Articoli filtrati per data: Maggio 2017

Chieti. L’Assessore al Turismo e Manifestazioni, Antonio Viola, e la Presidente della Commissione Turismo, Sport e Tempo Libero, Consigliera Comunale Maura Micomonaco, comunicano che, per consentire ulteriori iscrizioni, è stata prorogata fino al 18 giugno 2017 la scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione alla seconda edizione del concorso “Finestre, balconi, vicoli fioriti Città di Chieti”, manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale con la partecipazione di Confartigianato Chieti, Confcommercio, CNA, Casartigiani e Upa-Claai con l’intento di valorizzare gli aspetti estetici, ambientali e turistici della città.

La manifestazione, quest’anno aperta a tutto il territorio, intende premiare coloro che maggiormente si distingueranno nell’abbellire con fiori e piante finestre, balconi, vicoli, vetrine e aree verdi pubbliche.

Cinque le categorie in concorso:
- Categoria A: davanzali e finestre;
- Categoria B: balconi e terrazzi;
- Categoria C: vicoli;
- Categoria D: vetrine;
- Categoria E: aree verdi pubbliche

La domanda di iscrizione dovrà essere presentata entro il 18 giugno 2017.

La premiazione si terrà il 9 luglio 2017.

Il modulo è disponibile in formato cartaceo presso la sede del Comune di Chieti, in Corso Marrucino, 81, oppure scaricabile dal sito del Comune www.comune.chieti.gov.it e reperibile anche sulle pagine Facebook “finestre, balconi e vicoli fioriti – II edizione 2017” e chietitempolibero.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE - Il modulo di iscrizione, con due foto allegate dovrà essere trasmesso all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure consegnato a mano presso l’ufficio Protocollo del Comune di Chieti.
Una commissione giudicante, di cui faranno parte anche esperti in campo paesaggistico e florovivaistico e composta da: Alessandro Bucciarelli, Augusto Capone, Alessandra Schiappa e Grazia Di Muzio, nel periodo compreso tra il 30 e il 5 luglio 2017, senza preavviso, potrà effettuare le visite e valuterà le immagini fotografiche per l’assegnazione dei punteggi e per la classifica finale.

Un premio speciale andrà al vincitore del concorso fotografico “FotoSelfieInFiore”. La foto più bella e simpatica sarà la copertina del flyer della terza edizione della manifestazione.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Si chiude con bilancio più che positivo la quinta edizione del Festival “DI CHE GUSTO SEI” che si è tenuta lo scorso weekend al Porto Turistico di Pescara. Tantissime dimostrazioni e competizioni alle quali hanno assistito oltre 20mila visitatori.
Tre giorni di gusto con al centro l’Abruzzo e le sue eccellenze nell’evento dedicato a gelateria, pasticceria, cioccolateria, cake design, caffetteria e bartending promosso da Camera di Commercio di Pescara in collaborazione con Confartigianato Pescara.
Quattro le eccellenze professionali abruzzesi premiate con un targa di riconoscimento dagli organizzatori: Angelo di Masso, Fabrizio Camplone, Nino Diodato e Francesco Dioletta.
Mentre la competizione “Gelato d’Abruzzo” 2017, alla quale hanno partecipato i migliori gelatieri abruzzesi producendo un gusto gelato con una base crema composta da uova e caratterizzata da uno dei prodotti tipici d’eccellenza del territorio abruzzese, è stata vinta da Guido Rantucci che si è aggiudicato il podio con il gusto “zafferano e fiori d’arancio”, al secondo posto il gelato “vino di terre nostre” al gusto di Montepulciano d’Abruzzo di Antonio Terzini, al terzo posto “mielizia”, il gelato al miele e liquirizia di Vincenzo Miele.
Parteciperanno invece alla finale nazionale della Federazione Pasticceria Italiana che si terrà ad ottobre a Massa Carrara i seguenti finalisti delle selezioni FIP Abruzzo e Molise: Daniele Farchione per la categoria pasticceria moderna e isolato, Lucia Ricci per la categoria cake design per il Molise e Grazia Soricelli per la categoria cake design per l'Abruzzo.
Un festival, dunque, divenuto il punto di riferimento nel centro Italia sia per gli addetti ai lavori che per il vasto pubblico di golosi che ogni anno si reca al Porto Turistico partecipando alla Fiera Regionale più gustosa d’Abruzzo.
Diversi sono stati i momenti di incontro, formazione, commercio e intrattenimento che hanno arricchito la tre giorni di “qualità artigianale made in Italy” ed eccellenza abruzzese che dà certamente appuntamento al 2018.

Pubblicato in Cultura e eventi

L’Aquila. Un appuntamento speciale attende il pubblico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, che mercoledì 31 maggio 2017 alle 19 presso il Ridotto del teatro Comunale “V. Antonellini” dell’Aquila offrirà l’occasione di dirigere la propria orchestra al giovane direttore Cesare della Sciucca, studente del Conservatorio di Milano nato ad Atri, vincitore della XII edizione del Premio delle Arti - sezione di Direzione D’Orchestra: si tratta di una competizione riservata dal MIUR agli studenti del sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale nazionale, svoltasi il dal 4 al 6 maggio all’Aquila, organizzata dal Conservatorio “A. Casella” e che ha visto la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, da anni partner di questo concorso nazionale. Il giovane Della Sciucca dirigerà l’Ouverture Grotte di Fingal di Mendelsshon e la IV Sinfonia di Beethoven. In occasione del concerto, con ingresso gratuito, al giovane vincitore sarà consegnata una Borsa di Studio offerta dall’Ance – L’Aquila, per mano del Presidente Ettore Barattelli.

Sottolinea il direttore artistico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, Luisa Prayer: “L'ISA è da molti anni partner del Conservatorio Casella sia per lo svolgimento dei corsi di direzione d'orchestra, sia per la realizzazione della sezione Direzione d'orchestra del premio delle Arti bandito annualmente dal MIUR per premiare i migliori allievi dei Conservatori italiani. Queste iniziative fanno parte del programma di valorizzazione dei giovani musicisti posto in essere dall'ISA e siamo orgogliosi della nostra partecipazione, che ha consentito anche quest'anno di svolgere in Abruzzo una delle sezioni più prestigiose del Premio delle Arti. Il vincitore, Cesare della Sciucca, è un giovane abruzzese, originario di Atri, studente del Conservatorio di Milano cui l’ISA è lieta di assegnare il suo concerto premio”.

Il concerto sarà l’ultimo appuntamento di primavera per l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e offrirà l’occasione di salutare il pubblico aquilano, che ne ha seguito con assiduità le attività della stagione 2016/2017 e dare notizia degli imminenti importanti appuntamenti e delle novità promosse dall’Istituzione per la stagione estiva.

La serata rientra in un programma più ampio dedicato dall’ISA ai giovani, denominato ISA-EDU 2.0. Nell’ambito di questo programma l’ISA ha realizzato iniziative diversificate per genere, ma tutte dedicate ai giovani: tra queste gli spettacoli e i concerti della sua orchestra e dei suoi ensemble per le scuole, le iniziative per promuovere la pratica e la conoscenza della musica d’oggi, come il concerto – evento “Progetto Cage – Corner” tenutosi al Conservatorio Casella, che ha coinvolto quasi cento ragazzi, o l’iniziativa di promozione della musica contemporanea, realizzata grazie al sostegno della Fondazione Carispaq, in occasione dei concerti del II Festival L’Aquila Contemporanea Plurale. In più di una occasione l’ISA ha messo a disposizione la sua orchestra per la educazione e valorizzazione dei giovani talenti musicali, come nei concerti realizzati all’inizio di maggio con i giovani solisti dell’Istituto Braga di Teramo, o nei corsi di direzione d’orchestra del Casella, e nell’occasione odierna, in cui un giovane abruzzese di talento sale sul podio della orchestra della sua Regione.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Tutto pronto per la festa della Basilica della Madonna dei Sette Dolori che si celebrerà da venerdì 2 giugno a lunedì 6 con un programma ricco di appuntamenti ed eventi religiosi e civili. Oggi la presentazione con il Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, l'assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi, l’assessore alle Tradizioni Cittadine, il parroco padre Vicenzo Di Marcoberardino, i consiglieri comunali Fabrizio Perfetto e Marco Presutti, il comitato promotore della festa.

“Presentiamo la festa parrocchiale ormai cittadina e diocesana da tantissimi anni – dice il presidente Francesco Pagnanelli – Lo facciamo con una conferenza che intende rimettere al centro le feste patronali perché le feste identitarie, eventi di aggregazione culturale e sociale delle città. Una festa molto sentita dai fedeli, a cui si aggiunge un programma particolarmente ricco di ospiti di grande richiamo rispetto all'anno passato. Per l’intrattenimento che accompagna la festa, l’evento di punta sarà il concerto di Dodi Battaglia, membro storico dei Pooh, che si sono appena sciolti. Una presenza che apre i confini della festa a chi viene da fuori Pescara. Scanditi e di grande emozione saranno gli appuntamenti religiosi, che sono storicamente molto partecipati, dall'esposizione della statua che si terrà venerdì alle ore 18 presso la Basilica, alla messa e processione di domenica”.

“Presentiamo una delle feste religiose maggiori della città - aggiunge l’assessore Giacomo Cuzzi - da salutare con favore anche lo sforzo organizzativo del Comitato e della gente che da sempre la sostiene. Quest'anno la festa è inserita nel calendario degli eventi dell'Amministrazione comunale, per la sua storicità e per un concerto molto importante che la chiuderà lunedì. Sono tre le grandi feste che abbiamo e che interessano zone non del tutto centrali: Colli, San Cetteo e Sant'Andrea. Un segno, questo, dell’importanza della città diffusa che stiamo cercando di sottolineare con ogni evento e progetto. In questa occasione c'è anche un aspetto per quanto riguarda la presenza delle giostre che completeranno tutta la manifestazione e che sottolineano il lavoro importante che c’è dietro, affinché tutto possa svolgersi al meglio. L’invito è dunque a partecipare numerosi”.

“E' una festa che si radica nella storia di Castellamare Adriatico dal 1757 quando il vescovo di allora consacrò la chiesa della Madonna dei Sette dolori e ordinò che venisse celebrata ogni anno in tale ricorrenza una festa – racconta Padre Vincenzo Di Marcoberardino – La consacrazione avvenne il 30 maggio, giorno della Pentecoste di quell'anno e poi la festa venne spostata alla prima domenica di giugno. La celebrazione è legata dunque alla consacrazione della chiesa. Quest'anno corona anche un lavoro sulla nostra storia, perché abbiamo computerizzato i dati dei battesimi dal 1667 al 1914, un’opera molto importante per restituire memoria alla cittadinanza. Nel libretto dedicato alla Festa c'è poi un pensiero su Maria Santissima e la Riforma protestante, questo in occasione dei 500 anni dalla Riforma. Una scelta che arriva da alcuni scritti di Martin Lutero dedicati alla Madonna che è madre di Dio e anche della Chiesa e che nel caso della Madonna dei Sette Dolori, è anche protettrice della Diocesi e della città”.

“Questa festa ci rappresenta e ogni pescarese vi è fortemente legato – aggiunge l’assessore Paola Marchegiani - Bello è il lavoro di ricerca e storico, perché c'è sempre necessità di approfondimento culturale, perché la comunità diventa tale proprio per la presenza di questi valori. Bella la coesione che accompagna la festa: un tempo c’era la tradizione che chi aveva lasciato i Colli, venisse invitato da chi restava per vivere questa giornata insieme. Credo che in alcune case sia ancora così, ma è importante che la città ritrovi la sua identità piena anche attraverso i suoi riti”.

“E’ la Festa di un Santuario molto speciale – conclude il consigliere Marco Presutti – Tutti i Santuari hanno da sempre la caratteristica di essere meta di fedeli da altre parti del territorio. Parliamo poi di una Basilica minore, titolo che lega la chiesa al Papa, un luogo, infine, dove la presenza dei frati equivale da sempre ad una maggiore possibilità di ricevere e accogliere i fedeli”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Continua lo splendido momento di massimo fulgore artistico della cantante pescarese Anna Rosini, in arte Hanna.
Dopo gli strepitosi consensi e successi ottenuti nelle trionfali tournèe effettuate recentemente in Canada, Stati Uniti e Bielorussia, meritandosi l’appellativo di ambasciatrice della canzone italiana nel mondo, l’associazione “Movimento Arte e Cultura”, organizzatrice della 38° edizione del Festival della Canzone Italiana in Belgio, ha fortemente voluto la partecipazione di Hanna nell’importante manifestazione canora che si è tenuta lo scorso 13 maggio, nella sala “Regina Elisabetta” del Palazzo dei Congressi di Liegi, in Belgio e che ha registrato in passato la presenza di numerosi ed affermati artisti del calibro di Luca Barbarossa, Orietta Berti, Peppino Di Capri, Iva Zanicchi, Amedeo Minghi ed altri ancora.
Acclamata dalla platea e applaudita dalla giuria, capitanata dalla grandissima Patty Pravo, Hanna ha interpretato con grande enfasi “Un amore così grande”, simbolo della canzone italiana nel mondo interpretata dai nomi più illustri nel panorama artistico nazionale ed internazionale, scritta dal M° Guido Maria Ferilli, con il quale Hanna sta collaborando per l’uscita di due inediti scritti dal Maestro proprio per lei.
L’incantevole voce calda e potente di Hanna, fuoriclasse del palcoscenico unanimemente ammirata ed apprezzata da tutte le platee mondiali che hanno avuto il privilegio di ascoltare le sue emozionanti esibizioni da brivido, suscitando la standing ovation del pubblico, ha deliziato anche il prestigioso parterre del Palazzo dei Congressi di Liegi, salendo sul podio, costituendo titolo di enorme orgoglio per tutti i suoi concittadini abruzzesi.
L’Abruzzo è fiero di avere una rappresentante come Hanna nel mondo. La vittoria in Belgio rappresenta solo uno dei tanti traguardi che la nostra artista ha raggiunto e continuerà a raggiungere, tenendo alta la bandiera della sua Abruzzo e dell’Italia intera!

Pubblicato in Cultura e eventi
Lunedì, 29 Maggio 2017 00:00

Convegno ANCI Abruzzo Società Partecipate

Pescara. Oggi appuntamento di ANCI Abruzzo sul tema “Il riordino delle società partecipate nella riforma Madia” presso l’Aurum di Pescara, Sala Tosti, evento di grande rilievo che vede la partecipazione del Presidente della Corte dei Conti Abruzzo Tommaso Miele e tra i relatori il Professor Francesco Fimmanò Ordinario di Diritto Commerciale e Direttore scientifico di Unimercatorum, il Professor Aristide Police Ordinario di Diritto Amministrativo all’Università Tor Vergata e il Professore di Diritto Amministrativo Salvatore Cimini dell’Università di Teramo. L’iniziativa si inserisce tra le otto giornate formative suddivise per aree tematiche, in base alle necessità degli Enti Locali. Promosso come Accademia per l'Autonomia, un progetto di attività formative territoriali realizzato da ANCI ed UPI nazionali, in convenzione con il Ministero dell'Interno e con la collaborazione di ANCI Abruzzo.

L'obiettivo è quello di mettere in rete le competenze degli Enti Locali, del mondo universitario e degli istituti di ricerca per migliorare la preparazione di amministratori e dipendenti pubblici al servizio di Comuni, Province e Città.
Il progetto si aggiunge alle numerose iniziative di formazione messe in campo, anche quest'anno, dall'ANCI regionale e dalla fondazione iFEL.

"Si tratta di un impegno formativo - dice Lapenna - che è di grande importanza per i nostri amministratori e funzionari che hanno modo di confrontarsi con qualificati docenti nazionali sulla attuazione delle più importanti novità legislative che stanno riguardando il mondo delle società pubbliche controllate dagli Enti locali territoriali".

Pubblicato in Economia

Monza. La stagione dei bilanci consolidati è in pieno svolgimento e, in concomitanza con questa fondamentale scadenza per i gruppi di imprese, l’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Monza e Brianza ha organizzato a Monza, presso The Bank, l’evento “Aperitivo e nuovo bilancio consolidato”.

Protagonista dell’evento è stato il libro di Francesco Lenoci e Enzo Rocca “Bilancio consolidato”, Wolters Kluwer, maggio 2017.

Il vantaggio competitivo è la capacità distintiva di un gruppo di imprese di presidiare, sviluppare e difendere nel tempo, con maggiore intensità e competenza dei concorrenti, un fattore critico di successo in un mercato.

L’osservazione degli accadimenti degli ultimi anni ha enfatizzato, ai fini dell’acquisizione del vantaggio competitivo, le capacità d’impresa volte: all’individuazione e all’acquisizione di nuove tecnologie; ad una maggiore flessibilità organizzativa; a migliori e più articolati rapporti con gli interlocutori aziendali.

La complessità che caratterizza l’attuale scenario è dovuta in gran parte alla velocità ed alla scarsa prevedibilità dei cambiamenti e degli avvenimenti in generale; ciò significa che è sempre più difficile procedere a una valutazione analitica e costante dei soggetti con i quali si sviluppano relazioni economico-sociali. Visibilità e trasparenza diventano, pertanto, gli elementi fondamentali sulla base dei quali accordare fiducia e credibilità ai propri interlocutori.

Il gruppo di imprese trasmette e riceve informazioni al proprio interno e con l’esterno. Col termine “informazioni” si intendono sia quelle accumulate all’interno, come il know-how di marketing tecnologico, produttivo, finanziario, manageriale, sia i canali tramite i quali le informazioni sono veicolate all’esterno per contribuire a creare risorse immateriali quali la stima, la credibilità, la reputazione e la fiducia ovvero, in altri termini, l’immagine aziendale.

Per ottenere un duraturo successo, il gruppo di imprese deve saper fare e farlo sapere. Il saper fare di un gruppo di imprese deriva dall’efficacia e dall’efficienza del suo sistema di governo, ossia dalla coerenza esistente tra i vari elementi che compongono il suo sistema manageriale e gestionale. Il farlo sapere implica un’attività di comunicazione che si esplica nell’implementazione delle attività operative e strategiche d’impresa e, quindi, sia in comportamenti che nell’attivazione di messaggi intenzionali.

L’applicazione operativa del saper fare (il fare), ossia l’agire integrato del gruppo di imprese dà concretezza al saper fare: le attività operative e strategiche d’impresa rappresentano, quindi, il fare e l’efficacia del fare dipende dalla consonanza esistente non più solo fra le variabili del sistema di gestione, ma anche fra queste e l’ambiente in cui l’impresa opera.

Tale efficacia va incrementata mediante la gestione dell’immagine, ossia il farlo sapere tramite lo strumento di un bilancio consolidato “ben fatto”.

Così il gruppo di imprese realizza un contatto migliore con i suoi interlocutori, interni ed esterni, rispondendo alle attese dei molteplici soggetti interessati alle performance aziendali, che richiedono maggior trasparenza e chiarezza nelle loro relazioni con il gruppo. In altri termini, il bilancio consolidato non va più considerato uno dei tanti documenti contabili predisposto ai sensi di legge, bensì la fotografia della bontà o meno del lavoro svolto da quanti operano nel e per il gruppo di imprese.

L’esigenza di un’informativa tempestiva delle performance e qualitativa dei dati di bilancio consolidato coinvolge una serie differente di attori all’interno di un quadro normativo di riferimento: diverse figure professionali sono coinvolte nella predisposizione, supervisione, approvazione, revisione, analisi ed utilizzo di report che comunicano informazioni e dati aziendali.
Le principali figure coinvolte nella catena dell’informazione societaria sono le seguenti:
• management. Predispone il bilancio consolidato in conformità al D.Lgs.n. 127/1991 oppure agli IAS/IFRS;
• investor relator. Rappresenta l’impresa presso la comunità finanziaria comunicando il suo valore, i suoi dati, le sue performance, le sue strategie. Contribuisce alla catena dell’informazione economica-finanziaria, alimentando la fiducia degli investitori e rendendo intelligibile il valore del Gruppo;
• auditor e altri organi di controllo. Interagiscono con il management e gli organi di governance e contribuiscono alla trasparenza della comunicazione finanziaria;
• media. Contribuiscono alla distribuzione delle informazioni;
• analisti finanziari. Valutano i dati diffusi e sono interpreti nell’utilizzo delle informazioni a favore degli investitori e degli stakeholder.

In questo contesto interagiscono anche altre figure: i regolatori e gli standard setter, che forniscono il quadro normativo di riferimento agli altri attori.
Il ciclo termina con gli investitori e gli altri stakeholder che usufruiscono delle informazioni diffuse per valutare il proprio investimento e che, quindi, fanno pressione sugli altri soggetti per ottenere dati e informazioni il più possibile attendibili, trasparenti, comprensibili e affidabili.

Comunicare significa condividere, mettere qualcosa in comune con gli altri: nel mercato finanziario la comunicazione è l’insieme delle strategie e degli strumenti utilizzati per rendere fruibili informazioni di carattere economico-finanziario ad investitori e parti terze. Il processo di trasformazione del puro dato numerico in informazione inizia da una fase di interpretazione dei risultati aziendali che vengono analizzati e valutati.

Tale processo consente di comprendere:
• l’identità finanziaria-patrimoniale dell’impresa e l’insieme dei risultati che sostengono la validità del modello imprenditoriale prescelto;
• il posizionamento aziendale nel settore di riferimento, declinato nella logica di differenziale competitivo, ossia definendo la sostenibilità finanziaria del modello imprenditoriale nel medio-lungo termine;
• l’orientamento strategico volto a mantenere o ad ampliare il differenziale competitivo;
• la stima dei risultati attesi, intesi come obiettivi economici-patrimoniali-finanziari raggiungibili grazie alla strategia.

Obiettivo del libro di Francesco Lenoci e Enzo Rocca è offrire un supporto concreto e innovativo per la realizzazione di un bilancio consolidato “ben fatto” e per la sua comunicazione “efficace” a tutte le figure coinvolte nella catena dell’informazione societaria.

Il libro di Francesco Lenoci e Enzo Rocca è diviso in tre parti:
 la prima parte illustra la logica di gruppo e il salto di qualità che il bilancio consolidato consente di fare nell’informativa patrimoniale, economica e finanziaria. Contiene, peraltro, un dettagliato confronto tra due bilanci consolidati dell’esercizio 2015 redatti con normativa differente (norme di legge e principi contabili italiani versus principi contabili IAS/IFRS) volto a denunciare l’assurdità di bilanci consolidati ugualmente corretti quantunque profondamente diversi;
 la seconda parte, relativa ai gruppi non quotati, fornisce una metodologia ragionata per la predisposizione dello stato patrimoniale consolidato, del conto economico consolidato, del rendiconto finanziario consolidato, del prospetto di movimentazione del patrimonio netto consolidato e del prospetto di raccordo fra bilancio della capogruppo e bilancio consolidato;
 la terza parte, concernente i gruppi quotati, fornisce una metodologia ragionata per la predisposizione degli schemi contabili richiesti dagli IAS/IFRS, in sede di bilanci annuali e infrannuali.

Arricchiscono il libro di Francesco Lenoci e Enzo Rocca:
 oltre 110 esempi, selezionati tra la prassi più recente e proposti quali model solution. Si segnala, in particolare, un bilancio consolidato 2016, completo di nota integrativa consolidata e di relazione sulla gestione del gruppo, già conforme alle significative novità che il D.Lgs. n. 139/2015 e i nuovi OIC pubblicati a fine 2016 hanno apportato al D.Lgs. n. 127/1991;
 la soluzione di oltre 50 casi, formulati in maniera tale da risultare dei validi practice aid, sia per chi deve redigere, sia per chi deve controllare i bilanci consolidati.

Completa il libro di Francesco Lenoci e Enzo Rocca l’allegato CD-Rom che, con riferimento ai gruppi industriali, consente di: redigere il bilancio aggregato; effettuare il consolidamento; predisporre lo stato patrimoniale ed il conto economico consolidati; predisporre la movimentazione del patrimonio netto di gruppo; ottenere il raccordo tra il patrimonio netto e il risultato d’esercizio della capogruppo e del gruppo.

Pubblicato in Economia

Montesilvano. Tra una settimana si rinnoverà la settima edizione della biciclettata Adriatica, la classica festa di inizio estate che ha lanciato (dal 2011) il progetto Bike-to-Coast per una pista ciclabile continua per 131 Km su tutta la costa abruzzese.
Il progetto, in gran parte realizzato, manca ancora del tratto della Costa dei Trabocchi, da Ortona a San Salvo, dove la greenway si sviluppa sul tracciato litoraneo della ex ferrovia adriatica in un ambiente suggestivo e selvaggio ma con alti costi di realizzazione.
La festa dei ciclisti prevede una passeggiata da Francavilla a Sud e da San Benedetto, nelle Marche, sulle piste ciclabili del litorale, per incontrarsi in migliaia a Pineto alle 13.00 per un grande raduno della mobilità sostenibile e di relax turistico culturale. La carovana si ingrossa ad ogni tappa del percorso. Per coloro che vengono da più lontano c'è la possibilità di ritorno in bici+treno.
A Montesilvano, la tappa, organizzata da Il Sorpasso, Webstrade e alcuni comitati locali, è prevista alle ore 11:00 sul piazzale Porto Allegro. Per i primi 100 che parteciperanno in bicicletta per almeno una tappa è previsto un omaggio da indossare.

Pubblicato in Sport

Ortona. Si continua insieme. Simoni confermato al centro della Sieco anche per il prossimo Campionato di Serie A2 UnipolSai. Da sempre nelle file ortonesi, Michele Simoni si appresta a disputare la sua nona stagione in maglia Impavida.

È arrivata la prima conferma. La Sieco si tiene stretto Michele Simoni, centrale cresciuto nel proprio settore giovanile. Simoni, classe ‘90 e 193cm di altezza, ha accompagnato la Sieco dalla B2 alla Serie A2, sfiorando addirittura la promozione in Superlega. Unica eccezione, la Stagione 2009-2010 quando per motivi di studio, giocò ad Anagni in B1.

Cinque le sue stagioni nella Serie A2 UnipolSai per un totale di 137 gare, 73 delle quali vinte. 1051 invece i punti messi a segno in totale.

«Sono molto felice di aver prolungato la mia avventura con la Sieco. Come sempre cercherò di dare il massimo e di migliorarmi ancora per il bene della squadra. Fondamentale per noi sarà l’apporto dei tifosi. Spero che continuino a seguirci con lo stesso affetto di sempre, perché scendere in campo accolti dal loro calore da veramente una marcia in più»

 

CARRIERA:

2017-2018 A2 SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA
2016-2017 A2 Sieco Service Ortona
2015-2016 A2 Sieco Service Ortona
2014-2015 A2 Sieco Service Ortona
2013-2014 A2 Sieco Service Ortona
2012-2013 A2 Sieco Service Ortona
2010-2012 B1 Impavida Ortona (CH)
2009-2010 B1 Pallavolo Anagni (FR)
2007-2009 B2 Impavida Ortona (CH)
2004-2007 Giovanili Impavida Ortona (CH)

Pubblicato in Sport

Ripa Teatina. Si avvicina il 10 giugno, termine ultimo per l’invio degli elaborati per partecipare al Premio Letterario “Storie di Sport” dedicato a Rocky Marciano e rivolto ai ragazzi dai 6 ai 19 anni.
Tre le categorie previste (elementari, medie e superiori), si concorre con un racconto a tematica sportiva. La partecipazione è assolutamente gratuita e in palio un montepremi totale di 900 euro in buoni per la scuola.
La premiazione avverrà a Ripa Teatina agli inizi di luglio, durante la tredicesima edizione del Premio Rocky Marciano, manifestazione ormai punto di riferimento a livello nazionale per tutti gli appassionati di sport.
L’iniziativa, curata da Peppe Millanta e fortemente voluta dall’Assessore di Ripa Teatina Gianluca Palladinetti col fine di avvicinare i giovani ai valori dello sport, è patrocinata dalla Regione Abruzzo, dal Coni Abruzzo, dal Lions Club Ennio Flaiano di Pescara, da Siedas, e sostenuta da Saquella Caffè, Leone Abbigliamento, Infinito Edizioni, Libreria Mondadori di Francavilla al Mare e Lions Club Ennio Flaiano di Pescara.

Una giuria d'eccezione valuterà gli elaborati, tra cui Amedeo Pomilio (Presidente Onorario – plurimedaglia olimpica) – Giuliano Orlando (firma storica della Gazzetta dello Sport) – Dario Ricci (Giornalista per Radio24 e Sole 24 Ore) – Luca Leone (Direttore della Casa Editrice Infinito) – Simone Roselli (Giornalista Responsabile Osservatorio Calcio Italiano).

Pubblicato in Sport

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione