Articoli filtrati per data: Ottobre 2017

L'Aquila. "Sono affettuosamente vicino a Marinella Sclocco, che stanotte ha perso il suo adorato papà".
Così Luciano D'Alfonso esprime il suo cordoglio per la scomparsa del papà di Marinella Sclocco e aggiunge: "Sono certo che egli fosse fiero della figlia, della tenacia con cui affronta le questioni che le vengono poste, del fatto che sia diventata una donna con alte responsabilità e sempre con il sorriso sulle labbra. A Marinella e alla sua famiglia porgo le condoglianze mie e di tutti gli abruzzesi".

Pubblicato in Politica

Loreto Aprutino. Si terrà domani, 29 ottobre, alle ore 17 nella sala Cascella di Castello Chiola a Loreto Aprutino la presentazione del libro dell’insigne dannunzista Franco Di Tizio “Giacomo Acerbo e i suoi rapporti con d’Annunzio e Mussolini” (Ianieri editore).
Acerbo, di antica famiglia lauretana, fu combattente eroico della prima guerra mondiale insieme al fratello Tito, morto durante i combattimenti sul Piave nel 1918, e tra i più stretti collaboratori di Mussolini, che aiutò dapprima nell’affermazione politica e poi come Ministro dell’Agricoltura e Ministro delle Finanze.
Condannato a morte per aver sottoscritto l’ordine del giorno “Grandi” che destituiva dalla carica Mussolini, fu reintegrato alla fine della seconda guerra nell’insegnamento universitario, tornando alla sua originaria passione per l’agricoltura e le tecniche agrarie.
Estensore di una controversa legge elettorale, periodicamente richiamata in tempi di riforma del sistema di voto, e promotore del processo di unificazione tra Castellammare Adriatico e Pescara, con la formazione della provincia, nel 1927, ebbe sempre per l’Abruzzo una particolare attenzione, coltivando rapporti di stretta amicizia con d’Annunzio e Michetti e organizzando la storica gara automobilistica “Coppa Acerbo”.
La presentazione del libro di Di Tizio si offre come occasione per tornare a parlare di questo illustre abruzzese. Tra i relatori, insieme all’autore, il sindaco di Loreto Aprutino Gabriele Starinieri, il direttore dei musei civici di Loreto Vincenzo De Pompeis, lo studioso Marzio Maria Cimini e il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso. L’attrice Franca Minnucci leggerà alcune lettere inedite pubblicate per la prima volta nel libro.

Pubblicato in Cultura e eventi

L'Aquila. Una delibera di dettaglio che consente di individuare meticolosamente gli interventi ed i soggetti attuatori del complesso sistema idrico /fognatura e depurazione finanziato con il Masteplan e discendente dai Piani d’Ambito redatti e approvati dagli Enti d’Ambito Territoriali ai sensi delle LL.RR. n. 2/1997 e n. 9/2011.
La Giunta regionale nella seduta di ieri, 27 ottobre, anche valutando le diverse criticità emerse nel corso della stagione estiva che ha registrato problematicità di approvvigionamento idrico in alcune aree regionali ha ritenuto di dover meglio calibrare ed in individuare gli interventi ed i soggetti attuatori della importante risorsa economica prevista nel Masterplan e pari ad euro 142.800.000,00.
In particolare viene definita l’articolazione degli interventi strategici contenuti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 863 del 20.12.2016 (PSRA/36, PSRA/40, PSRA/41 e PSRA/46) come da tabelle che seguono.
Per l’intervento PSRA/40/A restano invariati il Soggetto Attuatore, ERSI, e il Servizio Regionale incaricato Centro di Responsabilità DPC024, mentre per l’intervento PSRA/40/B il Soggetto Attuatore è individuato nel Comune di Vasto, restando invariato il Servizio Regionale incaricato Centro di Responsabilità DPC024.
Per l'intervento PSRA/46 e come segnalato dal Soggetto Attuatore ERSI, al fine di ottimizzare le azioni poste in essere nell’ambito territoriale del teramano, risulta necessario provvedere a suddividere l’intervento strategico PSRA/46, di importo complessivo € 12.000.000,00, di cui € 6.000.000,00 finanziato a valere sulle risorse del Masterplan ex FSC 2014-2020, ed € 6.000.000,00 da altre fonti di finanziamento.

Pubblicato in Politica

Bomba. Il Sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca rompe gli indugi e scrive ai Ministri dell'Ambiente (Gianluca Galletti) e dello Sviluppo Economico (Carlo Calenda) in relazione all'ipotesi di un giacimento di gas naturale di Bomba (CH) - avanzata dalla società CMI Energia S.p.A, denominata «Colle Santo» e ubicata a valle dell’omonimo lago artificiale - chiedendo un energico intervento a tutela di quel pezzo di territorio regionale e della sua comunità.
Lo rende noto lo stesso Mazzocca che, nella 265^ assemblea pubblica da inizio mandato, tenutasi nel Centro Polifunzionale Comunale di Paglieta alcuni giorni fa, si è confrontato con sindaci, amministratori locali, associazioni, comitati e con i tanti cittadini accorsi numerosi all’evento, illustrando in dettaglio le iniziative messe in campo dalla Regione, oltre a quelle in programma, affinché venga definitivamente sancita la non coltivabilità del giacimento di gas del lago di Bomba: “Un iter procedurale che giace in Comitato Via Nazionale da un anno e mezzo (probabilmente) a causa di «qualche problematicità tale da renderla non approvabile», ma sul cui andamento sicuramente la corposa attività messa in campo dalla Regione Abruzzo ha avuto sinora un peso determinante”.
«Nello specifico - spiega il Sottosegretario - in considerazione dell'elevato livello di rischio derivante da una inopinata ipotesi di cedimento della diga in conseguenza del verificarsi del fenomeno della subsidenza, abbiamo intimato al titolare del dicastero ambientale di respingere la richiesta della concessione di coltivazione, considerata la recente sentenza della Corte Costituzionale n°170/2017 (incostituzionalità del co.7, art.38 dello “Sblocca Italia”, fonte normativa da cui scaturiscono i procedimenti autorizzatori nel campo della ricerca e coltivazione degli idrocarburi), e richiesto una moratoria su tali procedimenti almeno fino al ristabilimento della legalità costituzionale».
«Le motivazioni a supporto - incalza Mazzocca - si basano su una serie di dati di fatto e di valutazioni oggettive. Intanto l'irrisolto tema delle criticità ambientali, peraltro note da tempo nella letteratura scientifica nazionale: “gas di pessima qualità", con "una percentuale di idrogeno solforato superiore a quella consentita tanto da richiedere una desolforazione prima di poter essere immesso nella rete"; presenza, entro l’area della concessione, dello sbarramento sul Sangro e del Lago di Bomba, di versanti instabili e dalle numerose frane che evidenziano inequivocabilmente come “la coltivazione del giacimento a gas di Bomba pone in superficie problemi ambientali molto complessi, dall’inquinamento dell’aria a fenomeni di subsidenza che possono interessare sia la diga in terra sia i versanti instabili dei rilievi prospicienti i quali sono già stati, in passato, coinvolti da movimenti franosi (cit. volume “Geologia Ambientale” - UTET 1988)». Tant'è che l'Agip, titolare del giacimento dal 30 gennaio 1969, nonostante avesse tutte le autorizzazioni necessarie per la coltivazione, nel 1992 chiese al Ministero dell’Industria il rinvio dei lavori di sviluppo per motivazioni analoghe a quelle sopra illustrate e a suo tempo condivise dall’Ufficio Nazionale Idrocarburi. Pur tuttavia, la società Forest CMI S.p.A. nel 2004 divenne titolare del permesso di ricerca, nel 2009 presentò l’istanza per la concessione di coltivazione del giacimento e nel 2010 sottopose il progetto al comitato VIA regionale, organismo che lo respinse per ben due volte; il progetto fu definitivamente bocciato dal Consiglio di Stato il 18 maggio 2015 "in considerazione dei rischi di danni insostenibili per la collettività locale connessi al fenomeno della subsidenza”.
A tal riguardo è utile ricordare che il Ministero dello Sviluppo Economico ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, insieme al Comitato di cittadini “Gestione Partecipata Territorio” di Bomba (Ch) e all’associazione Wwf Italia – Wwf Abruzzo, erano tra i ricorrenti al Consiglio di Stato che ha portato alla succitata sentenza.
«Conseguentemente - continua il Sottosegretario - per le stesse motivazioni, abbiamo chiesto al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda di 'chiudere' definitivamente la questione, procedendo speditamente a ritirare il permesso di ricerca «Monte Pallano» alla CMI Energia S.p.A., ad attestare definitivamente che il giacimento di gas naturale di Bomba non è sfruttabile a causa della situazione ambientale della zona in cui si trova, nonché a non rilasciare in futuro ulteriori permessi di ricerca e coltivazioni relativi ad esso».
«La Regione Abruzzo - prosegue Mazzocca - fin dall’inizio è stata attenta e pronta nel condurre la battaglia per l’affermazione del diritto delle comunità locali di esprimersi nelle scelte di politica territoriale di una certa rilevanza. Lo ha fatto nell'agosto del 2016, quando propose specifiche osservazioni al procedimento di Via nazionale sul progetto della CMI Energia SpA, reiterato in forma pressoché identica a quello già bocciato dal Comitato Via regionale e dal Consiglio di Stato, senza produrre nuovi studi, con modeste e marginali modifiche. Quindi, in qualità di titolare della delega regionale sull'ambiente, inviai al Governo due richieste, una al Ministero dell’Ambiente, (richiesta di un'inchiesta pubblica di livello nazionale ai sensi di legge), l'altra al Ministero dello Sviluppo Economico (verifica della titolarità del permesso di ricerca)».
Nel frattempo sono accaduti alcuni fatti di una certa rilevanza:
1) Con la sentenza n°170 del 12 luglio 2017 la Corte Costituzionale ha dato ragione alla Regione Abruzzo dichiarando incostituzionale l’art.38 (comma 7) dello 'Sblocca Italia' che prevedeva fosse il Ministero dello Sviluppo economico, con un proprio decreto, a stabilire le modalità di conferimento del titolo concessorio unico nonché i modi di esercizio delle attività di ricerca e coltivazione, senza il coinvolgimento della Regione.
2) Con la sentenza n. 198 del 14 luglio 2017 la suprema Corte ha nuovamente dato ragione alla Regione Abruzzo (unica a presentare ricorso) annullando il decreto del Ministro dello sviluppo economico (meglio noto come "Decreto Trivelle") del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni.
3) Pende ancora il ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il 'Decreto Trivelle' (Disciplinare Tipo) presentato il 12 luglio scorso sempre dalla Regione Abruzzo, opportunamente integrato alla luce di detti due pronunciamenti.
4) È di pochi giorni fa l’ultimo ricorso della Regione Abruzzo contro il DM 09.08.2017 del Mise (Decreto Calenda-bis) che, con lo scopo dichiarato di adeguare il D.M. del 07/12/2016 alla sentenza n°170 del 2017, di fatto continua a non riconoscere il ruolo delle Regioni.
«Tutt’altro - conclude il Sottosegretario d'Abruzzo - rispetto alla fantasiosa ricostruzione, fatta dai soliti personaggi alla continua ricerca di un qualsiasi autore, che vedrebbe la Regione Abruzzo inerme davanti a taluni poteri 'forti' filo-governativi. Il nostro agire, fra l'altro esplicatosi anche con la promozione di oltre 40 azioni contenziosi giudiziari, è stato sempre e costantemente rivolto verso l’affermazione del diritto delle popolazioni locali ad intervenire, tramite le proprie rappresentanze istituzionali, nel processi di sviluppo di livello nazionale i cui effetti si riversano sui territori”.

Pubblicato in Politica

Latina. Sono state ufficializzate data e sede della Supercoppa Italiana, la ventesima nella storia della disciplina. Il primo trofeo della stagione sarà assegnato il 20 dicembre alla Kioene Arena di Padova: di fronte ci saranno Luparense e Pescara. Il club biancazzurro detiene il trofeo da due stagioni e punta ad uno storico tris. Prima della finale, le due squadre si affronteranno in data 11 novembre al PalaRigopiano per la giornata numero 9 del campionato.

ALBO D’ORO SUPERCOPPA ITALIANA: 1992 Bnl Roma, 1993 non disputata, 1994 Ladispoli, 1995 non disputata, 1996 non disputata, 1997 Torino, 1998 non disputata, 1999 Torino, 2000 non disputata, 2001 non disputata, 2002 Furpile Prato, 2003 Furpile Prato, 2004 Arzignano, 2005 Perugia, 2006 Arzignano, 2007 Luparense, 2008 Luparense, 2009 Luparense, 2010 Marca Futsal 2011, Marca Futsal, 2012 Alter Ego Luparense, 2013 Alter Ego Luparense, 2014 Acqua&Sapone Emmegross, 2015 Pescara, 2016 Pescara.

Pubblicato in Sport

Latina. Si è interrotta a Latina la striscia positiva del Pescara in campionato. Nell’anticipo della sesta giornata di campionato, infatti, il Latina regola i biancazzurri per 5-1 e continua nel suo momento felice composto ora da 1 pari e tre vittorie (tutte casalinghe).
In un PalaBianchini gremito, le reti decisive sono di Espindola e Raubo nel primo tempo, Diogo, Bernandez e Basile nella ripresa. Utile solo a fini statistici la marcatura pescarese griffata da Ternderini quando il parziale era quello di 3-0.
L’occasione del riscatto sarà offerta al Delfino dal turno infrasettimanale in programma mercoledì 1 novembre al PalaRigopiano, quando andrà in scena la sfida al Kaos Reggio Emilia.

AXED LATINA-PESCARA 5-1 (2-0 p.t.)
AXED LATINA: Basile, Battistoni, Bernardez, Maluko, Espindola, Landucci, Paulino, Saul, Diogo, Pilloni, Raubo, Del Ferraro. All. Mannino

PESCARA: Pietrangelo, Saad, Salas, Rescia, Azzoni, Mudronja, Romano, Rosa, Mentasti, Cuzzolino, Burato, Tenderini. All. Colini (squalificato, in panchina Forte)

MARCATORI: 3'20'' p.t.Espindola (L), 15'06'' Raubo (L), 5'51'' s.t. Diogo (L), 10'01'' Tenderini (P), 10'09'' Bernardez (L), 15'18'' Basile

AMMONITI: Maluko (L), Cuzzolino (P), Saul (L), Salas (P), Del Ferraro (L)

ARBITRI: Lorenzo Cursi (Jesi), Rocco Morabito (Vercelli) CRONO: Simone Micciulla (Roma 2)

Pubblicato in Sport

Ortona. L'autore ortonese Attilio Alessandro Ortolano è stato premiato il 21 ottobre 2017 a Ciampino, nell'ambito del premio nazionale Mondoscrittura, giunto alla quinta edizione.

Ha ottenuto il terzo posto con il romanzo Bellezza e Crudeltà, e tra i premiati è stato il più giovane di questa edizione.

Attilio A. ci scrive qualche parola dopo la cerimonia: "Grazie a tutti i membri della giuria del premio letterario nazionale Mondoscrittura Ciampino per il tempo che hanno dedicato alla lettura dei romanzi. Grazie all'amministrazione, Sindaco e assessori con i quali il premio è riuscito. Grazie a tutti quelli che hanno collaborato dietro le quinte. Grazie a tutti gli autori che sono intervenuti, il bello di partecipare è che posso imparare sempre qualche cosa in più. Grazie ad Andrea per il testo associato al romanzo e a Manuela che lo ha cantato. Grazie ai lettori. Grazie agli spettatori e a chi mi ha accompagnato. Grazie a K. che mi ha permesso il soggiorno a Roma.Sono sempre più convinto (ma è una verità personale dunque fallibile) che ogni persona ha una strada. Qualcuno la scopre presto e qualcuno tardi. In entrambi i casi è una benedizione. Ho visto persone che la loro strada l'hanno anche incarnata semplicemente con le azioni di ogni giorno. L'essere umano può fare sempre di più di quello che pensa. Questa frase non scaturisce da un premio e dalla sua naturale scia di gloria che arriva e scompare in poco tempo. Ogni volta quello che rimane è qualche tipo di messaggio che uno lascia agli altri e gli altri lasciano a lui."

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. La quinta di campionato mette di fronte alla Magic Chieti, solitaria capolista del girone, iil fanalino di coda del Pescara Basket, ancora fermo a zero punti nonostante abbia mostrato, in tutte le gare finora disputate, di tener sempre testa alle avversarie affrontate. Non è la qualità che difetta al giovanissimo roster del Presidente Luca Di Censo. Le sconfitte dei pescaresi, infatti, sono maturate più che altro a causa di un deficit d’esperienza che nei roventi finali della serie C è un elemento quasi sempre decisivo. Guai quindi a prendere sottogamba l’impegno se non si vuole interrompere la striscia positiva che ad oggi recita per i neroverdi lo score di quattro vittorie in altrettante partite. Violare il PalaElettra di Pescara rappresenterebbe, senza alcun dubbio, un ottimo viatico verso l’appuntamento casalingo infrasettimanale del 1 novembre, che i magici giocheranno al PalaDayco contro il Vasto. Un match da non perdere perché potrebbe risultare una tappa decisiva o quasi nell’economia generale del campionato. Prima però bisognerà vincere a Pescara e non sarà facile. Patricelli, intanto, può contare su tutto l’organico, avendo recuperato a pieno regime anche Mennilli, decisivo, seppur incerottato, nella gara vinta contro il coriaceo Teramo. Appuntamento alle ore 18.30 di sabato 28 ottobre, sostenere i neroverdi nella vicina Pescara si può e si deve.

Pubblicato in Sport

Mosciano Sant’angelo. “Una grande giornata nel consiglio comunale di Mosciano Sant’angelo per il M5S. Il consigliere comunale Pierluigi Filipponi, infatti, ha ottenuto l’approvazione di due mozioni che rappresentano importanti battaglie per noi: vuoto a rendere e la banca della terra”. La notizia è data dal consigliere regionale Riccardo Mercante che continua “Sono soddisfatto per l’approvazione di queste due mozioni perché rappresentano una sinergia che coinvolge ogni grado istituzionale e che sicuramente rappresenta una peculiarità del M5S, difficile da riscontrare in ogni altra forza politica del Paese”.
La prima mozione sul vuoto a rendere è stata, infatti, una battaglia partita dai portavoce M5S in Parlamento e poi presentata tramite mozione da vari consiglieri comunali abruzzesi. Rappresenta una svolta importante: si stima, infatti, che le bottiglie, opportunatamente sterilizzate, possano essere riutilizzate 10 volte. Questa importante novità riguarderà la riduzione dei costi anche energetici per la produzione: l'esercente del bar, ristorante o negozio potrà restituire le bottiglie utilizzate (per il momento, birra e acqua minerale) al fornitore e riprendere indietro la cauzione.
Anche la Banca della terra è una battaglia partita dalla regione Abruzzo grazie ai portavoce regionali del M5S.
La legge vuole valorizzare le terre incolte, favorire il recupero delle aree abbandonate, contenere il degrado ambientale, salvaguardare il suolo ristabilendo un equilibrio idrogeologico.
“Oggi” conclude Mercante “tutti i comuni dovrebbero fornire l’elenco completo ed aggiornato dei terreni di proprietà pubblica e privata incolti e/o abbandonati, disponibili per operazioni di affitto o concessione. Anche qui un plauso al consigliere per aver ottenuto la condivisione e approvazione della mozione da parte dell’intero consiglio comunale".

Pubblicato in Politica

Pescara. Ultimo appuntamento del 2017 per Farmer “dalla terra alla padella”, la rassegna gastronomica ideata da Francesco Cinapri di Circle Studio e sposata da Chiara Ciavolich, imprenditrice del mondo del vino. Sei chef, sei produttori e sei appuntamenti che puntano i riflettori sul territorio abruzzese e i suoi eccellenti prodotti rielaborati dalle sapienti mani degli chef.
Lunedì 6 novembre alle ore 20.00, ad entrare nelle grotte della Vineria Ciavolich a Miglianico (Ch) per il consueto dialogo chef/produttore, saranno Marzia Buzzanca, Percorsi di Gusto (Aq), e l’affinatore di formaggi Antonello Egizi, Forme d’Autore (Aq). Marzia Buzzanca, non è aquilana d’origine, e forse deriva da questo la sua determinazione di restare a L’Aquila anche dopo il terremoto che è stata più forte di quanto a volte le radici possano ancorare ad un territorio. Percorsi di Gusto è il nome del suo locale, il primo a riaprire in centro a L’Aquila dopo il sisma del 2009. Educata al cibo sin da bambina, diventa prima sommelier con il suo locale Vinalia. Vuole però portare a L’Aquila una pizza buona e digeribile, ed è per questo che parte per andare a studiare la tecnica di Simone Padoan.

«Il coraggio non mi è mai mancato - dichiara Buzzanca - ed è per questo che ho voluto portare nella mia città distrutta una novità, la pizza gourmet con ingredienti selezionati del territorio. Quando ho iniziato i miei amici chef mi sono stati vicini, era un nuovo cammino, e Niko Romito mi sosteneva con telefonate che mi infondevano forza e determinazione. Noi chef siamo gli ambasciatori della nostra terra, piegata e martoriata, per questo dobbiamo tenere alto lo stendardo, ed è proprio per questo motivo che ho voluto accanto a me Antonello Egizi, un rappresentante del nostro Abruzzo. È il miglior affinatore che io conosca e quello che mi ha più colpita è che lavora con passione, e le sue tecniche valorizzano i formaggi da lui selezionati. Insieme, anche grazie a Farmer, possiamo raggiungere traguardi molto importanti per il nostro lavoro».
Antonello Egizi, conosciuto come “Il Casciaro”, è un affinatore di formaggi, e Forme d’Autore (Aq) nasce proprio grazie alla sua tenacia. Con un’esperienza ventennale nel campo dei formaggi, va alla ricerca e seleziona i migliori semilavorati abruzzesi e non solo.
«La mia non è un’azienda dai grandi numeri - afferma Egizi - Forme d’Autore è un sogno dove le cose vengono fatte con il cuore. Quando mi è stata proposta la partecipazione a Farmer ho immediatamente aderito perché voglio far capire che i miei non sono formaggi facili da gestire, anche per gli chef, che spesso tendono a preferire materie prime più semplici rispetto a quelle che posso proporre io. Costruire un piatto con ingredienti che hanno poca personalità a volte è più divertente rispetto al doverlo fare trovandosi di fronte ad un formaggio che invece ha un’identità. Marzia Buzzanca riesce a farlo perché ha capito che ogni ingrediente deve essere rispettato per la sua natura, è inutile sconvolgerne le caratteristiche primarie. Farmer però ha anche una seconda faccia, ed è forse quella più importante, è la chance per noi produttori di far sentire la nostra voce, far capire il nostro lavoro e le condizioni, a volte difficili, con cui ogni giorno lo portiamo avanti».
Risale al 1853 la costruzione della Cantina Ciavolich, una delle più antiche d’Abruzzo, e proprio nelle grotte, dove tenevano le botti del vino ad affinare, avrà luogo l’incontro tra chef e produttore; al piano superiore, invece, lì dove un tempo si pigiava l’uva e si produceva vino cotto, si svolgerà la cena pensata e preparata ad hoc da Marzia Buzzanca.
Farmer “dalla terra alla padella” è un progetto che ha coinvolto esponenti di tutte le quattro province abruzzesi, per dare visibilità alla regione, al suo territorio, alla sua biodiversità, al suo mare, ai suoi monti e tutto questo è stato presente nei piatti presentati durante le cene.
Per maggiori info e per visualizzare il video di presentazione visita il sito: www.dallaterrallapadella.it

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione