Articoli filtrati per data: Marzo 2017

Pescara. Oggi, presso la delegazione di Roma della Regione Abruzzo, si è tenuto un tavolo di lavoro con le compagnie aeree Ryanair e Mistral per mettere a punto il contenuto del contratto che ha ad oggetto interventi di promozione e comunicazione del brand Abruzzo capaci di implementare i flussi turistici verso il nostro territorio.
Erano presenti la direttrice generale Cristina Gerardis, il direttore generale di Saga s.p.a. Luca Ciarlini, i dirigenti regionali Stefania Valeri e Francesco Di Filippo. Sono state affrontate tutte le possibili questioni legate alla corretta, fluida ed efficace esecuzione del contratto che sarà firmato nei prossimi giorni con le due compagnie selezionate. L'intento è far partire questa importante campagna di marketing prima della stagione estiva così da favorire sin da subito gli effetti positivi di questa iniziativa.
La direttrice generale esprime “soddisfazione per come si è svolto il lavoro, ritenendolo, nei suoi esiti, uno strumento preziosissimo capace di dare slancio al turismo in Abruzzo ed alla conoscenza delle ricchezze della Regione sia a livello nazionale che europeo”. 

Questo è il commento del presidente della giunta regionale, Luciano D'Alfonso: "Con il bando per le rotte aeree e la promozione della regione a livello nazionale e internazionale abbiamo impresso una svolta al modo di gestire l’aeroporto d’Abruzzo; ora stiamo coltivando con acribia lo sviluppo della pianta contrattuale. La firma dell’accordo giuridico avverrà prima delle festività pasquali, in modo tale da far partire la valorizzazione del brand Abruzzo in linea con le previsioni estive dei tour operator e dell’utenza generale. L’incontro odierno con le compagnie aeree vincitrici del bando, Ryanair e Mistral, fa parte del rinnovo dato alla strategia aeroportuale, una “vision” portata avanti in piena armonia con il vertice della Saga spa, che ringrazio per il prezioso supporto".

 

Pubblicato in Politica

Francavilla al Mare. Torna oggi, come ogni giovedì, a partire dalle 16.30 su Studio Uno Abruzzo (e successivamente su Metropolitan), l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.
Tra gli argomenti del giorno "Progetto salute", incontro svoltosi al Museo Michetti di Francavilla con le interviste all'organizzatore Gianluca Bellafante, allo chef Silvestro Ruggieri e al medico nutrizionista (ospite d'onore) Alberto Fiorito. Poi andremo ad ascoltare Piero Delle Monache protagonista dello spettacolo "Solosè" al Teatro Massimo di Pescara. Ed infine l'evento "Migrantes - La sfida dell'incontro" con le interviste al vicepresidente del Csv, Casto di Bonaventura, a Luigina Tartaglia della Caritas e al vicesindaco di Pescara, Antonio Blasioli.

Pubblicato in Rubrica

Pescara. Corsa agli ultimi biglietti per l’attesissimo spettacolo Il principe Abusivo con Alessandro Siani e Christian De Sica previsto domani 31 marzo al Palasport Giovanni Paolo II di Pescara.

Dopo il successo della mise en scène della stagione 2015, che ha registrato il sold out in tutte le tappe, ritorna con un nuovo tour, che toccherà i più importanti teatri d’ Italia, Il Principe Abusivo a teatro.

Lo spettacolo, è “figlio” del film Il Principe Abusivo, che ha segnato il debutto da regista dell’attore Alessandro Siani, e che è stato un grande successo al box office. Con lui sulla scena, come nel lungometraggio, Christian De Sica, nell’amatissimo ruolo del ciambellano di corte.

Grande cura per la scenografia con la perfetta riproduzione degli ambienti interni del principato, ma anche della Napoli quotidiana, videoproiezioni sullo sfondo del palco, ma soprattutto il binomio Alessandro Siani - Christian De Sica, quest’ultimo nell’amatissimo ruolo del ciambellano: queste le carte vincenti di uno spettacolo che sta riscuotendo di nuovo un grande successo di critica e pubblico in tutta Italia.
L’affiatamento fra i due e la bravura del resto della compagnia in uno spettacolo che fa divertire il pubblico grazie ad una storia che ha nella semplicità la sua forza: amore, ricchezza e povertà ne sono i protagonisti fra tante risate e comicità.

“Il Principe Abusivo – dice Alessandro Siani - è stato il mio film d'esordio, accolto con grande affetto dal pubblico, un affetto nei confronti di questa pellicola, che mi ha trascinato a progettarne una versione teatrale. Un adattamento con grandi sorprese nel cast, con tante novità musicali. Una favola moderna che parla di ricchezza e povertà. Si dice…che il ricco trova parenti tra gli sconosciuti, il povero trova sconosciuti tra i parenti!”.
Lo spettacolo scritto e diretto da Alessandro Siani, che interpreterà il ruolo del “povero” Antonio De Biase, vedrà sulla scena oltre a Christian de Sica, anche la bellissima Elena Cucci nel ruolo della principessa, Luis Molteni che sarà il Re, Stefania De Francesco che interpreta la verace cugina di Antonio, Jessica Quagliarulo e ancora Ciro Salatino che sarà il principino Gherez, e Antonio Fiorillo e Raffaele Musella, nei ruoli rispettivamente di Sasone e Lelluccio, gli inseparabili amici di Antonio. Le musiche sono affidate al maestro Umberto Scipione, scenografia Roberto Crea, coreografie Marcello Sacchetta, costumi Eleonora Rella. Collaborazione ai testi musicali di Vincenzo Incenzo. Lo spettacolo è prodotto dalla BEST LIVE.
De Sica è Anastasio, il ciambellano di un piccolo principato che deve insegnare i modi per stare a corte ad Antonio, un rozzo napoletano disoccupato e maestro dello scrocco (Siani), innamorato di una principessa triste e frustrata perché i rotocalchi non si occupano di lei e i sudditi la ignorano.
La principessa Letizia, in cerca di popolarità, cerca una storia d’amore con una persona di sangue non reale, un amore per interesse. Antonio è obbligato a rispettare le regole del bonton e a lasciare da parte la sua veracità napoletana, il tutto grazie all’aiuto del ciambellano di corte Anastasio.
Alla fine, però, i ruoli si invertono e troviamo Antonio a fare da mentore ad Anastasio che vuole conquistare Jessica, la cugina napoletana arrivata a corte.
Alla fine Antonio riesce a conquistare il cuore di Letizia tanto da farla trasferire a Napoli, mentre Letizia e Antonio festeggiano il loro amore in un matrimonio sconosciuto insieme al Ciambellano e Jessica.

Lo spettacolo di Pescara è organizzato da Alhena Entertainment e Ventidieci

Biglietti ancora disponibili nei circuiti Ticketone, Ciaotickets e domani anche presso il Palasport Giovanni Paolo II con apertura botteghino alle ore 16.30

Prezzi biglietti:

Platea Gold Numerata: 80,50 € c.d.p.
Platea Numerata: 69,00 € c.d.p.
Tribuna Centrale Posto Unico: 35,00 € c.d.p.
Tribuna Laterale Posto Unico: 42 € c.d.p.

Infoline: 085.54062; 366.2783418

Sito ufficiale Alhena Entertainment: www.alhena.it

Facebook Alhena Entertainment: http://on.fb.me/1OExn6C

Twitter Alhena Entertainment: https://twitter.com/AlhenaLive

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. “L’aumento di qualsiasi imposta o tariffa comunale rappresenta fondamentalmente un atto impopolare, specie in un contesto economico come quello che stiamo vivendo”.
Così in una nota il consigliere comunale di Chieti di Forza Italia, Marco D’Ingiullo, replica elle opposizioni sull’aumento delle tariffe Tari.
“La delibera dell’aumento delle tariffe Tari, da qualche giorno a questa parte è diventata terreno fertile per le minoranze, che senza un minimo di riflessione, si sono precipitate presso gli organi di stampa pur di sbandierare falsi aumenti, arrivando addirittura a dichiarare irreali percentuali di rincari fino addirittura al 99%”.
“Sottolineo ancora una volta che la delibera purtroppo è impopolare – prosegue D’Ingiullo - ma volevo evidenziare come si è giunti a questa maggiorazione del 15-20% circa. La raccolta dei rifiuti a Chieti, così come in qualsiasi altro luogo, è stata affidata tramite bando con annesso capitolato, già confezionato dalla vecchia amministrazione di centrosinistra, e adottato giocoforza e in fase di urgenza dall’amministrazione Di Primio nell’ottobre del 2010. Il capitolato prevedeva che lo smaltimento dei rifiuti avvenisse, ad un costo di 60 euro a tonnellata presso la discarica di Cupello. In realtà però la discarica di Cupello si rifiutò di far entrare gli articolati pieni di rifiuti e a quel punto gli stessi furono dal 2010 al 2016 dirottati presso altre discariche come quella di Sogliano (in Emilia Romagna) e Cesca (nella Marsica). Tutto questo, naturalmente e grazie al capitolato datato 2009, ha comportato costi aggiuntivi di trasporto e dopo alcuni anni, la ditta ha presentato puntualmente il conto. Loro chiedevano circa 3 milioni di euro solo per il trasporto e l’ufficio preposto, scendendo a transazione e basandosi sui valori medi di mercato per lo smaltimento dei rifiuti presso le discariche, si è accordato per un valore di 60 euro a tonnellata, abbassando il contenzioso di circa 2 milioni di euro portandolo ad una cifra più o meno di 1 milione e 300 mila euro. A questi poi va aggiunto un altro onere chiamato premialità (un premio di 50 euro per ogni tonnellata di rifiuti non conferiti in discarica) ed ecco quindi che la nostra amministrazione si trova di punto in bianco a dover fronteggiare maggiori oneri di smaltimento”.
“Morale della favola – conclude il consigliere di Forza Italia – l’amministrazione viene colpita da una nuova spesa straordinaria e a differenza loro, invece di far lievitare il debito con inutili ricorsi, provvede nel più breve tempo possibile alla chiusura del contenzioso, evitando così come fanno spesso fanno loro di tramandare il debito alle future amministrazioni. Dalla loro incompetenza, prenderemo spunto per confezionare a breve un nuovo bando con annesso capitolato in grado di poter garantire in futuro spiacevoli sorprese, magari partendo da un costo di 120 euro a tonnellata. Le minoranze a Chieti, in quanto a contenuti e argomentazioni lasciano molto a desiderare”.

Pubblicato in Politica

Pescara. La Biblioteca "Falcone e Borsellino" di Pescara ha ospitato il primo incontro dei promotori di Campo Progressista, il nuovo spazio politico lanciato da Giuliano Pisapia lo scorso 11 marzo a Roma, aperto a tutti coloro che hanno a cuore la costruzione di un nuovo centrosinistra. L'obiettivo è di creare una rete di esperienze politiche, associative, culturali. Progressiste, democratiche, ecologiste, civiche. Non un partito o un cartello elettorale, ma una leva che valorizzi le risorse positive esistenti e ne liberi di nuove. A presentare l'iniziativa i promotori Danilo D'Eugenio e Fiorangelo Cutilli insieme a Marco Furfaro, tra i promotori nazionali al fianco di Pisapia.

"Avvertiamo l’inadeguatezza e il logoramento degli schieramenti politici attuali - spiega Furfaro - che non intercettano quello che pure esiste: un’Italia che ogni giorno si impegna per un Paese diverso, che crea e innova in nome dell’inclusione e della sostenibilità, che combatte i pregiudizi e il rancore sociale. Che è sobria, concreta, salda nei valori ma pragmatica e non settaria. Con Campo Progressista abbiamo lanciato anche le Officine delle idee, che non sono circoli o sezioni di partito ma luoghi di discussione e confronto dove valorizzare le idee piuttosto che le varie provenienze."

"Abbiamo voluto raccogliere la sfida lanciata da Pisapia - sottolineano i promotori - per aprire una nuova stagione di un centrosinistra che si assuma la responsabilità di governo ma in netta discontinuità con le scelte politiche di questi ultimi anni. Non saranno gli slogan a restituire futuro e opportunità, ma politiche sociali e fiscali che partano dalla tutela dei più deboli."

Tra i promotori anche il Sindaco di San Valentino, Totò Saia, e quello di Collarmele, Antonio Mostacci.
Presenti all'incontro anche l'On. Melilla e il Sottosegretario Regionale Mazzocca del Movimento Democratici e Progressisti, l'assessore comunale di Pescara Giovanni Di Iacovo, oltre ad amministratori locali e rappresentanti di movimenti civici e associazioni.

Campo Progressista Pescara è già presente sui social con una pagina Facebook. Per altre informazioni e contatti, la mail è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Politica

Campobasso. “In ascolto del grido dell’Africa” è il tema del terzo incontro di formazione promosso dalla Scuola di Formazione socio – politica “G. Toniolo” di Campobasso. Il prossimo giovedì 30 marzo, alle ore 18:00, presso l’auditorium “Celestino V” in via Mazzini, 80 – Campobasso avrà luogo il percorso di studio sulla Populorum Progressio, enciclica sociale scritta da Paolo VI, a cinquant’anni dalla sua pubblicazione (26 marzo 1967).
A parlare del tema il “Grido dell’Africa” sarà padre Eric- Gabina M’Bika, sacerdote nato a Berberati (Centro Africa) e incardinato nell’arcidiocesi di Campobasso –Bojano. Con lui, in dialogo, il sig. Prefetto di Campobasso dott.ssa Maria Giulio Federico. Le conclusioni saranno affidate all’arcivescovo S.E. mons. GianCarlo Bregantini. L’Africa è il banco di prova dell’enciclica. «In questa terra sofferente sono rappresentate tutte le sofferenze del mondo» ha detto papa Francesco a Bangui nel 2015. La crisi umanitaria è divenuta un potente motore per le migrazioni. Dall’Africa all’Europa, dunque, nel Mediterraneo, i flussi migratori sono spinti non solo dai conflitti ma anche dal potente differenziale della crescita demografica. «Lo sviluppo integrale dell’uomo non può aver luogo senza lo sviluppo solidale dell’umanità. L’uomo deve incontrare l’uomo, le nazioni devono incontrarsi come fratelli e sorelle, come i figli di Dio. In questa comprensione e amicizia vicendevoli, in questa comunione sacra, noi dobbiamo parimenti cominciare a lavorare assieme per edificare l’avvenire comune dell’umanità". (P.P., 43)

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. È partita martedì 28 marzo dalla scuola "Andrea Cascella" - Istituto Comprensivo Pescara 6, la campagna di sensibilizzazione promossa da Attiva e da Adriatica Oli (destinataria dei materiali raccolti) sulla raccolta differenziata e il riciclaggio degli oli usati di cucina. In città è stato incrementato il numero dei contenitori destinati a questa particolare tipologia di rifiuto domestico che, se disperso nell'ambiente, è fortemente inquinante e che produce problemi gestionali anche se, con lo scarico nel lavandino di casa, viene immesso nel sistema di depurazione delle acque.

Le scuole coinvolte in questo ciclo di incontri, da ieri al 12 aprile prossimo, hanno già mostrato una particolare attenzione verso il tema della corretta gestione dei rifiuti”.
Questo primo programma di sensibilizzazione/formazione prevede sei incontri, il primo alla scuola Cascella ieri, i prossimi nelle seguenti scuole:

"Don Lorenzo Milani" - Istituto comprensivo Pescara 1, Via Sacco, 180 - il 30/03/2017 ore 11:00;
"Pineta Dannunziana" - Istituto Comprensivo Pescara 6, Via Scarfoglio 35 - il 04/04/2017 ore 11:00;
"G. Rodari" - Istituto comprensivo Pescara 1, Via Lago Sant'Angelo - il 06/04/2017 ore 10:30;
"Iqbal Masich" - Istituto comprensivo Pescara 1, Via della Casette - il 07/04/2017 ore 11:00;
"Marino di Resta" - Istituto Comprensivo Pescara 6, Via Anelli, 28 - il 12/04/2017 ore 09:45.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Si approssima la scadenza della prima rata del pagamento della TARI, fissata al 31 marzo, a seguito della decisione del Consiglio Comunale. In mattinata la conferenza stampa per illustrare scadenze e modalità di pagamento, da parte dell'assessore a Finanze e Tributi Giuliano Diodati, della consigliera delegata alla Semplificazione fiscale Lola Gabriella Berardi, il responsabile del Servizio Tributi Antonio Mastroluca.

“Come gran parte dei cittadini sanno, il 31 marzo scade la prima rata per il pagamento della TARI – illustra l'assessore Giuliano Diodati – Una scadenza che riguarda chi decide di pagare a rate gli importi dovuti e che prevede 4 soluzioni, la prima come detto a marzo, poi il 31 maggio, il 30 settembre e l'ultima il 30 novembre. Chi opta per la soluzione unica dovrà pagare entro il 16 giugno, come si evince dagli F24 che stiamo provvedendo a recapitare a casa, un servizio che abbiamo voluto assolvere, pur non essendo dovuto perché il vigente regime di autoliquaidazione non lo richiede, al fine di agevolare al massimo i contribuenti: che possono comunque scaricare tutta la modulistica dal “cassetto fiscale” che figura sulla home page del sito del Comune, basta registrarsi, oppure ritirandoli presso i nostri uffici in questi giorni.
Il modello può essere pagato agli sportelli bancari e postali, nonché tramite il sistema di home banking e anche tramite poste-pay o online sul sito delle Poste.
Rispetto allo scorso anno le tariffe sono state lievemente rimodulate, una necessità che ci consentirà di impiegare le risorse aggiuntive nella manutenzione dei tombini e caditoie, ruolo di Attiva che non era previsto nel capitolato delle attività della Spa e che è vitale per evitare gli allagamenti. Per quanto riguarda le attività produttive, gli aumenti vanno dallo 0,4 fino al massimo del 4 per cento; per le tariffe abitative sono ridotte quelle relative ad abitazioni piccole e nuclei numerosi e sono lievemente aumentate quelle riferite ad abitazioni grandi con nuclei familiari ridotti.
In questi giorni abbiamo ricevuto diverse sollecitazioni da parte dell'utenza che non ha ancora ricevuto a casa gli F24, la società incaricata della consegna ci ha assicurato che ieri la consegna ai 60.000 destinatari era coperta all'80 per cento e nei prossimi giorni sarà completa. Eventualmente ci fosse qualche contribuente che non ha ricevuto o non riceve il modello F-24 e non ha la possibilità di connettersi, può passare da noi e ritirarli per pagare entro la scadenza, oppure c'è un'ultima possibilità, che è quella di pagare entro i 15 giorni successivi alla scadenza, usufruendo del “ravvedimento operoso”, pagando cioè lo 0,1 per cento in più per ogni giorno oltre la scadenza, senza alcuna altra sanzione aggiuntiva, ma questo purché si paghi entro i 15 giorni successivi alle scadenze fissate.
Anno per anno cerchiamo di migliorare il servizio e renderlo più accessibile possibile. L'unica cosa che chiediamo è che ci sia massima collaborazione, ricordiamo inoltre che il recapito è un servizio che in regime di autoliquidazione non è dovuto, ma abbiamo voluto perché si evitassero disagi e code e la gente fosse agevolata al massimo”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Nella mattinata di oggi il sindaco Marco Alessandrini, insieme con il vice sindaco e assessore alle partecipare Enzo Del Vecchio, della presidente della società Pescara Parcheggi Angela Summa, il comandante della Polizia Municipale Carlo Maggitti, ha consegnato 10 decreti di ausiliari del traffico al personale precario della società formato dalla Polizia Municipale.

“Si tratta del secondo gruppo di personale di Pescara Parcheggi che assume la qualifica di ausiliari della sosta – specificano il sindaco Marco Alessandrini, Del Vecchio e la presidente Summa – Un ruolo per poter meglio disciplinare l'attività di Pescara Parcheggi relativamente alla sosta. Controllo, ma anche sanzione per chi non rispetta le regole per la sosta tariffata nella città di Pescara.
Sono dieci le persone che hanno ricevuto il decreto di nomina, che vasnno ad aggiungersi ai 14 nominati in precedenza. Si tratta di unità formate dalla Polizia Municipale, che saranno una sorta di front office civile per l'utenza dei parcheggi della città.
E' un passo che speriamo ci consentirà di andare avanti con le stabilizzazioni. Il passo successivo è strutturale e riguarda la sede di Pescara Parcheggi, che assume sempre di più l'identità di una società di servizi per garantire una utilità aggiuntive per la collettività”.


Gli ausiliari nominati sono:

1) Dante Ammazzalupo
2) Cinzia Cicloni
3) Domenico Di Rienzo
4) Fabio Di Rocco
5) Augusto Mazzetti
6) Maurizio Ronca
7) Alessandra Sinelabbe
8) Antonio Tomassetti
9) Guerino Verrocchio
10) Giovanni Cozzi

Pubblicato in Cronaca

Salle. Giovedì 30 marzo alle ore 18, presso il Museo delle Corde Armoniche a Salle (Pe), si terrà l’incontro 'Il processo di fusione dei Comuni centrale per il futuro delle aree interne'. Si discuterà con i cittadini dei vantaggi economici e sociali derivanti da un’ipotesi di fusione dei Comuni Salle, Tocco Casauria, Caramanico Terme, San Valentino, Sant’Eufemia Maiella, Bolognano, Abbateggio e Roccamorice.

Da questo presupposto prosegue il lavoro della Commissione di coesione territoriale del Comune di Salle, espressione diretta e concreta della collaborazione tra maggioranza e opposizione. La Commissione, composta da Beniamino Toro, che svolge le funzioni di Presidente, Davide Morante, Vice Presidente e Cristina D'Aviero con funzioni di segretaria, lavora da tempo verso le forme aggregative che porteranno a raggiungere obiettivi come la razionalizzazione della spesa, ottimizzando il funzionamento istituzionale, abbattendo i costi e snellendo la burocrazia. Oltre ai membri della Commissione comunale, saranno presenti il Sindaco di Salle Maurizio Fonzo, Gianni Natale dell’Associazione ‘Ripensiamo il Territorio’, e l’intervento telefonico di Faustino Conigli, sindaco di Trecastelli (An), attuale Comune risultante dalla fusione di altri tre sin dal 2014, che parlerà dell'esperienza maturata in merito.

Così Davide Morante, membro della commissione e consigliere comunale di Art. 1 – MDP: "Questa è una fase storica favorevole per discutere di associazionismo tra Comuni. Di fronte a una ridotta autonomia finanziaria, sono molte le amministrazioni comunali, anche di piccoli paesi, che hanno compreso che ad oggi solo la fusione dei Comuni può dare risposte alle nostre realtà che necessitano di innovazione e sviluppo. Sicuramente dovremo avvalerci di esperti in materia e di amministratori che hanno già avviato il percorso".

La relazione è stata elaborata con l’associazione ‘Ripensiamo il Territorio’, che da anni è impegnata nel promuovere dibattiti e approfondimenti sulla riorganizzazione amministrativa dei Comuni nelle aree interne. Quello di giovedi è il primo passo per un percorso di coesione che porti anche alla sinergia tra amministratori ed imprenditori, rendendoli protagonisti di tale svolta.

Pubblicato in Politica

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione