Articoli filtrati per data: Dicembre 2017

Vasto. “Un ringraziamento di cuore alle Forze dell’Ordine, alla Polizia, al Commissario Fabio Capaldo, al Questore e a tutti gli uomini che si sono resi parte attiva di questa vicenda e che hanno permesso di chiudere con successo l’operazione che ha consentito di arrestare i rapinatori della gioielleria Scafetta. Importante la funzionedel sistema di videosorveglianza, che ha consentito di identificare queste persone. Un plauso anche ai cittadini che sono intervenuti, ai Carabinieri e alla Polizia Municipale”.
E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Vasto Francesco Menna in merito all’arresto di quattro giovani accusati della rapina, compiuta il 17 novembre scorso, ai danni della gioielleria ‘Scafetta’ nel centro storico.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Poste Italiane comunica che a gennaio 2018 le pensioni INPS saranno messe in pagamento a partire dal giorno 3, secondo giorno lavorativo bancabile. Per i titolari di conto corrente Bancoposta l’accredito sarà disponibile dal giorno 3 gennaio con pari data di valuta. Anche per i titolari di libretto/INPS card le pensioni saranno accreditate il 3 gennaio con pari data di valuta.

Poste Italiane ricorda ai pensionati la possibilità di utilizzare le carte elettroniche per i prelevamenti, presso gli ATM Postamat oppure allo sportello senza limiti di importo e la necessità di compilare moduli.

A Chieti uffici postali aperti con orario continuato 8.20-19.05 in via Spaventa, via Guido Albanese e via Pescara. In tutta la provincia sono oltre 60mila i pensionati che hanno accreditato il rateo sul libretto di risparmio oppure sul conto corrente BancoPosta e sono titolari di carta libretto o carta Postamat.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. L’Amministrazione Comunale informa che, a seguito del trasferimento degli Uffici comunali di via Vicoli  n. 17, il rinnovo delle tessere di libera circolazione per diversamente abili, relativamente all’annualità 2018, sarà effettuato, a partire dal mese di gennaio,  presso la nuova sede dell’Ufficio Attività Produttive e Sanità sito al primo piano dell’edificio ex Inps in viale Amendola.

Pubblicato in Cronaca

Fossacesia. Anche per quest’anno, in occasione delle festività natalizie, il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, in accordo con l’intera Amministrazione Comunale, ha emesso l’ordinanza sindacale con la quale è stato fatto divieto di botti e di qualsiasi altro materiale esplodente nelle aree pubbliche, ad eccezione dei materiali pirotecnici consentiti ossia di quelli che per loro natura non causano esplosioni e rumori molesti e che quindi siano concepiti solo per la produzione di effetti luminosi. L’ordinanza, emessa all’inizio delle festività natalizie, sarà in vigore sino al 7 gennaio 2018. Nella stessa ordinanza, ancora una volta, il primo cittadino invita chiunque a tenere comportamenti appropriati anche nelle aree private, consigliando, inoltre, a tutti i cittadini di adottare un comportamento adeguato a non nuocere alla salute degli animali domestici e possibilmente a non lasciarli soli. Anche in questa occasione quindi l’Amministrazione Comunale di Fossacesia, guidata dal Sindaco Enrico Di Giuseppantonio, si mostra un’Amministrazione attenta in primis alla tutela dei propri cittadini, e soprattutto dei minori che spesso fanno uso inappropriato di tali strumenti di divertimento, con conseguenti gravi rischi per la salute, ma anche sensibile alle esigenze dei nostri amici a quattro zampe, per i quali il fragore dei botti può avere risvolti molto gravi. L’inosservanza dell’ordinanza sindacale sarà punita con una sanzione amministrativa pecuniaria, ai sensi dell’articolo 7 bis del D.Lvo 267/2000 del testo in vigore, che va da un minimo di  25 euro ad un massimo di 500 euro, fatta salva, ove il fatto assuma rilievo penale, la denuncia all'Autorità Giudiziaria.

Pubblicato in Cronaca
Sabato, 30 Dicembre 2017 00:00

Chieti, un arresto per furto aggravato

Chieti. Nel tardo pomeriggio di ieri arrivava sulla linea d’emergenza 113 della Questura la telefonata di un cittadino che segnalava che in zona Madonna Degli Angeli in Chieti due giovani avevano appena infranto il vetro di una finestra penetrando in un appartamento sito al piano terra.
Sul posto venivano immediatamente dirottati due equipaggi della Squadra Volante che, dopo aver constatato l’effrazione del vetro della porta finestra dell’abitazione segnalata, notavano due giovani darsi a precipitosa fuga saltando da una finestra posta sul retro dello stabile. Gli Agenti della Polizia di Stato dopo un breve inseguimento riuscivano a bloccare uno dei due uomini, mentre l’altro malvivente, dopo aver abbandonato la refurtiva, faceva perdere le proprie tracce nelle campagne circostanti.
L’uomo fermato, T.G. quarantenne della provincia di Pescara, con molteplici precedenti per reati contro il patrimonio, veniva tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nella mattinata odierna a seguito della convalida dell’arresto l’uomo è stato trasferito presso la locale Casa Circondariale di Chieti.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. «Un controllo a tappeto su tutto il territorio, volto a ripristinare il rispetto delle regole con serietà e puntualità». Così l’assessore alla Polizia Locale traccia un bilancio dell’attività svolta dalla Polizia Locale in tutto il 2017. Diversi i fronti che hanno visto gli operatori impegnati. Per quanto riguarda le infrazioni del codice della strada sono 35.000 i verbali emessi, un numero ben al di sopra dei consueti risultati con i quali venivano chiusi gli anni passati. Ad esempio nel 2015 i verbali erano 9.200, 15.500 quelli del 2016. Nell’anno che sta per concludersi, particolare attenzione è stata rivolta alla sosta in spazi riservati agli invalidi. «Se nel 2016 questo numero ammontava a 140 – specifica Cozzi - ne 2017 le sanzioni elevate salgono a 204. Quello registrato è un dato di cui non andare fieri, perché purtroppo dimostra una mancata attenzione degli automobilisti nei confronti di quelle persone che vivono condizioni di disabilità e per le quali trovare un posto a loro riservato occupato da chi non ha diritto significa una privazione della libertà». 364 le sanzioni elevate per violazioni relative a coperture assicurative. 61 le persone sorprese a guidare e contemporaneamente utilizzare il cellulare. Seguono la guida senza cinture, per 38 sanzioni, 3 per guida in stato di ebbrezza e 2 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

In merito invece alle sanzioni amministrative ne sono state elevate 430, di cui 160 per mezzo del sistema delle foto trappole volte a stanare coloro che abbandonano i rifiuti incivilmente. 165 quelle inerenti la prostituzione. In questo ambito sono stati emessi anche sei decreti di allontanamento.

«Quest’anno - dice ancora Cozzi - abbiamo potuto contare su uno strumento in più previsto nel Decreto Minniti che ha fornito agli Enti Pubblici, possibilità di fronteggiare in maniera incisiva le problematiche relative al decoro urbano. Abbiamo introdotto una serie di disposizioni contenenti le misure di contrasto all’occupazione abusiva e applicato per la prima volta il cosiddetto Daspo, emettendo i primi ordini di allontanamento a carico di persone dedite all’attività di meretricio. Proseguiremo in questa direzione, con l’obiettivo di garantire la sicurezza dei nostri concittadini e di tutelare l’immagine della nostra città».

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Si fa presente che per fare fronte al piano di messa in sicurezza del quadrilatero in cui si svolgeranno i concerti di Capossela e Meta concordato con le forze dell’ordine, Attiva provvederà a spostare alcuni cassonetti che si trovano in mezzo a tale perimetro, in base a quanto dispongono le direttive per la sicurezza.

L’operazione sarà conclusa già domattina, per conferire bisognerà dunque spostarsi di alcune decine di metri, ma i disagi rientreranno e i cassonetti torneranno nella propria sede, già durante la notte fra il 1 e il 2 gennaio, alla fine del concerto di Ermal Meta.

I tratti interessati sono i primi 50 metri delle vie più vicine a piazza della Rinascita: Corso Umberto; via Regina Margherita fino all’incrocio con via Mazzini; via Regina Elena da Mazzini a Corso Umberto; quelli di via Carducci e via Parini; il primo tratto di via Fabrizi fino all’incrocio con via Trento e via Roma.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Incremento di personale in quasi tutte le unità operative degli ospedali di Pescara, Penne e Popoli, una risposta al demansionamento della figura professionale dell’infermiere e attivazione degli ambulatori a gestione infermieristica per rispondere meglio alle esigenze dei cittadini. Sono questi gli obiettivi per il nuovo anno che sono stati fatti presenti da Irene Rosini e Alessio Sichetti, presidente e vicepresidente del collegio IPASVI di Pescara, ora Ordine delle Professioni Infermieristiche, al Direttore Generale Armando Mancini e al Direttore Sanitario della Asl Valterio Fortunato.
Durante l’incontro sono state segnalate ancora una volta le problematiche che da tempo investono l’azienda sanitaria di Pescara. In particolare, le carenze di personale in organico, sia infermieristico che di supporto, che interessano quasi tutte le unità operative e che si ripercuotono inevitabilmente sulla qualità dell’assistenza sanitaria fornita all’utenza. Poi il mancato riconoscimento professionale della figura infermieristica, spesso demansionata rispetto alla propria funzione, una circostanza che porta l’infermiere a svolgere incarichi impropri pur di ovviare alle quotidiane problematiche che investono l’organizzazione assistenziale. Infine la necessità di attivare degli ambulatori a gestione infermieristica, che grandi vantaggi apporterebbero sia all’utenza, con una risposta immediata al bisogno assistenziale, e sia all’azienda, in termini di abbattimento del tasso di ricoveri e di risparmi economici.
Mancini e Fortunato hanno illustrato gli interventi che intende mettere in campo la Asl, richiedendo nel contempo “una maggiore collaborazione ai coordinatori infermieristici e a tutto il personale dell’area comparto al fine di superare insieme le problematiche organizzativo-gestionali”. In primo luogo il piano per l’assunzione di infermieri e operatori socio sanitari, che passa attraverso un rapido espletamento delle procedure del concorso di mobilità e il probabile superamento del blocco del 50% del turnover del personale. E’ stata inoltre ribadita la volontà, da parte del direttore generale, di attivare in tempi ristretti il primo ambulatorio infermieristico di enterostomia, condividendo indicazioni e suggerimenti organizzativi dell’Ipasvi.
“Piena disponibilità – ribadisce il presidente Irene Rosini – a una fattiva collaborazione per lo sviluppo e l’applicazione di nuovi modelli assistenziali volti alla crescita della professione e al miglioramento delle attività assistenziali nei confronti della cittadinanza. Nella nostra Asl sono presenti professionisti validi, con competenze avanzate, accreditate qualitativamente e quantitativamente, e non è più accettabile che le stesse non vengano impiegate per migliorare il governo clinico”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il COISP di Chieti, esprime vivo apprezzamento e gratitudine ai colleghi della Sezione Volanti del locale Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico che nel tardi pomeriggio di ieri hanno arrestato, in flagranza di reato, un ladro d’appartamenti.

Ricevuta la nota radio che segnalava la presenza di due individui aggirarsi con fare sospetto nelle adiacenze di un’abitazione sita in questo centro cittadino, immediatamente gli Ufficiali ed Agenti delle due Volanti in servizio, si portavano sul posto per meglio accertare i fatti.

Giunti in loco gli Agenti si ponevano sia all’entrata che all’uscita della strada, operando un vero e proprio accerchiamento dell’abitazione per poter limitare al minimo l’eventuale tentativo di fuga dei malviventi. Notavano la presenza di vetri rotti sparsi sul selciato ed una finestra rotta che lasciava chiaramente intuire d’essere stati da poco preceduti da malviventi esperti nel “settore” dei furti in casa. Pertanto, con circospezione e passi prudenti i poliziotti delle due Volanti entravano nell’abitazione sorprendendo ancora con la refurtiva in mano due “topi d’appartamento”.

Oramai vistisi scoperti ai due criminali non restava che darsi a precipitosa fuga. Prontamente gli operanti si mettevano al loro inseguimento riuscendo ad acciuffarne uno. L’altro, grazie al buio ormai sceso sulla città e sfruttando la fitta vegetazione del posto, riusciva fortunosamente a guadagnare la fuga e far perdere le tracce.

Dopo le formalità di rito, l’arrestato veniva condotto presso la locale Casa Circondariale. All’anziana vittima venivano restituiti gli averi che i ladri avevano asportato dall’abitazione recuperati dagli Agenti nel corso del rocambolesco inseguimento.

Ancora una volta il COISP mette in evidenza come i poliziotti teatini nonostante si trovino ad operare costantemente in condizioni di criticità per carenze di organico e di risorse, facendo esclusivo appello alla loro professionalità, all’altissimo spirito di sacrificio, dedizione al servizio, notevole senso del dovere e padronanza delle più efficaci tecniche operative , riescano ugualmente a garantire alla Città di Chieti ed hinterland sicurezza e senso di protezione e presenza attiva delle Istituzioni.

Nel periodo delle festività natalizie, dove le cronache nazionali registrano un incremento dei reati e soprattutto dei furti in appartamento, gli Agenti delle Volanti della Questura di Chieti ricevono particolare ammirazione dalle tante persone anziane che, per la loro condizione di fragilità, si ritrovano, loro malgrado, ad essere sempre più “vittime privilegiate” in tali delitti.

Il COISP è, e rimarrà, osservatore attento e critico verso tutte le inadeguatezze di strumenti e norme che non consentono agli operatori di Polizia di lavorare in condizioni ottimali per la tutela propria e dei cittadini.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Si è riunito il 30 Dicembre il coordinamento dei comitati di quartiere della zona Grandi Alberghi PP1 di Montesilvano. Al centro della discussione diversi temi che preoccupano gli abitanti del quartiere, ma anche le opportunità di rilancio di una delle zone strategiche della Nuova Pescara che si costituirà dal 1 Gennaio 2019.

Tra le emergenze discusse ci sono: gli accordi tra costruttori e Giunta Comunale per nuove edificazioni nell'area del "Curvone", senza la garanzia di servizi pubblici e interventi di riqualificazione di un quartiere, che ha visto finora solo case, ma con molte opere pubbliche interrotte o mancanti. Tale decisione è in contrasto con quanto aveva assicurato il Sindaco, in occasione di un recente incontro pubblico con i comitati di quartiere, il 7 dicembre scorso, dichiarando "Nessun metro cubo sarà ulteriormente realizzato prima di aver garantito il completamento delle opere pubbliche mancanti". Il primo progetto da completare è l'asse commerciale a priorità pedonale di Corso Strasburgo, dalla stazione al mare, e il boulevard alberato di viale D'Andrea, dalla grande piazza al fiume, oggi area verde abbandonata, domani possibile strada mercato alberata servita dal trasporto pubblico, da Pescara a Silvi.

Addirittura, come segnalato dal consigliere comunale Di Stefano, si starebbe trattando in Giunta Comunale per trasferire in un'area a standard del quartiere PP1 la cubatura spostata dal centro per conservare un parcheggio pubblico di proprietà privata in prossimità del Comune. E questo senza nessuna discussione pubblica né nel Consiglio Comunale né nel quartiere. Oltre a questi e ad altri problemi del quartiere, esistono però anche delle opportunità di rilancio di questa zona, strategica per la presenza di 4mila posti letto alberghieri, il palazzo dei congressi d'Abruzzo, un multisala e il previsto Teatro del Mare, soprattutto in una visione metropolitana nell'agenda della grande città di Nuova Pescara. Del resto, i comitati hanno già segnalato al Sindaco e al Presidente D'Alfonso le proprie aspettative di rilancio dell'area, ed esistono anche i mezzi e le opere finanziate che, oggi non sono adeguatamente sfruttate per questo rilancio. Tali sono il ponte sul Saline, il trasporto pubblico sulla

Strada Parco, i parcheggi di interscambio di Montesilvano, Marina di Città Sant'Angelo e Silvi, il collegamento tra tangenziale di Pescara e l'autostrada. Ma, in assenza di piano e di progetti che potrebbero essere finanziati anche con fondi europei, il ponte in corso di costruzione, ad esempio, rischia di diventare il collegamento per le auto dei lungomare di Silvi e Montesilvano, distruggendo quel che rimane dell'industria turistica della zona a mare. Tali temi saranno discussi in un convegno pubblico previsto per i primi di Gennaio 2018 a cui sono stati invitati a partecipare gli amministratori della città e della Regione.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione