Articoli filtrati per data: Febbraio 2017

Roseto degli Abruzzi. L’annuncio del varo del bilancio 2017 ha provocato una serie di polemiche, inconsistenti e poco informate, da parte della minoranza in consiglio comunale che si è scagliata contro l’amministrazione cittadina su dettagli errati e addirittura su provvedimenti non ancora pubblicati.

Ecco alcune precisazioni utili per i cittadini:

• TARI. Non c’è stato nessun aumento, ma solo un adeguamento stabilito per legge, rapportato al costo effettivo dei servizi offerti ( per quanto riguarda il trasporto, la raccolta dei rifiuti, la pulizia delle strade, dell’arenile, è necessario che i costi vengano coperti al 100 per cento).

• PARCHEGGI A PAGAMENTO. Si ribadisce che si tratta di un provvedimento preso in via sperimentale per un periodo di tre mesi per alcune zone e di sette mesi per altre. La norma prevede che almeno il 50 per cento dei posti auto siano liberi. A Roseto degli Abruzzi la percentuale di posti liberi è abbondantemente superiore in quanto si sono previsti solo circa mille posti a pagamento.

• TRASPORTO SCOLASTICO, MENSE E TUTTI I SERVIZI A DOMANDE INDIVIDUALE SONO RIMASTI INVARIATI. Così come testimoniano i dati contenuti nel Dup (Documento unico di programmazione) non ci sono stati aumenti di nessun genere. Il costo resta (come era prima) di 100 euro l’anno per gli scuolabus, mentre vengono confermate le esenzioni precedentemente previste. L’amministrazione ha deciso di apportare un principio di equità ulteriore, con l’introduzione del calcolo delle tariffe in base al reddito Isee. Ciò vuol dire che se prima il costo di un pasto era uguale per tutti a 2,50 euro, ora sarà variato in base al reddito. Chi possiede, per esempio, tre appartamenti pagherà qualche centesimo in più rispetto a chi non ne possiede nessuno.


“Sorprende”, sottolinea il sindaco Sabatino Di Girolamo, che “alcuni consiglieri possano esprimere valutazioni avventate, come quelle che abbiamo letto sui quotidiani nei giorni scorsi. La volontà politica precisa dell’amministrazione è stata quella di non apportare aumenti ai servizi a domanda individuale; per ciò che concerne l’adeguamento della Tari, si tratta di un atto obbligato, come ha già spiegato l’assessore al Bilancio, Antonio Frattari, sia nel comunicato stampa che in alcuni dichiarazioni ai quotidiani. Per quel che riguarda i mutui per i campi sportivi, trattasi di somme già messe a disposizione dal Credito sportivo, con riferimento alle quali nessun interesse dovrà essere pagato dall’Ente. Abbiamo dato alla città”, continua il primo cittadino, “un bilancio tutt’altro che gravoso, pur avendo trovato l’ente in condizioni economiche gravi, sulle quali il Consiglio comunale stesso dovrà tornare, a breve, allorquando sarà chiamato a valutare il consuntivo 2016. Peraltro anche la Corte dei Conti ha chiesto di avere chiarimenti a breve, finanche sul rendiconto 2014, e sarà nostra cura fornire ogni notizia all’organo di controllo contabile, cui garantiremo una politica di rigore per i prossimi anni”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “La delibera sulla filiera depurativa riguardante i territori di Pescara, Spoltore e San Giovanni Teatino, all’ordine del giorno del Consiglio di stamane e stata al centro di una riunione del tavolo costituito nei giorni scorsi sulla balneazione e oggi limitato alle sole forze politiche, riunito per affrontare la questione prima del Consiglio"

Il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Enzo Del Vecchio, che aggiunge: "All’esito del confronto e dopo ulteriori precisazioni intervenute nell’aula consiliare, si è concordemente ritenuto di evitare emendamenti modificativi per un atto così importante e di avviare con sollecitudine il ritiro e la riproposizione della delibera al prossimo Consiglio Comunale, che si riunirà questo venerdì. Pur mantenendo le linee generali, l’atto si arricchirà e si adeguerà alla prospettiva da ultimo individuata, che è quella di realizzare un parco della filiera depurativa, a garanzia del trattamento di tutte le acque reflue, soprattutto di quelle eccedenti la gestione ordinaria del l’attuale depuratore durante le piogge. Pertanto, sempre in via concorde con i gruppi di maggioranza e opposizione, l’atto è stato ritirato per essere ripresentato all’approvazione al prossimo Consiglio. Tale scelta è il frutto del confronto, richiesto dagli operatori di categoria e avviato con i rappresentanti della politica in Consiglio Comunale, che sta procedendo su vari livelli al fine di concretizzare le linee di azione stabilite durante la riunione di sabato scorso”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Ci sarà presto una “stanza delle coccole” a Palazzo di Città. L'Amministrazione comunale ha infatti recepito quanto da noi chiesto in Consiglio Comunale attraverso una mozione che si appresta a trasformarsi in un provvedimento concreto e fruibile, per dare alle mamme che frequentano gli uffici pubblici con figlioletti al seguito, un supporto e uno spazio dove fronteggiare diverse eventualità con la discrezione e la serenità dovute".
Così in una nota i consiglieri Lola Gabriella Berardi e Adamo Scurti, che aggiungono: "Alla luce dei casi sollevati a livello nazionale in questi ultimi mesi dall'espressione in pubblico di un gesto naturale e amorevole qual è l'allattamento, la stanza delle coccole diventa un elemento distintivo e soprattutto inclusivo per l'Ente, che l'ha già individuata nei locali a pian terreno, a sinistra della guardiania (attualmente in uso per le visite mediche del personale) e che attraverso l'assessorato alle Politiche Sociali alla guida di Antonella Allegrino, si appresta ad arredarla per manifestare attenzione e dare conforto a mamme e bambini in transito per gli uffici. Si sta predisponendo un fasciatoio e l'indispensabile per accogliere cambio dei pannolini, oppure per l'allattamento, o, semplicemente, per avere un angolo riservato per far stare tranquillo il proprio bambino, quando si è costretti a portarlo in giro per uffici e ad aspettare. E' un piccolo e significativo traguardo, il Comune di Pescara è infatti fra i primi Comuni a istituire questo spazio, con la speranza che faccia da esempio anche ad altri enti e uffici pubblici, perché insieme possano dare un segnale forte e accogliente di inclusione a tutti i cittadini, dal primo, all'ultimo nato. Ringraziamo l'Amministrazione per aver recepito una mozione che avevamo presentato lo scorso giugno, riscontrando l'unanimità di tutto il consiglio. La stanza verrà resa “visibile” e raggiungibile agevolmente attraverso dei cartelli e sarà inaugurata a breve in presenza di quelli che saranno i suoi pontenziali utenti”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Successo di pubblico per la conferenza sugli alberi anti-inquinamento, svoltasi il 23 febbraio alla Sala Figlia di Iorio della Provincia di Pescara, organizzata dal FAI delegazione Pescara in collaborazione con Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus e con il patrocinio dell’ Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Pescara.
Ha moderato la conferenza Rosaria Morra, Capo Delegazione FAI Pescara, che ha ricordato come il FAI è da sempre in prima linea per il miglioramento degli spazi verdi cittadini. Un argomento, quello delle città verdi e degli alberi anti-inquinamento, che il FAI intende approfondire e portare alla ribalta con progetti di educazione ambientale, anche presso le scuole, e dedicati al complesso tema di una buona progettazione , pianificazione e tutela del verde urbano. Per i saluti è intervenuta l’Assessore alla Riserva Dannunziana del Comune di Pescara Paola Marchegiani che ha ribadito l’importanza degli alberi nelle città con specie arboree di pregio, veri polmoni verdi contro l’inquinamento per migliorare l’aria ed ha sottolineato, anche, il costante aumento delle allergie e malattie polmonari dovute alle polveri sottili. A seguire i saluti dell’architetto Maria Adele Colicchio, delegato per il verde e il paesaggio dell’Ordine degli Architetti di Pescara. Colicchio ha ribadito quanto sia importante la progettazione degli spazi verdi urbani nuova ed il potenziamento di quelli esistenti, in un'ottica unitaria della città contemporanea dove il progetto di paesaggio risponde alle esigenze di tutti gli elementi in esso presenti.
Di grande attualità l’eccellente esposizione del paesaggista Alberto Colazilli, delegato ambiente FAI ed esperto di beni ambientali e verde urbano. Molta attenzione è stata data all’inquinamento ambientale e soprattutto al famigerato PM-10, 2,5 che uccide migliaia di persone ogni anno in Italia e in Europa, provocando gravi malattie respiratorie, malattie cardiovascolari e problemi agli occhi. Le cosiddette polveri sottili e i gas inquinanti possono essere ridotte drasticamente se in città si piantano più alberi e si preservano i filari storici, puntando sulla realizzazione di città verdi con la scelta di selezionate specie anti-inquinamento. “Il verde urbano di qualità, ben curato e valorizzato, è un investimento per il futuro” ha illustrato Colazilli, “perché preserva la nostra salute e contribuisce a migliorare la nostra qualità della vita”.
Gli studi condotti del CNR-Ibimet di Bologna e dell’ISPRA hanno portato nel corso degli anni a una scelta di specie arboree e arbustive in grado di resistere in ambienti difficili come quelli urbani e di combattere efficacemente polveri sottili e gas. Tra i migliori alberi e arbusti anti-inquinamento ci sono i bagolari (Celtis australis), i tigli, i frassini, gli aceri, gli olmi, i Gingko biloba, i gelsi, i Liriodendron, i carpini, gli Eleagnus, i corbezzoli, i ligustri, i cerri, le farnie, le roverelle, i lecci, i biancospini, le Photinie, gli ippocastani. “Sono tre le caratteristiche che rendono un albero efficace nella lotta all’inquinamento” ha spiegato Colazilli, “una chioma ampia e molto densa; una notevole capacità di sottrazione delle polveri e degli inquinanti tramite le foglie, le ramificazioni e la corteccia; una notevole resistenza alle avversità climatiche, agli estremi termici, alle malattie e deve essere specie molto longeva;” Di grande importanza la struttura delle foglie delle piante che “svolgono un importante ruolo di mitigazione dell’inquinamento dell’aria in quanto attraverso gli stomi emettono ossigeno e assorbono lo smog fotochimico composto da: Anidride carbonica, Ozono, Monossido di carbonio, Biossido di azoto, Anidride solforosa. Le foglie e le cortecce catturano e trattengono le polveri sottili inalabili attraverso peli, rugosità e cuticole cerose poste sulle loro superfici.”
Concludendo, si è parlato di forestazione urbana anti-inquinamento puntando l’attenzione sulla cattiva potatura delle alberature in città. “E’ inutile spendere centinaia di migliaia di euro in progetti di riforestazione urbana anti-inquinamento se poi ci ritroviamo sempre le solite ditte che capitozzano e non hanno la capacità di saper gestire un albero e lasciarlo vivere nel suo aspetto naturale”, ha spiegato Colazilli, “le cattive potature non solo distruggono la salute degli alberi ma mettono in crisi tutto il loro lavoro di eco-servizi per la sottrazione degli inquinanti. E’ fondamentale che i comuni selezionino delle ditte di arboricoltori certificati in grado di saper potare gli alberi.” Realizzare poi nuove alberature nelle aree degradate, nelle zone a forte traffico, riqualificando le periferie e migliorando le aree industriali, creando corridoi ecologici e boschi in città. E infine l’ esigenza di “preservare e migliorare il verde storico, delle alberature superiori ai 50 anni di età, in quanto capace di garantire una maggiore capacità di captare le polveri sottili e i gas inquinanti rispetto alle alberature giovani e appena piantate.”

Pubblicato in Cronaca

Torre de' Passeri. Partiranno entro la prima decade di marzo i lavori di realizzazione del sottopasso carrabile e pedonale in via Roma, su progetto di Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) e per un investimento di un milione e 600mila euro di fondi comunitari finanziati dalla Regione Abruzzo.

L’intervento, realizzato dalla ditta Zappa di Sulmona, permetterà la conseguente soppressione del passaggio a livello al km 38+214 della linea ferroviaria Pescara-Sulmona, che divide Torre de’ Passeri e “consentirà – ha spiegato il Sindaco Piero Di Giulio - di ricongiungere le due parti del paese con un notevole vantaggio per la viabilità, sia pedonale che carrabile, e soprattutto in termini di sicurezza. Inoltre, l’intervento avrà ripercussioni positive sull’area di via Roma dove l’Amministrazione è intervenuta con il nuovo piano della zona artigianale e realizzando una nuova strada di servizio”.
L’opera permetterà in questo modo di eliminare tutte le problematiche legate alla presenza dell’attraversamento a raso e quindi rimuovere i notevoli disagi alla popolazione oltre a migliorare sensibilmente la regolarità e la sicurezza dell’esercizio ferroviario.

“L’intero intervento – ha dichiarato il Direttore RFI Abruzzo Stefano Morellina - assume una importanza notevole se si considera la velocizzazione di entrambe le infrastrutture presenti: quella stradale non più soggetta alle attese per il passaggio dei treni e quella ferroviaria, oggi governata da tecnologie moderne con comandi remoti, non più compatibili con interferenze come quelle al momento presenti. Anche questa opera costituisce un tassello importante della cura del ferro che si sta portando avanti in Abruzzo”.

L’infrastruttura sarà realizzata con tutte le cautele e le tecniche moderne al fine di non interferire in alcun modo con le vicine abitazioni: gli scavi saranno quindi limitati allo stretto necessario e saranno contenuti, nell’intero perimetro, con paratie di pali trivellati che consentiranno di asportare il materiale senza indurre vibrazioni di alcun genere. È stato, inoltre, effettuato uno studio particolareggiato che permetterà di contenere sia i rumori sia le emissioni di polveri, in considerazione dei luoghi dove verranno effettuati i lavori previsti.

Questa importante opera che RFI realizzerà per la cittadina di Torre de’ Passeri, che migliorerà la qualità della vita dei cittadini residenti, si va ad aggiungere alle numerose altre già realizzate in Abruzzo grazie alla straordinaria collaborazione che si è venuta a creare con le Amministrazioni locali e la Regione Abruzzo.
L’impegno di RFI sarà quello di realizzare un’opera di elevata qualità costruttiva nel rigoroso rispetto dei tempi previsti.

Durante tutto il periodo dei lavori (365 giorni lavorativi), il traffico veicolare sarà interamente spostato sulla Variante alla Strada Provinciale, mentre i pedoni potranno servirsi del sottopasso pedonale che collega via Vignola a Largo della Stazione, realizzato sempre da Rfi ed inaugurato a gennaio 2016.


La raccomandazione da parte del Comune è di rispettare la segnaletica stradale e non posteggiare le auto, in particolare, su via San Rocco, su cui si prevede un incremento del traffico, così da favorire un transito sicuro per tutti i mezzi in circolazione.

Pubblicato in Cronaca

Vasto. «Non esiste alcun caso Vasto, perché nella nostra unità operativa l'interruzione di gravidanza viene garantita e il diritto delle donne pienamente rispettato. Pertanto quanto riportato nell'articolo pubblicato domenica scorsa è completamente falso»: interviene Francesco Matrullo, direttore dell'Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale di Vasto, sulla questione dei ginecologi obiettori di coscienza.
«Da gennaio 2016 abbiamo un medico obiettore nel nostro reparto - aggiunge - e sono state circa 200 le interruzioni praticate lo scorso anno. Ma anche in precedenza il servizio è stato sempre puntualmente garantito, ed è questo l'unico dato che può interessare l'utenza. La modalità con cui viene assicurata la prestazione attiene a scelte organizzative che competono esclusivamente all'Azienda, che ha facoltà di impiegare le varie figure professionali secondo le esigenze dei diversi presidi e la domanda di prestazioni da soddisfare. Abbiamo il preciso dovere di assicurare un servizio, non certo quello di spiegare l'allocazione delle risorse umane. Mettiamo al centro della nostra azione la donna, sempre».
Intanto da Lanciano è arrivata di recente la proposta alla Direzione Aziendale di accentrare il servizio di interruzione volontaria di gravidanza (Ivg) in un’unica sede: «Si tratta - spiega il direttore dell’Ostetricia e ginecologia del ‘Renzetti’, Antonio Di Francesco - di una questione che non attiene solo ai ginecologi, ma coinvolge anestesisti, ostetriche, personale di sala. La Direzione sanitaria aziendale ha già avviato una ricognizione del personale ‘non obiettore’ che potrebbe garantire il servizio in maniera organizzata. Un’ulteriore garanzia di professionalità per le donne». Di Francesco respinge duramente l’appellativo di “gettonista” rivolto ai medici non obiettori che assicurano il servizio, «con il quale si vorrebbe adombrare un business delle interruzioni di gravidanza, cosa falsa e inaccettabile anche solo per modo di dire. A Lanciano abbiamo un medico che effettua le Ivg, e quando questo medico è stato in malattia, fino a pochi giorni fa, è stato sostituito da un altro medico proveniente da Chieti. Punto, non ci sono altre verità».
Ma c’è anche un altro aspetto che a Lanciano in particolare viene posto in primo piano, e nasce dalla volontà di dare applicazione piena alla legge interpretandone la finalità vera, che è quella di accompagnare la donna in un percorso di procreazione responsabile: a tal fine, già da qualche anno, l’Ostetricia e Ginecologia ha aderito a un progetto nazionale dell’Aogoi, l’associazione nazionale dei ginecologi ospedalieri, grazie al quale alle donne che abortiscono il medico propone gratuitamente l’inserimento della spirale, per evitare successive gravidanze indesiderate. La Asl sta valutando anche un’altra opportunità offerta dall’inserimento di un piccolo chip posto sotto la cute del braccio della donna, che garantisce la contraccezione per tre anni.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Chieti può ancora definirsi una città tranquilla come confermano gli indici sulla criminalità in nostro possesso ma, al tempo stesso, non vanno sottovalutati fenomeni come quelli verificatisi lo scorso sabato che devono essere immediatamente repressi. È necessario creare condizioni di maggiore sicurezza non colpevolizzando, però, gli esercizi commerciali della nostra città”. È il commento del Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, in merito agli episodi di violenza accaduti nella notte di sabato 25 febbraio a Chieti.

«Ciò che il Comune può fare – prosegue il Sindaco - è implementare i controlli amministrativi circa la nuova apertura di locali, verificando che vi siano tutte le carte in regola, e ciò, andando di pari passo con i controlli svolti dalle Forze dell’Ordine, potrà consegnarci risultati migliori sotto il profilo della sicurezza non solo reale ma anche percepita da parte dei cittadini.

Tutti insieme, Comune e Forze di Pubblica Sicurezza, continueremo a lavorare perché Chieti conservi la sua caratteristica di città sicura, peculiarità che l’ha sempre contraddistinta».

Pubblicato in Cronaca

Roma. E’ stato rimosso anche l’ultimo dei gruppi elettrogeni installati nella fase di emergenza per alimentare la rete elettrica abruzzese: i tecnici di e-distribuzione hanno completato le riparazioni necessarie e dalla scorsa settimana tutti i clienti ricevono regolarmente energia dalla rete elettrica. Non si ferma tuttavia l’impegno sull’infrastruttura energetica regionale: sono in corso interventi di riparazione definitiva, di ricostruzione di impianti danneggiati e attività ispettive effettuate anche con droni ed elicotteri. Sono oltre 600 i tecnici al lavoro nelle province di Chieti, Pescara e Teramo su oltre 100 cantieri aperti e gestiti.

e-distribuzione ricorda che in questa fase, oltre al numero verde per il Pronto Intervento 803500, attivo 24 ore su 24, ogni segnalazione relativa alla rete elettrica può essere effettuata anche attraverso gli altri canali di contatto a disposizione dei clienti, come il numero verde commerciale 800 08 55 77, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13. Inoltre sul sito www.e-distribuzione.it è stata creata una sezione dedicata per i clienti colpiti dagli eventi delle scorse settimane, dove è possibile effettuare segnalazioni e richiedere eventuali rimborsi in caso di danni e gli indennizzi extra che Enel si è impegnata a corrispondere ai clienti oltre a quelli automatici previsti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

Per garantire massima vicinanza e ascolto al territorio, e-distribuzione ha messo a disposizione diversi sportelli per gestire le richieste dei clienti, presenti nelle sedi di Pescara (Via Conte di Ruvo, 5),Teramo (Viale Bovio, 40), Chieti (Via Auriti, 1), Vasto (Via del Porto, 16), Lanciano (Zona Industriale, località Follani, 30) e Giulianova (Via Galilei, 102), aperti dalle 8:30 alle 13 e dalle 14 alle 15:30, dal lunedì al venerdì.

Il filo diretto tra Azienda, Istituzioni locali e Associazioni garantisce un dialogo continuo per facilitare lo scambio di informazioni e individuare, in stretto coordinamento, le aree di intervento per le iniziative di sostenibilità e di innovazione utili all’Abruzzo. Un’iniziativa già in fase di attivazione è l’apertura di sportelli mobili che nelle prossime settimane saranno a disposizione per fornire informazioni e assistenza in maniera più capillare su tutto il territorio. Le aree verranno individuate anche con la collaborazione diretta di Sindaci e Associazioni.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. «Già nei prossimi giorni la ditta darà il via alla preparazione del cantiere e all’approntamento delle opere provvisionali per la parte che verrà demolita, in ingresso e in uscita della bretella». Ad annunciarlo è l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Cozzi che questa mattina ha partecipato al sopralluogo nell’area antistante il cimitero comunale che sarà oggetto dell’intervento di realizzazione di un nuovo svincolo per facilitare l’immissione dei veicoli, in uscita dalla Galleria I Pianacci, verso via Chiarini.

Alla riunione tecnica sul posto hanno preso parte il geometra dell’impresa Di Prospero srl di Pescara, aggiudicataria degli interventi, Marco Iessi, e l’architetto Stefano Sonsini, progettista della rotatoria che verrà realizzata tra via Chiarini e via Togliatti andando a potenziare quella esistente.

«La bretella - dice ancora Cozzi – è il primo atto di un progetto ampio ed articolato che stiamo predisponendo per snellire il più possibile l’imponente traffico che tutti i giorni si riversa su quel punto del tessuto urbano. Auspichiamo che tali interventi possano rappresentare per l’Anas una soluzione ad immediato impatto, affinché la Galleria I Pianacci resti a doppio senso e non diventi percorribile in unico senso di marcia, rischiando così di congestionare un’altra area della città, in zona Santa Filomena, che già ad oggi è particolarmente trafficata».

I lavori, che verranno realizzati ad un importo di circa 46 mila euro, avranno una durata di 60 giorni. La ditta realizzerà uno svincolo su parte del parcheggio del cimitero, mentre la restante parte verrà conservata per consentire le attività degli operatori che lavorano nel camposanto. Ora il tecnico comunale interpellerà Enel, Telecom, Aca o Italgas, ossia tutti gli enti competenti delle gestioni dei sottoservizi dell’intera area, al fine di programmare anche gli interventi successivi.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “Si comunica che domani Martedì 28 Febbraio a partire dalle ore 20:00 chiuderà il tratto di via Andrea Doria compreso fra piazza della Marina e via Bewrdet, per la ripresa e ultimazione dei lavori di riparazione della condotta fognante (premente del Fosso Bardet)".
Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Enzo Del Vecchio, che aggiunge: "Dal momento che la condotta fognante interessata è posizionata al centro strada e a una profondità di circa 1.50 metri, per l'esecuzione del lavoro è indispensabile la chiusura al traffico del tratto di strada limitatamente al tratto indicato, questo per consentire la sosta dei mezzi necessari e delle attrezzature. Nell’area saranno presenti i Vigili Urbani per organizzare la viabilità alternativa. L’Impresa esecutrice provvederà a disporre transenne e apposita cartellonistica stradale per segnalare la chiusura al traffico della via”.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione