Articoli filtrati per data: Aprile 2017

Roseto degli Abruzzi. Pubblicati sul sito Internet del Comune, nella sezione Gare e appalti (http://www.comune.roseto.te.it/bandi.php?tipo=Gare ), gli allegati utili ai proprieta-ri di immobili privati e di attività economiche e produttive per richiedere il rimborso dei danni subiti in occasione delle eccezionali condizioni meteo dello scorso gennaio. I moduli sono disponibili al link: Interventi urgenti di protezione civile conseguenti agli eccezionali fenomeni meteo del mese di gennaio 2017.

I proprietari degli immobili e i titolari delle attività che hanno subito danni devono compilare i modelli per i rimborsi dei danni subiti.

La scadenza è fissata al 22 maggio 2017.

I moduli possono essere consegnati a mano all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune, in piazza della Repubblica 1, aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e il martedì e il giovedì anche dalle 15,30 alle 18.
Ovviamente si possono inviare anche a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (all’indirizzo dell’Urp) o con posta certificata alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. E’ stato definito il Pan (Piano d’assetto naturalistico) per la Riserva del Borsacchio, il documento, redatto dall’architetto Fabrizio de Gregoriis, è stato consegnato all’amministrazione.

Il Pan individua le linee strategiche e programmatiche per lo sviluppo sostenibile della Riserva, con la proposta di una serie di progetti-azioni.

Il documento è fondamentale per la definizione delle finalità di salvaguardia, tutela e valorizzazione delle componenti naturalistiche e storico-culturali dell’area protetta, e provvede, inoltre, a definire le trasformazioni del territorio, regolamentandone gli usi.

“Mi rallegro per l’avvenuta consegna del Pan da parte del progettista incaricato”, dice il sindaco Sabatino Di Girolamo, “rappresenta una tappa fondamentale per cogliere l’obiettivo della piena attuazione della Riserva del Borsacchio. Il documento, naturalmente, non vuole essere chiuso al dibattito ma, anzi, è solo la base di discussione per aprire un confronto con tutti i portatori di interesse e pervenire a eventuali miglioramenti, sempre nell’interesse dall’ampia zona di territorio coinvolta. Nei prossimi giorni comunicheremo un percorso che ci condurrà alla adozione del Pan secondo i parametri previsti dalla legge”.

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abeuzzi. E’ stato pubblicato il bando di selezione per 1.298 volontari da impiegare nelle aree terremotate delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Il Comune di Roseto ospiterà 5 volontari, le aree di intervento sono: sportelli informa cittadini; centri di aggregazione.
Altri due posti sono disponibili per la Cooperativa sociale Lo spazio delle idee, aree di intervento: centri di aggregazione.

Possono partecipare cittadini italiani che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 28 anni, in programma 1.400 ore di lavoro per 12 mesi con un corrispettivo di 433,80 euro mensili.

“E’ una occasione importante per i ragazzi”, dice l’assessore alle Politiche sociali, Luciana Di Bartolomeo, “entrano in questo modo in contatto con il mondo del lavoro e, soprattutto, con persone che stanno vivendo momenti di difficoltà. E’ sicuramente una forte esperienza formativa e di crescita, anche culturale. Lunedì 8 maggio, nel pomeriggio, è in programma un infoday (che sarà ampiamente pubblicizzato a breve) per dare tutte le informazioni utili”.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro le ore 14 del 15 mag-gio 2017 nella sede dell'Aquila del Centro servizi volontariato (Csvaq) c/o Casa del Volontariato - Via Saragat, 10 (loc. Campo di Pile) – 67100 L'Aquila, oppure tramite pec all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificata intestata allo stesso candidato.

Tutte le informazioni sono reperibili al seguente sito internet:

http://www.csvaq.it/servizio-civile/servizio-civile-pubblicato-il-bando-straordinario-per-la-selezione-di-volontari-da-impiegare-nelle-aree-terremotate

Nel sito si possono trovare anche gli allegati necessari per la presentazione del bando.

Per ulteriori informazioni:
telefono: 0862.318637 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. web: www.csvaq.it

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. Ventuno studenti tedeschi saranno ospiti di altrettanti ragazzi rosetani fino a venerdì 5 maggio. L'iniziativa è del polo liceale Saffo, diretto da Elisabetta Di Gregorio, nell’ambito di un progetto di scambio culturale con il Karlsgymnasium di Monaco di Baviera.

Gli studenti tedeschi, con le due accompagnatrici, le professoresse Gaby Bauermüller e Bettina Hertrich, sono stati accolti nella sala consiliare dal presidente del Consiglio comunale, Teresa Ginoble, e dagli assessori alla Pubblica istruzione, Luciana Di Bartolomeo, e alla Cultura, Carmelita Bruscia.

A fare gli onori di casa, oltre alla professoressa Di Gregorio anche i docenti Federico Crescenzi e Teresa Di Serafino. Al progetto collabora anche la professoressa Antonietta Delle Monache.

Questi i nomi degli studenti rosetani coinvolti nell’iniziativa: Simone Capuani, Adelaide Cetti, Carol Ciampella, Francesca D’Angelo, Giulia De Rugeriis, Melany Di Battista, Vittoria Di Blasio, Chiara Di Giosia, Letizia Di Muzio, Chiara Di Pasquale, Antonio D'Ignazio, Alessia Droboniku, Mariacarla Facchi, Beniamino Faraone, Sara Galetta, Nadia Giorgini, Bianca Hutu, Giorgia Iaconi, Federica Lamonica, Ludovico Malatesta, Fabiola Marinelli, Licia Marini, Alessandra Martella, Matteo Palladini, Francesca Pezzotta, Aurora Quatraccioni, Alessia Ranieri.
Questi invece i ragazzi tedeschi che saranno in città fino al 5 maggio: Ana Saal, Paul Rothfuchs, Gabriel Schmid, Marc Johannes Wittmann, Julia Schmid, Benedict Spors, Jennifer Jahn, Veronika Thumann, Stefania Plougarli, Emma Ecker, Joscha Queisser, Paulina Igl, Flavia Fresen, Ludwig Kolb, Philip Dieninghoff, Moritz Schepokat, Tobias Hornstein, David Neuhoff, Simon Demmel, Nicolas Trabalza, Philipp Menetrey.

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 27 Aprile 2017 00:00

Pescara, classe in visita al Ponte Nuovo

Pescara. Ha vissuto una mattinata speciale la classe 4 A della scuola primaria Ennio Flaiano, che insieme alla preside Mariagrazia Santilli e a tre insegnanti dell’Istituto Comprensivo Pescara 2, ha visitato il Ponte Nuovo alla vigilia dei collaudi. Si tratta di un invito ricevuto dal sindaco e dal vice sindaco Antonio Blasioli, dopo la lettera che i ragazzi hanno scritto con cui chievedano al primo cittadino di chiamare il Ponte come la propria scuola, intitolandolo ad Ennio Flaiano di cui stamane si sono fatti portatori di storia e citazioni.
Ad accogliere la scolaresca oltre al sindaco e vice sindaco c’erano anche gli assessori Stefano Civitarese Matteucci, Laura Di Pietro, Loredana Scotolati e Antonella Allegrino e i consiglieri Piero Giampietro ed Emilio Longhi, oltre alla ditta che sta compiendo i lavori e l’ingegner Giuliano Rossi, a capo del Settore Lavori pubblici del Comune.

“Vi abbiamo invitati qui per dirvi che la vostra proposta ci piace – così il sindaco Marco Alessandrini ai ragazzi – una proposta che fa eco ad altre sollecitazioni in tal senso ricevute da più voci della città e di cui ci faremo primi promotori, perché Pescara veda celebrato uno dei suoi geni illustri, insieme a d’Annunzio. Flaiano è un nostro concittadino, straordinario talento cinematografico e letterario e anche disincantato narratore della realtà, dei suoi vizi e delle sue virtù, una dote che lo ha reso celebre per gli aforismi, ma che ha consegnato a noi la sua grande ironia. Sono piacevolmente colpito dalla conoscenza che di lui hanno questi ragazzi e dall’entusiamo che li ha mossi nel proporne il nome attraverso la lettera. Un gesto di partecipazione piccolo, ma di grande significato che troverà nel Ponte un mezzo speciale per esprimersi. Manca poco alla sua apertura, lo faremo a breve, non vediamo l’ora di consegnare alla città un’opera non solo imponente e bella, ma utile a togliere le auto dalla città e a collegare meglio zone che oggi non sono collegate”.

“Domani e dopodomani inizieranno i collaudi – ha illustrato le prossime fasi prima dell’apertura il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli - Undici camion proveranno a turno la resistenza delle campate, la relazione sarà inviata al Genio Civile e volta ottenuto il placet l’opera andrà alla città e lo faremo con una festa. E’ un’opera che nasce per risolvere un problema di mobilità grande che Pescara soffre, distogliendo dal centro un traffico che potrà essere diretto a destinazione senza preamboli e giri all’interno della città. Abbiamo voluto invitare i ragazzi sul ponte non solo perché potessero rendersi conto di persona di cosa significa la nascita di una grande opera, ma anche perché possano raccontare ai genitori che è un ponte su cui si può transitare in auto e in bicicletta, che va utilizzato per dare una migliore vivibilità alla città e che va conosciuto, in quanto la sostenibilità a cui richiama, gli appartiene. Infatti il ponte auto produce illuminazione grazie ai pannelli fotovoltaici posti sulla sua vela. Ringraziamo di cuore i ragazzi che hanno proposto il nome, insieme a tutti quanti gli altri che lo hanno proposto, mesi fa anche in seno al Consiglio delle bambine e dei bambini la proposta era stata avanzata. Siamo certi che sia una scelta che rende onore al talento, ma anche all’identità cittadina e abruzzese di cui Flaiano è di certo una delle voci più belle”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Creare un’opportunità artistica, evolutiva e di rilancio per la città anche nel segno del turismo e commercio urbano, comprendendo anche le scuole di ogni ordine e grado, contribuendo a valorizzare il patrimonio umano – storico e culturale degli autoctoni, favorendo al contempo l'integrazione e lo scambio culturale degli artisti locali e di quelli provenienti da altre nazionalità.
Con questa finalità, Giustizia Sociale ha predisposto e depositato in data odierna presso la Segreteria Generale del comune di Chieti, tramite il Capogruppo Bruno Di Paolo, la Mozione: “Utilizzo degli artisti nella vita quotidiana della città di Chieti – “Progetto PassArte -”.
L’obiettivo è quello di riportare i cittadini a rivivere la città, valorizzare il patrimonio artistico culturale di Chieti, appoggiare un positivo rilancio del commercio urbano in ogni zona della città e favorire lo scambio artistico-culturale anche internazionale.
Un’iniziativa, già attuata da tanti comuni e portata avanti anche da città capoluogo di provincia, come ad esempio Vicenza, con lo scopo di dare un segnale forte propositivo al rilancio della città e commercio urbano, favorendo la diffusione “dell'arte di strada” nazionale e internazionale quale mezzo stabile sul quale veicolare il turismo locale.
“Purtroppo la città di Chieti – spiega Bruno Di Paolo –nell’ultimo decennio è stata depauperata di molti servizi e uffici che non solo hanno tolto vitalità al centro urbano con notevoli ripercussioni negative sul commercio, ma hanno anche finito per minare l’identità collettiva, la memoria storica e il senso di appartenenza. Per questo, è assolutamente necessario avviare un processo di rilancio attraverso offerte turistiche attrattive, costanti iniziative e proposte culturali innovative”
“La mozione, che presentiamo già accompagnata dal Regolamento attuativo per l'istituzione del Pass per gli artisti (PassArte), dallo Schema del Registro degli Artisti assegnatari del Pass, dallo Schema di Domanda per la richiesta d'iscrizione e dallo Schema del permesso da rilasciare – chiarisce Gianni Totino –, è finalizzata all’istituzione del Pass per l’artista (di qualsiasi nazionalità) che voglia esibirsi liberamente nel territorio comunale di Chieti. Chiaramente per gli artisti locali già iscritti all’Albo degli Artisti del comune di Chieti, proposto da Giustizia Sociale e denominato >ArtiCH<, il rilascio del Pass è completamente gratuito”.

Pubblicato in Politica

San Giovanni Teatino. "Un articolo di giornale ha avuto l'effetto di farci passare per fuorilegge all'opinione pubblica". Nell'ultimo Consiglio comunale (24.04.2017) l'assessore alla polizia locale Massimiliano Bronzino Cesario ha cercato di spiegare come stanno le cose sul semaforo all'incrocio di via Po (nessun dubbio infatti è stato sollevato sul funzionamento delle telecamere per la rilevazione del passaggio semaforico con il rosso all'incrocio Auchan della Tiburtina). Ha "cercato" perché il suddetto semaforo viene ritenuto "fuorilegge" in base ad una sentenza non ancora pubblicata. L'assessore Bronzino fa riferimento quindi ad alcune affermazioni dei giorni precedenti.
"Grazie al nostro legale e a quanto riferito dal comandante Di Pompo - spiega Bronzino - siamo riusciti quantomeno a risalire al ricorso accolto dal Giudice di Pace. Abbiamo scoperto che quell'automobilista per ben 4 volte ha attraversato quell'incrocio con il semaforo rosso: ha pagato la prima multa, ha visto accolto un ricorso, mentre un altro giudice ha rigettato gli altri due".
Bronzino comprende che giudici diversi possano avere una diversa interpretazione della normativa, seppure molto chiara. In consiglio comunale, infatti, ha ricordato le indicazioni del Ministero dei Trasporti, basate su uno studio del CNR, relative alle condizioni di percorribilità di una strada e quindi i parametri da tenere in considerazione per valutare la corretta durata del giallo. "I due impianti di rilevamento - chiarisce Bronzino - sono sistemati nei due incroci più pericolosi della città. E la durata del giallo, che il Ministero indica di almeno 3 secondi per strade urbane (come è classificata via Po almeno dal 2008), è sempre stata, per millesimale approssimazione, almeno di 4 secondi. Inoltre i mezzi pesanti, cui si fa riferimento negli stralci di sentenza riportati nell'articolo per ritenere necessaria una durata superiore ai 4 secondi, in realtà sono stati i meno sanzionati in assoluto: sino alla fine di marzo una percentuale pari allo 0,0011% dei veicoli contravvenzionati. Tutto questo per rendere chiaro come non vi sia stato alcun comportamento criminoso. Siamo ancora in attesa della sentenza per leggere e capire quali siano state le motivazioni del Giudice di Pace. Se ci saranno come immaginiamo le condizioni ci opporremo, soprattutto perché l'azione dell'amministrazione Marinucci, volta a ridurre la pericolosità e l'incidentalità nelle nostre strade si è dimostrata efficace. Nell'ultimo periodo le multe sono diminuite di quasi il 90% rispetto allo scorso anno. Nelle uniche due occasioni in cui il semaforo è rimasto inattivo per manutenzione in occasione delle nevicate e forti piogge, si sono verificati due incidenti”.

L'assessore Bronzino, infine, critica l’azione di alcuni esponenti dell'opposizione, che "con dichiarazioni alla stampa e su social hanno attaccato l'operato dell'amministrazione comunale senza conoscere dati reali, né le motivazioni della sentenza, contribuendo a mettere in forte imbarazzo le nostre forze di polizia locale. Ne è stata messa in dubbio l'integrità e la correttezza, tanto che sono stati quasi presi d'assedio da decine di persone che, a causa di certe dichiarazioni, si sono sentite truffate da chi la legge è chiamato a far rispettare soprattutto quando lo scopo è la sicurezza stradale. Dopo essere stati per anni un incubo, da mesi orami non si registrano più incidenti in quei due incroci e le infrazioni sono calate drasticamente. Questo è un grande risultato".

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Sono più di 130 i sindaci che parteciperanno alla cerimonia di conferimento della Bandiera Verde 2017, che si terrà a Montesilvano il 3 giugno prossimo. Il comitato tecnico scientifico di pediatri italiani, presieduto da Italo Farnetani, professore di pediatria della Libera Università Ludes di Malta, ha reso noto l’elenco dei Comuni insigniti del vessillo che quest’anno compie 10 anni.
Nello specifico le località di mare che hanno ottenuto il riconoscimento sono 134. « La ricerca ha una valenza scientifica - ha spiegato Italo Farnetani - pertanto non esistono candidature, ma sono i pediatri che possono proporre nuove località a cui assegnare la Bandiera verde. Le scelte dei pediatri sono state raccolte attraverso la compilazione di un questionario. In 10 anni sono stati consultati 2.305 pediatri. Dal 2011 la ricerca è condotta in collaborazione della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). Le 134 spiagge sono state individuate attraverso due metodi: dal 2008 al 2012 e nel 2016, l’assegnazione è avvenuta attraverso l’indicazione spontanea da parte dei pediatri, mentre dal 2013 al 2015 è stato somministrato l’elenco delle località a cui era stata assegnata la “bandiera blu” che non avessero ricevuto già la Bandiera Verde. Nel 2017 è stato sottoposto l’elenco delle 134 località insignite, dal 2008, cioè dall'inizio della ricerca, della Bandiera verde a due campioni, di cento pediatri ciascuno. È stato somministrato loro un questionario in cui si chiedeva se ci fossero località già insignite della Bandiera verde che non ne avessero più diritto. Nessuna località già insignita è stata esclusa, perciò tutte riconfermate. L’obiettivo è quello di aiutare le famiglie a scegliere le località di mare, meta preferita per chi ha bambini, per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo tale che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita. Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione - continua Farnetani - ci siamo riferiti alle strutture istituzionali e pubbliche italiane: le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli». «E’ un grande onore per la nostra città – afferma l’assessore al Turismo Ernesto De Vincentiis - essere la città ospite di questa importantissima manifestazione. Per il settimo anno consecutivo Montesilvano è stata insignita di questo prestigioso riconoscimento, testimonianza evidente della sua vocazione al turismo familiare. La nostra città infatti rientra perfettamente in tutti i parametri che vengono valutati dai pediatri, a cominciare dall’acqua pulitissima, come peraltro confermato dall’Arta che in tutto il 2016 ha valutato eccellente la sua qualità in tutti i 4 punti di prelievo. A ciò si aggiungono la spiaggia sabbiosa, lo spazio per giocare tra gli ombrelloni e tutti i servizi di ristoro offerti direttamente in spiaggia». Per l’Abruzzo Montesilvano è affiancata anche da Pescara, Giulianova (Teramo), Pineto - Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Vasto Marina (Chieti).

Le Bandiere Verdi delle altre Regioni:
Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera); Calabria: Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Siderno (Reggio Calabria), Soverato (Catanzaro). Campania: Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno); Emilia Romagna: Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Folrì-Cesena); Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine). Lazio: Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina); Liguria: Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia), Noli (Savona). Marche: Civitanova Marche (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Pesaro (Pesaro -Urbino), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona). Molise: Termoli (Campobasso); Puglia: Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Ginosa - Marina di Ginosa (Taranto), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Polignano a Mare - Cala Fetente - Cala Ripagnola - Cala San Giovanni (Bari), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto) Melendugno (Lecce). Sardegna: Alghero (Sassari), Bari sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta - Punta Nera - Girin - Guidi (Carbonia-Iglesias), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano) La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Oristano - Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), Quartu Sant'Elena (Cagliari), San Teodoro (Nuoro), Santa Giusta (Oristano), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Tortolì - Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra). Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara - Tre Fontane - Torretta Granitola (Trapani), Casuzze - Punta secca -Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari – Acquacalda - Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala - Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo - Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa). Toscana: Bibbona (Livorno), Camaiore - Lido Arlecchino - Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto (Grosseto), Pietrasanta - Tonfano, Foccette (Lucca), Monte Argentario - Cala Piccola - Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera - Moletto - Caletta) - Santa Liberata (Bagni Domiziano - Soda - Pozzarello) (Grosseto), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca), Pisa - Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa); Veneto: Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo - Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento - Bibbione (Venezia).

Pubblicato in Cronaca

Francavilla Al Mare. Inizia domani, Venerdì 28 Aprile, la due giorni organizzata dall’Associazione Fondazione Cantiere Abruzzo Italia, presieduta dall’On. Fabrizio Di Stefano, dal titolo LA PRIMAVERA DELLE IDEE presso l’Hotel Villa Maria di Francavilla Al Mare.

La prima giornata, dopo l’apertura dei lavori da parte dell’ On. Fabrizio Di Stefano, prevista per le ore 16.00, vedrà come protagonista il Sen. Maurizio Castro che analizzerà i dati e le prospettive dell’Abruzzo dopo la grande crisi del 2008.
A seguire, ore 17.00, il Caporedattore del TG1 Angelo Polimeno modererà una tavola rotonda tra imprenditori del mondo dell’associazionismo e dell’impresa abruzzese: Agostino Ballone (Presidente regionale di Confindustria), Valentino Sciotti (Amministratore delegato Farnese Vini), Paolo TOTO (Amministratore delegato Toto Costruzioni) ed Ermando BOZZA (Consulente aziendale).
Ultimo momento della giornata, ore 18:30, con la moderazione della Direttrice di Telemax: Leda D’Alonso, vedrà al centro i giovani e le loro domande ai coordinatori regionali dei partiti del centrodestra abruzzese: Nazario PAGANO (Coordinatore regionale Forza Italia), Paolo TANCREDI (Deputato Alternativa Popolare), Paolo ARRIGONI (Coordinatore regionale Noi con Salvini), Gianni CHIODI (Presidente Emerito Regione Abruzzo), Enrico DI GIUSEPPANTONIO (Coordinatore regionale Udc), Giandonato MORRA (Coordinatore regionale Fratelli D'Italia), Etelwardo SIGISMONDI (Coordinatore regionale Fratelli D’Italia).

I lavori della giornata di Sabato 29 inizieranno alle ore 10.00 con un momento dedicato ai vari ambiti regionali con i professionisti: Prof. Ferdinando ROMANO -Sanità-(Ordinario presso Università La Sapienza), Prof. Marcello SANSONE -Agricoltura- (Ordinario presso Università di Cassino e del Lazio Meridionale), Dott. Antonio PARENTE -Trasporti e Infrastrutture (Dirigente del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti), Dott.ssa Maria CANTARINI -Sviluppo Economico e Turismo- (Dirigente settore legislativo Forza Italia- Camera Dei Deputati), Avv. Tiziana MAGNACCA -EELL-Regione- (Sindaco di San Salvo), con i lavori coordinati dal Presidente della commissione di vigilanza della Regione Abruzzo, Mauro Febbo.
A seguire, ore 11:45, con la moderazione della Direttrice di Antenna 10 Gioia Salvatore, saranno ancora i giovani protagonisti, con le loro domande al Parlamentare europeo Fulvio Martusciello.


Ultimo momento della due giorni, prima della chiusura dei lavori dell’On. Fabrizio Di Stefano prevista per le ore 18.00, sarà un confronto, domande e risposte, tra i Sindaci abruzzesi e Fulvio MARTUSCIELLO (Parlamentare europeo), Paola PELINO (Senatrice della Repubblica), Lorenzo SOSPIRI (Cons. regionale. Capogruppo Forza Italia), Mauro FEBBO (Cons. regionale Presidente della Commissione vigilanza Regione Abruzzo), Paolo GATTI (Vicepresidente Consiglio regionale) ed Emilio IAMPIERI (Cons. regionale. Presidente comm. speciale fenomeno immigratorio e lavoro sommerso).
A moderare il confronto sarà la giornalista di Vastoweb Paola D’Adamo.

Pubblicato in Politica

Pescara. Tre regioni unite e Pescara come fulcro per il progetto “Asimmetrie”, Azione di Sistema Integrato Multiregionale MEdio-adriatico contro la tratta e lo sfruttamento e per l’Inclusione socio-lavorativa delle vittime”, co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il progetto mette insieme Abruzzo Marche e Molise su un argomento fra i più disumani e attuali del momento e ha braccia, gambe e cuore di una rete di ben 155 soggetti fra associazioni ed enti perché tutto ciò che prevede venga attuato. Stamane il primo report a sei mesi di attività e la firma di un protocollo d’intesa fra Comune e associazione On the Road, soggetto attuatore di Asimmetrie, in presenza del sindaco Marco Alessandrini, dell’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino del presidente dell’associazione On the Road Vincenzo Castelli, insieme agli operatori della Onlus e al personale del Settore Sociale del Comune.

“Con grande soddisfazione appongo la firma su questo protocollo d'intesa – così il sindaco Marco Alessandrini - perché è una risposta importante nel segno della città inclusiva che stiamo contribuendo a costruire, della città che si fa carico di chi arriva con storie incredibili, fuggendo da universi di orrore senza fine. Un orrore che, purtroppo, non resta nel paese d’origine, ma che assume altre forme e si esprime con violenza sulle nostre strade, a un passo dalle nostre vite. I fenomeni dell’immigrazione sono giganteschi e portano non poche controindicazioni, c’è chi lucra sulla situazione e chi cerca di strumentalizzare temi che appartengono alla sfera dell’umanità, distraendo l’attenzione da qualcosa di necessario e vitale qual è la prevenzione. Noi facciamo prevenzione concreta con questo progetto e siamo felici di vedere finanziato un lavoro che non assiste, ma conosce, affronta e risolve”

“Il titolo del progetto spiega tante cose, siamo parte di un’ azione di sistema integrato multiregionale medio-adriatico contro la tratta e lo sfruttamento e per l’inclusione socio-lavorativa delle vittime – introduce l’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino - il progetto è finanziato con 1.200.000 euro per Abruzzo, Molise e Marche, la quota parte per le attività di Pescara è pari a 225.000 euro, ma al di là dei numeri il tema centrale è l’attività che stiamo svolgendo grazie al lavoro e all’esperienza dell'associazione On the road. I dati che emergono dal primo report sono importanti per comprendere il fenomeno sulla fascia Adriatica che va da Silvi a Pescara e arriva fino a Francavilla. La finalità del progetto è quella di operare per l'emersione delle varie situazioni, al fine di dare alle persone sottoposte alla tratta tutela, assistenza e promuovere una nuova integrazione in società, sia dal punto di vista sociale che lavorativo. Parliamo di diversi livelli di sfruttamento e violenza, dalla prostituzione, al traffico di organi, all’accattonaggio in cui sono coinvolti uomini, donne e purtroppo anche tantissimi minori, cosa che rende ancora più drammatica la situazione. Negli anni il Comune ha sempre sostenuto l'attività di On the road su temi così sensibili e siamo contenti di presentare il progetto e firmare un protocollo d'intesa che fa parte dei vari passi che Asimmetrie farà”.

“Credo davvero nel lavoro di co-progettazione che da alcuni anni ci vede protagonisti con il Comune e il territorio sulle disabilità sociali – aggiunge il presidente nazionale di On the road Vincenzo Castelli - Pescara è una città complessa e articolata, come l'area costiera e metropolitana: la migrazione, l’emergenza sociale hanno ampliato il perimetro di un fenomeno che abbiamo visto crescere ogni giorno. La tratta è connessa alla migrazione, alle povertà, alla sicurezza urbana, è legata allo sfruttamento sessuale, all’accattonaggio, all’economia illegale e lavorativa. Abbiamo maturato un’esperienza pluriennale sul fronte che oggi ci vede interpreti di un progetto interregionale che coinvolge Abruzzo-Marche e Molise. Il progetto si colloca su tre regioni, prevede attività di emersione del fenomeno, consentendoci di contattare le persone in strada con le unità di strada, di fare attività indoor soprattutto sulla prostituzione, di attivare drop center con professionisti in grado di ascoltare. La nostra prima attività riguarda l'emersione: in 6 mesi 674 persone sono state contattate con le unità di strada, un numero grande che abbiamo seguito anche agli altri livelli. Da qualche giorno e grazie alla rete di associazioni, abbiamo aperto a Pescara, cosa mai fatta, una casa per ospitare fino a 5 persone vittime di tratta, ma a questa disponibilità si aggiunge una rete di accoglienza sul territorio presente e affidabile che ci consentirebbe di prendere in carico almeno 10-15 persone in accoglienza residenziale. Persone che ci consentono di fare tutela e anche orientamento e reinserimento, perché non siano “salvate”, o “assistite”, o “beneficiate”: noi le affianchiamo perché recuperino la propria dignità e tornino ad essere cittadini e cittadine, non più vittime, ma persone rinate, con una casa, una famiglia e un lavoro nel tempo perché diventino contribuenti della società in cui tornano a vivere. E’ questo il vero aiuto alla civiltà.
Con le tre regioni, l’epicentro dell’azione a Pescara e i 155 soggetti in cooperazione siamo la rete più grande d'Italia. La grande sfida che stiamo sviluppando adesso è quella contro lo sfruttamento lavorativo che ci vedrà concentrati sul Fucino per i flussi che si innescano con il lavoro estivo. Contro l'accattonaggio, infine, con Caritas siamo riusciti a fare un progetto pilota in Italia, tanto inedito che faremo scuola in Emilia Romagna, dove siamo stati chiamati a raccontarci perché la nostra esperienza diventi formativa”.

“L'attuazione di questo progetto è una grande soddisfazione – conclude il presidente della Commissione Politiche Sociali Tonino Natarelli – E’ un progetto concreto che aiuta persone che hanno bisogno e che camminerà bene con i suoi piedi perché è ben strutturato. L'aspetto più importante è che non punta a fare assistenzialismo, ma tende a restituire dei cittadini e dare dignità alle persone, ed è questa la cosa più importante che compete a un'Amministrazione”.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione