Articoli filtrati per data: Dicembre 2017
Sabato, 30 Dicembre 2017 00:00

Coach Castorina torna alla guida della Magic

Chieti. L’ASD Magic Basket Chieti comunica che Renato Castorina sarà il nuovo allenatore della prima squadra per la stagione 2017/2018. L’esperto tecnico e formatore Fip di II livello continuerà al contempo a svolgere il ruolo di responsabile del settore giovanile della Scuola Pallacanestro TaSp Young tenendo fede all’accordo preso la scorsa estate con la Teramo a Spicchi.

La società augura a coach Castorina, che ha già ricoperto nella scorsa stagione con ottimi risultati il ruolo di allenatore della Magic, un grande in bocca al lupo per le prossime sfide professionali con i colori neroverdi. Si ringrazia, infine, il Presidente della Teramo Spicchi, Sig. Fabio Nardi, per aver facilitato il ritorno di coach Castorina a Chieti. Coach Renato Castorina sarà presentato a tifosi e stampa oggi 29 dicembre alle ore 18.30 presso il PalaDayco di Chieti.

Pubblicato in Sport

Chieti. “Il rigetto da parte dei vertici della Asl di Lanciano-Vasto-Chieti del nuovo project financing per la ristrutturazione del SS Annunziata di Chieti, avanzato dalla Coopservice, cooperativa emiliana, è di una gravità clamorosa e inaudita”. Questa la denuncia avanzata dal Presidente della Commissione di Vigilanza in Consiglio Regionale, Mauro Febbo.

“Sappiamo tutti che il progetto avanzato da Maltauro è stato ampiamente e ripetutamente bocciato. Oggi, invece, siamo costretti nuovamente ad assistere a vergognosi teatrini, dove la buona amministrazione lascia spazio ad una gestione personalistica della cosa pubblica. Se da un lato abbiamo sempre contestato il progetto della Maltauro, il nuovo project financing presentato dalla Coopservice ci sembra essere rispondente ai bisogni e alle necessità del nosocomio teatino tanto da un punto di vista tecnico, quanto economico. Ed invece - incalza Febbo - è stato rispedito al mittente senza che fosse neppure aperto. Perché? Perché a detta della ASL è in corso di valutazione da parte della Regione Abruzzo. Nonostante siano trascorsi 43 mesi di vana attesa, la Regione Abruzzo non ancora riesce a pervenire ad una conclusione dell’iter. Chissà per quale motivo. Siamo a chiederci se davvero sia in corso d’esame oppure se dobbiamo attenderci nuove fantasiose sorprese. La Asl di Chieti si piega alle passioni e ai voleri faraonici del Presidente D’Alfonso. Era obbligo e dovere della Asl teatina valutare questo nuovo progetto che dalle notizia di stampa appare più concreto, attuabile e alla portata economica della stessa ASL".

“E’ l’ennesimo ed inaccettabile episodio di pessima amministrazione tesa a penalizzare tanto il nosocomio quanto l’area metropolitana e l’intero territorio teatino. Auspico un ripensamento – conclude Mauro Febbo - sia dei vertici della Asl sia della Regione affinché vengano incontro ai reali bisogni della collettività e non cerchino di imporre scelte futili e capricciose".

Pubblicato in Politica

Montesilvano. «Abbiamo sposato questo progetto con convinzione, sicuri degli ottimi risvolti in termini di promozione turistica e culturale per la nostra città. I frutti sono già evidenti, dal momento che questa iniziativa ha già portato Montesilvano a Londra». Lo ha detto l’assessore alla Cultura, Ottavio De Martinis, questa mattina nel corso della conferenza stampa di “Call me Baby”, il film che verrà interamente girato a Montesilvano per approdare in tutte le sale cinematografiche. Il film, incentrato sul disagio giovanile, è realizzato dalla società cinematografica “Lo Studio” in co-produzione con la Epm Produzioni. A presentare il teaser, proiettato lo scorso 7 dicembre, a Londra al Bond Street Awards, Dario Angelucci, regista e Francesco Rizzi, sceneggiatore, il maestro Roberto Porpurini, autore della colonna sonora, Carlo Corlianò, produttore.

«Fondamentale - aggiunge De Martinis - è stato l’apporto dell’associazione AlberghiaMo che ha dato un contributo significativo alla realizzazione di questo progetto».

«Quando ad aprile ci fu prospettata questa iniziativa - ricorda il consigliere Adriano Tocco e vicepresidente di AlberghiaMo - la accogliemmo senza esitazioni. Crediamo che questo film possa essere un’ottima opportunità per portare visibilità a Montesilvano in Italia e all’estero. Siamo pronti a collaborare in tutto ciò che possa agevolare la realizzazione di questo film. Crediamo molto nella creazione di sinergie tra privati e pubblico, volte a promuovere il territorio in ogni modo possibile». «Call me Baby è un’opportunità - aggiunge Daniela Renisi, presidente di AlberghiaMo - per vedere la nostra città in maniera differente, e per veicolare il nome di Montesilvano attraverso una forma d’arte importante come il cinema».

«Questo film - afferma la presidente della Commissione Politiche Giovanili, Angelita Palumbo – deve essere anche uno spunto di riflessione per i giovani, che sono spesso travolti da situazioni di disagio».

«Il nostro obiettivo - ha illustrato Francesco Rizzi, sceneggiatore - è quello di raccontare una storia che può accadere ovunque. La città di Montesilvano ci ha dato una grande opportunità di portare avanti il nostro progetto, attraverso cui vogliamo mettere in luce argomenti talvolta trascurati».

«Questa città - aggiunge il regista Dario Angelucci - ha una grande capacità camaleontica, offre un ampio ventaglio di location che ci permettono di spiegare bene i contenuti di questo film che è un noir, ma che vuole trasmettere un messaggio di cambiamento e di speranza».

Le attrici protagoniste del film saranno Giulia Giusti di 22 anni e Claudia Zerulo di 19, entrambe di Francavilla al Mare, che interpreteranno Sara e Susi, due ragazze diverse per estrazione sociale e per carattere ma che si troveranno invischiate in giri sbagliati. Molti altri gli attori abruzzesi che fanno parte del cast, da Tiziana Di Tonno a Claudio Collevecchio a Viviana Bazzani. Tra le location individuate, l’hotel Le Nazioni, l’istituto comprensivo I. Silone, e poi ancora bar e ville della città.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Ancora un sequestro di merce contraffatta ad opera della Guardia di Finanza di Pescara.
Militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Pescara,sulla scorta di pregressa attività investigativa, hanno scoperto, in Civitanova Marche (MC), un deposito di merce contraffatta nella disponibilità di un cittadino senegalese domiciliato a Montesilvano (PE).
L’attività di servizio è conseguente a quella svolta nei confronti del citato senegalese qualche settimana fa,allorquandoi militari avevano notato un continuo andirivieni di cittadini extracomunitari recanti borsoni contenenti verosimilmente merce contraffattain una palazzina di Montesilvano (PE).
In quella circostanza si era proceduto ad effettuare una perquisizione che consentiva di sottoporre a sequestro un migliaio di capi di abbigliamento e di pelletteria falsi, numerose etichette di note griffes, nonché macchinari per il confezionamento degli stessi prodotti.
Le indagini nei confronti del senegalese proseguivano fino a giungere all’individuazione di un deposito che lo stesso aveva organizzato in due locali siti sul lungomare di Civitanova Marche (MC), località ove l’extracomunitario si recava quotidianamente da Montesilvano (PE) per commercializzare i propri prodotti.
La perquisizione effettuata dai Finanzieri permetteva di rinvenire etichette, giubbini, pantaloni, foulard e borse riproducenti note griffes nazionali ed internazionali oltre che numerosi orologi contraffatti di prestigiose marche.
La merce, immessa sul mercato, soprattutto in questo periodo natalizio, avrebbe reso oltre 650.000 euro.
Ciò testimonia che il “mercato del falso” attira ancora molto i compratori e che le attività del Corpo a contrasto di tali condotte illecite non si ferma al sequestro effettuato nei confronti del singolo venditore, ma mira a ricostruire l’intera “filiera”,attraverso l’individuazione dei fornitori dei capi “anonimi”, dei laboratori ove si applicano le etichette contraffatte e dei depositi in cui viene stoccata la merce che, successivamente, viene ceduta ai singoli rivenditori che, in piccole quantità, provvedono ad immetterla sul mercato ad occasionali avventori.
Con tale ultima attività di servizio assommano ad oltre 100.000 i capi contraffatti sequestrati nell’ultimo periodo, per un valore superiore al milione e mezzo di euro.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Partirà domani sera il piano di accoglienza predisposto dal Comune per offrire riparo ai senza dimora nel periodo invernale. Oltre alla consueta ospitalità negli alberghi convenzionati prevista dal PIS (Pronto Intervento Sociale) e destinata alle donne e agli uomini con problemi di salute o in particolari condizioni di fragilità, saranno due le strutture comunali in cui sarà offerto ai senza tetto un rifugio temporaneo per dormire al riparo dal freddo: il centro Polivalente “Monsignor Britti”, in via Rio Sparto, nonché in altri locali vicini qualora questo non dovesse essere. Da domani sera, le persone senza dimora verranno accolte nella prima struttura dove sono state collocate 70 brandine, lenzuola, cuscini e coperte. Il servizio di accoglienza, organizzato e coordinato dall’Assessorato e dagli operatori delle Politiche Sociali e predisposto in sinergia con quelli a Patrimonio, Protezione Civile e Polizia Municipale, sarà attuato ogni giorno dalle 20 alle 22; trascorsa la notte i senza tetto, dopo aver consumato la colazione, lasceranno la struttura entro le 8.

 

"Sarà una sperimentazione che verrà attuata in una città che vuole rafforzare la sua vocazione all’accoglienza e alla solidarietà e che registra, sul suo territorio, un numero sempre più alto di persone che versano in un grave stato di indigenza e che non hanno più una casa - spiega l’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino - Offriremo ai senza dimora un riparo avvalendoci della collaborazione delle associazioni e delle strutture di volontariato che hanno aderito al progetto e che si occupano da tempo di questa problematica. Saranno loro, nel corso del monitoraggio che compiono abitualmente sul territorio comunale, ad invitare le persone che dormono all'aperto a recarsi nelle strutture comunali, Se accetteranno, verranno accompagnate nei locali messi a disposizione dal Comune dove sarà attivo un servizio di assistenza che recepirà le loro necessità”. Hanno già assicurato disponibilità e collaborazione le associazioni On The Road, “Papa Giovanni XXIII", la Comunità di Sant’Egidio, il comitato provinciale della Croce Rossa che a turno effettueranno ogni sera il servizio di accoglienza, , provvederanno al mattino alla fornitura e alla distribuzione della colazione e accompagneranno le persone all’uscita, dalle 6 alle 8.

Rivolgo un appello a tutte le altre strutture di volontariato, che sono vicine ai senza dimora, ma anche a cittadini volenterosi e sensibili, affinché collaborino con l’Amministrazione Comunale mettendo a disposizione tempo e impegno per organizzare al meglio l’accoglienza. In caso di disponibilità li invito a chiamare il numero 349.7856242 per contattare l’Assessorato alle Politiche Sociali che coordina tutta l’attività. Spero che attraverso questa esperienza si rafforzi la rete sociale che stiamo costruendo e che rappresenta uno strumento indispensabile per favorire il sostegno e l'inclusione di persone che non devono essere “invisibili" per la nostra comunità".

 

“Il periodo di attivazione del servizio di accoglienza si concluderà alla fine di febbraio – aggiunge l’assessore Gianni Teodoro – Condivido pienamente il progetto a cui ho lavorato sia come assessore al Patrimonio che a Protezione Civile e Polizia Municipale. Dobbiamo dare la disponibilità di un tetto a chi non ce l’ha e dobbiamo assicurarci che ognuno possa avere un ricovero dignitoso e sicuro. Il progetto nasce da questo, e per questo abbiamo messo a disposizione il centro Polivalente “Monsignor Britti”, in via Rio Sparto e se quello non sarà sufficiente, abbiamo reperito anche altri spazi pronti e utili ad accogliere. In questo ricovero ci saranno brande, coperte e tutto il necessario e per la sicurezza degli ospiti sarà attiva anche la Polizia Municipale con Giona, lo speciale nucleo di intervento che si sta occupando anche dei senza fissa dimora”.

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. La commissione per la selezione degli interventi di cui al progetto "Bellezza@ - Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati" ha concluso le proprie attività nella riunione del 15 dicembre selezionando queste 16 emergenze culturali per l’Abruzzo, per complessivi 13.402.783 euro:

castello di Rosciano: 2.000.000;
Linea Gustav, Civitella Messer Raimondo: 1.500.000;
Museo della Val Vibrata, Corropoli: 1.203.000;
Abbazia di San Martino in valle, Fara San Martino: 1.200.000;
Palazzo Cavacini, Castelfrentano: 1.190.694;
Complesso museale e municipale, Loreto Aprutino: 1.099.089;
Villaggio del fanciullo, Silvi: 1.000.000;
Castello di Casoli: 840.000;
Palazzo Castracane, Villa Santa Maria: 800.000;
Complesso monumentale di San Giovanni in Venere, Fossacesia: 620.000;
Centro museale e scuola di mosaico, Tornareccio: 500.000;
Torre delle stelle, Aielli: 400.000;
Palazzo Botticelli, Collelongo: 300.000;
Chiesa di San Lorenzo, Civitella del Tronto: 250.000;
Fontane storiche di Picciano: 150.000;
Castello ducale di Crecchio: 35.000

Il progetto "Bellezza@ - Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati"è stato voluto da Palazzo Chigi per valorizzare siti storico-artistici poco conosciuti;a questo scopo il Governo ha messo a disposizione 150 milioni di euro. Tutti i cittadini hanno potuto segnalare all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare. In riferimento alle richieste pervenute, si segnala che i luoghi interessati sono stati 7.540, distribuiti in 3.197 comuni.

Pubblicato in Politica

Pescara. In occasione dell’evento “CAPOSSELA CAPODANNO” previsto per la serata del 31 dicembre in questa Piazza della Rinascita le componenti istituzionali Questura e Prefettura in sede di Comitato Provinciale dell’Ordine e Sicurezza Pubblica, Commissione Provinciale di Vigilanza suiLocali Pubblico Spettacolo e Tavolo Tecnico Operativo hanno determinato le direttive relative alla gestione dei diversi aspetti che caratterizzano il suddetto evento al fine della composizione ottimale dei diversi interventi di competenza. Alla luce delle disposizioni impartite dal Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Franco Gabrielli in materia di salvaguardia e incolumità delle persone durante lo svolgimento di pubbliche manifestazioni ed in considerazione anche delle gravi tensioni a livello internazionale nonché dell’allarme terrorismo, è stato profuso un impegno straordinario da parte delle Forze dell’Ordine per tutelare l’Ordine e la Sicurezza Pubblica prestando la massima attenzione alla gestione dell’evento a cominciare dall’attività di preparazione e organizzazione della manifestazione. In tale ottica l’organizzatore è stato invitato a presentare “il piano di emergenza e procedure di Safety e Security” nel quale sono specificate le condizioni di sicurezza per lo svolgimento della manifestazione prevedendo le vie di fuga, le aree di rispetto e i percorsi per l’ordinato afflusso e deflusso degli spettatori attraverso l’impiego di un congruo numero di steward.In proposito si segnala che per l’accesso del pubblico in Piazza della Rinascita saranno previsti tre diversi varchi d’ingresso (Corso Umberto angolo via Firenze/via Cesare Battisti, via N. Fabrizi angolo Corso Umberto, viale Regina Margherita-angolo via Mazzini) presidiati dagli addetti alla sicurezza e dove avverrà il controllo delle persone, alfine di intercettare bottiglie di vetro, petardi di ogni tipo e/o qualsiasi altro materiale ritenuto pericolo. Sempre in ottemperanza alle disposizioni previste in materia di “Safety e Securety” è stata emessa un’ordinanza sindacale di divieto di vendita, somministrazione e consumo di bevande in bottiglie di vetro e in lattina. Ulteriori ordinanze sindacali disciplinano il traffico veicolare con l’istituzione di divieti di transito, sosta e fermata nel quadrilatero interessato dalla manifestazione, nonché il posizionamento di idonei ed adeguati impedimenti fisici al transito dei veicoli (new jersey). Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Pescara e il Servizio 118 garantiranno la propria assistenza in caso di emergenza. Analoghe misure verranno adottate in occasione del concerto di ERMAL META previsto per il 1 gennaio 2018.
Con ordinanza del Questore saranno indicati tutti gli adempimenti che i vari attori che partecipano a vario titolo all’evento dovranno porre in essere. Si è ritenuto opportuno attivare stringenti misure di sicurezza a tutela della cittadinanza che la sera del 31 si riverserà in piazza al fine di consentire di poter festeggiare serenamente l’arrivo del 2018.
In relazione al consistente numero di spettatori che prevedibilmente parteciperà alla manifestazione, al fine della migliore e più serena riuscita dello stesso, possono essere utili alcuni suggerimenti per gli avventori, quali ad esempio:
-utilizzare preferibilmente i mezzi di trasporto pubblico e le navette messe a disposizione dal Comune;
-portare con sé gli effetti strettamente necessari, evitando l’utilizzo di borse o zaini;
-non assumere bevande alcoliche e non portare con sé contenitori in vetro o metallo, o altri accessori potenzialmente idonei ad offendere;


-in caso di emergenze, mantenere la calma, seguire i suggerimenti del personale preposto e, se del caso, allontanarsi senza alimentare alcun panico;
-segnalare al personale steward ed alle Forze di Polizia eventuali circostanze che appaiano destare sospetto, perché si possano attuare le opportune verifiche;
-gli spettatori presenti al termine della manifestazione, defluiscano, sia pur con opportuna gradualità, favorendo anche la riapertura e il ripristino della normale viabilità in zona.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. Intervento provvidenziale, giovedì pomeriggio, della Motovedetta della Guardia Costiera di Ortona, che a seguito di segnalazione giunta da un motopesca al largo, ha soccorso un marittimo colto da malore, riaccompagnandolo in porto dove, ad aspettarlo, c’era l’ambulanza del 118.
Erano circa le 16:00 quando il Comandante del peschereccio “Guerriero” contatta la sala operativa della Capitaneria di Porto di Ortona per comunicare di avere a bordo un marittimo privo di sensi a seguito di presunti attacchi epilettici. Immediato l’invio in zona, a circa 9 miglia al largo, della dipendente motovedetta CP 885, con a bordo anche personale medico del 118, che ha prontamente risposto alla chiamata d’intervento della Guardia Costiera. Il marittimo, un pescatore pugliese di 45 anni imbarcato sull’unità poche ore prima, è stato sbarcato nel porto di Ortona in evidente stato confusionale, e sebbene le sue condizioni fossero migliorate dopo l’intervento del 118, è stato comunque trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Ortona per accertamenti. Attimi di apprensione, con il mare mosso a rendere più difficoltose le operazioni, ma fortunatamente tutto si è risolto per il meglio.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. L’amministrazione comunale di Ortona ha fatto il punto sui primi sei mesi di governo della città. La giunta guidata dal sindaco Leo Castiglione, si è infatti insediata lo scorso mese di giugno e in occasione della fine dell’anno solare ha tracciato un primo parziale bilancio sul lavoro svolto.
“Il bilancio non può che essere positivo – ha detto il sindaco di Ortona, Leo Castiglione – perché abbiamo lavorato tantissimo in questi mesi, per creare le premesse di un futuro fatto di risultati soprattutto per la città. Noi abbiamo trovato un bilancio già speso perché a giugno tante opere, tanti lavori erano già stati programmati, quindi poca è stata la possibilità di incidere in questi mesi. Però, nonostante tutto, ci siamo accollati le nostre responsabilità, abbiamo cercato immediatamente di agire per quanto riguarda il decoro urbano, il turismo ed il tavolo permanente dei commercianti che è importante appunto per creare le premesse per una progettazione che faccia in modo che Ortona sia davvero una città che vive di turismo. Ma affianco a questo abbiamo programmato quello che nel 2018 attueremo come il piano di tutti i bandi per quanto riguarda la casa di riposo, il servizio mensa, il trasporto, l’asilo nido, il piano regolatore. Per quanto riguarda quest’ultimo a gennaio approveremo la delibera di indirizzo con il quale partiremo dal 2007 e speriamo nel più breve tempo possibile di agevolare ed alleviare le tasche dei cittadini che stanno pagando tasse rischiando di non vedere realizzate opere sui propri terreni. Tanto è il lavoro che è partito da una fotografia generale di quello che è il territorio e di quella che è la nostra città e logicamente siamo partiti subito per quanto riguarda l’abbattimento dei costi per una comunità passa attraverso l’abbattimento dei debiti, così come per una famiglia normale, così domani in Consiglio Comunale faremo quello che si è trascinato dall’89 ad oggi per scarsa responsabilità di chi mi ha preceduto nel trascinare dei debiti che oggi hanno raggiunto delle cifre esorbitanti. Domani alleggeriremo le casse comunali di ben 600 mila euro di debito, mi riferisco al debito Seccia, ma questo è soltanto l’inizio, una buona programmazione passa attraverso un bilancio sano ed un bilancio sano passa attraverso l’eliminazione dei debiti e questo è quello che stiamo cercando di fare. Noi andiamo sulla stampa quando è necessario e quando è importante comunicare qualcosa alla città, le campagne elettorali le lasciamo agli altri, non sono in campagna elettorale e nei prossimi 5 anni amministrerò, ho detto ai miei dipendenti nei saluti e nei vari incontri che mi sento un dipendente comunale, prima ero un dipendente dell’amministrazione pubblica dove lavoravo, oggi mi sento un dipendente perché da soli non si va da nessuna parte, bisogna lavorare di squadra, la squadra parte dal primo cittadini che è il sindaco ed arriva fino all’ultimo cittadino che è la persona che ha più bisogno però è parte integrante di una comunità ed è rispettato e coinvolto anche nelle scelte amministrative importanti. Questo è lo spirito, questa è la linea di questa amministrazione che è un’amministrazione che vuole lavorare risanando il bilancio comunale perché solo così si possono creare le premesse per una progettualità diversa che possa veramente lanciar Ortona nei circuiti turistici soprattutto internazionali. Sul cimitero abbiamo fatto un progetto con un finanziamento che prevede 800 nuovi loculi e un centinaio di cappelle con una progettualità riguardante un lotto del cimitero centrale. Stiamo dando attenzione anche sulla periferia come Caldari, l’ampliamento del cimitero di San Leonardo, ma l anovità è che questa amministrazione sta decidendo di inserire all’interno di questi ampliamenti un impianto di cremazione che ormai è diventata una necssità e deve essere previsto un incremento di polizia mortuaria che stiamo predisponendo, per cui il dottor Polidori sta lavorando insieme alla Commissione fatta di esperti per avere un regolamento che sia capillare e puntuale su quelle che sono le esigenze. Per quanto riguarda l’aspetto culturale sul Teatro abbiamo fatto una scelta ben precisa, stiamo lavorando sul Polo Museale, è arrivato il momento di accentrare in un unico polo che è il patrimonio museale della città per renderlo uno strumento portatore di interesse verso l’utenza, verso i turisti, quindi la creazione di un Polo Museale e dove il turista verrà pagando un biglietto congruo a quella che è l’offerta culturale”.

Pubblicato in Politica

Vasto. E’ stata confermatadal Comune di Vasto l’accettazione della donazione del terreno per un’area sita a Vasto Marina ricevuta dalla Provincia dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini gravata dall’onere che l’Ente avrebbe realizzato un campo sportivo. Il Consiglio Comunale con propria deliberazione il 24 luglio 1985 si era espresso in modo favorevole all’accettazione della donazione, ma l’iter di fatto non si è mai concluso e  i terreni risultano ancora intestati dalla Provincia dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini. Ieri mattina il Consiglio Comunale ha deliberato per confermare l’accettazione della donazione. E’ stato demandato al Servizio Patrimonio ogni adempimento successivo.

Pubblicato in Politica

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione