Articoli filtrati per data: Ottobre 2017

Vasto. C’è anche Vasto insieme a Torino, Siena, Catania in un articolo dedicato al trekking urbano pubblicato ieri dal quotidiano “La Repubblica”. Quella nella città adriatica è l’unica tappa abruzzese tra i 62 Comuni italianiche hanno aderito alla XIV Giornata nazionale del trekking urbano. Una festa del turismo sostenibile con un ricco programma di iniziative alla scoperta del centro storico.
Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Vasto Francesco Menna che ha dichiarato: “Continua l’attività promozionale e turistica della nostra città, cominciata con la pubblicità lungo la dorsale autostradale, tramite i punti ristoro del Gruppo Sarni. Promozione che è proseguita, poi sulle riviste più importanti, grazie alla Riserva di Punta Aderci e al Siren Festival e con l’adesione al trekking urbano a livello nazionale, che ci porta ad essere citati da quotidiani nazionali. Attività che è sempre in itinere e che ci consente di promuovere la grande bellezza di Vasto dovunque”.

Pubblicato in Sport

Pescara. Così scrive, sulla sua pagina Facebook, Vanessa Cristina Pereira, capitana del Pescara, alla vigilia della gara con il Kick Off: “La fantasia ci trasportanel mondo dei sogni, dove tutto ciò che vogliamo è possibile, il mondo reale funziona nella stessa maniera. L'unica differenza è che nei sogni tutto accade molto velocemente, mentre nella realtà il processo degli eventi è più lento, facendo in modo che il valore del viaggio sia molto più gratificante”. Viviamo per realizzare i nostri sogni e il viaggio lento e faticoso che ci porta nel mondo reale ad inseguire le nostre ambizioni rappresenta il valore più alto della nostre vite. Forse un concetto non nuovo ma estremamente esplicativo della profonda relazione che da sempre lega il mondo dell’immaginazione a quello della realtà, il sogno di una vittoria alla sua concreta realizzazione, la fantasia a quella volontà ostinata che è propria di ogni campione. Brava Vanessa a ricordare che i sogni devono alimentare i nostri sforzi quotidiani e, soprattutto, a ricordarlo alle sue compagne di squadra, in vetta alla classifica del campionato ma ancora lontanissime dal traguardo della vittoria.
Questa volta l’ostacolo si chiama Kick Off Milano, una avversaria di prima fascia che rappresenterà un’altra prova importante e indicativa per quantificare il percorso di crescita della squadra biancazzurra. La squadra lombarda, allenata da Riccardo Russo, si fonda, infatti, su un’ossatura consolidatasi negli anni, grazie all’apporto di giocatrici esperte e di qualità. Tra queste spicca la capitana Monica Atz, trentunenne centrale difensiva brasiliana di grande forza atletica, con i suoi 181 centimetri di altezza e 65 kg di peso, e da sempre guida tecnica e morale delle sue compagne. Le All Blacks possono poi contare sui gol sia della portoghese Vieira che della catalana Nona Navarro Saez, giunta in estate dal Breganze. Completano lo starting five l’ex Olimpus Angela Di Biase, portiere di sicuro affidamento, e un’altra veterana in maglia all blacks, la venticinquenne laterale Federica Belli, inurbatasi dalla Sicilia in quel di San Donato Milanese sin dal 2012. Gli innesti operati in sede di campagna acquisti riguardano, oltre a Nona, la spagnola ex Statte e Ternana, Guti, la giovane e promettente laterale Chiara Pernazza, proveniente dalla Thienese, e l’universale Zhanna Ferrario, talento del calcio a 11 votatosi nella passata stagione alla causa del futsal. Chiudono il poster due giocatrici esperte e dalle buone qualità tecniche quali la pivot brasiliana Caroline Pesenti e la laterale Elvira Peruzza. L’ex Borgonuovo Alessia Pecoraro, giovane e promettente portiere di soli 21 anni, funge da riserva alla Di Biase, mentre sinora vani sono stati i tentativi di tesserare, l’espertissima n. 1 ucraina, classe 1981, Nadia Tsyba. Cinque le gare giocate in campionato dalle milanesi, tre le vittorie, tutte casalinghe, e due le sconfitte, di misura, accusate sui difficili campi di Cagliari e Terni. L’altisonante vittoria di 8-1, con il quale domenica scorsa le All Blacks si sono sbarazzate dello Statte, testimonia in modo chiaro e tangibile il raggiungimento di uno stato di forma ottimale da parte delle ragazze guidate da Riccardo Russo. Un impegno quindi per il Pescara da prendere con le molle se non si vogliono correre rischi inutili quanto nocivi.
Dall’infermeria biancazzurra, intanto, giungono buone notizie: Adrieli Bertè è recuperata e sarà della partita come anche Tampa, rimasta a Falconara precauzionalmente a riposo. Nessun problema per mister Segundo, quindi, alle prese con il solito dilemma. Chi tra i pali ? Antonaci o Vecchione ?
L’invito ai tifosi è quello di sempre, sostenere numerosi e con forza il dream tean biancazzurro. La gara si annuncia altamente spettacolare e si spera in una presenza massiccia sugli spalti del PalaRigopiano. Attenzione all’orario della gara, questa volta anticipato alle 15.30, quando Angelo Vocino (Roma 1) e Nicola Carbonari (Pesaro), coadiuvati al cronometro da Gianluca Rutolo (Chieti), daranno inizio alla partita. E come direbbe Vanessa … Ótimo final de semana a todos!

Pubblicato in Sport

San Salvo. Con un concerto del cantautore genovese Federico Sianni, accompagnato da Stefano Barbati (chitarra) e Marco Di Blasio (fisarmonica,) si è conclusa a San Salvo la settimana “#ioleggoperché", che ha visto il coinvolgimento delle scuole, delle biblioteche e delle librerie cittadine con eventi culturali di ogni genere. Ottocento studenti dell'Istituto superiore “R. Mattioli” e delle classi terze della scuola secondaria di primo grado “Salvo D’Acquisto” di San Salvo questa mattina in piazza San Vitale hanno partecipato all’evento organizzato dalla dirigente scolastica Annarosa Costantini. Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca nel suo saluto ha affermato: “Sono certa che questa settimana culturale rimarrà nel vostro cuore e nelle vostre menti e che vi abbia motivato alla lettura. Ogni libro è un’avventura che vi fa andare oltre i confini della vostra conoscenza arricchendovi di contenuti utili per il vostro cammino nella vita”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. «Anche quest’anno, in occasione della Commemorazione dei defunti e della Celebrazione di Ognissanti, le persone con disabilità o con difficoltà motorie troveranno assistenza all’interno del cimitero comunale per fare visita ai loro cari». Lo annuncia l’assessore alle Politiche per la disabilità, Ottavio De Martinis che prosegue: «Grazie al lavoro degli Uffici Disabili e Servizi Cimiteriali, e soprattutto grazie alla collaborazione del Comitato Locale di Penne, nello specifico dell’Unità della Croce Rossa di Montesilvano e di Cappelle, possiamo garantire un supporto a chi ne ha bisogno, attraverso l’ausilio di 10 carrozzine». L’assistenza sarà assicurata dal 31 ottobre fino al 5 novembre, da 25 volontari dalle 8 alle 17. «Voglio ringraziare il presidente del Comitato della Cri di Penne, Gianni Taucci e il referente dell’Unità di Montesilvano e Cappelle Franco Pomponio per il prezioso aiuto che ci daranno in questi giorni».

Sono in fase di conclusione anche gli interventi di risistemazione dell’ingresso principale nonché di alcuni campi di inumazione. «Abbiamo voluto - dichiara l’assessore ai Servizi Cimiteriali, Valter Cozzi - preparare al meglio il cimitero per accogliere i visitatori. Abbiamo effettuato degli interventi di risistemazione del terreno in alcuni campi. Stiamo anche predisponendo l’impianto di illuminazione presso le aree dove si trovano nuovi loculi».

L'area antistante il cimitero, fino al 5 novembre verrà inoltre riservata alla vendita di fiori da parte di operatori commerciali.

Il cimitero resterà aperto dalle 8 alle 17:45 fino al 1 novembre, mentre dal 2 novembre i cancelli resteranno aperti dalle 8 alle 16:45.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Nuovi autobus ecosostenibili, stazioni bike sharing e di ricarica per mezzi elettrici, piste ciclopedonali, nuove centraline per il rilevamento della qualità dell’aria, riqualificazione della ex Pescheria, riqualificazione del piazzale Sant’Anna, realizzazione di nuovi collegamenti pedonali nelle strade del centro storico (Largo Moricorvo, Largo Cremonesi, via dei Crociferi), creazione della rete del patrimonio culturale, installazione di reti wifi gratuite su tutto il territorio comunale, acquisto di tabelloni elettronici interattivi, installazione di paline telematiche in prossimità delle fermate degli autobus, monitor informativi sui mezzi di trasporto pubblico, il progetto ‘running city’ per la valorizzazione della pratica della corsa e della passeggiata: sono queste le importanti opere che il Comune di Chieti vedrà finanziarsi per una quota complessiva pari a 6.900.000,00 € grazie alla partecipazione al bando POR FESR Abruzzo 2014-2020 “Sviluppo Urbano Sostenibile ”.Ad annunciarlo in conferenza stampa questa mattina il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, gli Assessori Comunali, il dirigente dell’Ufficio Lavori Pubblici, Paolo Intorbida, e gli assistenti al RUP architetti Augusto Capone, Umberto Di Renzo, Gianfranco Scatigna.

OBIETTIVI - L’idea strategica del progetto per lo sviluppo della città di Chieti si basa sul potenziamento delle sue vocazioni, sul ripensamento “sostenibile” dell’impianto infrastrutturale, sia in termini di mobilità che di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT), sulla valorizzazione del patrimonio storico culturale unita a più alti livelli di eco-compatibilità ambientale e di performance in termini di mobilità con l’obiettivo generale di fondere ambiti d’intervento tra loro complementari ai fini dell’efficienza del sistema urbano: “Mobilità Sostenibile” “Smart-City” “Valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale” “Processi di rigenerazione urbana”.

INTERVENTI - Le opere finanziate con i fondi POR FESR Abruzzo 2014-2020 Asse VII “Sviluppo Urbano Sostenibile” interesseranno le seguenti azioni principali:
1) MOBILITÀ SOSTENIBILE: acquisto di nuovi autobus a basse emissioni di carbonio; realizzazione di stazioni di bike sharing e di ricarica per le auto elettriche; realizzazione di piste ciclopedonali; installazione di nuove quattro centraline per il rilevamento della qualità dell’aria. 2)VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E AMBIENTALE: riqualificazione della ex Pescheria; riqualificazione del piazzale Sant’Anna; realizzazione di nuovi collegamenti pedonali in centro storico; creazione della rete del patrimonio culturale, progetto ‘running city’.
3) ADOZIONE DI TECNOLOGIE PER L’INFORMAZIONE E LA COMUNICAZIONE: installazione di nuove reti wifi gratuite su tutto il territorio comunale; acquisto di tabelloni elettronici interattivi; installazione di paline telematiche in prossimità delle fermate degli autobus.

Per quanto riguarda la mobilità sostenibile si procederà al rinnovo del materiale rotabile del Tpl attraverso l’acquisto di 2 City Bus Elettrici a zero emissioni di carbonio con ricarica a pantografo per attingere la corrente dalla linea filoviaria (lunghezza 7,5 - 8,0 ml, con batterie al litio di nuova generazione) e 7 autobus diesel Euro 6 (di cui n° 2 da 8 ml, n°2 da 9,5 ml e n° 3 da 12,10 ml) con basse emissioni e abbattimento dei livelli di particolato nell’aria. Su tutti i mezzi sarà installato il DST (Driving Style Tutor) per favorire una guida ecologica riducendo il consumo di carburante e le emissioni inquinanti.
Nell’ambito dell’azione ci sarà un cofinanziamento della Società di Trasporto Pubblico “LA PANORAMICA” per 5 autobus a motorizzazione diesel Euro 6 (di cui n. 1 da 12,10 ml e n. 4 da 10,60 ml) con basse emissioni e abbattimento dei livelli di particolato nell’aria. Su tutti i nuovi mezzi sarà installato il DST (Driving Style Tutor).

Saranno sviluppate altresì iniziative di bike sharing e charging-hub attraverso l’installazione di 6 CICLO-STAZIONI DI RICARICA BIKE SHARING con autoalimentazione a pannelli fotovoltaici composte da 60 cicloposteggi, 60 biciclette elettriche, 60 cavi antifurto, 60 kit tessera elettronica e segnaletica; 6 STAZIONI DI RICARICA AUTO ELETTRICHE (CHARGING HUB) con autoalimentazione a pannelli fotovoltaici distribuite in 6 nodi urbani principali: Piazza Garibaldi – Largo Cavallerizza – Villa Comunale - Centro Commerciale Megalò – Stazione Ferroviaria di Chieti Scalo – Campus Universitario.

Sarà realizzata una PISTA CICLOPEDONALE A CHIETI SCALO nel tratto “Stadio Angelini – Stazione - S.Martino” (lunghezza 5,5 km) lungo via Amiterno, via Casalbordino, via Caduti sul Lavoro, via Ortona, via Bellini, Via Colonnetta, anello con Via Maestri del Lavoro (per raggiungere gli impianti della Piscina Comunale), via F.lli Palizzi, via Ricciardi, via Pescara, anello via G. D’Annunzio, via F.lli Pomilio. Saranno realizzati la segnaletica verticale in corrispondenza delle intersezioni, la segnaletica orizzontale a dissuasione sonora, il rifacimento della pavimentazione stradale e dei marciapiedi interessati mediante l’uso prevalente di conglomerato bituminoso drenante e fonoassorbente, dispositivi di sicurezza per garantire il livello di attenzione in particolare nelle ore notturne, impianti di pubblica illuminazione al fine di migliorare le condizioni di visibilità.

Nell’ambito della mobilità sostenibile saranno installate 4 NUOVE CENTRALINE DI RILEVAMENTO DELLA QUALITA’ DELL’ARIA e ripristinate le 2 centraline esistenti.

Riqualificazione dell’ex PESCHERIA (FORO Sm@rTeate) quale nuova sede del Centro di supervisione e controllo integrato del sistema di informazione e comunicazione delle attività che si svolgono in città attraverso la valorizzazione della piazzetta di pertinenza. Il progetto individua i locali dell’ex Pescheria come luogo dedicato ai servizi per l’informazione turistica e dell’attività culturale nonché all’esposizione temporanea di opere d’arte.

Progetto PORTA dei CROCIFERI
L’Amministrazione Comunale ha promosso un progetto di nuova accessibilità al Centro Storico utilizzando uno stabile di proprietà non più in uso per creare un passaggio pedonale denominato “Porta dei Crociferi” che conduce all’esterno del centro storico su via Silvino Olivieri.

Riqualificazione del PIAZZALE S. ANNA (spostamento del Capolinea della Filovia lungo Via Ettore Janni) e nuovo arredo urbano
Il progetto prevede, attraverso un primo lotto di lavori, il recupero e la valorizzazione di un importante luogo della città attraverso il propedeutico spostamento impiantistico del Terminal della linea urbana 1 della filovia lungo via E. Janni in un’area posta a circa 300 ml di distanza dal Piazzale Sant’Anna. Il secondo lotto di lavori prevede la riqualificazione architettonica del Piazzale Sant’Anna. Nuove opere di arredo urbano (pavimentazione, fontana, panchine, illuminazione, ecc.) consentiranno l’uso pedonale esclusivo del sagrato della Chiesa nonché il miglioramento della qualità del paesaggio urbano.

Risalita pedonale lungo l’asse dei LARGHI MORICORVO E CREMONESI
Il progetto prevede la valorizzazione, con appositi interventi di manutenzione stradale e arredo urbano, delle strade di risalita che, dal parcheggio di via Papa Giovanni XXIII, conducono al nucleo storico della città attraversando i caratteristici Largo Moricorvo e Largo Cremonesi.

CREAZIONE DELLA RETE DEL PATRIMONIO CULTURALE (e-CULTURE)
Messa in rete dell’intero patrimonio culturale del Comune di Chieti tramite informazioni in tempo reale sull’accessibilità alle istituzioni culturali cittadine (Museo Archeologico Villa Frigerj, Museo La Civitella, Museo d’Arte Costantino Barbella, Biblioteca Provinciale De Meis, Teatro Marrucino, Teatro dello Scalo, ecc.), alle sedi per l’esposizione temporanea di opere d’arte (Galleria Camera di Commercio di Corso Marrucino, Ex Pescheria di via Arniense, ecc) e agli eventi artistico-culturali in tempo reale con possibilità di biglietteria telematica.

PROGETTO “RUNNING CITY” - CONOSCENZA DELLA CITTÀ E SALUTE
Valorizzazione della rete di tracciati viari esistenti con specifiche caratteristiche ambientali e storico/culturali per la pratica della corsa e della passeggiata. L’azione prevede la realizzazione di due percorsi running, uno per la città alta, l’altro per lo Scalo.
(Madonna delle Piane-Fiume Pescara; Crocifisso-Prima Villa; S. Martino-Università; Tricalle-S. Salvatore; Stadio-Università; Vallone Fagnano-ex ferrovia, S. Filomena-Fiume Pescara; Chieti Centro).
Diffusione sul territorio comunale della CONNESSIONE FREE WIFI attraverso l’ installazione di 6 antenne (stazioni-base) di trasmissione e di 28 ripetitori della stessa rete Free WiFi per l’ottimizzazione del segnale in aree particolarmente difficoltose alla ricezione, come il centro storico.

Sistema di Informazione e Comunicazione cittadina “SM@RTEATE attraverso l’installazione di 28 totem digitali interattivi dotati di monitor touchscreen nei luoghi più frequentati (Ex Pescheria Via Arniense, P.zza San Giustino, P.zza G.B. Vico, P.zza Trento e Trieste, Villa Comunale, Largo Santa Maria, P.zza Matteotti, P.zza Garibaldi, P.le Sant’Anna, P.le Marconi, P.zza Carafa, Campus Universitario, Centro Commerciale Megalò e in corrispondenza dei grandi parcheggi di scambio intermodale come la Stazione Funicolare di valle, la Stazione Funicolare di monte, Via Papa Giovanni XXIII, ex Caserma Berardi, ex Pediatrico, Via Ciampoli), recanti informazioni in tempo reale su mobilità, uffici amministrativi, gestione dei rifiuti, avvisi turistici, etc.

Creazione della RETE E-MOBILITY: Interfaccia interattiva “e-Mobility” dedicata al sistema informativo della mobilità urbana inserita nel palinsesto telematico della rete Sm@rTeate e Centro di supervisione e controllo integrato della mobilità urbana attraverso terminali telematici da installare nella centrale operativa del Gestore del TPL.

6 PALINE TELEMATICHE IN PROSSIMITÀ DELLE FERMATE DEGLI AUTOBUS A PIU’ ALTA FREQUENTAZIONE DI UTENZA: dispositivi elettronici dotati di display a LED per comunicare all’utenza informazioni riguardanti l’arrivo dei mezzi pubblici, il numero di linea, destinazione e tempi di attesa. Oltre ad orientare l'utenza con i dati previsionali, le paline informative dispongono di un sistema audio per diffondere in modo vocale i messaggi visualizzati al fine di agevolare le persone non vedenti.
(n°2 ai Capolinea della filovia di Via dei Vestini e di P.le S.Anna, n° 2 in corrispondenza delle due Stazioni FS di Chiesti Scalo e Madonna delle Piane, n° 1 in Largo Cavallerizza-direzione Chieti Scalo e n° 1 Via AsinioHerio-direzione Sant’Anna).

SISTEMA MULTIMEDIALE DA INSTALLARE A BORDO DEI 14 NUOVI AUTOBUS (ELETTRICI ED EURO 6) E SUI 5 FILOBUS ESISTENTI. Il sistema fornisce indicazioni in tempo reale sul percorso, sul servizio pubblico o informazioni di tipo pubblicitario attraverso monitor a colori LCD-TFT di ultima generazione.

Pubblicato in Politica

Spoltore. Per la decima giornata di campionato domani, domenica 29 ottobre, all'Adriano Caprarese arriva il temibilissimo Paterno. Fischio di inizo fissato per le 14.30 La compagine targata Tonino Torti, seconda forza del torneo non viene da un buon momento. Solamente un punto raccolto nelle ultime due partite. Mister Donato Ronci invece dovrà rinuncciare ancora a Mottola, Sborgia, Ewansiha e Mbodj. Confermato, almeno sulla carta, l'undici che ha fermato il Sambuceto. Proietti a difesa dei pali. Linea difensiva a quattro composta da: D'Intino, Buonafortuna, Sbaraglia e Vitale. Le chiavi del centrocampo sono affidate a capitan Di Camillo supportato ai lati da Zanetti e Morales. In attacco confermato il tridente delle meraviglie con il 'sindaco', Grassi (tre gol in campionato), il 'cigno' Ranieri (due reti) e il 'professore' Nardone (quattro reti fin'ora). Arbitrerà l'incontro Leonardo Mastrodomenico di Policoro coadiuvato da Mirco Carullo di Lanciano e Lorenza Caporali di Pescara.

Donato Ronci: "Veniamo da un buon momento e non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia. Il Paterno è un avversario durissimo, d'altronde la classifica parla chiaro. Purtroppo domenica scorsa siamo stati sfortunati. Abbiamo giocato per sessanta minuti ad una sola porta, anche se qualcuno vuol far credere il contrario. Purtroppo la fortuna non è stata amica nostra sulle conclusioni di Ranieri (prima il miracolo di Testa e poi la traversa a portire battuto) e sul palo colpito da Sbaraglia, in occasione dell'angolo battuto da Grassi. Ma va bene così, andiamo avanti a testa alta".

Pubblicato in Sport

Chieti. Torna il campionato dopo due settimane di stop. Il Chieti Calcio Femminile sarà impegnato in casa contro la Lazio squadra che è reduce da due vittorie su due partite disputate.
Sarà un match difficile per le ragazze di mister Lello Di Camillo che hanno lavorato duramente per arrivare pronte all’impegno e cercare di replicare la brillante vittoria colta in trasferta contro la Virtus Partenope nell’ultimo match ufficiale disputato.
Con la Lazio si giocherà allo Stadio “N. Marcantonio” di Cepagatti alle 14.30.
Barbara Benedetti è una delle ragazze rimaste a Chieti per abbracciare il nuovo progetto della società neroverde. Ormai è una veterana visto che questa per lei è la sesta stagione nel capoluogo teatino.
Così presenta il match contro la Lazio:
“In queste due settimane abbiamo lavorato duramente, la scorsa più dal punto di vista tecnico, in questa più sul campo. Ci aspetta una partita difficile contro una buona squadra che viene da due vittorie su due match disputati. Dovremo dare prova di carattere in campo, sono fiduciosa visto che ci siamo allenate bene. Veniamo da una sconfitta alla prima ed una vittoria alla seconda, quest’ultima convincente contro la Virtus Partenope. Vogliamo continuare la striscia positiva e conquistare i tre punti: dobbiamo vincere nella speranza di giocare anche bene”.
Barbara Benedetti mette in evidenza le difficoltà del match sottolineando la forza delle avversarie: “La Lazio è una buona squadra, temo la loro maggiore esperienza rispetto a noi. Giochiamo in casa e speriamo sia un vantaggio. Non dobbiamo sottovalutare il loro valore: hanno sempre giocato in alte categorie. Ci sono due o tre giocatrici che sono storiche, a centrocampo sono messe molto bene. La nostra arma deve essere l’unione, dobbiamo avere la grinta giusta in campo e dimostrare di avere la voglia di vincere”.
Barbara Benedetti ha le idee chiare anche sull’obiettivo stagionale del Chieti:
“Per me è il sesto anno qui. In questa stagione bisognerà provare a raggiungere il terzo posto che permetterebbe di mantenere la categoria visto che ci sarà la riforma dei campionati: come si sa se arrivassimo dal quarto posto in giù andremmo infatti andremmo a disputare il Campionato Interregionale quindi il terzo posto sarà il nostro primo obiettivo. È chiaro che sarà dura visto che ci sono tante compagini di livello. Siamo una squadra tutta nuova, ricostruita da zero, con poche giocatrici dello scorso anno rimaste. Le ragazze che sono arrivate sono tutte bravissime sia dentro che fuori campo: ci stiamo trovando molto bene, siamo un bel gruppo, siamo unite. Ora dovremo dimostrare le nostre qualità in ogni partita”.

Pubblicato in Sport

Chieti. E’ tutto pronto per la supersfida Chieti F.C. – Real Giulianova tra due piazze affamate di calcio che tentano la risalita in palcoscenici più importanti. Questo è il piatto forte del decimo turno nel campionato di Eccellenza.
Appena sette giorni fa il Real Giulianova grazie al successo sul Capistrello al “R.Fadini” ha scalzato dalla vetta il Paterno, mentre i neroverdi sono reduci dallo stop di Martinsicuro dopo sette risultati utili consecutivi.
I ragazzi del Presidente Trevisan sono fermi a 17 punti, tre in meno dei giuliesi.
Match che richiamerà un gran pubblico sugli spalti del “Guido Angelini” visto che la prevendita in casa Teatina e giallorossa procede a buon ritmo.
Snodo importante in chiave classifica per entrambe le squadre trattandosi di uno scontro diretto.
Gabriele Aielli, in settimana, ha lavorato molto per cancellare lo stop patito nello scorso turno. Motivazioni alte, quindi, in casa neroverde per riscattare il k.o. immeritato di Martinsicuro, dove la squadra meritava il pareggio per il gioco prodotto in campo e soprattutto per le due traverse colpite.
Il Real Giulianova di Attilio Piccioni è una compagine solida costruita con nomi altisonanti come D’Alessandro,Lenart, Tozzi Borsoi (capocannoniere con 6 gol), Fuschi, e il capitanogiuliese doc, Federico Del Grosso, ex di turno, domani squalificato.
Il Presidente Giulio Trevisan inquadra così la sfida di domani:
“ mi aspetto una bella partita tra due squadre costruite per vincere. La squadra in settimana ha lavorato bene e metabolizzato al meglio la sconfitta immeritata di Martinsicuro. Speriamo di regalare al pubblico Teatino una bella vittoria per tornare a far punti”.
Top secret le due formazioni: nel Chieti F.C. tutti disponibili ad eccezione di Fruci e Calderaro. Nel Giulianova assente per squalifica Federico Del Grosso.
Chieti F.C. – Real Giulianova è stata affidata al sig. Marco Maria Di Nosse della sezione di Nocera Inferiore (assistentiBosco di Lanciano e Cortellessa di Sulmona). Da domani le partite prenderanno il via alle ore 14:30. Intanto,grande successo ha riscosso in settimana l’iniziativa lanciata dal settore marketing del sodalizio neroverde denominata “Scuola Neroverde” per coinvolgere ragazzi e famiglie. Il difensore Simone Patacchiolaha distribuito groupon gratuiti agli alunni della scuola media “G. Mezzanotte”. Ricordiamo che la biglietteria dello stadio aprirà alle 13:30.

Pubblicato in Sport

Roma. A teatro per imparare l’arte della seduzione? Perché no! Certo, una cena a lume di candela sulla spiaggia di un qualche paradiso tropicale offre maggiori possibilità di riuscita di un pomeriggio a teatro o di una onesta cenetta al risparmio in qualche osteria romana. La sfida non riguarda il luogo, ma l’atmosfera che si riesce a creare, perché quello che conta non è il posto, ma le persone che lo abitano. Prestare attenzione all’altro paga. A Roma sabato 11 novembre a Roma al Teatro Keiros (in via Padova 38/A) dalle 11 alle 17 lo psicoterapeuta Giovanni Porta farà salire sul palco voi, per sperimentare in tutta sicurezza come approcciare l’altro sesso. “Mi propongo durante il laboratorio di perseguire due principali obiettivi – spiega lo psicoterapeuta Giovanni Porta - In primo luogo, far sì che i partecipanti aumentino il proprio grado di consapevolezza circa le trappole in cui più frequentemente cadono durante il processo di seduzione. Inoltre, far sperimentare loro qualche alternativa comportamentale interessante, magari recuperando un po’ dello spirito giocoso che tutti hanno sperimentato almeno qualche volta. Mettersi in gioco per vedere davvero chi abbiamo davanti, serve e occorre farlo divertendosi con leggerezza, ma senza mai offendere, sperimentiamolo assieme. Occorre imparare a capire chi ci sta di fronte ad entrare in sintonia con le persone nuove. Questa è la base da cui parte tutto, anche la seduzione. Se si vuole ottenere qualcosa, occorre svincolarsi dall’ansia del risultato. Occorre capire quali sono le nostre caratteristiche che ci distinguono dagli altri, per valorizzarle e nello stesso tempo imparare a riconoscere cosa gli altri ci dicono, non solo a parole, ma anche con il linguaggio del corpo. Alcune posture indicano fastidio, altre indifferenza, altre ancora interesse. Le vedremo assieme”.

La seduzione è un gioco, un rituale che si pone nello spazio intermedio tra scherzo e serietà. È dare forma all’attrazione che si prova per qualcuno, mescolando creatività e schemi sociali. Si tratta di un gioco che richiede sicurezza ed inventiva. “Un rifiuto può sempre capitare, ma non bisogna scoraggiarsi. Farne un dramma non serve. Ti capiterà più e più volte di sentirti rispondere: No! – spiega lo psicoterapeuta Giovanni Porta - …peggio ancora sono cose come: rimaniamo amici, sto cercando me stessa, sto ancora pensando a lui… C’è chi, per timidezza, per paura di un rifiuto, non entra neanche nel gioco, e si aggira nel proprio universo sociale ad occhi bassi, evitando sguardi difficili da reggere. Altri giocano male le proprie carte, e magari si affidano a copioni fissi in cui si vede che stanno recitando, non riuscendo ad entrare in reale sintonia con la persona che hanno di fronte. Si dicono cose del genere: a bella - hai freddo? Se vuoi posso scaldarti io - mamma mia che sangue che mi fai… Sinceramente, ti sembra possibile che una donna possa reagire positivamente a frasi simili? Penso proprio di no! Tu come reagiresti? Io girerei immediatamente i tacchi per allontanarmi. Non hai neanche provato a capire chi sono. Altre persone scelgono solo “prede” difficilissime, non notando nemmeno quelle più disponibili. C’è poi chi non si piace abbastanza, e dunque fatica a mantenere il tono divertente e divertito di una situazione seduttiva. Già, il divertimento. Per riuscire nel gioco della situazione bisogna divertirsi nel giocare, trovare il modo di sentirsi leggeri e non attaccati alla conquista: sentirsi e lasciare liberi. Altrimenti, diventa un gioco pesante e poco piacevole. Divertirsi, cioè mettere da parte pensieri, paure e preoccupazioni e lasciar fluire un po’ dell’attrazione che si prova. Non esiste una maniera corretta di sedurre, esistono tante maniere quante sono le persone. Gli errori, o meglio, i comportamenti improduttivi in fatto di seduzione sono invece di solito sempre gli stessi. In questo laboratorio, di natura esperienziale, tratteremo il tema della seduzione avvalendoci di metodologie psicologiche e teatrali. Il lavoro si svolgerà in un teatro vero e proprio, che avremo a nostra intera disposizione”.

 

Regia: Giovanni Porta.

 

Il laboratorio si svolgerà a Roma, al Teatro Keiros, in via Padova 38/A sabato 11 novembre dalle ore 11 alle 17 (è prevista una pausa pranzo verso le 13,30).

Per iscriversi, è necessario scrivere una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il numero 3478517793.

Per maggiori informazioni, www.giovanniporta.it

 

Il costo della partecipazione al laboratorio sarà di 60 euro.

 

GIOVANNI PORTA
 (www.giovanniporta.it) Psicoterapeuta esperto nell’utilizzo di tecniche artistiche nella relazione di aiuto, perfomer teatrale e poetico. Psicologo psicoterapeuta di orientamento gestaltico, è esperto in alimentazione e teatroterapia. Vive e lavora tra Roma e Milano. Da anni realizza laboratori e percorsi in cui l'arte viene utilizzata con finalità terapeutiche. Laureato in Psicologia presso l'Università degli Studi di Padova, si è successivamente specializzato con un master in "Utilizzo di tecniche artistiche nella relazione d'aiuto", ha una specializzazione in Psicoterapia della Gestalt presso l'I.G.F. di Roma, ed una in "Teatro e Psichiatria".


Riceve a: Roma, via delle Lega Lombarda 13 (metro Bologna) - Pomezia, via Rimini 5B - Milano, via Ozanam 15 (metro Lima)

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Netta sconfitta casalinga per il Pescara che all’Adriatico cede 0-3 con il Brescia per effetto delle reti di Machin, Caracciolo e Ferrante.
Eppure i biancazzurri non erano partiti male giocando un buon primo tempo lasciando intravedere qualche trama zemaniana, anche se nell’ultimo scorcio di frazione è stato il team dell’ex Marino a trovare il vantaggio. Nella seconda frazione i ritmi sono calati con i lombardi che mostrano grande concretezza chiudendo di fatto il match nei primi 20’. Si tratta della seconda sconfitta consecutiva per il Pescara dopo lo stop di Empoli, servirà un cambio di rotta in vista della prossima gara interna con la corazzata Palermo di venerdì prossimo.
Zeman dove fare a meno di Campagnaro, Proietti, Selasi e Cappelluzzo oltre a Pigliacelli, messo fuori rosa per motivi disciplinari, al suo posto convocato il giovane portiere classe 1998 Antonino. Invece nel Brescia out Cecchin, Meccariello e Dall’Oglio.


La cronaca
Clamorosa occasione al 6’ per il Pescara: doppia conclusione di Mazzotta e Pettinari, sul primo Minelli respinge di piede ed il secondo sulla ribattuta di prima intenzione manda di un soffio a lato. Al 17’ Carraio lancia Mancuso, su di lui esce bene Minelli che si rifugia in fallo laterale. Al 19’ una punizione di Bovo va sopra la traversa. Al 23’ Pettinari riceve dalla destra, salva in angolo la retroguardia lombarda. Al 26’ abbozza una reazione il Brescia con Machin, ma sulla sua conclusione è ben piazzato Fiorillo che blocca. Al 36’ il Brescia passa in vantaggio con Furlan che dalla sinistra con un rasoterra serve Machin che insacca sotto la traversa.
Nella ripresa al 1’ Pescara subito pericoloso con Mancuso che riceve dalla sinistra e sfiora il palo. Poco dopo Pettinari per lo stesso Mancuso che di testa colpisce la traversa. Al 5’ Bisoli, dopo una percussione manda malamente alto. Al 17’ il raddoppio del Brescia: Machin lancia verticalmente il libero Caracciolo che a tu per tu con Fiorillo non sbaglia. Al 20’ il tris delle rondinelle con Ferrante che si addentra in area, salta Perrotta ed insacca all’angolino alla destra dell’estremo biancazzurro. Al 33’ buona combinazione dei biancazzurri, ma Pettinari svirgola al momento della finalizzazione. Al 36’ su un traversone proveniente dalla sinistra doppia conclusione di Pettinari, Minelli salva sulla linea di porta.


I commenti dei due tecnici
Zdenek Zeman (allenatore Pescara): “A parte che abbiamo giocato quasi sempre noi, ma dobbiamo giocare per l’aggressività verso la porta avversaria, prendiamo gol perché facciamo errori e ne abbiamo fatti sia sul primo, sia sul secondo che sul terzo, è chiaro che se giochiamo solo con il possesso facendo girare la palla giochiamo con le squadre schierate e non riusciamo ad andare in contropiede, anche se qualche occasione l’abbiamo sfruttata, ma loro hanno avuto delle occasioni ed hanno fatto tre gol. Abbiamo fatto degli errori, il ritmo è stato basso e poi il 60% del possesso palla è troppo loro hanno giocato poco e niente e quando gli sono capitate le occasioni vi hanno puniti, bisogna imparare. Continuo a dire che la squadra ha giocato ma ha fatto troppo possesso non giocando per far gol, così non si arriva, bisogna essere più veloci ed andare più in verticale, oggi è mancata la verticalizzazione, insieme alla velocità. Coulibaly? Non ha giocato per tanto tempo per un problema al ginocchio ed oggi ha avuto anche degli altri problemi nel senso che ha sbagliato troppo e ci ha creato dei problemi. Una squadra che è sotto deve cercare di rimontare, sul secondo gol Perrotta si è fatto puntare, nella partita prima ha fatto un fallo da rigore e siccome ha poca esperienza oggi ha fatto puntare in porta, sono peccati di gioventù. Io penso che gli attaccanti vadano sulla palla, ma purtroppo non sono riuscite alcune occasioni come il colpo di testa e Pettinari giocava troppo fuori”.
Pasquale Marino (allenatore Brescia): “Si vorrebbe sempre attaccare e sempre giocare ma poi è ovvio che ci si deve confrontare con il valore degli avversari come il Pescara con cui si deve cercare di essere bravi a stare bene in campo e le opportunità per vincere, oggi c’è stato qualche episodio di pericolo nel primo tempo e ci ha detto bene perché abbiamo concesso qualche occasione a Mazzotta e qualche altra occasione all’inizio del secondo tempo per pareggiare. Complessivamente abbiamo lasciato poche occasioni al Pescara che è una squadra che produce gioco e che anche nel primo tempo a sprazzi ha giocato molto bene con il calcio che fa il Pescara che è un calcio propositivo. Oggi non è stato facile perché c’è stato molto equilibrio fino a quei 5’ in cui abbiamo fatto il 2-0 ed il 3-0, ci difendevamo con ordine concedendo pochi spazi e diciamo che il Pescara faceva la partita più di noi. È chiaro che il Pescara ha un gioco molto bello e se riesci a chiudere le corsie esterne ti ritrovi degli spazi centrali tra le linee si sanno muovere bene, fanno sempre giocate imprevedibili, hanno molta varietà con giocatori importanti. Devo fare i complimenti ai ragazzi che si sono applicati per limitare le giocate offensive di questa squadra che è una squadra forte che con il tempo riuscirà ad arrivare ad applicare il credo di Zeman. Il gioco di Zeman è sempre fantasioso, se ti copri la testa ti scopri i piedi, per cui devi concedere sempre qualcosa, il calcio è fatto anche di episodi ed è chiaro che se subisci gol nei primi minuti la partita nasce in maniera diversa, però noi a parte di quello che abbiamo visto a Pescara dobbiamo guardare in casa nostra, io alleno il Brescia e devo guardare le situazioni positive che abbiamo creato e gli errori che abbiamo commesso”.

 

Tabellino
Pescara (4-3-3): Fiorillo, Zampano, Bovo, Perrotta (29’ st Elizalde), Mazzotta, Coulibaly (40’ st Palazzi), Carraro (23’ st Valzania), Brugman, Mancuso, Pettinari, Benali A disposizione: Antonino, Crescenzi, Balzano, Kanoutè, Ganz, Coda, Fornasier, Capone, Del Sole Allenatore: Zeman
Brescia (3-4-2-1): Minelli, Somma, Gastaldello, Lancini, Cancellotti, Bisoli, Martinelli, Furlan, Ferrante (38’ st Torregrossa), Machin (40’ st Longhi), Caracciolo (45’ st Di Santantonio) A disposizione: Andrenacci, Pelagotti, Lancini, Coppola, Ndoj, Cortesi, Rinaldi, Rivas, Baya Allenatore: Marino
Arbitro: Abbatista (sezione di Molfetta)
Assistenti: Cangiano (sezione di Napoli) e Margani (sezione di Latina)
IV Uomo: De Santis (sezione di Lecce)
Marcatori: 36’ pt Machin, 17’ st Caracciolo, 20’ Ferrante
Ammoniti: Bovo (P) Lancini (B)
Espulsi: nessuno
Note: recupero 3’ pt 1’ st, angoli 8-2 per il Pescara, spettatori 7.075 (2.161 paganti + 4.914 abbonati) per un incasso di 44.508 euro (13.844 euro quota paganti + 30.664 euro rateo abbonati)

Pubblicato in Sport

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione