Articoli filtrati per data: Novembre 2017

Sambuceto. Il Sambuceto pareggia con lo Spoltore nell’incontro di Coppa Italia di Eccellenza e, in virtù anche della sconfitta nel primo turno del triangolare contro il Capistrello, saluta la competizione. Sul neutro di Cepagatti (per l’indisponibilità della Cittadella dello Sport dovuta all’allagamento per maltempo), i ragazzi di Tatomir, in vantaggio di due reti, subiscono la rimonta spoltorese nei minuti di recupero e vengono raggiunti sul 2 a 2 finale.
In un primo tempo tutto sommato equilibrato, durante il quale mister Tatomir ha provato i ragazzi che hanno avuto sin qui meno spazio in campionato, i viola trovano il vantaggio grazie a Liberati, che trasforma un penalty concesso dall’arbitro alla mezz’ora.
Nella seconda frazione di gioco il neo entrato Antonacci al 60esimo raddoppia e poco dopo l’autore della prima marcatura, Liberati, a tu per tu con il portiere avversario, si fa “ipnotizzare” dall’estremo difensore e manca la doppietta personale.
A 5 minuti dal novantesimo un blackout difensivo del Sambuceto, con Cialini che atterra un avversario in area, provoca il secondo rigore di giornata. Sul dischetto per lo Spoltore si presenta Di Camillo che dimezza lo svantaggio. La rete appena segnata “riaccende” la squadra ospite, che si prepara all’arrembaggio finale alla ricerca della rete del pareggio. E così come avvenuto domenica scorsa, con il Chieti vittorioso all’ultimo secondo di gara, i viola subiscono la rete del pareggio nel recupero. Al 92esimo è infatti Vitale a siglare il goal del 2 a 2 prima del triplice fischio.
L’uscita dalla coppa non provoca però grossi allarmismi in casa Sambuceto, con il presidente Sandro Cacciagrano che, analizzando la gara appena terminata, guarda con ottimismo al presente e al futuro: «C’è rammarico per l’eliminazione dalla coppa, anche se in realtà il nostro cammino era stato compromesso già a Capistrello, con una sconfitta patita anche lì nel finale. La squadra però oggi ha retto bene ed è stato un incontro vivace. Probabilmente la difficoltà che abbiamo avuto è stata quella di non chiudere la partita. Sui gol presi nel finale analizzeremo insieme la situazione, per vedere perché accadono questi cali di tensione, ma nulla di preoccupante». E proprio lo spirito del massimo dirigente viola si traduce anche nel pensiero relativo al prossimo importante impegno di Eccellenza del Sambuceto in trasferta contro il Martinsicuro: «Noi siamo carichi e continueremo a prepararci al meglio in vista di domenica. Siamo convinti di fare la nostra partita, anche perché al netto di quanto successo domenica col Chieti siamo sempre quelli e la squadra mi è sembrata comunque in salute. Nel prossimo incontro cercheremo di fare un risultato positivo, poi come sempre sarà il campo a dare il verdetto». L’obiettivo, quindi, è quello di dimostrare che la sconfitta in extra-time con il Chieti sia stato solamente un incidente di percorso, giunto tra l’altro dopo una invidiabile striscia di ben 13 risultati utili consecutivi: «Già oggi in coppa credo che la squadra abbia reagito abbastanza bene, e questo ci fornisce fiducia».

Pubblicato in Sport

Pescara. “Controlli e monitoraggi continuano nelle scuole comunali per attestare la qualità dell’acqua, alla luce dei casi registrati in settembre sulle fontanine della città".
Così in una nota l’assessore all’Ambiente del Comune di Pescara, Simona Di Carlo, che aggiunge: "Sono stati effettuati sei campionamenti nelle scuole dell’Istituto Comprensivo 10, come richiesto dalla rappresentanza dei genitori i cui esiti resi noti dall’Arta nel pomeriggio di oggi attestano la piena conformità agli usi potabili. Ricordo che da quando il problema è emerso ho provveduto ad incontrare dirigenti e genitori di tutte le scuole di competenza comunale per illustrare ciò che si stava facendo e i risultati dei campionamenti che di volta in volta ci sono stati resi noti. Abbiamo voluto ufficializzare quest’ultimo riscontro, pur non avendo avuto più problemi sulla potabilità dell’acqua, per dare alle famiglie un messaggio chiaro sulla qualità dell’acqua che l’ACA tiene costantemente sotto controllo, come impongono le procedure e soprattutto per restituire serenità e fiducia agli utenti delle mense scolastiche e non”.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 29 Novembre 2017 00:00

Sciopero e stato di agitazione a Villa Serena

Pescara. Con una comunicazione ufficiale indirizzata ai vertici della casa di cura Villa Serena e al Prefetto di Pescara, la segreteria provinciale della FIALS ha dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori della casa di cura e contemporaneamente richiesto un “tavolo” ove poter discutere le numerose problematiche con cui i dipendenti sono costretti a lavorare.


Nella nota, diffusa dal segretario provinciale Gabriele Pasqualone, vengono elencate alcune delle problematiche:

· mancato rispetto dell’accordo ITL del 25 maggio 2017 riguardo alla stabilizzazione dei lavoratori ex dipendenti della Team Service;

· mancato pagamento degli arretrati previsti per Contratto, mancati pagamenti che la direzione di Villa Serena giustifica per “tagli” decisi dalla regione Abruzzo;

· mancata concessione di permessi ai lavoratori che li richiedevano per aggiornamenti ECM. Aggiornamenti che sono previsti dal Contratto;

· mancato accordo per “minuti svestimento” al cambio turno;

· problematiche legate alla “banca ore”.

 

 

La segreteria Provinciale FIALS, inoltre, segnala che i numerosi incontri tenutisi con i rappresentati della casa di cura non hanno ottenuto alcun risultato anche in mancanza di proposte da parte dell’interlocutore.

La FIALS invita il Prefetto a voler convocare le parti, anche con la presenza di rappresentanti del settore sanità della regione Abruzzo al fine di evitare lo stato di agitazione e scioperi che potrebbero avere anche ripercussioni sui livelli di assistenza da garantire ai ricoverati.

Pubblicato in Cronaca

Città Sant'Angelo. In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne l’Amministrazione Comunale di Città Sant’Angelo, in collaborazione con Ananke – Centro antiviolenza di Pescara, il Magfest – Festival di donne nel teatro contemporaneo e l’Istituto Omnicomprensivo Bertrando Spaventa, organizza per domani, giovedì 30 novembre, un’iniziativa per la promozione di una cultura anti-discriminatoria e di parità di genere per le giovani generazioni.
Un ricco ed interessante programma per ricordare e sensibilizzare tutti su questa tema, per aiutare e far sentire meno sole le donne che hanno subito violenze. Una giornata che vede soprattutto i ragazzi protagonisti.
Alle ore 8:30 i ragazzi della classe aperta “Open Mind” di Peer Educators del Liceo B. Spaventa allestiranno nel Chiostro Comunale la mostra “Stop violence against woman in the world” che verrà inaugurata alle ore 12:20 con delle letture e riflessioni a cura delle studentesse e degli studenti. Alle ore 10:30 al Teatro comunale ci sarà lo spettacolo “Antigone – Metamorfosi di un mito”, a cura del Magfest, il quale nasce dall’esigenza di mostrare soprattutto ai giovani quanta corrispondenza ci sia tra le storie dei miti e la vita di oggi, offrendo spunti per riflettere sui giganteschi drammi che vive l’uomo oggi, costretto spesso a scegliere tra “la legge degli dei e la legge degli uomini, tra la legge dell’amore e la legge dello Stato”. Seguirà un incontro informativo con le operatici del Centro Antiviolenza Ananke di Pescara.
La giornata si concluderà con l’inaugurazione della “Panchina Rossa”, simbolo della lotta per l’eliminazione della violenza contro le donne e in ricordo delle vittime di femminicidio, posizionata proprio davanti all’ingresso del Liceo B. Spaventa, luogo non scelto a caso. Saranno proprio i ragazzi di questa scuola ad animare un Flash-mob “Lo Spaventa contro la Violenza”.
“Dobbiamo ancora inventarlo un mondo in cui gli uomini non usino violenza sulle donne e le donne non perdonino chi fa questo – dice il Vicesindaco con delega alla cultura e politiche giovanili Alice Fabbiani - Purtroppo molta violenza e di diverso tipo continua ad essere tollerata, nel silenzio e dell’indifferenza. A Città Sant’Angelo vogliamo impegnarci a far cambiare le cose. Questa è un’iniziativa per non dimenticare. Anche una panchina rossa che si distingue tra le altre è un modo per attirare l’attenzione. Dobbiamo affrontare un’enorme questione culturale, bisogna partire dalle scuole, avviare un percorso di riflessione critica, inoltrare il messaggio che è indispensabile la “lotta” contro ogni sopraffazione di genere”.
“E’ estremamente importante sensibilizzare la comunità su questo argomento – commenta l’assessore alle politiche sociali Patrizia Longoverde – che purtroppo risulta sempre più attuale. È importante collaborare anche con le scuole. Si fa presente che i servizi sociali del Comune lavorano da tempo su questa problematica e sono sempre a disposizione di chi dovrebbe averne bisogno con assoluta sensibilità e riservatezza”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Ha preso il via dall’Istituto comprensivo Villa Verrocchio, il giro di visite della commissione mensa istituita dal Comune di Montesilvano per valutare le modalità di erogazione e la qualità del servizio mensa nelle scuole della città.
Questa mattina, le componenti della commissione insieme all’assessore Maria Rosaria Parlione hanno valutato il servizio di refezione scolastica all’interno della scuola dell’infanzia di via Lazio. Nel corso della visita sono state valutate le condizioni igieniche dei locali, la dotazione di abbigliamento delle addette al servizio, l’idoneità del mezzo di trasporto e la qualità dei pasti.
«Abbiamo potuto constatare un servizio molto efficiente - conferma l’assessore alla refezione scolastica Parlione -. Ogni singolo passaggio è stato gestito nei minimi dettagli. Abbiamo assistito alle accurate operazioni di disinfezione delle aule effettuate prima dell’erogazione dei pasti. Anche la qualità dei cibi si è confermata molto elevata, secondo quei parametri con i quali sono stati strutturati i menù dalla dottoressa Marina Calabrese della Asl di Pescara. Sono state registrate le osservazioni messe in luce dalle componenti della commissione, sempre nell’ottica di un mantenimento degli elevati standard ai quali i bambini della nostra città sono abituati».
Fanno parte della Commissione Caterina Maraffa (Troiano Delfico), Claudio Occulto (Istituto I. Silone) e Tiziana Casamassima (Rodari), Stefania Porracciolo (Direzione Didattica) e Monica Di Campli (Villa Verrocchio).

Pubblicato in Cronaca

Pescara. E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti di Media e Bassa tensione, ha avviato una serie di ispezioni sulle linee aeree di media tensione del territorio che verranno effettuate da elicotteri dotati di telecamere. A partire da questa settimana fino al 13 dicembre l’occhio elettronico di E-Distribuzione controllerà le linee elettriche del pescarese e del teatino.
L’operazione rientra nell'ambito delle attività di prevenzione, monitoraggio e manutenzione delle linee elettriche messe a punto periodicamente da E-Distribuzione e consiste nel sorvolo a bassa quota delle linee per consentire la rilevazione visiva di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti, con particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, nonché la verifica dello stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei posti di trasformazione su palo. Tutti i dati registrati durante il controllo elettronico aereo vengono successivamente analizzati e vengono pianificate le eventuali attività di risoluzione delle criticità riscontrate in corso d’ispezione.
Questa tipologia di controllo permette di ridurre notevolmente i tempi necessari per ispezionare centinaia di chilometri di linee e di effettuare le verifiche senza la necessità di interruzioni programmate, evitando quindi disagi ai clienti.
Nei prossimi giorni l’elicottero sorvolerà linee elettriche nei seguenti comuni:
Provincia di Pescara: Abbateggio, Alanno, Bolognano, Cappelle Sul Tavo, Catignano, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Civitaquana, Civitella Casanova, Collecorvino, Cugnoli, Elice, Lettomanoppello, Loreto Aprutino, Manoppello, Montebello di Bertona, Montesilvano, Moscufo, Nocciano, Penne, Pescara, Pianella, Picciano, Roccamorice, Rosciano, San Valentino, Scafa, Spoltore, Torre De Passeri, Turrivalignani, Vicoli.
Provincia di Chieti: Altino, Archi, Ari, Atessa, Bomba, Borrello, Bucchianico, Canosa Sannita, Carpineto Sinello, Carunchio, Casacanditella, Casalanguida, Casalbordino, Casalincontrada, Casoli, Castelguidone, Celenza Sul Trigno, Chieti, Civitella Messer Raimondo, Colledimacine, Colledimezzo, Crecchio, Cupello, Dogliola, Fara Filiorum Petri, Fara San Martino, Filetto, Fossacesia, Francavilla a Mare, Fresagrandinaria, Frisa, Gamberale, Gessopalena, Gissi, Giuliano Teatino, Guardiagrele, Lanciano, Lentella, Lettopalena, Liscia, Miglianico, Montebello S.S., Montelapiano, Montenerodomo, Monteodorisio, Mozzagrogna, Paglieta, Palena, Palmoli, Pennadomo, Perano, Pietraferrazzana, Pizzoferrato, Pollutri, Pretoro, Quadri, Rapino, Ripa Teatina, Rocca San Giovanni, San Giovanni Lipioni, San Giovanni Teatino, San Martino Sulla Marrucina, San Buono, San Salvo, Santa Maria Imbaro, Sant'Eusanio del Sangro, Scerni, Schiavi d'Abruzzo, Taranta Peligna, Tollo, Torino di Sangro, Torrebruna, Torrevecchia Teatino, Torricella Peligna, Tufillo, Vacri, Vasto, Villa Santa Maria, Villalfonsina, Villamagna.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. Il Comune di Ortona ha partecipato all’avviso pubblico regionale relativo alla presentazione di progetti per la realizzazione di nuovi edifici scolastici da destinare a poli per l’infanzia innovativi. In particolare la scheda tecnica dell’intervento elaborata dall’ufficio tecnico comunale, approvata con delibera di giunta numero 183 dello scorso 16 novembre, prevede la realizzazione di un moderno edificio idoneo ad accogliere i bambini compresi nella fascia scolastica dall’asilo nido alla scuola per l’infanzia e localizzato nel quartiere di Fonte Grande nella zona adiacente alle attuali strutture scolastiche. L’investimento totale richiesto è di 3 milioni di euro e la struttura sarà dimensionata per ospitare 9 sezioni della scuola dell’infanzia e un nido d’infanzia con una capienza totale di circa 350 bambini. Nel progetto si prevedono spazi per le normali attività didattiche, per le attività libere, laboratori, mensa, luoghi attrezzati esterni oltre ai locali destinati ai servizi igienico-sanitari e agli spogliatoi.
«Si tratta di un progetto innovativo – commenta l’assessore all’Urbanistica e Lavori pubblici Gianni Totaro – che permetterà di avere un edificio realizzato secondo i più moderni parametri previsti per l’edilizia scolastica, un progetto che arricchisce il nostro patrimonio edilizio scolastico con un occhio particolare alle esigenze della sicurezza e della innovazione tecnologica. Inoltre il Polo dovrà contenere spazi polifunzionali utili all’interazione con il territorio».
La realizzazione del Polo è prevista su un’area di proprietà comunale che caratterizzerà ancor meglio l’area come Polo scolastico di Fonte Grande. Questa ubicazione riveste una importanza strategica in quanto abbraccia un bacino di circa 8mila abitanti nonché una superficie di Kmq 5. Inoltre la concentrazione delle funzioni scolastiche avrà un effetto positivo sulla razionalizzazione dei costi dei vari servizi, dalla mensa allo scuolabus, sui costi di manutenzione e un aumento della sicurezza strutturale adeguata alle più recenti norme antisismiche e antincendio.
«Questo progetto chiarisce la volontà dell’amministrazione comunale – commenta il sindaco Leo Castiglione – di dedicare quell’area interamente ad attività scolastiche e ricreative. Infatti la sua realizzazione comporterà la delocalizzazione dell’attuale area di conferimento dei rifiuti della ditta EcoLan. Il nostro obiettivo contenuto nel nostro programma elettorale è quello di rivitalizzare le aree urbane con interventi qualificanti e innovativi e soprattutto investire in moderne strutture scolastiche che possano rispondere alle più moderne soluzioni in termini di sicurezza e ambiente sia per i bambini che per le famiglie».

Pubblicato in Politica

Chieti. Il Comune di Chieti si dota di un nuovo mezzo per garantire la prosecuzione dei servizi di accompagnamento in favore delle persone con difficoltà motorie nell’ambito del Progetto Mobilità Garantita, già avviato negli anni con la società PMG Italia Spa, con l’obiettivo di garantire una migliore mobilità alle persone con difficoltà motorie.

L’automezzo, un Fiat Doblò donato da sponsor privati e affidato al Comune dalla PMG in comodato gratuito per la durata di due anni, è stato ufficialmente consegnato questa mattina nel corso di cerimonia in piazza G. B. Vico alla presenza dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, dell’Assessore alle Attività Produttive, Carla Di Biase, e degli stessi sponsor privati.
Grazie al nuovo mezzo, le cui spese sono state coperte tramite l’acquisto degli spazi pubblicitari applicati sul furgone da parte di imprenditori locali, il Comune di Chieti potrà fornire risposte alle esigenze delle persone con difficoltà.

Il veicolo sarà utilizzato dall’ASM Chieti Solidale per erogare il servizio di trasporto dei bambini in difficoltà e potrà essere utilizzato anche per altri servizi di carattere sociale.

«Grazie al gesto di straordinaria generosità compiuto dagli sponsor – ha sottolineato l’Assessore Giampietro – già da domani il settore della Pubblica Istruzione sarà in grado di andare incontro alle esigenze di quei bambini che hanno necessità di un’assistenza scolastica specialistica. Rivolgo un ringraziamento anche all’Ufficio che, con dedizione e solerzia, ha seguito l’iter del progetto che l’Amministrazione comunale ha voluto con forza riproporre».

«La realizzazione del progetto – ha aggiunto l’Assessore Di Biase - è l’esempio di una virtuosa cooperazione tra pubblico e privato e, soprattutto, di come le barriere fisiche si riducono quando cadono le barriere mentali».

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. E’ stata rinviata in commissione la legge Lavoro Abruzzo del M5S, primo firmatario il consigliere regionale Riccardo Mercante, discussa ieri in consiglio regionale. "Una legge che dopo un anno di iter aveva avuto l’approvazione unanime delle commissioni bilancio e attività produttive, degli uffici legislativi, del comitato per la legislazione e del delegato di Giunta Giovanni Lolli, tant'è che è stata sottoscritta anche dai consiglieri Olivieri, Berardinetti per la maggioranza e D'ignazio ma che ha visto purtroppo lo stop del Presidente D’Alfonso pochi istanti prima del voto. Una scelta che stona con le esigenze della Regione Abruzzo e che probabilmente ha altre motivazioni rispetto al contenuto della proposta di Legge del M5S.
Infatti Lavoro Abruzzo, si pone come obiettivo attraverso premialita', contributi e agevolazioni quello di sostenere l’occupazione sul territorio abruzzese cercando di contrastare il fenomeno della delocalizzazione disincentivandole e favorendo sia la permanenza delle aziende all’interno della nostra Regione che il ritorno di quelle che hanno già delocalizzato all'estero (back reshoring). Una legge che in Abruzzo è più che mai necessaria, basti pensare alle tante aziende che in queste settimane stanno chiudendo non per problemi di profitto, ma solo perché delocalizzare è più conveniente. Viviamo in un Paese in cui solo gli ammortizzatori sociali per chiusura e delocalizzazione delle aziende ci costano 14 miliardi di euro all’anno. E’ in questo contesto che il Presidente D’Alfonso ha deciso di porre un veto con argomentazioni fumose e citazioni sbagliate su una proposta di Legge che già era stata esaminata dagli uffici e aderente sia alla normativa nazionale che Europea.
L’Abruzzo vive una situazione di crisi profonda che non accenna affatto a diminuire, nonostante i proclami della maggioranza. Serve una rivoluzione sostanziale nel modo di concepire sia l’occupazione che la gestione delle risorse. Assistiamo alla chiusura continua di aziende sul nostro territorio con la perdita di migliaia di posti di lavoro. Anche quelle aree connotate in passato da una spiccata vocazione produttiva stanno subendo un' inesorabile processo di desertificazione. Con il risultato che la nostra Regione è sempre più povera ed i cittadini costretti a fare i conti con la mancanza di lavoro. E tutto questo perché fare impresa in Abruzzo sta diventando sempre più difficile per le aziende che preferiscono chiudere i propri stabilimenti e trasferirli all’estero, dove il costo del lavoro e la pressione fiscale sono più bassi e la burocrazia più snella. Un modo, questo, per ottenere il maggior profitto al minor costo possibile con grande nocumento per quelle imprese che, al contrario, hanno deciso di rimanere in Abruzzo con tutto quello che ne deriva in termini di maggiori oneri e sacrifici economici.
Nonostante si tratti di un fenomeno gravissimo e di rilevanza tale da aver spinto la legislazione comunitaria a porre l’attenzione sulla necessità di contrastare le delocalizzazioni produttive, il problema permane a tutt’oggi, soprattutto a causa della mancata adozione, da parte delle Regioni, non tutte, di una normativa in merito. La nostra proposta di legge va a colmare proprio queste lacune. Adesso non ci resta che aspettare in commissione le integrazioni annunciate in consiglio dal presidente per giungere ad una rapida approvazione, sperando che lo stesso riesca a superare il molle scoglio della paternità dell'iniziativa in favore di un solido impulso a nuovi insediamenti produttivi e nuova occupazione".

Pubblicato in Politica

Campobasso. Incontro Ecumenico. Dopo il clamoroso successo dell’incontro Ecumenico promosso dal Centro Culturale Ratzinger di Campobasso per il quale ha tenuto una eccezionale Lectio magistralis il Cardinale Kurt Koch Presidente del Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani, con Mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti -Vasto e Presidente della CEAM (conferenza Episcopale Abruzzese e Molisana), si conclude il ciclo di Incontri su Ecumenismo e Dialogo per celebrare i 500 anni della Riforma Protestante di Lutero.
Giovedì 30 novembre 2017, alle ore 18:30, presso l’Auditorium Celestino V, in via Mazzini, 80 a Campobasso, avrà luogo un incontro teologico e culturale promosso dall’Ufficio diocesano per l’Ecumenismo e il Dialogo, diretto da padre Ioachim Blaj con la partecipazione straordinaria di mons. Bruno Forte che discuterà del suo libro “Il giovane Lutero e la grazia della giustificazione” (Morelliana Editore, Brescia). In dialogo con l’arcivescovo Forte, mons. GianCarlo Bregantini dell’arcidiocesi di Campobasso -Bojano e Luca Anziani, Pastore Valdese. Introduce il dibattito padre Ioachim Blaj.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione