Articoli filtrati per data: Aprile 2017

Pescara. Artigianato, curiosità, assaggi e intrattenimento a Pescara per domani, domenica 30 aprile, in occasione della Fiera di Primavera a cura di Confartigianato. Si tratta di un altro appuntamento che punta a creare aggregazione in una giornata che sarà speciale per il ponte del Primo Maggio. La fiera si svolgerà come di consueto lungo la parte di Corso Vittorio Emanuele che verrà chiusa al traffico: arti, mestieri, artigianato e intrattenimento per tutti con circa 75 espositori che arrivano da tutto l’Abruzzo e da fuori
Non solo fiera si ripetono sempre domani i laboratori dedicati ai più piccini che hanno sede all'Ubran Box di Piazza della Rinascita, dove ci saranno giochi e creazioni all'insegna della fantasia a cura di Happy Tata. Il tema sarà “Benvenuta primavera.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Sono stati il sindaco, Marco Alessandrini, e l'assessore regionale all'Urbanistica e ai Parchi, Donato Di Matteo, a tagliare il nastro tricolore dell'edizione 2017 di “Mostra del Fiore Florviva” presso il Porto Turistico “Marina di Pescara”, insieme agli organizzatori, il presidente della Camera di Commercio di Pescara, Daniele Becci, di Arfa, Remo Matricardi, di Assoflora, Guido Caravaggio, di Eafa, Serena Margiotti.
Una presenza qualificata, quella della Regione, che presenta negli stand della mostra tutte le riserve e i parchi naturali del territorio, e che è stata protagonista del primo evento culturale di questa edizione: alle 11.45, infatti, all'interno del padiglione ex Cofa si è tenuto un seminario sulle aree protette abruzzesi, animato dall'intervento di Fernando Di Fabrizio, direttore della riserva naturale di Penne, che ha parlato sul tema “Green economy nelle aree protette d'Abruzzo”.
«L'Abruzzo – ha spiegato Di Fabrizio – è una cassaforte di biodiversità davvero notevole, che rende la nostra regione unica in Italia, con il 35% di territorio protetto sul totale a disposizione. Per questo, la Green Economy, con i tre parchi nazionali, il parco regionale e le 25 riserve regionali, in questi anni si è sviluppata in diverse direzioni, che si diversificano attorno al turismo responsabile, all'agricoltura biologica, all'artigianato locale, ai laboratori sociale e scolastico, dimostrando che la rete naturalistica sul territorio, oltre a conservare le specie a rischio, dà la possibilità di crescere dal punto di vista economico e di fruire di meraviglie poco conosciute, come montagne, ghiacciai, fiumi, cascate, grotte. Questa è una ricchezza che la Regione dovrebbe amministrare sempre meglio, sotto un'etichetta unica, quella della “terra selvaggia di orsi e lupi, con 400 alberi secolari”».
A catalizzare l'interesse di una edizione dedicata ai bambini, è stata principalmente la meravigliosa “carrozza di Cenerentola” che fa bella mostra di sé nel padiglione ex Cofa, a disposizione dei piccini: un'attrazione che ha colpito anche i più grandi, che hanno fatto corona (specie di selfie e ritratti) alla fiabesca proposta degli organizzatori.
Affollati anche il laboratorio sulla creazione di composizioni floreali con gli studenti della “Bottega d’arte” della pittrice Cinzia Napoleone e al reading a “Petali e Poesia”, a cura dell’Associazione Culturale “Teatranti d’Abruzzo”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Dopo il Caffè Letterario, l’Aps Luca Romano inaugura presso lo Storico “Palazzo Lepri” il Centro Arte e Cultura la: “A-Normalità dell’Arte”.

 Tra i vari progetti promossi dall'Aps ci sono: “Invasioni, Dominazioni, e Contaminazioni Culturali su Chieti” progetto di Tony Pancella. Sulla città di Chieti e l'Abruzzo la storia testimonia le numerose invasioni e dominazioni subite con conseguenti molteplici influssi culturali e contaminazioni provenienti da tutto il bacino del Mediterraneo. Questo progetto lancia una sfida provocatoria: ribaltare oggi nel 2017 l’idea di “invasioni”: dopo aver così pesantemente lasciato segni sulla città, è tempo adesso di invertire la rotta e farsi “ospite” di nuove e più feconde “invasioni”, dove cultura, arte e musica siano protagoniste. Il Jazz ne rappresenta il filo conduttore in quanto musica nata dalla fusione di culture diverse (africane, europee, ispaniche e sud americane), ma assolutamente aperto a tutti i generi musicali.  L’obiettivo di questa manifestazione è evidenziare l’incontro tra culture diverse attraverso la musica e le arti per favorire la conoscenza, il rispetto delle reciproche diversità e promuovere le ricchezze del territorio, siano culturali, ambientali ed enogastronomiche; in ultima analisi sottolineare come le contaminazioni culturali possano diventare una ricchezza ed una occasione di crescita. Per raggiungere questo obbiettivo sarà fondamentale la collaborazione delle scuole e dell’Università. In collaborazione con l’Accademia dei Templi, scuola di formazione musicale di Chieti: saranno organizzate quattro “guide all’ascolto” rivolte a chiunque voglia approfondire la propria cultura musicale: due sulle opere liriche Madama Butterfly e Turandot di Giacomo Puccini, a cura del musicologo Emanuele Franceschetti con la partecipazione dei musicisti Matteo Di Iorio e Fabio Monaco, e due guide all’ascolto “le storie del Jazz” a cura del pianista Tony Pancella: attraverso la musica, le biografie, i racconti delle vite di alcuni grandi musicisti verrà data una chiave di lettura originale per comprendere meglio l’ascolto del Jazz.

 Poi troviamo “Libro e tango” di Giusi De Berardinis; la I^ edizione del Premio letterario Nazionale: “Luca Romano”; la giornata del “RICORDO” per le vittime della strada dove collegato a questo evento ci saranno convegni e incontri con coloro che hanno vissuto il DRAMMA. Particolare interesse e attenzione va posto al Campo scuola sulla SICUREZZA STRADALE. La scheda progetto che forniamo ne dà una minima idea ma intendiamo lavorare affinchè i nostri giovani, rischino il meno possibile. Il progetto è già da tempo al vaglio del Comune di Chieti e siamo in attesa delle opportune decisioni. La Aps ha promosso con atto notarile la Cassa di Mutuo Soccorso CIMS quale organo di assistenza a tutta la collettività. Nei nostri progetti la parte più importante è dedicato ai giovani e agli anziani per i quali la fascia intermedia dei nostri concittadini è invitata a operare al fine di migliorare la vita. Nell’ambito “ Scuola Alternanza Lavoro “ stiamo stipulando accordi per coinvolgere gli studenti degli Istituti e le Accademie artistiche, anche per il recupero degli affreschi del Palazzo Lepri, e promuovere Laboratori di Specializzazioni nelle varie discipline musica,pittura,arti figurative ,teatro ,di tessitura con telai a cornice per scuole elementari e medie, lavorazione della pietra della Majella. Assieme alle Pro Loco d Abruzzo promuovere,con eventi a tema, tipicità gastronomiche locali della vecchia arte culinaria rurale.

 La Aps Luca Romano, nasce per dare seguito ai Progetti di Luca deceduto a seguito di incidente stradale il 4 Luglio 2007 su iniziativa di un gruppo di professionisti operante nel settore della formazione professionale, della scuola e dello sviluppo organizzativo delle Risorse Umane in azienda.

 La Aps Luca Romano promuove, coordina e gestisce specifiche attività e servizi per lo sviluppo delle iniziative di cui sopra, anche ai fini di favorire una concreta valorizzazione della dimensione formativa nel contesto economico, produttivo e sociale regionale e nazionale.

 Promuove e organizza corsi diurni e serali, aventi per oggetto diverse tematiche formative; corsi di formazione professionale; corsi a finanziamento pubblico (finanziati da Fondo Sociale Europeo o altri programmi comunitari, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Fondi Interprofessionali o Aziende); corsi di perfezionamento e di specializzazione; analisi dei fabbisogni formativi e occupazionali; progettazione e programmazione di sviluppo organizzativo e di sistemi di qualità; attività inerenti il settore della valutazione e dell’orientamento; azioni di accompagnamento al lavoro; convegni e corsi di studio e di aggiornamento; pubblicazione di materiale documentale, contributi, ricerche, volumi ecc.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Ci sarà anche Alex Zanardi fra i campioni dell'IRONMAN 70.3 ITALY che si svolgeranno a Pescara il 18 giugno. Dopo tanto rincorrersi di notizie ora il nome dell'ex pilota, oggi campione paralimpico, è ufficiale e a farlo è proprio il management della competizione.

"Una notizia che ci riempie di orgoglio – così l'assessore allo Sport Giuliano Diodati - Zanardi è un campione di tante cose, lo è nella vita, lo è nello sport. La sua storia e le sue straordinarie vittorie hanno dimostrato quanto contino il coraggio, l'impegno e la convinzione, materiale umano indispensabile anche nelle situazioni più drammatiche e difficili. Siamo felici di poter vedere di persona la sua sfida e i traguardi che ogni volta che si mette alla prova regala e che la città ospiti il suo forte e sano spirito di competizione. Un esempio che illuminerà Pescara e l'edizione 2017 di IRONMAN".

Pubblicato in Sport

Chieti. Lo si è detto tante di quelle volte che abbiamo perso il conto ma adesso è proprio vero, “live or die”, vivi o muori, puro istinto di sopravvivenza. È tempo di playout, arena per cuori indomiti, tra domenica e martedì, in sole 72 ore, si deciderà in larga parte il destino delle Furie. Il boccino è nelle mani della Proger, che ha il vantaggio “teorico” del fattore campo ma di sicuro la Viola scenderà in campo per vendere cara la pelle e rovesciare l’inerzia della serie. Coach Bolignano, subentrato in corso d’opera a Paternoster, a tale proposito è molto chiaro: “Mi aspetto di trovare un classico clima da playout, con due squadre determinate a raggiungere il proprio obiettivo. Chieti parte con il fattore campo a favore e noi proveremo a ribaltare questo vantaggio. Ciò ci permetterebbe di giocare le gare in casa nostra con maggiore serenità. I ragazzi sono molto concentrati e hanno la giusta tensione per affrontare una partita che non sarà facilissima. Chieti è una squadra con un roster abbastanza lungo e importante, ha due buoni americani e due giocatori di esperienza come Allegretti e Mortellaro. Mi aspetto da parte loro una rotazione ampia e una gara abbastanza tattica. Anche la componente fisica sarà importante, rispetto alle quattro partite che giocheremo in pochi giorni. Chi ne avrà di più dal punto di vista mentale e fisico, avrà la meglio sugli altri”. Un’analisi onesta per una gara difficile da immaginare sotto il profilo tattico, in quanto le due squadre non si sono mai incontrate in regular season. Chieti, rispetto a Reggio, può contare su di una intelaiatura più rodata, una panchina più lunga e un gioco piùstrutturato. La Viola invece durante la stagione ha cambiato pelle più volte, puntando più sulla qualità e l’intraprendenza delle individualità, alcune delle quali eccellenti, che sul gioco. Ha inciso molto sul destino dei reggini l’infortunio del lungo titolare Baldassarre, che ha costretto la Viola a modificare, non senza problemi, gli equilibri di squadra. Con Bolignano è migliorato l’approccio difensivo degli ausoni ma è pur vero che il finale di campionato ha fatto riemergere problematiche che sembravano superate e che invece hanno inciso non poco sul rendimento ultimo dei neroarancio.
Il vice allenatore delle Furie, Pino Di Paolo, ha studiato con cura il piano gara, passando al setaccio, per ore ed ore, i filmati delle partite di Reggio, ed è quello che può meglio aiutarci a capire le caratteristiche dei nostri avversari: “I calabresi hanno iniziato il campionato con ben altri proclami ma, complice una serie di risultati negativi, hanno dovuto rivedere i propri piani in corso d'opera. Durante l'anno, il loro roster è stato completamente stravolto e adesso giocano con una strutturazione molto atipica perché, avendo perso Baldassarre hanno dovuto adattare nel ruolo di 5 quel Marshawn Powell, che ben conosciamo, avendolo affrontato con Treviso nella scorsa stagione. Hanno esterni, fisicamente piccoli, come Caroti, Fabi e Voskuil, ma molto incisivi. Questo fa di loro una squadra particolarmente offensiva, che negli ultimi match ha disputato una buona pallacanestro, giocandosela con tutte fino alla fine. Il loro punto di forza consiste proprio nell’essere atipici, che permette loro di giocare in pick'n pop e di aprire efficacemente il campo. Noi stiamo studiando le contromisure per poter limitare le loro principali bocche di fuoco che sono Powell, Fabi e Voskuil. Vogliamo e dobbiamo assolutamente ripetere la prestazione difensiva mostrata nell'ultima partita in casa contro Ravenna. A nostro favore, oltre al fattore campo, potremo contare sulla nostra maggiore lunghezza della panchina, un vantaggio ‘teorico’ importante che se sfruttato convenientemente potrebbe risultare determinante”.
Matteo Fallucca, ex di turno, da parte sua aggiunge: “Sarà una serie molto difficile, dove avrà la meglio chi riuscirà ad essere più intenso nella fase difensiva e ad essere nei momenti clou dell’incontro più determinato e ‘cattivo’. In queste partite, la differenza sta nei dettagli e quindi bisogna prepararsi mentalmente e atleticamente ai limiti della perfezione. Si giocherà ogni due giorni e sarà fondamentale la fase di recupero sia sotto l'aspetto mentale che fisico. Vincerà chi avrà più gamba e i nervi più saldi, non saranno ammessi cali di tensione e nel contempo bisognerà attingere a tutte le nostre residue risorse psicofisiche. Dovremo sfruttare al meglio il fattore campo a nostra disposizione perché sappiamo che a Reggio Calabria sarà oltremodo difficile riuscire a vincere. Conosco molti dei loro giocatori avendoli avuti come compagni fino al dicembre scorso e sono convinto che venderanno cara la pelle per salvarsi”.
Volendo fornire una scheda tecnica più analitica dei reggini, aggiungiamo che la Viola ha realizzato in stagione 75 punti ad incontro, tirando con il 51% da 2, il 33% da 3 e il 73% a cronometro fermo, raccogliendo 32,5 rimbalzi (di cui 8,8 offensivi) e dispensando 14,1 assist a gara. Mattatore assoluto della squadra calabrese è, il già citato e fortissimo atleta USA, Marshawn Powell (20,3 ppg), primo anche nella casella di rimbalzi raccolti per gara (4,9). Lo starting five vede Caroti, classe ’97 prodotto delle giovanili del basket Cecina, in cabina di regia, la guardia classe ’96 proveniente dall’Assigeco Piacenza Riccardo Rossato (9,2 ppg), appena recuperato da un infortunio, la talentuosa guardia/ala americana, naturalizzata danese, Alan Voskuil, giocatore arrivato a stagione in corso per rimpiazzare il partente Alex Legion, l’ala piccola italo-argentina che, però, occupa lo spot di quattro Augustin Fabi (12,8 ppg), e l’ala grande Marshawn Powell, adattata come centro in virtù del trauma distorsivo con lesione al crociato anteriore che ha colpito l’ex capitano di Scafati, Patrick Baldassarre. La panchina calabrese è invece composta tutta da giovanissimi come il play, ex Roseto, Roberto Marulli (5,45 ppg), l’albanese Celis Taflaj, Angelo Guaccio (guardia ala) e Tommaso Guariglia (centro). Da registrare che nel suo roster Reggio Calabria ha attualmente a disposizione Emmanuel Marcus Gilbert come terzo americano, utile rimpiazzo in caso di infortunio di uno dei due USA.

Per le Furie, quindi, sarà oltremodo opportuno guardarsi dalla coppia americana Powell-Voskuil, difendere forte su di loro significherebbe conseguentemente avere ottime possibilità di aggiudicarsi la serie, non disdegnando però di curare Caroti, Rossato e soprattutto Fabi, che tradizionalmente quando gioca contro Chieti entra sempre in serie, risultando spesso decisivo. Sarà battaglia, una dura, aspra battaglia, alla quale, però, il pubblico generoso e caldo dei teatini, potrà dare un indispensabile contributo. Sono attesi tifosi Viola provenienti sia da Reggio che da Roma e Carpi, eletta come centro di partenza dei tanti reggini residenti nel Nord. Sarà dunque anche battaglia di tifo sugli spalti, una battaglia improntata sulla correttezza e il rispetto ma che potrà risultare decisiva, almeno in parte, sull’esito della gara. La Pallacanestro Chieti, volendo venire incontro alle esigenze dei tifosi, per quanto concernentesia gara 1 che gara 2,ha ridotto il costo dei biglietti (Parterre biglietto unico - € 20.00, Tribuna Intero - € 10,00 e Ridotto 11-18 anni/over 70 - € 5.00, Curva biglietto unico - € 5,00), che possono essere acquistati in prevendita presso i tradizionali punti vendita della Pasticceria "La Veronese", via Pescara, 554 e del Gran Caffè Vittoria, corso Marrucino, 89. Non resta altro che darsi appuntamento a domenica, ore 18.00, quando gli arbitri Ciaglia, Salustri, Lestingi daranno il via alla partita. Ci si augura un PalaTricalle ribollente di tifo.

Pubblicato in Sport

Pescara. “La Legge di Stabilità 2016 ha stabilito che, entro il primo luglio dello scorso anno, tutti i Comuni avrebbero dovuto abilitare i parchimetri installati nelle aree di sosta “a strisce blu” ai pagamenti con bancomat e carte di credito/debito.
La città di Pescara, ad oggi, non ha ancora adempiuto a tale obbligo e solo di recente sono apparse le prime rare colonnine blu, in alcune strade, mentre la maggior parte dei parchimetri sono ancora vecchio modello e quindi privi della possibilità di pagare attraverso carte di credito/debito.
Molte sono, per ciò, le segnalazioni e le lamentele di disagio pervenute alla nostra associazione da parte di commercianti e cittadini, ancora costretti ad affannarsi per poter pagare il ticket con gli spiccioli”. E' quanto afferma Franco Pasquale, presidente Ascom Abruzzo a Pescara.
“Se è vero – aggiunge - che da qualche tempo le colonnine abilitate sono state poste, ad esempio, in un solo tratto di via Firenze, nell’area sosta di via del Concilio, in via Rieti, oppure in piazza Primo Maggio, e in qualche altro punto della città, in tante altre vie cittadine sono in funzione invece ancora i vecchi parchimetri non abilitati.
Purtroppo tale disagio permane ancora in strade centralissime come via Fabrizi, via Milano, Via Parini, Via Bologna, Piazza dello Spirito Santo, l’area subito antistante la stazione ferroviaria e la maggior parte degli altri punti ove l’area di sosta è a pagamento, sia a Pescara centro che a Porta Nuova”.

Ascom Abruzzo, pertanto, “si fa interprete di questo perdurante disagio e sollecita l’amministrazione comunale a far sì che venga con ogni urgenza completata la installazione dei nuovi parchimetri. Nel frattempo, - evidenzia Pasquale - Ascom mette a disposizione propri legali convenzionati per assistere quanti abbiano ricevuto multe per mancato pagamento del ticket per aver sostato in aree non munite dei prescritti parchimetri dalla data del 1 luglio 2016 ad oggi”.
Chi si trovi in questa situazione e voglia avere assistenza per valutare la fattibilità di un ricorso può contattare ASCOM ABRUZZO alla mail : info@ascom abruzzo.it

Pubblicato in Politica

L’Aquila. “Davvero paradossale leggere le dichiarazioni tronfie dei Consiglieri del PD, D'Alessandro e Mariani, che si vantano di aver previsto l’esenzione del taglio del 5% del trasporto pubblico locale per i Comuni del cratere, visto che sono stati proprio loro ad introdurlo l’anno scorso”. Questo il commento del Capogruppo del M5S, Riccardo Mercante, sulle modifiche alla legge sul TPL presentata dalla maggioranza consiliare in Regione, che ha così proseguito: “Piuttosto che vantarsi di un risultato fittizio i Consiglieri PD dovrebbero ricordare che il taglio delle percorrenze chilometriche, così come l’aumento delle tariffe in tutta la Regione, è il frutto di una ben precisa volontà e libera scelta da parte del Governo regionale per sopperire ad anni ed anni di gestione scellerata del TPL.
Con la legge approvata ad agosto 2016, infatti – ha spiegato Mercante – contro la quale il Movimento 5 Stelle si è battuto senza riserve, la maggioranza non ha fatto altro che scaricare sui cittadini, con l’aggravio dei costi e la riduzione dei collegamenti, le conseguenze di anni ed anni di mala gestio del trasporto pubblico. Ed oggi, invece, che hanno addossato sui Comuni l’onere di far fronte ai conti in rosso del trasporto pubblico locale, hanno persino il coraggio di dire che l’esenzione per i Comuni del cratere è merito loro e del loro lavoro. Senza dimenticare, poi, la superficialità e la scarsa attenzione che hanno dimostrato nel prevedere tale esenzione visto che nel progetto di legge sottoposto all’esame della commissione non si faceva assolutamente menzione dei Comuni inseriti nel Cratere lo scorso mese di febbraio dal Decreto Terremoto III, rischiando, così, addirittura, di escludere buona parte dei Comuni abruzzesi colpiti e danneggiati dal sisma e dal maltempo. Una grave lacuna rimediata grazie ad un emendamento firmato dal sottoscritto e dal Presidente della Commissione.
Consiglio, pertanto ai Consiglieri del PD - ha concluso Mercante – di essere più chiari e trasparenti nelle loro affermazioni evitando di millantare risultati inesistenti e spiegando, invece, ai cittadini abruzzesi come stanno realmente le cose.”

Pubblicato in Politica

Roma. Nuova bocciatura per il ministro dell'Ambiente Galletti e per il governo italiano.
La Ue ha aperto la seconda fase di una procedura di infrazione contro l’Italia per non aver adottato misure per contrastare l'inquinamento da biossido di azoto prodotto principalmente dal traffico automobilistico in 14 regioni. L’Italia rischia di essere deferita alla Corte di Giustizia europea se entro due mesi non attuerà «azioni appropriate» per ridurre le emissioni di polveri sottili (Pm10) in trenta zone del Paese, tra cui il Molise, dove sono stati superati i limiti giornalieri consentiti dalla normativa europea.
In Italia il biossido di azoto è responsabile di circa 22mila morti premature all’anno. In Europa le morti premature sono circa 400mila all'anno.
"Ancora una volta - ha commentato l'eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini - il ministro Galletti dimostra la sua inefficienza e incapacità. Si è insediato oltre tre anni fa e finora non ne ha indovinata una: Ilva, Tap, Terra dei fuochi, estrazioni petrolifere, discariche, inceneritori, depuratori. Ed ora l'allarme smog con il richiamo della Ue che potrebbe costare all'Italia fino ad un miliardo di euro di sanzioni, oltre alla più grave e drammatica ricaduta in termini di malattie respiratorie e perdite di vite umane.
Anche in questo caso - ha osservato Pedicini - Galletti sembra che viva nel paese delle meraviglie e si è difeso con i soliti annunci e proclami: faremo, verificheremo, ci attiveremo. Ma in questi anni dove è stato? Cosa ha fatto? Se per tre anni non ha fatto nulla, sarà pressoché impossibile che possa fare qualcosa nei due mesi di tempo che la Ue ha dato all'Italia per attuare le misure finora disattese.
Va anche detto - ha aggiunto Pedicini - che la Ue, da un lato richiama gli Stati membri inadempienti, ma dall'altro, solo pochi mesi fa, in occasione dell'approvazione della nuova direttiva che ha rimodulato i limiti delle sostanze inquinanti per il periodo 2020-2030, ha indebolito gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Quindi, è bene precisare - ha sottolineato l'eurodeputato del M5S - che le scelte del ministro Galletti, dei governi e delle istituzioni europee non sono improvvisate, ma nella gran parte dei casi mirano a difendere i petrolieri, le lobby degli inceneritori, oltre che le lobby del settore agricolo, infatti l'inquinamento da Pm10 in Italia è dovuto principalmente alle emissioni provocate dal consumo di energia, dal riscaldamento, dai trasporti, dall'industria e dall'agricoltura".

Pubblicato in Politica

Teramo. Giovedi 27 aprile all’Hotel Abruzzi di Teramo si è svolta, con una grandissima partecipazione, la prima assemblea del comitato promotore provinciale di Articolo 1 – MDP.
L'assemblea, dopo gli interventi introduttivi di Stefano Alessiani e Tommaso Di Febo, ha dato voce agli amministratori locali appartenenti ai gruppi consiliari di Articolo 1: Francesco Mastromauro (Sindaco di Giulianova), Rosaria Ciancaione (Capogruppo a Roseto Degli Abruzzi) e Bruno Delli Compagni (Presidente del Consiglio Comunale di Castellalto).
Nel corso del dibattito sono intervenuti Antonio Topitti, Vincenzo Rosci, Leo Iachini, Vincenzo Gramenzi, Mario Filippini, Francesco Virgilii e Sabatino Prosperi. Ha portato, inoltre, il saluto e l’augurio di buon lavoro Totò Iacovoni (Rc).
Le conclusioni politiche ed organizzative sono state affidate al sottosegretario d'Abruzzo, presidente del gruppo consiliare regionale Sel/MDP, Mario Mazzocca e all'assessore regionale Marinella Sclocco.
Molti gli argomenti trattati negli interventi e ripresi nelle conclusioni: dal tema del lavoro a quello dello sviluppo sostenibile, le questioni sociali, la ricostruzione post terremoto, come pure l’organizzazione ed il radicamento del movimento, le problematiche dei territori.
Si è costituito il Comitato promotore operativo, aperto a nuove adesioni provenienti dai territori con l’inizio della campagna tesseramento al Movimento prevista per il 1° maggio.
Il prossimo appuntamento sarà il 5 maggio alle ore 18 a Giulianova con il parlamentare europeo Massimo Paolucci e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 28 Aprile 2017 00:00

Stupefacenti, un arresto a Pianella

Pescara. Personale della Polizia di Stato, nella giornata di ieri,nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestatoMANE Alban, classe ’92 albanese, domiciliato in Pianella (PE); questi, a seguito di perquisizione domiciliare,ad opera degli uomini della Squadra Mobile, si dava a precipitosa fuga, ma veniva rintracciato più tardi ed arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale. Nella circostanza veniva sequestrata un’autovettura FIAT Punto targata EA668YD, risultata rubata in data 22 u.s., alcuni telefoni mobili, n. 4 elaboratori portatili, n. 9 cartucce calibro 22 marca Fiocchi, con ogiva in piombo, n. 1 fucile ad aria compressa marca Norconia calibro 4,5 alcuni arnesi atti allo scasso e circa gr. 15 di sostanza stupefacente del tipo marijuana.
Lo straniero, dopo le formalità di rito, veniva accompagnato agli arresti domiciliari, come disposto dall’A.G. competente, in attesa dell’udienza con rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione