Articoli filtrati per data: Maggio 2017

Chieti. Evento di Sensibilizzazione Sabato 17 Giugno 2017, Regionale Abruzzo-Molise (in caso di condizioni meteo avversa, rinviato al 24 giugno) che attraversa le quattro Province della Regione Abruzzo, organizzato in collaborazione del Centro Trapianti Regionale Abruzzo-Molise, con sede a L'Aquila, presso ospedale "San Salvatore" che svolge attività di trapianto di Rene,in collaborazione dei coordinatori, rianimatori locali delle ASL provinciali, e con le associazioni dei Vigili del Fuoco provinciali.(Chieti-Pescara-Teramo-L'Aquila).

Motoraduno non competitivo su strada,con la partecipazione di ogni modello di motociclo, per il gruppo Comunale AIDO Chieti è il terzo motoraduno provinciale(2015/2016/2017), in questo anno lo estende su tutta la Regione ABRUZZO, primo motoraduno Regionale 2017

LOVE Ride,LOVE Life "In moto per la vita, ACCENDI la solidarietà"

Programma

I partecipanti devono compilare un modulo d'iscrizione,limite di tempo per iscriversi,entro il 13 giugno,lo possono richiedere e rinviarlo, dopo averlo compilato all'indirizzo di posta elettronica del gruppo AIDO Chieti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure consegnarlo la mattina prima della partenza agli organizzatori,dopo averlo scaricato dalla pagina facebook del Gruppo Comunale AIDO Chieti sez."FGattone"

Raduno alle ore 8.00 da Chieti, presso il Viale IV Novembre, Villa Comunale,di tutti i partecipanti, partenza alle ore 8.30, direzione Pescara,con una breve sosta presso il Comando dei Vigili del Fuoco in Via Pindaro, per proseguire verso la città di Teramo punto di raccolta dei partecipanti,al Comando dei Vigili del Fuoco in Via Armando Diaz,per proseguire il percorso Passo delle Capannelle per L'Aquila, l'arrivo a L'Aquila è previsto alle ore 12.30 in Piazza Castello, Castello Cinquecentesco,zona Fontana Luminosa,per una breve sosta, per poi riprendere direzione ONNA, per un punto di ristoro per i partecipanti,offerto dalle associazioni e proloco di ONNA. Ritorno Libero.

Il percorso è compreso di scorta motociclistica da parte del MOTO SCOOTER Abruzzo, il presidente Arturo Lemma,e con la staffetta del 118, presente con un Autoambulanza di pronto soccorso.

Una giornata di solidarietà, con la presenza di altre associazioni ANTR (associazione Nazionale Trapianto di Rene), ANED (associazione Nazionale Emodialisi,Dialisi e Trapianto).

Nell'interno dell'Evento nella città di L'Aquila,ci sarà uno spazio dedicato ai bimbi, organizzato in collaborazione con l'associazione AIDO Provinciale L'Aquila, e dell'associazione dei Vigili del Fuoco di Pescara,POMPIEROPOLI "Pompieri per un gorno" una manifestazione per bambini che si svolgerà dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso Collemaggio. In questa manifestazione si svolgerà un percorso in "miniatura"in cui verrà rappresentato il valoroso lavoro dei Vigili del Fuoco, di uomini sempre pronti a salvare Vite,in situazioni di emergenze.

L'Associazione A.I.D.O. (associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule), NO-PROFIT, senza scopo di Lucro, Gruppo Comunale A.I.D.O. Chieti sezione "Fabio Gattone", Via Ortona,17-Chieti Scalo, Presidente Stefania Fasciani

Il Gruppo Comunale AIDO Chieti,è dedicato al primo donatore di Chieti, Fabio Gattone, un ragazzo di 16 anni che nel 1994 ha perso la vita a causa di un aneurisma celebrale congenito,e il grande gesto di solidarietà dei genitori, in un momento di grande sofferenza,ha restituito miglior vita e la vita stessa a pazienti in lista d'attesa per Trapianto di organi.La donazione di organi oltre ad esser un gesto di estrema generosità e civiltà di un Paese, è una terapia di vita per patologie non altrimenti curabili.Il gruppo AIDO Chieti, ha il compito di diffondere e sostenere la cultura della donazione di organi, attraverso testimonianze di donatori e trapiantati di organi, e attraverso eventi di sensibilizzazione che coinvolgono la collettività. In quanto le opposizione alla donazioni degli organi, nella Regione Abruzzo, sono elevate.La collaborazione con i Vigili del Fuoco,è di fondamentale sostegno con il Gruppo Comunale AIDO Chieti,in cui si ha lo stesso obiettivo nella vita, di salvare altre vite, nel caso dell'AIDO, esprimendo la propria volontà in vita, alla donazione degli organi con una semplice firma, compilando il modulo adesione dell'associazione per la donazione post-mortem. Volontà che si possono esprimere anche attraverso il modulo adesione allo sportello ASL di appartenenza, oppure attraverso l'ufficio anagrafe del Comune di appartenenza in cui è attivo il progetto "Una Scelta in Comune" esprimendo la propria volontà al rilascio o al rinnovo del Documento D'Identità.

Invitiamo tutti a partecipare per attraversare tutta la Regione Abruzzo in nome della solidarietà, generosità, e sopratutto in nome della Vita.

Pubblicato in Sport

Pescara. L'under 16 maschile della Pallamano Ogan Pescara parteciperà alle finali nazionali di categoria organizzati dalla FIGH che si svolgeranno presso il Palazzo dello sport di Cassano Magnago e la Palestra comunale di Gallarate in provincia di Varese dal 1 al 4 giugno p.v..
I ragazzi guidati dal giovane coach Federico Di Gregorio coronano una stagione impegnativa e di sacrifici partecipando alle finali nazionali di categoria. Nella prima fase a gironi la squadra si confronterà con le selezioni del Rapid Nonantola (MO), del Valpellice (TO), del Trieste e del Crenna di Gallarate (VA).
L’associazione, che da sempre diffonde ai suoi ragazzi i valori fondamentali dello sport e l'importanza del lavoro di squadra, ha grande fiducia nelle capacità e crede molto nelle chance dei suo ragazzi, pronti a vivere questa straordinaria esperienza in modo scanzonato e senza pressioni.
La Pescara Ogan Pallamano è un’Associazione Sportiva Dilettantistica di Pescara affiliata all'ASI, alla FIGH. L'associazione è nata con l'intento di promuovere la pallamano offrendo corsi rivolti a bambini e ragazzi.

Pubblicato in Sport

Roseto degli Abruzzi. Saranno tre giorni di grande sport, a Roseto, per il Cerrano family festival, inserito nell’Open day Abruzzo. L’organizzazione è del Comune con numerose associazioni sportive e culturali.

“E’ una grande opportunità per rilanciare, ulteriormente, l’immagine del turismo della nostra città”, spiega il consigliere comunale con delega allo Sport, Marco Angelini, “Roseto come località turistica che può offrire un mare incantevole, colline eccezionali, enogastronomia di alto livello ma anche tanto sport, a tutti i livelli, dai successi ormai storici del basket al pattinaggio, dalla bici (in tutte le sue versioni) al podismo. Abbiamo pensato, di intesa con il sindaco, Sabatino Di Girolamo, e tutta la amministrazione, di celebrare in questa magnifica cornice, anche il ritorno della bandiera blu a Roseto. Un grande successo di questa giunta. Lo faremo coniugando, ancora una volta, sport e cultura. Sabato 3 giugno, dopo la finale di Champions league tra Juventus e Real Madrid (che sarà trasmessa dalle 20,30 con un maxi schermo davanti al lido La Lucciola), concerto di Brandon Sherrod & The Sharks. La stella della nostra squadra di basket, valentissimo cantante, ha inciso un disco i cui proventi hanno già finanziato l’acquisto di strumenti musicali per la scuola di Montorio al Vomano (per un valore di 5.000 euro) e altri 5.000 euro saranno devoluti per iniziative di beneficenza per la città di Brandon Sherrod, Bridgeport (Connec-ticut)”.

Questo il serrato programma della tre giorni

Passione per lo sport
2 giugno 2017
Colline teramane in mountain bike
Cicloturistica, partenza ore 9 dal camping Surabaja
3 giugno
Spettacolo di bike trial ore 10,30 e 16,30 stabilimento La Lucciola
con Renatas Salichovas - campione italiano trial
A scuola di mountain bike dalle 10 alle 16 stabilimento La Lucciola
4 giugno
Free spinning day dalle 10 alle 15 stabilimento La Lucciola
Special guest: dj Set Marcus

Info e prenotazioni Jakymajo team, via conti 16, Roseto
tel. 331 3381539 - 380 3227287 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Facebook: Jakymajo bike religion team (gruppo pubblico)

Festa per la riconsegna della Bandiera blu a Roseto
3 giugno
Ore 20,30 finale di Champions league tra Juventus e Real Madrid su maxischermo, davanti allo stabilimento La Lucciola. A seguire, Festa per la riconsegna della Bandiera blu a Roseto con il concerto di Brandon Sher-rod and The Sharks con i brani del disco Italian journey, prodotto da Luca Maggiti. Eseguiranno i brani: Brandon Sherrod, voce; Massimiliano Coclite, tastiere; Morgan Fascioli, percussioni; Emanuele Di Teo-doro, basso; Elisa Coclite, voce.


Raduno nazionale camminata sportiva aperta a tutti
Organizzata dall'associazione albergatori di Roseto in collaborazione con la scuola italiana cam-minata sportiva e l'A.s.c. sport (attività sportive confederate) di Teramo e Roseto cammina.
Sabato 3 giugno
Ore 17,30 Seminario al palazzo del Mare, lungomare Trieste “Sport e design nella prevenzione e nell’inclusione”. Relatori Silvana Di Filippo, Consultorio familiare di Silvi; Massimo Mazzetti, diret-tore testata Anankenews.it; Giordano Bruno, direttore Isia Roma- Pescara Presidente fondazione Morfè; Giulia Romiti, coordinatrice Isia Roma- Pescara; Mario De Benedictis, allenatore di fama Internazionale; Fabio Moretti allenatore e presidente Scuola nazionale camminata sportiva Roma
ore 17,30 accrediti
ore 18 camminata sportiva: l'allenamento alla portata di tutti
ore 18,45 introduzione pratica alla tecnica della camminata sportiva a cura dei coach Fabio Moretti e Mario De Benedictis
ore 19 consegna attestati
Domenica 4 giugno
ore 9 raduno e consegna pettorali (munirsi di spille), lungomare - lido La Lucciola e pineta anti-stante stazione ferroviaria
ore 9,10 Esibizione polifonica Morro d’Arte – canti tradizionali abruzzesi
ore 9,30 Roseto in vetrina, camminata per due gruppi (5 e 12 chilometri), tra paesaggi, gusto, cul-tura e tradizioni
ore 11,30 intrattenimenti in pineta, abbondante ristoro ed estrazione premi.

Pubblicato in Sport

Lanciano. Nel consiglio comunale del 29 maggio 2017, la Giunta comunale di Lanciano ha approvato l’adesione al progetto SPRAR, che prevede la gestione da parte del Comune dell’accoglienza in città degli immigrati. Non si è fatta attendere la reazione di CasaPound Italia, per tramite del suo responsabile cittadino Marco Pasquini.
” Giudichiamo quella del Comune una scelta sconsiderata, che tiene in maggior conto gli interessi delle coop che gestiscono l’accoglienza che quelli dei lancianesi” afferma Pasquini.
“A detta dell’amministrazione, questa mossa dovrebbe servire sia a scopi umanitari, sia per aver maggior controllo sui flussi in arrivo – prosegue Pasquini – tuttavia, a noi sembra la prosecuzione, fatta ora passare come un sistema maggiormente controllato. Abbiamo già avuto modo di constatare negli scorsi mesi come che l’ulteriore presenza di altri immigrati sul territorio non risulti gestibile. Mancano strutture adeguate, mancano i controlli e soprattutto la trasparenza dei numeri. Come CasaPound Italia pretendiamo anzitutto fornendo dati chiari sul numero degli immigrati presenti sul territorio e su come verranno organizzati i cosiddetti corsi di integrazione finanziati col fiume di denaro pubblico stanziato per la gestione dell’accoglienza migranti. In particolare, verificheremo se le medesime opportunità di inclusione sociale e lavorativa saranno garantite i cittadini in difficoltà di Lanciano, o se lo SPRAR si dimostrerà uno strumento di discriminazione per gli italiani nella loro nazione.”

Pubblicato in Politica

Pescara. E’ stata votata nel pomeriggio la questione di fiducia per l’approvazione del disegno di legge di conversione del decreto legge 24 aprile 2017 n 50 che ha concesso per l’anno 2017 un contributo di 350 milioni, a fronte di ben 651 milioni necessari alle province italiane per far fronte ai costi sulle funzioni fondamentali, dati corroborati dal SOSE, Società del Ministero dell’Economia.

Le province abruzzesi comunicano che con queste risorse non è possibile approvare in equilibrio i bilanci di previsione entro la data del 30 giugno e che pertanto si aprono le porte del dissesto cd. indotto, ovvero causato unicamente dai provvedimenti assunti dal Governo e dal Parlamento in questi tre anni a partire dalla legge n 190/2014 fino alla recente cd Manovrina e che la stessa Corte dei Conti ha duramente criticato.

“La Manovrina – dichiara il Presidente dell’Unione Province Abruzzesi Antonio Di Marco- contiene misure del tutto insufficienti, non in grado di fornire le risposte adeguate e indispensabili per risolvere lo stato di crisi di cui soffre l’intero comparto, misure che non sono state modificate in modo sostanziale durante l’iter di approvazione come richiesto a gran voce al Presidente della Repubblica, al Governo e ai Parlamentari. Le Province Abruzzesi hanno partecipato nelle scorse settimane attivamente a tutte le azioni di mobilitazione promosse a livello nazionale e abbiamo coinvolto sempre i parlamentari del territorio che dunque sanno esattamente a cosa andiamo incontro: non siamo in grado di gestire in sicurezza le scuole e le strade provinciali”.
Drammatici i bilanci delle quattro province abruzzesi che segnano rosso per un importo di ben 29.306.774 euro: 8.052.885 per la provincia di Chieti, 5.858.476 per la Provincia di L’Aquila, 8.195.579 per la provincia di Pescara, 7.199.834 per la provincia di Teramo, somme che sono al netto delle spese ingenti affrontate dalle province abruzzesi a seguito del maltempo straordinario che ha colpito l’intero territorio regionale creando uno stato di vera emergenza che ha compromesso ulteriormente le infrastrutture di competenza provinciale.
Nel pomeriggio riunione preliminare urgente a Roma a cui parteciperanno i Presidenti delle province di Pescara e di Chieti, Antonio Di Marco e Mario Pupillo anche alla presenza dei parlamentari chiamati ad un atto di responsabilità e nella giornata di domani riunione del Direttivo nazionale dell’UPI dove tutti i rappresentanti delle Unioni regionali dovranno assumere decisioni forti che non escludono lo scontro istituzionale.

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. Venerdì scorso si è tenuta la prima cena di autofinanziamento della Commissione Pari opportunità del Comune di Roseto, al ristorante il Focolare di Bacco.

La cena ha avuto inizio con i saluti e i ringraziamenti della consigliera comunale Emanuela Ferretti, delegata alle Pari opportunità, ed è proseguita con la presentazione del programma della commissione dalla presidente Sabrina Di Furia.
Presenti 180 persone tra cui tutti i componenti della giunta comunale, naturalmente con il sindaco Sabatino Di Girolamo, le componenti della commissione pari opportunità della nostra città, di Pineto, Giulianova e provinciale.
La serata è stata accompagnata da intrattenimento musicale e dal cabarettista Nino Taranto e la raccolta fondi è stata consistente (2.100 euro).

“La raccolta fondi”, spiegano Sabrina Di Furia e Giorgiana Camplese, rispettivamente presidente e vice presidente della Commissione, “è destinata a realizzare iniziative sul territorio per eliminare la disparità di genere. In particolare sono stati elaborati progetti che riguardano la sfera femminile e iniziative in campo sociale e culturale. La nostra intenzione”, concludono Di Furia e Camplese, “è quella di fare in modo che la Commissione si occupi con grande impegno della tutela della donna, sia per ciò che concerne la salute, ma anche con riferimento al lavoro e alla tutela della famiglia”.

Per restare in contatta con la Commissione Pari opportunità esiste una pagina Facebook
Commissione pari opportunità Roseto.
una mail istituzionale : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Politica

Roma. Dagli ultimi dati ufficiali della Commissione Ue in Abruzzo ci sono 29 discariche irregolari da bonificare o da chiudere perché costituiscono un grave rischio per la salute umana e l'ambiente.
Di queste, 11 sono sottoposte ad una procedura d'infrazione Ue che pochi giorni fa ha portato la Commissione a deferire l'Italia alla Corte di giustizia (44 discariche in tutt'Italia), e per le altre 18 è già in corso il pagamento di una sanzione sancita dalla Corte di giustizia a dicembre 2014 (102 discariche in tutt'Italia).
Per le 18 discariche abruzzesi già in multa e per le altre 84 presenti in Italia, il nostro Paese sta pagando circa 40 milioni di euro all’anno, in quanto le sanzioni equivalgono a 200mila euro ogni sei mesi per le discariche non contenenti rifiuti pericolosi e 400mila euro ogni sei mesi per le discariche con rifiuti pericolosi.
Qui di seguito, i comuni, e tra parentesi le località, dove si trovano le 18 discariche irregolari dell'Abruzzo per le quali dal 2014 si stanno già pagando le sanzioni (l'elenco è aggiornato a dicembre 2016): Caste di Sangro (Pera Papera-Le Pretare); Bellante (S. Arcangelo Bellante); Ortona dei Marsi (Vallone S. Giorgio); Colledimacine (Mozzone); Pizzoli (Caprarecci); Montebello sul Sangro (Colle Marzucco-Quercia della Sera); Balsorano (Ricoppi); Casalbordino (S. Gregorio); Celenza sul Trigno (Difesa); Cepagatti (Contrada Aurora); Lama dei Peligni (Cieco); Palena (Carrera); Penne (Colle Freddo); S. Valentino in Abruzzo-Citeriore (Il Fossato); Taranta Peligna (Colle M.); Torrebruna (Civitella); Vasto (Vallone Maltempo); Vasto (Lota).
"Tutto questo - ha commentato l'eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini - è gravissimo e mette in luce l'inefficienza dei governi del Pd, del ministro dell'Ambiente Galletti e dei governi regionali. Un'inefficienza che provoca un serio danno economico all'Italia. Purtroppo, anche in questo caso a pagare saranno i cittadini e non i responsabili degli abusi commessi.
Oltre a ciò - ha aggiunto Pedicini - dobbiamo evidenziare le gravi bugie e i dati falsi forniti dal governo. In più occasioni, il ministro dell'Ambiente ha diffuso pomposi comunicati stampa ufficiali in cui ha detto che si stava risolvendo l'emergenza. Galletti, invece di fare annunci, acceleri al massimo le procedure per mettere a norma le discariche abusive e irregolari e faccia tutto quello che gli compete per evitare altre sanzioni da parte della Ue".

Pubblicato in Politica

Pescara. Il consigliere Carlo Masci sostituirà l’ex sindaco Carlo Pace quale componente indicato dal Comune di Pescara per il Consiglio Direttivo dell’IcraNET, la carica è a titolo gratuito. Il consigliere è stato nominato dal sindaco Marco Alessandrini ieri su indicazione del responsabile del Centro professor Remo Ruffini a causa della scomparsa di Pace, che ne è stato lo storico componente.

“Ho accolto con molta naturalezza la proposta del professor Ruffini per la nomina di Carlo Masci – così il sindaco Marco Alessandrini – Una sostituzione che arriva dopo la prematura scomparsa di Carlo Pace, che dell’IcraNET era orgoglioso e fiero e che considerava questo speciale ambito di studio, ricerca e internazionalità che lui ha visto nascere e crescere, un’occasione di sviluppo per la nostra città.
Sono sicuro che il nome di Carlo Masci indichi continuità di impegno in tal senso e sono anche certo che in tale ruolo saprà incarnare il valore lavoro e della passione profuse da Pace nel rappresentare la città in seno ad un organismo che dialoga con il mondo e porta il nome di Pescara in consessi di altissimo prestigio.
A Masci va il mio più sincero buon lavoro, perché possa continuare la via tracciata dal suo predecessore e aggiungere il contributo innovativo della visione con lui condivisa sin dall’inizio della storia dell’IcraNET a Pescara, di cui Pace fu un determinato e concreto fautore”.

Pubblicato in Politica

Chieti. Questa mattina il Consiglio comunale di Chieti ha approvato la Delibera con la quale ha aderito alla procedura di rinegoziazione dei mutui concessi da Cassa Depositi e Prestiti che prevede un risparmio immediato per l'ente di circa 650.000,00 Euro più altre economie per gli anni a venire.
Durante il lavoro in Commissione il M5S ha riscontrato come tale Delibera non modifichi sostanzialmente l'esposizione debitoria del Comune che anzi, potrà beneficiare di un termine più lungo di un anno per la restituzione delle somme oggetto di finanziamento.

“La Delibera – spiega il Capogruppo Ottavio Argenio – conteneva la previsione di destinare una parte delle somme risparmiate sulla prima rata in scadenza, pari appunto a circa 650.000 Euro, per gli interventi di messa in sicurezza delle scuole ed un accantonamento della restante parte necessario a ridurre le anticipazioni di cassa.
Questa previsione tuttavia ci sembrava troppo generica ed era inserita solo nella parte delle premesse al documento.
Al fine di evitare che restasse solo un generico impegno e che gli importi destinati alle scuole fossero troppo esigui, abbiamo deciso di proporre un emendamento alla parte deliberativa che vincolasse il Comune a destinare una quota pari ad almeno il 40% del risparmio agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici”.

“Esprimiamo quindi la nostra soddisfazione a fronte del voto, espresso all'unanimità dal Consiglio comunale, all'emendamento, sottoscritto anche da altri capigruppo e registriamo con favore l'apertura dimostrata dai partiti nei confronti di una battaglia di civiltà che deve coinvolgere tutti gli schieramenti politici poiché riguarda il futuro e la sicurezza dei nostri figli” conclude Manuela D'Arcangelo.

Pubblicato in Politica

Chieti. “il Project financing non ha le basi sanitarie, ingegneristiche ed economiche finanziarie per poter essere approvato,  a testimoniarlo sono anche le cifre del Bilancio ASL  al 31.12.2016 che spiegano come quest’opera sia insostenibile, illogica e assurda. Leggendo, studiando e scorrendo le varie voci dei capitoli del bilancio chiuso al 31.12.2016 della Asl Chieti –Lanciano –Vasto vengono fuori molte criticità e, soprattutto, riusciamo a capire le vere motivazioni per cui i dodici Direttori, oltre quelle dei legali regionale e ASL, nonché della prof,ssa Vecchi  hanno bocciato senza appello il Project financing che questa Regione continua con ostinazione a portare avanti”. Questo il commento del Presidente della Commissione Vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo che torna di nuovo sulla procedura relativa alla nuova costruzione, demolizione e ristrutturazione definitiva dell'Ospedale clinicizzato Santissima Annunziata di Chieti ribadendo come “sia veramente incredibile quello che emerge dal documento contabile. Oggi ci troviamo di fronte ad un bilancio consuntivo  con una perdita secca di circa 26 milioni di euro. Adesso questa perdita viene ‘alleggerita’ da due iscrizioni in bilancio: una tra le Insussistenza attive dove troviamo euro 21.043.381 di debiti nei confronti della Casa di cura Villa Pini, e l’altra inserita tra le Insussistenze passive con euro 7.121.231 legate al contenzioso tra la società fallita Casa di Cura Villa Pini e la Asl di Chieti (vedi allegati) . Senza questa "sveltina"  la perdita sarebbe stata addirittura intorno ai 54 milioni di euro. È del tutto evidente – rimarca Febbo – come questo Bilancio di previsione non può permettersi e non può reggere economicamente il Project financing visto che strutturalmente negli ultimi due anni l’Asl di Chieti ha chiuso sempre in perdita ( nel 2015 la perdita è stata di € 31.443.163 e ‘alleggerita’ sempre seguendo lo stesso iter di ben € 16.310.225 quindi quella reale è di ben 47.753.388 euro mentre mi preme far rilevare che il bilancio nel 2014 segnava un più 213.318 euro .....modestamente). Mi sembra del tutto evidente che alla luce di questo quadro economico finanziario è impossibile che l’azienda sanitaria possa supportare un canone annuo di circa 13 milioni di euro (le rate annuali partano dai 5 milioni iniziali fino a arrivare ai circa 19 milioni finali) per 30 anni per un totale di euro 388.797.000,00. Senza tener conto di tutti quei servi che verranno esternalizzati, altrimenti arriveremmo ad un costo pari a 704 milioni di euro. Questa valutazione e analisi dei costi è stata appunto ampiamente svolta e già bocciata dai vari direttori sanitari non potendo esprimersi sulla pubblica utilità. A questo punto mi chiedo se la Regione, visto che ha avocato a se tutto il procedimento con l’ultima delibera di giunta numero 277, sia in grado e nelle competenze di portare a compimento quest’opera, ma soprattutto con quali risorse. Pertanto – aggiunge Febbo - questo assurda scelta e ostinazione da parte della Regione Abruzzo verrà portato all'attenzione dell'Anac e precisamente nelle mani dell'ing. Filippo Romano, Dirigente ad interim dell'Ufficio Vigilanza Contratti Partenariato Pubblico Privato, Responsabile del procedimento di vigilanza istituito dalla stessa Agenzia.  Infatti il procedimento nei confronti della Regione Abruzzo/ASL 2 Lanciano Vasto Chieti è finalizzato ad accertare tutti i profili attinenti la proposta con particolare riferimento alle criticità sulla "fattibilità dell'opera con la finanza pubblica (in questo caso regionale). In linea di principio non possono ricevere dal mercato un flusso di cassa in grado di finanziare l'investimento è la successiva gestione. Come noto, in tale tipi di opere, il piano economico finanziario viene alimentato da un canone che l'amministrazione corrisponde per tutta la durata della concessione. In tale ottica il trasferimento dei rischi in capo al Concessionario (in primi il rischio operativo di cui all'art. 3 lett zz, D.Lgs 50/2016) è in realtà difficile da realizzare in un contratto basato sul pagamento di un canone" -testuale dalla comunicazione ANAC del 21.04. 2017 n. 0058118.- Credo che anche questi ulteriori elementi di incapacità economico finanziario di sopportare un canone di così elevata entità sia da parte della ASL 2 sia da parte della stessa Regione (il Rti chiede la coobbligazione della regione nella sottoscrizione del contratto) certifichino definitivamente  la inaccettabilità e irricevibilità della proposta Maltauro. Non si perda altro tempo – conclude Febbo - e si passi velocemente a valutare concretamente gli interventi di sistemazione sismica sulla parte limitata e ben individuata per poi passare alla fase di rilancio del nostro nosocomio con un importante e strategico coinvolgimento dell’Università D’Annunzio che deve migliorare e rafforzare l'individuazione di professionalità da impiegare nel lavoro del Clinicizzato S.S. Annunziata”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 83

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione