Articoli filtrati per data: Novembre 2017

Chieti. Da domani, venerdì 1 dicembre, e fino a domenica 3 dicembre, il centro storico di Chieti si trasformerà in una enorme pasticceria all’aperto. Torna Chocofestival, la manifestazione promossa da Confartigianato con il contributo del Comune di Chieti e della Camera di Commercio.
Sedici regioni provenienti da tutta Italia, 31 espositori, 41 gazebo dedicati alla degustazione e alla vendita di cioccolato e pasticceria con prodotti locali e nazionali. Non mancheranno momenti dedicati ai più piccoli con giocolieri e artisti di strada che animeranno la tre giorni lungo il Corso Marrucino e un laboratorio per la preparazione di dolci allestito presso la bottega d’arte della Camera di Commercio. I bambini potranno, inoltre, divertirsi, domenica 3 dicembre alle ore 18.00, con lo spettacolo di Carolina di Rai YoYo. Nell’ambito di Chocofestival si terrà uno dei concerti clou del “Teate Winter Festival” con l’esibizione, presso l’auditorium Cianfarani, del trio Bosso-Tucci-Gurrisi.
“Questa ormai è diventata una delle rassegne più importanti nel calendario degli eventi della nostra città – ha sottolineato l’assessore alle Manifestazioni del Comune di Chieti, Antonio Viola – a pieno titolo questa manifestazione è entrata nel calendario istituzionale di Chieti. È una manifestazione che richiama un grossissimo pubblico, è ormai collaudata nel corso degli anni e per questo non smetterò mai di ringraziare Daniele Giangiulli e Francesco Cicchini perché con tanta passione, con tanta dedizione ogni anno riportano a Chieti la magia del Chocofestival. Questa manifestazione si colloca bene nel centro storico, il Chocofestival nasce un po’ in tutta Italia proprio per rivitalizzare i centri storici, quindi bene hanno fatto a suo tempo gli organizzatori quando hanno avuto questa intuizione. È una manifestazione tipica dei centri storici, quindi anche Chieti in questa tre giorni sicuramente trarrà grossi benefici dalla presenza di questi banchi di cioccolato che verranno da tutta Italia per proporre le tradizioni della nostra cultura gastronomica. Ringrazio per questo per l’impegno che c’è stato nell’organizzazione, ho un minimo di esperienza in queste cose e so quanto è difficile, quindi ringrazio veramente anche perché vengono portati a Chieti dei veri maestri del cioccolato da tutte le regioni d’Italia e questa è una cosa molto bella e molto importante per la città. Poi questa manifestazione ormai va a coincidere con il periodo natalizio e noi ben felici la inseriamo nel nostro calendario delle manifestazioni di Natale. Il Chocofestival collabora con il Teate Winter Festival e questo dimostra com’è possibile creare delle sinergie positive ch eportano sicuramente dei buoni risultati per la nostra città. Mi fa piacere sottolineare anche la disponibilità della dottoressa Arbace che ha concesso il Cianfarani, quindi il salotto buono del Museo, per ospitare il 2 dicembre il concerto che è stato organizzato da queste due associazioni. Questo dimostra che quando si fa squadra si riescono a fare delle belle cose, noi a breve presenteremo il calendario delle manifestazioni natalizie e voglio dire alla città e ai commercianti che stiamo lavorando per mettere le famose luminarie dell’8 dicembre e quindi chiedo di rispettare le tradizioni anche sotto questo punto di vista”.
Il programma. Si parte venerdì 1 dicembre, alle ore 11.00, con l’apertura ufficiale degli stand, mentre alle 18.30, nell’atrio del palazzo della Provincia, si terrà una esibizione di danze rinascimentali a cura dell’associazione Teate Nostra. Sabato 2 dicembre gli stand saranno visitabili già dalle ore 10.00. Nella stessa giornata, presso la Bottega d’Arte della Camera di Commercio in piazza Vico, si terranno i laboratori per bambini. Alle ore 18.30, presso l’atrio del palazzo della Provincia, esibizione di danze rinascimentali. Alle ore 21.00, nell’auditorium Cianfarani, il concerto del trio Bosso-Tucci-Gurrisi nell’ambito del Teate Winter Festival. Domenica 3 dicembre, alle ore 18.00, presso l’expo room della Camera di Commercio, sarà presente Carolina di Rai YoYo per ricevere le letterine che i bambini vorranno indirizzare alla posta della trasmissione televisiva. In occasione del Chocofestival sarà attivo un servizio gratuito di Bus Navetta nei giorni di venerdì 1 e sabato 2 dicembre, con partenza dalla stazione ferroviaria di Chieti Scalo, dalle 21.30 alle 24.00 ogni trenta minuti. Il servizio, senza prenotazione, è a cura di Mauro Bucci che sarà presente sul mezzo per fornire indicazioni sull’evento e sul centro storico. Per informazioni è possibile contattare il numero telefonico 333 3672811.
“Un ringraziamento all’amministrazione comunale che sta al nostro fianco per tutte le iniziative che Confartigianato fa per la città – ha detto il direttore di Confartigianato Chieti, Daniele Giangiulli – noi siamo impegnati 365 giorni all’anno per il bene della città e magari non ci si rende conto degli sforzi economici, organizzativi di ogni natura perché sosteniamo tutto ciò che riteniamo possa fare bene alla città e tutta la provincia. Quest’anno, dopo la positiva esperienza dell’anno scorso, abbiamo deciso di rilanciare la collaborazione con il Teate Winter Festival, stiamo facendo sinergia, anticipo che in occasione della Festa della Donna faremo un altro evento insieme. Ci siamo per la città e vogliamo continuare ad esserci nonostante le difficoltà, mi piacerebbe che anche le altre associazioni facessero altrettanto piuttosto che lamentarsi perché quando c’è da fare e da costruire ci ritroviamo sempre in pochi attorno allo stesso tavolo. Quindi auspichiamo che tutti constibuiscano al bene della città perché è un momento difficile per tutti, c’è una carenza di liquidità che si ripercuote su tutti e anche sui centri commerciali, dobbiamo stringere la cinghia e fare in modo di portare gente in modo da aiutare tutti gli operatori, riempire gli alberghi in questi giorni considerando che verranno persone da 15 regioni d’Italia a livello di espositori. Questa è una bella cosa per la città e noi siamo felici di questo e vogliamo che continui ad esserlo anche per il futuro con tutte le attività che portiamo avanti nel corso dell’anno”.
Vabilità e divieti. Al fine di consentire lo svolgimento della manifestazione è stata disposta: l’istituzione del divieto di sosta con rimozione, dalle ore 6,00 del giorno 1 dicembre alle ore 2,00 del 4 dicembre 2017, nei seguenti tratti viari: in C.so Marrucino, nell’area di sosta situata nella parte antistante la sede municipale; nelle traverse del tratto di C.so Marrucino rientrante nella Z.T.L. “B3”, ovvero in Via Tabassi, Vico Real Liceo e Larghetto Teatro Vecchio; l’istituzione del divieto di transito veicolare in Corso Marrucino nel tratto rientrante nella ZTl B3 compreso tra l’intersezione con via Spaventa e l’intersezione con piazza Valignani nonché nelle traverse che vi sboccano, per i giorni 1 e 2 dicembre, dalle ore 9.30 alle ore 22,00 di ciascun giorno; dalle ore 9.30 del giorno 3 dicembre alle ore 2.00 del giorno 4 dicembre 2017 fino al termine delle operazioni di disallestimento degli stand; l’istituzione del divieto di sosta con rimozione in via M.V. Marcello dalle ore 6.00 del 1 dicembre alle ore 2.00 del 4 dicembre 2017 al fine di riservare le aree di sosta per i veicoli degli espositori che dovranno esporre un pass identificativo. Le occupazioni non dovranno ostacolare l’accesso agli ingressi di abitazioni e negozi. Dovrà essere lasciata libera una sezione di carreggiata di almeno m. 3,50 per il transito di eventuali mezzi di soccorso, nonché per i veicoli della Polizia di Stato. All’interno della Z.T.L. “B3” di C.so Marrucino gli espositori potranno accedere con i propri veicoli, muniti di apposita autorizzazione, al fine di effettuare le operazioni di carico e scarico.
“Siamo arrivati alla nona edizione, stiamo già preparando la decima che sarà ancora più importante – ha rimarcato il responsabile Mercato di Confartigianato, Francesco Cicchini – siamo cresciuti negli anni nel senso che gli espositori ed i gazebo sono sempre di più. Quest’anno i gazebo sono 41 con 31 espositori, quindi espositori che hanno preso più banchi e ci sono più eccellenze da presentare, ci saranno 15 regioni che parteciperanno al Chocofestival dal Nord al Sud, ci saranno eccellenze del cioccolato e della pasticceria. Il Chocofestival lo vogliamo riempire sempre di più di contenuti, ringrazio Grazia per la collaborazione con il Teate Winter Festival, l’obiettivo è quello di fare sinergia, solo in questo modo si riesce a costruire un contenitore che riesca a portare a Chieti molta gente e riesce ad offrire un ventaglio di spettacoli e di opportunità diversi. Quest’anno ci siamo incentrati un po’ di più sugli spettacoli per bambini: ci saranno giocolieri che andranno in giro su corso Marrucino, quindi gli artisti di strada che allieteranno le famiglie, ci sarà una Street Band, ci sarà anche una dimostrazione di pasticceria che faremo all’interno della Camera di Commercio, all’interno dei laboratori per bambini di dolciumi da utilizzare come reali di Natale. Poi vogliamo concludere la rassegna con Carolina Benvenga di Rai Yoyo che è protagonista di una trasmissione che va in onda da un po’ di anni, Carolina nel corso dell’evento leggerà una letterina, lei ci sarà domenica pomeriggio alle ore 18. Ogni anno ci sono tante associazioni che vogliono partecipare al Chocofestival, quest’anno ospiteremo anche la Croce Rossa, vogliamo dare loro un supporto con uno stand all’interno del quale venderanno cioccolato e poi c’è anche un’esibizione di danze rinascimentali. Un altro grandissimo evento è il concerto con Bosso-Tucci-Gurrisi, questo rientra nel Teate Winter Festival, si farà all’interno dell’Auditorium Cianfarani, è un grande spettacolo con tre artisti di Jazz poliedrici ad un prezzo modico. Oltre alle associaizoni collaborano anche i cittadini con un bus navetta gratuito che partirà dal largo della stazione di Chieti Scalo dando la possibilità a tutti di raggiungere il centro storico, bus navetta che ci sarà ogni 30 minuti fino alle 24. Ogni anno a livello di presenze siamo sulle 35-40 mila in tre giorni, il costo della manifestazione negli anni anche è cresciuto, siamo arrivati a 28 mila euro. Vorrei fare un piccolo appello: vorrei un po’ più di collaborazione da parte dei commercianti della città, questa mattina mi sono trovato ad allestire i gazebo lungo corso Marrucino ed una decina di commercianti hanno inveito contro la manifestazione, hanno detto che venerdì, sabato e domenica chiuderanno le serrande. Reclamano perché sostengono che le la manifestazione copre le loro vetrine e in quei giorni le vendite calano, infatti quest’anno la disposizione dei gazebo sarà leggermente diversa per fare in modo che ci sia la possibilità di far intravedere alcune vetrine. Quello che chiedo è un po’ più di disponibilità e di collaborazione perché il nostro sforzo è tanto, capisco anche le loro occasioni però un’altra occasione di far salire a Chieti 40 mila persone non c’è. Il problema sono anche i toni, negli anni passati abbiamo avuto minacce incendiarie, un gazebo è stato occupato e una persona che è venuta da Cosenza è arrivata alle 9 ed ha potuto montare alle 19. È veramente difficile mandare avanti delle manifestazioni in questa città con questo clima, noi con le istanze siamo aperti a tutti i commercianti, però chiediamo più disponibilità”.

Pubblicato in Cultura e eventi

L'Aquila. "Onorato e felice": si definisce così lo scrittore Alessandro Savona, fra i cinque finalisti per la narrativa all'edizione 2017 di Kaos, festival dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana che l'8 e il 9 dicembre avrà luogo nei locali dell'Accademia Michelangelo di Agrigento. Il suo romanzo s'intitola "Ci sono io. Un adulto, un bambino, un viaggio. Oppure un rapimento?" (Dario Flaccovio editore, 240 pag., 18€). L'intervista.
Il titolo è davvero molto evocativo, sembra contenere in sé tutto il sentimento del piccolo protagonista: è così?
La frase “Ci sono io” può significare “Non preoccuparti, ti aiuto e difendo io” oppure, da un punto di vista diametralmente opposto, “Mi vedi? Ti accorgi di me? Guarda che esisto”. Rispecchia pertanto i sentimenti sia dell’adulto che del bambino, nel primo in quanto adulto e depositario di una maturità socialmente pretesa, nel secondo perché è chiara la richiesta di attenzione, di protezione. Ma sappiamo che ogni adulto è anche il bambino che è stato in passato. Quindi, nella doppia valenza, la frase si accorda sia all’uno che all’altro.
È stato facile scegliere il titolo per una storia così delicata?
Il primo titolo conteneva la parola “viaggio” ed era descrittivo. Aggiungerei, inutilmente descrittivo. “Ci sono io” è invece una frase che ricorre nel libro un paio di volte, la seconda nell’ultima parte in cui se ne rivelano altre sfumature. Sì, è stato facile sceglierla.
Come separare gli eventi della propria vita privata da quelli riportati su una pagina? Lei lo ha fatto? in che maniera e misura?
C’è soltanto un modo, lasciare che il tempo trascorra. Tra la mia prima esperienza di volontario di una casa famiglia e il momento in cui ho iniziato a scrivere questa storia intercorrono circa quattro anni. Nel mezzo c’è l’essere diventato affidatario di un minore. Ogni autore racconta sempre di sé, pure se narra la storia di una foglia. E’ importante che la materia narrata sia trattata con lucidità, non perdendo di vista gli elementi della costruzione. Solo così si evitano le trappole di inutili sentimentalismi e sdolcinature che allontanano il lettore dal sentirsi partecipe della storia, attraverso quel magico processo che è l’immedesimazione.
Il libro fa conoscere la possibilità di affido anche a una coppia gay: può condividere con noi qualche ricordo e risultato dell'esperienza sua e del suo compagno?
Lo fa indirettamente perché di fatto non si parla di affido ma del rapporto tra un non padre e un non figlio, tra un adulto e un bambino ospite di una casa famiglia, due estranei che si cercano nell’amore di una famiglia utopica. L’adulto ha il desiderio di salvare il bambino dal tempo morto delle lungaggini burocratiche, dalla diffusa mancanza di sensibilità, dall’essere un numero tra i numeri, un bambino dall’infanzia tradita. Ho assistito a molti episodi deplorevoli durante il volontariato e non mi riferisco soltanto all’insensibilità dei burocrati. Molti bambini sono spesso “restituiti al mittente” da famiglie selezionate per l’adozione per i più disparati motivi: non va bene il colore dei capelli, l’odore della pelle, l’età. E’ il momento di dire basta a questa mercificazione che, a mio avviso, è frutto di insano egoismo. L’istituto dell’affido, disciplinato dalla stessa legge dell’adozione, è di fatto una soluzione per garantire a tanti bambini - ricordiamo che in Italia i minori in attesa di adozione o affido sono oltre 28.000 - il diritto a crescere tra persone che li amano e li rispettano. Quando ci è stato proposto l’affido di un minore eravamo frastornati, felici e spaventati di non essere all’altezza della circostanza. Si trattava di un ragazzo di sedici anni. I suoi fratellini avevano già trovato accoglienza presso altre famiglie. In genere i bambini che superano i sei anni sono considerati scarti, non li vuole nessuno e sono destinati a essere sballottati da una comunità all’altra fino al raggiungimento della maggiore età.
Ricordo ancora con emozione il primo incontro, l’aria smarrita di Marco - il nostro piccolo eroe - e la sua allegria. Oggi ha superato i vent’anni e, per sua scelta, seguita a vivere con noi. Siamo orgogliosi di lui, dei suoi risultati nel campo del lavoro e, inutile dirlo, lo amiamo enormemente.
Cercando su internet, ho notato che a partire dal suo libro ci si è concentrati molto sulla questione dell'affido e delle adozioni e forse il valore in sé del romanzo viene un po' tralasciato. Era quello che voleva ottenere o comunque è contento intanto del riscontro ottenuto?
Parte dei proventi del libro andrà, per mia scelta, a una associazione onlus che si occupa attivamente di sensibilizzazione in materia di affido. Penso che un libro abbia quasi sempre una funzione sociale, racconta di noi, ci mette di fronte alle nostre paure, all’avventura dell’amore, all’incertezza del vivere e alla meraviglia del quotidiano. In più gode del privilegio di rivolgersi senza filtri a ogni singolo lettore. Mi fa piacere essere invitato in TV - da Bianca Berlinguer come da Maurizio Costanzo - ma so che la vera sfida la giocherà il libro. Sfida che spesso ha vinto perché le redazioni serie invitano gli scrittori solo dopo aver letto le loro opere. A me, sinceramente, interessa l’onestà nei confronti dei lettori e della mia coscienza.
Cosa le piacerebbe che i lettori percepissero a livello di sensibilità dalla lettura di "Ci sono io”?
Mi auguro che il libro induca a riflettere sul senso distorto dell’amore al quale spesso siamo abituati. E a correggere il tiro.
Nel romanzo l'adulto e il bambino in che modo si conosceranno fra loro e in quale aspetto ognuno riscoprirà se stesso?
Si conosceranno attraverso un viaggio di tre giorni che li porterà avanti e indietro nel tempo, lungo strade impervie, tra paesaggi reali, incursioni tra le ombre e luoghi magici. Saranno l’uno lo specchio dell’altro. Nel bene e nel male. Perché così è la vita. Giovanni Zambito.


IL LIBRO
Un adulto e un bambino di sei anni. L’adulto è un uomo alla resa dei conti con la propria vita e le incertezze sentimentali di un’omosessualità consapevole. È anche volontario, nel tempo libero, in una casa-famiglia di cui il bambino è uno degli “inquilini” in attesa di adozione. Insieme affrontano un viaggio di due giorni che prende l’aspetto di una fuga, se non di un rapimento. Li unisce l’intesa che può esservi soltanto tra un padre e un figlio. Il romanzo invita a una riflessione sul tema dell’infanzia, sulle comunità di accoglienza, sul rapporto tra genitori biologici e/o affidatari e adottivi. E su cosa sia l’amore, quando esso è negato ai bambini che spesso pagano per le colpe dei padri.
Il romanzo dà anche voce ai minori che non hanno la forza di affrontare la palude burocratica nelle cui maglie si inceppa il loro diritto all’infanzia. Una corsa contro il tempo, un viaggio tra passato e presente, mentre la complicità, le risate, i dialoghi tra un non-padre e un non-figlio si intrecciano fino a un inatteso epilogo. Una lettura capace di emozionare.

Ci sono io si rivolge a tutti, in particolare a chi è interessato alle tematiche sociali e civili e a chi cerca una lettura capace di fare emozionare.

L'AUTORE
Alessandro Savona ha pubblicato romanzi e racconti con vari editori, tra cui “Etica di un amore impuro” che dal 2008 continua a riscuotere interesse. Libero professionista (arredatore di interni e scenografo), si occupa intensamente di volontariato e affido; dal 2013 il suo stato di famiglia include Marco, un ragazzo che lui e il suo compagno hanno avuto in affido come seconda coppia in Italia, con un decreto che segna una svolta nazionale in materia di affidamento minorile alle coppie omosessuali.
Vive e lavora a Palermo.

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 30 Novembre 2017 00:00

Torna "Sabato in concerto"

Pescara. Grande e significativo è stato il successo riportato nelle precedenti stagioni dalla rassegna SABATO IN CONCERTO, dove gli artisti invitati, tutti di assoluto prestigio, sono stati applauditi in una sala sempre piena all’inverosimile. Il calendario dei concerti ha trovato l’entusiasmo e il gradimento di un pubblico molto eterogeneo e disposto alla novità, cioè alla “cultura”, composto anche da tanti giovani dall’animo fine e dalle movenze garbate.
Pensata con l’obiettivo di piacere, di illustrare, di avvincere, in SABATO IN CONCERTO i generi musicali si sono mescolati, offrendo un palcoscenico alle realtà artistiche abruzzesi più originali e meritevoli di attenzione, tra cui giovani talenti alla continua ricerca di simili opportunità “espositive”, e riservando un congruo spazio a musicisti che frequentano da tempo e con successo i circuiti dei festival internazionali.
L’edizione 2017/2018 di SABATO IN CONCERTO è stata predisposta da un lato con l’impegno di garantire un elevato livello artistico e culturale degli appuntamenti, sempre aperti all’innovazione, alla ricerca e alle avanguardie musicali, dall’altro tenendo conto delle caratteristiche peculiari e della qualità acustica delle sale ospitanti gli appuntamenti concertistici.
Il progetto vuole rappresentare un’oasi di gusto nelle scelte, senza dover guardare al botteghino né a un facile compiacimento del pubblico. Piacere sì, ma non necessariamente compiacere. Banditi gli stereotipi e le situazioni convenzionali c’è un po’ di tutto ma senza per questo essere un mix per tutti i gusti e tutte le stagioni.
Il programma si mantiene nel solco di quella modernissima tradizione che fa della “contaminatio” un elemento distintivo, in cui il classico e il leggero, l’impegno e il disimpegno procedono appaiati senza però perdere di vista il principio della qualità nelle scelte, nell’interpretazione, nel fornire al pubblico cangianti chiavi di lettura nel tempo e nello spazio.
Il calendario è un vero e proprio caleidoscopio, con proposte di solisti e gruppi con organici strumentali molto diversificati, che eseguono standard e musiche di tutti i continenti, in un ideale giro del mondo, passando dalla musica classico-romantica a quella moderna e contemporanea, dall’opera e operetta alla tradizione napoletana, dalla musica etnica alla fusion, spostandosi idealmente all’altro capo del mondo attraverso incursioni nei ritmi della musica latino-americana.
I concerti, curati nei particolari, non hanno una successione casuale, ma sono fortemente giustapposti tra loro, creando un fil rouge unico cha va dall’inizio alla fine della rassegna. Straordinariamente belli e originali, sviluppano un tema musicale o propongono una miscellanea di stili e generi, racchiudendo in sè ispirazione, lirismo e grande virtuosismo, e non mancano interazioni e incursioni nella letteratura, nella poesia, nella danza e nelle arti multimediali.
Due sono i leitmotiv ricorrenti in tutti gli appuntamenti: la grande professionalità e la collaudata esperienza internazionale di tutti gli artisti partecipanti. Il calendario dei concerti, molto ambizioso e dagli altissimi contenuti artistici, si presenta fruibile, innovativo e pieno di sorprese. Si passa dalla compostezza delle forme barocche e classico-romantiche alla musica da film, dalle espressioni del neoclassicismo contemporaneo ai colori della musica etnica del Mediterraneo e dell’America Latina, dalla grande tradizione cameristica al virtuosismo di straordinari cantanti, ballerini, solisti di pianoforte, arpa, chitarra, fisarmonica, archi e fiati, dall’Opera, Operetta e Canzone napoletana al Musical e a Hollywood, e infine dalle danze europee di Brahms e Monti al “viejo y nuevo tango” di Gardel e Piazzolla.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Nella giornata di lunedì 4 dicembre, in occasione della ricorrenza della Patrona della Marina Militare, Santa Barbara, si terranno presso la sede della Capitaneria di Porto di Ortona i seguenti eventi:

CERIMONIA ALZABANDIERA

- ore 8.00: nel piazzale antistante la sede della Capitaneria di Porto, il personale Militare e i soci dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – Sezione di Ortona, in schieramento, celebreranno in forma solenne l’alzabandiera;

CELEBRAZIONE EUCARISTICA

- ore 12.15: presso la sede della Capitaneria di Porto, celebrazione della Santa Messa alla presenza delle massime Autorità Civili e Militari della provincia di Chieti e del locale cluster marittimo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Si conclude dopo un settimana intensa di proposte ed eventi il 27° Festival Internazionale Scrittura e Immagine con la premiazione dei corti vincitori del 19° Festival Internazionale del Cortometraggio Scrittura e Immagine che ha visto la partecipazione di più di 3000 corti provenienti da ogni parte del mondo.
Venerdì 1° dicembre alle ore 9,30, mattinata dedicata agli studenti con la proiezione dei cortometraggi della sezione Cortoscuola ( Tutta la vita nei miei occhi, IC1 di Chieti; Tra cielo e terra, Liceo Artistico e Coreutico ‘Ciardo Pellegrino’ di Lecce; Pescara, Liceo ‘G.Marconi’ di Pescara; In bilico, IIS ‘Paolo Boselli’ di Torino; La legalità è futuro, IIS ‘Algeri Marino’ di Casoli; Il manifesto del Futurismo, Liceo ‘M. Morandi’ di Finale Emilia; Best Player, IC2-IC3 ‘Ressi Gervasi’ di Cervia; La pastorella, Liceo Linguistico ‘G. Marconi’ di Pescara; Panopticon, Liceo ‘M. Morandi’ di Finale Emilia; The Hospital, I.C. ‘Savigno’ di Valsamoggia) e la premiazione del corto vincitore, “La legalità è futuro” realizzato dagli studenti dell’IIS “Algeri Marino” di Casoli.
Ospite d’onore il regista Pierluigi Di Lallo che presenterà i suoi “Spot per l’Abruzzo”.

Si proseguirà nel pomeriggio alle ore 18,30 con la proiezione e la premiazione dei corti vincitori delle sezioni Scrittura e Immagine (“Candie Boy” di Arianna Del Grosso), Spazio Abruzzo (“Amen” di Fabio D’Onofrio e Cristina Di Lorito) e AnimaCorto (“Late Afternoon” di Louise Bagnall dall’Irlanda).
Madrina dell’evento l’attrice Lucrezia Guidone, protagonista al cinema del recentissimo film di Donato Carrisi “La ragazza nella nebbia”.
Dopo la premiazione buffet offerto da Citra Vini e Genobile-Bongè.
Ingresso libero

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Primo appuntamento della nuova stagione per la rassegna “sabato in concerto jazz”, cartellone della Fondazione Pescarabruzzo, organizzato dall’associazione Archivi Sonori con la direzione artistica di Maurizio Rolli.

Un viaggio musicale lungo 5 mesi che attraverserà i centri della provincia di Pescara per arrivare nel capoluogo adriatico nel gennaio 2018.

Si parte sabato 2 dicembre da Torre de Passeri, alle ore 18, presso il Teatro della Scuola in via Garibaldi (ingresso libero), ci saranno i Sensaction. Christian Mascetta alla chitarra, Pierfrancesco Speziale alle tastiere, Francesco D’Alessandro al basso, Michele Santoleri alla batteria. Ospite la cantante Rosanna Di Lisio. Una band che ha nell’energia e nella contaminazione il segno distintivo della propria musica.

Perché questo nome, Sesaction.
“Il nome racchiude il nostro obiettivo. Far emozionare le persone che ci ascoltano – dice Christian Mascetta – il nostro desiderio è quello di fari provare loro sensazioni, mentre suoniamo, da qui Sensaction”

Di che genere di sensazioni si tratta?
“I brani che eseguiremo sono quasi tutte mie composizioni originali. Un racconto personale dei miei ultimi tre anni, fatto insieme ai miei compagni di palco di lunga data. Nella serata ci sarà spazio anche per due composizioni di Pierfrancesco Speziale. La nostra è una musica che non si può incasellare in un genere. Spaziamo tra fusion, rock, pop, jazz”

Quattro giovani musicisti che però hanno avuto già le loro soddisfazioni.
“Il nostro primo lavoro discografico del 2016, Istinto, ha avuto riscontri molti positivi, sia di pubblico che di critica, quest’estate abbiamo aperto con una serata al Porto Turistico, il Pescara Jazz, abbiamo fatto numerosi concerti su e giù per l’Abruzzo. Sabato pomeriggio proporremo per la prima volta la nostra musica al pubblico di Torre de Passeri, non vediamo l’ora”.

L’appuntamento in agenda è dunque fissato per sabato 2 dicembre a Torre dè Passeri, per ascoltare quattro talenti abruzzesi.

Pubblicato in Cultura e eventi

L’Aquila. Sabato 2 dicembre alle 18, presso il Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini”, l’appuntamento settimanale con la 43° stagione dei concerti dell’ISA presenta nella serie delle lezioni-concerto, un programma dal titolo “Il contrabbasso secondo Daniele Roccato - Canti di viaggio”. Protagonista, un fuoriclasse del suo strumento come Daniele Roccato, musicista dalla multiforme attività di performer, compositore, autore, costantemente presente sulla scena creativa contemporanea in ambito musicale, nel teatro e nella danza: ospite di festival e sale da concerto tra i più prestigiosi, ha firmato spettacoli con il drammaturgo e attore Vitaliano Trevisan e con il danzatore e coreografo Virgilio Sieni, ha collaborato con il Teatro delle Albe e la Societas Raffaello Sanzio, ha portato il contrabbasso solista nell’ambito pop con progetti in trio con Lucio Dalla e con Roberto Vecchioni.
Roccato è dedicatario di opere di grandi Maestri come Hans Werner Henze, Gavin Bryars, Ivan Fedele, Terry Riley, Nicola Sani, Stefano Scodanibbio - con il quale ha fondato l’ensemble di contrabbassi “Ludus gravis”.
La russa Sofia Gubaidulina, considerata la più grande compositrice vivente, in occasione del concerto per il Leone d’Oro assegnatole dalla Biennale di Venezia nel 2013 ha scritto di lui: “È un genio … la sua interpretazione mi ha totalmente sconvolta. Non ho mai sentito un contrabbasso suonare in questo modo”.
Docente presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, ha tenuto seminari presso le maggiori università e conservatori a livello internazionale (Parigi, Berlino, Oslo, Copenhagen, Venezia, San Francisco, Città del Messico). Ha registrato per EMC, Wergo, Sony e diversi suoi concerti sono stati trasmessi da Rai RadioTre e dal canale
Sky Arte.

Roccato artista in residenza ISA. Nel 2017 l’ISA ha realizzato con Roccato un importante progetto di residenza artistica, grazie al quale l’Orchestra Sinfonica Abruzzese ha partecipato, insieme a grandi nomi del concertismo internazionale, alla prima pubblicazione integrale dell’opera di Hans Werner Henze per la Wergo Schott di Magonza, etichetta discografica tra le etichette più qualificate, con l’incisione del Concerto per contrabbasso e orchestra del celebre compositore tedesco realizzata con Roccato lo scorso maggio.
Con il direttore e compositore Tonino Battista, inoltre, Roccato è stato co-autore dell’opera “Assedio – frammenti di reportage”, una commissione dell’ISA presentata in prima assoluta nel luglio 2017 e che ha coinvolto come protagonista la giornalista e inviata Rai Lucia Goracci.

Nella serata ISA del 2 dicembre, Daniele Roccato presenta un programma di brani scelti, intervallati da sue composizioni, che fanno anche uso dell’elettronica: da Monteverdi a Schubert, da Hindemith a Gubaidulina, da Bottesini a Rachmaninov a Webern, alla sua stessa musica, una serie di “Canti di viaggio” appunto, che rappresentano una sorta di autoritratto dell’artista.
Accanto a lui lo straordinario pianista Marco Tezza, che ha al suo attivo collaborazioni con artisti come Ashkenazy, Ughi, Brunello, Carmignola, Hogwood e si è esibito anche come direttore a capo di formazioni di assoluto rilievo in Europa, Asia e America, Australia a Nuova Zelanda.


BIGLIETTI Intero € 10; Ridotto € 8; Giovani €5
INFO Tel. 0862 411102/03 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.sinfonicaabruzzese.it

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 30 Novembre 2017 00:00

Roseto, al via le manifestazioni natalizie

Roseto degli Abruzzi. E’ pronto il ricco calendario di manifestazioni allestite dal Comune, in particolare dall’assessorato al Turismo e alla Cultura, diretto da Carmelita Bruscia, con tutte le associazioni cittadine.

Da sabato 2 dicembre all’Epifania, una serie ininterrotta di iniziative: da quelle per i più piccoli, incontrastati protagonisti delle feste, a quelle per gli adulti, dal selfie con Babbo Natale ai convegni, dalla presentazione di prodotti tipici nella due giorni allestita dall’associazione Ambasciatori del Centro Italia alla pista di pattinaggio sul ghiaccio, dai concerti ai presepi, dal Babbo canestro (doveroso omaggio allo sport più amato in città) alla danza, dai mercatini alla solidarietà che trova, opportunamente, il proprio spazio in un momento in cui è necessario condividere la felicità anche con chi non ne ha.

“Credo sia un calendario molto interessante”, dice l’assessore Bruscia, “abbiamo lavorato con tutte le associazioni di Roseto e in stretta collaborazione con la cooperativa Lo spazio delle idee per fornire la massima varietà di appuntamenti per i residenti e per chi si trovi di passaggio in città. Abbiamo programmato anche l’apertura straordinaria degli esercizi commerciali nelle domeniche di dicembre e ci sarà la filodiffusione per le vie dello shopping. Ringrazio tutti, naturalmente, a cominciare dai miei più stretti collaboratori negli uffici comunali e ai rappresentanti delle associazioni. Siamo certi che anche queste iniziative possano contribuire ad aiutare l’economia cittadina e, di conseguenza, tutti i rosetani”.

Di seguito l’elenco dettagliato delle manifestazioni.



NATALE INSIEME 2017

02 DIC SI PATTINA SUL GHIACCIO – Ass. Rosa d’Eventi
Arena 4 Palme
Tutti i giorni ore 10.00-13.00; 15.00-19.30; 21.00-24.00 fino al 6 Gennaio

08 DIC SI ACCENDE IL NATALE
Apertura eventi natalizi con la Banda di Montepagano
Ore 16.00 partenza sfilata da Piazza della Repubblica e arrivo in Piazza 1° Maggio

Accensione dell’Albero di Natale con il saluto del Sindaco
Coro dei bambini accompagnati dal Maestro Daniele Falasca
Ore 16.15 Piazza della Libertà

#UN SELFIE CON BABBO NATALE
Entra nella sua casa, consegna la letterina e scatta con lui una foto ricordo!
Ore 17.30 Piazza 1° Maggio

09 DIC INAUGURAZIONE LABORATORIO DI RICERCA STORICA ED ESPOSIZIONE PERMANENTE DI NUOVE FOTO DI ANTONIO MAZZONI – Ass. “Citta’ per vivere”
Ore 16.00 Palazzo Pancia (ex Mezzopreti) Montepagano

10 DIC “PATTINANDO SULLE VOCI DI MUSICAHDEMIA” sulle musiche del Maestro Daniele Falasca - ASD Pattinaggio Roseto e ASD Skating La Paranza
Ore 17.00 Piazza della Repubblica (Comune)

15 DIC CONVEGNO “Valorizzazione dei prodotti tipici e topici del cratere del centro Italia per il rilancio del territorio e della relativa offerta turistica” –
Ass. Ambasciatori del Centro Italia
Ore 17.00 Campeggio Lido D’Abruzzo, Via Makarska 1

CONCERTO “NATALE INSIEME” di Michela De Amicis con la fisarmonicista Arianna Di Pasquale
Ore 20.00 Sala Consiliare del comune di Roseto degli Abruzzi

16 DIC “PRODOTTO TOPICO 2018” - Ass. Ambasciatori del Centro Italia
Percorso enogastronomico
Ore 10.30 - 23.00 Piazza della Libertà e Piazza Dante

INAUGURAZIONE DEI PRESEPI ARTISTICI ROSETANI – Giorgio Poliandri, Luca e Vittorio Mariani
Ore 12.00 – Via Rossetti, 35 (presso ex Fornace Branella)
Aperto tutti i giorni dal 16 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, dalle ore 16.00 alle ore 19.30.
Piazza della Libertà dall’8 dicembre 2017 al 06 gennaio 2018, aperto tutti i giorni.

FESTA DEL NATALE – Comitato Genitori “Girandole e arcobaleni” Scuola primaria G. D’Annunzio
Ore 15:30 Piazza della Repubblica

“BABBO CANESTRO” - Ass. Minibasket Roseto e ASD Meeting Ginnastica Artistica
Ore 17.00 Palazzetto dello Sport

CONCERTO DI NATALE TRA MUSICHE, POESIE E ZAMPOGNE - Ass. Vecchio Borgo e Confraternita Santissimo Sacramento
Ore 20.30 Chiesa dell’ Annunziata - Montepagano

 

 

17 DIC TRE FAVOLE PER NATALE – Ass. Elle Emme
Presentazione libri per bambini
Ore 15.30 Palazzo del Mare - Ore 16.40 Nutella Party

L’ARTE CHE UNISCE. BUON NATALE – SFD diretta da Dorina di Marco
Spettacolo di Danza con CORALE ISADORABLES VOIX con Soprano Letizia Triozzi e Pianista Maurizio Chiavaroli
Ore 17.00 Piazza Dante

CHRISTMAS COLOURS – B DANCE PROJECT direzione artistica di Sabatino D’Eustacchio e Federica Angelozzi
Spettacolo di danza
Ore 19.00 Piazza Dante

STU’ SOTTO LE STELLE - Accademia Dello Stu’
Torneo di carte più antico tipico montoriese
Ore 19.00 Centro Sociale Anziani


21 DIC “BUON NATALE TRA LA ZAMPOGNA E IL JAZZ” – Ass. Ars Vocalis
Concerto del Coro Polifonico
Ore 21.00 Chiesa M Santissima Assunta


23 DIC “CANESTRI DI FELICITÀ” - Ass. Minibasket Roseto
Torneo di Minibasket
Ore 16.00 Piazza Dante


ARRIVO DELLA BANDA JAZZ DI BABBO NATALE
Ore 16.00 Percorso: piazza 1° Maggio, Arena 4 Palme, piazza Verdi, piazza della Libertà, piazza Dante, via Latini, Chiesa M Santissima. Assunta

23-24 DIC STAND ESPOSITIVI di artigianato e hobbistica ed ELFI DI NATALE - Associazioni In Festa
Stand, laboratori creativi per bambini, casa di Babbo Natale

Parteciperanno anche:
Il Vicinato Di Una Volta GAZEBO DELLA SOLIDARIETÀ
ASD EQUANIME - Centro Equestre progetto “Cavalchiamo Per Sorridere”

Dalle ore 10.00 alle ore 24.00 Piazza della Libertà (chiusura anticipata alle ore 20.00 il giorno 24)


26 DIC PRESEPE VIVENTE ITINERANTE – Ass. Insieme per San Giovanni
Ore 18.30 Località San Giovanni

28 DIC 24° EDIZIONE DEL “CONCERTO DI NATALE” - Corelli Chamber Orchestra, Direttore Manfredo Di Crescenzo
Ore 21.00 Chiesa M Santissima Assunta

06 GEN LA MAGIA DELLA BEFANA - Fata Animazione
Ore 15.30 Piazza della Libertà (In caso di pioggia l’evento si terrà al Palazzo del Mare)

 

 

Si segnalano anche:
* Mercati domenicali
8/12 nella frazione di Santa Lucia
17/12 Piazza Olimpia (Palazzetto dello Sport)
24/12 Piazza Olimpia (Palazzetto dello Sport)
31/12 Piazza Olimpia (Palazzetto dello Sport)

* XX Mostra del Presepio artistico di Vittorio Esposito , Piazza dell’Olmo - Montepagano
Tutti i giorni dall’8 Dicembre al 6 Gennaio

* Mostra dei presepi artistici
Tutti i pomeriggi, ore16 – 19 Museo civico della cultura materiale di Montepagano

* Apertura straordinaria Esercizi commerciali anche le Domeniche dall’ 8 Dicembre

* Filodiffusione per le vie dello shopping

ASSOCIAZIONI PARTECIPANTI

• Asd Skating La Paranza
• Asd Pattinaggio Roseto – scuola di pattinaggio artistico
• Associazione S. Giovanni
• B Dance Project
• Fata Animazione
• Associazione “Giacche Verdi”
• Ass. Insieme Per S.Giovanni
• ASD Meeting
• Scuola Mini Basket di Roseto degli Abruzzi
• Musicahdemia
• Associazione dei Commercianti “AssoRosa”
• Accademia dello Stù – Il gioco dello stù
• ASD Energy
• ASD Scuola Isadora Duncan
• Banda di Montepagano
• Eventilive srl
• Associazione culturale Elleemme
• Centro ippico EQUANIME di Ramona Sorricchio
• Associazione Rosa d’eventi – Pattinaggio su ghiaccio
• Presepi Rosetani
• Ass. “Città per Vivere”
• Associazioni in Festa
• Il vicinato di una volta
• Ass. Ambasciatori del Centro Italia
• Comitato Genitori “Girandole e arcobaleni” Scuola primaria G. D’Annunzio
• Corelli Chamber Orchestra
• Ass. Vecchio Borgo e Confraternita Santissimo Sacramento
• Coro Polifonico Ars Vocalis

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Giunge alla undicesima edizione la Mostra dei Presepi artistici, organizzata da Michele Intranuovo, con il supporto dell’associazione Amare Montesilvano, in collaborazione con il Comune di Montesilvano. A presentarla questa mattina il sindaco Francesco Maragno, gli assessori Ernesto De Vincentiis e Ottavio De Martinis e il direttore artistico Michele Intranuovo. Presenti anche alcuni rappresentanti del Comitato Vittime Rigopiano, Marco Foresta, Francesco Di Michelangelo e Emira De Acetis.
In uno dei presepi realizzati, infatti, il più grande in esposizione, a cura di Michele Zicolella, è stato riprodotto uno speciale ricordo della tragedia che il 18 gennaio scorso ha colpito Rigopiano, causando la morte di 29 persone.
«Questa mostra - afferma l’assessore De Vincentiis – è ormai divenuta un appuntamento fisso per la città di Montesilvano. Un’esposizione tra le più importanti per qualità e quantità a livello nazionale. Sono già diverse le scuole che si stanno organizzando per venire a visitare la mostra». «La riscoperta e la valorizzazione delle tradizioni cristiano cattoliche sono elementi fondanti della nostra cultura - ha aggiunto il sindaco Francesco Maragno -. Ringrazio Michele Intranuovo che ha avuto l’intuizione, ormai 11 anni fa di realizzare questa mostra divenuta un potente attrattore per grandi e piccini, e chi in tutto questo tempo continua a spendersi per l’organizzazione di questo specialissimo evento. Un ringraziamento va agli espositori che mettono a disposizione la loro arte con spirito di liberalità». «La mostra dei presepi artistici - afferma l’assessore De Martinis – è sicuramente uno degli eventi principali e di rilievo nel nostro cartellone eventi natalizio».
«Siamo particolarmente onorati - ha dichiarato Marco Foresta, del comitato Vittime Rigopiano - del pensiero che è stato rivolto a quanto accaduto ormai quasi un anno fa. Ci fa piacere ci siano questi segnali di vicinanza a tutto il comitato». E proprio al Comitato Vittime Rigopiano verranno devoluti i fondi raccolti con la lotteria abbinata alla mostra come ha annunciato Intranuovo, direttore artistico della mostra: «Voglio ringraziare l’Amministrazione Comunale che ci ha supportato nell’organizzazione così come il centro Porto Allegro che anche quest’anno ha messo a disposizione la sua struttura e ovviamente tutti gli artisti, i veterani e i nuovi arrivati».
Circa 170 i presepi in mostra realizzati da artisti provenienti da tutta Italia. In esposizione vi sono creazioni speciali, come il presepe realizzato in un televisore, quello all’interno di un veliero, quello in una piccola botte di vino, o ancora raffiguranti trulli e trabocchi.
«L’evento che presentiamo oggi - ha detto Errico Di Tillio, direttore del centro di intrattenimento Porto Allegro - arricchisce la nostra offerta eventi. Questo centro vuole porsi non solo come luogo asettico dove fare degli acquisti, ma come un punto di riferimento vissuto dalla collettività. Ecco perché abbiamo voluto ospitare questa mostra per il secondo anno consecutivo».
L’inaugurazione è fissata per sabato 2 dicembre, al primo piano del Centro di Intrattenimento Porto Allegro, alle ore 17:30. La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle 9 alle 12:30 e dalle 15 alle 21. Nei giorni festivi, fino alle 22.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. Il 26 Novembre nella sala Auditorium del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, si è svolta la premiazione ufficiale della quinta edizione del Roma Web Fest.
L’evento è stato introdotto da Janet De Nardis, direttrice artistica e ideatrice del Festival, la quale ha ringraziato MIBACT, SIAE, Roma Lazio Film Commission e 100Autori per avere creduto fin dall’inizio in un progetto ambizioso che ha come scopo la promozione del talento italiano all’estero e il dialogo con i più importanti produttori e brand italiani e internazionali. Quello che in passato era solo un miraggio, oggi è realtà; ciò che sembrava un avveniristico futuro è diventato un concreto presente.
In una sala gremita di gente, la giuria è stata attenta nel visionare i progetti finalisti.

La grandissima affluenza di pubblico dovuta agli interessantissimi panel e workshop programmati nelle tre giornate di festival ha messo in luce il successo di questo format giovane e dinamico in cui con grande intelligenza e gusto artistico le web serie e i fashion film si stanno facendo spazio nel mondo dell’audiovisivo. Molti gli attori che ieri sono arrivati al MAXXI per gli incontri della giornata e per il Galà dedicato alle premiazioni. Tra loro: Sonia Bruganelli, Niccolò Presta, Vincenzo Alfieri, Luca Vecchi, Anthony Di Francesco, Cristina Spagnuolo, Daniele Doesn’t Matter, Chiara Paradisi, Lele Sarallo, Geppo, Marina Di Guardo, Roberta Beta, Ivan Silvestrini, Annalisa Aglioti, Giorgia e Greta Berti, Pino Quartullo, Donatella Pompadour, Savino Zaba, Carolina Rey, Simone Tempia, Silvia Squizzato, Linda Battista, Fioretta Mari, Marco Bonini, Stefano De Sando, Romano Reggiani, Francesca Rettondini, Giulia Todaro, Gina Amarante, Massimiliano Buzzanca, Vania Della Bidia, Lidia Vitale, Blue Yoshimi, Marco Marzocca, Alessia Fabiani, Marco Castaldi, Claudio Colica, il prof. Mario La Torre, Alessandro Meta, Andrea De Rosa, Cataldo Calabretta, Roberta Morise, Vittoriana Abate, Mario Ermito, Beppe Convertini, Giuseppe Maggio, Barbie Xanax, Giulia Luzi, Silvia Salemi, Sara Zuccari, Vanessa J Mulder, i Licaoni, Alberto Pagnotta, Moreno Amantini, Michelle Marie Castiello, Hoara Borselli, gli Zero, Simone tempia, Silvia Squizzato, Cristian Marazziti, Roberto Venturini, gli Actual, Lucianna De Falco, Andrea Dianetti, Martina Mercedes Corradetti……

A presentare l’evento l’istrionico attore comico Saverio Raimondo, che ha divertito il pubblico attraverso i suoi esilaranti interventi. Dall’attenta giuria, seduta in prima fila e composta da Mattia Mariotti (Programming Manager Sky), Cristina Priarone (Direttore generale di Roma Lazio film Commission), Eleonora Cimpanelli (Sceneggiatore e autrice), Elio Catania (Presidente di confindustria digitale), Gianluca Guzzo (Amministratore e fondatore di My Movies) e Omar Schillaci (Wired Italia) sono stati assegnati i seguenti premi:

 

· Miglior web serie italiana: Il mistero sottile finalista di diritto al Melbourne Web Fest
· Miglior web serie straniera: Natural Selection
· Miglior regia: Il mistero sottile finalista di diritto al Wendie Hamburg Web Fest
· Miglior regia straniera: En voiture Simone
· Miglior soggetto sceneggiatura: il mistero sottile
· Miglior montaggio La scuola della notte
· Miglior fotografia: Gabriel
· Miglior colonna sonora Shotgun Boogie
· Migliori effetti speciali: anime e sangue
· Miglior attore Giorgio Pasotti (mistero sottile)
· Migliore attrice Beatrice Skiros (Caronte)
· Migliori costumi Orazio’s Clan
· Miglior Drama Caronte
· Miglior thriller Horror mistery: Il Mistero Sottile
· Miglior comedy/schetch Lobbage
· Miglior Comedy story: Super italian family
· Miglior documentario: Shotgun Boogie
· Miglior Cartoon /animazione Supa supa
· Miglior scienze fiction fantasy: Orazio’s Clan
· Miglior web serie a tema sociale: Jezabel
· Miglior mokumentary: Grazie al Klaus
· Miglior cortometraggio: Cani di Razza
· Miglior puntata zero: Hooked
· Miglior viral video: Inferior
· Premio pubblico in sala: Goodstein
· Premio pubblico della rete (webserie): Big Shot
· Premio pubblico della rete (cortometraggi): Gabbia d’amore
· Premio Pubblico Puntata Zero: Supermarket
· Premio Pubblico Viral Video: Little Barber Shop of Horrors

Premi Speciali:
· Premio RWf: Caronte finalista di diritto al Los Angeles Web Fest, al Die Seriale e al Seoul Web Fest
· Premio Sky per i pitch: Twinky doo’s magic world
· Premio Movieland: Pick and Roll
· Premio Movieland della rete: Io e il marziano
· Premio Web Marketing Festival: Chiara Agresta
· Premio Vvvvid per la categoria Cartoon e Animazione: Adolf in the Sky with diamonds

Le altre webserie che andranno di diritto alle finali dei webfest partner:
Seoul Web Fest: Safrom, Bruciare i violini – Inferno Italia – Anime e Sangue
Rio Web Fest: Super Italian Family
Berlin Web Fest: Shootgun, Woogie

· Gli 11 Fashion Film finalisti, provenienti da ogni parte del mondo, sono stati valutati da una giuria d’eccezione, composta da rinomate personalità che operano con successo nel mondo dello spettacolo e nel fashion system: Stella Jean, Sabrina Persechino, Claudio Gregori (Greg), Laura Bozzi, Luigi Parisi, Marina Di Guardo, Nicoletta Fattibene, Sergio Valente e Benedetta Mazza, che ha decretato la vittoria di Waiting Room di Giacomo Boeri e Matteo Grimaldi (Miglior Fashion Film:), mentre il Premio del Fashion Film più votato dalla rete è stato consegnato da Giuseppe Maggio a Woman di Annalisa Macchione.
Una seconda giuria dedicata ai Fashion Film Contest, realizzato in collaborazione con l’Accademia del lusso (Laura Gramigna e Paola Rotella) e Romeur Academy (Paolo Secondino), composta da Giada Desideri, Martina Valerio, Barbara Molinario, Loris Danesi, Issima91, Garmy Sall, Paola Agosini, Maria Vittoria Cusumano e Antonio Falanga, ha assegnato il premio a Verdict di Anna Chiara Bernardini.


Tra gli eventi speciali sono stati apprezzati la proiezione del film Monolith di Ivan Silvestrini e il workshop promosso dalla Siae “Come scrivere una web serie” e il tour radio attraverso la musica di RID 96.8, Radio 108, Crazy Radio, Radio Godot, Radio Kaos, Studio Radio e Deliradio.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione