Articoli filtrati per data: Aprile 2017

Pescara. Sono aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2017/2018 ai nidi d’infanzia comunali. Inoltre per agevolare i genitori nella scelta dal 15 al 19 maggio i genitori interessati potranno prenotare telefonicamente, direttamente al nido, la visita nelle fasce orarie 9,30/11,00 – 14,30/16,30, grazie all’iniziativa “Le porte del nido si aprono”, un momento di conoscenza reciproca e di dialogo tra servizio, famiglie e territorio.
Le domande riguarderanno le seguenti strutture:
nido d’infanzia “ L’Aquilone ” – via del Santuario 176 – sezione medi e grandi;
nido d’infanzia “ Raggio di Sole ” – via Colle Marino 125/1 – sezione medi e grandi;
nido d’infanzia “ Cipi’ ” – via C.A. Dalla Chiesa 54 – sezione piccoli, medi e grandi;
nido d’infanzia “ Il Bruco ” – via Rigopiano 90 – sezione piccoli, medi e grandi.
I genitori che hanno bambini nati dal 01.01. 2015 al 31.05.2017 potranno compilare l’istanza su apposito modulo reperibile presso l’U.R.P. (Ufficio Relazioni con il Pubblico) – Piazza Duca D’Aosta n. 15, oppure scaricabile dal giorno di apertura delle iscrizioni dal sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.pescara.it tra le news.
La domanda, compilata in ogni parte e debitamente sottoscritta dal richiedente, dovrà essere consegnata presso l’Ufficio Protocollo dal 02 maggio al 05 giugno 2017. L’ordine di presentazione delle domande non ha alcuna influenza sulla redazione delle graduatorie. Eventuali domande pervenute fuori termine non verranno prese in considerazione. Si invita ad una attenta lettura del modello di domanda, e a compilarne le sue parti con i dati richiesti, in quanto la graduatoria per l’accesso ai servizi educativi sarà stilata esclusivamente in base ai dati forniti. Nel caso in cui siano dichiarate condizioni previste tra i criteri di precedenza e/o priorità, occorre allegare la certificazione necessaria (rilasciata dalla ASL o da altro Ente competente).
Verrà compilata una graduatoria provvisoria per attribuzione di punteggio di tutte le domande pervenute, in visione presso l’albo dell’ufficio amministrativo nel periodo compreso tra il 30 giugno – 12 luglio. Entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria, i genitori potranno presentare ricorso per eventuale attribuzione di punteggio errato o per sopravvenute variazioni della situazione familiare. Sulle istanze di revisione si esprimerà la Commissione. Dopo tale periodo i punteggi non saranno più modificabili. Successivamente, decorso il termine previsto per la presentazione dei ricorsi sulla base dei posti disponibili nei nidi comunali verrà approvata, con provvedimento dirigenziale la graduatoria definitiva degli ammessi e di coloro che vanno in lista di attesa.
I posti disponibili saranno assegnati in ciascun nido d’infanzia seguendo l’ordine delle graduatorie e l’ordine di preferenza indicato dagli utenti. L’ammissione al nido sarà comunicata a mezzo lettera. Le famiglie rimaste in lista di attesa verranno progressivamente contattate in caso di successiva disponibilità di posti.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Pescara torna set cinematografico dal primo maggio. Domani ore 12 conferenza di presentazione del film La porta sul buiodi Marco Cassini, regista e attore teramano che il primo maggio comincerà le riprese a Pescara Porta Nuova. Grazie a questa impresa quasi tutta abruzzese, la città torna ad essere nuovamente location per le riprese di un prodotto cinematografico speciale, interamente girato in città e che coinvolge talenti e maestranze cinematografiche tutte abruzzesi. Una scelta illustrata stamane in conferenza dall’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, dal regista Marco Cassini, dal produttore Alessandro Parrello della West 46th Film, Cristiano Di Felice della scuola di cinema Ifa di Pescara e produttore associato e dai tre interpreti Gaia Messerklinger (protagonista di Fuoriclasse, Centovetrine), Stefano Muroni (protagonista del film La notte non fa più paura), Stefano Patti, che sono tutti protagonisti del film La porta sul buio.

“Un prodotto di altissimo profilo, che mette insieme talento, competenza e impegno per l'Abruzzo – così l’assessore Giovanni Di Iacovo – Per queste ragioni abbiamo voluto presentare il primo ciak accanto ai protagonisti, per sottolineare che bisogna sostenere chi ha questi intenti e capacità alte di proposta culturale e vuole fare un film nella nostra regione. Non è cosa da poco, Marco poteva preferire altre parti d'Italia e scegliere lì compagni di viaggio, magari dove ci sono sostegni più concreti e dove il comparto è più strutturato anche a livello burocratico. Invece l'amore per la sua terra lo ha portato a scegliere talenti, produttori e operatori della sua regione e girare a Pescara. Un progetto che ci piace e ci rappresenta e a cui auguriamo un lungo cammino di successo”.

“Non è scontato trovare un'apertura e un’accoglienza di questo tipo – ringrazia Marco Cassini - c'è bisogno di una cooperazione anche con le istituzioni, che promuova la cultura e abbracci tutta la nostra nazione. Quando giro il lungomare abruzzese, vedo dei posti dove potremmo davvero sfruttare la potenza artistica del luogo. Antonioni si è costruito una carriera in Emilia, Dino Risi raffigurava una Roma deserta in agosto nel suo Sorpasso, a me piacerebbe mostrare le nostre bellezze: l'unicità di Pescara che è fra i territori più vivi della regione, l’ho scelta per questo, un contenitore ideale di storie. Pescara anche per la logistica è eccellente, meno complicata di Roma per girare, più viva di altri posti che normalmente sono set cinematografici. Tutti i nostri capireparto sono abruzzesi, li faremo lavorare per dimostrare che l'Abruzzo esiste come film e cercheremo di fare un prodotto bellissimo che possa essere visto in Italia e nel mondo. Gireremo a Pescara Porta Nuova, zona tribunale e stazione Fs, non stiamo escludendo situazioni vicine al mare, ma vogliamo prendere qualcosa che si può vedere solo qui, insieme all'architettura razionalista della città. Sarà bello e avvincente. Voglio ringraziare la scuola di cinema Ifa di Cristiano Di Felice che è uno dei centri di eccellenza e da cui vengono molte delle persone che saranno parte nel film, come vorrei ringraziare Alessandro Parrello con una casa di produzione che si divide fra Roma e New York, cresciuta e tenace, che a giugno presenterà il nostro film a New York. Grazie, infine, anche gli interpreti, attori conosciuti sui set dove ho recitato e a cui sono rimasto legato perché è bello lavorare con loro”.

“L'incontro con Marco Cassini è stato un incontro professionale e umano importante – aggiunge il produttore Alessandro Parrello - E' una perla rara che ha tanto e avrà tanto da dire. Dovevamo girare a Roma, poi ci siamo confrontati, io risiedo in Abruzzo da dieci anni e non è la prima volta che giro qui. Questo sarà un punto di partenza per tutto ciò che faremo in futuro, vogliamo toccare tutte le zone per far parlare una regione che soffre rispetto alle altre che sono cinematograficamente meglio organizzate. Ho girato tempo fa un western che ho presentato anche in America, mi chiesero se era Nebraska. L'Abruzzo è il Nebraska a un'ora da Roma, ho risposto, il film era girato nell’Aquilano. Sarà un grande divertimento e una bella avventura e vi invitiamo a venire sul set per rendervene conto. In giugno saremo al New York Cinema al Consolato Italiano a New York e lavoreremo per farlo partecipare a tanti festival e vederlo uscire nel 2018 sul grande schermo”.

“Grazie per avermi coinvolta – aggiunge Gaia Messerklinger l’interprete femminile – con Marco eravamo compagni di scuola nella fiction Fuoriclasse con la Littizzetto, lui ha qualcosa da dire e un grande bisogno di comunicare e da interprete è bello prestarsi ad un progetto in cui c'è davvero tanta sostanza. Ti senti coinvolto e questo fine di valorizzare una regione che è bellissima e deve essere conosciuta meglio, avvince anche me”.

“Con Marco ci rincorriamo da anni, ci siamo conosciuti sul set e abbiamo lavorato a teatro dove ho visto per la prima volta la Porta sul buio – così l’altro interprete Stefano Patti - L'incontro in sede di provino è stato un bel momento, perché il suo percorso da attore riempie di sensibilità il dialogo che ha con gli attori. La porta è un thriller claustrofobico dove c'è anche commedia, oltre a paura, horror, tensione. La porta è una metafora ed elemento di disturbo per i personaggi, che scatena mostri, frustrazioni e sogni persi dai soggetti narranti della storia, poterli raccontare in questo periodo che stiamo vivendo è un'occasione che non si può perdere, farlo con uno staff come questo e in un posto come questo, è davvero una fortuna”.

“Io e Marco siamo passati dal set de La notte non fa più paura, dedicato al sisma in Emilia Romagna a questo film – dice l’altro attore Stefano Muroni - entrambi abbiamo avuto un terremoto nella nostra storia, io come emiliano e lui come abruzzese. Io spero che in futuro si possa continuare ad investire sul cinema, non è beneficenza, ma un investimento che rende. Vengo dal Giffoni Film festival, che presento, l’ho visto crescere, ho potuto constatare il potere che il cinema ha sul territorio, è un investimento che vale. Spero che sia l'inizio di una pianificazione cinematografica e produttiva giovane e solida su questa città e su questa regione, con l’augurio che si riesca a investire sui giovani.

“Di solito sono abbastanza geloso della scuola, ma per Marco, che insegna da noi da due anni, ho fatto un’eccezione – conclude Cristiano Di Felice della scuola di cinema Ifa di Pescara e produttore associato– La scuola è quello che abbiamo costruito in tanti anni e da lì poteva attingere tutte le risorse umane necessarie. Il lavoro da lui fatto come insegnante è impressionante, si è creato un clima di cui il film è sintesi. La scuola è una realtà viva, produce tre cortometraggi l'anno, nel 2015 siamo stati a Venezia e abbiamo anche preso il Premio Siae. La cosa bella è che ci sono settori coperti da ex allievi e ringrazierò all'infinito Marco, perché questo coinvolgimento: significa che crediamo in quello che facciamo come docenti. Siamo una bella squadra di docenti, ma il segreto è che siamo tutti professionisti pronti a fare cinema”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Lanciano. Presso la sede Casartigiani di Lanciano (Ch), in via Cesare Battisti 8, apre lo sportello bancario Artigiancassa. Un nuovo servizio rivolto alle piccole e medie imprese e, la cui attivazione, sarà accompagnata, il prossimo 5 maggio, dall'incontro “Banche ed imprese nell'era digitale. Più tecnologie= Più servizi” che si svolgerà le ore 18 presso l'Hotel Excelsior a Lanciano. Saranno presenti esperti del settore, oltre ai vertici di Casartigiani Chieti e Casartigiani Abruzzo.

“E' importante – spiega Ombretta Mercurio, presidente provinciale Chieti di Casartigiani – essere vicini alle imprese, di tutti i comparti produttivi, anche con servizi innovativi e aiuti fattivi, come può essere quello del credito. Artigiancassa da oltre mezzo secolo – aggiunge – sostiene il settore dell'artigianato e delle micro, piccole e medie imprese e gestisce i fondi pubblici destinati ad agevolarne i finanziamenti, svolgendo un’importante funzione di sviluppo per tutto il settore, con servizi di credito e leasing agevolato”.

“Burocrazia ridotta al minimo, - fa presente Dario Buccella, consigliere nazionale e coordinatore regionale di Casartigiani - tempi di risposta rapidissimi, consulenza personalizzata e sistemi informatizzati di ultima generazione. Questo vuole rappresentare Artigiancassa Point che sarà presente nella nostra sede. Sappiamo bene – evidenzia – cosa serve agli artigiani e alle Pmi. Per questo metteremo a disposizione prodotti e servizi studiati su misura per aiutarli nella loro attività: agevolazioni creditizie, finanziamenti a breve, medio e lungo termine; conto corrente con firma digitale, leasing, Pos e carta di credito. Vogliamo anche aiutare a realizzare progetti d’investimento grazie a leggi agevolative statali e regionali che mettono a disposizione fondi destinati a ridurre considerevolmente il tasso d’interesse da pagare sui finanziamenti bancari”.

“Un nuovo strumento – aggiunge Fabrizio Bomba, imprenditore e vice presidente provinciale Casartigiani Chieti – adatto alle esigenze di tutte le imprese, in funzione anche del ciclo di vita aziendale. Vogliamo sostenere progetti e innovazioni e anche cercare di far crescere l'imprenditoria femminile”.

Pubblicato in Economia

Roma. E' online il nuovissimo video di Linda D "Senza indugio", brano presente nelle principali indie charts italiane e nella Top 10 iTunes ad Aprile. Un videoclip "hot", dove il regista, Alfonso Alfieri, ha voluto stravolgere il soggetto, mettendo la protagonista Linda d al centro dell'attenzione. Il regista: "Ho cercato di mettere a nudo totalmente l'artista, rendendo il trangin della clip molto trasgressivo ma elegante nello stesso momento, con un forte impatto fotografico.
Non avendo ancora l'onore di vedere personaggi cosi esposti come hanno fatto le più famose "Lady Gaga in Love Game" - "Miley Cyrus Wrecking Ball" o la stessa "Rihanna in Pour It Up", con colori ed effetti,
io ed i miei collaboratori abbiamo eseguito un attento studio per creare un nuovo personaggio italiano, seguendo lo stesso filo logico dei registi oltre-oceano".
A breve partirà anche la produzione del lungometraggio sulla vita della cantante, una storia molto particolare e delicata che riguarda in prima persona l'artista, che da bambina, a causa di un brutto male ha subito l'amputazione di un braccio per poter continuare a vivere,
fortunatamente la vita le ha regalato il dono del canto e grazie a questo trova la forza per andare avanti. Dopo aver vinto tantissimi concorsi importanti, in questo momento Linda D è in radio con il nuovo singolo "Senza indugio".
L'idea del film è del regista Mirko Alivernini (premio miglior idea 2016 nella sezione ACTION all'International Web fest di Roma e finalista al DC Washington fest con "IL POTERE DI ROMA") che dopo aver visto Linda raccontarsi a Pomeriggio Cinque,
la seguitissima trasmissione di Canale 5 con Barbara D'Urso, si è detto pronto a regalare al pubblico questa storia, che sicuramente saprà emozionare anche sul grande schermo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Teramo. Giovedi 27 aprile all’Hotel Abruzzi di Teramo si è svolta, con una grandissima partecipazione, la prima assemblea del comitato promotore provinciale di Articolo 1 – MDP.
L'assemblea, dopo gli interventi introduttivi di Stefano Alessiani e Tommaso Di Febo, ha dato voce agli amministratori locali appartenenti ai gruppi consiliari di Articolo 1: Francesco Mastromauro (Sindaco di Giulianova), Rosaria Ciancaione (Capogruppo a Roseto Degli Abruzzi) e Bruno Delli Compagni (Presidente del Consiglio Comunale di Castellalto).
Nel corso del dibattito sono intervenuti Antonio Topitti, Vincenzo Rosci, Leo Iachini, Vincenzo Gramenzi, Mario Filippini, Francesco Virgilii e Sabatino Prosperi. Ha portato, inoltre, il saluto e l’augurio di buon lavoro Totò Iacovoni (Rc).
Le conclusioni politiche ed organizzative sono state affidate al sottosegretario d'Abruzzo, presidente del gruppo consiliare regionale Sel/MDP, Mario Mazzocca e all'assessore regionale Marinella Sclocco.
Molti gli argomenti trattati negli interventi e ripresi nelle conclusioni: dal tema del lavoro a quello dello sviluppo sostenibile, le questioni sociali, la ricostruzione post terremoto, come pure l’organizzazione ed il radicamento del movimento, le problematiche dei territori.
Si è costituito il Comitato promotore operativo, aperto a nuove adesioni provenienti dai territori con l’inizio della campagna tesseramento al Movimento prevista per il 1° maggio.
Il prossimo appuntamento sarà il 5 maggio alle ore 18 a Giulianova con il parlamentare europeo Massimo Paolucci e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Pubblicato in Politica

Pescara. In vista della stagione estiva, Attiva mette in atto l’operazione “Pulizie di primavera”, con il potenziamento del servizio di spazzamento meccanico e manuale su una vasta area cittadina, che va dal confine nord con Montesilvano a quello Sud con Francavilla e, da ovest a est, dal tracciato ferroviario al mare. Questa zona, già in parte oggetto della maggior pressione durante l'anno, nel periodo estivo viene interamente coinvolta dalla presenza turistica e dalle numerose attività annesse, siano esse quotidiane o eventi. Oggi la presentazione della campagna in conferenza con l’assessore al Decoro Urbano Paola Marchegiani, l’amministratore unico di Attiva Massimo Papa e il direttore generale della Spa Massimo Del Bianco.

“Attiva ha progettato un intervento straordinario di spazzamento in una zona ampia – così l’assessore Paola Marchegiani - Il nome che abbiamo scelto vuole evidenziare proprio il concetto che le Pulizie di primavera preparano la casa alla bella stagione e, come è sottolineato nei materiali di sensibilizzazione che Attiva diffonderà, tutta Pescara deve essere considerata una casa dai suoi cittadini. Naturalmente una parte del lavoro la facciamo noi, cioè l'istituzione e il braccio operativo Attiva, ma un'altra parte spetta all'intera comunità. Il degrado a volte deriva da una mancata efficienza, ma spesso anche dalla disattenzione dei cittadini, che considerano lo spazio pubblico come uno spazio di nessuno, buttando rifiuti e mozziconi a terra o non raccogliendo le deiezioni canine, una vera e propria piaga sia in centro che in periferia. L'intervento a est della ferrovia ha un'utilità legata alla forte pressione, nelle ore del giorno, sull'area stessa durante tutto l'anno e in particolare in estate, ma voglio ricordare che Attiva agisce sul resto del territorio con interventi di pulizia pomeridiani/serali e che l'insieme di queste attività impegna la nostra municipalizzata molto oltre gli standard tipici dei servizi di igiene urbana (raccolta dei rifiuti e pulizia del suolo) proprio per la particolarità di Pescara. Chiedo ai cittadini di collaborare: può sembrare una cosa minima, ma tenere un mozzicone e buttarlo in un cestino o in un posacenere piuttosto che a terra fa una grande e visibile differenza”.

“Avviamo un intervento straordinario che è anche un modello operativo che testiamo dal 2 maggio al 2 agosto, per valutare se potrà diventare permanente - specifica Massimo Papa, amministratore unico di Attiva - Per organizzarlo, Attiva ha ottimizzato lo schema degli interventi già in atto e messo in campo risorse aggiuntive, che quantifichiamo in 7 unità/uomo full-time e 5 part-time. Se questa azione, il cui costo è stimato in circa 34.000 euro/mese, darà risultati visibili e apprezzati dall'Amministrazione e dalla cittadinanza, potrà essere resa permanente. Sappiamo che l'igiene e il decoro urbano sono, per una città come Pescara, così densa di attività direzionali e così frequentata per l’attrattiva commerciale e turistica, un elemento importante per la stessa vitalità economica. L'obiettivo del progetto è quello di partire dalla situazione odierna che vede 11 microzone coperte da spazzamento sia meccanizzato che manuale e riguarda la zona centrale di Pescara che quella più a nor e a sud del centro. L'obiettivo è affrontare la stagione estiva e le vocazioni della nostra città al meglio, sempre più pulita e accogliente e in linea con standard di decoro di eccellenza. Rendiamo la nostra casa più pulita per la primavera e deve eccellere per lumizia e accoglienza.

“Abbiamo raccolto l'invito dell'Amministrazione e tradotto in una sperimentazione che ci auguriamo divenga permanente – aggiunge Massimo Del Bianco – Per garantire alla cittadinanza, ai visitatori e alle attività igiene e decoro, Attiva sperimenta il potenziamento del servizio di pulizia, che consiste: nella disponibilità di ripasso quotidiano pomeridiano di tipo manuale (senza spazzatrice) sul comparto centrale (quello delimitato a Castellammare da via Isonzo, a est dalla ferrovia e, a Porta Nuova, dalla ferrovia, da via Marconi e dalle vie Tibullo, Virgilio e Omero), che oggi è oggetto del solo spazzamento meccanico/manuale quotidiano in ore notturne; nell'effettuazione di un intervento meccanico/manuale trisettimanale (tre giorni alla settimana in ore notturne) e nella disponibilità quotidiana del ripasso manuale pomeridiano nelle due grandi porzioni a nord e a sud, che oggi sono oggetto del solo spazzamento meccanico/manuale settimanale (un giorno alla settimana in ore diurne) o su segnalazione. Come detto, il servizio è organizzato per microzone (11 nel comprato centrale, 4 nella porzione nord, 7 nella porzione sud) affidate alle diverse squadre di operatori che, dopo il passaggio notturno, avranno il compito di monitorare il territorio e di intervenire nel corso della giornata per garantire la massima pulizia”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Sarà tagliato domani mattina alle ore 11.00 presso il Porto Turistico “Marina di Pescara” il nastro tricolore che darà avvio all'edizione 2017 di “Mostra del Fiore Florviva”, che sarà aperto fino all'1 maggio prossimo: a presenziare all'inaugurazione saranno il presidente della Camera di Commercio di Pescara, Daniele Becci, e l'assessore regionale all'Urbanistica e ai Parchi, Donato Di Matteo. Una presenza qualificata, quella della Regione, che presenta negli stand della mostra tutte le riserve e i parchi naturali del territorio, e che sarà protagonista del primo evento culturale di questa edizione: alle 11.45 infatti, all'interno del padiglione ex Cofa si terrà un seminario sulle aree protette abruzzese, al quale interverranno, oltre a Becci e Di Matteo, anche i presidenti di Arfa, Remo Matricardi, ed Assoflora, Guido Caravaggio, e il presidente dell'Ordine dei Dottori Agronomi d'Abruzzo, Mario Di Pardo; chiuderà la mattinata l'intervento di Fernando Di Fabrizio, direttore della riserva naturale di Penne che parlerà sul tema “Green economy nelle aree protette d'Abruzzo”.
Intanto già da questo pomeriggio ha preso l'avvio la XVI edizione del Campionato Internazionale di Arte Floreale che vede sfidarsi i maestri fioristi di Italia, Olanda, Ungheria, Spagna (che è anche campione uscente), Serbia, Slovenia e Russia (con due squadre). Oggi si disputano due prove su tre della competizione che ha come tema “Il matrimonio nelle favole”: la realizzazione di un bouquet da sposa e la decorazione del tavolo degli sposi. Domani mattina l'ultima sfida, che consisterà nel realizzare una sorpresa floreale per i festeggiati.
Come annunciato dal tema dei Campionati, l'edizione 2017 di Mostra del Fiore Florviva sarà dedicata ai bambini, che potranno vivere all'interno di una vera e propria fiaba che sarà centrata sulla meravigliosa “carrozza di Cenerentola” che farà bella mostra di sé nel padiglione ex Cofa, a disposizione dei piccini.
Alle 15.00 di domani si aprirà il laboratorio sulla creazione di composizioni floreali con gli studenti della “Bottega d’arte” della pittrice Cinzia Napoleone, alle 17.00 toccherà a “Petali e Poesia”, un recital artistico-letterario a cura dell’Associazione Culturale “Teatranti d’Abruzzo” e a chiusura della giornata ci sarà la premiazione dei vincitori del Campionato di Florovivaismo.
“Mostra del Fiore Florviva” vivrà soprattutto grazie ai suoi 201 espositori, che provengono da 15 regioni italiane, con la novità della partecipazione per la prima volta dei florovivaisti della Sardegna: la ripartizione degli imprenditori presenti alla mostra è mutata rispetto allo scorso anno. Come sempre la fanno da padrona i vivaisti, che sono il 25% del totale degli espositori, seguono gli stand di Riserve ed aree protette (16%), coloro che offrono servizi (12%), le attività di arredi per esterni (11%), poi, a scalare, fioristi e grossisti di fiore reciso 7%, aziende di artigianato 6%, rivenditori di macchinari per agricoltura e giardinaggio 6%, ditte di giardinaggio 4%, associazioni 2% ed Enti pubblici 2%; il restante 8% è composto dalla sezione “food” e da tipologie varie (come aziende di impianti di irrigazione, garden).

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Va avanti spedito il percorso avviato dall’Amministrazione Comunale di Montesilvano per risolvere la problematica degli allagamenti che affligge da decenni i residenti delle traverse intersecanti il lungomare.

Questa mattina sono stati avviati gli interventi di manutenzione, attraverso lo spurgo, delle linee delle acque presenti in alcune delle traverse a mare. Nello specifico la ditta F.lli De Leonibus, affidataria dei lavori, per un importo di circa 4.300 euro, sta eseguendo gli interventi in Via Piemonte, Via Romagna, Via Venezia Giulia, Via Bocca di Valle, Via Italica, Via Liguria, Via Valle D’Aosta, Via Maremma, Via Trieste.

«Questi lavori - dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Valter Cozzi - si affiancano all’attività che stiamo conducendo in sinergia con Aca e Consorzio di Bonifica Centro. Nelle scorse settimane abbiamo promosso una serie di sopralluoghi congiunti che hanno riguardato gli impianti di sollevamento alla Foce del fiume Saline e quello di Fosso Mazzocco, oltre alle ispezioni di alcuni dei pozzetti delle traverse. Sono state condotte verifiche sperimentali per analizzare il funzionamento dei sottoservizi. Parallelamente abbiamo deciso di effettuare un’ispezione delle linee delle acque in prossimità delle strade comunali e dei fossi di scolo che si allacciano al canale rivierasco. Tale fase necessita dunque un’operazione di manutenzione che è stata avviata proprio stamani. Nelle prossime settimane tornerà a riunirsi anche il tavolo tecnico per analizzare gli esiti delle verifiche sperimentali poste in essere nei giorni scorsi. Siamo determinati - dice ancora l’assessore - a risolvere definitivamente la problematica. A tal riguardo in sede di bilancio di previsione, in Consiglio Comunale abbiamo stanziato una somma di 450.000 euro, proprio per finanziare tutti gli interventi necessari che possano finalmente dare una risposta concreta e tangibile ai montesilvanesi che subiscono tutti i disagi che le precipitazioni producono in quella zona della città».

Pubblicato in Cronaca

Roma. Nuova bocciatura per il ministro dell'Ambiente Galletti e per il governo italiano.
La Ue ha aperto la seconda fase di una procedura di infrazione contro l’Italia per non aver adottato misure per contrastare l'inquinamento da biossido di azoto prodotto principalmente dal traffico automobilistico in 14 regioni. L’Italia rischia di essere deferita alla Corte di Giustizia europea se entro due mesi non attuerà «azioni appropriate» per ridurre le emissioni di polveri sottili (Pm10) in trenta zone del Paese, tra cui il Molise, dove sono stati superati i limiti giornalieri consentiti dalla normativa europea.
In Italia il biossido di azoto è responsabile di circa 22mila morti premature all’anno. In Europa le morti premature sono circa 400mila all'anno.
"Ancora una volta - ha commentato l'eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini - il ministro Galletti dimostra la sua inefficienza e incapacità. Si è insediato oltre tre anni fa e finora non ne ha indovinata una: Ilva, Tap, Terra dei fuochi, estrazioni petrolifere, discariche, inceneritori, depuratori. Ed ora l'allarme smog con il richiamo della Ue che potrebbe costare all'Italia fino ad un miliardo di euro di sanzioni, oltre alla più grave e drammatica ricaduta in termini di malattie respiratorie e perdite di vite umane.
Anche in questo caso - ha osservato Pedicini - Galletti sembra che viva nel paese delle meraviglie e si è difeso con i soliti annunci e proclami: faremo, verificheremo, ci attiveremo. Ma in questi anni dove è stato? Cosa ha fatto? Se per tre anni non ha fatto nulla, sarà pressoché impossibile che possa fare qualcosa nei due mesi di tempo che la Ue ha dato all'Italia per attuare le misure finora disattese.
Va anche detto - ha aggiunto Pedicini - che la Ue, da un lato richiama gli Stati membri inadempienti, ma dall'altro, solo pochi mesi fa, in occasione dell'approvazione della nuova direttiva che ha rimodulato i limiti delle sostanze inquinanti per il periodo 2020-2030, ha indebolito gli obiettivi di riduzione delle emissioni. Quindi, è bene precisare - ha sottolineato l'eurodeputato del M5S - che le scelte del ministro Galletti, dei governi e delle istituzioni europee non sono improvvisate, ma nella gran parte dei casi mirano a difendere i petrolieri, le lobby degli inceneritori, oltre che le lobby del settore agricolo, infatti l'inquinamento da Pm10 in Italia è dovuto principalmente alle emissioni provocate dal consumo di energia, dal riscaldamento, dai trasporti, dall'industria e dall'agricoltura".

Pubblicato in Politica

Montesilvano. «Nuova vita per il chiosco di via Torrente Piomba. Il casotto vicino la riserva Naturale “Santa Filomena” è stato affidato ad un nuovo gestore, dopo la rinuncia del vincitore della gara. Crediamo che il nuovo affidatario saprà dare slancio ed impulso non solo alla struttura ma all’area intera, dall’importante potenzialità». Lo dichiara l’assessore agli eventi Ottavio De Martinis che annuncia la nuova aggiudicazione del chiosco a Daniela Mihova.
La struttura di legno di circa 24 metri quadri, a cui si aggiungono altri 8 metri quadri di porticato, resterà affidata per 3 anni, a fronte di un canone annuale di circa 3.000 euro. Il gestore dovrà assicurare l’apertura del chiosco, occupandosi anche della manutenzione ordinaria, della pulizia e della sorveglianza del chiosco, dell'area di pertinenza e delle attrezzature.
«Il nuovo gestore - dice ancora De Martinis - è pieno di iniziativa. Ha già annunciato infatti la volontà di organizzare eventi e manifestazioni che potranno attirare la cittadinanza e rendere questa zona un nuovo punto aggregativo per i montesilvanesi».

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione