Articoli filtrati per data: Febbraio 2017

Lanciano. CasaPound Italia interviene in merito alla notizia dell’imminente sgombero della famiglia Rosato, che da due anni occupa l’ex caserma dei vigili del Fuoco in via Galvani. Una scelta estrema e sofferta quella compiuta dal signor Rosato, resasi necessaria per garantire un tetto sulla testa ai due figli della coppia, non potendo per sopraggiunta disoccupazione permettersi di sostenere il costo di un affitto.

“Siamo pienamente solidali con la famiglia Rosato, di cui sostenemmo le ragioni già al momento dell’occupazione organizzando un sit-in presso l’ex caserma – afferma in una nota Marco Pasquini, responsabile lancianese di CasaPound Italia – ciò che ha spinto il signor Rosato ad occupare è stata solo una necessità disperata, e si è sempre dichiarato disponibile ad abbandonare l’ex-caserma se gli venisse prospettata una soluzione adeguata per la sua famiglia, come una casa-parcheggio dove alloggiare in attesa dell’assegnazione degli alloggi popolari”.

“Inoltre la vicenda ha aspetti che necessitano di essere chiariti – prosegue Pasquini - Gli stessi Rosato hanno saputo dell’imminente sgombero leggendo i giornali, non avendo ricevuto alcuna notifica in merito. Sarebbe quindi opportuno che quantomeno il Sindaco e l’Assessore alle Politche Sociali intervenissero per contribuire a fare luce e ad esprimere la loro opinione su una vicenda tanto delicata che interessa una famiglia lancianese. Quanto a noi, sosterremo la causa del signor Rosato se necessario opponendoci al tentativo di sgombero coatto, finchè non sarà fornita una alternativa accettabile. Non è pensabile che lo stato italiano butti i cittadini bisognosi in mezzo ad una strada, e ci mobiliteremo per impedirlo”.

Pubblicato in Politica
Martedì, 28 Febbraio 2017 00:00

Africa Unite, Bunna e Madaski a Chieti Scalo

Chieti. Si avvicina l’appuntamento con gli Africa Uniteprevisto per venerdì 3 marzo allo Stammtisch di Chieti Scalo. L’evento, ovvero il primo “Stammtisch Reggae Party Carnival”, organizzato in collaborazione con Music Force, partirà alle 22.30 quando Bunna e Madaski, fondatori e leader del gruppo dub reggae che vanta una carriera ultraventennale e che ha scritto la storia musicale del reggae made in Italy, saliranno sul palco del noto locale e daranno vita ad uno scatenato spettacolo musicale. Era il 1981 quando i due musicisti di Pinerolo (To) fondarono la band che porta il nome dell’omonima canzone di Bob Marley, artista al quale si sono sempre direttamente ispirati.Da allora tanti i successi e tanti gli album fino all’ultimo “Punto di partenza” uscito nel 2015 e totalmente autoprodotto.
“Africa Unite System Of a Sound”, questo è il progetto che i due frontmanporteranno allo Stammtisch; sonorità dub sapientemente gestite da Madaski e la voce di Bunna, che riproporrà le più note canzoni del vasto repertorio del gruppo reggae italiano, daranno vita ad un itinerario musicale reggae, roots, dub ed elettronico, il tutto condito dal sound inconfondibile del marchio “Africa Unite”.
Ad aprire la performance degli Africa Unite di venerdì prossimo sarà una giovane band abruzzese seguita da Music Force, gli Evergrow, gruppo reggae che presenterà sul palco dello Stammtisch pezzi inediti.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. Si e' svolto ieri presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) in Via Veneto a Roma l'incontro programmato per la presentazione del Position-paper sulla Strategia Energetica Nazionale (S.E.N.).

All'incontro presente il Presidente di FederPetroli Italia - Michele Marsiglia ed il Segretario Generale del Mise - Andrea Napoletano.

Nel corso dell'incontro oltre alla consegna del Documento finale redatto da FederPetroli Italia che sarà portato all'attenzione del Ministro Calenda, sono state illustrate al Ministero le difficoltà che l'indotto energetico in Italia sta vivendo oltre ad importanti osservazioni e suggerimenti sui punti che dovranno essere ridefiniti in una nuova Strategia Energetica Nazionale 2017.

Si e' parlato di aree e vincoli ambientali, eco-sostenibilità, estrazione idrocarburi, raffinazione, logistica e depositi, infrastrutture, rete carburanti, non-oil, gnl, energie alternative, sicurezza energetica nazionale ed il ruolo dell'ENI oggi in Italia.

Grande soddisfazione di FederPetroli Italia per la disponibilità' e concretezza da parte del Gruppo di lavoro del Ministro.

All'uscita il Presidente Marsiglia ha espresso la propria soddisfazione ritenendo la squadra capitanata da Calenda, sinonimo di velocita' e concretezza produttiva.

Pubblicato in Economia
Martedì, 28 Febbraio 2017 00:00

Pescara, un arresto per evasione

Pescara. Personale della Polizia di Stato, in esecuzione al provvedimento emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Pescara in data 24.02.17 inerente la revoca della misura alternativa della detenzione domiciliare, con sostituzione della custodia cautelare in carcere traeva in arresto: CANDELORO Paolo, pescarese, classe’66 in quanto lo stesso si era reso responsabile del reato di evasione. Fatto commesso in Pescara il 14.01.2017. Lo stesso, dopo le formalità di rito, veniva condotto presso la locale Casa Circondariale. L’arresto è stato eseguito da personale della Squadra Mobile.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. Nella prima parte della mattinata a Francavilla al Mare una persone ha perso la vita dopo essere stata investita da un treno.

Al momento non si conoscono le cause della tragedia e le generalità della persona. Sul posto il sopralluogo delle forze dell’ordine che stanno ricostruendo la dinamica dell’impatto avvenuto intorno alle 8:05 con il Frecciarossa 8810 Bari-Milano dove a bordo c'erano circa 150 persone.


La circolazione è stata bloccata, in entrambi i binari, da Tollo a Francavilla sulla linea Pescara-Termoli per consentire gli accertamenti. Per ovviare ai disagi Trenitalia ha predisposto un servizio di autobus tra Pescara e San Vito garantendo i collegamenti regionali e interregionali. Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un suicidio. Secondo le prime informazioni, il convoglio avrebbe tentato di frenare e avrebbe anche rallentato la sua corsa ma non è stato possibile evitare l'impatto.

Pubblicato in Cronaca

Roma. Il M5S ha rilanciato la sua offensiva non tanto contro i vitalizi del passato, ma contro le attuali pensioni dei parlamentari alimentando confusioni da cui trarre vantaggi elettorali in considerazione del disprezzo popolare nei confronti dei vecchi vitalizi. Ma la verità é che vitalizi dei parlamentari dal 2012 non esistono più e vige un sistema giusto basato su pensioni rapportate ai versamenti contributivi. Ogni deputato versa mensilmente 918 euro al mese per la sua pensione contributiva, pari al 9,18% della indennità di circa 10 mila euro lordi l'anno (circa 5 mila netti). Un lavoratore, analogamente,versa ogni mese per la sua pensione il 9,19% del suo stipendio. Ad esempio: un lavoratore che prende uno stipendio di 1.200 € versa per la sua pensione 110 € al mese. Le pensioni sono rapportate ai versamenti complessivi: un deputato versa in 5 anni 55.080 € e il suddetto lavoratore in 40 anni versa 52.876 €. Questa la realtà. Quello che conta col sistema contributivo é quanto si versa e non il numero degli anni in cui si versa. Dunque non deve stupire che versando 55 mila € in 5 o 40 anni si prende la stessa pensione.

Condivido per questo il principio contributivo che non è stato esteso ai vecchi vitalizi a causa della giurisprudenza costituzionale sui diritti acquisiti. Un tetto massimo, sul modello del prelievo di solidarietà, potrebbe essere una soluzione equa per superare i privilegi dei vecchi vitalizi fatto salvo naturalmente il principio del sistema contributivo laddove i vecchi vitalizi corrispondessero a quanto versato. Ciò dovrebbe valere per tutti i pensionati italiani che prendono pensioni superiori al tetto individuato pur non avendo versato contributi corrispondenti secondo il metodo contributivo.

Questa scelta sarebbe obbligata per rispondere al principio costituzionale della uguaglianza di tutti i cittadini. Sono d'accordo ad equiparare l'età per l'accesso alla pensione dei parlamentari a quella in vigore per tutti i lavoratori, ma quello che conta è il sistema contributivo del calcolo della pensione. Se si va prima si potrebbero avere delle penalità, come già succede per i lavoratori italiani. Sono convinto che occorra in generale (indennità e pensione) un trattamento equo per i parlamentari e il riferimento fatto dal legislatore negli anni 60 per le indennità parlamentari agli stipendi degli 8 mila magistrati mi sembra razionale. Andrebbero però tolti i benefit che si sono aggiunti negli anni e che, in questa legislatura e anche alla fine della precedente, sono stati giustamente ridotti: dalla diminuzione di due terzi dei rimborsi per le spese telefoniche alla eliminazione dei rimborsi per i

Pubblicato in Politica
Lunedì, 27 Febbraio 2017 00:00

Arriva il Carnevale di Pescara Vecchia

Pescara. Si chiama Carnevale 65100 la chiusura del martedì grasso che prenderà vita domani sera dalle 21 in poi nel tratto finale del centro storico: musica e danza con artisti di strada, trampolieri, clown e intrattenimento a cura della Tenda in Circolo. Oggi un gruppo di esercenti che sostiente l’evento ha presentato l’iniziativa in presenza dell’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi e Mario Troisi per la Confesercenti.

“E' un importante riuscire a fare sinergie con le reti dei commercianti che rianimano zone della città con vocazione attrattiva con investimenti ed eventi nelle ore serali – così l’assessore Giacomo Cuzzi - Pescara Vecchia è la zona dove storicamente si è manifestata questa vocazione, avversata forse da chi cerca strumentalizzare la movida, demonizzandola come se determinati fatti accadessero solo a Pescara. Sin dal primo momento noi abbiamo lavorato e ci siamo sforzati per mettere in rete degli imprenditori che si sono messi in gioco, investendo sulla città e in un tempo di difficoltà anche per gli enti pubblici è importante che si creino iniziative dedicate ad adulti e ai bambini. Daremo il massimo appoggio a questa iniziativa, come daremo il massimo con l'obiettivo di rigenerare la zona e il suo potenziale.
Dobbiamo mettere in rete degli eventi per esaltare la vocazione della zona, presto lo faremo con riunioni in vista dell'estate per dare un’offerta in grado di rispondere alle esigenze di tutta una massa di persone che frequenta e anima la città in modo qualitativamente alto. E' poi un fattore positivo che si crei la rete di imprenditori nelle zone dove si concentrano tali attività, presto faremo una riunione per promuovere un coordinamento con tutte le attività che si interfacciano con le associazioni di categoria”.

“Come Confesercenti approviamo l'iniziativa degli operatori – aggiunge Mario Troisi - che ci chiedono aiuto per assicurare servizi di qualità. È una bellissima iniziativa per una zona che soffre la concorrenza della nuova zona commerciale e dei locali del centro e che ha bisogno di esprimere al meglio la sua vocazione e dare servizi alla città”.

“La cornice è il centro storico che ha già il suo appeal e una scenografia naturale - dice Alessandro Russo del gruppo di esercenti - La zona interessata dall’evento ci vede riuniti come vicini di casa e accomunati dalla tipologia di esercizio, si svolgerà il tutto nell'ultimo tratto di corso Manthonè, all’incrocio di via Catone e via Flaiano, grazie all'aiuto e alla collaborazione dei ragazzi della Tenda in Circolo intendiamo portare uno spettacolo speciale per la chiusura di Carnevale cercando di contribuire positivamente al processo di riqualificazione merceologica e nel portare sempre novità positive sulla cultura del bere e del mangiare e farlo nel circuito di Pescara Vecchia dove ci sono anche attività culturali e storiche, di cui il divertimento deve divenire un valore aggiunto”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “La delibera sulla filiera depurativa riguardante i territori di Pescara, Spoltore e San Giovanni Teatino, all’ordine del giorno del Consiglio di stamane e stata al centro di una riunione del tavolo costituito nei giorni scorsi sulla balneazione e oggi limitato alle sole forze politiche, riunito per affrontare la questione prima del Consiglio"

Il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Enzo Del Vecchio, che aggiunge: "All’esito del confronto e dopo ulteriori precisazioni intervenute nell’aula consiliare, si è concordemente ritenuto di evitare emendamenti modificativi per un atto così importante e di avviare con sollecitudine il ritiro e la riproposizione della delibera al prossimo Consiglio Comunale, che si riunirà questo venerdì. Pur mantenendo le linee generali, l’atto si arricchirà e si adeguerà alla prospettiva da ultimo individuata, che è quella di realizzare un parco della filiera depurativa, a garanzia del trattamento di tutte le acque reflue, soprattutto di quelle eccedenti la gestione ordinaria del l’attuale depuratore durante le piogge. Pertanto, sempre in via concorde con i gruppi di maggioranza e opposizione, l’atto è stato ritirato per essere ripresentato all’approvazione al prossimo Consiglio. Tale scelta è il frutto del confronto, richiesto dagli operatori di categoria e avviato con i rappresentanti della politica in Consiglio Comunale, che sta procedendo su vari livelli al fine di concretizzare le linee di azione stabilite durante la riunione di sabato scorso”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Verrà assegnata a Pescara il 3 e 4 marzo la Coppa Italia di Basket in Carrozzina, patrocinata e organizzata dal Comune e dagli assessorati allo Sport e alle Politiche Sociali, che si terrà venerdì e sabato al Palaelettra con ingresso libero. La manifestazione sportiva rientra nel progetto "Solidarietà fa sport" dell'Assessorato alle Poltiche Sociali. L'evento è organizzato dalla Polisportiva Amicacci di Giulianova. Stamane la presentazione della due giorni, con la squadra, il sindaco Marco Alessandrini, l'assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino, l'assessore allo Sport Giuliano Diodati, i presidenti delle Commissioni Sport e Sociale Adamo Scurti e Tonino Natarelli, il coach e i dirigenti della Polisportiva Amicacci che da 35 anni svolge un’attività di competizione e sensibilizzazione, formando atleti di altissimo valore.

“Lo sport è uno strumento potentissimo di inclusione – così il sindaco Marco Alessandrini – siamo davvero felici di ospitare nella nostra città il rush finale di una Coppa così ambita e importante. Pescara è la città dove le discipline sportive tutte sono di casa, ma è anche la città che vuole gareggiare perché l’inclusione sia un diritto di tutti e per tutti. Per questo da subito abbiamo ingaggiato linee di indirizzo chiare contro le barriere architettoniche ed è per questo che il progetto “Solidarietà fa sport” trova qui terreno fertilissimo. L’auspicio è che i nostri atleti facciano un risultato bello e importante per la finale di Coppa, anche se, in ogni caso, ospitare la partita e assistere ad una competizione di così alto livello, è una vittoria per tutti”.

“Sarà un evento spettacolare anche per la densità dei contenuti – così l’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino - Lo sport si unisce alla tenacia, all’affermazione della speciale energia di cui questi atleti sono dotati. E’ una forza che dovrebbe insegnare a tutti, e spero in special modo ai giovani, a non arrendersi davanti agli ostacoli. Il progetto Solidarietà fa sport punta proprio a questo obiettivo. Tutte le realtà che operano a contatto con le varie forme di disabilità si raccontano, dimostrano come le difficoltà possono essere affrontate e superate con determinazione e grandi sacrifici. Il mio ringraziamento particolare va al fortissimo team dell’Amicacci perché in occasione di ogni partita dimostra la voglia di partecipare e far vincere lo sport, testimoniando come la condizione di disabilità non debba essere considerata un limite”.

“Con orgoglio ospitiamo questo evento, perché lo sport è un diritto di tutti – così l’assessore allo Sport Giuliano Diodati – L’Amministrazione è molto vicina alla manifestazione che si svolgerà venerdì e sabato al Palaelettra 1, c’è stato il coinvolgimento delle scuole e ci aspettiamo una presenza importante, perché è essenziale fare conoscere eccellenze tali nel campo dello sport, specie dello sport con disabilità. Noi abbiamo tante società che in tal senso hanno una rilevante storia di impegno sportivo e saremo in prima fila per tifare per l’Amicacci perché porti il trofeo in Abruzzo”.

“La Coppa Italia è il secondo trofeo in Italia – spiega Presidente dell’Amicacci, Edoardo D’Angelo - Siamo nati per divulgare questo sport e questa condizione sociale che può non essere ritenuta una condizione insormontabile. I nostri atleti sono ragazzi e ragazze che si sono risollevati e che si stanno risollevando da problematiche fisiche e lo fanno tirando fuori una grandissima grinta. La loro energia è diventata vitale per noi, perché ci trasmettono la forza per andare avanti e affrontare le difficoltà che sono tante. Abbiamo davanti il basket e se non vediamo giocare questo tipo basket, non si vede tutto il basket. I ragazzi hanno diversi tipi di handicap, ognuno di loro è inserito in modo stupendo nella squadra che altrimenti non potrebbe avere rendimenti tanto speciali: tutti sono importanti e collaborano a questo scopo. Invitiamo la cittadinanza ad essere presente per assistere ad uno spettacolo di sport e vita”.

“Ci sarà una diretta Rai dell’evento e tanto entusiasmo da vivere – così Giuseppe Marchionni, motore e fra i fondatori della Polisportiva nata per ragazzi come suo figlio Galliano che oggi è un cestista della nazionale paralimpica e anche allenatore della primavera, gli Amicuccioli - gli ingredienti ci saranno tutti per uno spettacolo da vivere. Questi ragazzi combattono ogni giorno, sul campo lotteranno per il massimo risultato, lo faranno da vice campioni d’Europa, campioni lo siamo stati nel 2012 e dal nostro quarto posto in campionato italiano, quindi le prospettive ci invitano a combattere. Abbiamo scoperto tre ragazzi nuovi a Pescara che potranno essere inseriti nella compagine e questa è una bellissima notizia, un vivaio che cresce e porterà in giro i nostri colori”.

“Possiamo farcela, ce la metteremo tutta – così il coach francese Malik Abes, da un anno in Abruzzo e che ha al suo attivo la vittoria europea della nazionale italiana - A livello tecnico la nostra squadra è riuscita a qualificarsi per le finali più importanti dell’anno, dalle Coppe Europee, le final Four dello scudetto e della Coppa Italia. Sulla carta siamo matematicamente arrivati quarti. Alla finale vogliamo dare tutto e creare una sorpresa: affrontare i temibili Porto Torres e vincere. E se non sarà questa la volta buona, ci rimetteremo a lavorare duro per le Europee. Ci stiamo preparando molto bene. Sarà una gara di altissimo livello”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. L’annuncio del varo del bilancio 2017 ha provocato una serie di polemiche, inconsistenti e poco informate, da parte della minoranza in consiglio comunale che si è scagliata contro l’amministrazione cittadina su dettagli errati e addirittura su provvedimenti non ancora pubblicati.

Ecco alcune precisazioni utili per i cittadini:

• TARI. Non c’è stato nessun aumento, ma solo un adeguamento stabilito per legge, rapportato al costo effettivo dei servizi offerti ( per quanto riguarda il trasporto, la raccolta dei rifiuti, la pulizia delle strade, dell’arenile, è necessario che i costi vengano coperti al 100 per cento).

• PARCHEGGI A PAGAMENTO. Si ribadisce che si tratta di un provvedimento preso in via sperimentale per un periodo di tre mesi per alcune zone e di sette mesi per altre. La norma prevede che almeno il 50 per cento dei posti auto siano liberi. A Roseto degli Abruzzi la percentuale di posti liberi è abbondantemente superiore in quanto si sono previsti solo circa mille posti a pagamento.

• TRASPORTO SCOLASTICO, MENSE E TUTTI I SERVIZI A DOMANDE INDIVIDUALE SONO RIMASTI INVARIATI. Così come testimoniano i dati contenuti nel Dup (Documento unico di programmazione) non ci sono stati aumenti di nessun genere. Il costo resta (come era prima) di 100 euro l’anno per gli scuolabus, mentre vengono confermate le esenzioni precedentemente previste. L’amministrazione ha deciso di apportare un principio di equità ulteriore, con l’introduzione del calcolo delle tariffe in base al reddito Isee. Ciò vuol dire che se prima il costo di un pasto era uguale per tutti a 2,50 euro, ora sarà variato in base al reddito. Chi possiede, per esempio, tre appartamenti pagherà qualche centesimo in più rispetto a chi non ne possiede nessuno.


“Sorprende”, sottolinea il sindaco Sabatino Di Girolamo, che “alcuni consiglieri possano esprimere valutazioni avventate, come quelle che abbiamo letto sui quotidiani nei giorni scorsi. La volontà politica precisa dell’amministrazione è stata quella di non apportare aumenti ai servizi a domanda individuale; per ciò che concerne l’adeguamento della Tari, si tratta di un atto obbligato, come ha già spiegato l’assessore al Bilancio, Antonio Frattari, sia nel comunicato stampa che in alcuni dichiarazioni ai quotidiani. Per quel che riguarda i mutui per i campi sportivi, trattasi di somme già messe a disposizione dal Credito sportivo, con riferimento alle quali nessun interesse dovrà essere pagato dall’Ente. Abbiamo dato alla città”, continua il primo cittadino, “un bilancio tutt’altro che gravoso, pur avendo trovato l’ente in condizioni economiche gravi, sulle quali il Consiglio comunale stesso dovrà tornare, a breve, allorquando sarà chiamato a valutare il consuntivo 2016. Peraltro anche la Corte dei Conti ha chiesto di avere chiarimenti a breve, finanche sul rendiconto 2014, e sarà nostra cura fornire ogni notizia all’organo di controllo contabile, cui garantiremo una politica di rigore per i prossimi anni”.

Pubblicato in Politica

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione