Articoli filtrati per data: Luglio 2017

Pescara. Nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Pescara, si è svolta una riunione avente ad oggetto la questione della fruizione dell’area naturalistica delle Gole dell’Orta, nel Parco Nazionale della Maiella. L’incontro si è reso necessario in questo periodo di ferie estive per vedere come poter evitare che i turisti che frequentano le aree della Gole dell’Orta a Bolognano e del Torrente Cusano, tra i Comuni di Roccamorice ed Abbateggio, vengano multati per “deterioramento degli habitat”, così com’è avvenuto alla fine di giugno ad opera del gruppo Carabinieri del Corpo Forestale di Pescara.
All’incontro, presieduto dal Vice Prefetto Vicario, hanno preso parte il Presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, Sindaci e Amministratori dei Comuni di Bolognano, Salle, San Valentino in Abruzzo citeriore e Sant’Eufemia a Maiella, oltre a rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri e al Direttore dell’Ente Parco Nazionale della Maiella.
Dopo attenta disamina da parte di tutti i soggetti istituzionali coinvolti, degli aspetti normativi, ambientali e di fruizione dei luoghi anzidetti, il tavolo di lavoro ha stabilito che, con il supporto scientifico messo a disposizione dal Parco Nazionale della Maiella e sulla base di un’adeguata valutazione di incidenza, saranno individuate le opportune soluzioni per consentire una fruizione dell’area in questione che sia compatibile con la conservazione dell’ambiente naturale protetto.
“Sono grato al Prefetto Provolo – ha dichiarato Di Marco – per aver accolto il mio invito a fare celermente, affinché si riesca ad evitare che la confusione determinata dalle sanzioni inflitte dai carabinieri possa incidere negativamente sulla fruibilità del territorio da parte dei turisti che nelle prossime settimane si accingono a visitare la valle dell’Orta e la zona delle cascate”.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. Battesimo della fontana, questa mattina, in una piazza Sant'Alfonso completamente rinnovata. Il sopralluogo è stato effettuato oggi alla presenza di alcuni consiglieri comunali e degli assessori della giunta guidata dal sindaco Antonio Luciani, dell'artista che ha realizzato la decorazione dei pannelli della fontana, Maurizio Ruzzi, dell'architetto direttore dei lavori Ettore De Lellis e del Dirigente del Settore III del Comune di Francavilla architetto Roberto Olivieri. I pannelli raccontano le immagini simbolo di Francavilla. Protagonisti il mare e la storia della cultura della città, l'installazione affaccia su uno specchio d'acqua illuminato nelle ore notturne, affiancato dalla statua di Sant'Alfonso che dà il nome alla chiesa. Dopo l'estate ripartiranno i lavori per completare il pezzo di piazza mancante, tra via Monte Corno e viale Maiella.
Il weekend che si apre sarà un fine settimana di festa per quella zona per i festeggiamenti in onore della parrocchia di Sant'Alfonso. Domenica sera, 30 luglio, sul palco della nuova piazza si esibirà Nino Frassica con la sua band, lunedì 31 alle ore 00.00, Grandi fuochi a mare da piazza Adriatico per salutare luglio. Martedì 1 agosto sarà la volta di Loredana Berté in concerto, a partire dalle 21.30.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Prosegue il percorso avviato dall’Amministrazione Maragno per risolvere il problema allagamenti che interessa diverse aree del territorio cittadino. Hanno preso il via i lavori per la realizzazione di un nuovo collettore di via Vestina, tra via Colombo e Fosso Nono.
«L’area nei pressi di via Carissimi - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Valter Cozzi – è stata più volte oggetto di significativi allagamenti, dovuti alla scarsa portata del collettore esistente. Abbiamo quindi valutato la necessità di ampliare la sezione del collettore, facilitando quindi il deflusso delle acque. In questo modo porremo fine ad un problema annoso che ha causato danni e disagi ai residenti della zona».
La ditta I.L.E.S.I., aggiudicataria degli interventi, per un importo complessivo di 117.000 euro circa, ha avviato i lavori per la realizzazione di un collettore più ampio, risolvendo le problematiche dovute all’insufficiente sistema di smaltimento delle acque che defluiscono nel Fosso Nono, nel tratto tra via Colombo e via Carissimi e nella zona di intersezione del canale esistente con via Vestina verso il fiume Saline.
«Questa opera - dice ancora Cozzi - si affianca al lavoro di studio, verifica, prove empiriche, in collaborazione con Aca e Consorzio di Bonifica e gli interventi che abbiamo promosso nelle scorse settimane di pulizia delle linee delle acque presenti sulle traverse a mare, altra zona particolarmente critica sul fronte allagamenti. L’obiettivo - annuncia l’assessore - è quello di lavorare concretamente per risolvere in maniera definitiva un problema con cui il territorio e i cittadini fanno i conti da troppi anni. Sono problemi che arrivano dal passato, ma che questa Amministrazione sta fronteggiando in maniera decisa».
L’opera condotta fino ad oggi ha riguardato anche la zona artigianale di Villa Carmine, dove sono stati liberati diversi canali che erano completamente occlusi ed invasi da sterpaglie. Altri hanno riguardato il deflusso delle acque meteoriche e dei sottoservizi di via Verrotti e delle sue intersezioni con via Castellano, via Marrone, via Tommaseo, via D’Azeglio e via Manin.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Lunedì 31 Luglio dalle ore 20.30 nella Casa Circondariale di Chieti si darà avvio ad una serata diversa dallo schema consueto delle serate in carcere. Nella zona detentiva che è situata all’aperto, i detenuti che partecipano al Laboratorio Musicale ed a quello di Lettura si esibiranno nella recitazione di poesie e nell’ interpretazione di canzoni.
Il pubblico della serata sarà costituito principalmente dalle persone detenute e da tutto il volontariato che collabora con il personale dell’Istituto.
L’obiettivo perseguito dalla Direzione con la programmazione della serata è innanzi tutto quello di offrire alle persone detenute un momento di supporto durante il critico periodo estivo, caratterizzato da un generale appesantimento delle condizioni restrittive, dalla diminuzione delle visite dei familiari, dall’inasprimento della vita all’interno della struttura e dalla generale diminuzione delle consuete attività.
La scaletta delle serata prevede 12 canzoni di musica leggera italiana per 7 Interpreti e 5 Poesie, alcune scritte dagli stessi detenuti, per gli altri 5 interpreti.
Le prove serrate che si sono concluse venerdì 29 Luglio hanno messo in luce un dato evidente e cioè che nessuno di loro è un poeta o un cantante ma tutti sembrano avere in mente che il loro contributo per la realizzazione di una serata nella quale tutti i detenuti potranno restare all’aria aperta oltre il normale orario di chiusura dei cancelli, è importante e riguarda ciascuno di loro.
La realizzazione dell’attività si basa sostanzialmente sulle forze ( sebbene stremate) di tutto il personale presente: Area Educativa, Polizia Penitenziaria, Volontariato e Caritas di Chieti, i cui Responsabili Don Luca Corazzari e Don Stefano Buccione, hanno provveduto all’acquisto dei premi per i primi tre classificati.
La Giuria che valuterà la gara e sceglierà i tre vincitori è composta dalla conduttrice del Laboratorio musicale, Musicista e Psicologa, da due musicisti e cantanti e da due collaboratori della Caritas di Chieti, con cui l’Istituto Penitenziario collabora proficuamente su molti fronti.
L’intenzione che ha guidato la programmazione dell’attività si basa sulla necessità di sperimentare occasioni di solidarietà e di impegno condiviso, che si auspica rafforzino la capacità di stare insieme agli altri in maniera civile e costruttiva.
La musica e la poesia insomma come occasione di parlare un linguaggio positivo e condiviso.
La Direzione dell’Istituto ( Direttore Reggente, dott.ssa Ruggero, Direttore in Missione dr.ssa Avantaggiato, Comandante dott.ssa Costantini e Capo Area Educativa dott.ssa Basilisco, ringraziano sentitamente tutto il volontariato che sarà presente e che ha supportato la realizzazione dell’iniziativa.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. "Waiting for you" è la personale di Sandro Lucio Giardinelli che dal 12 luglio 2017 a mercoledì 2 agosto presso il nuovo ed accogliente "Spazio MuMi", ex sala Conferenze del Museo Michetti a Francavilla al Mare.
Dopo il 2014 ed il 2016, invitato per la terza volta al Premio Internazionale di Sulmona 2017. La mostra resterà aperta negli orari Museali: 9.00/13.00, 16.00/20.00.

Pubblicato in Cultura e eventi

Gagliano Aterno. Si intitola "Ricordando Augusto Daolio 25 anni dopo" la manifestazione dedicata in memoria della voce e dell´anima storica dei Nomadi, Augusto Daolio, che proprio quest´anno avrebbe compiuto 70 anni.

La manifestazione si svolgerà giovedì 3 agosto, alle ore 21.30, negli spazi del Circolo Arcigallo a Gagliano Aterno (L’Aquila). La serata (ingresso gratuito) è promossa dall´Associazione "Palco e Scena", dal "Nomadi Fans Club “Un giorno insieme” di Sulmona, dall’associazione Premio Nazionale Augusto Daolio - Città di Sulmona" e dal Fans Club “Abruzzo Nomade” di Pescara.

Musica di buona qualità, poesia e solidarietà saranno gli ingredienti di questo appuntamento che si mostra di grande interesse soprattutto, ma non solo, per i tanti appassionati del celebre gruppo emiliano attesi da più parti della regione.

Il programma prevede l´esibizione di una delle migliori cover band Doc, i "Dimensione Nomade" di Pescara. Fra gli interventi musicali è previsto quello di Elya, accompagnato alla chitarra da Pino Ferroni, e quello dei Bago, che proporranno il contest in acustico "Augusto e gli altri: Fabrizio De André, Paolo Conte, Sergio Endrigo, Bruno Martino...". Ospite della serata sarà Christian Epifano (autore Nomadi). All´esecuzione dei brani in scaletta, si alternerà la lettura di poesie e scritti inediti di Daolio da parte di un gruppo di giovani della zona.

Nel corso dell’appuntamento si potrà fare una libera offerta destinata interamente all´Associazione "Augusto per la Vita" guidata da Rosanna Fantuzzi, che da molti anni sostiene la ricerca oncologica, e potrà avere materiale informativo sull´attività svolta dall´associazione in questi venticinque anni. Per informazioni: tel. 347 6146354.

Pubblicato in Cultura e eventi

Villalago. Sabato 29 luglio, alle ore 21:30, a Villalago (L’Aquila), in Piazza Celestino Lupi, ci sarà una serata tributo ai mitici Beatles con i Beatbox.

La serata è organizzata dall’associazione culturale Nomadi Fans club “Un giorno insieme” di Sulmona e dalla Pro Loco di Villalago, con il patrocinio del Comune. La serata è a ingresso gratuito (per informazioni contattare il 389 9737620 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

“L’iniziativa”, spiega il presidente del Nomadi fans club “Un giorno insieme”, Vincenzo Bisestile, “prosegue quanto fatto nel corso del 2016. Con tutte le attività svolte nel corso dell’anno vennero raccolti 10 mila euro, che sono stati poi donati l’acquisto del macchinario sistema Neoprobe GDS con relativa sonda. L’obiettivo è sempre quello di unire musica di qualità e solidarietà”.

Molto più che un semplice tributo ai Beatles, la performance dei Beatbox si propone di far rivivere l’energia e il fascino del mitico quartetto di Liverpool. E per ottenere il risultato desiderato nulla è stato lasciato al caso: dalla strumentazione, identica a quella usata dai Beatles nei loro storici concerti, ai vestiti, confezionati su misura dalla stessa sartoria che li creò per la tournèe americana dei Fab Four. A dare vita a questo progetto, quattro musicisti dal curriculum più che nobile: Alfio Vitanza, Mauro Sposito, Riccardo Bagnoli e Guido Cinelli vantano collaborazioni con i grandi nomi del pop italiano. Uno show che attraversa i ricordi e le scoperte di più generazioni, con esecuzioni fedelissime a quelle originali, per riscoprire l’entusiasmo e la positività dei mitici anni ’60.

In scaletta figurano ovviamente tutti i grandi successi dei Beatles come “Help”, “Can’t Buy Me Love”, “Michelle”, “A Hard’s day night” e “Nowhere Man”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Da tempo mi sto occupando sia personalmente che nella mia qualità di coordinatore del “Comitato Pescaratutela/selfie” e di “direttore artistico del Comune di Caramanico per gli eventi dedicati a D’Antino”, del recupero e della valorizzazione del Patrimonio artistico dello scultore di Caramanico, Nicola D’Antino, molto operativo durante il fascismo.
E’ stato, tra l’altro, l’autore delle famose quattro Statue in bronzo che adornavano il Ponte Littorio di Pescara, inaugurato nel 1933, Statue allegoriche che rappresentavano le quattro attività economiche della nostra Provincia di quel tempo.
Queste opere furono trafugate durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi in ritirata, prima di far saltare il ponte. Questa sottrazione ha destato la nostra curiosità tanto che qualche mese fa, unitamente a componenti del Comitato Pescaratutela/selfie, abbiamo inoltrato una denuncia internazione per una possibile ricerca. Ora, cosa produrrà la denuncia non lo sappiamo, però sono accadute tante significative questioni che ci permettono anche di sperare in un rinvenimento di qualche Statua. Intanto, un collezionista ci ha offerto la possibilità di esporre per una serata il modello d’autore in bronzo (un metro per ottanta centimetri) di una delle Statue, ovvero il lavoro preparatorio per la realizzazione della Statua della Pastorizia. L’evento si terrà il 1° agosto presso il Piazzale Michelucci dell’Aurum e tende ad una reale attenzione al recupero e alla valorizzazione del nostro Patrimonio Storico-Culturale. Intanto, va detto che con Vittorio Sgarbi (curatore) stiamo lavorando ad una mostra antologica dello scultore per il 2018.
Nicola D’Antino nasce a Caramanico (Pescara) il 31 ottobre 1880 e muore il 3 novembre 1966. Artista importante nel panorama culturale italiano della prima metà del novecento. Autore delle fontane “Luminosa” e “Gemella” de L’Aquila, di due delle statue che adornano il Foro Italico a Roma e di tante altre sculture. Dopo l’inaugurazione del Ponte Littorio avvenuto il 14 agosto 1933 e progettato dal noto architetto Cesare Bazzani, che progettò anche il Palazzo delle Poste e la Chiesa di S. Cetteo, si decise di decorare il Ponte stesso. Si pensò, inizialmente, solo a 4 Aquile, che vennero collocate su alti piloni, ma successivamente si diede incarico a Nicola D’Antino per una cifra di 130.000 lire di realizzare 4 sculture in bronzo, da consegnare entro il 14 agosto 1935. I tempi furono rispettati e nel mese di Agosto vennero consegnate “le quattro statue in bronzo a decorazione del Ponte Littorio”, di natura allegorica. “Sono nudi femminili”, come scrive Gabriella Albertini, autrice di un’importante ricerca sull’artista “adagiati su basamenti lungo il parapetto del ponte (due per parte). Le figure rappresentano: la pastorizia, la pesca, l’agricoltura e l’industria. Quattro elementi che caratterizzano alcuni aspetti della regione Abruzzo”.Le sculture scomparvero, durante la seconda guerra mondiale, poco prima che i tedeschi in ritirata facessero saltare il ponte littorio. Infatti, nel volume di Bertillo e Pittarello “Il martirio di una città – Pescara e la guerra 1941/44”, si legge: “La 7^ Brigata Indiana di fanteria ebbe l’ordine di procedere verso Pescara alle ore 11.30 del 10 giugno. Con una jeep le avanguardie trovarono una circonvallazione lungo la linea ferroviaria e dieci ponti distrutti. Alle ore 13.00 il 7° squadrone da ricognizione entrò a Pescara con un carro armato Honey e un distaccamento di granatieri. Questo squadrone trovò i ponti sul Pescara completamente distrutti, ma entrò ugualmente nella città, da ovest, alle ore 15.30”. Per anni si è sostenuta la tesi che le statue fossero state fuse per riutilizzare il bronzo. Ora noi, con la denuncia e con le iniziative, vogliamo tenere alta l’attenzione per un loro eventuale rinvenimento.

Pubblicato in Cultura e eventi
Venerdì, 28 Luglio 2017 00:00

Francesco Gabbani in concerto a Pescara

Pescara. C’è grande attesa per l’unica data in Abruzzo del tour di Francesco Gabbani: il vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo sarà al Teatro D’Annunzio di Pescara il prossimo 2 agosto.
Per il concerto, ormai vicino al sold out, sono rimasti in vendita, nei circuiti TicketOne e Ciaotickets, solo i biglietti per la Gradinata Non Numerata.

Sarà il secondo evento di PescaraLive, nuovo brand lanciato quest’anno da Alhena Entertainment e Ventidieci ed ospitato dal Teatro d’Annunzio che ha visto in precedenza il sold out di Fabrizio Moro lo scorso giugno e ospiterà anche Ermal Meta il prossimo 4 agosto .
Nel corso dei prossimi mesi il PescaraLive si svilupperà ulteriormente con un nuovo ambizioso progetto.

Dopo il sold out della data zero sold out a Fermo, il tour di Francesco Gabbani è partito lo scorso 19 giugno da Verona e sta riscuotendo ovunque un successo strepitoso.
Nella cornice del Teatro D’Annunzio di Pescara, ormai vicino al sold out (ancora disponibili solo biglietti per le Gradinate Non Numerate), Gabbani presenterà "Magellano" il disco uscito il 28 aprile per BMG Rights management (Italy), entrato direttamente al primo posto della classifica di vendite e certificato disco d’oro.
"Magellano"contiene “Occidentali's Karma” brano con cui ha vinto la 67ª edizione del Festival di Sanremo, quadruplo disco di platino e con oltre 135 milioni di visualizzazioni, e il nuovo singolo "Tra le granite e le granate" ai vertici delle classifiche airplay radio.
Francesco Gabbani sarà accompagnato sul palco da Filippo Gabbani (batteria), Lorenzo Bertelloni (tastiere), Giacomo Spagnoli (basso) e Davide Cipollini (chitarra).
Il tour è organizzato da International Music and Arts.
(Opening Act ufficiale: Hugolini www.facebook.com/lorenzohugolini/)

Per Informazioni:
www.francescogabbani.com
www.facebook.com/francescogabbaniofficial/

Il concerto di Pescara è organizzato da:
Alhena Entertainment e Ventidieci

Prevendite disponibili nei circuiti TicketOne e Ciaotickets.

Prezzi biglietti:

- Platea numerata 28,75 € c.d.p. (esauriti)
- Gradinata non numerata 23,00 € c.d.p.
- Gradinata non numerata biglietto ridotto per bambini fino a 12 anni 15 € c.d.p.

INFOLINE: 085.9433361; 366.2783418

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Danza gitana, irlandese, russa, acrobatica, messicana e western. Sono solo alcune delle esibizioni che animeranno il Teatro del Mare, martedì 1 agosto nello spettacolo di Nomadelfia.
Nomadelfia (che significa dal greco “legge di fraternità”) è una realtà comunitaria nota in Italia e all'estero per le sue finalità religiose e umanitarie, con sede nel grossetano, a cui esperienza si basa sul Vangelo. E' composta da 350 persone, una sessantina di famiglie che lavorano e vivono insieme nella totale comunione dei beni, secondo lo stile delle prime comunità cristiane. Le "Serate di Nomadelfia" sono un modo originale e coinvolgente con cui la comunità si fa conoscere attraverso danze e figurazioni acrobatiche eseguite dai suoi giovani, che ne fanno un evento artistico e un messaggio di vita.
Durante il periodo estivo da ormai 50 anni, sull'esempio del loro fondatore don Zeno Saltini, i Nomadelfi portano nelle piazze d'Italia e anche all'estero uno spettacolo-proposta denominato “Serate di Nomadelfia”, entusiasmante dal punto di vista artistico, ma ancor di più valido, attuale e affascinante per i contenuti cristiani, umani, culturali e sociali che diffonde.
«Lo spettacolo di martedì - commenta l’assessore agli Eventi Ottavio De Martinis – sarà sicuramente coinvolgente. Questa speciale comunità sta girando l’Abruzzo e le Marche portando nelle piazze le loro incredibili esibizioni. Siamo sicuri che il pubblico resterà stupito dalle figure particolarissime che questi giovani artisti sono in grado di realizzare».
L’appuntamento è a partire dalle 21:30. Nello spettacolo si alterneranno sul palco un centinaio circa fra bambini, adolescenti e giovani, in una serie di danze popolari di vari paesi e di coinvolgenti scherzi e figurazioni acrobatiche.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione