Articoli filtrati per data: Febbraio 2017

Chieti. "Il Presidente Pupillo, non è stato saggio come il Re Salomone, che riuscì a far tagliare in due il bambino conteso tra le due donne e a quasi due mesi le deleghe sono state separate non in base ad una logicità operativa, considerata la precaria della provincia, ma solo con logiche di beghe interne che , a mio avviso, non permetteranno un efficientamento delle risorse economiche , ma saranno dissolte in altri mille rivoli".
Così in una nota Emiliano Vitale il consigliere provinciale di Obiettivo Provincia, che aggiunge: "E mentre si litiga per tirarsi la coperta da un lato o dall’altro corta chi rimane, totalmente al freddo, è il capoluogo di provincia: Chieti, che con criticità ormai quasi irreparabili sul territorio comunale per quanto riguarda la viabilità e gli edifici scolastici e provinciali. Una su tutte l'esempio più evidente è quello della transcollinare che va dall'innesto autostradale A/14 di Dragonara a Chieti: la strada ha i pali della luce spenti da anni e le luci sotto la galleria del Tricalle, condizioni di pericolosità assoluta, ma fin quando non ci scappa il morto, può restare così. A ciò va ad aggiungersi anche la totale assenza di manutenzioni al piano viario e sui giunti del lungo viadotto divenuti lame taglienti per i pneumatici. E’ necessario un immediato ripristino della sicurezza, ivi compresa l’accensione delle luci di pubblica illuminazione. Strada Madonna della Vittoria vecchio tragitto che collega località Piana Vincolato sino al rondò di Santa Filomena, sulla ex tiburtina: la strada devastata dal totale stato di abbandono e dagli eventi atmosferici che si sono succeduti negli anni fino all'alluvione del 2015 ed ora con le ultime nevicate. La presenza di 6 frane che rendono estremamente pericoloso il transito, tanto e che i residenti non possono più fruire dei mezzi pubblici. Unica previsione di spesa con meno di 22 mila euro, totalmente insufficienti al ripristino in sicurezza della viabilità. Strada provinciale di via per Popoli, storica via, che garantiva un ulteriore collegamento, oltre la colonnetta, fra la parte bassa ed alta della città, dalla Tiburtina Valeria. Sul triennale opere pubbliche una previsione statica e ripetitiva di un fantomatico progetto di rifacimento Via Per Popoli di euro 235.300,00 che slitta ormai di anno in anno".

"Altro programma mai pervenuto- aggiunge Vitale - adeguamento e messa in sicurezza delle ex Strada statale Chieti-Francavilla-Chieti Val Pescara , progetto di rifacimento dello snodo viario in Via Masci (dopo ferramenta La Rovere),finanziato inizialmente dalla Regione per Euro 2.700.000,00 nel lontano 2007 progettato nel 2012 e nel frattempo le risorse vengono ridotte di un milione di euro e quindi viene approvato il progetto definitivo per € 1.700.000,00 con Determinazione Dirigente settore 6 n.133 del 21.02.2013. Vengono eseguite tutte le fasi successive fino alla fatidica consegna dei lavori all'impresa aggiudicataria Ditta ALPIN S.r.l. di Benevento avvenuta il 6 giugno 2016, a più di 8 mesi nessun “cantieramento” è visibile. Questa è solo la situazione della viabilità provinciale su Chieti, altro capitolo, che tralascio per ora, solo per questioni di spazio, è quello delle scuole superiori. E mentre si chiude definitivamente un teatrino di spartizione politica del nulla, ho dimostrato che la Città di Chieti, ancora capoluogo di provincia, purtroppo per qualcuno del PD, è stata dimenticata almeno dal 2008. Ad ogni buon conto, questi “casi” saranno sollevati volta per volta in consiglio provinciale e per il quale chiederò spiegazioni in merito e soprattutto un avvio definitivo".

Pubblicato in Politica

Pescara. Saranno interdetti al traffico nei prossimi giorni, previa collocazione della relativa cartellonistica alcuni tratti di via Valle Roveto e vie limitrofe al cantiere principale del Ponte Nuovo. Questo dispone l'ordinanza firmata dal sindaco Marco Alessandrini per il completamento dei lavori relativi alla nuova infrastruttura che sarà riconsegnata alla città a primavera.

“Siamo al rush finale per il Ponte Nuovo – dice il vice sindaco Enzo Del Vecchio – Da domani inizierà l'apposizione dei cartelli per delimitare l'area di fine contiere dove ci saranno limitazioni del traffico fino al termine dei lavori, che contiamo non vadano oltre gli inizi di aprile.
Il provvedimento interessa principalmente via Valle Roveto che inizia subito dopo il distributore Eni sarà chiuso per consentire il completamento dei lavori, con accesso ai soli frontisti.
Saranno interdette al traffico anche parte di via delle Mainarde, nel tratto che va dall'incrocio con via Monte camicia, con accesso ai soli frontisti; via Gran Sasso all'altezza della rotatoria di intersezione con via Forca di Penne-via Chieti; il Lungofiume dei Poeti, all'altezza dell'incrocio con via spalti del Re e parte della pista ciclopedonale che corre lungo via Valle Roveto, all'altezza della rampa realizzata nell'appalto degli argini golenali che riconduce al Monte Camicia.
Si tratta di interdizioni che interesseranno le specifiche zone di cantiere, i tratti quindi saranno riaperti progressivamente all'ultimazione dei lavori che porteranno al completamento di un'opera che consentirà lo strafficamento del centro cittadino e di migliorare i collegamenti dalla zona centrale ai poli universitario, giudiziario ed ospedaliero, senza passare per le principali arterie di transito del cuore della città.
Invitiamo la cittadinanza a percorrere una viabilità alternativa, com'è accaduto anche in altre fasi della lavorazione dell'opera, al contempo abbiamo chiesto alla ditta la sicurezza dei tempi, sia per riconsegnare al più presto l'opera alla città, sia per limitare i disagi che deriveranno da queste ultime lavorazioni”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. È successo ieri sera alle 22 circa sulla corsia dell’Autostrada A14: una donna di 37 anni che viaggiava con a bordo dei suoi tre figli molto piccoli (7 e 5 anni ed un neonato di pochi mesi) ha regolarmente imboccato l’Autostrada A14 adriatica, dopo aver percorso circa 40 km in direzione Sud ha deciso di invertire con una pericolosa ed azzardata manovra il senso di marcia, percorrendo circa 30 km in contromano.
Nel giro di pochi minuti sono giunti al centralino della Polizia decine di telefonate di automobilisti impauriti. Ricevuta la notizia, un equipaggio della Sottosezione Autostradale di Vasto Sud prontamente è giunta sul posto ed ha intercettato l’auto. Solo grazie alla prontezza degli operatori e a tanta fortuna è stata scongiurata una vera strage. Alla donna, risultata negativa ai prescritti test di alcool e droga, è stata ritirata la patente di guida, sequestrata l’auto e contestata un’infrazione di 2 mila euro.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. Il Carnevale d'Abruzzo è tornato a colorare le vie centrali di Francavilla al Mare.

Lo scorso pomeriggio infatti tra il piazzale della Stazione e piazza Sirena sfilata sono sfilati i carri allegorici preceduti da Samba Fit, coreografie della New Step e performance del gruppo “Peppe Millanta & Balkan Bistrò”.

I carri che hanno sfilato nel consueto sono: Il teatrino di Patanello, Il carro della luna, Pullulando nel putridume, Carnival folies e Incorniciati vivi. Il prossimo ed ultimo appuntamento è fissato per martedì 28 febbraio alle ore 15.

Pubblicato in Cultura e eventi

Verona. Con un gol per tempo il Chievo regola 2-0 il Pescara e si aggiudica il match con i biancazzurri che si ridimensionano dopo il roboante successo dell’Adriatico sul Genoa.
Biancazzurri poco brillanti che al 12’ vanno già sotto: Birsa approfitta di uno svarione di Benali e con un sinistro batte Bizzarri. Al 16’ il Chievo avrebbe l’opportunità di raddoppiare con l’ex Inglese che non trova però fortuna. 2’ dopo Meggiorini in mezza rovesciata non capitalizza. Al 24’ si fa vivo il Pescara con Caprari la cui conclusone è ribattuta da Sorrentino. Al 26’ Delfino ancora in avanti, questa volta sulla battuta di un angolo, Verre suggerisce per Stendardo che impensierisce la retroguardia ospite. Al 39’ sugli sviluppi di una punizione uno shot di Caprati è parato in due tempi dall’estremo veneto.
Nella ripresa al 3’ Bizzarri salva su Castro. Al 12’ padroni di casa pericolosi con un calcio da fermo di Cacciatore. È il preludio al raddoppio del Chievo che arriva al 16’ con Castro che tutto solo in area realizza. Dopo i cambi i biancazzurri abbozzano una reazione, ma senza produrre effetti concreti, l’incontro di fatti è già chiuso.

 

Tabellino
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino, Cacciatore, Spolli, Dainelli, Gobbi, Castro (33’ st Izco), De Guzman, Hetemaj, Birsa (43’ st Kiyne), Meggiorini, Inglese (25’pt Gakpè) Allenatore: Maran
Pescara (4-3-3): Bizzarri, Zampano (17’ st Crescenzi), Stendardo, Coda, Biraghi, Memushaj, Bruno, Verre, Benali (17’ st Mitrita, 30’ st Pepe), Cerri, Caprari Allenatore: Zeman

Arbitro: Gavillucci di Latina
Assistenti: Damiano Di Iorio di VCO (Verbania-Cusio-Ossola) e Stefano Lamberti di Pisa
IV Ufficiale: Filippo Valeriani di Ravenna
Addizionali: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo e Valerio Marini di Roma 1
Marcatori: 12’pt Birsa (C), 16’st Castro (C)
Ammoniti: Hetemaj, Spolli, De Guzaman (C), Memushaj, Cerri, Coda (P)

Pubblicato in Sport
Domenica, 26 Febbraio 2017 00:00

Calcio a 5, Eta Beta - Montesilvano 3-2

Fano. Il Montesilvano fallisce l’appuntamento con la terza vittoria consecutiva e cade sul campo dell’Eta Beta. Priva di Junior squalificato e di Comignani, out all’ultimo per un attacco influenzale, la squadra biancazzurra ha sofferto particolarmente nel primo tempo, chiuso sotto per 2-0. Subito il terzo gol all’inizio della seconda frazione di gioco, la Caiana si è giocata il tutto per tutto con il portiere di movimento, trovando due gol con Dambrosio e Bibi, ma riuscendo solo a sfiorare la rete del possibile pareggio. Il Montesilvano resta quinto a 31 punti in classifica, a meno nove dalla zona playoff.
“Peccato, potevamo certamente fare meglio – ha commentato a fine partita mister Gianluca Marzuoli –. Iniziando meglio la gara, e forse anche il secondo tempo, avremmo potuto raccogliere punti, ma è anche vero che oggi eravamo davvero contati. Le assenze di Junior e Comignani hanno pesato molto, e quando giochi in sei, pur con l’impegno e la voglia degli under 18 che oggi ho dovuto utilizzare più del solito, non si può pretendere troppo. Sul 3-0 siamo stati bravi a non uscire dalla partita, e anzi sul 3-2 abbiamo anche sfiorato il pari. C’è rammarico perché questa poteva essere una partita spartiacque per il nostro campionato, ma purtroppo non ci siamo arrivati al meglio. La classifica attuale ci dice che, verosimilmente, da qui in avanti non avremo più molto da chiedere a questo campionato, ma onoreremo tutti gli impegni giocando partita per partita e cercando di vincerle tutte. Come, d’altra parte, questi ragazzi davvero encomiabili hanno sempre cercato di fare.”

Pubblicato in Sport

Pescara. Il M5S scopre l’ennesima proroga semestrale, da parte dell’amministrazione PD, alla Società Soget per il servizio di riscossione dei tributi locali ed invia segnalazioni alle autorità competenti per denunciare l’attività in merito dell’amministrazione comunale.

<Si è superato ogni limite> attacca la capogruppo M5s Enrica Sabatini. < Da oltre due anni e mezzo la Giunta Alessandrini porta avanti scelte politiche inaccettabili sul servizio di riscossione dei tributi locali con un atteggiamento assolutamente poco trasparente ed una resistenza ingiustificabile verso la necessaria e legittima procedura di gara ad evidenza pubblica per l’affidamento del servizio in questione>.

Il Movimento 5 stelle sostiene questa battaglia da tempo, da quando, oltre due anni fa, ricevette addirittura insulti e minacce di querela da parte del Sindaco Alessandrini per le richieste di trasparenza, finite anche in Parlamento, in merito all’utilizzo di 20 profili di accesso proprio alla banca dati dell’agenzia di riscossione e collegati ad altrettanti dipendenti del Comune di Pescara.

< Chiediamo e pretendiamo un bando da oltre due anni > continua la consigliera Erika Alessandrini < nell’aprile di due anni fa presentammo anche una richiesta per internalizzare il servizio, ma non fu accolta dal Pd e quando depositammo un’interrogazione per far chiarezza sulla vicenda dei presunti trattamenti di favore a politici nostrani da parte della Società in questione, il PD chiuse le porte del Consiglio comunale per un’adunanza segreta>.

Il riferimento è alle indagini partite nel marzo del 2015, ossia un mese dopo l’interrogazione del M5s in aula, in cui venne indagato il direttore della Soget e furono coinvolti diversi politici per presunte tasse non pagate in quanto destinatari di possibili “vantaggi a contribuenti qualificati”.

< E’ una situazione che va avanti da oltre dieci anni con continue proroghe e che nessuna Amministrazione che ha governato la città ha voluto affrontare > continua la capogruppo M5S Enrica Sabatini < il Sindaco promise, mentendo alla città, che il bando sarebbe arrivato entro fine luglio di due anni fa ed invece scopriamo oggi, senza che nessuno abbia neanche sentito l’esigenza di relazionarlo in commissione, che addirittura è stata fatta un’altra proroga qualche giorno fa che evita ancora una volta la selezione pubblica e va a violare, inoltre, anche la decisione del Consiglio comunale, a novembre scorso, di rispettare l’obbligatorietà di procedure di gara ad evidenza pubblica per l’affidamento del servizio>.

Il Movimento 5 stelle, che aveva già depositato un’interrogazione ad inizio mese, andrà avanti rivolgendosi all’autorità competenti e chiederà che venga chiarito con quali autorizzazioni la Società Soget abbia svolto la sua attività dal primo gennaio fino ad oggi, in che modo tale proroga possa essere compatibile con quanto emerso dai provvedimenti dell’ANAC verso la stessa società e per indagare se e quanto tali mancanze abbiano costituito per l’ente un danno derivante dal mancato abbattimento dei costi che si otterrebbe con la libera concorrenza e la messa a gara del servizio.

Pubblicato in Politica

Pescara. Nella mattinata di oggi la Polizia Municipale, su coordinamento del comandante Carlo Maggitti, ha proceduto allo sgombero e alla bonifica del terzo tunnel che passa sotto la ferrovia presso la stazione centrale, dove si erano accampate persone senza fissa dimora e da cui sono stati rimossi rifiuti, suppellettili e materiali di risulta che Attiva ha provveduto a sgomberare. Non sono state fermate e generalizzate persone, che vedendo approssmarsi lo sgombero si sono dati alla fuga. Nella mattina la Municipale ha inoltre provveduto a prender ele generalità di una ventina di cittadini rumeni che stazionavano nel parcheggio delle aree di risulta con furgoni e pulmini, pronti a diventare ricovero notturno.

“Un'operazione che nasce dall'azione di controllo che l'Amministrazione porta avanti da mesi nelle zone a rischio degrado – così il sindaco Marco Alessandrini – Un'area, quella interessata dallao sgombero, su cui la nostra attenzione è concentrata, parliamo infatti del tunnel che aspetta di essere riqualificato per poter ospitare il mercatino dell'integrazione di cui si parlerà presto in Consiglio Comunale.
Il nostro intento è quello di andare avanti, perché come Amministrazione riteniamo che l'arma vincente contro il degrado sia l'azione integrata sia con le altre forze che si occupano di ordine pubblico, sia con il sociale: bisogna conoscere la situazione per cambiarla in meglio e bisogna unire le forze affinché i progetti possano concretizzarsi per il bene della comunità e la sicurezza del territorio.
Sicuramente ci adopereremo per porre un freno al degrado, soprattutto nella zona dell'area di risulta che vogliamo vedere al più presto riqualificata e stiamo lavorando sin dal primo giorno di governo perché questo accada dopo troppi anni di attesa. Dobbiamo farlo affrontando prima di tutto il problema sicurezza e per questo abbiamo operato lo scorso anno con tutte le associazioni che combattono e affrontano il degrado ogni giorno e proprio in quell'area.
Il posto fisso di Polizia Municipale sarà un ulteriore passo verso la tangibilità di queste linee di indirizzo, messe in pratica anche dagli interventi per illuminare e tenere sotto maggiore sorveglianza l'area e dalla richiesta di una speciale sinergia con le altre forze dell'ordine che sta dando i suoi frutti”.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. E’ fissato per lunedì mattina il sopralluogo per definire le modalità di intervento per la realizzazione di una bretella che andrà a raddoppiare lo svincolo all’uscita della Galleria I Pianacci. Alla verifica sul posto saranno presenti la ditta Di Prospero srl di Pescara, aggiudicataria dei lavori, oltre all’assessore ai Lavori Pubblici Valter Cozzi, al dirigente di settore Gianfranco Niccolò e i tecnici comunali. «Questa opera - spiega il sindaco Francesco Maragno - rappresenta un primo intervento di un progetto ben più articolato che stiamo predisponendo per fluidificare il traffico in un punto nevralgico della viabilità non solo cittadina ma di tutta l’area metropolitana pescarese. Tutti i giorni - ricorda il primo cittadino - migliaia di veicoli percorrono in entrata e in uscita la Galleria I Pianacci. Realizzando questa bretella andremo a facilitare l’uscita dei mezzi dal tunnel e l’immissione sul traffico urbano».

Gli interventi programmati prevedono la realizzazione di uno svincolo nell’area adiacente il cimitero comunale, che faciliterà l’uscita delle auto dalla Galleria I Pianacci, senza necessariamente dover passare per la rotatoria tra via Chiarini e via Togliatti.

«Parte del parcheggio antistante il cimitero - specifica il sindaco – verrà conservato per consentire l’ingresso e le attività degli operatori che lavorano presso il cimitero. Lo svincolo è una prima soluzione per una problematica particolarmente complessa. Insieme alla ditta, i tecnici stanno lavorando al progetto di una rotatoria ancora più ampia tra via Chiarini e via Togliatti che possa assorbire e smistare l’imponente flusso di veicoli. Quello che ci preme è scongiurare l’ipotesi, proposta dall’Anas, della disposizione del senso unico all’interno della Galleria, che causerebbe enormi concentrazioni del traffico su un’altra zona della città, ovvero la parte a nord di Santa Filomena».

I lavori di realizzazione dello svincolo inizieranno già dai primi giorni di marzo. «Vogliamo dare una risposta ai residenti dei quartieri Colonnetta, Ranalli e Villa Carmine, ma anche agli automobilisti che tutti i giorni percorrono quel tratto, per garantire collegamenti più fluidi. Stiamo andando avanti - conclude il sindaco - per migliorare la viabilità della zona e ridurre l’impatto ambientale, consapevoli che solo il completamento dell’opera da parte dell’Anas potrà risolvere radicalmente la questione».

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Accrescere le competenze digitali delle imprese e dei giovani, aprirsi al mercato globale e locale e contrastare la disoccupazione giovanile. Questo il duplice obiettivo del progetto Crescere in Digitale avviato a fine 2015 dalla Camera di Commercio di Chieti che ha aderito progetto nazionale di Unioncamere, Google e Ministero del Lavoro.

Lunedì 27 febbraio a Chieti si svolgerà il settimo appuntamento che vedrà otto giovani che, conseguita una certificazione di Google con un corso gratuito online, incontreranno aziende alla ricerca di giovani digitalizzatori.

L’iniziativa è attiva ancora per tutto il 2017. I giovani che non studiano e non lavorano (NEET), iscritti a Garanzia Giovani (età dai 18 ai 29 anni), candidandosi sul portale www.crescereindigitale.it potranno seguire gratuitamente un corso di formazione gratuito di 50 ore sulle competenze digitali messo a punto Google per entrare nel mondo del lavoro iniziando con un tirocinio in azienda di sei mesi retribuito dal Ministero (500 euro mensili).
L’azienda deve sostenere i costi minimi legati all’attivazione del tirocinio extracurriculare (INAIL, assicurazione, corso di formazione sulla sicurezza). Al termine del tirocinio l'azienda avrà la possibilità di assumere il giovane beneficiando di sgravi contributi.

“La digitalizzazione del sistema economico è uno dei principali temi d’intervento per la Camera di Commercio di Chieti, afferma Roberto Di Vincenzo, presidente dell’Ente camerale teatino, in linea con i nuovi compiti che il Governo italiano ha affidato al sistema nazionale delle camere di commercio. Le competenze digitali sono di base ad ogni attività lavorativa e imprenditoriale e noi stiamo lavorando con le imprese con percorsi formativi dedicati, con i giovani che devono entrare nel mondo del lavoro, con le scuole con innovativi progetti di alternanza scuola lavoro e anche con iniziative di cittadinanza digitale”.

In Abruzzo sono 88 le imprese che, nel 2016, hanno attivato Crescere in Digitale, di cui 38 nella provincia di Chieti. Tra le diverse aziende spicca Ceramiche d’Arte Liberati di Villamagna, l’azienda di uno dei principali rappresentanti della ceramica artistica abruzzese, Giuseppe Liberati. “L’esperienza è stata molto formativa e di crescita bilaterale – dichiara il titolare - tanto che la collaborazione sta continuando anche post-tirocinio a riprova del sinergia e sintonia instaurata durante il percorso formativo. La tirocinante, Olena Brunarska, ha curato i canali social dell’azienda, da Facebook a Pinterest, e ha seguito la trasformazione del sito che ora contiene un e-commerce che ci permette di vendere in tutto il mondo”.

Per informazioni sulle modalità di partecipazione all'iniziativa: Ufficio Promozione tel. 0871.354318-358 www.ch.camcom.it email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Economia

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione