Articoli filtrati per data: Maggio 2017
Martedì, 30 Maggio 2017 00:00

Il giornalista Gianni Lannes a Lanciano

Lanciano. “La mafia del gas”: è questo il tema dell'incontro, durante il quale verranno approfondite questioni ambientali, che il giornalista e scrittore Gianni Lannes terrà il prossimo 3 giugno a Lanciano, dalle ore 16.30, nella Sala 2 del Cinema Ciak City Lanciano, in via Bellisario, nel quartiere Santa Rita. L'appuntamento è promosso e organizzato dai Cobas insieme alla neonata associazione “Noimessidaparte”, in occasione della “Giornata mondiale dell’ambiente” che dal 1972, viene festeggiata il 5 giugno. A presiedere l'incontro sarà Marco Severo, presidente di “Noimessidaparte”. Sarà inoltre presente Cosimo Quaranta, attivista del Movimento No Tap e dell’Esecutivo nazionale Confederazione Cobas, che arriverà dalla Puglia. L'ingresso è libero.

Gianni Lannes ha lavorato con la RAI, LA7 e varie testate giornalistiche come PANORAMA, L’ESPRESSO, LA REPUBBLICA, AIRONE, IL MANIFESTO, LIBERAZIONE, L’UNITA’, LA NUOVA ECOLOGIA, concludendo la sua collaborazione giornalistica con IL CORRIERE DELLA SERA, dopo l’incidente della centrale nucleare di Fukushima. Attualmente giornalista indipendente e scrittore, tra i suoi libri ricordiamo “Terra muta”, “NATO: COLPITO E AFFONDATO”, “ITALIA, USA E GETTA”.

Diverse le iniziative dei Cobas sulle problematiche ambientali: l'ultimo incontro si è tenuto il 19 maggio scorso a Vasto, con Nello Trocchia, giornalista e autore del libro “Io, morto per dovere” in collaborazione con Arci, Peacelink, Associazione Antimafie Rita Atria.

Pubblicato in Cronaca

Milano. Addio bacchetta magica. Quando si parla di cellulite, la medicina estetica cambia approccio: non più focalizzato sul solo problema, ma più ampio, volto a considerare tutta la persona. Nasce così il “coaching anti cellulite”, un percorso guidato dove i trattamenti singoli lasciano il campo a quelli combinati e gli stili di vita giocano un ruolo importante. «Per contrastare l’inestetismo che interessa otto donne su dieci si scardinano alcuni vecchi paradigmi», premette Patrizia Gilardino chirurgo estetico di Milano. «Un cambio di approccio che va in due direzioni: innanzitutto, si valorizzano i trattamenti estetici combinandone più di uno alla volta. In questo modo i benefici che si ottengono in termini di risultati sono decisamente superiori e più duraturi. In secondo luogo, si va a guardare tutta la persona. La cellulite è infatti nella maggior parte dei casi il frutto di errate abitudini e non può essere combattuta semplicemente con qualche seduta. Occorre una visione più ampia che partendo dal benessere del paziente approdi al risultato estetico».

Individuare il problema per arrivare alla soluzione, quindi. «Pur essendo legata a fattori genetici, la cellulite dipende spesso dalla ritenzione idrica, una non equilibrata alimentazione e poco movimento», prosegue Gilardino. Esistono dei trattamenti specifici che possono se non risolverla del tutto, quantomeno attenuarla. «Tenendo come base la carbossiterapia, è possibile abbinarvi la mesoterapia o le onde d’urto». Spiega la specialista: «Nel primo caso l’anidride carbonica, utilizzata per stimolare la rigenerazione cellulare, potenzia gli effetti di una mesoterapia, trattamento questo che riduce la ritenzione idrica, drena i tessuti dalle scorie e migliora la circolazione. Nel secondo, le onde d’urto agiscono direttamente sul metabolismo cellulare con un effetto rigenerativo importante. La modulabilità del trattamento consente di intervenire non solamente in presenza di cellulite ma anche con piccoli accumuli di grasso grazie alle onde planari. L’uso combinato con la carbossiterapia permette un’azione in profondità sia per combattere la cellulite sia per restituire alla pelle una maggiore tonicità».

Il processo però non può fare a meno di guardare anche agli stili di vita. «Per essere veramente efficaci, i trattamenti necessitano che la paziente segua un percorso ben preciso dove un’alimentazione ben bilanciata e l’attività fisica rappresentano i cardini͙. Conclude Gilardino: «È un vero e proprio “coaching anti cellulite” dove il medico accompagna la paziente nel tempo con consigli su stili di vita, trattamenti ed eventuali integratori cui ricorrere per mantenersi al meglio nel tempo».

 

Patrizia Gilardino - profilo professionale. Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Milano nel 1988, Patrizia Gilardino si è specializzata nella Scuola di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell'Università degli Studi di Milano nel 1993. Iscritta all'Ordine dei Medici di Milano dal 1989, ha lavorato fino al 2003 all'Unità Funzionale di Chirurgia Plastica dell'Ospedale Multimedica di Sesto San Giovanni. Esercita la libera professione al Poliambulatorio della Guardia di Finanza di Milano, al Centro Dermatologico Europeo, nel proprio studio di via Colonna a Milano e nello studio di via Colombo 44 a Piacenza. È membro della Società di verifica e controllo di qualità e della Società americana di chirurgia plastica. È socio Sicpre (Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica) ed è iscritta all’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) www.gilardinochirurgiaestetica.eu.

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 30 Maggio 2017 00:00

A Silvi arriva la fibra a 100 mega di TIM

Teramo. Silvi (TE) entra nella lista delle città italiane scelte da TIM per il lancio dei servizi a banda ultralarga sulla nuova rete in fibra ottica, che permette di utilizzare da casa e dall’ufficio la connessione superveloce fino a 100 Megabit al secondo in download.
Da oggi in città sono già disponibili i servizi in fibra ottica per cittadini e imprese. La rete ha raggiunto la gran parte della popolazione del centro urbano attraverso oltre 18 chilometri di cavi in fibra, e sarà progressivamente estesa grazie al collegamento di 48 cabinet stradali alla centrale di Silvi, per una copertura pari ad oggi a circa 4.300 unità immobiliari in termini di servizi disponibili.
Il lancio commerciale dei servizi in fibra ottica nella città adriatica è il risultato degli importanti investimenti del Gruppo Telecom Italia per la realizzazione in città della rete NGAN (Next Generation Access Network). L’azienda conferma infatti la volontà di sviluppare infrastrutture sempre più moderne e in grado di offrire servizi tecnologicamente evoluti per rispondere alle esigenze dei cittadini e delle imprese, per consentire sempre più un modello “digital life” ricco di prestazioni tecnologiche e applicazioni innovative basate sulle reti di nuova generazione.
“Anche Silvi entra nella lista delle località scelte da TIM per la realizzazione della nuova rete in fibra ottica – ha dichiarato Francesco Gentile , Responsabile Access Operations Abruzzo e Molise di TIM - Questa moderna infrastruttura di rete consentirà ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale e alla sempre maggiore efficienza dei servizi urbani, ad esempio nel campo dell’infomobilità e in quello della sicurezza. Si tratta di un risultato significativo, reso possibile grazie agli importanti investimenti programmati da TIM e alla collaborazione con l’Amministrazione comunale.”
Con la fibra è possibile accedere a contenuti video di particolare pregio anche in HD. TIM offre infatti una TV che unisce il meglio dell’intrattenimento, proponendo la più ampia piattaforma di distribuzione di contenuti premium, grazie agli accordi siglati con Netflix e “Premium on line” di Mediaset, ai quali si affianca anche l'offerta "TIM Sky". In questo modo TIM intende proporre ai clienti le migliori produzioni televisive e incentivare l’utilizzo delle infrastrutture di connessione a banda larga e ultralarga fisse e mobili, che rappresentano il futuro anche per il mercato dell’intrattenimento.
La connessione ad alta velocità consente inoltre di praticare il gaming on line multiplayer in alta qualità e di fruire di contenuti multimediali contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV. Le imprese, infine, possono accedere al mondo delle soluzioni professionali di Impresa Semplice, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione in fibra ottica. Quest’ultima abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’info mobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Era il 3 novembre 2014 quando presso la Prefettura di Chieti, presente l’allora Sottosegretario di Stato on. Graziano Delrio, veniva siglato l’accordo che dava il via al “progetto pilota” in Italia finalizzato alla riqualificazione degli immobili demaniali in disuso e all’abbattimento dei costi passivi sui bilanci della amministrazioni pubbliche.
A distanza di due anni e mezzo da quella cerimonia, in questi giorni, dopo complesse vicende programmatorie e progettuali, sono partite le prime gare d’appalto per la ex Caserma Berardi che ospiterà il futuro Polo amministrativo e, limitatamente all’Archivio di Stato, per la ex Bucciante dove troverà prestigiosa sede la Cittadella della Cultura.

Il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti che nel marzo del 2014, con la raccolta di 8.050 firme per il trasferimento della Biblioteca A. C. De Meis nella Villa comunale, aveva sensibilizzato le forze politiche e istituzionali e, nei fatti, contribuito ad avviare un progetto di ampie vedute capace di coinvolgere la complessità del territorio teatino e di porsi come modello nazionale per la riqualificazione urbana, non può che dirsi soddisfatto per il raggiungimento di una tappa fondamentale che segna il passaggio dalla fase progettuale a quella realizzativa.

Ma se per i lotti di competenza del Demanio è iniziato il conto alla rovescia che precede l’impianto dei primi cantieri, non altrettanto può dirsi per la nuova Biblioteca De Meis e per il Polo universitario per i quali si è ancora alla vigilia, non si sa quanto lunga, del bandi di gara riguardanti l’individuazione di chi curerà le progettazioni definitive ed esecutive.

In spirito di totale collaborazione e con nessun altra finalità che quella del bene della collettività locale, il Comitato tornerà a sensibilizzare gli enti e le istituzioni interessate perché questa fase di stallo abbia a cessare.

Lo farà chiedendo un incontro con il nuovo Rettore dell’Università “G. d’Annunzio”, prof. Sergio Caputi, al quale ha già inviato auguri di buon lavoro, e ai vertici di Regione e Provincia nel solco di una condivisione degli obiettivi che si è certi non verrà meno.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Alle 3 della scorsa notte, il personale del locale Upgsp, unitamente al personale dei Vigili del Fuoco di Pescara, sono intervenuti in una palazzina di edilizia popolare sita in via Rio Sparto 15, dove era divampato un incendio.

L'intero stabile era invaso dal fuoco denso e dalle finestre i condomini chiedevano aiuto. Vista la situazione, gli agenti sono entrati nello stabile per consentire l'evacuazione delle persone ancora all'interno, riuscendo con non poche difficoltà a portare in salvo degli anziani costretti all'immobilità per delle gravi disabilità fisiche. Sei inquilini sono stati trasportati nel locale Pronto Soccorso poiché intossicati dal fumo, un Vigile del Fuoco si è procurato un trauma al ginocchio e quattro agenti sono stati soccorsi sul posto per una lieve intossicazione. Un promo sopralluogo dei Vigili del Fuoco ha consentito di accertare che l'incendio, divampato dal vano ascensore, era di probabile origine dolosa, in quanto mancava di innesco naturale. Sul posto il personale della Protezione Civile e della Misericordia hanno allestito un tendone di primo soccorso per il ricovero temporaneo delle persone non autosufficienti.

Terminate le operazioni di allestimento, e giudicata la struttura agibile tranne che nel vano ascensore, i residenti sono stati fatti rientrare nelle rispettive abitazioni.

Stamane il vice sindaco Antonio Blasioli e il direttore del comparto tecnico Tommaso Vespasiano si sono recati in via Rio Sparto, in sopralluogo negli alloggi ATER dove stanotte è andato a fuoco un ascensore.

“Il Comune ha coadiuvato i Vigili del Fuoco nelle operazioni di sgombero dei residenti effettuate al fine di accertare i danni e mettere in sicurezza gli abitanti, immediatamente dopo l'accaduto – così il vice sindaco Antonio Blasioli - Gli inquilini hanno trovato una prima accoglienza in una tenda messa subito a disposizione dalla Misericordia, l'Amministrazione ha attivato le procedure per una eventuale sistemazione delle famiglie in altro luogo, qualora le abitazioni fossero state ritenute inagibili, ma in mattinata tutti sono rientrati nei propri alloggi. Sul posto anche i tecnici ATER, l'Azienda attiverà una procedura di somma urgenza per ripulire i danni causati dalle fiamme e igienizzare i locali. Al rifacimento degli ascensori l'Ater provvederà nel giro di 45 giorni e all'esito delle indagini dovute per l'accertamento della natura dell'incendio, divampato intorno alle 2,30 di stanotte”.

L’assessorato al Sociale e Politiche della Casa del Comune è inoltre in contatto con gli inquilini dello stabile, per venire incontro alle necessità di trasporto di disabili o persone non deambulanti per terapie e spostamenti, finché l’ascensore non tornerà funzionante.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Il personale della Polizia di Stato, nell'ambito delle indagini relative all'aggressione dei due ragazzi avvenuta il 21 maggio scorso, davanti al Circolo Scumm di via delle Caserme, ha individuato, già dopo poche ore l'evento, due giovani di 24 e 25 anni, resisi responsabili dell'aggressione e appartenenti all'area di estrema destra; gli stesi sono stati segnalati alla locale Autorità Giudiziaria.

Questa mattina, su delega del Procuratore Aggiunto dottor Gennaro Varone, sono state effettuate, dal personale della Digos, due perquisizioni domiciliari, a Pescara e Silvi Marina, nella circostanza si è proceduto al sequestro di materiale utile alle indagini nonché documenti d'area.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. «Un’esperienza di successo che nelle due precedenti progettualità ha portato benefici tangibili per la collettività ma anche per il partecipante al progetto. Da domani prende il via una nuova fase che vedrà un altro detenuto al lavoro a Montesilvano Colle». A parlare è Danilo Palumbo, consigliere comunale e tutor all’interno del progetto in qualità di agente penitenziario. Da domani riparte l’iniziativa di giustizia riparativa, il progetto che impegna per sei mesi un detenuto della Casa Circondariale di Pescara, in lavori di cura e manutenzione a Montesilvano Colle.
«Per il terzo anno consecutivo - dichiara Palumbo - il sindaco Francesco Maragno e il direttore del carcere di Pescara Franco Pettinelli hanno firmato la convenzione con cui si prosegue il progetto “giustizia riparativa per l’inserimento lavorativo e il recupero del patrimonio ambientale locale”. Si tratta di un’iniziativa importante che permette di reintegrare i detenuti e offrire loro un’occasione per ripagare il danno arrecato alla collettività attraverso lavori di pubblica utilità. Al tempo stesso il Comune potrà contare sulle prestazioni del detenuto che aiuterà a migliorare il decoro urbano del borgo».
La convenzione stabilisce che il detenuto, individuato dall’equipe di educatori della casa circondariale, svolge per sei mesi le sue prestazioni dalle 9 alle 17 dal lunedì al sabato. Nello specifico si occuperà delle attività di manutenzione delle strade, sfalcio dell’erba, sistemazione e pulizia dell’area esterna del circolo degli anziani, pulizia delle aiuole e del borgo.
Sino ad ora sono stati due i detenuti coinvolti: nel primo anno ha partecipato N.D. che vinse il Campionato Nazionale di pugilato categoria Pesi Mediomassimi, durante la 93° Edizione dei Campionati Italiani Assoluti Elite Maschili di Pugilato, dopo aver ripreso gli allenamenti presso la Pugilistica Di Giacomo, proprio durante lo svolgimento del progetto. Nel secondo anno invece si è trattato di A. M. , che ancora oggi, pur avendo completato il progetto, continua a collaborare, gratuitamente a titolo di volontariato per tre volte a settimana, occupandosi anche della pulizia del centro anziani.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. «Anche quest’anno abbiamo attivato sulla home page del sito istituzionale una sezione dedicata a “Estate Sicura” la campagna promossa dal Ministero della Salute di prevenzione e informazione per imparare a gestire le ondate di calore». L’annuncio arriva dall’assessore alla Sanità Maria Rosaria Parlione.
“Estate Sicura” è il Sistema nazionale, sviluppato con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR Regione Lazio, e del Centro di competenza del Dipartimento della Protezione Civile, che permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.
All’interno del banner cliccabile dalla home page del sito istituzionale del Comune di Montesilvano è possibile consultare le condizioni meteo – climatiche, mediante la visualizzazione dei bollettini sulle ondate di calore. «Gli utenti - dichiara l’assessore - possono leggere e scaricare anche dei vademecum contenenti consigli generali soprattutto per bambini, anziani, donne in gravidanza, persone con patologie e anche gli amici a 4 zampe. Insomma tutte quelle categorie più sensibili che possono subire maggiormente gli effetti di forti ondate di calore». Tra i manuali disponibili anche il decalogo dell’alimentazione, quello sulla conservazione degli alimenti o sull’utilizzo dell’aria condizionata. «Come fatto anche la scorsa estate - conclude l’assessore – le informazioni più rilevanti verranno inviate anche tramite il nostro servizio whatsapp Montesilvano Informa che dalla sua attivazione ha raggiunto quasi 5000 iscritti».

Pubblicato in Cronaca

Cavezzo. A cinque anni esatti dall’evento sismico che ha colpito l'Emilia, la Protezione Civile Abruzzo ha ricevuto la Cittadinanza Onoraria di Cavezzo - località del modenese sede del Campo Abruzzo dove dal 29 maggio al 20 ottobre 2012 furono ospitati circa 1100 sfollati - in rappresentanza dei volontari e del personale di Protezione Civile della Regione Abruzzo, come segno di indelebile sentimento di ringraziamento del popolo emiliano.

Il Sottosegretario alla Presidenza regionale d'Abruzzo con delega alla Protezione Civile Mario Mazzocca ha ricevuto il ringraziamento istituzionale dal Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e dal Sindaco del Comune di Cavezzo Lisa Luppi.

"Persone generose e dai sentimenti nobili - ha commentato Mazzocca - che rappresentano gli oltre 7mila volontari che arricchiscono con il sentimento e con il valore del cuore il vero patrimonio dell'Abruzzo. E' questa la parte dell'Italia più vera e operativa: uomini e donne valorosi che regalano il loro tempo, la loro professionalità e il loro affetto a chi sta soffrendo per le conseguenze di eventi naturali, per i quali l'uomo non può definirsi incolpevole".

"Oggi ho potuto constatare con i miei occhi che qui la situazione è stata presa di petto - ha continuato il Sottosegretario - Non so se possa esistere un modello Emilia-Romagna, ma certo è che l'esperienza fatta in questi luoghi, in tema di ricostruzione, è estremamente virtuosa".

Mazzocca ha fatto visita al PalAbruzzo, il Palazzetto dello Sport così chiamato in riconoscenza dell'apporto dato dall'Abruzzo alla ricostruzione immateriale del tessuto sociale, e ha ringraziato il sistema di Protezione Civile emiliano-romagnolo per l'apporto offerto alla nostra regione in occasione del sisma dell'Aquila e di quello del Centro Italia.

Nello specifico, ad essere insignito della cittadinanza onoraria in rappresentanza della Protezione Civile Abruzzo, è stato Silvio Liberatore, nel 2012 responsabile della Sala Operativa della Protezione Civile Regionale e attuale dirigente del Servizio di Emergenza. Oltre a lui, Antonio Iezzi e Antonio Ciallella in rappresentanza dell'Associazione Nazionale Alpini sez. Abruzzi; Luciano Bagli della Protezione Civile di Rimini e Giangiacomo Schiavi, giornalista del Corriere della Sera e braccio operativo dell'associazione Un Aiuto Subito.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Nasce un gemellaggio tra lo staff di Signature 2017 a Lo Stellario e Umf Ud’A Music Festival per i 2 eventi che ci saranno questa estate a Chieti. Umf UD’A Music Festival si terrà nei 3 giorni seguenti, 1, 2 e 3 Giugno al Campus universitario di Chieti Scalo.

Organizzato dall’associazione studentesca Azione Universitaria con l’intento di creare il festival universitario più grande del centro Italia. Dopo il successo riscosso negli anni precedenti, questa è la terza edizione dell'Ud'A Music Festival con nuove attività come la Happy Run, il Band Contest a cui seguiranno artisti del calibro di Emanuele Inglese e dj TY1. Una ricca line up di 3 giorni dedicata non solo agli studenti ma volta ad integrare tutti i giovani abruzzesi e non solo che vogliono vivere la realtà universitaria. E’ proprio in questo senso che nasce il gemellaggio con SIGNATURE 2017 LO STELLARIO, affinché si crei un circuito virtuoso di intrattenimento valido in grado di portare vantaggio anche per il territorio.

Lo Stellario sabato 17 Giugno, sabato 15 Luglio e sabato 12 Agosto.

Lo staff di Signature promuoverà le serate di Umf UD’A Music Festival, in particolare quella del 2 giugno dove ci sarà come ospite il Emanuele Inglese, Dj di musica elettronica, sarà un’occasione per invitare tutti gli abitanti di Chieti a prender parte al Festival dell’Università e a sua volta Signature potrà promuovere la serata de Lo Stellario del 17 giugno con ospite Dj BOO WILLIAMS e soprattutto il Bus Navetta gratuito di sabato 17 Giugno, dedicato prevalentemente agli studenti universitari che, altrimenti, non avrebbero modo di salire a Chieti per mancanza di collegamenti.

Dopo il successo delle iniziative dei Bus Navetta nel 2016, Beviamoci in Centro, Novello Cocktail e Chocofestival questa è la prossima iniziativa:
2) SIGNATURE intende coinvolgere attivamente gli studenti universitari e i cittadini di Chieti Scalo.
Nelle prime due serate, 17 Giugno e 15 Luglio organizzerà, già dal tardo pomeriggio, un Bus Navetta gratuito dalla Stazione di Chieti Scalo al centro storico di Chieti, per permettere agli studenti e ai cittadini di conoscere e vivere il centro storico, nelle attività convenzionate e non solo.
5 le tipologie scelte, hotels, ristoranti, locali notturni, bar e pizzerie, attività che affiancheranno attivamente la rassegna musicale per i prossimi 3 mesi.
Sarà un’occasione unica per promuoversi a vicenda con un riscontro concreto, con le prevendite della rassegna musicale sarà infatti possibile recarsi nelle attività convenzionate ed avere degli sconti e delle agevolazioni.
Sarà anche e soprattutto un modo per incentivare la sicurezza dei giovani, evitando che si rechino in auto da Chieti Scalo al Parco Archeologico della Civitella e per promuovere il concetto del “bere responsabilmente” nonostante non si guidi.
3) SIGNATURE organizzerà, infine, un servizio di Bus Navetta dal parcheggio del Palatricalle al Parco Archeologico della Civitella per agevolare il grande afflusso di auto dalle città limitrofe.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione