Articoli filtrati per data: Novembre 2017

San Salvo. E’ un calendario di manifestazioni condivise quello che in dicembre e gennaio sarà a disposizione dei cittadini, con molti appuntamenti concentrati in gran parte nel periodo natalizio. Si comincia venerdì 1° dicembre con un’originale iniziativa dei commercianti del centro per concludersi con la rassegna del Sant’Antonio alla fine di gennaio 2018.
“E’ il prezioso lavoro svolto dagli assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive e Turismo – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – che hanno raccolto e vagliato i suggerimenti delle associazioni cittadine, del mondo della scuola, delle comunità ecclesiali, dell’Azione Cattolica e dei commercianti, allestendo un cartellone molto vario e articolato per coinvolgere tutte le fasce d’età. Un’opportunità per vivere la città in particolare durante le prossime feste natalizie”.
Le manifestazioni organizzate dal Comune di San Salvo, in programma nei mesi di dicembre e gennaio 2018, gran parte delle quali nel periodo natalizio, sono state predisposte grazie al prezioso contributo della Pro Loco, Commercianti del Centro, Azione Cattolica e la Parrocchia San Nicola Vescovo, Associazione Vinum et Cultura, Istituto Comprensivo n. 2, Confcommercio Chieti, Associazione volontariato Gerico e Caritas parrocchiale San Nicola Vescovo, Associazione Arte presepiale, Associazione New Generation, Parrocchia San Giuseppe e Commercianti dei Portici.


Questo è il cartellone:

Venerdì 1
dalle ore 16:30 alle ore 24:00 - “Il Trampolino del Venerdì” - Centro storico in festa! - Organizzazione Valtrigno e Commercianti del Centro Sabato 2
Organizzazione Parrocchia San Nicola Vescovo ore 18:30 Spettacolo Musicale dei ragazzi dell’A.C.: “E saremo Liberi” …. Aspettando il Musical: Presentazione del video ufficiale” La pace sia con te” (Brano inedito di Auro Zelli) Mercoledì 6
Solennità liturgica di San Nicola Vescovo
Organizzazione Parrocchia San Nicola Vescovo Ore 18.45 Piazza San Nicola: Tradizionale distribuzione dei pani in ricordo del miracolo del Santo Vescovo di Mitra e Processione Giovedì 7
Fiaccolata mariana per le vie della nostra città - Organizzazione Parrocchia San Nicola Vescovo - Partenza ore 18.30 dalla Piazza di San Nicola Venerdì 8
dalle ore 09:00 alle ore 23:30 - Presepi di quartiere - Organizzazione Comune di San Salvo da Venerdì 8 a Domenica 10
dalle ore 17:00 alle ore 01:00 - 2^ Edizione “VINUM ET CULTURA - manifestazione enogastronomica - Piazza San Vitale - Organizzazione Comune di San Salvo e Pro Loco Sabato 9
Organizzazione Pro Loco San Salvo e Istituto Comprensivo 2 dalle ore 16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco)
ore 18:30 concerto Jury Camisasca - Chiesa San Giuseppe Domenica 10 dalle ore 07:00 alle ore 24:00 - FIERA - Ambulanti in Città - Viale Duca degli Abruzzi - Strada Istonia - Organizzazione Confcommercio Chieti Ore 18.30 Tombolata della Carità- Organizzazione associazione Volontariato Gerico e Caritas Parrocchiale - Auditorium Paolo VI - Chiesa San Nicola dalle ore 16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Letture animate - Organizzazione Pro Loco San Salvo Lunedì 11
ore 18:30 - Presentazione dei libri “Cercandoti” e le “beatitudini al contrario” di Matteo Gattafoni - Porta della terra Giovedì 14
Organizzazione Comune di San Salvo ore 18:00 - Presentazione del libro ”SOLE” di Simona Andreassi - Porta della Terra Venerdì 15
dalle ore16:00 alle ore 19:30 Organizzazione Pro Loco San Salvo Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Animazione per bambini (Mago Nicola) Venerdì 15
Comune di San Salvo e Associazione “Arte presepiale” San Salvo dalle ore 10:00 alle ore 20:00 - 5^ Mostra concorso arti presepiali - Museo Civico Porta della Terra Sabato 16
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore10:00 alle ore 19:30 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” dalle ore16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Animazione per bambini (Armando) - Castagne e vin brulè - Dj Set - Amici della tradizione Sabato 16
Auditorium Paolo VI - Parrocchia San Nicola Vescovo Ore 18.30 Convegno “150 anni di Azione Cattolica: passione cattolica e passione educativa”
Relatore Fabio Zavattaro – giornalista RAI Domenica 17
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore10:00 alle ore 19:30 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” dalle ore10:00 alle ore 12:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Spettacolo “Burattini” dalle ore16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) Spettacolo “Burattini”
dalle ore 17:00 alle ore 20:00 - Presepe Vivente - Centro Storico - Canti tradizionali (New Generation) -Comune di San Salvo e Istituto Comprensivo 2 Lunedì 18
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” - Mercatino scuole Martedì 19
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” - Mercatino scuole
Mercoledì 20
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Torneo di Calcio Balilla ore 18:00 Fuoco di San Tommaso - Piazza San Vitale - Organizzazione Comune di San Salvo - Parrocchia San Giuseppe Giovedì 21
Organizzazione Comune San Salvo - Orchestra scuola media S. D’Acquisto dalle ore 17:30 alle ore 18:30 - Concerto Gruppo Alpini - Parrocchia di San Nicola Venerdì 22
Organizzazione Comune San Salvo ore 19:30 - Concerto di Natale - Banda Città di San Salvo - Parrocchia di San Giuseppe Giovedì 21 - Venerdì 22 - Sabato 23
Organizzazione Commercianti dei portici - Strada Istonia
Giornate dedicate ai bambini - Magie, zucchero filato, teatrino, Nonna Canapa spiega la storia della canapa. Sabato 28
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 17:00 alle ore 19:30 - Gruppo Alpini San Salvo - Castagne e Vin brulè - Animazione per bambini (Mago Cocò)
GENNAIO 2018

Venerdì 5
dalle ore16:30 alle ore 24:00 - “Il Trampolino del Venerdì” - Centro storico in festa! Organizzazione Valtrigno e Commercianti del Centro
Sabato 6
dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Arriva la befana - Animazione per bambini - Gonfiabili - Truccabimbi e caramelle ai bambini - Pro Loco San Salvo dalle ore 18:00 alle ore 20:00 - Premiazione 5^ Mostra Concorso Arti Presepiali - Comune di San Salvo – Associazione “Arte presepiale” - San Salvo ore 18.30 Spettacolo Musicale “ Stella Cometa” ragazzi scuola elementare e Azione Cattolica - Auditorium Paolo VI - Chiesa San Nicola Sabato 28
ore 10:00 - Giornata della memoria Centro Culturale Aldo Moro
Domenica 29
ore 17:00 - 34^ rassegna del Sant’Antonio in collaborazione con l’Associazione “New Generation” - Palestra Via Verdi

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Ieri 29 novembre il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Chieti Pescara e Randstad Italia SpA hanno presentato la IV edizione del percorso di alternanza scuola lavoro "Fare Rete = Fare Goal".
All'incontro erano presenti numerosi Dirigenti scolastici e Docenti referenti per l'Alternanza in rappresentanza di ventitre Istituti Superiori delle due provincie.
Federico De Cesare, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Chieti Pescara, ha aperto i lavori ricordando la mission del Gruppo in tema di education e diffusione di cultura d'impresa. E' stato presentato il video "La beata Alternanza", realizzato da Federmeccanica in partnership con numerose Associazioni territoriali del Sistema Confindustria, che racconta la grande opportunità dello strumento dell'alternanza per i nostri studenti.
Claudia Pelagatti, Responsabile Education di Confindustria Chieti Pescara, ha messo a confronto le tre edizioni realizzalte dal 2015. I numeri sono in grande ascesa. L'edizione 2017 ha registrato il coinvolgimento di 30 aziende associate, 30 Istituti Secondari Superiori, per un totale di 600 studenti formati per 600 ore e l'avvio di 30 tirocini in alternanza. La sfida per l'edizione 2018 sarà quella di formare in alternanza 1200 studenti del triennio degli Istituti Secondari Superiori delle provincie di Chieti e Pescara per un totale di 1200 ore di formazione e raddoppiare i tirocini in alternanza fino a 60.
Luciana La Verghetta, Sales Manager Randstad HR Solutions, ha riconfermato la possibilità di concludere i percorsi con campus formativi rivolti anche ai genitori degli studenti, i quali rivestono un ruolo importante nell'orientamento dei propri figli. Inoltre, ha introdotto la novità di partecipare al concorso "Un giorno da FICO" rivolto agli Istituti Scolastici del territorio per scoprire il Parco dedicato alla Fabbrica Italiana Contadina e comprendere il valore della biodiversità e l'origine di un prodotto, dalla materia prima alla trasformazione.
Luigi Di Giosaffatte, Direttore Generale di Confindustria Chieti Pescara, ha evidenziato l'importanza delle metacompetenze nella formazione degli studenti. Il problem solving, il lavoro di squadra, l'ascolto, il "Saper Essere": queste le competenze richieste dalle aziende. "I nostri studenti – ha affermato - saranno chiamati a confrontarsi con competitor internazionali e ad affrontare lavori e ruoli professionali che oggi non esistono. L'alternanza è una grande opportunità per la formazione dei giovani verso la conoscenza diretta del lavoro e delle professioni del futuro". Ha concluso annunciando una grande nuova partnership con la FATER SpA, azienda leader nel mercato internazionale dei prodotti assorbenti per la persona e nel mercato europeo delle candeggine, che interverrà nei percorsi di alternanza di FARE RETE FARE GOAL portando la sua preziosa testimonianza manageriale ed imprenditoriale.

Pubblicato in Economia
Mercoledì, 29 Novembre 2017 00:00

Colpo Tombesi: arriva a Ortona Renan Pizzo

Ortona. Di fronte ai tanti movimenti di mercato che stanno vedendo coinvolte molte squadre del girone, neanche la capolista Tombesi è rimasta con le mani in mano, ed anzi ha individuato il giocatore capace di fornire un contributo importante alla causa gialloverde. Arriverà oggi ad Ortona e sarà potenzialmente a disposizione di mister Morena sin dalla gara di sabato a Manfredonia: Renan Pizzo è un nuovo giocatore della Tombesi. Non sono necessarie particolari presentazioni per l’universale italobrasiliano, classe 1991, che vanta già numerose esperienze in Italia, dal Salinis al Potenza, dall’Eboli alla Luparense fino al Policoro, senza dimenticare alcune apparizioni con la maglia della Nazionale italiana. Dopo aver giocato in Brasile in questi primi mesi della stagione, Renan è pronto a tuffarsi con entusiasmo in una nuova avventura:

“Sono molto contento di arrivare a Ortona. In tanti mi hanno parlato bene di questa società, della sua serietà e della sua ambizione. Mi aggiungo ad una squadra che è già molto forte, è prima in classifica, e conosco alcuni dei miei nuovi compagni per averci giocato contro qui in Italia. Ho visto alcune partite della Tombesi e la mia impressione è che sia una squadra di qualità ma anche di grande cuore: mi piace davvero molto. In questi mesi ho giocato in Brasile, nel Santos futebol clube, ma sono molto felice di tornare in Italia dopo la mia ultima esperienza, che è stata a Eboli. Sono pronto a ricoprire qualsiasi ruolo per il bene della squadra e so già che non sarà disposto a perdere nemmeno un punto. Darò il mio massimo per aiutare la Tombesi a vincere il campionato”.

Pubblicato in Sport

Sambuceto. Il Sambuceto pareggia con lo Spoltore nell’incontro di Coppa Italia di Eccellenza e, in virtù anche della sconfitta nel primo turno del triangolare contro il Capistrello, saluta la competizione. Sul neutro di Cepagatti (per l’indisponibilità della Cittadella dello Sport dovuta all’allagamento per maltempo), i ragazzi di Tatomir, in vantaggio di due reti, subiscono la rimonta spoltorese nei minuti di recupero e vengono raggiunti sul 2 a 2 finale.
In un primo tempo tutto sommato equilibrato, durante il quale mister Tatomir ha provato i ragazzi che hanno avuto sin qui meno spazio in campionato, i viola trovano il vantaggio grazie a Liberati, che trasforma un penalty concesso dall’arbitro alla mezz’ora.
Nella seconda frazione di gioco il neo entrato Antonacci al 60esimo raddoppia e poco dopo l’autore della prima marcatura, Liberati, a tu per tu con il portiere avversario, si fa “ipnotizzare” dall’estremo difensore e manca la doppietta personale.
A 5 minuti dal novantesimo un blackout difensivo del Sambuceto, con Cialini che atterra un avversario in area, provoca il secondo rigore di giornata. Sul dischetto per lo Spoltore si presenta Di Camillo che dimezza lo svantaggio. La rete appena segnata “riaccende” la squadra ospite, che si prepara all’arrembaggio finale alla ricerca della rete del pareggio. E così come avvenuto domenica scorsa, con il Chieti vittorioso all’ultimo secondo di gara, i viola subiscono la rete del pareggio nel recupero. Al 92esimo è infatti Vitale a siglare il goal del 2 a 2 prima del triplice fischio.
L’uscita dalla coppa non provoca però grossi allarmismi in casa Sambuceto, con il presidente Sandro Cacciagrano che, analizzando la gara appena terminata, guarda con ottimismo al presente e al futuro: «C’è rammarico per l’eliminazione dalla coppa, anche se in realtà il nostro cammino era stato compromesso già a Capistrello, con una sconfitta patita anche lì nel finale. La squadra però oggi ha retto bene ed è stato un incontro vivace. Probabilmente la difficoltà che abbiamo avuto è stata quella di non chiudere la partita. Sui gol presi nel finale analizzeremo insieme la situazione, per vedere perché accadono questi cali di tensione, ma nulla di preoccupante». E proprio lo spirito del massimo dirigente viola si traduce anche nel pensiero relativo al prossimo importante impegno di Eccellenza del Sambuceto in trasferta contro il Martinsicuro: «Noi siamo carichi e continueremo a prepararci al meglio in vista di domenica. Siamo convinti di fare la nostra partita, anche perché al netto di quanto successo domenica col Chieti siamo sempre quelli e la squadra mi è sembrata comunque in salute. Nel prossimo incontro cercheremo di fare un risultato positivo, poi come sempre sarà il campo a dare il verdetto». L’obiettivo, quindi, è quello di dimostrare che la sconfitta in extra-time con il Chieti sia stato solamente un incidente di percorso, giunto tra l’altro dopo una invidiabile striscia di ben 13 risultati utili consecutivi: «Già oggi in coppa credo che la squadra abbia reagito abbastanza bene, e questo ci fornisce fiducia».

Pubblicato in Sport

Cupello. Il Chieti F.C., in virtù del pareggio ad occhiali conquistato al “Comunale” di Cupello, stacca il pass per la semifinale della Coppa Italia di Eccellenza dopo aver vinto 3 – 1 il match di andata all’Angelini.Neroverdi ben messi in campo, hanno disputato una buona partita per tutti i novanta minuti, creando diverse occasioni per andare in gol. Al tempo stesso,il Cupello, non si è mai reso pericoloso dalle parti di Carità, rimasto inoperoso. L’unica occasione degna di nota è arrivata ad inizio secondo tempo quando il guardalinee ha annullato il gol per fuorigioco a Troiano.
Giornata fredda nel centro vastese. Neroverdi seguiti da circa trenta sostenitori giunti dal capoluogo Teatino.
Il tecnico Aielli, inizialmente, lascia in panchina Lalli, Patacchiola, Bordoni, Comparelli e Massa.Il Chieti si schiera con il 3 – 5 – 2:esordio stagionale tra i pali per il classe 00’ Carità, difesa composta da De Fabritiis, Fruci e Giannini, linea mediana con Iometti, Simonetti e Selvallegra, esterni Ricci e Felli, tandem d’attacco formato da Catalli e Cioffi.
NelCupello, mister Carlucci , inizialmente, lascia in panchina Pendenza e Avantaggiato. Questo l’undici in campo:
Stivaletta, De Cinque, Berardi, Progna, Giuliano, Benedetti, Tucci, Quaranta, Di Paolo, Troiano, Nuozzi.
Inizio di partita con poche emozioni. Il Chieti è più vivo rispetto agli avversari e prende controllo del centro nevralgico con Iommetti, sempre nel vivo dell’azione.
Prima occasione degna di nota al 31’ con un colpo di testa di Cioffi su cross di Ricci che Stivaletta blocca facilmente.
Il Cupello, seppur ben messo in campo, non crea pericoli alla retroguardia teatina che controlla facilmente le operazioni. Al 36’ altro squillo neroverde: punizione battuta con il contagiri di Catalli per la testa di Iommetti che spedisce la palla alta sopra la traversa.
Finale di prima frazione con il Chieti che alza i ritmi di gioco e prova a sfondare in due circostanze: ancora con Iommetti e poi con Catalli che viene anticipato prima di battere a rete da De Cinque.
Mister Carlucci sulla sponda Cupellese all’intervallo sostituisce Tucci con Avantaggiato per dare maggiore profondità alla manovra.
Dopo pochi secondi dal fischio del sig. Verrocchi di Sulmona, il Cupello va in gol con Troiano ma il guardalinee annulla per fuorigioco.
I neroverdi riprendono a macinare gioco e collezionano altre buone occasioni con Catalli in due circostanze, e con Lalli, che nel frattempo è entrato in campo insieme a Comparelli e Bordoni, in luogo di Catalli, Selvallegra e Iommetti.
Al 70’ ci prova anche Bordoni su assist di Ricci ma il tiro a pochi passi da Stivaletta termina fuori di poco.
Il walzer delle sostituzioni continua sulla sponda di casa con l’ingresso in campo di Pendenza, ma con il passare dei minuti il pensiero va soprattutto ai prossimi impegni di campionato. L’ultimo sussulto del match capita all’80’ sui piedi di Fruci che prova a sorprendere Stivaletta su calcio di punizione che termina alto.
Non accadrà più nulla. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro Verrocchi di Sulmona fischia la fine della partita e decreta la qualificazione in semifinale del Chieti che dovrà vedersela con la vincente di Torrese – Amiternina. Vantaggio rassicurante della compagine teramana che parte dal 5 a 0 ottenuto all’andata.
Ricordiamo, che il regolamento prevede in caso di vittoria della Coppa Italia a livello nazionale, dopo aver vinto quello regionale, l’approdo in serie D attraverso il ripescaggio.
Semifinali in programma il 10 e 24 Gennaio 2018.
I neroverdi, adesso, possono pensare alla sfida importantissima con il Paterno, domenica, all’Angelini.
IL TABELLINO:
CUPELLO – CHIETI F.C. 0 - 0
CUPELLO: Stivaletta, De Cinque(50’st Bruno), Berardi, Progna, Giuliano, Benedetti(58’st Pendenza), Tucci(45’st Avantaggiato), Quaranta(73’st De Vivo), Di Paolo, Troiano, Nuozzi(76’st D’Antonio)
A disposizione: Marconato, Bassano, De Vivo, Bruno, D’Antonio, Avantaggiato, Pendenza
Allenatore: Carlucci
CHIETI F.C.: Carità, Ricci, Felli(85’st Patacchiola), Fruci, Iommetti(62’st Bordoni), Cioffi, Catalli(62’st Lalli), Selvallegra(62’st Comparelli), Giannini(85’st Leone), Simonetti, De Fabritiis
Allenatore: Aielli
Ammoniti: Simonetti, Giannini (Chieti F.C.)
Recupero: 1’pt e 3’st
Arbitro: Verrocchi di Sulmona (assistenti Mainella di Lanciano e Aspite di Chieti).

Pubblicato in Sport

Francavilla al Mare. A seguito dello sfogo del patron giallorosso, Gilberto Candeloro, nel post partita di Francavilla - Vastese, i supporters adriatici, rimasti fuori dall'impianto in occasione del match a causa della chiusura dei distinti, hanno esposto uno striscione nella parte esterna del Valle Anzuca che recita "Amministrazione comunale assente... Gli ultras sono con te, non mollare presidente".

A questa presa di posizione così ha risposto il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani, sulla propria pagina Facebook: "Vorrei ricordare ai tifosi del Francavilla Calcio: che prima di essere eletto Sindaco nel 2011 per oltre 5 anni sono stato Presidente del Francavilla Calcio. Che grazie all'attenzione e alla cura che ho sempre messo sull'argomento DOPO 21 ANNI la nostra squadra è tornata in serie D (e qualcuno ha già dimenticato che abbiamo rischiato di non iscriverci in nessun campionato). Che ho favorito in tutti i modi l'ingresso del Presidente Candeloro. Che lo stadio è a disposizione del Francavilla Calcio ed è perfettamente agibile. Che la struttura paragonata ad altre è più che soddisfacente. Che ho inviato una pec alla Società proponendo l'affidamento della gestione e un contributo annuale (ovviamente da proporre al Consiglio Comunale). Che negli ultimi 15 anni non è mai stato necessario accendere l'impianto di illuminazione (requisito peraltro non richiesto dalle norme). Che il Comune ha effettuato lavori di sistemazione e pulizia dello stadio, ha manutenuto l'impianto di irrigazione e il prato, ha risposto a ogni sollecitazione richiesta. Ha fatto tutto questo e altro. Non replicherò alle infelici parole del Presidente al quale auguro ogni bene, perchè l'unica cosa che mi interessa è quella di difendere i colori giallorossi. La gratitudine non appartiene a questo mondo, ma questo lo sapevo già".

Dal canto suo, così ha replicato il presidente del sodalizio giallorosso, Gilberto Candeloro: ”Caro Sindaco, domenica, esponendo le evidenti difficoltà che mi sono trovato mio malgrado a fronteggiare, mi ero ripromesso di non farmi ulteriormente coinvolgere in inutili e improduttive polemiche. Per questo motivo, e per la stima che avevo e che ho di te, non rispondo ai labili argomenti che porti nel tuo post, ed evito un pur facile commento. Reprimo perfino l’istinto di controbattere ad un tuo pesante aggettivo, “infelice”, che in anni piu’ verdi mi avrebbe provocato ben altre reazioni. Comprendo il tuo politichese, sacrificato sull’altare di una lunga campagna elettorale e sono sicuro che se, invece di darmi buca come sabato alle 10, tu venissi più spesso allo stadio, avresti una visione reale sul cosa significhi affrontare un campionato di “serie D” partendo in ritardo e da sottozero, e creando una Società che, in pochi mesi, ha assunto una tale credibilità da essere stimata e apprezzata in tutt’Italia. Ma, come dicevo, niente polemiche! Anzi, ringraziamenti per la frase in calce al tuo post che, ne sono sicuro, hai scritto in mia vece: “la gratitudine non appartiene a questo mondo”... FRANCAVILLESE (ndr)! Sai bene che sarebbe bastato un tuo piccolo gesto di coraggio nel concedere l’AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA per il settore nella partita con la Vastese, ed io avrei continuato ad affrontare il disagio e i sacrifici in silenzio, come ho fatto sin dal mio primo giorno da orgoglioso Presidente del Francavilla Calcio! Ma non l’hai firmata, in questa come in tutte le precedenti partite casalinghe, scaricando totalmente su di me le responsabilità dell’apertura di quel settore. Mi arrogo la convinzione di dire che forse, per molti aspetti, siamo simili. Di sicuro non nel caso in specie, dove io mi assumo ogni rischio. Tu no. Ma sono certo che, da adesso in poi, fermerai di tanto in tanto la tua 500 anche al Valle Anzuca! In bocca la lupo Sindaco. Senza alcun rancore.”

Pubblicato in Sport

Pescara. Ci sarà anche l'Abruzzo a Roma domani, giovedì 30 novembre, per la manifestazione "Una breccia nella legge Fornero. Il nostro impegno continua", promossa dalla Uil all'indomani della trattativa con il Governo sulle pensioni. Ben sette pullman muoveranno dalla nostra regione per raggiungere il Palazzo dei Congressi, dove è in programma una grande assemblea con 2.500 delegati provenienti da tutta Italia.
Spiega Michele Lombardo, segretario generale Uil Abrzzo: "Per la Uil per ora si è chiusa una fase del confronto che dovrà, necessariamente, proseguire per ottenere ulteriori risultati, a partire dall’immediato insediamento delle due Commissioni, per la separazione della previdenza dall’assistenza e per l’individuazione degli altri lavori gravosi. Abbiamo scelto questo titolo per la nostra manifestazione del 30 novembre perché è esattamente ciò che la Uil ha fatto al tavolo della trattativa con il Governo e ciò che intende fare già a partire dalle prossime settimane. La legge Fornero è iniqua perché scarica solo sui lavoratori e sui pensionati l’onere di far quadrare i conti con l’Europa. Di fronte a noi c’è un vero e proprio muro che dovrà essere smontato pezzo per pezzo. Noi abbiamo iniziato quest’opera titanica e vogliamo proseguire. Constato con piacere che la Camusso intende ricucire con Uil e Cisl: noi non abbiamo mai causato alcuno strappo e ci siamo adoperati anche in quelle difficili ore a Palazzo Chigi per tenere saldo il filo unitario, puntando su risultati di merito che siamo riusciti ad ottenere. Non bastano, è vero, ma è il massimo possibile che si potesse ottenere in quel momento. Ed è il punto avanzato dal quale facciamo ripartire la nostra iniziativa che sarà avviata, per l’appunto, con la manifestazione di giovedì 30 novembre, insieme a tutti i nostri delegati, su pensioni, contratti e lavoro".

Pubblicato in Politica

Roma. "Il Movimento 5 Stelle con il deputato Andrea Colletti, ha presentato una interrogazione al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ed al Ministro dello Sviluppo Economico per conoscere come intende agire il Governo sulla grave crisi che interessa la SEMITEC (specifica cosa fa e cosa produce questa azienda) e se Gentiloni o i ministri competenti intendano avviare un tavolo di confronto per fare chiarezza sul futuro dell'azienda e dei suoi 365 dipendenti, tra cui i dipendenti dislocati a Corropoli.

"Apprendiamo che la Semitec potrebbe essere venduta ad un gruppo di imprenditori cinesi. Questa circostanza, aumenterebbe il pericolo di delocalizzazione e stravolgimento dell’assetto aziendale》commenta il deputato M5S Andrea Colletti《le comunicazioni che l'azienda ha fornito circa una possibile vendita non sono ad oggi da ritenersi sufficienti".

Causa la crisi che sta colpendo la Semitec, in data 9 novembre 2017, presso l’Assistal di Roma, si è svolto l'incontro tra l'azienda unitamente alla capogruppo Siram ed il coordinamento RSU Semitec assistito da Fim, Fiom Uilm nazionali e territoriali nel corso del quale la SIRAM, ha dichiarato che “preso atto che le attività di Semitec non sono sinergiche alle attività del gruppo in Italia e tenuto conto delle oggettive difficoltà di carattere strategico/gestionale dell’azienda”, hanno confermato la loro disponibilità - già anticipata in un confronto al quale peraltro non avevano partecipato le rappresentanze sindacali della Semitec - alla vendita dell’azienda a soggetti che ne hanno mostrato l’interesse senza, tuttavia, rivelarne l’identità".

"Mancherebbe infatti qualsiasi indicazione sui potenziali soggetti interessati all’acquisto》 continua Colletti "ed inoltre non sarebbero noti neanche i tempi e le modalità di una eventuale cessione e, soprattutto, mancherebbero chiarimenti circa il circa il destino e le prospettive dell’azienda e dei dipendenti rispetto alla eventualità che la cessione non avvenga".

Non si ha inoltre contezza di eventuali garanzie del mantenimento dei livelli occupazionali ma anche del mantenimento delle sedi; aspetto, quest’ultimo, di primaria importanza dal momento che una soppressione della sede con uno spostamento dei lavoratori a centinaia di chilometri di distanza sarebbe comunque una soluzione improponibile e inaccettabile.

"Chiediamo al Governo di intervenire il prima possibile istituendo un tavolo di confronto per fare chiarezza sul futuro dell'azienda e dei suoi 365 dipendenti al netto della narrazione renziana, le aziende sono in crisi ed i lavoratori chiedono il sostegno e la vicinanza dello Stato" conclude Colletti.

Pubblicato in Politica

Lanciano. Ieri mattina il responsabile lancianese del Blocco Studentesco Domenico De Lucia ha incontrato la dirigenza dell'istituto De Titta - Fermi per discutere delle grandi problematiche che la scuola presenta riguardo l'edilizia scolastica. È oramai risaputo di come gli istituti lancianesi siano disastrati dall'incuria e dalla scarsa manutenzione degli organi competenti, Provincia e Regione. In particolare, la seconda scuola più grande d'Abruzzo, il "De Titta-Fermi" presenta gravi problematiche riguardo il piano d'emergenza, non a norma, le infiltrazioni, la mancanza di spazi per aule e laboratori.

"Abbiamo constatato che la dirigenza del De Titta - Fermi si sta adoperando nel miglior modo possibile affinché i problemi vengano risolti al più presto, avendo presentato anche un progetto, che però la Provincia ha cancellato dopo la sua approvazione - in una nota Domenico De Lucia dopo il colloquio - la motivazione fornita dalla Provincia alla reggenza dell'istituto è l'assenza di fondi, cosa che la stessa confermò quando una nostra delegazione incontrò il tavolo tecnico del settore scolastico a febbraio. È oltremodo ridicolo di come il problema venga rinviato da anni, pur conoscendone le criticità. Cosa ancora più grave è il non interesse del sindaco cittadino Mario Pupillo, egli stesso Presidente della Provincia, tantomeno di Luciano D'Alfonso, presidente della Regione Abruzzo. Il Blocco Studentesco continuerà a battersi per la risoluzione di questo gravissimo problema. Gli studenti hanno bisogno di sicurezza e il Blocco Studentesco sarà sempre al loro fianco”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Eravamo consapevoli della disorganizzazione presente presso la Direzione Politiche agricole della Regione Abruzzo ma constatare addirittura atti e decisioni contradditori e discordanti come l’ultima proroga concessa ai bandi investimento (Misura 4.1 e 4.2) confermano appieno le mie preoccupazioni circa un settore stratagico come quello del mondo agricolo”. Questo il commento del consigliere regionale Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Addirittura adesso vediamo pubblicata una determina di proroga di 20 giorni scritta e firmata direttamente dal Direttore Generale Vincenzo Rivera scavalcando rispettivamente la Dirigente competente del bando e lo stesso Direttore del Dipartimento Politiche agricole.  Ma cosa più grave e imbarazzante è leggere, tra le motivazioni riportate nella determina, il parere negativo proprio del Dirigente della misura e del Direttore che entrambi non riscontrano i motivi tecnici per approvare e procedere ad un deferimento dei termini per presentare le domande. I due responsabili nella specifico esprimono parere negativo. Nello specifico nella determina in questione DGR/127 si legge esplicitamente il parere del responsabile Dirigente dott.ssa Di Vitantonio che una mail scrive “considerato che il SIAN non ha presentato problemi e che risultano, al momento, oltre 260 domande di sostegno già rilasciate nel sistema informativo si ritiene, d‘intesa con il Direttore del Dipartimento nonché Autorità di Gestione del Programma, che non esistono le condizioni tecnico-giuridiche per accordare un differimento dei termini di scadenza dei bandi in oggetto’.  Infatti – spiega Febbo – la proroga è stata concessa in extremis solo nella tarda serata del giorno della scadenza (27.11) chiedendo direttamente l’aiuto fattivo, sia nello scrivere sia nell’approvare, del Direttore Generale Rivera che si è prestato a sostituire totalmente gli uffici della Direzione agricoltura. Come mai non si è ritenuto ascoltare le indicazioni e i pareri dei responsabili del bandi in questione del Dipartimento agricoltura? Da chi è stata ordinata tale proroga? Inoltre, cosa ancora più contraddittoria, come mai questa volta si è concessa la proroga mentre nel precedente bando non è stata accordata causando il pasticcio delle Liste di Perfezionamento arrecando un ritardo enorme nell’iniziare le istruttorie delle domande arrivate?. Sono domande che attendono una risposta esauriente e credibile. Quindi - continua Febbo – è del tutto evidente che le mie preoccupazioni sollevate in questi mesi sono più che fondate e certificate. Oggi il mondo agricolo e gli stessi imprenditori del settore soffrono di un Programma di Sviluppo Rurale partito in ritardo e gestito malissimo. Il sottoscritto aveva più volte ed in più occasioni sollevato le problematiche circa la gestione delle risorse del PSR visto che per tre volte consecutive il report trimestrale della Rete Rurale Nazionale - Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole) ha collocato l'Abruzzo tra le ultime regioni con un sconsolante 5,62% in termini di capacità di avanzamento della spesa pubblica del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Infatti adesso sono 47 milioni di euro di fondi europei destinati all’Agricoltura che rischiano concretamente di tornare indietro poiché non impiegati e spesi dalla Regione Abruzzo. Sono dati che certificano il fallimento del governo D'Alfonso e del suo delegato alle Politiche agricole".

Pubblicato in Politica

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione