Articoli filtrati per data: Febbraio 2017

Chieti. “Conoscere le motivazioni che hanno indotto l’attuale commissario a decidere l'aumento spropositato delle tariffe di conferimento dei rifiuti, prendere contezza della pianta organica e del numero dei lavoratori a tempo indeterminato e determinato e, soprattutto, le prospettive e il ruolo del Civeta alla luce dell’imminente passaggio all’Agir, l’Agenzia regionale per la gestione integrata dei rifiuti. Questi sono i temi su cui il commissario Franco Gerardini dovrà relazionare in Commissione di vigilanza il prossimo 15 marzo al fine di comprendere meglio l’operato politico e amministrativo della Regione Abruzzo nei confronti del Consorzio vastese”. Questa la presa di posizione del Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo che sottolinea: “Ho convocato in audizione il commissario Gerardini e i sindaci soci del Consorzio Civeta di Cupello per capire quali sono s, e se fondate, le motivazioni che hanno portato ad aumentare le tariffe. Oggi abbiamo un nuovo piano finanziario con innalzamento del 28% delle tariffe per il conferimento dei rifiuti nell’impianto di Valle Cena di Cupello che ha messo in allarme i sindaci del vastese poiché i costi ricadranno inevitabilmente direttamente sui cittadini che dovranno pagare questo aumento. Un prezzo maggiore che dovrà essere inserito obbligatoriamente nella Tari, ossia nella tassa dei rifiuti.   Questo – continua Febbo - è l’ennesimo regalo dei tanti commissariamenti voluti dalla Regione Abruzzo nel vastese che dimostra come non si tenga in debita considerazione i cittadini e le amministrazioni comunali di questo territorio facendo solo gli interessi di una politica miope. Il Civeta, consorzio intercomunale,  negli anni è sempre stato gestito in maniera eccellente da un Cda nominato direttamente dai sindaci del territorio mentre adesso l’attuale gestione commissariale ha espropriato gli amministratori di decidere sulle sorti dell’ente vastese. Una scelta scellerata che si ripercuoterà sulle tasche dei cittadini vastesi. Pertanto – conclude Febbo – chiederò al Commissario di rivedere i provvedimenti assunti e al tempo stesso di prevedere un maggiore coinvolgimento degli attori del Civeta, che fino ad ieri erano i sindaci di quel territorio, che oggi si vedono messi alla porta senza incidere nelle decisioni assunte dalla Regione Abruzzo”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Un incontro faccia a faccia tra il Presidente della Provincia e i parlamentari riferimento del territorio, così come faranno le altre province d’Abruzzo, è in programma domani, sabato 25 febbraio, alle 10,30, in Provincia di Pescara. In seguito al dibattito che ha caratterizzato l’Assemblea dei Presidenti delle Province tenutosi a Roma il 16 febbraio u.s. e agli input operativi del Presidente UPI Achille Variati che in tale occasione ha decretato ufficialmente il cambio di rotta delle Province italiane, si richiede ora un impegno rinnovato come rappresentanti del territorio abruzzese dopo l’esito referendario e, ancor di più, viste le emergenze cui si è dovuto fare fronte nelle settimane scorse con le esigue risorse umane, strumentali e finanziarie frutto delle scellerate scelte operate a livello centrale.
“In questi due anni – dichiara Antonio Di Marco - bisogna dare atto di aver sempre optato per il coinvolgimento dei deputati in Parlamento ogni qual volta era alle porte una Finanziaria o un Decreto legge, consegnando dossier puntuali con dati ineccepibili e proposte emendative motivate. Oggi possiamo affermare che dei bisogni legittimi delle comunità non siamo responsabili sempre e solo noi amministratori locali, qualora le decisioni ostinatamente assunte a livello centrale rivelano determinanti ricadute davanti agli occhi di tutti, ovvero lo stato in cui versa la rete viaria e la sicurezza degli edifici scolastici. Domani chiederò ai nostri parlamentari un impegno formale e deciso ad inserire le proposte normative nel decreto legge enti locali, così come analizzate e proposte dall’UPI. Ora non siamo in condizioni di redigere neanche il bilancio annuale, mentre l’emergenze dovuta al maltempo e alle nevicate hanno messo fuori uso molte delle nostre strade e alcune nostre scuole. Chiaro che così non si può più andare avanti”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Un sopralluogo sulla Strada Provinciale 20 - tratto Pianella/ Cartiera - è stato effettuato questa mattina dal Presidente della Provincia, Antonio di Marco, accompagnato dai tecnici del settore viabilità, insieme al sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, al consigliere provinciale Vincenzo Catani e altri amministratori e tecnici comunali.
La strada provinciale è interrotta dal 22 gennaio per una frana che ha interessato l’intera carreggiata, costringendo a deviare il traffico da un’arteria indispensabile per poter raggiungere il centro di Pianella e la zona di Cepagatti-Villareia. La strada rappresenta di fatto un asse viario insostituibile di collegamento tra la vallata del Tavo e della Valpescara ed è abitualmente percorsa dai mezzi pesanti, alleggerendo il traffico locale dell’alta vestina. La chiusura della SP20 costringe non solo gli abitanti, ma anche i conducenti dei veicoli commerciali, ad effettuare tortuose deviazioni che implicano tempo e creano disagio.
Tale emergenza, nata in seguito alle perturbazioni del gennaio scorso, è chiaramente considerata una priorità dall’amministrazione provinciale, che già il 10 febbraio scorso scrisse al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso per chiedere un finanziamento specifico di 1 milione di euro per mettere in opera al più presto un intervento ripartivo sul tratto interessato, che è quello tra il km 11+600 e il km 18+800.
Martedì 28 febbraio, inoltre, i tecnici della viabilità della Provincia si incontreranno con il geologo incaricato di effettuare i rilievi necessari per effettuare l’intervento in modo risolutivo.

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 24 Febbraio 2017 00:00

Pescara, domani riapre la Riserva Dannunziana

Pescara. “Riaprirà domani, sabato 25 febbraio la Riserva Dannunziana dopo una lunga pausa necessaria a verificare la stabilità degli alberi. A causa del maltempo, il terreno non si è solo saturato di acqua, ma la falda acquifera si è sollevata, causando l'inclinazione di alcuni esemplari e la caduta di altri e mettendo a rischio la pubblica incolumità".
Così in una nota l'assessora alla Riserva Dannunziana del Comune di Pescara, Paola Marchegiani, che aggiunge: "Per queste ragioni abbiamo avuto la necessità di fare un'operazione di controllo e manutenzione approfondita, sia per valutare i danni, sia per mettere in campo azioni che ci consentono di prendere la decisione di riaprire la Riserva domani. L'auspicio è dunque quello che il tempo domani consenta di fare passeggiate fra il verde della riserva di cui verranno riaperti i cancelli”.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Mancano 10 giorni all’inizio della raccolta differenziata porta a porta a Montesilvano Colle. A partire da lunedì 6 marzo, circa 350 famiglie del centro del borgo di Montesilvano cambieranno metodo di conferimento dei rifiuti grazie all’introduzione del nuovo sistema fortemente voluto dall’Amministrazione Maragno.
«Questa importante novità rappresenta una vera svolta per la città - afferma il sindaco Francesco Maragno -. Con l’impegno di tutti, le basse percentuali relative alla raccolta differenziata che sino ad oggi la hanno purtroppo caratterizzata resteranno solo un ricordo. Questa è solo la prima fase di un progetto che presto coinvolgerà tutta la zona collinare, ma anche la parte bassa della città, dapprima solo per la zona del PP1, per poi estendersi a tutto il territorio comunale. Il dirigente di settore, Gianfranco Niccolò, infatti, sta predisponendo un bando che ci consentirà di ampliare il servizio di raccolta porta a porta a tutta Montesilvano».
Al fine di mettere i cittadini in condizione di eseguire correttamente il servizio, è stata avviata la consegna dei kit di mastelli necessari. Si tratta di 5 contenitori di colore differente, contraddistinti da appositi adesivi per la tipologia di rifiuto differenziato dedicato. Nello specifico, le zone condominiali verranno dotate di contenitori da 120 litri ciascuno. Alle famiglie residenti in case singole, invece, verranno distribuiti i mastelli da 40 litri cadauno. A tutti gli utenti, di entrambe le tipologie residenziali, verrà consegnato un sesto contenitore, ossia un sottolavello da 10 litri, traforato, dove conferire, all’interno del sacchetto biodegradabile, i rifiuti organici prodotti. Tutti gli utenti dovranno rispettare il calendario di conferimento che è stato consegnato alle famiglie.
«Per preparare al meglio i cittadini, abbiamo organizzato una fase di formazione. Siamo andati nelle scuole, per coinvolgere i bambini, eccellenti portavoce nelle loro famiglie. Abbiamo inoltre tenuto un incontro nel centro sociale per anziani. Alle famiglie è stato distribuito materiale informativo con indicazioni sulle tipologie di rifiuto da conferire e sul calendario di raccolta».
I contenitori serviranno alla raccolta di 5 tipologie di rifiuti: quegli organici, i rifiuti indifferenziati, il vetro, la carta e infine un contenitore sarà destinato alla raccolta di plastica e metallo.
L’umido dovrà essere conferito, all’interno di un sacco biodegradabile, nel mastello di colore marrone. La raccolta avviene il lunedì, il mercoledì e il venerdì. La plastica e il metallo, da conferire nel mastello giallo, senza sacchetto, vengono raccolti il martedì; il vetro, all’interno del contenitore verde (senza sacchetto) viene ritirato il mercoledì; la carta e il cartone (senza sacchetto), da conferire nel mastello azzurro, vengono raccolti il giovedì; il residuo indifferenziato (senza sacchetto) nel contenitore grigio, viene ritirato il sabato.
Gli utenti dovranno quindi esporre il mastello corretto nel giorno antecedente a quello di raccolta a partire dalle 20. Per programmare la raccolta di rifiuti ingombranti è possibile prendere un appuntamento, telefonando al numero verde 800195315. Per ulteriori informazioni sono attivi i contatti: 0858620522, fax 0858620741 e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 24 Febbraio 2017 00:00

Pescara, Gran Fondo Masciarelli: al via la gara

Pescara. Si svolgerà domenica 28 febbraio a partire dalle ore 9 la seconda edizione della Gran Fondo Città di Pescara Masciarelli, presentata stamane. Una competizione che è la prima tappa del calendario nazionale gran fondo e medio fondo di Acsi Ciclismo, circuito che consta di 40 gare e che si concluderà la seconda domenica di dicembre a Riccione.
“Si tratta di una riconferma per la Gran Fondo che partirà domenica mattina alle ore 9 dal Palaelettra – dice l’assessore allo sport Giuliano Diodati – C'è il patrocinio del Comune perché non è solo sport, ma anche conoscenza del territorio e ringraziamo gli organizzatori per aver scelto la nostra città come sede di partenza e arrivo, un'idea bella preché promuove l'immagine cittadina soprattutto in questo momento storico che sta vivendo l'Abruzzo, provato dalle emergenze vissute in gennaio. Premieremo con la coppa Città di Pescara il vincitore assoluto della gara a cui partecipano tutti gli atleti amatori, ex professioisti dilettanti. Celebriamo il secondo anno di una competizione che aveva avuto dei precedenti e a cui abbiamo voluto dare un nuovo impulso lo scorso anno perché si ripeta anche negli anni a venire. E' anche la competizione di avvicinamento alla stagione estiva e cercheremo di limitare al massimo ogni tipo di disagio, chiedendo alla cittadinanza la consueta collaborazione e convivenza con un evento che arricchisce anche l'offerta di intrattenimento sportivo di cui Pescara è storicamente parte”.
“La gara si apre con un percorso turistico all’interno della città di Pescara – così Luciano D'Onofrio, presidente provinciale Acsi ciclismo e Palmiro Masciarelli, patron della manifestazione - Quest'anno abbiamo 8 gran fondo come Acsi e Pescara apre le danze. La prima fase di gara parte dal Palaelettra 1, poi Riviera sud, ponte del mare, tutto il centro cittadino per confluire su via D'Avalos da dove ci sarà l’effettiva partenza verso le altre località lungo la costa dei trabocchi. Promuovere il territorio è un’attività che ci piace molto, questo è il secondo anno della Gran Fondo che parte da Pescara e arriva ai piedi della Maiella, passando per una delle coste più belle d'Italia e rientrando a Pescara attraverso il suo polmone verde, il miglior traguardo che si possa desiderare. La gara a livello tecnico è molto varia, abbiamo atleti da Lazio, Umbria e Toscana, ad oggi sono oltre 300 gli iscritti che contiamo di portare a 500 già da sabato e domenica, sono competitor di qualità”.
“Il ciclismo dilettantistico in Abruzzo è rappresentatissimo – dice Adamo Scurti, presidente della Commissione Sport – Promuoviamo sport ma anche turismo e cultura, lo fa la famiglia Masciarelli che ha avuto tanto dallo sport e lo restituisce con competizioni di altissimo livello, richiamando tanti giovani, segno di benessere e vitalità e positività. Faccio l'in bocca al lupo a tutta l'organizzazione perché la città è una capitale dello sport a livello europeo e può accogliere tanti partecipanti e i Masciarelli che sono portatori di un sodalizio di vecchia data con il settore e collaboratori preziosi per l’Amministrazione comunale”.

Pubblicato in Sport

Roseto degli Abruzzi. Maschere, travestimenti e tanta allegria per la festa dei bambini per antonomasia. Si terrà martedì 28, a partire dalle 15,30, al Pala Maggetti il Gran Carnevale dei bambini.

L’iniziativa, organizzata dalla Fatanimazione, ha il supporto dell’amministrazione comunale di Roseto degli Abruzzi e in particolare dell’assessore al Turismo e alla Cultura, diretto da Carmelita Bruscia.

Ad allietare il pomeriggio per i più piccoli ci saranno la banda dei Picchiatelli, la cantante Benedetta Di Basilico, lo spettacolo di Frozen, il dj Francesco Tarquini, un’area baby e tanta animazione. L’ingresso è libero.

“Abbiamo concordato con tutte le associazioni coinvolte di concentrarci esclusivamente sulla festa per i bambni”, spiega l’assessore Bruscia, “Dopo le enormi difficoltà conseguenti al maltempo e alle scosse di terremoto di questo inizio 2017, due nostri partner storici come le Pro loco dei Comuni di Morro d’oro e Notaresco hanno deciso di annullare completamente le manifestazioni. A malincuore, dunque, ma per solidarietà e con il rispetto che si deve a tutti i nostri corregionali così duramente colpiti, abbiamo pensato di sospendere, per quest’anno, la sfilata dei carri per le vie della città. La festa dei più piccoli, però, resta, almeno per loro”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. Proseguono senza sosta le attività di messa in sicurezza di strade e marciapiedi cittadini da parte degli operai del Comune, diretti dall’assessore alla Manutenzione del territorio Nicola Petrini.

Diversi gli interventi in corso o appena conclusi a cominciare dalla sistemazione del marciapiede in piazza della Libertà, in via Nazionale e della potatura delle piante in via Palermo.

“Proseguiremo via via in tutte le zone della città”, aggiunge l’assessore Petrini, “I nostri dipendenti stanno operando senza sosta. Certo, le criticità sono numerose e i nostri fondi non sono illimitati, comunque intendiamo lavorare in modo da poter sistemare al meglio strade e marciapiedi soprattutto in vista della prossima stagione estiva”.

“Ringrazio gli operai comunali”, aggiunge il sindaco Sabatino Di Girolamo, “che si sono resi protagonisti, nei mesi passati, di una attività eccellente in coincidenza con il maltempo sia per le attività ordinarie. Sono stati i nostri operai, infatti, a pulire egregiamente le ampie zone verdi di viale America, di via Le quote, a potare le piante sulla Nazinale e sulle vie interne. Ribadisco la volontà dell’amministrazione di affidare ai privati la collaborazione su questo tema fondamentale della manutenzione del verde pubblico. Solo sporadicamente, in considerazione delle carenze di risorse, si ricorrerà agli appalti esterni per supportare l’ottimo lavoro svolto dai nostri dipendenti”.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Favorire le adozioni di cani e gatti abbandonati e ricordare a tutti che adottare un animale non è solo un gesto d'amore ma un vero atto di responsabilità. Sono questi i principali obiettivi di “Adotta un amico”, l’iniziativa incentrata sull’adozione animali e sull’educazione cinofila che da domenica 26 febbraio, per tutte le domeniche fino ad aprile, dalle 10 alle 12:30 si terrà all’interno del centro di intrattenimento Porto Allegro di Montesilvano. La manifestazione, promossa Codici Tutela Diritti Animali con le Associazioni Animaliste Anta, Animalisti Volontari, Dog Village, Lav, Meta e Oipa, è patrocinata dal Comune di Montesilvano, dall’Ordine dei Veterinari e per la prima volta nella storia delle manifestazioni animaliste, anche dalla direzione generale della Asl di Pescara.
«E’ importante favorire la consapevolezza di un gesto gravido di conseguenze, sia per l’animale che per l’intera società, qual è l’abbandono di un animale – afferma Gabriele Bettoschi di Codici Tutela Animali – e far chiarezza su tutto ciò che comporta l’adozione in termini di impegno e cura, ma nello stesso tempo offrire strumenti utili quali informazioni e consigli sulle cure preventive, leggi e regolamenti. Se siamo impossibilitati ad assumerci la responsabilità che consegue all’adozione di un animale – dice ancora Bettoschi - possiamo contribuire ad aiutare il mondo animale in tanti altri modi. Sostenendo, ad esempio, le associazioni con offerte, tesserandosi, offrendo la disponibilità allo stallo, donando cibo, accessori o farmaci».
«Nel corso della mattinata saranno a disposizione del pubblico educatori cinofili - precisa Ylenia Sozio dell’Associazione Oipa -. Verrà, inoltre, consegnata una targa ricordo alla più bella storia di adozione. Sarà presente anche la psicologa Caterina Di Michele, esperta nella relazione uomo-animale che potrà fornire informazioni molto importanti a capire gli amici a 4 zampe».
«Troppo spesso sulle cronache leggiamo di atti di crudeltà - aggiunge l’assessore alle manifestazioni Ottavio De Martinis – come quello che si è consumato appena pochi giorni fa e che ha visto una persona lanciare un cagnolino dalla propria auto sull’autostrada. Fortunatamente il cane si è salvato, ma questo evidenzia quanto sia importante sensibilizzare su tale tema. Questa iniziativa sarà l’occasione per ascoltare e creare storie di adozione, con un finale completamente diverso».

Pubblicato in Cultura e eventi

Milano. “Combattente” e “Nessun posto è casa mia” (entrambi Sony music), i titoli dei loro nuovi album sono quasi un manifesto, una filosofia di vita delle rispettive visioni del mondo e della musica. Fiorella Mannoia e Chiara, due diversi aspetti della canzone italiana al femminile si incontrano nella nuova trasmissione di Real Time, il format My Generation, prodotto dalla 1 Way Entertainment del pescarese Alessandro Di Felice, in onda lunedì 27 febbraio alle 13 (canali: 31 digitale terrestre e 131-132 piattaforma Sky).
Dopo il grande successo dell’esordio, dedicato a Mario Biondi e Sergio Sylvestre, il percorso prosegue con una puntata dedicata all’altra metà del cielo.
Il programma, con la direzione artistica di Gino Castaldo ed Ernesto Assante, gioca sul rapporto a distanza di interpreti di età diverse. In questo caso, due grandi nomi che si sono già incontrati artisticamente in “Mille passi”.
“Mettere a confronto Fiorella Mannoia e Chiara”, dice Castaldo nell’intro alla trasmissione, “è un’occasione imperdibile per vedere cosa vuol dire il rapporto tra le generazioni della musica. E guarda caso tutte e due si sono incontrate nel luogo più importante e più celebre della canzone italiana ovvero il 67° Festival di Sanremo”
E mentre nel video si alternano le parole delle due interpreti e i video dei più importanti successi lo spettatore si immerge in un mondo magico.
“Non mi ricordo neanche più quando ho cominciato. Ho quasi 63 anni…”, spiega con l'ironia di sempre la Mannoia, grande signora della canzone che subito smonta il cliché della donna che non deve svelare la sua età, “Quando mi guardo indietro vedo una ragazzina ignara di cosa sarebbe stata la sua vita. E’ un pensiero che faccio spesso, quando mi rivedo”.
“Ho cominciato a studiare con una cantante lirica e per 4 anni sono andata a lezione una volta a settimana e non ho mai emesso un suono, abbiamo solo respirato”, sorprende il telespettatore Chiara, raccontando di una preparazione lunga e approfondita che ha dato frutti eccellenti, tanto che di lei dice Fiorella: “Ha una bellissima voce e ha una intonazione perfetta, canta in una maniera speciale”.
“E’ una cantante che ho sempre seguito perché ha fatto la storia della musica italiana”, dice invece Chiara della Mannoia, “Con lei è stato il primo duetto e ha scritto il testo italiano di Mille passi che è una di quelle di cui vado più orgogliosa”.
Il programma si avvale della regia di Massimo Staiti, post produzione Jump cut media Milano.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione