedere in almeno due occasioni dalle parti di Bucci. Ma la riposta azulgrana non tarda ad arrivare. Dopo un paio di tentativi andati a vuoto di Monaco e Evangelista al ventesimo arriva l'azione che sblocca la gara con una rete del solito Alessio Caldo, servito da Monaco. Dopo quattro minuti arriva anche il raddoppio con una rete spettacolare di Andrea Chiavaroli che, con una sforbiciata alla Wayne Rooney, mette il sigillo alla partita. Da li in poi la gara è tutta in discesa per i padroni di casa. Prima Jacopo Evangelista realizza la terza rete su calcio di rigore, poi ancora Caldo, per ben due volte nell'arco di tre minuti porta a 5 le marcature per lo Spoltore. Nella ripresa non cambia l'inerzia della partita anzi gli spoltoresi vanno a segno altre sei volte: prima con Evangelista e Chiavaroli (doppietta per entrambi) poi con Di Flaviano, Coladonato, Maestro e Di Febo. Nel mezzo anche due gol degli ospiti con Ragno e Livi, ultimi ad arrendersi. Prossimo appuntamento per i ragazzi di Zuccarini il prossimo 11 novembre a Pietranico contro il Torre 2015.

Spoltore-Atletico Montesilvano 11-2 (20'Caldo, 24' Chiavaroli, 40' Evangelista su rigore, 42' Caldo, 45' Caldo, 49' Evangelista, 75' Chiavaroli, 78' Di Flaviano, 79' Ragno, 80'Coladonato, 82' Maestro, 89' Livi, 90' Di Febo)

Spoltore Calcio: Bucci (29'st Di Giampietro), Maestro, Pellegrini, Zucchetti (32'pt Coladonato), Chiavaroli, Cangiano, Di Flaviano, Di Biase, Monaco (10'st Di Febo), Caldo (20' stVerrocchio), Evangelista (34' stDi Giovanni). A disposizione: De Leonardis, Orlando. Allenatore: Piero Zuccarini

Atletico Montesilvano: Salvatore, Trivellone (5' st Colagrande) , Mammarella, Paci, Di Giammarino (45'pt Gioisa), Sichetti, Ragno, Coletti (27'pt Ferretti), D'Onofrio (41'pt Palumbo 10'st Galiazzo), Evangelista, Livi. A disposizione: Ciccotosto, Marchetti. Allenatore: Giambattista Nargiso

Arbitro: Luca D'Ambrosio della sezione di Pescara

Ammoniti: Cangiano (S); Salvatore, Ragno, Palumbo, Colletti (M)

Pubblicato in Sport

Ortona. Ancora in campo, ancora una partita tosta e ancora incerti i due grandi assenti della sfortunata gara contro Tuscania: Milan Bencz e Michele Simoni.

Questa volta però, non si giocherà tra le mura amiche del Palasport ortonese, ma in quello di Bergamo che soltanto qualche giorno fa era sede della squadra capolista. Poi l’ultimo turno che ha visto Tuscania aggiudicarsi tre punti ad Ortona e la stessa Bergamo cedere in casa dello Spoleto per 3 set a 0, ha stravolto la testa della classifica. Ad oggi al comando c’è la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, seguita da Spoleto e Bergamo, tutte con un punto di distacco tra di loro. Poco più giù, in lotta per il quarto (e ambito) posto in classifica ci sono Brescia, Gioia del Colle e la SIECO Service Impavida Ortona. Bergamo è squadra giovane ma composta di elementi che masticano le “serie maggiori” da diverso tempo: Dolfo, Hoogendoorn e Jovanovic solo per citarne tre. La voglia di riscatto dei bergamaschi sarà tanta ma è certo che la SIECO non si arrenderà a vestire il ruolo di mansueta vittima sacrificale. La sconfitta che la SIECO ha subito sabato sera in casa, proprio contro l’attuale capolista Tuscania ha dimostrato, per come è arrivata, che i due giovani Zanettin e Zanini, chiamati a sostituire i due veterani Bencz e Simoni, non hanno soltanto risposto “presente”, ma hanno portato la squadra ad un passo dal prendere punti. La parola al Capitano, Andrea Lanci: «La partita di sabato è stata lunga e faticosa. Con un pizzico di fortuna in più nelle azioni di gioco e soprattutto con una attenzione anche solo di poco maggiore al servizio e nei momenti clou, avremmo potuto guadagnare qualcosa anche noi. Peccato, ma testa a Bergamo dove cercheremo di limitare gli errori, perché ad una squadra di quel calibro non puoi concedere davvero nulla»
COME FARE PER SEGUIRE LA GARA: È possibile acquistare l’evento che sarà trasmesso in diretta da ElevenSports. Per prima cosa è necessario registrarsi. I collegamenti dai palazzetti saranno disponibili circa 20 minuti prima del fischio d’inizio di ogni match.

LE ALTRE GARE DEL GIRONE BLU di Mercoledì 1 Novembre 2017

Ore 16.00:
Club Italia Crai Roma – VBC Mondovì
Mosca Bruno Bolzano – Geosat Geovertical Lagonegro

Ore 18.00:
Centrale Latte del McDonald’s BS – Maury’s Italiana Ass.Tuscania

Ore 19.30:
Pool Libertas Cantù – Monini Spoleto
Gioiella Micromilk Gioia Del Colle – PAG Taviano

Pubblicato in Sport
Martedì, 31 Ottobre 2017 00:00

Il 4 novembre a San Giovanni Teatino

San Giovanni Teatino. L'amministrazione comunale di San Giovanni Teatino ha organizzato due eventi in occasione della Festa Nazionale dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate nel giorno di sabato 4 novembre 2017.
Il programma delle celebrazioni si apre alle 10.30 a San Giovanni alta. Il ritrovo è previsto in Piazza Marconi. Il corteo raggiungerà il monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale dove ci saranno la deposizione della corona d'alloro, gli Onori ai caduti, il Silenzio e l'interevento del Vicesindaco Giorgio Di Clemente
Il secondo evento è in programma a Sambuceto dalle ore 11.00. Il ritrovo delle autorità è previsto in Piazza Municipio. Il corteo raggiungerà il Monumento ai Caduti in corso Italia dove ci saranno la celebrazione della Santa Messa in onore dei caduti e la deposizione della corona d'alloro. Il Silenzio e l'intervento del Vicesindaco Giorgio Di Clemente chiuderanno la cerimonia.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Anche quest’anno il Comune ha posto ogni impegno al fine di garantire al meglio la tradizionale commemorazione dei defunti che vede il Cimitero Comunale invaso da migliaia di cittadini. A tal proposito, di concerto con la Società ‘Teate Servizi’, l’Azienda Multiservizi ‘Chieti Solidale’ e la Ditta ‘Formula Ambiente’ abbiamo provveduto ad intensificare i lavori di manutenzione e pulizia di tutte le aree, predisposto servizi integrativi alla cittadinanza quali assistenza informativa ed ausilio agli utenti nonché attivato servizi bus navetta per anziani e disabili nei punti raccolta”. È quanto comunica l’Assessore ai Lavori Pubblici e Servizi Cimiteriali, Raffaele Di Felice.

«Gli Uffici Cimiteriali - prosegue l’Assessore - garantiranno l’apertura continua al pubblico mentre verrà sospesa la possibilità di accedere all’interno del cimitero con autoveicoli privati per ovvie necessità di sicurezza. A tal proposito, tre bus navetta, di cui uno provvisto di pianale per sollevamento carrozzine, già dalla giornata del 28 ottobre e fino al 2 novembre effettueranno un servizio gratuito di trasporto nelle aree interne del cimitero dalle ore 8.30 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00 con partenza dall’ingresso degli uffici cimiteriali. Il Cimitero resterà aperto dalle ore 7.30 alle ore 17.30 e il 1 novembre dalle ore 7.30 alle ore 18.00.

Lavori di manutenzione e pulizia, compresa quella straordinaria del Sacrario Militare, sistemazione delle panchine, assistenza e informazione ai visitatori, posizionamento lungo le vie interne di 5 bagni chimici di cui uno per portatori di handicap, intensificazione degli interventi di svuotamento dei cestini porta rifiuti oltre quelli già preordinati, ripristino di parti d’asfalto sui viali e sulle pavimentazioni sconnesse, spazzature straordinarie, posizionamento fioriere d’abbellimento e servizio in borghese antitaccheggio e antiaccattonaggio degli agenti della Polizia Municipale completano il quadro degli interventi predisposti».

VIABILITÀ - Per quanto riguarda la sosta e il transito veicolare, al fine di garantire idonee condizioni di sicurezza stradale durante le giornate dedicate alla Commemorazione dei Defunti, l’Ufficio Traffico e Viabilità del Comune ha istituito il:
1. divieto di sosta con rimozione in Via P.A. Valignani, nel tratto compreso tra il civico n. 100 e l’intersezione con Via Boschetto, sul lato destro direzione P.le S. Anna, per i giorni 30 e 31 ottobre e 1° novembre 2017, dalle ore 7,00 alle ore 17,00 di ciascun giorno, al fine di consentire le occupazioni;
2. divieto di sosta con rimozione, dalle ore 8,00 del giorno 29 ottobre alle ore 18,00 del giorno 1° novembre 2017, nei seguenti tratti viari, al fine di consentire un agevole transito pedonale:
 in tutta l’area antistante l’ingresso del Cimitero che si affaccia su Via A. Fieramosca, compresa tra l’intersezione con Via A. Fieramosca ed il primo cancello;
 in tutta l’area antistante il cancello d’ingresso dell’ala nuova del Cimitero e degli uffici cimiteriali, ad eccezione dei soli stalli riservati agli invalidi;
 nel piccolo slargo antistante l’ingresso del Cimitero che si affaccia su Via E. Ianni;
3. le seguenti limitazioni, per il giorno 1° novembre 2017, dalle ore 7,00 alle ore 18,00:
 senso vietato in Via A. Fieramosca, all’intersezione con Strada per Villamagna, con conseguente senso unico di marcia veicolare direzione P.le S. Anna – Strada per Villamagna;
 senso vietato in Via F. Ferri, all’intersezione con Via Rossi, con conseguente senso unico di marcia veicolare direzione P.le S. Anna - Via D’Aragona;
 obbligo di svolta a destra per i veicoli provenienti da Via P. Rapino e diretti in Via F. Ferri;
 divieto di transito veicolare eccetto residenti in Via G. Albanese;
 divieto di sosta con rimozione in Via E. Ianni, su entrambi i lati del tratto compreso tra l’intersezione con Via Cruciani ed il civico n. 29;
4. n. 2 stalli di sosta provvisori riservati agli invalidi in Via E. Ianni, in prossimità dell’ingresso del Cimitero, dalle ore 7,00 del giorno 29 ottobre alle ore 18,00 del giorno 1° novembre 2017, con l’istituzione, negli stessi stalli, della rimozione forzata per tutti gli altri veicoli.

Pubblicato in Cronaca

Atessa. Dal primo novembre, ad Atessa, i servizi di igiene urbana e di raccolta differenziata saranno gestiti da Ecolan Spa, società partecipata da 53 Comuni della provincia di Chieti, tra cui Atessa. Nell'ultimo week end, alla vigilia dell'avvio dei nuovi servizi, l'amministrazione, al completo, ha incontrato i cittadini in un gremito teatro comunale per presentare il progetto ed informare sul corretto conferimento dei rifiuti. Per un futuro porta a porta con tutti i crismi. “Quest'incontro – ha spiegato il sindaco Giulio Borrelli ad apertura dei lavori- nasce da quell'idea di condivisione delle scelte con i cittadini che stiamo portando avanti dal nostro insediamento, avvenuto tre mesi fa”. La raccolta differenziata finora era stata nelle mani della Sapi, nonostante le lamentele da parte degli utenti. Già la precedente amministrazione aveva tentato di cambiare e di affidare il servizio ad Ecolan, senza riuscirvi. “Tra ricorsi al Tar, controversie e cause – ha evidenziato Borrelli – la questione si era impantanata ed era divenuta conflittuale, mentre le contestazioni crescevano. Noi siamo riusciti, in poco tempo, a disincagliare una situazione intricata, con un accordo con Sapi, che ha rinunciato anche ai contenziosi. Non è stata un'operazione semplice. Debbo ringraziare, per l'impegno, l'assessore al ramo, Pasquale Zaccardi, l'area tecnica e la segreteria del Comune. Così – ha aggiunto il sindaco - siamo arrivati ad Ecolan, società pubblica che già effettua questo servizio in 23 comuni, per complessivi 110mila abitanti. Ora dobbiamo collaborare tutti per una città più pulita”.

“Gli ultimi due mesi dell'anno – ha detto Massimo Ranieri, presidente Ecolan – serviranno ad organizzare le attività e ad informare correttamente, ma il calendario della raccolta rimarrà lo stesso. Dal primo gennaio 2018 cambierà tutto”. Il territorio di Atessa, per assicurare una differenziata più efficiente, è stato diviso in cinque zone: centro storico ( con 900 utenze circa), centro urbano (1.300 utenze), l'area che comprende Monte Marcone, Saletti, Piana La Fara, San Luca, Cona Colle Palumbo, Colle Grilli e Sciola (1.600 utenti); la zona industriale con tutte le sue fabbriche e gli esercizi commerciali e le altre frazioni (900). “Il porta a porta – ha proseguito Ranieri – sarà integrato da due ecoisole - una in centro un'altra in periferia -, con ecobox, per utenze non domestiche e condomini, nelle quali si potrà conferire tramite una scheda magnetica”. Saranno presto consegnati i nuovi bidoni, di cinque colori diversi, uno per tipologia di rifiuti. Il secco residuo, carta e cartone, plastica e metalli e vetro saranno raccolti, in giorni differenti, una volta a settimana; il ritiro dell'organico avverrà tre volte a settimana, ovunque.

Poi Ecolan fornirà numerosi altri servizi. Ad elencarli ancora Ranieri: “Partiremo dalla riorganizzazione del personale di settore e del Centro di raccolta di località Capragrassa, che sarà anche messo in sicurezza. Previsti poi l'attivazione di un Centro del riuso; lo spazzamento meccanico e manuale delle strade; la derattizzazione e la disinfestazione; la pulizia delle aree verdi attrezzate, di caditoie e canali; la raccolta degli inerti, degli abiti usati, degli oli vegetali, di pannolini e pannoloni; la pulizia delle aree dove si svolgono mercati e manifestazioni; la raccolta dei rifiuti abbandonati”. In municipio sarà attivato un numero verde dove i cittadini potranno chiamare per chiedere il ritiro di ingombranti, Raee e sfalci. “Sarà un working in progress – ha evidenziato Gabriele Di Pietro, direttore tecnico di Ecolan -. Abbiamo studiato a fondo la situazione e cercheremo di adattarla alle necessità di ognuno”. Di Pietro ha anche risposto a tutte le domande dei cittadini che hanno chiesto le prime delucidazioni. Diversi gli interventi. “Tante novità – ha concluso Borrelli -, tanti servizi in più, senza che si sia il rincaro della Tari (Tassa sui rifiuti)”.

Pubblicato in Cronaca

Teramo. Il Festival Interferenze alla sua XII edizione, dopo aver sconvolto i teramani con incursioni nelle strade e nelle piazze della città, martedì 7 e mercoledì 8 scompiglia ancora le carte ed esplora con il coraggio e l’intensità della sperimentazione e della ricerca artistica, gli spazi interni del Teatro Comunale di Teramo.
Stanze dimenticate, corridoi segreti, sale e foyer con una storia da raccontare, spazi nuovi, sconosciuti, che il pubblico di Interferenze scoprirà attraverso le performance del Festival.
Gli ambienti abbandonati e disabitati del Teatro diventano la cornice dei progetti artistici nati per questi luoghi o ad essi riadattati che accompagnano i “visitatori” in un tour suggestivo che invita alla riflessione.
Un viaggio che scopre tesori nascosti e ferite aperte, per comprendere quello che abbiamo perso e ciò che possiamo ancora recuperare per dare nuova dignità a un luogo simbolo della cultura e della civiltà.
Eleonora Coccagna, direttore di ACS dichiara “Il nostro lavoro a Teramo è tutto incentrato sul recupero di questo luogo che deve tornare ad essere il vero cuore pulsante della cultura della nostra città; con Intereferenze negli anni ne abbiamo scalato la facciata, abbiamo danzato in verticale sui muri esterni, quest'anno ne esploriamo gli spazi nascosti e degradati, stimolando una riflessione negli spettatori e costruendo concrete azioni da parte di tutti i portatori di interesse grazie ad un tavolo di lavoro permanente che inizia proprio a chiusura di Interferenze e continuerà per tutto l'anno. L'obiettivo è quello di rendere la Cultura reale volano di rinascita per la città, ridicolo pensare ad una migrazione in altri luoghi, perchè non è quello che serve alla nostra città, sarebbe bene investire energie e risorse pubbliche in un progetto concreto e virtuoso come quello che stiamo portando avanti noi per e nel Teatro Comunale di Teramo che pure ad oggi non viene supportato finanziariamente nè dal Comune, né dalla Provincia né dalla Fondazione Tercas. Andiamo avanti con le nostre forze e con il supporto della città, dei circa 600 abbonati alla Stagione di Prosa, che credono nel nostro progetto e ci appoggiano scegliendo il Comunale.”

Il 7 novembre la giornata è dedicata ai laboratori a numero chiuso che coinvolgono studenti provenienti da tutta la provincia per partecipare a workshop e giornate studio con ballerini professionisti quali Francesco Colaleo, Francesca Lettieri, Andrea Costanzo Martini, Manolo Perazzi, Camilla Monga e Simone Zambelli, artisti che saranno poi i protagonisti delle performance della serata di mercoledì, scelti tra le migliori proposte della Vetrina della Giovane Danza d'Autore XL di Ravenna.
Iscrizioni entro venerdì 3 novembre Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel 0861 246773

Mercoledì 8 novembre dalle 19.30 alle 21.30 gli spettatori di Interferenze vivranno due ore in immersione, accompagnati in luoghi fantastici da questi professionisti attraverso i loro lavori coreografici, zone ai confini dell’immaginario, in questo edificio che mostra due volti, ferito ma ancora vitale, in attesa del suo riscatto.
Il percorso che gli spettatori faranno assieme agli artisti si chiuderà con la proiezione di un video che mostra le ferite, le offese, lo spregio per questo luogo sacro a chi ama la Cultura. Il video, soggetto e regia di Gianfranco Manetta, riprese e montaggio di Maurizio Valleriani, vede l’accorata partecipazione di una teramana che del teatro ha fatto la sua vita: Grazia Scuccimarra.
Sempre l'8 novembre dalle 21,30 sino alle 23,00 si darà spazio alla tavola rotonda cui parteciperanno tutti i portatori di interesse dalle Associazioni, agli enti agli operatori di settore dal titolo “Teatro Comunale di Teramo: quali i possibili scenari?”, il primo di una serie di incontri operativi per dare spazio al confronto e alla costruzione di nuovi percorsi di collaborazione. Gli incontri si susseguiranno per l'intero anno, creando di fatto un tavolo permanente di confronto e programmazione.

Sono consigliati abiti e scarpe comode.

 

Biglietteria
Botteghino Teatro Comunale
Per info 0861 246773
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.acsabruzzo.it
Biglietto unico €15,00

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Tra una settimana si apre la diciottesima edizione di Jazz'n Fall, il festival jazz d'autunno di Pescara organizzato dalla Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara". Ron Carter e Richard Galliano, due veri e propri mostri sacri del jazz mondiale, saranno i protagonisti del primo concerto della rassegna che si terrà, lunedì 6 novembre 2017, alle ore 21, presso il Teatro Massimo di Pescara. La seconda parte di Jazz 'n Fall è in programma giovedì 23 e venerdì 24 novembre 2017 con giovani intepreti del jazz odierno già riconosciuti a livello internazionale come Cyrille Aimée, Melissa Aldana e Gregoire Maret e l'esibizione del Pescarajazz Ensemble.

Dopo qualche anno di assenza, Jazz 'n Fall torna all'insegna del motto "New Bottle Old Wine", voluto dal direttore artistico Lucio Fumo per esplicitare la filosofia che da sempre ha caratterizzato la rassegna: mettere artisti dalla carriera più consolidata a fianco di vere e proprie "scommesse" e, allo stesso modo, guardare tanto alle tradizioni sviluppate negli Stati Uniti e in Europa quanto ai talenti emergenti e ai musicisti in grado di evocare il futuro del jazz.

Un carattere presente sin dalle prime edizioni di Jazz 'n Fall: la presenza di artisti dalla storia monumentale come Ornette Coleman o il Modern Jazz Quartet o Sonny Rollins si è affiancata con l'invito rivolto ai musicisti come Tim Berne, Dave Douglas, Bobby Previte o Vijay Iyer, capaci di diventare i riferimenti riconosciuti in questo inizio di secolo.

Il programma della nuova edizione si misura su questo doppio fronte. L'apertura di lunedì 6 novembre 2017, avrà come protagonisti Ron Carter e Richard Galliano, due figure estrememante conosciute e amate dal pubblico, due storie di altissimo profilo come testimoniano il valore dei dischi realizzati e l'elenco davvero sterminato e prezioso delle loro collaborazioni. Si incontrano sul filo delle melodie, affrontano standard e canzoni in una dimensione cameristica attenta a cogliere tutte le sfumature del repertorio, mettono insieme libertà espressiva, curiosità e senso della storia.

Giovedì 23 novembre 2017, sarà la volta del Cyrille Aimée Quartet e del Pescarajazz Ensemble. Cresciuta in Francia, da padre francese e madre domenicana, Cyrille Aimée ha sempre tenuto presente nella costruzione del suo percorso tanto la tradizione che le tendenze più moderne, le derive elettroniche e gli spunti della world music. Arrivata all'attenzione generale sin dai suoi esordi con la vittoria in alcuni prestigiosissimi premi internazionali - come la Montreux Jazz Festival's Vocal Competition e Sarah Vaughn International Jazz Vocal Competition, ha consolidato la sua figura artistica con coerenza e senza strappi, grazie ad una discografia che conta già diversi titoli e, soprattutto, ad una musica eseguita con grande convinzione.

Il Pescarajazz Ensemble è una delle positive conseguenze della presenza di Jazz'n Fall, del festival estivo e delle rassegne invernali della Società del Teatro e della Musica: si è prodotto il terreno ideale per far fiorire una quantità di musicisti di jazz nella nostra città - e, in generale, in Abruzzo - capaci di affermarsi a livello italiano ed internazionale. Questa formazione - dalla line up aperta - raccoglie alcuni tra i rappresentanti di questa scena e, negli ultimi anni, grazie alla programmazione del CIDIM, si è esibita con grande riscontro di critica e di pubblico in giro per il mondo nei concerti organizzati dagli Istituti di Cultura Italiani all'Estero e nelle rassegne più prestigiose in Italia e fuori dai confini.

Venerdì 24 novembre 2017, la rassegna si chiude con le esibizioni del Melissa Aldana Quartet e del Gregoire Maret Quartet feat. Antonio Faraò. Melissa Aldana è ormai una figura di assoluto rilievo nel panorama della nuova generazione. Come nel caso di Cyrille Aimée, la sua storia non parte dagli Stati Uniti: la sassofonista è infatti nata in Cile ed è arrivata al jazz, sviluppando passo dopo passo una parabola artistica dove il riferimento alla storia si combina con la propria personalità ed alcuni "esotismi", si rafforza grazie alle collaborazioni con i grandi nomi e si conferma con la presenza ormai sicura e in prima fila nei più importanti festival internazionali. Il grande sassofonista Sonny Rollins ha avuto parole davvero speciali: «Melissa is the best young jazz saxophone player I've heard in a very long time.»

Dopo aver suonato nel 2011 a Pescara Jazz con Cassandra Wilson, Gregoire Maret torna a Pescara con il suo Omaggio a Toots Thielemans insieme ad una formazione europea che vede all'opera i nostri Antonio Faraò al pianoforte e Roberto Gatto alla batteria e il contrabbassista polacco Robert Kubiszyn: un progetto nato proprio grazie all'invito rivolto all'armonicista da Jazz 'n Fall. Un programma, dunque, tutto da scoprire: Maret unisce nella sua musica espressione e tecnica in una simbiosi espressiva perfetta con lo strumento che lo rende uno tra i più importanti eredi del grande Toots Thielemans e, di sicuro, quello in grado di proiettare l'armonica verso il futuro.

Tutti i concerti si svolgeranno al Teatro Massimo di Pescara. I biglietti di ingresso ai singoli concerti hanno il prezzo di 20€ (ridotto a 15€ per i soci della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara") e si possono acquistare sui circuiti online e a Pescara, presso la sede di Via Liguria, 6.

Pubblicato in Cultura e eventi

Bucchianico. Il Doogle conquista il primo punto in campionato: al Palazzetto di Bucchianico contro il Casoli finisce 1-1 una partita molto corretta e ben giocata da entrambe le formazioni, ma innervosita da un arbitraggio decisamente al di sotto delle aspettative.
A leggere il referto finale si potrebbe infatti pensare ad un match cattivo (tre espulsioni e tante ammonizioni), ma in realtà alcune “cervellotiche” decisioni del direttore di gara hanno portato a questi numeri che decisamente non rispettano quanto visto sul terreno di gioco: tanto agonismo, ma mai falli duri o gravi scorrettezze. Il Doogle ha avuto quasi sempre in mano le redini del gioco, ha subito il solito gol da una ripartenza, ma è riuscito a riequilibrare il risultato grazie ad una magistrale punizione di Simone D’Alessandro. Tante le recriminazioni però per i ragazzi di mister Zuccarini che hanno costruito belle trame di gioco ed avuto tante occasioni da rete non concretizzate un po’ per errori e un po’ per la sfortuna che sembra veramente non dare loro tregua in questo inizio di campionato.

Il match si apre con un gran tiro di Panaccio deviato in angolo. Al 3' è De Sanctis a dare una palla d’oro a Colalongo sul quale si salva in extremis il portiere Colanzi. Un minuto dopo lo stesso Colalongo cerca di eludere Colanzi, non ci riesce, ma il pallone finisce comunque sui piedi di Angelo Di Nardo che tira a lato. Una ripartenza del Casoli al 6' esalta le doti di Andrea D’Onofrio che riesce a neutralizzare la conclusione di Capuzzi. Poco dopo è Colanzi a salvare sulla botta di De Sanctis. All’11' sull’angolo di Angelo Di Nardo la palla viaggia pericolosamente sulla linea di porta casolana prima di essere allontanata in corner da un difensore. Al 12' Andrea d’Onofrio è di nuovo provvidenziale sul tiro di Capuzzi. Al quarto d’ora il diagonale di Angelo Di Nardo si spegne di un soffio a lato. Il Doogle insiste e fra il 16' e il 17' ha due occasioni, prima con Ricci e poi Buccione. Al 24' su una punizione di De Sanctis ribattuta dalla difesa ospite è Wladimiro Di Nardo a provare senza successo la conclusione. Al 26' è il Casoli a passare in vantaggio: veloce ripartenza che porta Del Prete dal fondo ad offrire un pallone a Capuzzi che deve essere solo spinto in rete a porta ormai sguarnita. Allo scadere del primo tempo un’occasione per parte: prima De Rosa si vede negare la gioia del gol da una parata miracolosa di Colanzi, poi è Andrea D’Onofrio a compiere l’intervento più difficile della partita su Del Prete.

Alla ripresa delle ostilità la prima incauta decisione dell’arbitro che al 3' infligge una seconda eccessiva ammonizione ad Angelo Di Nardo e lo espelle fra le vibranti proteste dei suoi compagni di squadra. Al 6' ennesimo legno della stagione per il Doogle colpito da De Sanctis: la palla prende in pieno il palo interno, ma torna incredibilmente in campo. Al 10' un difensore del Casoli riesce a sbrogliare una difficile situazione quasi sulla linea di porta impedendo a De Sanctis di deviare in rete il pallone. Un minuto dopo gran tiro di Toto e altrettanto grande risposta di Colanzi che devia in angolo. Mister Zuccarini prova la carta del portiere di movimento, ma i risultati tardano ad arrivare, anzi si rischia ancora quando è Wladimiro Di Nardo, fra i pali per l’occasione, a sventare su Giovannangelo. Al 21' il Doogle pareggia grazie ad un bolide su punizione di Simone D’Alessandro. La partita sfugge di mano all’arbitro che continua a prendere decisioni poco appropriate ammonendo spesso e non fischiando falli abbastanza evidenti. Il Doogle vuole fortemente i tre punti e ci prova con tutte le forze, ma prima Simone D’Alessandro si vede deviare il pallone da Colanzi in angolo (addirittura non assegnato dal direttore di gara), poi Toto ci prova ma è ancora bravo Colanzi a deviare. Andrea D’Onofrio suggella la sua buona prestazione opponendosi al tiro di D’Achille al 28'. L’occasione più grande per chiudere il match capita però al Casoli sul finale con Del Prete che però pecca d’egoismo e tira alto con un compagno completamente libero a centro area. Al momento dei saluti finali l’arbitro conclude la sua “giornata no” espellendo anche Antonio Zappalorto e Andrea D’Onofrio. Finisce 1-1. Nel prossimo turno il Doogle riposerà, appuntamento dunque fra due settimane a San Vito.

Queste le impressioni di Antonio Zappalorto a fine partita: “La partita è stata dominata da noi, loro hanno giocato bene sulle ripartenze. Sono stati bravi proprio in un’occasione del genere segnando e su quello hanno mantenuto tutto il match .
Alla fine però grazie ad una bellissima punizione di Simone D’Alessandro siamo riusciti ad acciuffare il pareggio. È stata una partita molto corretta. Leggendo il referto invece si trovano tanti ammoniti ed espulsi e sinceramente non se ne capiscono le ragioni. L’arbitro secondo me non è stato all’altezza: ha comminato dei cartellini gialli a giocatori in panchina che non stavano facendo nulla, il capitano non ha potuto parlare con lui. A fine partita, durante il saluto fair play, ha anche cacciato giocatori che lo stavano salutando. Non riesco a comprendere, ci vorrebbe forse un po’ più di competenza vista la categoria in cui giochiamo. Credo che anche la squadra avversaria sia d’accordo sulla cattiva gestione del match da parte del direttore. Ci tengo a precisare che la partita non è stata condizionata sul risultato, ma sull’andamento perché determinate decisioni ci hanno innervosito. Questo è il primo punto del campionato per noi, andiamo avanti così: abbiamo giocato molto bene colpendo l’ennesimo beffardo palo di questo inizio stagione. Penso che possiamo guardare con fiducia al futuro, sono sicuro potremo cogliere subito altri risultati positivi. La squadra è in buona salute, però ci vuole più cattiveria sotto porta”.

Pubblicato in Sport

Montesilvano. «Ancora una volta, grazie al sistema di punzonatura, promosso nell’ambito del progetto del Comune di Montesilvano, “Bici Sicura”, una bici rubata è stata ritrovata e riconsegnata al legittimo proprietario». A dirlo è l’assessore Ernesto De Vincentiis. Un cittadino residente a Pescara, che aveva effettuato il servizio di punzonatura agli inizi di ottobre, presso lo Sportello del Cittadino del Comune di Montesilvano, appena dopo 15 giorni ne aveva subito il furto. Qualche giorno fa, il proprietario ha notato nei pressi della stazione ferroviaria di Montesilvano, un senegalese alla guida del suo mezzo. Grazie al tempestivo intervento di una pattuglia dei Carabinieri, arrivata sul posto subito dopo la richiesta, il ladro è stato colto in flagranza, e il proprietario effettivo è stato identificato per mezzo del codice fiscale inciso sul telaio.
«Nemmeno un mese fa - ricorda De Vincentiis – un’altra bici era stata ritrovata sempre grazie alla marchiatura. E’ evidente quindi l’efficacia di questo servizio, che viene esportato anche in altri Comuni. Sabato infatti il Comune di Montesilvano è stato protagonista di una nuova giornata di punzonatura in piazza Salotto a Pescara, mettendo a disposizione il punzonatore, grazie alla disponibilità del nostro dipendente comunale Rocco Rosa, responsabile del progetto. In quella sede, proprio nella mattinata di sabato, è stata marchiata la bici numero 1000, di proprietà del piccolo Lorenzo Di Giampaolo, di 4 anni e residente a Pescara». A suggellare la millesima marchiatura la presenza dell’assessore De Vincentiis e del consigliere Adriano Tocco. Intanto ammontano a circa 1300 le bici punzonate dall’attivazione del servizio, nello scorso giugno. La punzonatura consiste in una marchiatura, mediante uno strumento a micro percussione, sul telaio delle bici, del codice fiscale del proprietario, che viene abbinato al numero di serie del mezzo. Sempre sul telaio viene apposta una speciale etichetta adesiva con numero progressivo. Codice fiscale, numero di telaio, numero progressivo e nominativo del proprietario della bici confluiscono in una banca dati a disposizione delle Forze dell’Ordine.
E’ possibile far marchiare gratuitamente la bici, presso lo Sportello del Cittadino al piano terra di Palazzo di Città, a Montesilvano, secondo i nuovi orari che entreranno in vigore dal 1 novembre: il mercoledì dalle 9 alle 13:30 e il martedì e il giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.00.

Pubblicato in Cronaca

Napoli. È online il nuovo singolo dei Batà Ngoma, progetto in bilico tra reggae e ritmi afrocubani, col videoclip di Don’t Stress realizzato per anticipare il nuovo disco in uscita in tutto il Mondo per Native Division Records il prossimo 22 dicembre.

La potenza di un rituale ancestrale, la pulsazione ritmica afrocubana, il vento dei Caraibi che soffia fino alle pendici del Vesuvio dove la sensibilità e l'estro di Paolo “Batà” Bianconcini, percussionista, autore e cantante cresciuto artisticamente al fianco di Enzo Avitabile ed ora band leader e mastermind, hanno intercettato quelle good vibrations che gli hanno permesso di creare il progetto Batà Ngoma.

Il nuovo disco uscirà in tutto il mondo il prossimo 22 dicembre ma da oggi è online il primo singolo estratto dall'album con la partecipazione di Simona Boo ed accompagnato da uno spettacolare videoclip realizzato da 56K Production.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione