Articoli filtrati per data: Maggio 2017

Chieti. Con l’avvio dei lavori sul tratto stradale provinciale Chieti-Francavilla-Chieti Val Pescara che prevede l’adeguamento e messa in sicurezza delle ex Strada, progetto di rifacimento dello snodo viario in Via Masci (dopo ferramenta La Rovere), finanziato inizialmente dalla Regione per Euro 2.700.000,00 nel lontano 2007 progettato nel 2012 e successivamente le risorse vengono ridotte di un milione di euro e quindi viene approvato il progetto definitivo per € 1.700.000,00 con Determinazione Dirigente settore 6 n.133 del 21.02.2013 aggiudicataria ed esecutrice Ditta ALPIN S.r.l. il 6 giugno 2016, ed i lavori partiti dopo più 8 mesi, anche su sollecitazione in consiglio provinciale dal sottoscritto, capogruppo della lista Obiettivo Provincia.
Proprio il tratto stradale denominato allacciante autostrada A14 o trans-collinare è stato realizzato dalla Provincia di Chieti ed è di sua esclusiva competenza.
La pubblica illuminazione che interessa alcuni tratti e le rampe di ingresso e di l'uscita in Zona Tricalle, nonché il tratto del viadotto, la quale illuminazione presente nella galleria del Tricalle ha avuto diverse interruzioni nel corso degli anni, ad oggi non funzionante.
Considerato che tale finanziamento provinciale era inserito in un programma di messa in sicurezza delle strade ad alta pericolosità e all’adeguamento normativo del codice della strada,quindi quale migliore condizione di sicurezza con un’opportuna illuminazione considerati i numerosi tamponamenti che avvengono.
A questo punto, una possibilità immediata, è l'utilizzo della differenza del ribasso d’asta ed estensione di contratto si può con poco più di 40.000 € ripristinare e riattivare un impianto esterno, che non interferisce minimamente con le strutture in opera presenti ed eventuali infiltrazioni presenti o altri impedimenti del caso.
Difatti l'impianto è costituito da una serie di pali stradali metallici con corpo illuminante presumibilmente dotate di lampade ad incandescenza di vecchia generazione; l'impianto è alimentato con linea esterna con pozzetti dotati di giunzioni o, nei casi di pali posti su muri di contenimento da scatole.
Dopo mio personale sopralluogo tecnico, stilo quello che una relazione dello stato di fatto ed un ipotesi minima d'interventi da fare per il ripristino.
Le tipologie dei pali sono a singolo corpo illuminante per un totale di N.36 , a doppio corpo illuminante per un totale di N.15 ed uno a dotato di 3 corpi illuminanti.
In totale quindi vi sono N. 52 corpi illuminanti con corrispondenti n.50 pozzetti e/o scatole contenenti i morsetti di giunzione .
Si precisa che n.2 pali dovranno essere rifondati in quanto andati distrutti a causa di incidenti.
Solo il tratto di galleria consta presenta complessivamente N.16 corpi illuminanti posti in serie a muro.
Tra l’altro questo intervento di manutenzione straordinaria potrebbe essere considerato legato all’efficientemente energetico oltre che ad un risparmio in termini di consumi, dovendo sostituire tutti i corpi illuminanti con componentistica legata al risparmio energetico , quindi, potenzialmente, con IVA agevolata al 10% (sia sull'acquisto materiale che sulla mano d'opera) pertanto si otterrebbe un risparmio di circa € 4.680,00 sul conto finale

L'analisi dei costi relativi al ripristino e messa in efficienza dell'intero impianto è il seguente:
- Fornitura di N.52 corpi illumianti del tipo a lampada led (a grande risparmio)
N. 52 x € 200,00 = € 10.400,00
Mano d'opera = € 4.000,00
- Fornitura in sostituzione di morsettature e giunti nei pozzetti e o scatole esterne
N.50 x € 60,00 = € 3.000,00
Mano d'opera = € 1.500,00
- Fornitura in sostituzione di parti di cavi di alimentazione e messa a terra
usurati e lesionati (di varie sezionature)
ml. 4000x € 2,00 = € 8.000,00
Mano d'opera = € 3.500,00
- Fornitura di n.2 pali previo fissaggio su fondazione in cls
n. 2 x € 800,00 = € 1.600,00
Mano d'opera = € 800,00
- Fornitura di n.16 corpi illuminanti con luce a led (per galleria)
n. 16 x € 80,00 = € 1.280,00
Mano d'opera € 700,00
- Imprevisti € 4.000,00
TOTALE € 38.780,00

in c.t. € 39.000,00
IVA 10% € 3.900,00
TOTALE COMPLESSIVO € 42.900,00

Pubblicato in Politica

Chieti. E’ stato presentato nel consiglio comunale odierno l’O.d.G. firmato dal capogruppo di FdI-AN Marco Di Paolo, con il quale si chiede al Sindaco di adoperarsi con tutti gli strumenti necessari per evitare la dismissione di questo importante organo sul nostro territorio.

 "La chiusura di un presidio di Polizia Postale in città - si legge in una nota di Roberto Miscia, portavoce cittadino di FdI-An Chieti - oltre a privare il territorio di uno strumento di controllo, genera il problema del reinserimento del personale impiegato presso le locali Squadre Mobili. In merito a ciò da parte del Ministero non vi è nessuna rassicurazione che gli operatori delle Sezioni chiuse, ben 54 su tutto il suolo nazionale, continuino ad occuparsi in modo esclusivo di reati informatici, stalking, pedopornografia ecc. Siamo di fronte quindi ad un'altra forma di riordino a cui siamo stati abituati negli ultimi anni che oltre a non determinare alcun risparmio per le casse pubbliche, porterà solo disordini e confusione su chi dovrà realmente occuparsi dell’attività concerne la Polizia Postale. Caos quindi, che indubbiamente penalizzerà il servizio offerto ai cittadini ed al nostro territorio".

 "Negli anni in cui la vita, gli acquisti, le vendite, le comunicazioni e i datisi muovono sempre di più sul binario sensibile ed esposto della rete informatica - conclude la nota - invece di potenziare ed aumentare le dotazioni per l’Ufficio già esistente, si preferisce chiudere i battenti per mantenerne uno soltanto per un intera Regione, a Pescara. Dissentendo da questa scelta insensata, siamo pronti a difendere la Polizia Postale di Chieti non solo con un o.d.g. ma anche con future iniziative pubbliche".

Pubblicato in Politica
Mercoledì, 31 Maggio 2017 00:00

Pescara, M5S: "Basta commissioni farsa"

Pescara. Il Movimento 5 stelle Pescara continua l’attacco per le convocazioni di commissioni consiliari inutili, illegittime o pretestuose.

< Solo negli ultimi 7 giorni siamo stati costretti a consegnare ben due diffide al Presidente del Consiglio Francesco Pagnanelli per segnalare commissioni convocate con scopi assolutamente lontani da quelli previsti dal regolamento> afferma la capogruppo M5s Enrica Sabatini. <Sono anni ormai che pretendiamo dal PD e dalla maggioranza tutta, un atteggiamento serio nella convocazione delle commissioni ed un utilizzo rispettoso dei soldi pubblici. Questa storia deve finire>.

I toni si sono accesi nuovamente questa mattina per la convocazione di una seduta consiliare della commissione “Cultura e Turismo” con all’ordine del giorno “Partecipazione alla conferenza stampa di presentazione della 65^ stagione estiva dell’Ente Manifestazioni Pescaresi presso l’Hotel Villa Maria”.

<Le commissioni consiliari, in quanto articolazioni del Consiglio comunale, devono svolgere funzioni consultive, di controllo e di indagine concorrendo ai compiti di indirizzo e di controllo politico-amministrativo > prosegue la capogruppo del M5s Enrica Sabatini <la partecipazione ad una conferenza stampa non può essere assolutamente un motivo di convocazione di una commissione consiliare e rappresenta un insulto verso tutti i cittadini che pagano, attraverso i soldi pubblici, i gettoni di presenza ai consiglieri comunali>.

La diffida inviata al Presidente del Consiglio Francesco Pagnanelli ed in cui il M5s ha chiesto l’annullamento della commissione, segue un’altra diffida presentata dalla Sabatini durante la conferenza capigruppo tenutasi solo una settimana fa.

<In occasione della conferenza capigruppo ho rappresentato con forza al Presidente del Consiglio e a tutti i capogruppo presenti il nostro dissenso rispetto all’inaccettabile prassi di convocare sedute consiliari con all’ordine del giorno l’approvazione di verbali relativi, tra l’altro, spesso, a sedute convocate, a loro volta, per approvare verbali! Una prassi da noi sempre fortemente contestata e denunciata in diverse occasioni anche al precedente Presidente del Consiglio Antonio Blasioli>.

La battaglia del M5s sulla corretta gestione delle commissioni risale, infatti, a oltre due anni fa quando i cinquestelle fecero esplodere il caso “Stop Gettonificio” segnalando il fatto che i consiglieri comunali ottenevano il gettone di presenza entrando in commissione giusto il tempo di una firma dal momento che non vi era una regolamentazione che imponesse un limite minimo di tempo di presenza rispetto ai 60 minuti di seduta previsti. Per questo motivo il M5s presentò una modifica del regolamento, approvata poi dal Consiglio comunale nel luglio 2015, in cui venne stabilito che il gettone di presenza fosse erogato solo a seguito di un’effettiva partecipazione alla seduta consiliare proprio come stabilito dal Testo unico degli enti locali.

<I cittadini pagano “il nostro stipendio” > conclude la capogruppo Enrica Sabatini < e meritano rispetto attraverso un impegno serio, un lavoro efficiente e produttivo>.

Pubblicato in Politica

Pecara. Nella mattinata odierna, la Polizia Municipale di Montesilvano (PE) sta dando esecuzione ad ordinanza sindacale di sgombero immediato di nr. 4 palazzine di civile abitazione site in Via Ariosto ang. Via Verga di Montesilvano, occupate da circa 200 persone in prevalenza di nazionalità senegalese, per motivi di tutela dell’igiene e della pubblica e privata incolumità.

L’operazione pianificata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltosi in Prefettura e strutturata operativamente nella riunione di un tavolo tecnico tenutosi in Questura, è condotta, al fine di tutelare l’ordine e della sicurezza pubblica, con il supporto di personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei contingenti di Rinforzo dei Reparti Mobili di Roma, Napoli e Senigallia, dei Battaglioni Carabinieri Lazio, Puglia e Toscana, delle specialità delle Unità Cinofile Antidroga, Antiesplosivo e da Ordine Pubblico, nonché del Reparto Volo di Pescara, dei Vigili del Fuoco, della A.S.L. e di personale di Pronto intervento Sanitario del servizio “118”.

L’attività ha avuto inizio nelle prime ore della mattinata odierna e si protrarrà fino a cessate esigenze.

Al termine dell’operazione saranno resi noti gli esiti dell’intervento.

Questi sono gli esiti del servizio delle forze dell'ordine:

- nr. 11 persone fermate e accompagnate presso il Comando Compagnia Carabinieri di Montesilvano;
- nr. 16 persone fermate dalla Polizia di Stato ed accompagnate in Questura.

La posizione di tutti i fermati è al vaglio del locale Ufficio Immigrazione.

Intanto, dalla locale Squadra Mobile, sono stati già denunciati, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria nr.4 persone di cui nr. 2 per possesso di sostanza stupefacente e nr. 2 per resistenza a P.U..Nel corso dell’attività sono staterinvenute una ventina di dosi di sostanza stupefacente di tipo hashish, marijuana e cocaina, diversi bilancini e attrezzi per il taglio della droga.

L’Arma dei Carabinieri ha proceduto al sequestro di gr. 139 di marijuana, gr. 67 di hashish e gr.6 di cocaina.

La Guardia di Finanza ha sequestrato circa 20mila articoli contraffatti tra capi di abbigliamento ed etichette, nonché circa 1500 cd.

«Con la maxi operazione di sgombero delle due palazzine di via Ariosto condotta sin dalle prime luci dell’alba si pone fine ad una situazione rimasta irrisolta per oltre 20 anni, con residenti e turisti esasperati e ripetute denunce e tentativi falliti di eseguire gli sfratti da parte dei proprietari degli appartamenti». A parlare è il sindaco di Montesilvano Francesco Maragno, che questa mattina ha seguito in prima persona il blitz di sgombero delle palazzine “Tillia” e “Viola” di via Ariosto che ha visto impegnate circa 300 persone tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Polizia Locale.
«Lo scorso novembre – ricorda il sindaco Maragno - ho emesso un’ordinanza di sgombero delle palazzine alla luce del grave pericolo per l’incolumità pubblica e privata, soprattutto degli occupanti degli edifici, sia da un punto di vista igienico - sanitario che strutturale. Le palazzine erano divenute peraltro una vera centrale dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti e alla contraffazione. Queste ultime settimane sono state connotate da una lunga serie di tavoli tecnici in Prefettura, incontri con i proprietari degli immobili e con la comunità dei senegalesi che risulta la principale presenza all’interno delle Palazzine sgomberate. L’operazione di questa mattina dà esecuzione a quella ordinanza e agli oltre 6 mesi di lavoro costante, condotto in silenzio proprio per ottenere la maggiore efficacia della operazione. In questo periodo abbiamo inoltre lavorato per preparare al meglio gli occupanti degli appartamenti, dando loro anche il tempo necessario per individuare sistemazioni alternative».
Ad affiancare le forze dell’Ordine anche la struttura comunale con tecnici e operai. «Abbiamo messo a disposizione - spiega ancora il primo cittadino – ditte di traslochi per rimuovere i materiali. Abbiamo coinvolto Formula Ambiente/Sapi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti generati nel corso dell’intervento. Subito dopo lo sgombero abbiamo avviato gli interventi di disinfestazione, sanificazione e muratura degli appartamenti per impedire occupazioni abusive. Via Ariosto – conclude il sindaco Maragno - è uno dei luoghi nevralgici del territorio poiché a ridosso della zona turistica di Montesilvano. Questo sgombero, atteso da moltissimi anni, è stato possibile grazie all’ordinanza che abbiamo emesso alcuni mesi fa e all’intenso lavoro svolto in sinergia con la Prefettura e il comitato tecnico di sicurezza e ordine pubblico. A tal proposito voglio ringraziare il Prefetto dott. Francesco Provolo e tutte le forze dell’Ordine intervenute, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, nonché la Polizia Locale, che hanno gestito le operazioni di questa mattina e la fase organizzativa propedeutica ad essi, con la massima dedizione e professionalità».

Si legge così in un comunicato del Comitato SALINE.MARINA PP1: "Il prefetto si è deciso ad attuare lo sgombero del complesso di via Verga-Ariosto. Ma nulla si è fatto di tutto il resto che avevamo chiesto (ufficio stranieri. dialogo con le comunità, politiche di integrazione e reindirizzo...) . Ci sono forme diverse per un'accoglienza ed integrazione, vantaggiose anche per una città turistica. https://m.facebook.com/pg/saline.marina.pp1/photos/?tab=album&album_id=1846216092365411 Oltre ai carabinieri ci vogliono gli operatori sociali, il coinvolgimento del volontariato. Si rischia di spostare il problema da qui altrove. Staremo a vedere, ma saremo sempre vigil, e propositivi".

Il Comitato Provinciale dell' UDC di Pescara commenta il maxi blitz delle Forze dell'Ordine in via Ariosto a Montesilvano :" I media abruzzesi oggi ci raccontano di un’operazione importante frutto del duro lavoro delle forze dell’Ordine e di un percorso che l’Amministrazione Comunale di Montesilvano ha portato avanti, per ottenere l’ottimo risultato oggi sotto i nostri occhi. Lo sgombero di due palazzine diventate simbolo di criminalità e quindi fonte di insicurezza per i cittadini vicini è un atto molto importante. Ancor più per la tutela del turismo della città e dire anche di tutto l’Abruzzo. Bisogna lavorare molto per gestire il tema dell’immigrazione nel modo più efficiente possibile. La città di Montesilvano con questa operazione e anche con la scelta fatta dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Maragno, di aderire alla rete Sprar, collocano Montesilvano in quella direzione di accoglienza integrata che tutti i Comuni abruzzesi e italiani dovrebbero intraprendere per tutelare le vocazioni turistiche, economiche o commerciali, dei territori stessi".

Pubblicato in Cronaca

L’Aquila. E’ stato inaugurato sabato scorso il Centro Polifunzionale“Insieme per Camarda”, progettato dall’architetto Cinzia Carrozzi e dal geometra Carlo Cipriani.Un’opera importante per la piccola frazione aquilana alle falde del Gran Sasso, realizzata con le donazioni dall’Italia e dall’estero dopo il terremoto del 2009. Questo importante obiettivo è stato raggiunto grazie all'impegno diDonato Scipioni, presidente dell’Associazione onlus “Insieme per Camarda”, al lavoro di tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione e all’impegno dell’arch.Carrozzi, che è andata ben oltre i suoi doveri di progettista.E' stata una bella giornata di festa, baciata dal sole, con i monti verdi d’Abruzzo a contorno, caratterizzata da buon umore, gioia, gentilezza e fierezza dei partecipanti. Il Centro è situato alle pendici occidentali del Gran Sasso, lungo la strada statale 17 bis che sale alla base della Funivia e poi fino a Campo Imperatore. Grazie all'impegno degli organizzatori,è stata coinvolta una cittadinanza numerosa ed entusiasta.

Ora, finalmente, tutti gli abitanti di Camarda e zone limitrofe potranno disporre di una nuova efficiente struttura per la comunità, bella, moderna ed accogliente,che ospiterà numerose attività aperte agli abitanti del territorio. Il Centro ospiterà diverse iniziative a carattere sociale e culturale come mostre, congressi, concerti, convegni, corsi di formazione e aggiornamento. Ed ha l'obiettivo di proporsi alla cittadinanza come luogo d’incontro, di aggregazione e nascita di nuove progettualità sociali e associative,integrandosi con l'area circostante. Vi si promuoverannoattività orientate ad un'ottica di benessereper i giovani del territorio, sempre pronti alle nuove iniziative culturali.Alla cerimonia erano presenti, accanto agli esponenti dell’Associazione“Insieme per Camarda”, il Sindaco dell’AquilaMassimo Cialente, l’assessore alla ricostruzione Pietro Di Stefano, l’ex assessore comunale Pasquale Corriere, dal Canada il prof. Franco Ricci eBerardino Carrozzi (ITAL-UIM), il Cav.Enzo Alloggia dalla Svizzera, Dino Scipioni dal Belgio, la progettista Cinzia Carrozzi e rappresentanti delle varie associazioni che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera.

“Siamo felici di aver inaugurato questa nuova struttura- ha commentato Donato Scipioni-un’opera fondamentale per la nostra comunità. Da oggi il nostro piccolo borgo potrà finalmente avere un luogo di socialità, di aggregazione o più semplicemente uno spazio a disposizione della comunità. È con orgoglio che sono qui a presentare a voi tutti il nostro ed il vostro Centro Polifunzionale, con orgoglio non tanto per quanto noi abbiamo fatto, ma soprattutto per ciò che voi tutti avete fatto e per quantoci avete permesso di realizzare, orgoglioso del cuore degli abruzzesi e degli italiani. Siamo semplicemente felici per quanto realizzato finora, anche se il progetto si è dovuto ridimensionare. La volontà di “fare” per la comunità è stata più forte degli ostacoli e ci ha portato ad impegnarci ben oltre le nostre disponibilità economiche, grazie anchea chi ha creduto in noi e ha lavorato con la sola promessa di essere pagato. Un ringraziamento a quanti hanno contribuito a rendere possibile tutto ciò credendo in noi, iniziando da Gianna Nannini che ha dato il LA a questo progetto,alla progettista Cinzia Carrozzi, a Nello Scipioni e Franco Ricci, a Berardino Carrozzi, al Cav. Enzo Alloggia, a tutte le associazioni di emigrati in Canada, Svizzera e Germania, al MASCI, a Liliana Lacana, al Gruppo del Ministero dei Trasporti, a Pasquale Corriere, a Mario Cavalcante, a Ivo D’Angelo e a tutti i Camardesi che si sono adoperati per aiutarci. Grazie a tutti. Spero che questo rapporto che si è creato possa continuare per farci migliorare. Grazie di nuovo a tutti.”

La giornata inaugurale, aperta dall’audiomessaggio di Gianna Nannini-che avrebbe voluto essere presente e invece è rimasta bloccata a Londra per il sistema informatico dell’aeroporto andato in tilt -, ha visto l’intervento delle autorità locali, il taglio del nastro da parte del sindaco Massimo Cialente eil saluto del dirigente tecnico del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Brevi interventi anche da parte dei rappresentanti dei donatori che hanno contribuito a finanziare l’opera: Franco Ricci, quale presidente del Comitato per la racconta fondi tra la comunità italiana di Ottawa, il cav. Enzo Alloggia, coordinatore degli aiuti dalla Svizzera, Goffredo Palmerini incaricato a portare il saluto del prof.Angelo Di Ianni, presidente del Comitato raccolta fondi tra la comunità italiana di Hamiltonin Canada, il presidente del Comitato del Canton Ticino e il rappresentante del MASCI.

Il primo cittadino,che ha voluto richiamare la complessità dell’iter autorizzativo dell’opera, ha dichiarato che l’operazione è stata resa possibile grazie ai provvedimenti di sistemazione urbanistica adottati dalla Giunta comunale, che hanno permesso l’acquisizione dell’area. La nuova struttura è stata realizzata per offrire alla cittadinanza occasioni d’incontro, dibattito e animazione, magari anche attraverso la sperimentazione di nuove forme di promozione sociale, offrendosi come punto di riferimento per enti ed associazioni che operano sul territorio comunale.Fondamentaleper la riuscita della cerimonia inauguralela collaborazione dell’Associazione culturale“Il Treo”, presente con il suo presidente Walter Scipioni,e del Gruppo Alpini Valleverde di Camarda con il capogruppo Antonio Spagnoli.Dopo il taglio del nastro e gli interventi di salutodon Nelson Callegari, parroco di Camarda, ha impartito la benedizione alla struttura.

Non va dimenticato che le Associazioni degli Abruzzesi all’estero si mobilitarono immediatamente, dopo il 6 aprile 2009, in una gara di solidarietà per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto. Spinti dall’amore per la loro terra d’origine,subito vollero dare una mano attivandosi nella raccolta di fondi a favore degli abitanti dei centri colpiti. Numeroso è l’elenco delle associazioni abruzzesi diSvizzera, Germania, Belgio e Canada, come dei singoli donatori, tutti elencati su una Targa affissa all’interno della struttura.Va ricordato, in particolare, il Centro Abruzzese Canadese di Ottawa, il suo presidente Nello Scipioni ed il Chair del Comitato Raccolta Fondi per i Terremotati, prof. Franco Ricci, il quale nel suo intervento ha espresso gli auguri del presidente del Centro Abruzzese e del Comitato. Ricci ha ricordato l’impegno della comunità italiana di Ottawa,che ha generosamente donato per fare fronte all’emergenza del terremoto aquilano. Ha peraltro sottolineato l’importante opera sociale che proprio un figlio di Camarda,Nello Scipioni, rende all’intera comunità italiana di Ottawa, tanto da esserestato scelto ed insignito come Uomo dell’Anno 2017dal Comites della capitale canadese. Sono seguiti caldi e generosi applausi.

Alla cerimonia è stata forzatamente assenteGianna Nannini. Grazie a lei e alle colleghe “Amiche per l’Abruzzo” fu raccolta gran parte dei fondi necessari alla realizzazione della struttura. La popolare cantante è rimasta bloccata all’aeroporto londinese di Heathrow a causa d’un guasto informatico al server della BritishAirways. Comunque, non èdel tutto mancata all’appuntamento,avendo inviatoun affettuoso messaggio d’augurio registrato e trasmesso a tutti i presenti. A completare la magnifica giornata un gustoso buffet di specialità gastronomiche locali, di preparazioni dolciarie tipiche, di ottimo vino e d’un eccellente spumante italiano. Un complesso musicale ha brillantemente accompagnato la serata di festa.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 31 Maggio 2017 00:00

Pescara, un arresto per furto aggravato

Pescara. Il personale della Polizia di Stato, nella giornata di ieri, ha eseguito un arresto in flagranza di reato nei confronti di VERZULLI Renato,pescarese di anni 62, resosi responsabile di furto aggravato e di possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere e allo scasso; fatto avvenuto in via Brada di Pescara, in danno di un’autovettura Hyundai Atos, in sosta. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato accompagnato presso la propria abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’arresto è stato eseguito da personale della locale Squadra Mobile.

Pubblicato in Cronaca

Fossacesia. E’ stato pubblicato oggi sul sito istituzionale del Comune di Fossacesia, www.fossacesia.gov, l’avviso pubblico per la selezione di n. 16 volontari del servizio civile nazionale. I progetti approvati per il Comune di Fossacesia sono 5, di cui due sono relativi al settore dell’assistenza, per il quale sono previsti 6 posti in totale (2 per uno e 4 per l’altro), due di educazione e promozione culturale, per i quali sono previsti sempre 6 posti in totale (2 per uno e 4 per l’altro), ed infine un altro relativo al patrimonio artistico e cultura (per il quale sono previsti 4 posti). Al bando per il servizio civile possono partecipare tutti i ragazzi compresi nella fascia di età fra i 18 ed i 29 anni non compiuti e che non sono appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia. Inoltre per partecipare bisogna essere in possesso della cittadinanza italiana o comunque essere cittadini di un altro Paese dell’Unione Europea o essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia. Tutti i requisiti sono consultabili sul bando pubblicato sul sito internet del Comune di Fossacesia www.fossacesia.gov. Le domande di partecipazione, scaricabili sempre dal sito internet del Comune di Fossacesia www.fossacesia.gov, possono essere inviate con posta elettronica di cui è titolare l’interessato all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., allegando tutta la documentazione richiesta in formato pdf o a mezzo raccomandata AR all’indirizzo “Comune di Fossacesia, Via Marina n. 18 – 66022 Fossacesia” o consegnate a mano presso l’ufficio protocollo del Comune di Fossacesia (aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ed il martedì e giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.00) e, indirizzate direttamente al Comune di Fossacesia. Le domande dovranno pervenire, a pena di esclusione dalla selezione, entro e non le ore 14.00 del 26 Giugno 2017. Ciascun candidato può presentare domanda per un solo progetto ed per un solo Ente, a pena di esclusione dalle selezioni.

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. L’amministrazione comunale organizza una colonia marina per un massimo 90 utenti per ogni turno riservata a tutti i bambini iscritti alla scuola dell’obbligo, anno scolastico 2017/2018, residenti nel Comune di Roseto degli Abruzzi. Possono essere ammessi, in relazione alla disponibilità di posti, i bambini che compiono i 5 anni entro il mese di giugno 2017, nel caso in cui abbiano un fratello/sorella che viene ammesso alla colonia, in presenza di specifica domanda.
Sono ammessi anche i ragazzi disabili, frequentanti le scuole dell’obbligo o di istru-zione superiore, residenti nei Comuni dell’ex Ambito sociale n. 8, Costa sud 2, all’interno dei tre turni previsti, nel numero massimo di 20.

I tre turni sono in programma:
dal 19.06.2017 al 01.07.2017
dal 03.07.2017 al 15.07.2017
dal 17.07.2017 al 29.07.2017

Orari:
dalle 8,30 alle 12,30 (partenza scuolabus ore 8 – ritorno ore 13 circa)

Il ticket per ciascun turno è di 60 euro.

Il servizio verrà svolto in uno stabilimento balneare individuato dal Comune, con l’assistenza di un numero adeguato di operatori messi a disposizione dall’ente. Il trasporto sarà assicurato con gli scuolabus comunali.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate direttamente all’Ufficio relazioni con il pubblico Urp, in piazza della Repubblica - piano terra, utilizzando i moduli predisposti (apertura dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 13,00, martedì e giovedì anche dalle 16 alle 18 - sabato mattina dalle 9 alle 12).

Le domande saranno ammesse:
fino al 13 giugno 2017 per il 1° turno
fino al 24 giugno 2017 per il 2° e 3° turno

Le domande pervenute fuori termine saranno accolte solo nel caso di disponibilità dei posti. In caso di esubero delle domande pervenute nei termini, verrà data precedenza a quelle dei minori i cui genitori lavorano entrambi o il cui unico genitore presente lavora o che si trovano in particolari situazioni di disagio, da valutarsi da parte del Servizio di tutela sociale. Possono essere presentate domande di ammissione a più di un turno che verranno prese in considerazione solo dopo aver esaurito le richieste dei minori relative ad un solo turno.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Le invenzioni del jazz, le alchimie e le evoluzioni dei funamboli del circo, cantanti e musicisti dall’aura leggendaria, giovani talenti e stelle internazionali del balletto. La 65esima stagione estiva dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, racchiusa nel contenitore culturale del PeFest, il Pescara International Arts Festival, torna ad allietare le serate in riva all’Adriatico.
Stamattina all’Hotel Villa Maria (Contrada Pretaro, Francavilla) è stato presentato il ricco cartellone di eventi, durante la conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente dell’Ente Manifestazioni Angelo Valori, il direttore artistico di Funambolika Raffaele De Ritis, il sindaco di Pescara Marco Alessandrini, gli assessori al Turismo e ai Grandi Eventi Giacomo Cuzzi e alla Cultura Giovanni di Iacovo oltre al direttore del Conservatorio di Pescara.
“È un cartellone che dura da 65 anni e fa parte dell’identità culturale di Pescara perché nei 90 anni di vita della nostra città questa manifestazione l’ha fatta crescere dal punto di vista culturale – ha sottolineato il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini – come ogni anno è un po’ come il miracolo del sangue di San Gennaro, sempre con maggiori difficoltà e superando grosse emergenze per dare emergenza a questo colosso culturale con un cartellone che è sempre all’altezza della situazione di questa manifestazione con un impegno flessibile, notevole, tenendo ben alta l’asticella della qualità. Io sono veramente contento di questa presentazione e di quello che inizierà il 22 giugno. Nel dare appuntamento a tutti ad abbeverarsi a questa fonte di qualità, ringrazio l’Ente e gli sponsor che sono stati importanti per questa estate all’insegna della cultura, della qualità e della storia e che continua ad essere sempre all’altezza delle nostre tradizioni”.
Giovedì 22 giugno (Teatro D’Annunzio, ore 21) Ian Anderson, famoso in tutto il mondo per aver portato il flauto traverso nella storia del rock, alzerà il sipario sul PeFest e si esibirà in un concerto tributo alla sua band dei Jethro Tull. L’icona del rock progressive inaugurerà il ciclo di appuntamenti, che proseguirà a ritmo continuo per tutta l’estate, spaziando dal Pescara Jazz alla Danza, da Funambolika ad artisti di grido, come lo storico chitarrista dei Genesis Steve Hackett o come la cantautrice fenomeno del momento LP. Una formula di successo, consolidata e affinata nel corso degli anni per incrociare i gusti di un pubblico sempre più esigente. Al punto che oggi il PeFest vanta il primato di unico festival in Abruzzo riconosciuto d’importanza nazionale dal MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) per i contenuti esclusivi proposti e il prestigio internazionale dei suoi protagonisti.
“Ringrazio gli organizzatori perché realizzare un evento non è semplice – ha detto l’assessore al Turismo e ai Grandi Eventi del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi – realizzare un calendario di eventi così importante è sicuramente un qualcosa di molto complesso nel tempo in cui viviamo. Questo tipo di attività genra dei risultati importanti per stare al passo con i tempi dal punto di vista degli stimoli, ma anche dal punto di vista delle risorse economiche che per queste manifestazioni sono sempre più scarse, ma coinvolgendo le sinergie della città sono stati in grado di proporre un’estate straordinaria con degli eventi dove la parola ‘internazionale’ significa fare turismo che è una cosa seria che crea occupazione e posti di lavoro. La nostra regione e la nostra città devono puntare fortemente su questa vocazione, sul turismo, sugli eventi di qualità. Giorni fa con il sindaco abbiamo incontrato i rappresentanti della Camera di Commercio cinese che sono molto attratti da ciò che succede nel nostro Paese e dagli eventi, anche dell’Abruzzo, e ci hanno chiesto di tradurre i nostri cartelloni di eventi in cinese. Questo è un dato molto importante che ci fa capire quanto possa incidere sul bilancio della nostra vocazione turistica, bisogna investire fortemente su questa vocazione. È molto bello riscoprire dei luoghi significativi della città come l’ex Cofa che fino a qualche anno fa era un luogo di degrado ed oggi invece si apre come area di attrattività, di eventi. Poi c’è la sinergia importante per la Notte Bianca del 22 luglio sperando nella clemenza del tempo. È stato e sarà un lavoro straordinario per mettere su questi eventi per intrattenere e fare arrivare gente”.
“Anche quest’anno una stagione molto intensa – ha rimarcato l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara, Giovanni Di Iacovo – l’Ente si è aperto alla città avendo da un lato molte collaborazioni cittadine, ma soprattutto molti aspetti nazionali ed internazionali. Si mantengono le manifestazioni principali come il Pescara Jazz ed il Funambolika uniti nel PeFest con cui avremo un calendario ancora più denso e ricco ed una programmazione che sarà per tutti i gusti e renderà protagonista, come sempre, l’estate di questa città. Questa manifestazione si è saputa rinnovare ed essere godibile da tutte le generazioni, abbiamo ogni tipo di musica, dal Jazz al Rock ad altri generi, abbiamo tanti altri tipi di spettacoli che uniscono le generazioni in un’unica grande partecipazione al più bel Festival di quest’estate. Tra le tante iniziative sono molto legato a Funambolika sia per gusto personale sia perché l’ho visto nascere, ormai sono undici anni che si tiene, non è più una novità ma fa parte dal patrimonio e del dna culturale di questa città e, vista la stragrande partecipazione ad ogni edizione, anche quest’anno non sarmeo delusi”.
Quest’anno grazie all’apporto e all’intuizione del presidente dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, Angelo Valori, la manifestazione esce fuori dai suoi storici confini e si arricchisce ulteriormente con nuovi palchi e con collaborazioni con i più grandi festival internazionali, college e università europee e americane (Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara, European Jazz Network, Jazz Education Network e Associazione Europea dei Conservatori). Alle location tradizionali del Teatro D’Annunzio e del Porto Turistico si aggiunge la cornice dell’Ex Cofa, recentemente restituita alla città.
L’edizione 2017 del PeFest sarà caratterizzata non solo da grandi ospiti internazionali, che attraverso la loro qualità artistica contribuiscono a dare lustro e prestigio al festival, ma anche da giovani musicisti e artisti circensi emergenti, protagonisti di iniziative parallele. Come il progetto “Suono Nuovo”, dedicato a sonorità musicali diverse e alla scoperta di nuove generazioni di talenti che si uniscono nella Pescara Jazz International Orchestra, formata dalle promesse della musica nazionale e straniera. O come la creazione del marchio di qualità “Pescara Jazz Messengers” attribuito a gruppi under 35 che abbiano vinto concorsi internazionali o che si siano distinti per la loro qualità artistica. Nell’universo variegato del circo i linguaggi tradizionali si mescolano nella grammatica della pista, aprendosi in alchimie, sperimentazioni e magie sempre nuove. Il tutto grazie alla partecipazione delle nuove generazioni di funamboli, vincitrici dei concorsi più prestigiosi, provenienti dall'Accademia nazionale del Circo di Verona, da Monte Carlo New Generation, dalle scuole di arti circensi di Bucarest, Brisbane e Kiev, e grazie alle iniziative didattiche della realtà abruzzese Il Circo della Luna.
“In questo cartellone c’è la 45° edizione del Pescara Jazz, l’11° di Funambolika e la Stagionedi Danza – ha ricordato il presidente dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, Angelo Valori – quindi un cartellone che come al solito è molto ricco di eventi sia di qualità, ma anche di qualità nel senso che il numero di concerti e di serate è aumentato in questi anni. Quindi devo segnalare che c’è un rilancio di attività dell’Ente come centro propulsore e creatore di quelle emozioni e di bisogni che rappresentano un patrimonio simbolico del territorio. Gli eventi imperdibili sono tantissimi: ricordo per Funambolika Gran Galà che ormai fa registrare sempre il tutto esaurito, sempre per Funambolika segnaliamo il graditissimo ritorno della Compagnia Circa che farà uno spettacolo straordinario. Per il Pescara Jazz ogni serata è imperdibile, ricordiamo il ritorno di un gruppo che si era sciolto, l’Uzeb, ai vertici mondiali della musica Fusion che si è ricostituito quest’anno e sta facendo una tournèe mondiale. Non c’è un evento che ceda dal punto di vista della qualità, da menzionare l’esordio a Pescara di Iam Anderson, il gradito ritorno di Steve Hackett, chitarrista dei Genesis, quindi musicista di fama mondiale, c’è Stefano Bollani che in questo momento rappresenta il meglio del Jazz italiano e Paolo Fresu. Noi abbiamo puntato molto alla valorizzazione del Jazz italiano che haun valore mondiale e quindi merita di essere presentato, supportato e valorizzato”.
“Funambolika era una manifestazione innovativa nel 2007 – ha ricordato il direttore artistico di Funambolika, Raffaele De Ritis – quando abbiamo iniziato non esisteva il concetto di circo di innovazione, esistevano degli episodi sporadici e noi siamo stati il primo Festival che è riuscito a strutturare questo impulso, questo linguaggio emergente. Stava succedendo con il circo, con la sua capacità tradizionale, lentamente si stava trasformando all’interno di movimento culturali, quindi uno spettacolo di forte presenza culturale che si affianca al mondo della prosa, della lirica, del jazz, della danza e al resto. Noi lo abbiamo fatto Festival, poi ne sono nati tanti altri in questi anni in Italia, la potenzialità unica al mondo è che si è riusciti ad essere trasversali sia alla tradizione che all’innovazione culturale cavalcando quella che è la celebrazione della storia, in Italia abbiamo una tradizione speciale con quelli che sono gli impulsi dall’estero. Parlando di aspetti innovativi, abbiamo creato a Pescara una cosa che non esisteva altrove, Funambolika forse è l’unica iniziativa innovativa che si apre e parla a tutti. questo lo vorremmo continuare a mantenere e siamo molto grati all’Ente. Io credo che sia l’unica iniziativa basata sulla scoperta: gli spettatori di tutte le età e di tutti i gusti culturali pagano il biglietto per una cosa che non conoscono, la scatola chiusa, e riempiono il teatro, questo anche grazie ai prezzi popolari”.


Funambolika. Il Festival Internazionale del Nuovo Circo, giunto al suo 11esimo appuntamento, è in cartellone dal 29 giugno al 4 luglio. Le alchimie della tradizione circense si incrociano con le ricerche contemporanee: Funambolika si conferma un’esplosione di energia e intensa poesia con gli artisti degli show più noti che arriveranno a Pescara sotto la direzione artistica di Raffaele De Ritis, uno dei maggiori studiosi a livello mondiale. Gli spettacoli si alternano tra il tendone da circo, allestito negli spazi dell’Ex Cofa, e la suggestiva cornice del Teatro D’Annunzio.
Funambolika inizia il 29 giugno con il nuovo spettacolo presentato in esclusiva a Pescara “Johann Sebastian Circus” del Circo El Grito, la più prestigiosa realtà di circo contemporaneo in Italia (spettacoli il 29 e 30 giugno; 1, 3, 5 e 6 luglio, Ex Cofa). Il cartellone prosegue con Humans, prima europea della compagnia australiana Circa, diretta da Yaron Lifschitz (2 luglio, Teatro D’Annunzio), e culmina con l’atteso Gran Gala (4 luglio, Teatro D’Annunzio) che raccoglie in una serata unica al mondo alcuni dei più creativi talenti al mondo: vincitori del Festival di Monte Carlo, solisti del Cirque du Soleil, nuove leve delle grandi scuole e mostri sacri dell’arte circense

Pescara Jazz. Il Festival Internazionale del Jazz è un’avventura che ha fatto storia. Tra estro e qualità dei suoi protagonisti, progressioni e libertà d’improvvisazione, il Pescara Jazz è giunto al traguardo delle 45 edizioni. Quest’anno le esibizioni si snocciolano dal 10 al 22 luglio e vedranno alternarsi artisti del calibro di Paolo Fresu & Uri Caine (12 luglio, Porto Turistico), The Manhattan Transfer (14 luglio, Teatro D’Annunzio) e Stefano Bollani (21 luglio, Teatro D’Annunzio), ma anche stelle internazionali e i giovani “Messengers” che si divideranno il palco nella stessa serata: Sensaction e Ada Montellanico (10 luglio, Porto Turistico), Nia Muziko Orchestra e Luca Mannutza Quartet (11 luglio, Porto Turistico), il duo formato da Emanuela Di Benedetto e Giulio Gentile e la Pescara Jazz International Orchestra diretta da Dick Dunscomb (13 luglio, Porto Turistico), Danilo Perez, John Patitucci & Brian Blade (15 luglio, Teatro D’Annunzio). E poi: Five by Monk by Five (16 luglio, Teatro D’Annunzio), UZEB/ R3UNION (17 luglio, Teatro D’Annunzio) e PJ meets Europe (22 luglio, Teatro D’Annunzio).

La Danza. Un viaggio trasversale attraverso la grande danza, le sue evoluzioni e contaminazioni. Stelle internazionali del balletto, compagnie e interpreti dei diversi stili, tecniche e discipline suddivisi in tre appuntamenti: Romeo y Giulieta (20 luglio, Teatro D’Annunzio), Traviata/Casadei (23 luglio, Teatro D’Annunzio) e Tango Historias (12 agosto, Teatro D’Annunzio).

Concerti. Nomi leggendari della musica internazionale, nuovi talenti e successi senza tempo. In riva all’Adriatico arriva per la prima volta a Pescara Ian Anderson sulle note dei Jethro Tull (22 giugno, Teatro D’Annunzio) e Steve Hackett, storico chitarrista dei Genesis (7 luglio, Teatro D’Annunzio). Esordio a Pescara per l’italo-americana LP, cantante rivelazione dell'ultimo anno (31 luglio, Teatro D’Annunzio).

Il programma completo del PeFest è disponibile sul sito: www.entemanifestazionipescaresi.com. Info e prevendite: Lungomare C. Colombo 122- Pescara – 085.4540969 – orari: 10-13 e 17-19.30 Circuiti Ticketone.it e Ciaotickets.com.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. Verrà inaugurata domani, 1 giugno 2017, alle ore 18.30 al Museo Michetti di Francavilla la mostra "Nella Gioia del Sole, Michetti e il Cenacolo di Francavilla". Il Comune di Francavilla presenta, in collaborazione con il Polo Museale dell'Abruzzo, la mostra "Nella gioia del sole, Michetti e il Cenacolo di Francavilla", in programma al museo Michetti dal primo giugno al 23 luglio. Si tratta di una mostra molto importante, che ripercorre il periodo aureo che l'Abruzzo si è trovato a vivere tra il 1880 e gli inizi del ‘900. La dimora di Michetti, l’ex convento di Santa Maria del Gesù, diviene luogo d’incontro, di condivisione e di creazione aperta all’Europa. L'esposizione avrà come fulcro il grande artista Francesco Paolo Michetti e dedicherà un'attenzione particolare agli altri personaggi di spicco della cultura dell'epoca che si sono distinti fuori dall'Abruzzo. In primo piano Gabriele d'Annunzio e i suoi luoghi, dentro e fuori dal Cenacolo e dai confini regionali. Il periodo scelto per la prestigiosa esposizione è quello dell'Open Day Summer organizzato da Regione Abruzzo e DMC al fine di promuovere le peculiarità della nostra Regione.
Un appuntamento importante, che coinvolge anche i vertici del Polo Museale dell'Abruzzo de L'Aquila ed ha come partner la Galleria D’Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza, il Comune di Piacenza, la DMC Terre del Piacere e l’Archivio Ricordi di Milano, in una sorta di itinerario culturale dei luoghi del Cenacolo. Si andrà, infatti, dal Conventino Michetti di Francavilla alla Casa natale di Gabriele d'Annunzio a Pescara fino a giungere al Museo “Costantino Barbella” di Chieti.
La mostra è curata da Lucia Arbace, direttore del Polo Museale dell'Abruzzo. Le opere esposte saranno circa 120 tra dipinti, documenti, sculture realizzate per mano dei protagonisti del Cenacolo michettiano.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione