Articoli filtrati per data: Giugno 2017

Chieti. Dal 1 al 9 luglio espone presso il Museo Barbella di Chieti Rossella Caldarale, per una mostra curata da Massimo Pasqualone dal titolo I Quattro elementi.
Nel presentare la mostra, il critico d'arte Massimo Pasqualone scrivere che la capacità che ha la fotografia di fermare l'attimo ed il frammento si dispiega in tutta la potenza in questa mostra di Rossella Caldarale, artista di Loreto Aprutino, che si propone di rappresentare i quattro elementi fondamentali, aria, acqua, terra, fuoco, facendosi suggestionare da un lato da una sorta di riesame estetico che porta alla ricerca del bello naturale ed artistico come suggerimento all’osservatore di penetrare nelle immagini cercando di cogliere l’essenza delle rappresentazioni; dall'altro i quattro elementi sono fotografati secondo una visione oggettiva, ma al contempo intima, interiore, diremmo quasi percepita se non agita.
Non è un caso, infatti, che la mostra si chiude con l'immagine del fuoco come elemento purificatore da cui originano tutti gli altri, in assonanza con la filosofia di Eraclito che sosteneva che “ Tutte le cose sono uno scambio del fuoco, e il fuoco uno scambio di tutte le cose, come le merci sono uno scambio dell’oro e l’oro uno scambio delle merci.”

Pubblicato in Cultura e eventi

L'Aquila. Il consiglio regionale non si farà! A deciderlo è stata la maggioranza D’Alfonsiana che ha convocato una riunione capigruppo questa mattina poche ore prima dell’inizio della seduta d’Aula. “Siamo al limite della sopportazione” affermano i consiglieri del gruppo M5S “sono sei mesi che questo consiglio regionale non produce atti concreti per la Regione. Tra rinvii e discussioni inutili, il consiglio è ostaggio di un Non-Governo che singhiozza dentro e fuori dall’aula e che trasuda debolezza strutturale e amministrativa. L'Assenza del Presidente D'Alfonso dimostra che la debacle amministrativa del Partito Democratico deve aver inferto il colpo di grazia! Ora tutti i consiglieri regionali sembrano solo proiettati verso le elezioni politiche” incalzano i 5 stelle “l’unico pensiero dei consiglieri di centrosinistra e centrodestra, scelti dagli abruzzesi per migliorare la regione in cui vivono, è abbandonare la regione per la scalata al parlamento!" Concludono i 5 stelle "Se chi governa la regione ha altro a cui pensare, se l’obiettivo è solo accomodarsi su poltrone più grandi e più comode, si faccia da parte e lasci governare noi!".

Pubblicato in Politica

Milano. Il Castello di Semivicoli, delizioso hotel de charme nel verde delle colline teatine, dedica il concerto a bordo piscina di giovedì 29 giugno a Voci alla Luna, fascinosa esplorazione musicale proposta dalla Petit Ensemble & Band.

Diretta dal Maestro Gianni Golini, la Petit Ensemble & Band si compone di sette vocalist che, accompagnati da pianoforte, batteria e sassofono, “osano” rivisitare e adattare in forma polifonica o a cappella standard Jazz e grandi successi Pop. Il virtuosismo vocale della formazione di scena al Castello di Semivicoli garantirà impasti sonori emozionanti, dando un gusto diverso e non convenzionale a giri armonici ormai talmente noti da essere anche scontati.

L’esibizione della Petit Ensemble & Band, che avrà inizio alle ore 21.00 a bordo della piscina del Castello, sarà introdotta e affiancata da degustazioni al calice dei pregiati vini Masciarelli accompagnati da canapés e delizie varie. Per la partecipazione all’aperitivo musicale comprensiva di degustazioni è richiesta una quota di 28 € a persona.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Sono arrivati a San Pietroburgo i piccoli calciatori delle giovanili della Delfino Pescara, selezionati per partecipare al torneo internazionale giovanile Football for Friendship organizzato da Gazprom. I dodicenni Alessio Canepari e Niccolò Postiglione hanno rispettivamente il ruolo di baby giornalista con il compito di raccontare, in inglese, l'avventura russa attraverso i canali social del torneo e di baby calciatore in campo come rappresentante dell'Italia. Sono accompagnati da Luca D’Ulisse, istruttore, e Antonio Di Battista, responsabile tecnico del settore giovanile della Delfino Pescara. Alla partenza per Roma hanno incontrato anche il senatore abruzzese Antonio Razzi, segretario della Commissione Esteri, che ha augurato ai due il meglio per questa esperienza internazionale.

«Si respira un'atmosfera internazionale - raccontano i ragazzi via WhatsApp ai genitori - e siamo molto emozionati. Stiamo conoscendo ragazzi da tutto il mondo. Ci siamo ambientati bene e non vediamo l'ora che inizino le attività». L'emozione è tanta anche perché, oltre a partecipare al torneo, i ragazzi avranno la possibilità di assistere alla finale della Confederation Cup allo stadio Arena di San Pietroburgo.

Al torneo sono 64 i Paesi rappresentati e per la prima volta ci sono anche ragazzi provenienti dal Messico e dagli Stati Uniti. Le squadre hanno giocatori di ogni nazionalità. In rappresentanza dell'Italia, il calciatore della Delfino Pescara gioca nel team composto da giocatori provenienti da Egitto, Slovacchia, Danimarca, Austria, Algeria, Iran, Russia.

Pubblicato in Sport

Città Sant'Angelo. L'ASD Gruppo Podistico Angolano, in collaborazione con il Comitato Regionale UISP e ASD  CORRILABRUZZO ,   con  il  patrocinio  del Comune  di  Città Sant'Angelo, organizza la settima edizione del TROFEO DELL'ANGELO,  gara podistica su strada per le categorie  Amatori/Master (uomini e donne). La manifestazione si svolgerà a Città Sant'Angelo venerdì 30 giugno 2017 ed è inserita nel circuito Corrilabruzzo(corsa oro 50pt) e Corrilabruzzo UISP (20pt). La gara competitiva  di8,3 9km su nuovo percorso collinare con modeste pendenze  e la non competitiva  di 4km saranno precedute  da  gare  con percorsi ridotti per le categorie giovanili. La manifestazione giunta alla settima edizione è diventata un appuntamento  atteso da tutti i podisti abruzzesi e non solo. Il ritrovo è previsto per le ore 17:30, le gare ragazzi si svolgeranno alle ore 18:30 mentre la gara competitiva prenderaà il via alle ore 20:30.(iscrizioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.timingrun.it ).

Pubblicato in Sport

Casoli. Tutto pronto per il “Custom Party” 2017 che si terrà il prossimo fine settimana nel cuore del centro storico di Casoli. L’undicesima edizione dell’ormai consolidato appuntamento con musica, intrattenimento, riders e gastronomia, organizzato dall’associazione Number Twelve e dall’Old School Diner, con il patrocinio del Comune di Casoli, si preannuncia già vincente: tanto rock’n’roll con ben nove band che si esibiranno il 30 giugno, 1 e 2 luglio sul palco più amato dagli appassionati della kustom kulture.
Venerdì 30 giugno vedrà come protagonisti musicali della serata Nick’s Airlines, trio nato con l’intento di far viaggiare e divertire il pubblico con qualcosa di nuovo sempre sotto il segno del vecchio e sano rock’n’roll. Nick Mantoan, front man del gruppo, è il pilota dell'aeromobile ma al posto della cloche ha una chitarra e dal microfono di bordo richiama ai comandi i copiloti Alessio Brizio al contrabbasso e Raffaello Allemanini alla batteria e insieme decollano con uno show coinvolgente e fuori dagli schemi.
Sempre venerdì si esibiranno, prima dei Nick’s Airlines, Bluegrass Duet e The Tasta Boys.
Sabato 1 luglio, dagli Stati Uniti a Casoli per un concerto in esclusiva nazionale, Deke Dickerson, uno dei più grandi chitarristi, cantanti e compositori della scena rock and roll e rockabilly mondiale. Personaggio poliedrico, recensore inoltre della nota rivista Guitar Player, porterà sul palco del Custom il suo stile originale e coinvolgente che spazia dal country al rockabilly, dall’hillbilly al blues, dal western swing al rock’n’roll. Nella stessa serata si potrà assistere, in apertura, ai concerti di The Saloon Boys, Texas Toyboys e The Same Old Shoes.
Domenica 2 luglio sarà la volta dei Los Coguaros che con un’ondata di surf and rock and roll chiuderanno in bellezza l’evento ripercorrendo le sonorità di Link Wray, Dick Dale, dei Sonics e di Lee Dresser. In apertura domenica ci sarà il live di Jab Emily & the Wild Boys.
Tutte le serate saranno inoltre accompagnate da dj set con l’accurata selezione r’n’r di Dj Galeazzo, che è anche direttore artistico dell’evento.
Ma il Custom non è solo musica. Ci sarà un ampio spazio dedicato alle moto dove si riuniranno numerosi bikers provenienti da tutta Italia che si sono già riservati un posto in prima fila al festival. Il centro storico di Casoli sarà inoltre allestito con stand tematici dedicati allo strepitoso mondo anni Cinquanta all’interno dei quali ci si potrà tatuare, farsi un acconciatura o un make up vintage. Il tutto sarà accompagnato, come di consueto, da drink e food con la possibilità di degustare tantissime pietanze e fiumi di birra.
L’evento è a ingresso gratuito, gli stand apriranno i battenti alle ore 19.00 mentre i concerti inizieranno alle 21.00.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Un graditissimo ritorno in terra d’Abruzzo, proveniente dall’Italservice PesaroFano il Pescara ingaggia il laterale brasiliano Diego Burato, Nato a Criciuma, in Brasile, il 10 settembre 1988, Buratoè giunto giovanissimo in Italia per vestire nel 2006 la maglia del Napoli Vesevo. Risale all’anno successivo il suo arrivo in Abruzzo, alla corte di quel Montesilvano, griffato Fulvio Colini, dove con i gradi di capitano seppe affermarsi, diventando uno dei giocatori più rappresentativi della squadra adriatica e vincendo in tempi diversilo scudetto nel 2009/2010, una Coppa Italia di Serie B, una promozione in A2 e una promozione nella massima serie.

Raggiunto da noi telefonicamente Burato ci ha concesso una prima esclusiva intervista, che pubblicheremo nelle prossime ore ma dalla quale anticipiamo un breve ma significativo estratto.

La prima dichiarazione da giocatore del Pescara di Diego Burato.
”È per me un grande piacere poter entrare in questa famiglia, che da avversario ho sempre ammirato e che adesso diventerà la mia. Voglio ringraziare la famiglia Iannascoli e il mister per avermi voluto fortemente a Pescara e cercherò in tutti i modi di poter ripagare pienamente la fiducia che hanno riposto in me”.

Diego con la fascia da capitano del Montesilvano sei stato un fierissimo avversario del Delfino in cento battaglie, ora cambierai pelle. Come ti immagini il tuo esordio con la tua nuova maglia?

È vero ci siamo incontrati tante volte da avversari ma sempre con rispetto e lealtà.Arrivo con lo spirito giusto, lo spirito di chi sa soffrire in campo per la squadra eche vuole dimostrare il proprio valore. È per me un grande piacere poter entrare in questa famiglia, che da avversario ho sempre ammirato e che adesso diventerà la mia. All’esordio proverò sicuramente grande emozione e grande senso di responsabilità, perché solo i campioni e uomini con grandi valori possono indossare questa maglia.

Fulvio Colini ti ha voluto fortemente, qual è il tuo particolare contributo che potrai mettere a disposizione della causa del Pescara ?

Mister Colini ha un grande carisma, ho imparato tanto con lui, quando l’ho conosciuto ero giovane e inesperto adesso torno a lavorare insieme a lui, avendo maturato una bel po’ di esperienza. Sono cambiato, spero in meglio, mister Colini è invece sempre rimasto fedele alle sue idee. Lo ritrovo ancora più vincente di prima e con un gruppo che giustamente ha grande fiducia in lui. Io farò la mia parte mettendomi innanzitutto a sua piena disposizione. Arrivo in un grande gruppo formato da grandi campioni e prima di tutto da grandi uomini.Cercherò di dare il mio contributo soprattutto nella fase difensiva che è per me quella che conta di più se vuoi vincere le partite e sopratutto i campionati. So quello che principalmente mi verrà chiesto di fare e spero di farlo al meglio delle mie possibilità.

A proposito di gruppo e di compagni, tornerai a giocare con tanti tuoi ex compagni, ti sei già sentito con loro ?

Oltre che colleghi ho tanti amici in questo gruppo e li ho già sentito quasi tutti.Sono contento, entusiasta di poter tornare a lavorare con loro.Quello che mi piace è che è un gruppo vincente e che ha sempre grande fame di vittorie.

Puoi promettere qualcosa ai tuoi nuovi tifosi ?

Innanzitutto prometto loro che darò sempre il massimo dentro il campo e che lotterò su ogni pallone fino all'ultimo secondo.L'affetto che mi guadagnerò dipenderà tutto da me e soprattutto dalla mia capacità o meno di trasmettere ai tifosi tutto l’orgoglio che sentirò nel vestire la maglietta del Pescara .

Siamo ai titoli di coda, vuoi ringraziare qualcuno?

Voglio ringraziare la mia famiglia che sempre mi sostiene e poila famiglia Iannascoli e il mister per avermi voluto fortemente a Pescara. Cercherò in tutti i modi di poter ripagare pienamente la fiducia che hanno riposto in me: Buona Estate a tutti”.

Pubblicato in Sport

Chieti. Nell'ultima fine settimana di giugno la comunità del Ss. Crocifisso di Chieti Scalo ha festeggiato il cinquantesimo anniversario dell'ordinazione sacerdotale del proprio parroco, don Gino Marino.

In due distinti momenti è stata offerta a fedeli e amici l'opportunità di condividere con l'amato parroco la gioia e la soddisfazione per un anniversario tanto importante.

La sera di sabato 24 giugno 2017, presso il campo sportivo annesso alla struttura del convento parrocchiale, si è svolto un concerto dell'Orchestra di fiati di Pretoro, diretta dal maestro Manuele Filoso.
E' stato lo stesso maestro Filoso, insieme ai suoi musicisti, a voler offrire il concerto a don Gino, e alla comunità scalina, come segno di profondo affetto e riconoscenza per il servizio pastorale svolto a Pretoro per 32 anni, sino al 2002, anno di arrivo di don Gino a Chieti Scalo.
La numerosa presenza di cittadini di Pretoro al concerto è stata proprio l'espressione di un legame di amicizia mai interrotto e costantemente coltivato.
Erano presenti anche rappresentanti della comunità di Fara San Martino, paese di origine della famiglia di don Gino.
La serata è trascorsa piacevolmente per il pubblico presente, grazie all'ascolto di brani magistralmente eseguiti, selezionati da un repertorio colto e raffinato, che ha spaziato dal melodramma, alle composizioni di Ennio Morricone sino ai classici della musica leggera italiana e internazionale.
In un momento di saluto e ringraziamento ai presenti, don Gino ha evidenziato che essere sacerdote, oltre a essere un grande dono del Signore, è anche un' importante opportunità di arricchimento personale, che si alimenta con l'incontro continuo con “l'umanità”, in tutte le sue espressioni e situazioni. L'essere sacerdote, ha concluso don Gino, è una nobile forma di amplificazione dell'esperienza umana.

La sera di domenica 25 giugno 2017 le celebrazioni sono proseguite con la messa solenne presieduta dall'arcivescovo Bruno Forte, con la presenza di numerosi sacerdoti provenienti da tutta la diocesi di Chieti-Vasto, del presbitero ortodosso padre Anatoly, di tantissimi fedeli e dei sindaci di Chieti e Pretoro.

L'incontro con l'Arcivescovo è stato un momento di preghiera e ringraziamento al Signore e anche una significativa opportunità di riflessione e meditazione per la comunità parrocchiale radunata attorno al proprio Pastore.
Nel corso della celebrazione eucaristica padre Bruno ha in più circostanze ringraziato il Signore per il ministero sino a ora svolto da don Gino, cinquanta anni vissuti con amore e impegno, da autentico “uomo ecclesiale”, che ha dato la propria vita per la Chiesa.

Nel corso dell'omelia, Sua Eccellenza ha individuato nella Parola proclamata, e offerto alla meditazione di ciascuno, tre grandi coordinate che danno senso e conferiscono bellezza alla vita di un sacerdote: fede, comunione e testimonianza.

Nella prima lettura, tratta dal libro di Geremia (Ger 20, 10-13) risalta la coordinata della fede. “A te ho affidato la mia causa” è, secondo l'Arcivescovo, l'espressione chiave per comprendere che si diventa sacerdoti perché il Signore entra in maniera profonda nella vita del futuro sacerdote e che essere sacerdoti è un mistero di fede, non una mera funzione sociale.
Padre Bruno ha dunque riconosciuto a don Gino la capacità di affrontare e accettare, proprio grazie a una fede salda, le numerose sfide incontrate nello svolgimento del suo ministero. Tra queste, secondo l'Arcivescovo, è emblematica l'apertura della mensa Caritas “Santa Teresa di Calcutta”.

Nella lettera di San Paolo ai Romani (Rm 5, 12-15) Sua Eccellenza ha individuato la coordinata della comunione, intesa come solidarietà profonda che non nasce dal semplice consenso umano, ma è un dono di Dio.
A don Gino padre Bruno ha riconosciuto le doti del servizio e della disponibilità a collaborare sempre con devozione e intelligenza, da vero uomo di comunione.

Dal Vangelo (Mt 10, 26-33) l'Arcivescovo ha tratto il riferimento alla coordinata della testimonianza, che riconduce al fondamentale compito assegnato a ogni sacerdote: riconoscere il Signore davanti agli uomini, dargli testimonianza sempre, nel tempo della consolazione, delle lacrime e della gioia.

Per padre Bruno, le tre parole presentate rappresentano proprio la sintesi del progetto di vita che don Gino ha sin qui realizzato e che porterà avanti con entusiasmo e fede anche per il futuro.

A margine della celebrazione, don Gino ha ricevuto i messaggi augurali della comunità parrocchiale scalina e del sindaco di Chieti ed è stato letto anche un messaggio del cardinale Menichelli, di cui don Gino è stato stretto collaboratore.

Intervenendo poi per un personale ringraziamento, don Gino ha voluto mettere in evidenza i grandi punti di riferimento della sua esperienza sacerdotale. Oltre alla famiglia, per don Gino sono sempre stati fondamentali elementi di supporto l'amicizia e la condivisione con i confratelli e il contatto con le tantissime persone che ha incontrato e incontra costantemente.

Dopo la conclusione della solenne celebrazione, nel corso di un momento conviviale, la comunità parrocchiale di Chieti Scalo e gli amici si sono stretti a don Gino per una ulteriore manifestazione di affetto, stima e gratitudine davvero profondi.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Giovane e talentuoso il nuovo innesto di casa SIECO. Si tratta di Matteo Zanini, centrale classe 1994 per 200 centimetri di altezza.

Zanini nasce a Lazise (VR) ed è proprio a Verona che comincia la sua avventura nel mondo della pallavolo. Con la maglia gialloblù del club scaligero, infatti, Matteo passerà tutta la trafila delle giovanili a partire dall’Under 16 fino all’Under 20, disputando nel frattempo campionati di Serie D, Serie C e addirittura comparendo nel roster della prima squadra in Serie A1 con un paio di panchine nella stagione 2012/2013. La prima vera esperienza nazionale arriva quindi nel 2014/2015 in B2 con Villafranca e successivamente nel 2015/2016 con Isola della Scala. La scorsa stagione Zanini torna a casa e con la seconda squadra di Verona disputa il campionato nazionale di Serie B.

«Sono alla mia prima esperienza nel campionato di A2 quindi non conosco bene la società, ma mi è stata descritta come ben organizzata e solida. Già dall'anno scorso volevo mettermi alla prova in questo campionato e sono contento di poterlo fare ora ad Ortona. Essendo il mio primo anno fuori Verona ho tanta voglia di iniziare la stagione per confrontarmi con questa realtà e lavorare per migliorare il più possibile e poter essere d'aiuto alla squadra ogni volta che verrò chiamato in causa. Sono sicuro che con i miei nuovi compagni di squadra riusciremo a fare gruppo velocemente e che faremo un ottimo campionato. Allo stesso modo non vedo l'ora di conoscere i tifosi, ai quali spero regaleremo delle grandi emozioni»

CARRIERA:

SIECO IMPAVIDA ORTONA 2017 / 2018
Calzedonia Verona Serie B 2016 / 2017
Isola Della Scala Serie B2 2015 / 2016
Villafranca Serie B2 2014/2015
Marmi Lanza Verona Serie A1 2012/2013

Pubblicato in Sport

Pescara. “Sì della Giunta ha approvato al progetto esecutivo dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza del tratto di strada compreso tra via Bernini e via Tiepolo fino al parcheggio con Globo. Si tratta di un intervento dell'importo complessivo di 97.257,69 euro che trova capienza nel ribasso dei lavori di completamento dell'asse tra via dell'Emigrante, via Caravaggio e via Ferrari".
Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai lavori pubblici, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Il progetto prevede il completamento dei lavori di riqualificazione di via Caravaggio, partendo dal punto in cui sono terminati i lavori di riqualificazione di via Tiepolo, per proseguire fino all'ingresso del parcheggio Globo e la realizzazione di una rotatoria all'incrocio tra via Bernini e via Caravaggio. Il lavoro permetterà di allargare i marciapiedi fino alla misura minima, per consentire il transito delle carrozzelle e verranno posizionati i tratti speciali per non vedenti. Verrà realizzato anche un tratto di marciapiede fino all'ingresso del parcheggio del Globo, utilizzando una parte di terreno precedentemente ceduto al Comune. Si interverrà con la scarifica e il nuovo asfalto laddove si interverrà per i marciapiedi e si rialzeranno i chiusini esistenti. La rotatoria che nascerà all'incrocio tra via Caravaggio e via Bernini inoltre servirà a mettere ordine ad un incrocio spesso teatro di incidenti stradali. Approvato il progetto esecutivo si potrà andare in gara. I lavori potrebbero iniziare già alla fine del 2017”.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione