Articoli filtrati per data: Marzo 2017

Pescara. “Il primo marzo di 79 anni fa moriva Gabriele d'Annunzio. Questo è un momento di riflessione su colui, che oltre ad essere una delle penne più prestiogiose della letteratura italiana ed Europea, è stato di certo il più grande cittadino che Pescara abbia mai avuto“.
Così in una nota l'assessora alle Tradizioni Cittadine del Comune di Pescara, Paola Marchegiani, che aggiunge: “Oggi ne commemoriamo la morte. Ma vorrei notare che il Poeta è riuscito nel suo intento più ardito: quello di essere immortale. Con le sue opere e con le sue “pietre”, ossia la ristrutturazione della sua casa natale a Pescara e la creazione del sontuoso Vittoriale degli Italiani a Gardone, ha conquistato non solo i suoi contemporanei, ma anche i posteri. Profeta come tutti i grandi artisti, Gabriele d'Annunzio preannunciò che la sua opera sarebbe stata compresa a fondo solo dopo 70 anni dalla sua morte. Ancora oggi infatti, si scoprono aspetti sorprendenti della sua vita e dei suoi scritti che ce lo rendono non solo attuale, ma addirittura caro al nostro spirito. Le sue opere sono studiate in tutte le università del mondo e in Italia sta uscendo l'edizione critica dell'Opera Omnia”.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 01 Marzo 2017 00:00

Femi Temowo Trio a Pescara

Pescara. Concerto evento per la città di Pescara. Sabato 4 marzo (Maison Des Arts, Corso Umberto 83, ore 18, ingresso libero consentito fino ad esaurimento posti dalle 17.30), in anteprima abruzzese assoluta, c’è Femi Temowo, un grande della musica internazionale.

Chitarrista e cantante inglese di origine nigeriana, in passato produttore musicale e compagno fisso sul palco di Amy Winehouse.

Un live imperdibile. Insieme a Femi Temowo, Frank Parker alla batteria e Maurizio Rolli al basso. L’appuntamento musicale si inserisce nell’ambito della rassegna “sabato in concerto jazz” cartellone della Fondazione Pescarabruzzo, organizzato dall’associazione Archivi Sonori.

Il trio proporrà un range di suoni che spaziano da Wes Montgomery a Jimi Hendrix, arricchiti dal soul, dalle sonorità nigeriane e dalla voce di un artista poliedrico come Femi Temowo.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente a Londra per avere qualche anteprima su concerto nel capoluogo adriatico.

Hai già suonato in Abruzzo? Conosci la città di Pescara?

“Non ho mai suonato in Abruzzo, sarà la mia prima volta da voi, anche se in realtà ho già visitato la città di Pescara grazie a Marco De Virigiliis, sono un endorser della sua azienda, la Dv Mark”

Chitarrista ufficiale e produttore musicale di Amy Winehouse, cosa ti ha lasciato questa esperienza con una grandissima della musica mondiale?

“Divertimento, divertimento puro, suonare con Amy Winehouse era questo. Non poteva non essere così, amava la musica più di ogni altra cosa, per me è stato un onore lavorare con lei”

Cantautore, arrangiatore, grande chitarrista. Cosa dovrà aspettarsi il pubblico italiano da un musicista così eclettico? Le tue note cosa racconteranno?

“Come per altri cantautori le mie composizioni nascono dalle mie esperienze di vita, spero che le persone abbiamo voglia di vedere un pezzo di mondo attraverso i miei occhi. Così si crea una connessione profonda. Attraverso la musica si scoprono dei bellissimi punti di contatto con chi ascolta”

Se dovessi descrivere la tua musica con pochi termini, quali useresti?
“Gioia, speranza ma anche provocazione”

Non rimane altro che scoprire, il 4 marzo a Pescara, lo straordinario mondo in musica di Femi Temowo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. Venti studenti e dodici docenti provenienti da diversi istituti europei saranno a Roseto dal 6 al 10 marzo.

L’iniziativa, inserita nel progetto Erasmus+ Ka2 Consumer awareness for students in Europe è dell’Istituto di istruzione superiore Vincenzo Moretti di Roseto, diretto da Sabrina Del Gaone e vede la partecipazione dell’Iis Eugenio Bona di Biella; Toki Sehit Ikram Cirit Anadolu Lisesi di Eskisehir (Turchia); Gimanzjum n. 2 Sybirakow W. Augustowie di Augustow (Polonia); Druskininku Ryto Gimnazija di Druskinkai (Lituania); Veluws college di Apeldoorn (Paesi Bassi).

Il progetto, coordinato per l’Iis Moretti dalla docente Marisa Di Salvestre, mira a creare una maggiore consapevolezza nei giovani, relativa alle loro abitudini e ai loro comportamenti nei confronti del consumismo, della sostenibilità e del benessere degli esseri umani. Il primo incontro di tutti i Paesi partecipanti si tiene a Roseto.

Lunedì 6 marzo, alle 9,30, la delegazione di docenti e studenti europei sarà accolta nella sala consiliare del Comune per un incontro di benvenuto.

Martedì 7 gli ospiti saranno portati in visita nell’azienda Mazzarosa e nell’oleificio Matalucci per concludere la giornata con la visita alla chiesa del Sacro Cuore.

“Siamo orgogliosi e felici di poter ospitare giovani e professori da Biella e dagli altri Paesi europei”, sottolinea il sindaco Sabatino Di Girolamo, “per una iniziativa di così grande importanza. Purtroppo i nostri ragazzi sono continuamente bombardati, fin dalla più tenera età, di messaggi che li spingono a un consumismo sempre più acceso. Un progetto che riesca a creare anche un minimo dubbio sulle corrette abitudini di vita, per una maggiore sostenibilità e benessere delle persone, non può che essere accolto con la massima soddisfazione. Il fatto, poi, che studenti e docenti della nostra città hanno l’opportunità di conoscere e confrontarsi con colleghi provenienti da Biella, dalla Turchia, dalla Polonia, dalla Lituania e dai Paesi Bassi è un indubbio valore aggiunto alla crescita culturale e umana di tutti. Ringrazio, quindi, a nome mio e di tutta l’amministrazione comunale, l’Iis Moretti e la sua dirigente Sabrina Del Gaone per questa iniziativa”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Lanciano. Il vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini, il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, l’ex Ministro delle Finanze Vincenzo Visco e ancora tanti ex colleghi del mondo accademico come Jean Paul Fitoussi e Mario Amendola. Dall’università di Roma a quella di Siena, passando per la Luiss Guido Carli e Banca d’Italia fino alla Scuola superiore di Pubblica amministrazione e al giornalismo, sono circa cinquanta gli autorevoli membri dell’associazione “Marcello de Cecco”, che verrà presentata ufficialmente a Lanciano (Palazzo degli Studi, Corso Trento e Trieste, ore 18), sabato 4 marzo per ricordare l’illustre studioso abruzzese Marcello de Cecco.

All’incontro “L’economista e lo sguardo sul mondo” interverrà il socio Alfredo Gigliobianco, direttore della divisione Storia economica e Archivio storico della Banca d’Italia e curatore della riedizione 2017, per i tipi di Donzelli, di Moneta ed Impero, il capolavoro di de Cecco, ritenuto un classico della storia economica. Con Gigliobianco, a tracciare un ricordo dello studioso che ha sempre mantenuto orgogliosamente viva la sua origine abruzzese, ci saranno anche il sindaco di Lanciano Mario Pupillo, l’avvocato Aldo La Morgia, amico di infanzia di de Cecco e Antonio Bianco, ricercatore di economia politica, ideatore e promotore dell’associazione.

Il convegno, moderato dal giornalista Lucio Valentini, vedrà anche la presenza di Julia Bamford la moglie dell’illustre docente che ha insegnato in numerosi atenei italiani ed esteri, dalla simpatia innata, un economista fuori dagli schemi, colto e raffinato interprete della storia della moneta e della finanza. (Il suo Money and Empire, è considerato un autorevole esempio di analisi storico-critica delle relazioni monetarie internazionali e rivela il radicato scetticismo dell’autore verso ogni tentativo di esaminare le relazioni economiche tra paesi in base a teoremi astratti e decontestualizzati).
Sarà dunque proprio la città in cui Marcello de Cecco nacque nel 1939, ad ospitare un primo momento pubblico non solo per celebrare, ad un anno dalla sua scomparsa, lo studioso a cui tutti riconoscono un’acuta capacità di coniugare la teoria con la storia, la società e la politica, ma anche ad essere sede di un’associazione che ha l’obiettivo di continuarne l’opera di promozione e diffusione della conoscenza economica come fattore di crescita civile.
Fra i soci fondatori, accanto ai sopramenzionati, ci sono ex colleghi come Maurizio Franzini e Paolo Piacentini dalla Sapienza, dalla Luiss Marcello Messori e l’ex rettore Massimo Egidi, e ancora Ugo Pagano e Massimo Di Matteo dell’università di Siena, Emiliano Brancaccio dell’università del Sannio, i giornalisti Marco Panara e Carlo Clericetti (Marcello de Cecco è stato anche editorialista di Repubblica e Affari&Finanza).
L’incontro di Lanciano, sarà preceduto venerdì 3 marzo da un’iniziativa promossa dalla Sapienza di Roma, a un anno dalla scomparsa del professor de Cecco, nel corso della quale verrà ufficializzata la costituzione dell’associazione “Marcello de Cecco” che come recita l’art.2 dello Statuto “persegue la promozione degli studi e delle ricerche scientifiche in materia di economia e finanza nella sua visione scientifica, che partiva da una prospettiva storica, con l’obiettivo di continuarne l’opera di promozione e diffusione della conoscenza come fattore di crescita civile”.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 01 Marzo 2017 00:00

Lanciano, illustrate le Feste di Settembre

Lanciano. Feste di Settembre Lanciano 2017: che spettacolo! E’ sintetizzato in questo slogan (articolato in una serie di parole chiave racchiuse in una tag cloud) lo spirito dell’edizione 184 della festa patronale lancianese.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, il neo presidente Maurizio Trevisan, insieme al sindaco Mario Pupillo e all’assessore alla Cultura Marusca Miscia, hanno presentato l’edizione 2017 delle Feste di Settembre.

A Trevisan il compito di illustrare lo ‘spirito’ delle feste settembrine di quest’anno.
“Con un pizzico di ambizione – ha sottolineato nel corso della conferenza stampa – abbiamo utilizzato lo slogan ‘Che spettacolo!’, per rimarcare il nostro impegno, da subito, a regalare alla città delle feste spettacolari. A questo scopo, abbiamo utilizzato una tag cloud che riassume alcune parole chiave per descrivere le Feste di Settembre 2017: collaborazioni, giochi, eventi, settembre, spettacoli, estate, paratura, tradizioni, innovazione, musica, emozioni, Lanciano, concerti”.
Trevisan - scelto dall’amministrazione comunale dopo un'approfondita e puntuale valutazione degli elaborati progettuali e dei curricula degli otto candidati alla Presidenza delle Feste di Settembre per il biennio 2017-2018 - vanta ampia esperienza nell’ambito musicale e culturale.
Ha organizzato con successo di critica e pubblico, per 11 anni consecutivi, il “Lanciano Blues Festival” manifestazione musicale di spessore nazionale con ospiti internazionali di assoluta qualità: valga come unico ed emblematico esempio John Mayall, chitarrista ‘padre’ di Eric Clapton, Robben Ford, e Lerry Carlton.

“Sono nel settore da tanti anni – ha ribadito in conferenza stampa – e questo mi ha permesso, appena saputo dell’incarico ricevuto come presidente delle Feste di Settembre 2017 – di mettermi immediatamente al lavoro per attivare contatti e contratti per le tante manifestazioni da organizzare. E’ importante allestire il prima possibile un programma accattivante, così da poter attirare da subito l’attenzione dei tanti cittadini che aspettano le feste patronali frentane, ma anche degli sponsor che dovranno sostenerci nell’organizzazione”.

E Trevisan è passato subito ai fatti, tanto da aver già chiuso il contratto per la ‘Paratura’, affidata (come già altre volte in passato) alla ditta Paulicelli di Capurso (Bari), e di essere in dirittura d’arrivo per quello per i fuochi pirotecnici, la Banda e altre manifestazioni. Quanto agli spettacoli delle quattro serate principali (13, 14, 15 e 16), il presidente ha già le idee abbastanza chiare, i contatti sono avviati e assicura che molto presto saranno chiusi i contratti: “Voglio portare a Lanciano i grandi nomi del panorama musicale nazionale, cercando di accontentare un pubblico trasversale, ma ci saranno anche momenti dedicati ai giovani, al revival, alla comicità e ai bambini”.

Da parte di Trevisan, infine, il ringraziamento al presidente che l’ha preceduto - Stefano Angelucci Marino – per il lavoro fatto e l’invito alla città a collaborare all’organizzazione della rassegna: “Le Feste di Settembre sono le feste di tutti – ha concluso Trevisan – e per questo è importante che, con la mia regia e il lavoro del mio staff, si realizzi una collaborazione quanto più partecipata, perché tutti possono contribuire a rendere le feste di Settembre 2017… uno spettacolo!”.

“La scelta di Maurizio Trevisan è stata dettata dalla volontà condivisa con tutta l'Amministrazione di puntare su un programma musicale di qualità e di forte richiamo: riteniamo questo l'elemento capace di differenziare le prossime Feste. Il nostro obiettivo è quello di richiamare a Lanciano durante le Feste un numero importante di persone – ha dichiarato il Sindaco Mario Pupillo - La lunga esperienza di Trevisan in qualità di organizzatore di eventi musicali e di spettacolo come il Lanciano Blues Festival, in questo senso ci dà ampie e qualificate garanzie”.

“Le Feste sono un momento importante, fondamentale per Lanciano e i lancianesi. Abbiamo scelto di affidare l'incarico a Trevisan anche perché nella sua proposta, ampiamente documentata sotto l'aspetto economico, è prevista l'ampia partecipazione delle tante Associazioni culturali che animano Lanciano, - ha sottolineato l'Assessore alla Cultura e Turismo Marusca Miscia - un fattore importante che potrà fare la differenza per organizzare delle Feste di Settembre davvero spettacolari e coinvolgenti”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Si chiama Davide D’Angelo risiede nella provincia di Ascoli Piceno ed è il vincitore di “Street Art - Lo Sport è…” il concorso dedicato agli urban writers lanciato dal Comune di Montesilvano per riqualificare e riammodernare il campo sportivo Speziale di via Foscolo.
«Nei mesi scorsi – ricorda il presidente della Commissione Sport e Cultura, Alessandro Pompei – abbiamo lanciato questa iniziativa, convinti del potere di questa bellissima forma d’arte per riqualificare alcuni quartieri cittadini e cambiare il volto di Montesilvano. Abbiamo chiesto ai giovani artisti di proporci la loro visione dello sport, mediante la street art, per realizzare 6 murales, su altrettanti muri del campo sportivo, lungo via Alfieri. Siamo particolarmente soddisfatti perché la partecipazione è stata soprattutto da fuori regione. Ci hanno infatti inviato le loro proposte, oltre al vincitore delle Marche, ragazzi della provincia di Bologna, di Modena o ancora di Firenze. Nel corso di una delle sedute della Commissione Cultura, insieme a tutti gli altri commissari abbiamo valutato i bozzetti ritenendo il progetto di Davide il migliore, sia concettualmente che per il significato espresso».
Nei prossimi mesi l’artista giungerà a Montesilvano per realizzare la sua opera: sei coloratissime illustrazioni di sei definizioni dello sport. Dalla tecnica, alla passione, dal divertimento alla fantasia, dalla lealtà al coraggio.
«Questo concorso - dice ancora Pompei - è un primo intervento nell’ambito di un progetto molto articolato dedicato alla Street Art, che investirà diversi luoghi di Montesilvano. Stiamo infatti, definendo i dettagli con un artista di fama internazionale, autore di uno dei 20 murales più belli del mondo, secondo Wide Walls, una delle più autorevoli community nel campo della street art come riportato dalla rivista Gq Italia, che per la prima volta porterà il suo tratto unico, dopo essere stato in tutto il mondo, proprio a Montesilvano per un intervento in una zona socialmente fragile del nostro territorio. Affideremo, inoltre, ad altri artisti anche ulteriori punti della città, che sono stati selezionati dai cittadini stessi grazie alla pagina Facebook “P-Artecipo anch’io” che abbiamo creato appositamente per raccogliere i suggerimenti dei montesilvanesi».
Si tratta della parete est della stazione ferroviaria; dei sottopassaggi della stazione; le mura di contenimento all’uscita della galleria della tangenziale vicino il Cimitero comunale allo svincolo per Montesilvano Colle; la parete sud della scuola Fanny Di Blasio; il sottopassaggio di via De Gasperi; il muro di contenimento del tracciato ferroviario di via Michetti dell’ex Fea; l’area giochi all’interno della Galleria Europa 2; il muro ferroviario adiacente la Strada Parco; e il sottopassaggio ferroviario nella zona di Santa Filomena.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione