Articoli filtrati per data: Giugno 2017

Chieti. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, con l’Assessore all’Ambiente, Alessandro Bevilacqua, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, ha premiato gli insegnanti e gli alunni delle scuole primarie di primo grado S. Andrea, Brecciarola, Cesarii e Nolli dell’Istituto Comprensivo 1 classificatesi al primo posto con 376 kg di pile esauste raccolte in un solo mese. All’iniziativa hanno partecipato 583 alunni.
Alla Dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, Serafina D’Angelo, il segretario generale Cdcnpa, Luca Tepsich, e il Presidente Ancitel Energia e Ambiente, Filippo Bernocchi, hanno consegnato un riconoscimento del valore di 4.000 euro, da spendere in materiali e forniture per la didattica.
“Oggi è una grande soddisfazione ed un orgoglio – ha affermato l’assessore alla Raccolta Differenziata del Coune di Chieti, Alessandro Bevilacqua – sono lieto di aver ospitato le scolaresche che hanno contribuito a questo grosso successo. Tra otto capoluoghi di provincia, tra città molto più grandi di Chieti, ma anche più avanzate in termini di cultura, ci siamo piazzati primi sul podio, il secondo posto è andato a Treviso, il terzo in classifica è Sanremo. Ma la cosa che è stucchevole è che la quantità di pile e di accumulatori raccolti da questi ragazzini supera di tre volte la quantità del secondo comune classificato. Io penso che, partendo come abbiamo sempre fatto dal 2010, con i più piccini, quindi dalle scuole stesse, penso che sia il volano per alzare culturalmente la mentalità sull’ambiente che ci circonda e salvaguardarlo nel miglior modo possibile. I ragazzini stessi, ricordo benissimo, quando abbiamo iniziato con il primo progetto di raccolta carta a premi, dove facemmo primi alle Cartoniadi, sponsorizzate dalla Comieco, dove vincemmo 25 mila euro. Dopo abbiamo partecipato nel tempo alla raccolta Raee, dove facemmo terzi n Italia ed oggi siamo sul podio per quanto riguarda la raccolta di pile ed accumulatori. Dobbiamo sottolineare che questo progetto ne segue un altro, è l’appendice di un progetto importante avuto a maggio dell’anno scorso presso le scuole del Comprensivo 1 e Comprensivo 3 della nostra città. Ricordiamo come questo progetto abbia insegnato ai più piccini il riciclo, quindi è un passo ulteriore, un passo avanti alla raccolta differenziata. I ragazzini in modo virtuale hanno potuto comprendere e capire, tramite dei visori che mettevano sugli occhi, il rifiuto stesso differenziato che fine facesse. Quindi era un viaggio virtuale verso gli impianti di riciclo (cernita, selezione e riciclo), e già oggi all’età di 7-8 anni sanno che non basta la raccolta differenziata, ma si va verso quello che vuole l’Europa: le direttive europeee parlano che nel 2020 dovremmo avere la capacità di riciclare il 50% dei rifiuti prodotti. Chieti è un’eccellenza del centrosud, ma penso che possa anche competere oggi con città più grandi e più all’avanguardia di Chieti stessa perché abbiamo vinto questo concorso ad esempio con la maggior parte delle città partecipanti che sono invece del nord. Quindi non temiamo nessuno, tutto sta nell’informazione e nella formazione, questa amministrazione ci ha puntato dal 2010, ringrazio il sindaco Di Primio che mi ha dato libertà di poter lavorare cme meglio credessi e con la sinergia delle scuole, con l’assessore Giampietro che è sensibile lui stesso a questa tematica, non può che andar bene come progetto di acculturamento della nostra cittadinanza e raggiungere questi obiettivi che portano lustro a Chieti e posizionano la nostra città tra i primi dieci capoluoghi i provincia più virtuosi d’Italia”.
Il concorso rientra nelle attività volte a sensibilizzare ed informare studenti, insegnanti e famiglie sul tema della corretta gestione delle pile esauste che il Cdcnpa svolge per diffondere tra i cittadini comportamenti ambientali virtuosi e consapevoli.
“Nel momento in cui c’è l’invito, l’Istituto Comprensivo è sempre presente – ha detto l’assessore alla Pubblica Istruzione, nonché vicesindaco di Chieti, Giuseppe Giampietro – ovviamente ringrazio Ancitel, il sindaco e l’assessore Bevilacqua e non ultima la bravissima dirigente Serafina D’Angelo, con la quale sono anni che condividiamo diversi progetti, progetti importanti che hanno abbracciato e abbracciano tantissime tematiche. Devo dire che una delle tematiche più ricorrenti è quello della raccolta de rifiuti, tutte le scuole sono particolarmente sensibili a questo discorso e in questi anni abbiamo realizzato tantissimi progetti che hanno avuto un vasto eco. Oggi l’Istituto Comprensivo I ha raggiunto a mio parere un traguardo straordinario, quello di essere arrivato primo in tutta Italia per quanto riguarda questa importante iniziativa. Come città e come assessore di un’amministrazione questa è una cosa che ci inorgoglisce perché non è semplice. Però devo dire che è una cosa che è stata fatta tutti quanti insieme, perché per raggiungere determinati risultati ci deve essere necessariamente in gioco di squadra e devo dire che un gioco di squadra, quando funziona, porta sempre dei risultati e grazie alla dirigente, ai docenti, ai genitori, ai rappresentanti del Consiglio d’Istituto, il lavoro che è stato fatto è un qualcosa di straordinario. Questo è uno dei grandi successi che abbiamo ottenuto, abbiamo in cantiere altre iniziative che sono sicuro saranno di successo”.
La competizione ha coinvolto 7.371 alunni da tutta Italia. Sul podio dei vincitori, al secondo posto l’Istituto Coletti di Treviso, con 129 kg di pile esauste raccolte, che ha ricevuto un buono da 2.000 euro, al terzo l’Istituto Italo Calvino di Sanremo, con 89 kg di pile esauste raccolte e 1.000 euro da spendere per le necessità scolastiche.
“A questo risultato ci siamo arrivati mettendo insieme tutte le nostre energie – ha spiegato Serafina D'Angelo, dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo I – quindi cercando di motivare e di far dare il meglio ai nostri alunni, ma sicuramente con la collaborazione e l’impegno attivo dei loro genitori, anche dei nostri docenti, nonché i collaboratori scolastici, dimostrando di essere una squadra, una squadra dei We care, la nostra famiglia, il nostro logo. La tematica ambientale a noi è molto cara ed abbiamo approfittato di questa opportunità che l’Ancitel e l’amministrazione comunale ci hanno offerto ed abbiamo cercato di rispondere al meglio alla richiesta, in questo caso ci siamo riusciti pienamente, come i dati confermano. Tutti i ragazzi dei nostri quattro plessi di scuola primaria, sia di Chieti Alta che di Brecciarola, hanno risposto al meglio portando da casa tutto quello che avevano, raccogliendo e sensibilizzando non solo i loro genitori, ma sicuramente anche i loro nonni, i loro vicini perché per esserci dei risultati così alti ci deve essere stato un grande movimento interno ed esterno. Siamo soddisfatti di quello che è accaduto, non ci aspettavamo di avere un risultato di eccellenza a livello nazionale, anche con uno scarto sensibile rispetto alla seconda scuola classificata”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. La quattordicesima edizione dell'IndieRocket festival chiude con un bilancio positivo. Oltre cinquemila le presenze distribuite nelle tre serate di musica dal 23 al 25 giugno scorsi, per un pubblico che ha animato il parco Di Cocco, naturale location del tradizionale appuntamento estivo.

La formula dei due palchi ha dato la possibilità di vivere il festival già dal primo pomeriggio con le selezioni musicali dell'IRF Sound System, in un'alternarsi di dj che ha annunciato i live serali sul palco grande, per oltre venti ore di musica dal vivo con ventidue progetti musicali provenienti da quattro continenti, con sonorità che hanno spaziato dai beat elettronici ai sound latini, fino ai ritmi d’avanguardia, che hanno dato al parco un'ambientazione urbana post-tropicale.

Non solo musica, poi. Anche attività collaterali, tutti i giorni, per grandi e piccini, dando la possibilità di vivere il festival anche alle famiglie, tra laboratorio musicale per bambini, circo acrobatico, prove di skate e yoga. Curiosità e interesse per il progetto collaterale #IRFlovesart: sei artisti abruzzesi e non alle prese con pittura, disegno, fumettistica ed elaborazioni grafiche, hanno omaggiato la manifestazione pescarese realizzando ciascuno un formato A4 interamente dedicato alla quattordicesima edizione del festival.

L'IndieRocket Festival, dunque, si conferma punto di riferimento per l'estate pescarese e garanzia per vivere giornate alla scoperta di nuove sonorità. «Grazie a tutti i presenti, ai tantissimi volontari e agli amici che in questi mesi ci hanno aiutato e supportato, e che hanno reso possibile la realizzazione di un evento unico, sostenibile e davvero indipendente - commenta Federica Angelosante, presidente dell'associazione culturale IndieRocket -. Abbiamo realizzato un festival dal clima inedito per la città di Pescara, dimostrando che con le sue risorse più giovani e vitali l'Abruzzo può promuoversi senza dimenticare la qualità della proposta musicale e la cura per i dettagli, in maniera professionale. Un lavoro durato mesi ricompensato dall'affetto del folto pubblico e dagli apprezzamenti degli stessi artisti ospiti, primi sostenitori del festival. E' sempre un motivo di grande orgoglio ricevere apprezzamenti da parte degli artisti coinvolti, provenienti da tutte le parti d'Europa e del mondo, rispetto a quelle che sono le scelte musicali del festival e del suo direttore artistico Paolo Visci».

Il festival si è svolto con il contributo del comune di Pescara-assessorato alla cultura, Regione Abruzzo, fondazione Pescarabruzzo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. «Carissimi ragazzi dell’oratorio di san Franco,siamo tutti cercatori di senso, assetati della parola che vinca l’ultimo silenzio della morte e dia valore alle opere e ai giorni, offrendo dignità e bellezza al nostro cammino. Nessun abitatore del tempo è arrivato alla meta: siamo pellegrini verso la vita, mendicanti del cielo. Se tale è la condizione umana, la grande tentazione sarà quella di sentirsi arrivati, non più esuli in questo mondo, ma dominatori di un oggi che vorrebbe arrestare la fatica del viaggio. Ecco perché tener vivo in noi il desiderio vuol dire essere e volerci umani, vivi e capaci di contagiare la passione per la vita».Con queste parole si apre il messaggio che l’arcivescovo di Chieti-Vasto, mons. Bruno Forte, ha inviato ai giovani animatori dell’oratorio san Franco della parrocchia matrice di Francavilla al Mare che in queste settimane stanno organizzando l’estate ragazzi 2017 che prenderà il via nel prossimo mese di luglio.
Nell’opuscolo informativo in stampa, allegato al presente comunicato e sfogliabile sul sito www.oratoriosanfranco.netsi può consultare il programma dettagliato delle iniziative. Ecco le date dei principali appuntamenti: la mattina di domenica 2 luglio, durante la Messa delle ore 10.30, sarà dato il mandato agli animatori del grest e sarà ufficialmente aperta l’estate ragazzi 2017. Da lunedì 3 a sabato 8 luglio avrà luogo il camposcuola a Vasto (CH), da lunedì 10a giovedì 20 luglio ci saranno le due settimane di grest e la grande conclusione dell’estate ragazzi con l’VIII edizione dei Giochi senza frontiere, da venerdì 21 a domenica 23 luglio, dal tema “I colori del desiderio”. Domenica 3 settembre, in occasione del VII anniversario di fondazione dell’oratorio, alle ore 10.30 sarà celebrata la Messa di ringraziamento alla quale seguirà il pranzo pro oratorio. In programma anche la VI edizione dei “Concerti d’estate nel tempio del Barocco” in collaborazione con l’associazione musicale Armonie d’Abruzzo e l’accademia Musicalmente di Francavilla al Mare nei giorni 10 luglio, 17 luglio, 24 luglio, 31 luglio, 7 agosto, 20 agosto, 28 agosto e 4 settembre, sempre alle ore 21.30 nella chiesa di sant’Antonio; la direzione artistica è del prof.Marcello Carbonetti.
Sono già aperte sul sito www.oratoriosanfranco.netle iscrizioni all’estate ragazzi 2017, e lo resteranno fino al 1 luglio, per tutti i bambini e ragazzi dai 5 ai 16 anni, desiderosi di vivere un’estate alla grande!
«Che l’oratorio sia per tutti coloro che lo vivranno un cammino di luce - conclude il suo messaggio mons. Bruno Forte - che faccia ardere nel cuore il desiderio di Dio e lo sazi nella gioia della fede e nella bellezza dell’amicizia con Lui e con gli altri!».

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Un autentico successo, premiato con l'ennesimo tutto esaurito,quello di sabato sera al ristorante La Ciucculella di Vasto Marina per la cena concerto con Fausto Leali: lo storico cantautore italiano, tra le voci più amate del panorama musicale italiano, ha regalato al pubblico quasi due ore di concerto, con brani intramontabili che hanno esaltato il pubblico insieme al menuesclusivo firmato dallo chef Franco Loreto.
L’evento di sabatova ad affiancare l'ormai ampissima proposte di eventi che negli ultimi anni la proprietà ha proposto al pubblico, con la presenza diartistidi altissimo livello come Peppino di Capri, Edoardo Vianello, Maurizio Vandelli,New Trolls, Piero Mazzocchetti, I Camaleonti, DikDik e molti altri.
La cena concerto con Fausto Leali ha riscosso un straordinaria partecipazione del pubblico, che si è lasciato trasportare dal grande repertorio dell'artista e dalla sua verve sul palco, su cui si è esibito insieme ad una band di 6 componenti per quasi due ore.
L'evento si è tenuto nell'elegante sala de La Ciucculella, uno spazio accogliente e ricercato nei dettagli che ha permesso al pubblico di vivere al meglio questo evento speciale. Tantissimi gli attestati di stima e i complimenti del pubblico a fine evento, sia per il grande show che per lo straordinario menu proposto.
Ancora una volta gli eventi de La Ciucculella danno lustro alla proposta culturale della città proponendo appuntamenti con grandi nomi che attirano sia il pubblico Vastese che quello proveniente del centro-sud Italia.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. La società Jfc di Faenza ha stilato una classifica delle destinazioni balneari italiane, analizzando 116 località turistiche.

Roseto degli Abruzzi è risultata (su 116) la seconda località turistica più conveniente in Italia (subito dopo Alba Adriatica) e prima di Gatteo a mare. Nella classifica delle località più rilassanti e tranquille, invece, è al 12° posto (su 116). Mentre nella classifica delle più accoglienti e ospitali è al 19° posto (sempre su 116).

“Questo dato, unito al ritorno della Bandiera blu e della Bandiera verde (per le spiagge a misura di bambino)”, dice il sindaco Sabatino Di Girolamo, “ci dice che stiamo lavorando bene, tutti – sia istituzioni pubbliche che operatori privati – per rilanciare il nome della nostra città a livello nazionale, come merita. Continueremo a impegnarci in questa direzione per far sì che riconoscimenti ufficiali e sondaggi indipendenti portino Roseto degli Abruzzi sempre ai vertici delle località turistiche italiane”.

L’osservatorio italiano Jfc, quest’anno, ha preso in esame, in particolare la “comfort zone” (dove si trova una situazione di familiarità, confidenza, sicurezza, nella quale non si percepiscono né rischi né pericoli). Per le famiglie italiane, spiega lo studio della Jfc, una spiaggia vicino all’alloggio, ben attrezzata, con ombrelloni, baby kinderheim, servizio di bar e ristorazione, vale molto di più di un fondale maldiviano; la certezza di avere servizi alla persona a disposizione – come possono essere le farmacie ma anche quelli dedicati alla bellezza e all’infanzia – valgono più di una molteplicità di opzioni di wellness e percorsi benessere.

Molto importante, infine, l’esposizione turistica sui dispositivi mobili. Dopo l’utilizzo della rete web come piattaforma di acquisizione delle informazioni (si legge nel voluminoso dossier della Jfc), la seguente esplosione delle prenotazioni online, oggi gli italiani arrivano all’uso dei dispositivi mobili per la vacanza, utilizzando smartphone e tablet in ogni fase della pianificazione e del consumo:
• nel momento di raccolta delle informazioni;
• nella fase di prenotazione dei soggiorni;
• durante la vacanza, per ottenere informazioni;
• al termine della vacanza per “recensirla”.

Metodologia
Panorama turismo – mare Italia, ha sviluppato un modello di rilevazione scientifica altamente at-tendibile. Lo studio “Mode, tendenze e previsioni delle vacanze al mare 2017 – La vacanza comfort zone” è stato condotto da Jfc nel periodo 3 maggio – 1 maggio 2017, con rilevazioni dirette e indi-rette. Il panel utilizza:
• Interviste on line con 1.219 operatori del ricettivo alberghiero ed extralberghiero; 11 tour operator nazionali, 144 agenzie di viaggio; 122 agenzie di affittanza, 388 titolari di attività balneari, commerciali e ristorative.
• Interviste telefoniche su 69 referenti di uffici Iat; su 71 referenti commerciali e/o direttori di consorzi, coop turistiche; su 17 presidenti e/o direttori di associazioni albergatori; su 26 referenti delle agenzie di affittanza; su 232 titolari di attività balneari, commerciali e risto-rative.

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. Ancora pochi giorni per iscriversi a "Sangio' Inedito Festival", prima edizione del concorso riservato a band che suonano musica inedita di propria composizione.
"Si tratta di un'iniziativa innovativa e originale che - spiega l'assessore Maria Rosaria Elia - vuole valorizzare la creatività di giovani band. Sarà l'occasione per esibirsi con attrezzatura professionale messa a disposizione dalla nostra organizzazione e per confrontarsi con altre band. Non è facile infatti trovare luoghi dove proporre musica propria in un panorama ormai saturato da cover e tribute band. Il Sangiò Inedito Festival, nelle intenzioni dell'amministrazione Marinucci può essere, e diventare sempre più in futuro, il contesto dove mettere alla prova le proprie capacità artistiche, compositive e di coinvolgimento del pubblico".
L'iscrizione al concorso è gratuita e dovrà pervenire via mail entro domenica 2 luglio 2017 all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Sul sito Comunesgt.gov.it è pubblicato il disciplinare del bando di concorso contenente anche le modalità e le informazioni necessarie per l'iscrizione.
Il concorso è suddiviso in tre fasi: Selezione, Esibizione dal vivo (nei giorni del 13 e 14 luglio con i dieci gruppi, divisi in due gironi, che hanno superato la prima fase) e Finale (in piazza San Rocco il 15 luglio, con le esibizioni dei due gruppi che hanno vinto i due gironi).
A giudicare saranno la giuria tecnica, che valuterà preparazione tecnica, presenza scenica e capacità di coinvolgimento del pubblico, e la giuria popolare che sarà presente alle esibizioni dal vivo.
Il secondo e il terzo classificato riceveranno un premio in denaro, rispettivamente di 300 e 100 euro. La band che risulterà vincitrice avrà il premio di 600 euro e si esibirà dal vivo, la sera di sabato 26 agosto, in occasione della Festa dello Sport e della Cultura di San Giovanni Teatino.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. Il Professor Carlo Tatasciore è il nuovo presidente della Fondazione Michetti. Tatasciore è stato scelto dal Consiglio di Amministrazione chi si è riunito nella giornata di lunedì. Il Professor Tatasciore, che subentra alla presidenza decennale di Vincenzo Centorame, è stato scelto per l'elevato profilo professionale che lo contraddistingue. Professore di Storia e Filosofia al liceo scientifico, 64 anni, Tatasciore è vice presidente della Società Filosofica Italiana ed è il direttore scientifico della manifestazione “Filosofia al Mare”, che di recente ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e che si svolgerà anche quest'anno a Francavilla dal 6 al 9 luglio. L'auspicio è che la persona di Tatasciore possa essere la figura aggregante e competente in grado di far ripartire la Fondazione, che da ente dedito prevalentemente all'arte dovrà divenire vero e proprio polo culturale, punto di riferimento per la città e per l'Abruzzo.
***
“Nel ringraziare per la fiducia accordatami, cercherò di lavorare affinché i cittadini si avvicinino e partecipino sempre di più alle proposte artistiche e culturali della Fondazione Michetti”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Fiuggi. Il regista cagliaritano sarà presente sabato 1 luglio a Fiuggi (Giardino Excelsior ore 21.30) alla serata di premiazione in cui sarà proiettato il suo ultimo film girato nell’isola sarda dell’Asinara. Tra i premiati anche Andrea Giordana, Milena Vukotic, Giuliana e Leda Lojodice e Silvano Spada.

“La Stoffa dei Sogni”, che quest’anno ha già ottenuto prestigiosi riconoscimenti quali il Globo d’Oro e il David di Donatello (per la sceneggiatura adattata), è ispirato al libero e originale adattamento in napoletano de “La Tempesta” di William Shakespeare da parte di Eduardo De Filippo. Scritto dallo stesso Cabiddu in collaborazione con Ugo Chiti e Salvatore di Mola, si avvale di protagonisti del calibro di Ennio Fantastichini, Sergio Rubini e Renato Carpentieri, e si pregia dell’amichevole partecipazione di Luca De Filippo, l’ultima in una pellicola prima della sua scomparsa. Nel cast anche Teresa Saponangelo, Ciro Petrone, Jacopo Cullin e Francesco Di Leva. È prodotto dalla Paco Cinematografica e Rai Cinema, con il sostegno della Regione Sardegna e della Film Commission sarda.
Il film narra le vicissitudini di una modesta e sgangherata compagnia di teatranti, con a capo Oreste Campese (Sergio Rubini), che naufraga su di una misteriosa isola-carcere, e si ritrova a dover coprire alcuni pericolosi camorristi decisi a evitare la reclusione confondendosi fra gli attori. Per sfuggire alla prigione il boss dei camorristi Don Vincenzo (Renato Carpentieri) architetta e mette in opera il suo piano: far passare anche loro per teatranti, imponendo la loro decisione a Campese. Sarà il direttore del carcere (Ennio Fantastichini) a lanciare la sfida al capocomico per scoprire chi nella compagnia è vero attore e chi un criminale: dovranno mettere in scena “La tempesta” di William Shakespeare. Mentre il boss camorrista costringe Campese a riscrivere il copione con un linguaggio che lui e i suoi scagnozzi possano imparare e recitare degnamente, sullo sfondo si assiste alla nascita, quasi impercettibile e commossa, della storia d’amore tra Miranda, figlia adolescente e semireclusa del direttore del carcere, e il camorrista naufrago disperso, Ferdinando Aloisi, in un rapporto fatto di sguardi e di parole appena sussurrate.
La pellicola può essere considerata una commedia degli equivoci a lieto fine, che riprende tutta la poesia del linguaggio shakespeariano proprio durante le prove di preparazione dello spettacolo. L'isola dell'Asinara dove la pellicola è ambientata, disseminata di fortini carcere (fino a pochi anni fa era una colonia penale), ha conservato nel tempo la magia di una natura aspra e incontaminata e rappresenta lo scenario perfetto per una commedia umana in cui gli uomini che la abitano diventano parte integrante di essa. Siamo nel primo dopoguerra e in quel luogo da favola che sembra fuori dal tempo, come in una stoffa, si intrecciano le trame e i fili dei destini. E, come si può leggere nel comunicato ufficiale della produzione del film “attraverso le picaresche avventure dei naufraghi, si dipana il tema profondo della necessità dell’arte nella vita dell’uomo e quelli universali della colpa, del riscatto e del perdono”. In questo contesto, in cui lo spettatore può immergersi in un'atmosfera quasi sospesa tra incanto e realtà, ha un ruolo chiave il personaggio di Calibano, il pastore Antioco – nel film interpretato dall’attore sardo Fiorenzo Mattu – che esprime con grande poesia la condizione di “selvaggio”, figura simbolica dell’isolano colonizzato che mantiene il legame autentico con la propria lingua e la meravigliosa natura che lo circonda.
“Il mio intento – ha detto il regista in occasione della presentazione ufficiale del film – è stato quello di usare come 'punto di partenza' l'Arte della Commedia di De Filippo: l’esigenza del teatro in una qualsiasi società, il rapporto realtà/finzione, la diversità, l'incomprensione, la vendetta e la grazia. Tutto questo a me, sardo e isolano, che ho avuto la fortuna di incontrare e lavorare per Eduardo, sembra più vicino: perfettamente consapevole che questo progetto di film mi renderà la vita difficile, il che – direbbe Eduardo – è uno degli scopi dell'esistenza.”
Prima di questo film Gianfranco Cabiddu, che oltre all'attività di regista e sceneggiatore svolge anche l'attività di organizzatore di eventi culturali legati al Cinema, ha firmato la regia di altri due lungometraggi ambientati in Sardegna come "Disamistade" (1988) e "Il figlio di Bakunin" (1997), quest'ultimo liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Sergio Atzeni. Ha realizzato anche diversi documentari che hanno riscosso un grande successo di pubblico e di critica, tra cui ricordiamo "Faber in Sardegna & L'ultimo concerto di Fabrizio De André" (del 2015) e "Passaggi di tempo - Il viaggio di Sonos e Memoria" in collaborazione con Paolo Fresu, Elena Ledda e altri importanti musicisti sardi.

Pubblicato in Cultura e eventi

Torre de' Passeri. Cultura, spettacoli, sport, gastronomia tante le attività in programma da giugno a settembre a Torre de’ Passeri, con un ricchissimo mese di agosto che vedrà, oltre alla quarta edizione della Notte Bianca, per cui il Comune promette interessanti novità, lo spettacolo teatrale “Forza, il meglio è passato” con l’attore Giorgio Pasotti e una tappa del Festival della Melodia.

“Anche quest’estate grazie alla sinergia con le associazioni del territorio e nonostante le ristrettezze economiche – ha spiegato il sindaco Piero Di Giulio – l’Amministrazione è riuscita a coordinare e realizzare un ricco programma con la maggior parte degli eventi ad ingresso libero”.

Tradizione, storia, attenzione all’ambiente e al mondo degli animali, presentazione di libri e un premio di poesia. Di seguito gli appuntamenti culturali di Torrestate.
Da non perdere venerdì 7 luglio la presentazione del progetto Torresi d’Origine che hanno fatto grande Pescara al centro dell’attenzione il tema dell’identità sociale e del senso di appartenenza ad una comunità, partendo proprio dalla vicenda dei torresi che si sono trasferiti a Pescara nel secondo dopoguerra.
Si parlerà di lotta al randagismo e cura degli amici a quattro zampe, il 27 agosto con la Giornata del Microchip gratuito.
Tante proposte in calendario anche nel mese di settembre che si apre, dal 2 al 4, con le Feste Patronali in onore di Sant’Antonino Martire e Santa Croce. Inoltre il 2 settembre è fissata la presentazione del volume “I Falco di Torre. Una famiglia in Trecento anni di storia” di Renato Ciavola, mentre sabato 9 settembre c’è la Cerimonia conclusiva del Premio internazionale di Poesia di contemporanea “Nativo Del Pizzo”. Attenzione e cura per l’ambiente, il 16 settembre, con l’iniziativa Una pianta per Torre, con l’adozione e la piantumazione di nuovi alberi su viale Garibaldi. A settembre è prevista anche la presentazione dell’anno accademico 2017-2018 dell’Università della terza età (a cura dell’UTE di Torre de’ Passeri).
Dal teatro, alla musica, al varietà, molti anche gli spettacoli in programma. A luglio, venerdì 15 e sabato 16, c’è la prima edizione della rassegna Parco Teatrale: in scena la commedia “La strana coppia” di Neil Simon e la commedia dialettale “Na firme a nù contratte…vale la pene pe nu baratte” di Alberto Delle Lenti. Serate dedicate alla musica dal vivo, venerdì 28 e sabato 29 luglio con Festival Musicale. L’11 agosto c’è il Festival della Melodia, diretto da Paolo Minnucci. Teatro d’autore, sabato 12 agosto, con “Forza, il meglio è passato”, spettacolo con Giorgio Pasotti scritto e diretto da Davide Cavuti. Sabato 19 agosto, grande attesa per La Notte Bianca di Torre de’ Passeri, giunta alla sua IV edizione.

Tra intrattenimento e gastronomia, gli appuntamenti previsti sono con MusicAvis (14 luglio), Cantanti sotto le stelle (10 agosto) e Via Roma in festa, musica e sagra dei prodotti tipici (25 agosto).

Numerose anche le iniziative dedicate alla disciplina sportiva. Mentre è in corso da alcuni giorni il Torneo di calcio a 5, domani, 28 giugno, è in programma la cerimonia per il passaggio di cintura di karate. Si prosegue poi giovedì 29 con la musica latina dello spettacolo danzante Noche in Cuba e sabato primo luglio con Boot Camp e Open Day Palestra. Pallacanestro, il 17 e 18 luglio, con il Torneo di Basket “3 contro 3”, mentre dal 24 luglio al 9 agosto gli impianti sportivi della Villa Comunale saranno animati dalla terza edizione delle Torriadi. Giovedì 7 settembre è invece in programma la seconda edizione della partita del cuore “Amici di Maestro Piero, per continuare il 29 e 30 Settembre con il Torneo di Basket “Memorial Colella”, VI edizione.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. L’ADRICESTA Onlus, grazie alla disponibilità degli organizzatori di Pescara COMIC CONVENTION, accompagnerà alcuni tra i più bravi fumettisti Italiani (dalla Disney a quelli dei Cartoon più conosciuti tra gli adolescenti), che parteciperanno alla suddetta manifestazione, a visitare i bambini ricoverati nei reparti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica, per giocare e disegnare con loro, alcuni fumetti tanto amati sia dai più piccoli che dagli adolescenti.

L’evento Pescara COMICON, di cui l’ADRICESTA è partner, si terrà a Pescara l’1 e 2 luglio in diversi luoghi della Città: piazza Salotto, Stadio del Mare, Museo Colonna e nei Parchi Florida, Villa De’ Riseis e Villa Sabucchi. Ci sarà una raccolta fondi per ADRICESTA Onlus, per il Progetto “Arredi Pediatria” dell’Ospedale Civile di Pescara, con il coinvolgimento dei fumettisti che si faranno promotori dell’iniziativa, disegnando alcuni fumetti che i visitatori potranno ricevere donando un contributo all'Associazione.

I fumettisti e gli organizzatori di Pescara COMICON, saranno accolti alle 15.30 dalla Presidente Carla Panzino nell’Ufficio ADRICESTA Onlus, nell’Atrio Ingresso Degenti/Accettazione e, successivamente visiteranno i reparti Pediatrici insieme ai Volontari, Dirigenti ASL e Sanitari e organi di stampa.
VI ASPETTIAMO PER QUESTO POMERIGGIO DI ALLEGRIA E SOLIDARIETA’, che l’ADRICESTA organizza per essere sempre vicino ai Bambini ospedalizzati.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione