Articoli filtrati per data: Febbraio 2017

Chieti. “Chieti può ancora definirsi una città tranquilla come confermano gli indici sulla criminalità in nostro possesso ma, al tempo stesso, non vanno sottovalutati fenomeni come quelli verificatisi lo scorso sabato che devono essere immediatamente repressi. È necessario creare condizioni di maggiore sicurezza non colpevolizzando, però, gli esercizi commerciali della nostra città”. È il commento del Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, in merito agli episodi di violenza accaduti nella notte di sabato 25 febbraio a Chieti.

«Ciò che il Comune può fare – prosegue il Sindaco - è implementare i controlli amministrativi circa la nuova apertura di locali, verificando che vi siano tutte le carte in regola, e ciò, andando di pari passo con i controlli svolti dalle Forze dell’Ordine, potrà consegnarci risultati migliori sotto il profilo della sicurezza non solo reale ma anche percepita da parte dei cittadini.

Tutti insieme, Comune e Forze di Pubblica Sicurezza, continueremo a lavorare perché Chieti conservi la sua caratteristica di città sicura, peculiarità che l’ha sempre contraddistinta».

Pubblicato in Cronaca

Vasto. «Non esiste alcun caso Vasto, perché nella nostra unità operativa l'interruzione di gravidanza viene garantita e il diritto delle donne pienamente rispettato. Pertanto quanto riportato nell'articolo pubblicato domenica scorsa è completamente falso»: interviene Francesco Matrullo, direttore dell'Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale di Vasto, sulla questione dei ginecologi obiettori di coscienza.
«Da gennaio 2016 abbiamo un medico obiettore nel nostro reparto - aggiunge - e sono state circa 200 le interruzioni praticate lo scorso anno. Ma anche in precedenza il servizio è stato sempre puntualmente garantito, ed è questo l'unico dato che può interessare l'utenza. La modalità con cui viene assicurata la prestazione attiene a scelte organizzative che competono esclusivamente all'Azienda, che ha facoltà di impiegare le varie figure professionali secondo le esigenze dei diversi presidi e la domanda di prestazioni da soddisfare. Abbiamo il preciso dovere di assicurare un servizio, non certo quello di spiegare l'allocazione delle risorse umane. Mettiamo al centro della nostra azione la donna, sempre».
Intanto da Lanciano è arrivata di recente la proposta alla Direzione Aziendale di accentrare il servizio di interruzione volontaria di gravidanza (Ivg) in un’unica sede: «Si tratta - spiega il direttore dell’Ostetricia e ginecologia del ‘Renzetti’, Antonio Di Francesco - di una questione che non attiene solo ai ginecologi, ma coinvolge anestesisti, ostetriche, personale di sala. La Direzione sanitaria aziendale ha già avviato una ricognizione del personale ‘non obiettore’ che potrebbe garantire il servizio in maniera organizzata. Un’ulteriore garanzia di professionalità per le donne». Di Francesco respinge duramente l’appellativo di “gettonista” rivolto ai medici non obiettori che assicurano il servizio, «con il quale si vorrebbe adombrare un business delle interruzioni di gravidanza, cosa falsa e inaccettabile anche solo per modo di dire. A Lanciano abbiamo un medico che effettua le Ivg, e quando questo medico è stato in malattia, fino a pochi giorni fa, è stato sostituito da un altro medico proveniente da Chieti. Punto, non ci sono altre verità».
Ma c’è anche un altro aspetto che a Lanciano in particolare viene posto in primo piano, e nasce dalla volontà di dare applicazione piena alla legge interpretandone la finalità vera, che è quella di accompagnare la donna in un percorso di procreazione responsabile: a tal fine, già da qualche anno, l’Ostetricia e Ginecologia ha aderito a un progetto nazionale dell’Aogoi, l’associazione nazionale dei ginecologi ospedalieri, grazie al quale alle donne che abortiscono il medico propone gratuitamente l’inserimento della spirale, per evitare successive gravidanze indesiderate. La Asl sta valutando anche un’altra opportunità offerta dall’inserimento di un piccolo chip posto sotto la cute del braccio della donna, che garantisce la contraccezione per tre anni.

Pubblicato in Cronaca

San Giovanni Teatino. Trasparenza e regolarità. Erano i due criteri adottati dall'amministrazione Marinucci e dall'allora assessore Alessandro Feragalli in tutto l'iter della variante al PRG, approvata sul finire della precedente mandato del Sindaco Luciano Marinucci. Questi criteri sono stati ribaditi dal confermato Primo Cittadino e dall'attuale assessore all'urbanistica Ezio Chiacchiaretta nell'ultimo Consiglio comunale che ha deliberato la "Presa d'atto della tavola di zonizzazione del PRG 2015 adeguata alle risultanze della deliberazione di C.C. n. 21 del 20.04.2016 ed adozione della variante degli ambiti del PRG a seguito dell'accoglimento di osservazioni".
"In questi mesi abbiamo svolto un grosso lavoro per ricostruire un elaborato che fosse fedele alle osservazioni presentate dai cittadini ed accolte nella passata consiliatura" spiega l'assessore Chiacchiaretta. "Per noi è un atto di trasparenza, ancorché non dovuto, far partecipare tutto il nuovo Consiglio comunale e conoscere il lavoro di verifica di tutte le osservazioni che furono accolte suo tempo. La grossa parte del PRG, riguardante il 98% del territorio, ha subito un passaggio di presa d'atto. Entro un mese ci sarà l'approvazione e la pubblicazione definitiva" dichiara Chiacchiaretta. L'assessore spiega come ci sia anche un secondo iter perchè "ci sono alcuni punti del piano, alcune zone, che nell'iter delle osservazioni hanno subito modifiche. Per la massima trasparenza e regolarità, per non avere problemi di legittimità in sede di approvazione del piano, abbiamo deciso di ripubblicare queste osservazioni e dare ancora 45 giorni, a chi ha diritto e titolo per intervenire ed esprimere eventualmente un proprio giudizio. Sono 6-7 porzioni del nostro territorio. Dopo la ripubblicazione ed eventuali osservazioni, saranno riportate in Consiglio comunale per essere riunite all'iter principale del PRG. Un percorso che - conclude Chiacchiaretta - si concluderà in circa tre mesi".

Pubblicato in Politica

Chieti. “Capire i reali disagi del personale, le vere emergenze del reparto e le cause delle lunghe liste di attesa per le mammografie cliniche, e non solo, del servizio di Radiologia dell’Ospedale ‘San Pio’ di Vasto. Queste sono – afferma Mauro Febbo, Presidente Commissione Vigilanza e consigliere regionale -  le motivazioni per le quali ho ritenuto opportuno ed urgente convocare in apposita audizione i responsabili del Servizio di radiologia di Vasto come il primario dr. Giuseppe Palombo, il coordinatore del reparto Lello Villani, l’On. dr.ssa Maria Amato quale primario (in aspettativa) del reparto di Radiologia nonché il Direttore generale della ASL Lanciano-Vasto-Chieti Pasquale Flacco.  Sono mesi – spiega Febbo - che assistiamo a delle querelle tra la Direzione sanitaria ed esponenti del Partito Democratico con responsabilità di governo regionale senza trovare una soluzione alla mancanza di personale e i continui disservizi che oggi subisce un reparto fondamentale ed indispensabile come la Radiologia del nosocomio vastese".

"Da tempo mi giungono segnalazioni e richieste di intervento sulle molte criticità del reparto come la mancanza di risorse mediche e personale adeguato e sul procrastinarsi delle lunghe liste di attesa. In questi mesi ci sono stati diversi e ripetuti annunci dell’arrivo di nuovi macchinari per svolgere esami essenziali ed importanti come la Tac, ecografie e mammografie come vi sono state promesse sull’aumento del numero di medici poiché il reparto è tutt’oggi sottodimensionato, nonostante il numero delle prestazioni sono a favore ed in aumento al ‘San Pio’. Infatti è inaccettabile - sostiene Febbo – che il governo regionale e l’assessore Paolucci continua a sottovalutare ed ignorare le criticità del reparto di Radiologia di Vasto visto queste gravissime inefficienze che mortificano e riducono drasticamente la qualità e la quantità del livello di assistenza sanitaria dedicata ai cittadini del vastese. Infatti lo stesso assessore Paolucci ha visitato personalmente più volte ed in varie occasione l’ospedale di Vasto ed il reparto di Radiologia ma senza trovare ad oggi soluzioni o risposte concrete. Pertanto- conclude Febbo – oggi stesso, tramite i miei uffici, ho convocato in Commissione vigilanza il personale dirigente medico di Radiologia dell’ospedale di Vasto, il Direttore Flacco e l’on. Amato in qualità di primario in aspettativa, al fine di capire quali soluzioni urgenti possono essere adottate affinché si possa incidere sia sulle gravi inefficienze che da troppo tempo esistono in quel reparto senza trovare una definitiva soluzione”.

Pubblicato in Politica
Lunedì, 27 Febbraio 2017 00:00

Gli Opera Seconda in concerto a Grottammare

Chieti. Parte da un teatro il tour 2017 degli Opera Secondache si esibiranno sabato 4 marzo al Teatro delle Energie di Grottammare (AP), una prestigiosa location nel cuore dell’incantevole città marchigiana.
Il live, organizzato dal Comitato della Stazione di Grottammarein collaborazione con Music Force, sarà l’occasione per presentare la nuovissima formazione della band oltre che poter ascoltare dal vivo i brani dell’ultimo album del gruppo “L’Attesa”, uscito poco meno di un anno fa, edito da Music Force, che vede la collaborazione di Phil Mer, batterista dei Pooh dal 2010 al 2014 che suona nel brano “L’Attesa”,e Drupi che ne canta due brani, “L’ultimo amore” e “Angeli o bambini”, con il quale gli Opera seconda si sono esibiti dal vivo in diverse occasioni. “L’Attesa” è un lavoro inedito che in parte segue la traccia armonica e melodica dei Pooh, gruppo al quale gli Opera Seconda si ispirano sin dalla loro formazione nel 2009 e del quale ne ripropongono i più grandi successi, ma che dà ampio spazio all’esclusiva creatività della band.Una scaletta di brani propri accompagnati dai più grandi successi dei Pooh: è questa la formula vincente che la band propone e che seguirà anche in occasione del concerto del 4 marzo, prima data del tour, che sarà un esclusivo viaggio musicale tra canzoni inedite e canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana,da “Pensiero” a “Tanta voglia di lei”, da “Dammi solo un minuto” a “Chi fermerà la musica”.
La serata sarà peraltro la data che aprirà a Grottammare la settimana dei festeggiamenti dedicati alla Festa della Donna.
L’inizio dello spettacolo è previsto alle 21:30.L’ingresso è con biglietto al costo di € 8,00 acquistabili nei seguenti punti vendita: Città della Musica a S. Giovanni Teatino (Ch), merceria IL CIGNO a Grottammare (Ap), Tabaccheria ROCCHI a Grottammare (Ap), Bar Stazione (info al 347 5406630) a Grottammare (Ap).
Per info e prenotazioni dei biglietti è attivo anche il numero 3495860633.

Pubblicato in Cultura e eventi

Torre de' Passeri. Partiranno entro la prima decade di marzo i lavori di realizzazione del sottopasso carrabile e pedonale in via Roma, su progetto di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) e per un investimento di un milione e 600mila euro di fondi comunitari finanziati dalla Regione Abruzzo.

L’intervento, realizzato dalla ditta Zappa di Sulmona, permetterà la conseguente soppressione del passaggio a livello al km 38+214 della linea ferroviaria Pescara-Sulmona, che divide Torre de’ Passeri e “consentirà – ha spiegato il Sindaco Piero Di Giulio - di ricongiungere le due parti del paese con un notevole vantaggio per la viabilità, sia pedonale che carrabile, e soprattutto in termini di sicurezza. Inoltre, l’intervento avrà ripercussioni positive sull’area di via Roma dove l’Amministrazione è intervenuta con il nuovo piano della zona artigianale e realizzando una nuova strada di servizio”.
L’opera permetterà in questo modo di eliminare tutte le problematiche legate alla presenza dell’attraversamento a raso e quindi rimuovere i notevoli disagi alla popolazione oltre a migliorare sensibilmente la regolarità e la sicurezza dell’esercizio ferroviario.

“L’intero intervento – ha dichiarato il Direttore RFI Abruzzo Stefano Morellina - assume una importanza notevole se si considera la velocizzazione di entrambe le infrastrutture presenti: quella stradale non più soggetta alle attese per il passaggio dei treni e quella ferroviaria, oggi governata da tecnologie moderne con comandi remoti, non più compatibili con interferenze come quelle al momento presenti. Anche questa opera costituisce un tassello importante della cura del ferro che si sta portando avanti in Abruzzo”.

L’infrastruttura sarà realizzata con tutte le cautele e le tecniche moderne al fine di non interferire in alcun modo con le vicine abitazioni: gli scavi saranno quindi limitati allo stretto necessario e saranno contenuti, nell’intero perimetro, con paratie di pali trivellati che consentiranno di asportare il materiale senza indurre vibrazioni di alcun genere. È stato, inoltre, effettuato uno studio particolareggiato che permetterà di contenere sia i rumori sia le emissioni di polveri, in considerazione dei luoghi dove verranno effettuati i lavori previsti.

Questa importante opera che RFI realizzerà per la cittadina di Torre de’ Passeri, che migliorerà la qualità della vita dei cittadini residenti, si va ad aggiungere alle numerose altre già realizzate in Abruzzo grazie alla straordinaria collaborazione che si è venuta a creare con le Amministrazioni locali e la Regione Abruzzo.
L’impegno di RFI sarà quello di realizzare un’opera di elevata qualità costruttiva nel rigoroso rispetto dei tempi previsti.

Durante tutto il periodo dei lavori (365 giorni lavorativi), il traffico veicolare sarà interamente spostato sulla Variante alla Strada Provinciale, mentre i pedoni potranno servirsi del sottopasso pedonale che collega via Vignola a Largo della Stazione, realizzato sempre da Rfi ed inaugurato a gennaio 2016.


La raccomandazione da parte del Comune è di rispettare la segnaletica stradale e non posteggiare le auto, in particolare, su via San Rocco, su cui si prevede un incremento del traffico, così da favorire un transito sicuro per tutti i mezzi in circolazione.

Pubblicato in Cronaca

Lanciano. Si è svolta nella mattinata di ieri la riqualificazione dell’ex-Ippodromo di Villa delle Rose a cura di CasaPound Italia.
I volontari del movimento hanno passato la mattinata rimuovendo la spazzatura sparsa sul manto erboso, per restituire decoro e sicurezza all’area pubblica, frequentata da numerosi bambini. “La situazione in cui versava il parco era scandalosa: vetri, bottiglie rotte, immondizia sparsa in ogni dove” Queste le parole del responsabile lancianese Marco Pasquini. Bottiglie semi vuote, sporcizia di vario genere, vetri affioranti dall'indecoroso manto erboso. “Oltre al pericolo insito nello stato del parco, dove facilmente un bambino può ferirsi seriamente, abbiamo constatato la mancanza di una recinzione sul lato ovest del parco. Chiunque, a qualunque ora, può introdursi nell'area verde, ed il risultato è evidente” prosegue Pasquini commentando la sicurezza del parco.
“Avendo noi documentato con foto lo stato di degrado in cui versa l’ex Ippodromo e preannunciato a mezzo stampa la nostra intenzione di riqualificare l’area, ci avrebbe fatto piacere trovarci ‘preceduti’ dagli addetti comunali, allertati dall’amministazione. Così non è stato, ora speriamo che quanto fatto ieri mattina nel giro di un paio d'ore, possa servire come spunto di riflessione per l'amministrazione comunale riguardo il parco del centro città. Questo posto va tutelato e valorizzato e sopratutto, protetto.”

Pubblicato in Politica

Pianella. Quarta vittoria consecutiva del Pianella, questa volta in casa con L'Angelese. Primo tempo dominato dai locali con l'uno a zero firmato, ancora una volta, da un Valerio Di Francesco in grandissima forma.
Il resto della partita condizionato da molti falli e poche occasioni da goal fino al triplice fischio finale. Prossimo appuntamento sabato in trasferta nel campo del Cappelle sul Tavo alla ricerca di altri tre punti per una rincorsa ai play off sempre più possibile.

Pubblicato in Sport

Pescara. E’ stata espletata la gara per l'affidamento di servizi di promozione e comunicazione destinati alla valorizzazione e commercializzazione del brand Abruzzo. L’importo complessivo del bando – suddiviso in quattro lotti – era di 12,5 milioni di euro per 5 anni.
Per quanto riguarda i collegamenti con mercati internazionali consolidati di medio raggio (importo a base d'asta 5 milioni di euro) è risultata vincitrice la compagnia aerea Ryanair, che si è aggiudicata anche il lotto dei collegamenti con i mercati nazionali consolidati (importo a base d'asta 2,5 milioni). In merito ai collegamenti con mercati nazionali innovativi (importo a base d'asta 2 milioni) l’offerta migliore è stata quella di Mistral Air. Non è stato aggiudicato il lotto per i collegamenti con mercati internazionali innovativi di medio raggio (importo a base d'asta 3 milioni).
Sul fronte delle rotte, per quest’anno Ryanair garantirà i collegamenti con Bergamo, Londra, Francoforte, Dusseldorf, Barcellona e Charleroi cui si aggiungeranno, da fine marzo, le novità Copenaghen e Cracovia.
Mistral Air collegherà l’Abruzzo con la Sicilia (Palermo e Catania) e la Sardegna (Cagliari e Olbia): i voli saranno bisettimanali durante tutto l’anno, tranne quello per Olbia che avrà cadenza stagionale estiva.
“E’ la prima volta che la Regione Abruzzo mette a bando le rotte aeree e la promozione del suo brand – ha commentato Camillo D’Alessandro, consigliere delegato ai trasporti – si tratta di un’autentica svolta e siamo orgogliosi del fatto che altre Regioni ci stiano chiedendo informazioni sulle procedure perché vogliono imitarci. La novità di questa operazione è che la cifra aggiudicata si compone di una parte fissa e di una parte variabile legata al numero dei passeggeri trasportati, dunque sarà interesse delle compagnie pubblicizzare le tratte in modo da avere più presenze a bordo. Dispiace per il lotto non assegnato ma non è esclusa una riproposizione del bando con tempi di aggiudicazione più lunghi”.

Pubblicato in Politica

Ascoli Piceno. Finalmente va passando l’inverno, con il suo carico di freddo, neve e gelo. E quest’anno anche la terribile sequela di scosse telluriche che ha martoriato le Marche, il Lazio, l’Umbria e l’Abruzzo, continuando con l’implacabile sciame a tormentare le popolazioni colpite dal terremoto. Ne ha sofferto e ne sta patendo anche la splendida città di Ascoli Piceno, dove da alcuni anni si è trasferita da Roma la compositrice Ada Gentile, nel “buenretiro” che le permette di vivere lontana dai parossismi della grande città, nell’incantevole quiete d’una città di provincia armoniosa d’architetture e ricca di storia, nonché di salde tradizioni musicali.

Un luogo d’elezione, dunque, che consente alla feconda musicista e compositrice d’origine abruzzese - è nata ad Avezzano, in provincia dell’Aquila - di dare libero corso al talento creativo e all’organizzazione di un festival di musica contemporanea prestigioso, “Nuovi Spazi Musicali”, da lei stessa fondato e diretto da oltre 37 anni. E’ vero, Ada soffre un po’ il freddo, come ci confessa, ma il disagio del clima esterno induce al tepore della casa e all’operosa preparazione dell’intenso programma di appuntamenti e di eventi musicali in giro per il mondo, che la buona stagione inaugura, tra conferenze, lectio magistralis nei conservatori e nelle università, incontri e concerti. E per assistere alle “prime” esecuzioni delle sue opere.

Ora, con l’incipiente arrivo della primavera, con i primi tepori e il risveglio della natura,già la compositrice si prepara a lasciare Ascoli per riprendere il ricco calendario d’iniziative che la vedono protagonista giramondo. Tanti gli incontri che quest’anno presentano la sua conferenza “Il linguaggio musicale di Ada Gentile nel panorama generale della musica italiana d’oggi”. Dunque una primavera molto impegnativa per la compositrice, invitata in diverse città e capitali europee. Il primo appuntamento il 7 marzo prossimo in Spagna, a Madrid, dove sarà ospite al Conservatorio Superiore di Musica su invito del Capo Dipartimento di Composizione,Teresa Catalan.

Il 23 marzo sarà invece a Praga, nella Repubblica Ceca, dove è stata invitata all’Academy of PerformingArts dal Direttore del Dipartimento di Composizione, M°HanusBarton. L’8 aprile a Ravenna,al Teatro Alighieri, sarà invece di scena il Gruppo da Camera “ROMA SINFONIETTA”, diretto dal M°Michele Reali, che terrà un concerto nell’ambito della stagione concertistica dell’Associazione Amici della Musica, eseguendo due brani della Gentile, “Ho scritto una canzone” e “Supplica a mia madre”. Quest’ultimo pezzo “Supplica a mia madre”si avvale di un testo di Pier Paolo Pasolini, che verrà declamato dall’attore Armando De Ceccon. Il programma del concerto comprende, inoltre, opere di Morricone, Bacalov e Copland.

Il 18 aprile sarà in Serbia, a Belgrado,dove in mattinata, nella sala concerti dell’università, Ada Gentileterrà la conferenza per gli studenti del Dipartimento di Composizione. Alle ore 20, invece, in un concerto verranno eseguiti tre brani della compositrice - “Blue andante”, per fisarmonica, “Foglio d’album” per flauto e pianoforte, “Come un ricordo”, per pianoforte, violino e clarinetto - insieme ad altri brani di Autori serbi. Il 23 aprile,al Parco della Musica diRoma, verrà eseguito in Prima assoluta un brano della Gentile per gruppo da camera, dal titolo “Frammenti di luce”, nell’ambito del concerto “Omaggio ad Irma Ravinale”, docente di Composizione e per tanti anni direttore del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, scomparsa 4 anni fa. La conferenza sul linguaggio musicale di Ada Gentileverrà inoltre riproposta il 28 aprile al Conservatorio Duni di Matera e l’8 maggio in Portogallo, alla EscuelaSuperior de Musica di Lisbona, su invito del M°Carlos Marescos, direttore del Dipartimento di Composizione.

Torniamo infine al concerto per Irma Ravinale, al Parco della Musica di Roma, per dare qualche dettaglio d’un evento molto significativo sul piano culturale e musicale. Domenica 23 aprile, alle ore 18, alla Sala Petrassi si terrà appunto il concerto “Omaggio adIrma Ravinale, organizzato dalla “Fondazione Adkins Chiti - Donne in Musica” nel quarto anniversario della sua scomparsa. Alcuni tra i più rappresentativi allievi della Ravinale- Ada Gentile,Marco Frisina, Mauro Cardi, Matteo D’Amico, Rosario Mirigliano, Edgar Alandia e Paolo Arcà - sono stati invitati per l’occasione a scrivere nuovi brani, che verranno eseguiti in Prima assoluta.

IrmaRavinale(Napoli, 1 ottobre 1937 – Roma, 7 aprile 2013), musicista e compositrice, è stata Direttore del Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli dal 1982 al 1989 e poi, per oltre 10 anni, del Conservatorio Santa Cecilia di Roma. E’ stata inoltre nel Consiglio Accademico dell’Accademia di Santa Cecilia e, unico compositore italiano, ha ricevuto da Giorgio Napolitano il “Premio del Presidente della Repubblica”. Il Presidente emerito Giorgio Napolitano è stato invitato al concerto, insieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Ministro della CulturaDarioFranceschini, al Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e a Padre Federico Lombardi, Presidente della Fondazione Ratzinger. Il concerto verrà presentato dal M°Michele Dall’Ongaro, Presidente dell’Accademia di Santa Cecilia,e verrà registrato dalla Radio italiana (Radio 3 Rai) che lo manderà in onda anche nella rete europea e in filodiffusione. Le prenotazioni per il concerto e l’acquisto dei biglietti possono essere fatti anche on line sul sito del Parco della Musica, al prezzo speciale di 10 euro.

ADA GENTILE è nata ad Avezzano (L’Aquila). Trasferitasi a Roma all’età di 15 anni, si è diplomata in pianoforte e poi in composizione al Conservatorio Santa Cecilia, frequentando successivamente il Corso di Perfezionamento in composizione tenuto presso l’Accademia Nazionale Santa Cecilia da Goffredo Petrassi. Si è affermata in vari Concorsi di composizione, nazionali ed internazionali – Gaudeamus 1986; SIMC Budapest 1988; Essen 1989 – e le sue opere sono state eseguite in luoghi prestigiosi come il Centre Pompidou di Parigi, il Lincoln Center di New York, il Teatro Real di Madrid, il Mozarteum di Salisburgo, l’Accademia Sibelius di Helsinki, la Rakmaninov Concert Hall di Mosca, il Sejong Center di Seoul, il Conservatorio Centrale di Pechino, il GartnerPlatz Theater di Monaco, il Center of PerformingArts di Hong Kong, l’Art Institute di Chicago, il Teatro La Fenice di Venezia, l’Accademia di Santa Cecilia e il Parco della Musica di Roma ed altri. Ha tenuto conferenze sulla sua musica in tutto il mondo, come presso Julliard, Columbia University, Manhattan School of Music, Accademia Sibelius di Helsinki, NorthwesternUniversity di Chicago, Haverford College di Filadelfia, Wayne State University di Detroit, Accademia Liszt di Budapest, la Turm Halle di Copenaghen, la Sala Che Guevara a L’Avana. Ha scritto oltre 90 opere – edite per lo più da Ricordi, Raitrade e Sconfinarte – molte delle quali sono state incise su Cd dalla Ricordi, da Raitrade, dalla EDT, da Stradivarius, dalla Tirreno e dalla canadese Unmus. E’ stata Consigliere della Biennale di Venezia dal 1993 al ’97 e Direttore Artistico del Teatro Lirico “Ventidio Basso” di Ascoli Piceno, dal 1996 al ’99. Da ben 37 anni è Direttore Artistico del Festival di musica contemporanea “Nuovi Spazi Musicali”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione