Articoli filtrati per data: Giugno 2017

Chieti. “Sapere se questo governo regionale ritenga necessario e indispensabile ancora investire e programmare interventi sulle politiche della cultura, quando verranno erogati i finanziamenti impegnati per l’anno 2016, se prevista una manovra di bilancio per finanziare le Istituzioni culturali ed il FURC per l’anno 2017 e quando saranno stanziati i fondi straordinari”. Queste le domande avanzate dal Consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo attraverso una interrogazione (Question Time in allegato)  a risposta immediata presentata ieri dove si chiede “di comprendere dove sono finiti i fondi già stanziati dell’annualità 2016 sia per le attività culturali abruzzesi sia per il Teatro Marrucino che si appresta a festeggiare il proprio bicentenario”. “Incredibile quello che sta accadendo intorno al mondo culturale abruzzese - spiega Febbo - nel silenzio più assoluto delle istituzioni culturali.  Si rischia di far morire un fetta importante della nostra economia oltre ad essere alimento di crescita civile e democratica. Ricordo come per il 2016 i capitoli di bilancio per il comparto della cultura prevedevano uno stanziamento pari a zero euro e solo dopo le numerose e incisive iniziative intraprese dal Gruppo Consiliare di Forza Italia, nel novembre 2016, si è provveduto, tramite opportune variazioni di bilancio confluite nella L.R. 38/2016, a finanziare tutte le istituzioni culturali regionali (che vanno dai Teatri, alle scuole, alle manifestazioni e ai spettacoli culturali ecc. ecc vedi allegato). Ad oggi, purtroppo, registriamo come il Governo regionale di centrosinistra non solo non ha riproposto gli stessi provvedimenti anche per l’anno 2017, dimostrando di non fare tesoro delle iniziative di un’opposizione, seppur dura, sempre costruttiva e propositiva, ma non chiarisce il motivo per cui, a fine giugno 2017, i finanziamenti del 2016 non sono stati ancora erogati lasciando le istituzioni in una situazione di estrema difficoltà e di impossibilità nel programmare qualsivoglia iniziativa”. “Una situazione vergognosa – rimarca Febbo -  mai verificatasi nella nostra Regione. Addirittura, nel bilancio di previsione del 2017 i fondi per le istituzioni culturali e per le manifestazioni prevedono uno stanziamento pari a zero. Il nulla assoluto: è ciò che questo esecutivo dedica alle tante istituzioni culturali impegnate nelle belle iniziative già molte di esse calendarizzate.  Questa situazione descrive perfettamente come questa Regione a guida di D’Alfonso tiene alla cultura e alle sue storiche istituzioni. Ricordo come nel bilancio di previsione il FURC, Fondo Unico per la Cultura, negli anni passati prevedeva un impegno di 1.100.000 euro, ma per l’anno 2017 è stato ridotto a 800.000 euro, per poi subire nel corso del 2017 la decurtazione di 140.000 euro attestandosi all’attuale disponibilità di 660.000 euro, cifra totalmente irrisoria rispetto al minimo garantito negli ultimi anni. Credo che dopo la debacle dell’operato del delegato Bracco (ex 5 stelle) e lo zero assoluto del neo delegato Monticelli (quello della rivolta dell'agosto 2015), la delega venga assegnata seriamente a chi possa lavorarci con passione e competenza. Capitolo a parte per il Teatro Marrucino, in fase di presentazione e d’approvazione del bilancio di previsione, in considerazione della programmazione delle iniziative da intraprendere per festeggiare solennemente  il bicentenario che avverrà il prossimo 18 gennaio, era stato assicurato e formalizzato un finanziamento di 200.000 euro per il 2017 e di 200.000 euro  per il 2018, da sommarsi ai finanziamenti previsti dalla L.R. 38/16 pari ad 250.000 euro e quelli del Furc, 50.000. Il Teatro ad oggi è andato avanti solo con i fondi stanziati ed erogati dal Comune di Chieti, ma da qualche tempo le casse sono ormai vuote e siamo al secondo mese (maggio e giugno) senza pagare gli stipendi. L’erogazione delle somme individuate e deliberate per il 2016 sono indispensabili per evitare un default ormai imminente, ma conoscere e avere certezze (quindi legge regionale e non le solite "letterine"  Dalfonsiane) sono altrettanto indispensabili, se non già tardive per la progettazione 2017/2018 altrimenti non si potrà procedere alla stessa e si perderanno anche i contributi Statali. Credo che la Città meriti di festeggiare degnamente il bicentenario del suo Teatro e per questo mi attendo una risposta concreta e significativa dal Presidente D'Alfonso e dalla sua maggioranza. Infine – conclude Febbo - non posso non sottolineare che ove non ci dovessero essere queste risposte seguite da atti concreti, non ci potranno essere spiragli da parte mia e del nostro gruppo di Forza Italia sui prossimi interventi che questo Governo Regionale sta predisponendo per Saga e TPL, poiché la politica dei figli e figliastri non potrà essere più tollerata. Non è possibile cancellare la Cultura dalla nostra regione né tantomeno continuare a mortificare la Città di Chieti fino ad arrivare a chiudere il suo gioiello ossia il Teatro Marrucino”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Proseguono a pieno ritmo i lavori di miglioramento della strada ex statale 539, con la creazione di una variante a Manoppello nel tratto tra la Fornace e il bivio di Manoppello alto, dove , ieri pomeriggio, la ditta CME -Consorzio Imprenditori Edili- consorziata con Di Carlo spa, ha effettuato il varo delle travi del secondo viadotto. Il varo di tutte le travi si concluderà oggi pomeriggio e nei prossimi giorni l’impresa provvederà ad effettuare le lavorazioni che permetteranno al ponte di prendere forma.
La scelta del tracciato si basa sulla duplice necessità di separare la nuova viabilità dalle aree costruite nei pressi del ponte in località “Fornace” e di realizzare un asse di collegamento lineare e dalla sezione conforme alla normativa vigente ed alle necessità di scorrimento veicolare del turismo religioso e sportivo. L’opera è stata finanziata dalla Regione Abruzzo per un importo complessivo di 3 milioni di euro.

“La S.R. 539 di Manoppello – ha dichiarato il Pesidente della Provincia Antonio Di Marco - riveste un ‘importanza strategica per il collegamento della media Val Pescara con le aree interne dell’Alento e del Foro, nonché rappresenta l’asse di collegamento essenziale tra i Comuni di Manoppello, Serramonacesca, Roccamontepiano e Pretoro.La stessa S.R. 539 costituisce itinerario preferenziale per chi arriva dall’autostrada A24, con uscita Manoppello, per raggiungere in breve tempo le piste da sci della Majella, in località Passolanciano”

I lavori dovrebbero concludersi entro il prossimo autunno.

Pubblicato in Cronaca

Milano. È l’innovazione il vero motore che spinge la raccolta dei rifiuti elettronici. Ecolight, consorzio nazionale per la gestione dei RAEE, ha incrementato nel 2016 i propri volumi di quasi il 14% rispetto all’anno precedente, confermandosi così tra i principali sistemi collettivi in Italia per trattare i rifiuti hitech. È quanto emerge nel Rapporto sociale di Ecolight, documento che contiene il rendiconto dell’attività svolta nel corso del 2016. Complessivamente il consorzio ha gestito oltre 23mila tonnellate di RAEE; tra queste, più di 17mila sono piccoli elettrodomestici, tablet e smartphone ed elettronica di consumo non più funzionanti. «Ogni quattro tonnellate di rifiuti raccolte, tre appartengono al raggruppamento R4. È questo il segno di un impegno costante in favore dell’ambiente », osserva il presidente di Ecolight, Walter Camarda. «Crediamo infatti che la vera rivoluzione stia nelle piccole cose, nell’andare a raccogliere i piccoli rifiuti elettronici, quelli che più facilmente sfuggono ai corretti circuiti. Una rivoluzione che abbiamo attuato investendo sull’innovazione e ampliando la rete delle isole ecologiche intelligenti poste direttamente nei luoghi ad elevata aggregazione come i grandi punti vendita e i centri commerciali. Sono quasi 50 le EcoIsole RAEE che abbiamo posizionato nell’intento di creare una cultura di partecipazione alla raccolta di questi rifiuti. E “partecipazione” è proprio il titolo che abbiamo voluto dare al Rapporto sociale 2016».

Nel complesso Ecolight l’anno scorso ha gestito oltre 26 mila tonnellate di rifiuti raccogliendo tutte le tipologie di rifiuti elettronici (dai frigoriferi ai televisori, dalle lavatrici fino ai cellulari e alle sorgenti luminose) oltre alle pile portatili esauste. L’azione si è divisa in tre ambiti: innanzitutto, all’interno del sistema del Centro di Coordinamento RAEE. Fornendo il servizio ai 2.848 punti di prelievo affidati, il consorzio ha raccolto oltre 23.000 tonnellate di RAEE facendo 20.801 missioni (+14,5% rispetto al 2015) nelle isole ecologiche di tutta Italia. Inoltre, in risposta a quanto previsto dal cosiddetto decreto “Uno contro Uno”, Ecolight ha erogato un servizio specifico dedicato alla Distribuzione servendo direttamente 2.518 punti vendita e raccogliendo oltre 940 tonnellate di RAEE. Non certo ultimo, alle aziende è stata dedicata una grande attenzione potenziando il servizio Fai Spazio per la gestione dei rifiuti professionali. Il servizio, che garantisce una gestione rispettosa delle norme e dell’ambiente e una completa tracciabilità documentale, ha visto Ecolight gestire oltre 1.600 tonnellate di rifiuti effettuando 3.294 missioni.

«La bontà dell’azione svolta è data da un grado di efficienza del 99,59% nella gestione dei RAEE domestici», dice il direttore generale di Ecolight Giancarlo Dezio. «Ma anche dall’impegno nell’individuare nuovi strumenti per potenziare la raccolta dei rifiuti elettronici. Il consorzio ha incentivato la raccolta di prossimità di RAEE di piccole dimensioni installando l’anno scorso 19 nuove postazioni automatizzate e arrivando così a 48 EcoIsole RAEE nelle regioni del nord e del centro Italia. Questo ha permesso di raccogliere 35 tonnellate di piccoli elettrodomestici e telefoni non più funzionanti». Per il futuro tre le linee di azione: «Innanzitutto l’attenzione verso le aziende consorziate che sono ulteriormente aumentate superando quota 1.700; non certo secondo l’affiancamento alle imprese per la gestione dei rifiuti professionali. Terzo, la prosecuzione delle iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sulla necessità di conferire in modo corretto i rifiuti così da dare un contributo concreto alla tutela dell’ambiente».

 

Ecolight - Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei Raee, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight, che raccoglie oltre 1.500 aziende, è il secondo a livello nazionale per quantità di immesso e il primo per numero di consorziati. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. È punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e tratta tutte le tipologie di Raee. www.ecolight.it.

Pubblicato in Cronaca

Spoltore. Antonio Mottola, classe 1986, firma per lo Spoltore e approda alla corte di Donato Ronci. Ad annunciarlo il presidente Sabatino Pompa e il direttore generale Paolo Di Marco.  Il forte difensore centrale è un giocatore che vanta nel suo curriculum esperienze importanti. Ha giocato  in Lega Pro  con le casacche di Pescara, Pro Vasto, Igea Virtus e Brindisi. Negli anni successivi ha indossato le casacche di San Nicolò, Angolana  e nell'ultima stagione a Sambuceto.  Mottola si aggiunge  ai quattro colpi annunciati sabato scorso: il giovane portiere Riccardo Gentileschi, gli esterni d'attacco Alberto Nardone e Iacopo Evangelista e il difensore Raffaele Buonafortuna. Queste le sue prime parole subito dopo la firma: "Voglio ringraziare mister Ronci e il presidente Pompa che mi hanno voluto. Il progetto serio ed ambizioso che   mi hanno illustrato ha fatto la differenza, Una società che ottiene quattro promozioni in quattro anni non può essere una semplice meteora. Poi qui ritroverò tanti amici con cui ho giocato in passato. Nardone, Daniele Di Camillo e Simone Vitale che mi hanno parlato benissimo di questo ambiente. Non vedo l'ora di giocare sul nuovissimo impianto spoltorese".

Pubblicato in Sport

Roma. E' stata presentata dal Deputato Art.1 Mdp Gianni Melilla al Ministro dell’Istruzione Fedeli un'interrogazione parlamentare sulla possibilità di rivedere il taglio d'organico previsto per 18 docenti nell'anno scolastico 2017/18 e annunciato dal MIUR per le scuole della Provincia di Teramo. Negli ultimi 10 anni, specifica Melilla, si era già assistito ad una riduzione di organico di oltre 500 unità.

"I sindacati scuola di CGIL, CISL e UIL della provincia di Teramo hanno denunciato la insostenibilità dei tagli decisi dal MIUR che mettono in seria discussione il diritto allo studio - si legge nell'interrogazione del Deputato di Art.1 - Per la prima volta non é prevista l'apertura della classe 1^ dello storico, e unico in Abruzzo, Liceo Artistico "Grue" di Castelli (Te), eccellenza italiana nello studio della tradizione storica della ceramica. Inoltre, nelle scuole dell'infanzia, vi sono 16 sezioni con un'unica insegnante a 5 ore mentre nelle scuole primarie vi sono 23 pluriclassi (anche dalla 1^ alla 5^) con più di 18 alunni di cui alcuni disabili gravi. La Provincia di Teramo, negli ultimi anni, è stata colpita da importanti calamità naturali tra cui gli eventi sismici che hanno interessato vari altri territori del centro Italia: 16 comuni della Provincia sono stati inseriti nel cratere sismico dove permangono gravi problemi di ricostruzione materiale e di mobilità interna. La nota del Direttore Generale del MIUR, in data 15/05/2017, prevede che «per quanto riguarda le aree interessate dai recenti eventi sismici sono mantenute le classi attivate nei Comuni colpiti, anche con parametri inferiori a quelli previsti dalla normativa vigente ed è possibile attivare ulteriori classi nei Comuni che hanno accolto gli studenti delle zone terremotate». Ciò non appare garantito per le scuole della provincia di Teramo: Colledara, comune del cratere sismico, non avrà più una classe 1^ e i bambini dovranno andare ogni mattina a Isola del Gran Sasso, in una zona in cui l'inverno è una stagione particolarmente rigida e inclemente, con relativi problemi di mobilità. I tagli agli organici intervenuti negli anni precedenti hanno già determinato l'aumento degli alunni per classe e il mancato rispetto dei numeri in presenza di alunni con disabilità".

Pubblicato in Politica

Pescara. Al suo terzo giorno di programmazione il 44° Flaiano Film Festival propone venerdì 30 giugno al Cinema S.Andrea di Pescara tre film assolutamente da non perdere: alle ore 18,30 per il Concorso Italiano Flaiano Opera Prima (ad ingresso libero) il film di Andrea De Sica, “I figli della notte”: con poca voglia ma parecchia obbedienza alla madre, Giulio entra in un collegio prestigioso per rampolli benestanti. Dalle sembianze asburgiche, la struttura è una nota palestra per la futura classe dirigente, rigida e spietata. Il ragazzo è immediatamente attratto da Edo, dalla personalità a lui opposta, anticonformista e incline alla ribellione. In complicità si oppongono al bullismo imperante e in totale segretezza, iniziano a trascorrere nottate in un locale di prostitute. Gli effetti attesi non tarderanno a presentarsi. Non nasconde elementi di autobiografia Andrea De Sica mentre "annota" l'origine del suo esordio in lungo I figli della notte. Il nipote di Vittorio e figlio del compianto Manuel indubbiamente ha un cinema "severo" nel sangue, qui ferocemente sentenzioso. "Siete la classe dirigente del futuro, non dimenticatevelo" tuona il preside del collegio dai tratti esternamente imperiali e internamente kubrickiani, tanto di Shining quanto di Arancia meccanica per alcuni "giochetti" sulle matricole. Esso si staglia nel bianco abbacinante di un incipit fortissimo, evidente contrasto con quel nero notturno e violento che andrà a raccontare. Alla proiezione interverrà lo sceneggiatore del film, l’abruzzese Mariano Di Nardo: diplomato in sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Ha vinto il Premio Franco Solinas - Storie per il cinema nelle edizioni del 2006 e del 2010. Oltre a scrivere per il cinema collabora anche come autore per radio (Tre soldi, Rai Radio 3) e televisione (Alta Infedeltà, Real Time). Ha scritto, insieme al regista Andrea De Sica, il soggetto e la sceneggiatura del film I figli della notte, prodotto da VIVO FILM in collaborazione con Rai Cinema, unico film italiano in concorso al 34° Torino Film Festival e distribuito nelle sale da 01 Distribution. È tra gli sceneggiatori della serie televisiva Questo nostro amore 80 in onda su Rai Uno nell’autunno 2017. Nel 2018 è prevista l’uscita del film Il fattore T, scritto insieme al regista Francesco Costabile.
Alle 20,30, l’ultimo film di Emir Kusturica, “On the milky road – Sulla via lattea” con Monica Bellucci, in una della più efficaci interpretazioni della sua carriera: primavera in tempo di guerra in quella che fu la Jugoslavia. Un lattaio attraversa quotidianamente i campi di battaglia cavalcando il suo asino e sfuggendo al tiro incrociato dei fronti opposti. Nel villaggio in cui vive c'è una ragazza che lo vorrebbe sposare e che, nel frattempo, sta organizzando il matrimonio per il fratello eroe di guerra. Per far ciò ha fatto arrivare una donna di madre italiana e padre serbo che attrae immediatamente l'attenzione del lattaio. Ha inizio così una storia di passione che deve confrontarsi con la follia del conflitto armato. "L'unica cosa che abbia un senso è amare qualcuno, come si può". Questa frase, pronunciata da una Monica Bellucci in una delle più efficaci interpretazioni della sua ormai lunga carriera, ci dice come Kusturica, qui anche attore protagonista, torni a leggere il conflitto che ha insanguinato la sua patria sotto una nuova luce. Il suo è un cinema che si innerva da sempre su un mix di realismo e di visionarietà, ma mai come in questa occasione il rapporto uomo-donna si è andato ad opporre alla devastazione causata dall'uomo armato.

Infine alle ore 22,30 per la rassegna Il cinema ritrovato, film in versione restaurata in collaborazione con la Cineteca di Bologna, sarà proiettato in versione originale sottotitolata “Manhattan” di Woody Allen: Ike è uno sceneggiatore per la tv che ama svisceratamente il luogo in cui vive e nel quale vuole ambientare il suo primo libro. Ama anche la giovane Tracy, da lei a sua volta riamato, dopo essersi separato dalla moglie che ora vive con una donna e sta per mettere in piazza i particolari intimi della loro vita di coppia. Ike vorrebbe che Tracy cogliesse l'occasione che le viene offerta di partecipare a uno stage teatrale a Londra e intanto conosce Mary, una giornalista, con la quale scopre progressivi elementi di affinità. "Nel caso di Manhattan ne ero così deluso che non volevo che facessero la prima. Volevo chiedere alla United Artists di non farlo uscire. Volevo dirgli che, se l'avessero buttato via, avrei girato un altro film gratis". Raramente la valutazione di un autore sulla propria opera è stata così erronea. Perché questo film entra a pieno titolo nella compilation dei suoi film migliori. A partire dall'uso, per la prima volta nella sua filmografia, del bianco e nero con un dosaggio del chiaroscuro che gioca con i volti rielaborando ulteriormente la, per lui così preziosa, lezione bergmaniana. Tra i migliori film di Woody Allen. Una riflessione sul senso del fare cinema che, per il regista, equivale a dire sul senso della vita.

Per info abbonamenti e biglietti: www.premiflaiano.it oppure 0854517898
Cerimonia di premiazione domenica 9 luglio alle ore 20,45 in Piazza della Rinascita
Sintesi della Premiazione domenica 16 luglio su Rai Tre alle ore 12,30

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Tandem fra Nogs e Fai (Fondo per l’Ambiente Italiano) per salvare un'opera del Museo Cascella di Pescara. Nello store di Pescara in via Carducci 77, sabato 1 luglio, l’imprenditore Giuseppe Olivieri destinerà parte del ricavato che proverrà dalla vendita delle sue calzature, al restauro del lavoro. Precisamente si tratta dell’opera dal titolo “Allegoria delle arti e dei mestieri”. Tecnica: carboncino su carta. Epoca: inizi XX sec. Attribuzione: Tommaso Cascella. Dimensioni: 130 x 100 cm. Sabato 1 luglio, a partire dalle ore 9, nello store di Pescara, il 10 per cento dell’incasso andrà a beneficio del Fai e sarà destinato esclusivamente al restauro dell’opera individuata da Fai e Comune di Pescara. La vendita si preannuncia vantaggiosa per i primi clienti che potranno avere uno sconto sulle calzature che va dal 98 % al 40 per cento. Praticamente, un paio di Nogs costerà per i più veloci anche solo due euro poi via via la percentuale di sconto si assottiglierà.

“Quando il fine ultimo è preservare la bellezza, la pubblica amministrazione deve aprire le sue porte – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Viviamo tempi in cui la cultura deve essere sostenuta, ricorrendo anche alla lungimiranza dell’imprenditoria. Siamo grati a questa iniziativa perché restituirà a lunga vita uno dei capolavori di Tommaso Cascella, perché possa essere ammirato e conosciuto dai pescaresi e da tutta la comunità abruzzese, allargata anche a turisti e appassionati d’arte. Grazie anche al Fai che con il Museo Cascella ci sta dando un grande sostegno perché la struttura possa essere vissuta e aperta alla città come merita”.

“Quando un imprenditore opera nel territorio non può dirsi distante e disinteressato alla comunità che lo ospita – argomenta Giuseppe Olivieri, patron del marchio Nogs. Se da un territorio ricevi, a quello stesso territorio devi dare. Così, ho pensato di fare sinergia con il Fai per raccogliere fondi destinati al recupero di beni del nostro patrimonio. Oltre a quanto devoluto grazie alla vendita delle calzature, aggiungerò un’ulteriore somma a titolo personale. Confido, infine, nella sensibilità di imprenditori e cittadini perchè possano contribuire ad incrementare le devoluzioni per conservare la loro storia e recuperare, in questo caso, il Cascella”.

Queste le agevolazioni riservate agli iscritti FAI concordate con Giuseppe Olivieri: un coupon con uno sconto pari al 60% da utilizzare il 1 luglio e un secondo coupon con uno sconto pari al 40% da utilizzare per un secondo acquisto nella stessa giornata, oppure entro il 15 luglio. Il secondo coupon dovrà essere ritirato al banchetto FAI che i volontari della Delegazione di Pescara allestiranno presso il punto vendita. Inoltre, ai primi due iscritti che si presenteranno al banchetto sarà riservato uno speciale coupon che dà diritto al 98% di sconto.

Pubblicato in Cronaca

San Salvo. Presentazione questa mattina nell'aula consigliare del comune di San Salvo della terza tappa del campionato LND Aon di Beach Soccer 2017.
Dopo la Coppa Italia disputatasi a Terracina e che ha visto salire sul gradino più alto del podio la Sambenedettese, e la prima tappa di Firenze, il 14-15-16 il campionato di calcio sulla sabbia tra acrobazie, gare agonisticamente tese e combattute, spettacolo sugli spalti e in campo, arriverà sulle spiagge di Viareggio. Sarà un fine settimana di fuoco in cui entrambi i gironi A e B, si sfideranno al Matteo Menti. Viareggio la città che ha creato tanto dal nulla per il beach, la città a cui si pensa se in Italia si pensa al beach soccer insieme magari a Catania.

Un esempio che anche San Salvo e Vasto vogliono seguire. Sarà infatti abruzzese la terza tappa poi del campionato e più precisamente si svolgerà nel tratto di spiaggia libera adiacente al lido Controvento a San Salvo Marina. Tre giornate in cui le squadre partecipanti e facenti parte del girone A, tra cui anche la Vastese Beach Soccer, si daranno battaglia per conquistare gli ultimi e preziosissimi punti per poi poter accedere, se tra le migliori classificate, alle finalissime che si terranno a San Benedetto. Un sogno questo probabilmente per una società che solo da due anni si sta riaffacciando nella LND e che ha puntato tanto sul fattore giovani in campo senza aver preso giocatori di qualità come brasiliani, portoghesi, spagnoli o italiani nazionali o espertissimi che spesso fanno la differenza in campo ma che hanno anche un loro peso economico. Ma una meta che squadre come Sambenedettese, Viareggio, Lazio voglio sicuramente raggiungere per poi giocarsi il titolo proprio a San Benedetto e quindi fa pensare a una tappa che sarà importantissima e attesissima.

Un evento che riporterà il calcio su sabbia nella nostre zone. L'ultima fu Vasto ad ospitare il Super Eight nel 2013 ideato dai fratelli Fruzzetti. Per la Lnd bisogna tornare indietro ancora con gli anni. Ora c'è finalmente l'opportunità di rivedere le nostre spiagge essere arena di uno dei più bei spettacoli che regala lo sport in estate. Rovesciate, acrobazie, festa sugli spalti con gadget e animazione, le più importanti tv presenti con le dirette e interviste ai protagonisti, partite combattute con alcuni tra i migliori giocatori al mondo in campo e tanti giovani promettenti pronti a diventare qualcuno nel mondo del beach a suon di goal, assist, parate e colpi improvvisi e spettacolari.

Occasione per San Salvo che ospiterà l'evento e tutto il Vastese di parlare di turismo. Infatti con le squadre che riempiono gli alberghi e strutture ricettive ci sono poi anche gli staff e i tanti famigliari e tifosi che spesso seguono i giocatori. Motivo anche per far conoscere le bellezze del territorio e anche riempire i locali, bar, stabilimenti balneari pre, durante e dopo i match e far conoscere anche le nostre specialità culinarie ed enogastronomiche.

San Salvo e il Vastese che è importante facciano squadra per rilanciare anche a livello turistico tutto il territorio e crescere riportando in zona anche grandi manifestazioni sportive non solo invernali ma anche estive su cui si possa lavorare costantemente durante tutto l'anno come sottolineato anche dal sindaco Tiziana Magnacca: "Dobbiamo mettere da parte i vari campanilismi. Noi appena ci hanno proposto di poter far fare una tappa qui siamo stati subito contenti di poter accettare per noi e per tutto il territorio. E' una cosa importante anche per il turismo oltre che per lo sport a cui la nostra amministrazione ha sempre dato molta importanza e continuerà a darne. Quello che potremo dare lo daremo soprattutto a livello burocratico e logistico ma anche un minimo per la questione economica. Tutti uniti si può crescere e far crescere il territorio diversamente resteremo fermi mentre altre regioni e realtà italiane vanno avanti e ci lasciano indietro".

Al primo cittadino sansalvese fa eco anche il proprietario dello stabilimento balneare Controvento a San Salvo, allenatore di calcio e dirigente attualmente del Cupello Calcio: "Noi ci siamo messi subito a disposizione. Abbiamo fatto una buona parte in termini finanziari perchè crediamo nello sport, crediamo in tutto quello che di bello porta lo sport, crediamo che insieme si può andare lontano. Bisogna guardare ad ampio raggio non solo nel proprio orticello. Ogni persona che ha potuto far da sponsor ha investito nel territorio, nella sua crescita. Chi invece guarda solo a sè fa solo il male della comunità intera. C'è bisogno del sostegno della amministrazione perchè senza soldi non si va da nessuna parte si ma anche senza la base strutturale, burocratica e quella la poteva dare solo l'amministrazione. Abbiamo bisogno che sia sempre più presente e che dia una mano sempre maggiore alla crescita. Cosi come si ha bisogno della stampa, della divulgazione degli eventi, di far sapere quello che di bello proponiamo sulle nostre spiagge. Oggi è un punto di inizio. Abbiamo la terza tappa del campionato ma non ci vogliamo fermare qui. Stiamo già guardando avanti per eventi futuri che possano diventare anche di livello internazionale. Deve essere un punto di partenza aspettando il piano demaniale come accennato dal sindaco Magnacca e sperando che poi ci si possa muovere sempre di più tutti in una unica direzione, la crescita e il bene del territorio. Un movimento questo del beach soccer che vogliamo fortemente far crescere e perchè no come dice il dirigente della Vastese Beach Soccer e vice capitano Ciappa anche pescare qualche nuova leva che poi diventi un big di questo sport" spiega Di Francesco. Sarà proprio vicino al suo stabilimento la beach arena che sarà dedicata ai due ragazzi morti prematuramente in un incidente stradale Domenico Castrignanò e Andrea Marinelli.

"Noi vogliamo ricordarli in ogni modo possibile. Domenico con la sua positività cosi come Andrea con il suo sorriso sempre contagioso e la sua voglia di vivere che trasmetteva giornalmente in ognuno di noi. Andrea giocava anche con noi e a lui in particolare noi della squadra dedichiamo un pensiero. E' sempre con noi. Con noi portiamo la sua maglia e chissà che a Viareggio non la indosseremo nel giorno che precede l'anniversario della sua scomparsa. E' con noi in panchina, è con noi ogni partita, ad ogni goal, ad ogni azione, ogni cosa che facciamo per far crescere questa squadra è fatta anche per lui, per loro. Siamo contentissimi che grazie a tutti, a Masa che ha esperienza da vendere nell'organizzazione di grandi eventi, di Giuseppe Di Francesco e di Oreste Di Francesco, degli albergatori, dell'amministrazione, degli sponsor, siamo riusciti anche quest'anno ad avere non solo la squadra ma finalmente una tappa di nuovo nel nostro territorio. E speriamo di continuare a crescere anche in futuro" spiega Ciappa.

Intervento anche del neo assessore allo sport Marcello: "Non avevo mai visto prima partite di beach soccer e dopo aver visto anche solo qualche video ne sono rimasto impressionato in positivo. E' davvero bello, avvincente. Ci sono numeri da manuale su quei campi, molto spettacolo. Quindi per noi può essere solo un onore riuscire ad ospitare questa tappa e sono d'accordo con chi dice che dobbiamo essere come territorio sempre più uniti per portare sempre più cose di alto livello nel nostro territorio. Grazie anche a chi c'era Chiacchia che ha avviato il progetto anni fa insieme a Masa, grazie a chi ci crede in questi progetti perchè sono fonte di turismo anche e questo non è cosa da poco. Noi come amministrazione vogliamo dare anche continuità rispetto a progetti degni di essere posti in essere. Le nostre zone meritano attenzione e di essere conosciute sotto tanti punti di vista perchè possiamo dare tanto".
Appuntamento ora con le partite a Viareggio il 14-15-16 e poi appunto tutti a San Salvo per la terza e ultima tappa del campionato prima delle finalissime in cui si sfideranno a San Benedetto le migliori dei due gironi A e B.
A San Salvo la tappa si terrà i giorni 28-29-30 Luglio.

Le partite in quei giorni che dovranno affrontare i Vastesi saranno:
28 Luglio ROMAGNA BS-VASTESE ore 17
29 Luglio LIVORNO BS-VASTESE ore 18-15
30 Luglio VASTESE-BRESCIA 18-15

Pubblicato in Sport

Pescara. Ieri, nella sede regionale dell'Agenzia delle Entrate, il Presidente della Provincia Antonio Di Marco e il direttore regionale dell'Agenzia, Vittorio Vannini, hanno firmato l'accordo per l'attribuzione al Comune di Abbateggio ,dei terreni dell'area del Cusano, San Giorgio, Cesse, Santa Liberata, non più strumentali alle attività estrattive e minerarie della S.A.M.A.
Casualmente l’iter, avviato Già da tempo si è concluso proprio nei giorni in cui si è scatenata la bagarre sulle sanzioni pecuniarie a carico dei turisti che attraversavano le acque del corso d’acqua e facevano il bagno sotto le cascate.
“In qualità di Sindaco di Abbateggio, sul cui territorio ricade l’area delle cascate del Cusano, stavo lavorando da circa un anno a questo passaggio che ora ci consente di gestire l’area: in sostanza la zona della cascata del Cusano è definitivamente attribuita al Comune di Abbateggio e dunque da questo momento ci occuperemo della manutenzione, la pulizia, la segnaletica. Tutto questo è stato possibile grazie un paziente lavoro istruttorio per l'applicazione del D. L. 210/2015, convertito nella L.21 del 25 febbraio 2016, che riaperto i termini per la presentazione delle domande di attribuzione di beni dello Stato”.

Pubblicato in Politica

Pescara. E’ stato presentato il servizio “Luce Verde” che verrà attivato a breve a Pescara. Si tratta di un progetto che vede la sinergia fra l’ACI di Pescara e la Polizia Municipale. Pensato per i cittadini ma utile anche alla gestione della mobilità da parte degli enti locali. “Luce Verde” , utilizzando le più moderne tecnologie, personale altamente specializzato e grazie alla collaborazione con le Polizie Municipali, gli Enti gestori di strade e autostrade e gestori dei servizi di trasporto pubblico su tutte le modalità di trasporto, realizza un servizio di infomobilità all’avanguardia, diffondendo notizie su viabilità, transitabilità, condizioni meteo, eventi e situazione del trasporto pubblico in tempo reale.I dettagli sono stati illustrati in conferenza dal sindaco Marco Alessandrini, dal Mobility Manager del Comune Piergiorgio Pardi, dal Presidente Automobile Club Pescara Giampiero Sartorelli, dal referente ACI Infomobility Danilo Spizuoco e dalMaggioredella Polizia Municipale Giorgio Mancinelli.

“Presentiamo oggi un progetto che l’Automobile Club d’Italia propone a livello nazionale e che ha voluto sottoporre all’Amministrazione ricevendo fin da subito sostegno ed appoggio per fornire un servizio che poche città hanno – afferma il Presidente dell’Automobile Club Pescara Giampiero Sartorelli - Pescara è la prima d’Abruzzo e la quinta città d’Italia, con Roma, Napoli, Milano e Modena ad attivare questo strumento. Un servizio gratuito per l’Ente e utile per i cittadini. Questo servizio renderà la mobilità più agevole, perché le notizie che a vario titolo interessano gli automobilisti e chi percorre la città, saranno diffuse in tempo reale e comunicate ai cittadini tramite radio, sito web ed app. Così sarà possibile conoscere la presenza di cantieri, eventi e incidenti sulla propria strada, attraverso notizie affidabili e certe. Per concludere ricordo che le delegazioni dell’Automobile Club daranno supporto alla diffusione dell’iniziativa”.

“L’infomobilità è un sistema indirizzato a chiunque si muova sul territorio – continua il referente di ACI Infomobility Danilo Spizuoco - Offre una serie di informazioni per chi si muove in una determinata zona, oggi siamo abituati ad usufruire del servizio a livello nazionale per le principali vie di collegamento, ma da diversi anni ACI ha sperimentato questo servizio partendo dalle informazioni nazionali, unendole a quelle locali. Il servizio sarà utile per pendolari o turisti, ma in generale per tutti i cittadini. Tutte le informazioni vengono gestite dalla Polizia Municipale, la centrale sarà il nostro baricentro operativo, con il Comando e stato avviato immediatamente un gruppo di lavoro che ha il compito di inserire le informazioni della Municipale in un sistema ACI, che le elabora con personale specializzato e le inserisce in una mappa di Pescara di fruizione del servizio. Parliamo di un sistema semplice che garantisce un’informazione importante e innovativa. Dai parcheggi pieni, ai lavori in corso, ai problemi dei mezzi pubblici, alle chiusure delle strade: tutte le informazioni vengono inserite in bollettini notiziari che poi vengono diffusi alle emittenti locali che le trasmettono, tramite radio e web, e tramite il sito di Luce Verde, già linkato sulla pagina del Servizio Mobilità del Comune. Inoltre verso la fine dell’anno sarà diffusa una applicazione per smartphone e tablet, che darà la possibilità a tutti di acquisire le informazioni ancora più agevolmente”.

“Tra le nostre funzioni c’è quella di dare le informazioni necessarie alla cittadinanza rispetto ai problemi sul traffico, anche e soprattutto in occasione di grandi eventi – prosegue il Maggiore Giorgio Mancinelli della Polizia Municipale - Questo canale privilegiato sarà uno strumento importantissimo per informare la cittadinanza e per garantire sicurezza e fluidità alla mobilità cittadina”.

“Il progetto rientra in una serie di iniziative e politiche che l’Amministrazione sta strutturando con il Settore Mobilità, tra cui il nuovo Piano Traffico ed il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile – afferma il Mobility Manager del Comune di Pescara Piergiorgio Pardi - Infatti tramite la prima fase del Piano Generale del Traffico Urbano, abbiamo individuato due scenari: uno invernale ed uno estivo, differenti tra loro, caratterizzati dagli spostamenti dei pendolari in inverno e da quelli turistici in estate. Questa iniziativa aiuterà ancora di più i cittadini a sapere come muoversi attraverso tutta la città: dall’asse di Spoltore-Via del Circuito, alle riviere che collegano Francavilla e Montesilvano. Ricordo come sia importante capire e facilitare gli spostamenti, poiché questi incidono sulla vita quotidiana”.

“La lunga marcia verso Pescara2027 oggi segna un bel traguardo, verso una città intelligente e sostenibile – conclude il Sindaco Marco Alessandrini – Sono sempre lieto quando vi sono collaborazioni tra enti ed associazioni, per questo esprimo un grande apprezzamento per chi spende energie verso il sistema pubblico. Ringrazio ancora ACI, Automobile Club Pescara e la Polizia Municipale per questo. Pescara è il perno dell’area metropolitana vasta e necessita di iniziative simili. La città ha ripreso il suo cammino, fatto soprattutto di riqualificazione di una mobilità su cui si concentreranno tutti i nostri sforzi: lavoriamo a migliorare il trasporto pubblico, le piste ciclabili e il trasporto sostenibile, tutto per una città migliore e protesa alla modernità. Con il Ponte Flaiano, utile e bello, con progetti come “Luce Verde” e un ampio lavoro su PescaraParcheggi e, non ultimo, il bando per ridisegnare un futuro concreto e fruibile all’area di risulta i passi sono diversi e qualificanti per il breve e anche per il lungo periodo”.

Il programma “Luce Verde” sarà disponibile e funzionante dal 30 Giugno 2017 sul sito: mobilita.comune.pescara.it

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione