Articoli filtrati per data: Luglio 2017

Montesilvano. Presentare la metodologia di raccolta porta a porta, organizzare e programmare il servizio così da renderlo efficiente per tutti gli utenti. Questo lo scopo dell’incontro che si è svolto a Palazzo di Città tra il sindaco Francesco Maragno, l’assessore Valter Cozzi, il dirigente del settore Gianfranco Niccolò, Nicola Della Corina referente per Montesilvano di Formula Ambiente e gli amministratori di condominio della zona colli della città.
Dopo la fase sperimentale di raccolta porta a porta che ha coinvolto inizialmente 300 utenze nel borgo di Montesilvano Colle, il servizio a partire dal 17 luglio è stato esteso a tutta la parte collinare della città. La nuova tipologia di raccolta, che a pieno regime coinvolgerà 2100 utenze, è stata avviata per i residenti in case singole. In fase di programmazione il servizio per le utenze condominiali.
«Montesilvano - dichiara il sindaco Francesco Maragno - in tema di gestione dei rifiuti è rimasta indietro. Con l’introduzione del sistema porta a porta abbiamo cambiato passo. Questo non solo ci consente di rispettare gli obblighi di legge che impongono il raggiungimento del 65% della raccolta differenziata, ma a lungo termine permette di ridurre il conferimento di indifferenziata e quindi di ottenere una gestione più economica delle tariffe, con sensibili risparmi per le tasche dei montesilvanesi. La fase sperimentale ci ha dato grandissime soddisfazioni, con risultati ben al di sopra delle aspettative che hanno sfiorato il 90%. Ora ci aspettiamo un grande impegno da parte di tutti coloro che verranno coinvolti in questo nuovo passo del percorso».
L’incontro con gli amministratori di condominio ha consentito anche di raccogliere informazioni necessarie in merito alle utenze e agli spazi a disposizione delle aree condominiali così da valutare la tipologia e la capienza dei contenitori che verranno assegnati a ciascun condominio.
«Questa riunione - afferma Della Corina - è stata l’occasione di presentarci e programmare il lavoro. Vogliamo che gli utenti siano pronti e preparati per iniziare al meglio la nuova tipologia di raccolta. Distribuiremo i calendari di conferimento da affiggere nelle aree comuni dei condomini».
Intanto fino a venerdì, è sempre attivo, dalle 18 alle 20, il gazebo informativo allestito in piazza Calabresi dove è possibile ritirare i kit di conferimento e informarsi sulla tipologia di raccolta.
Per ulteriori informazioni sono attivi i contatti: 0858620522, fax 0858620741 e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per programmare la raccolta di rifiuti ingombranti è necessario prendere un appuntamento, telefonando al numero verde 800195315.
Sul sito istituzionale è attivo un banner dove consultare il calendario di raccolta, consigli sul conferimento e ulteriori informazioni.

Tutte le strade interessate dalla raccolta porta a porta

Zona Colle:


13 DA DENOMINARE, 14 DA DENOMINARE, 32 DA DENOMINARE, A. DE GASPERI, A. SPAGNUOLO, ABETONE, ADAMELLO, ASPROMONTE, C. CASE D'AGNESE, C. CHIAPPINELLO, C. COLLEVENTO, C. DELLA FONTE, C. PER SPOLTORE, C. PIANACCI, C. SAN GIOVANNI, C. SANTAVENERE, C.DA COLLEVENTO, COLLE PRETARA, COLLEVENTO, COM. TRAVE, D. MANIN, FRANCESCO IEZZI, FRATELLI BANDIERA, G. LA PIRA, GIARDINO DEGLI ARANCI, GRAN PARADISO, GRAN SASSO, MACCHIANO, MAIELLA, MARMOLADA, MELCHIORRE DELFICO, MONCENISIO, MONTE AMARO, MONTE AMIATA, MONTE BIANCO, MONTE CERVINO, MONTE CIMINO, MONTE CIMONE, MONTE CINTO, MONTE CIVETTA, MONTE CONERO, MONTE FALTERONE, MONTE FUMAIOLO, MONTE GRAPPA, MONTE ROSA, MONTE SIRENTE, MONTE VELINO, MONTE VIGO, MONTI DELLA FAVORITA, MONTI DELLA LAGA, MONTI PELORITANI, MONVISO, N. TOMMASEO, PASSO DELLO STELVIO, PASSO ROLLE, POGGIO DEL SOLE, POGGIO IMPERIALE, SAN GIOVANNI, STRADA COMUNALE D'AGNESE, VELE SUL MARE, TRICORNO, VICINALE AGOSTINONE

Zona case sparse:

22 DA DENOMINARE, 5 DA DENOMINARE, BARCO, C. COLLE ARENA, C. DEL TRATTURO, C. FONTE DELLE MORE, C. PER CAPPELLE, C. VALLE FURCI, C. VALLECUPA, FONTANA DEL TRATTURO, FOSSONONO, STRADA COMUNALE PER CAPPELLE, STRADA COMUNALE VECCHIA PER SPOLTORE, STRADA PROVINCIALE PER SPOLTORE, TRAVERSA CONTRADA VALLECUPA, VALLECUPA, VICINALE PALMERINI, C. SAN PAOLO, SAN PAOLO.

Pubblicato in Cronaca

Modena. Nel 2016 Modena è stata la provincia con la più alta incidenza di sfratti (1 ogni 172 famiglie residenti), seguita da Barletta-Andria-Trani (1/181 famiglie) e Pescara (1/219), mentre Oristano è quella dove nell’ultimo biennio la situazione è peggiorata di più: da uno sfratto ogni 1.825 famiglie a 1 ogni 498. È quanto emerge da un’analisi di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nelle locazioni con 340 in agenzie (40 in Spagna), che ha incrociato i dati del Ministero degli Interni sugli sfratti del 2016 con quelli del 2014.

“Nonostante quello degli sfratti resti un fenomeno importante – spiega Silvia Spronelli, presidente di Solo Affitti – la nostra analisi evidenzia una riduzione del loro numero: nel 2014 in Italia si rilevava uno sfratto ogni 334 famiglie, nel 2016 siamo scesi a 1 ogni 419. Questa riduzione è stata favorita innanzitutto dal superamento della fase più acuta della crisi economica, che aveva comportato la perdita del posto di lavoro per moltissimi inquilini. Al miglioramento ha senz’altro contribuito anche la più attenta selezione degli inquilini da parte delle agenzie e dei locatori, ormai consapevoli di quanto il fenomeno della morosità sia diventato diffuso. Consapevolezza che ha determinato il crescente ricorso da parte dei proprietari a strumenti innovativi di garanzia dell’affitto, come ad esempio il nostro pacchetto assicurativo Affitto Sicuro, che ormai includiamo di base in tutti i nostri contratti. Infine, a contenere ulteriormente l’incidenza degli sfratti – conclude Spronelli – potrebbe aver contribuito il maggiore utilizzo dei contratti a canone concordato, che, grazie ai prezzi calmierati, riduce il peso dell’affitto sul bilancio familiare”.

Nella graduatoria nazionale, Solo Affitti ha rilevato un numero elevato degli sfratti anche a Imperia (1 ogni 234 famiglie), che si posiziona al quarto posto precedendo Prato (1/237), Torino (1/241) e Cosenza, dove vi è stato uno sfratto ogni 251 famiglie. Le tre province più virtuose sono Nuoro (1/3.802), Crotone (1/3.257) e Catanzaro (1/3.149). La situazione è tranquilla anche a Caltanissetta, Enna, Isernia e Belluno.

L’analisi di Solo Affitti compara la graduatoria 2016 dell’incidenza sfratti con quella del 2014 (anno record per gli sfratti emessi), evidenziando quali province abbiano registrato i miglioramenti e i peggioramenti più consistenti. Nonostante il generale miglioramento registrato nell’ultimo biennio, il fenomeno degli sfratti resta un’importante criticità nel nostro paese, con un andamento molto altalenante nelle diverse province.

Oristano perde più posti (28) nella graduatoria dell’incidenza degli sfratti (1 ogni 498 famiglie). Sono 24 sono le posizioni perse dalle province di Massa Carrara (1/358) e Viterbo (1/418) rispetto alla classifica di 2 anni fa. Ancona (1/326) riscontra un andamento negativo di 22 posizioni nel biennio, seguita da La Spezia (1/336), che perde 19 posizioni.

La provincia in cui la situazione appare migliorata maggiormente rispetto al 2014 è Brindisi (1/622), che compie un balzo in avanti di 32 posizioni in classifica. Seguono Terni (1/491), che scavalca 27 province e Pisa (1/403) che migliora di 16 posizioni. Situazione positiva anche a Vercelli (1/387) e Trapani (1/739), che guadagnano 14 posti nella graduatoria dell’incidenza sfratti.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio e di contrasto ai traffici illeciti, disposto dal Comando Provinciale, in località Pescara, i militari della Compagnia Guardia di Finanza di Pescara hanno sequestrato gr 300 di marijuana.
I militari, durante un normale controllo su strada, effettuato nei confronti di due ragazzi italiani, hanno rinvenuto e sequestrato alcune dosi confezionate di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”.
La successiva perquisizione locale effettuata presso l’abitazione in uso agli stessi ha consentito il sequestro di ulteriore sostanza stupefacente per circa 300 grammi, un bilancino di precisione, denaro contante per euro 800,00 e materiale per il confezionamento.
Durante la perquisizione domiciliare sono stati altresì rinvenuti, all’interno di un armadio situato nella camera da letto di uno dei soggetti, una pianta di marijuana in essiccazione e un impianto di lampade alogene per la crescita rapida delle sostanze stupefacenti.
Le Fiamme Gialle hanno sequestrato quanto rinvenuto ed hanno denunciato “a piede libero” i due soggetti, incensurati.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Riceviamo dall'ACA la seguente comunicazione che vi trasmettiamo chiedendo di darne massima diffusione.
Si comunica che venerdì 28 Luglio p.v., causa la necessità urgente di sostituire alcune saracinesche della condotta idrica denominata “vecchio Tavo” di via Valle Furci a Pescara, si rende necessaria la spensione temporanea della fornitura idrica alle seguenti Vie: via Colle Caprino, via Valle Furci, Strada Valle Ferzetti, Strada Vicinale Valle Ferzetti. La sospensione della fornitura idrica inizierà alle ore 8:30 con durata presumibile fino alle ore 16:00, salvo complicazioni in fase di realizzazione dei lavori. Inoltre non si possono escludere “cali di pressione” su altre vie adiacenti.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Pescara hanno dato esecuzionead un’ordinanza di misure cautelaripersonali(9 in carcere, 1ai domiciliarie 5 con obbligo/divieto di dimora nel comune di Pescara) nei confronti di 15extracomunitari (8 senegalesi, 6 marocchini ed 1nigeriano), coinvolti in un’attività di spaccio, molto attiva e ramificata nella città di Pescara.
Il provvedimento è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Pescara, dr. Gianluca Sarandrea, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica, dr.ssaValentina D’Agostino, ed è stato eseguito, alle prime luci dell’alba,da oltre 50finanzieri con l’ausilio di alcuneunità cinofile.
L’attività odierna conclude un ciclo investigativo, all’esito di una serie di interventi repressiviche avevano consentito di pervenire già all’esecuzione di 7 arresti in flagranza di reato, alla denuncia complessivamente di 20 persone, al sequestro di circa 4,5 kg di sostanze stupefacenti (cocaina, hashish e marijuana)e di 3.900 euro in contanti.nonchéalla segnalazione all’autorità prefettizia di numerosi acquirenti, assuntori delle sostanze.
Le investigazioni delle Fiamme Gialle pescaresi hanno avuto inizio la primavera dello scorso anno in alcune zone del centro ove veniva individuato un nutrito gruppo di extracomunitari (maghrebini, senegalesi e nigeriani)gravitante in zona piazza Santa Caterina, particolarmente attivi nello spaccio al “consumo” durante tutto l’arco della giornata anche di giorno e spesso noncuranti dei passantie dei frequentatori, anche minori, del parco e della piazza ivi esistenti.
Nel corso dei precedenti interventi repressivi in flagranza, nella prima fase delle indagini, nel giugno del 2016, era stato accertato anche l’utilizzo di una sala BINGO nel centro di Pescara, in cui uno dei soggetti arrestati era solito occultare lo stupefacente nelcontrosoffitto dei bagni; sala bingo che poi, per tale motivo, venne fatta oggetto della misura sospensiva della licenza di pubblico esercizio.
L’operazione odiernatestimonia, ancora una volta, l’impegno delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Pescara nel contrasto ad ogni forma di traffici illeciti, posti in essere dalle varie consorterie criminali operanti in città, anche nello spaccio di sostanze stupefacenti.
Ancor più, evidenzia l’elevata attenzione delle Istituzioni tutte - giudiziarie, prefettizie e forze di polizia -,nell’affermazione di legalità e sicurezza pubblica, mediante il controllo degli stranieri extracomunitari, presenti sul territorio, laddove si orientino a forme delinquenziali individuali o associative, che determinano anche la maggiore percezione di insicurezza dei cittadini e che, non ultimo, consente la civile fruizione di aree cittadine di aggregazione, a favore della cittadinanza.
E quanto all’elevata sensibilità e all’impegno che la Guardia di Finanza dedica anche al controllo, delle comunità di extracomunitari sul territorio, ne è testimonianza la recente operazione “Bazar”, condotta nel corso del corrente anno, nel settore della contraffazione dei marchi, in cui tra gli arrestati, pure, figuravano numerosissimi soggetti extracomunitari, provenienti da paesi africani.

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. Durante lo scorso week end le acque antistanti il lido Lo smeraldo hanno assunto una colorazione marrone, a causa delle alghe. Nonostante l’evidente fenomeno naturale si è creata una certa pre-occupazione da parte dei bagnanti. L’amministrazione comunale, quindi, ha chiesto all’Ufficio lo-cale marittimo di effettuare prelievi di alcuni campioni da far analizzare.

L'Arta, l’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente, ha comunicato i risultati dei prelievi effet-tuati venerdì 21 luglio e sabato 22 luglio. I punti di campionamento sono stati nelle acque anti-stanti il lido Lo smeraldo e piazza Filippone.

Ecco i risultati (ampiamente tranquillizzanti) degli esami microbiologici.

Prelievi del 21 luglio:

Acque antistanti il lido Lo smeraldo

Enterococchi (valore limite 200 su 100 ml) inferiore a 1
Escherichia coli (valore limite 500 su 100 ml) inferiore a 10

Esame microscopico per alghe: 183.000 cellule su litro. La Fibro capsa japonica è un'alga che, a concentrazioni significative, come quella sopra riportata, può determinare colorazione giallo-marrone dell'acqua di mare, senza comprometterne la balneabilità.

Il giorno seguente nelle acque antistanti piazza Filippone non c’erano le macchie colorate. Questi comunque i risultati:

Acque antistanti piazza Filippone:

Enterococchi (valore limite 200 su 100 ml) inferiore a 1
Escherichia coli (valore limite 500 su 100 ml) inferiore a 10

Esame microscopico per alghe Fibro capsa japonica: 466 cellule per litro.

Acque antistanti il lido Lo smeraldo

Enterococchi (valore limite 200 su 100 ml) inferiore a 1
Escherichia coli (valore limite 500 su 100 ml) inferiore a 10
Esame microscopico per alghe Fibro capsa japonica: 3.200 cellule per litro.

Vicino alla riva
Esame microscopico per alghe Fibro capsa japonica: 3.666 cellule per litro.

“Le concentrazioni, non significative di Fibro capsa japonica”, sottolinea il rapporto dell’Arta, “ri-scontrate nei campioni prelevati il 22 luglio depongono per la estinzione della fioritura algale, rile-vata nel campione prelevata il giorno precedente”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Nell’ambito del programma di recupero e razionalizzazione degli immobili di edilizia residenziale pubblica, il Settore Lavori Pubblici del Comune, dopo aver esperito una gara d’appalto mediante procedura aperta, questa mattina ha consegnato all’impresa edile Valleriani Enrico i lavori di riqualificazione di complessivi 12 alloggi comunali, ubicati in via Albanese, via dei Palmensi e via degli Ernici, riguardanti la ristrutturazione interna, la sostituzione degli infissi e l’adeguamento degli impianti elettrici e idro-sanitari per un importo complessivo di € 117.220,55, con un ribasso d’asta del 26,11%”. Lo rende noto l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice.

«Subito dopo l’approvvigionamento dei materiali edili – spiega l’Assessore Di Felice –inizieremo a cantierare le tre aree di intervento per terminare i lavori entro maggio 2018. Sono lavori attesi da tempo e grazie ai quali potremo garantire a molte famiglie di abitare in ambienti più sicuri e confortevoli. Progettiste e direttrici dei lavori sono l’ing. Alessandra Schiappa e la geom. Emanuela Bargagli mentre il Responsabile Unico del Procedimento è il geom. Sergio Pignetti».

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 27 Luglio 2017 00:00

Guardiagrele Opera, nel vivo della musica

Guardiagrele. Con la serata del 23 luglio interamente dedicata a Beethoven, davanti a un folto pubblico che ha applaudito entusiasta l’esecuzione della GO Symphony Orchestra diretta da Maurizio Colasanti con Antonio Di Cristofano al pianoforte nel Concerto Imperatore, si è ufficialmente aperta la settimana di fuoco di Guardiagrele Opera.
Già dal 20 cominciavano ad affluire schiere di studenti e docenti americani, che hanno riempito le vie del borgo e tutti gli alberghi, bed & breakfast e ostelli del centro e dei dintorni, al punto che non si trova un buco per dormire in quel di Guardiagrele fino al 1° agosto. I ristoranti non riescono a stare dietro all’appetito di questi robusti giovani, con i loro docenti che non sono da meno: è cambiato il volto della città, che si è fatto internazionale, con gli abitanti incuriositi e affascinati da questa eccezionale ondata di vitalità e di musica che ha piacevolmente stravolto l’aspetto di strade e locali.
Dopo lo straordinario successo del Beethoven più classico e amato, quello della Quinta Sinfonia con il suo celeberrimo attacco, il secondo appuntamento è stato quello di lunedì sera al Castello di Semivicoli, con un allestimento tutto nuovo dell’Histoire duSoldatdi Igor Straviskij, fortemente voluto da Maurizio Colasanti, anima artistica del festival insieme a Susanna Rigacci: una pietra miliare della musica del ‘900, un’opera nata in circostanze difficili e travagliate per il compositore, profugo russo nella Svizzera del 1918, costretto a inventarsi qualcosa per sopravvivere, insieme all’amico scrittore altrettanto spiantato Charles-Ferdinand Ramuz. Nasce così questa originalissima commistione di narrazione, musica e danza, su un racconto tratto dalle fiabe popolari russe, curiosa variante del mito di Faust, con il tema universale dell’anima venduta al Diavolo in cambio del successo in questa vita, con un finale non lieto per il Soldato protagonista e l’amata Principessa. Un allestimento nuovo, dicevamo, con i sette musicisti magistralmente diretti da Maurizio Colasanti, le stupefacenti coreografie di Piera Damiano e un testo riadattato in chiave moderna e “territoriale” da Elsa Flacco. Il talento del Narratore Rocco Poeta, del Soldato Andrea Dolabella e delle danzatrici-diavolesse Sabrina Cellucci, Chiara Di Crescenzo e Luigia Spadaccini, con la loro fresca bellezza arricchita dalle scenografie e dai costumi di Vallì Ricci, completano la ricetta di un lavoro di sicuro impatto scenografico, che ha incontrato il favore del selezionato pubblico presente. L’avventura dell’Histoire continua con gli spettacoli del 26 a Francavilla (Museo Michetti, direttore HakanSensoy), del 27 a Pescara (all’Aurum, direttore HakanSensoy) e del 29 a Guardiagrele (Orto Santoleri, direttore Edward Benyas).
Ma prima del gran finale di lunedì 31 c’è spazio per tanti altri appuntamenti, a Guardiagrele e dintorni, dai concerti del 25 a San Martino sulla Marrucina e del 26 a San Vito Chietino, al concerto tutto mozartiano nel duomo di Guardiagrele la sera del 28 e altri concerti saggi in varie location del borgo. In attesa del clou di tutta la manifestazione, quel Così fan tutte di Mozart in piazza San Francesco l’ultima sera di luglio, con i sei giovani splendidi cantanti preparati e coordinati dalla grande soprano Susanna Rigacci, che ci ha ammaliato nelle sue interpretazioni delle colonne sonore di Ennio Morricone. Anna Konovalova, Dalila Virga, Valentina Vitolo, Alfonso Ciulla, Antonio Garés e Oliviero Giorgiutti, accompagnati dall’orchestra diretta dal maestro Maurizio Colasanti, daranno vita a un Mozart rivisitato dalla poderosa immaginazione e dalla sensibilità artistica della regista ManuLalli, che promette di sorprendere ed estasiare, in una serata che si annuncia indimenticabile.
Il sold out è imminente, con grande soddisfazione degli Amici della Musica e del Teatro, organizzatori d i un evento la cui terza edizione è già un successo clamoroso.

Pubblicato in Cultura e eventi

Castelbasso. Castelbasso 2017 propone, fino al 3 settembre, nell’antico borgo teramano, la mostra Mario Sironi e le Arti povere. Assenso e dissenso, fulcro della manifestazione, allestita dalla Fondazione Malvina Menegaz presieduta da Osvaldo Menegaz.

Il prossimo fine settimana è caratterizzato da tre appuntamenti di sicuro interesse, uno con la musica di Toquinho e due con la politica di oggi vista da chi è stato protagonista di quella di ieri.

Per la sezione Incontri, curata dal giornalista Simone Gambacorta, sarà possibile partecipare ai dibattiti con Achille Occhetto e Paolo Cirino Pomicino (piazza Arlini, ingresso gratuito).

Achille Occhetto sarà a Castelbasso venerdì 28 luglio, alle 21,30.

L’ultimo segretario del Partito comunista italiano e primo del Partito democratico della sinistra, sarà intervistato dal giornalista Francesco Specchia partendo dal suo libro “Pensieri di un ottuagenario” (Sellerio) e proporrà una riflessione sul rapporto tra filosofia e politica e sul passaggio dalla prima alla seconda Repubblica.

Domenica 30 luglio, sempre con inizio alle 21,30, sarà la volta di Paolo Cirino Pomicino.

L’ex esponente della Democrazia cristiana sarà intervistato da Luigi Vinanza (già direttore dell’Espresso e del Centro). Cos’è cambiato nella stagione che, a partire da Tangentopoli e passando per l’ascesa di Silvio Berlusconi, arriva a Matteo Renzi? Paolo Cirino Pomicino, uno dei protagonisti della prima Repubblica, ne parlerà a partire dal libro “La Repubblica delle Giovani Marmotte. L’Italia e il mondo visti da un democristiano di lungo corso” (Utet).

Sabato 29 luglio spazio alla musica con un mito della canzone brasiliana.
Toquinho presenta il suo concerto, Cinquant’anni di successo (piazza Arlini, ore 21,30, ingresso 20 euro).

Il musicista sudamericano (con chiare origini italiane, il suo nome d’arte è infatti lo pseudonimo di Antonio Pecci Filho) propone un omaggio a tutti gli artisti con cui ha condiviso musica e poesia. Parole e note entrano nell’anima poetica della bossa nova e nell’inconfondibile magia degli Afro Sambas, per un viaggio scandito da brani che hanno fatto innamorare tutto il mondo.


Mario Sironi e le Arti povere. Assenso e dissenso (a cura di Andrea Bruciati) è il titolo dell’esposizione che sarà aperta fino al 3 settembre a palazzo De Sanctis. La mostra è accompagnata da un catalogo pubblicato da Silvana editoriale e propone un confronto fra artisti appartenenti a momenti storici diversi, e tuttavia accomunati dall’aver elaborato un pensiero nei confronti dell’ideologia politica. Con le opere di Mario Sironi dialogheranno infatti quelle degli esponenti dell’Arte povera: Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Mario Ceroli, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Paolo Icaro, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Gianni Piacentino, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini, Gian Emilio Sansonetti e Gilberto Zorio.

«L’arte non ha bisogno di riuscire simpatica, comprensibile, ma esige grandezza, altezza di principi», diceva Sironi, e la sua è, difatti, un’arte poco accomodante e poco compiacente, che crea turbamenti e interrogativi e cerca la verità della storia dell’uomo e della fatica del vivere. Le figure di Sironi, pur nella loro severità e cupezza, non indulgono mai a compiacimenti celebrativi: in contraddizione con l’ideologia d’apparato, non fanno propri i trionfalismi auspicati dal regime e - al contrario - sembrano quasi presagirne gli oscuri destini.

A palazzo Clemente, nello stesso periodo, la mostra Storie e opere, che propone una selezione delle opere della Collezione Menegaz. Ideata e costituita nel corso degli anni dal presidente Osvaldo Menegaz, la collezione delle opere d’arte della Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture torna ad aprirsi al pubblico arricchita e con un nuovo allestimento. Si potranno ammirare spazi dedicati ad artisti come Carla Accardi, Franco Angeli, Manfredi Beninati, Bizhan Bassiri, Luigi Boille, Thomas Braida, Mario Ceroli, Claudio Cintoli, Antonio Corpora, Patrizio Di Massimo, Tano Festa, Luca Francesconi, Giulio Frigo, Marco Gastini, Sophie Ko, Renato Mambor, Gian Marco Montesano, Marco Neri, Nunzio, Mimmo Paladino, Paolo Pretolani, Vettor Pisani, Oscar Contreras Rojas, Mimmo Rotella, Arcangelo Sassolino, Ettore Spalletti, Giuseppe Stampone, Giulio Turcato e Vedovamazzei.

Inoltre, per la sezione Performance, a cura di Pietro Gaglianò, Marco Raparelli e Giuseppe Stampone proporranno Running the fields make some noise, una mostra evento della durata di una serata (il 12 agosto).

Con il patrocinio e il contributo di Mibact (Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo), Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Comune di Castellalto, Consorzio dei Comuni B.i.m., Camera di commercio di Teramo, Fondazione Tercas, Gruppo Falone, Lea & Flò.

Di seguito le specifiche di ogni appuntamento.
Tutte le serate si svolgono in piazza Arlini.

ARTE
MARIO SIRONI E LE ARTI POVERE. ASSENSO E DISSENSO
a cura di Andrea Bruciati
Palazzo De Sanctis, orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)
Catalogo Silvana editoriale – Fino al 3 settembre

FONDAZIONE MALVINA MENEGAZ PER LE ARTI E LE CULTURE
STORIE E OPERE
Palazzo Clemente, orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)
Fino al 3 settembre

STACCA, STRAPPA, ATTACCA!
Laboratorio didattico per bambini da 5 a 11 anni
Tutti i martedì dal 25 luglio al 29 agosto alle 18 a Palazzo Clemente
INTERFERENZE LUMINOSE
Laboratorio didattico per bambini da 5 a 11 anni
Tutti i mercoledì dal 26 luglio al 30 agosto alle 18 a Palazzo De Sanctis

PERFORMANCE
MARCO RAPARELLI E GIUSEPPE STAMPONE
Running the fields make some noise
12 agosto, ore 21.30

MUSICA
TOQUINHO - 50 anni di successi
29 luglio, ore 21.30
SIMONA MOLINARI - Loving Ella
11 agosto, ore 21.30

MUSICA
HERMIONE ENSEMBLE - L’Europa musicale tra rinascimento e barocco
5 agosto, ore 21.30

ATTUALITÀ

ACHILLE OCCHETTO
28 luglio, ore 21.30
PAOLO CIRINO POMICINO
30 luglio, ore 21.30

LETTERATURA
FRANCO ARMINIO - Cedi la strada agli alberi
01 agosto, ore 21.30
TERESA CIABATTI - La più amata
04 agosto, ore 21.30
VITO TETI - Quel che resta
06 agosto, ore 21.30

ENOGASTRONOMIA
LA PANARDA
10 agosto, ore 21

INFO
Palazzo Clemente e Palazzo De Sanctis, Borgo Medievale di Castelbasso
Orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)
Ingresso (valido per entrambe le mostre): 8€, ridotto 6€, gratuito per i bambini fino a 6 anni
tel. 0861.508000 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.fondazionemenegaz.it

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 27 Luglio 2017 00:00

Al via l'Atri Music Camp

Atri. Ci sono sere d’estate dove si vive solo di musica. Basta uscire di casa, osservare palazzi e vie del centro storico, guardare le stelle ed ascoltare. E’ possibile, per il sesto anno consecutivo, ad Atri (Teramo), dal 28 al 31 luglio.

Atri Music Camp è una manifestazione unica, è marketing territoriale attraverso le note, è didattica, è concerti live, è jam session.

La mattina per gli studenti iscritti al Camp partono le lezioni in diversi luoghi caratteristici del centro storico, tutti con grande attenzione a seguire le lezioni di grandi nomi della musica italiana ed internazionale: Enrico Cosmi, Ramberto Ciammarughi, Javier Girotto, Otmaro Ruiz, Maurizio Rolli, Claudio Filippini, Marcello Di Leonardo, Michelangelo Brandimarte, Claudia Pantalone e Claudio Bollini.

Alle ore 21.15 la Villa Comunale di Atri si trasforma in un grande auditorium all’aperto ed ospita i live, tutti ad ingresso gratuito (in caso di maltempo i live si terranno presso il Teatro comunale).

Si parte venerdì 28 luglio con una jam session di apertura tenuta dagli allievi iscritti al Camp ed aperta a tutti.

Sabato 29 luglio, invece, alle ore 19.30 concerto aperitivo del duo Di Benedetto – Gentile presso Kerres Italica alle spalle del palco principale a seguire alle ore 21.30 l’abbraccio vigoroso tra il jazz ed la tradizione argentina. Il sassofono di Javier Girotto e la fisarmonica di Vince Abbracciante faranno attraversare al pubblico un originale ponte che è sintesi tra folclore e tango, tra malinconia e raffinatezza espressiva. Un ponte che porta ad un luogo profondo ed introspettivo dove è possibile sognare.

Domenica 30 luglio, in calendario alle ore 19.30 concerto aperitivo del Footprints Duo, sempre da Kerres Italica alle spalle del palco principale a seguire alle ore 21.30 il bassista Maurizio Rolli chiamerà sul palco i suoi straordinari compagni, coloro che danno anima e note alla Maurizio Rolli’s California Dream Band. Il sassofonista Manuel Trabucco, il chitarrista Christian Mascetta, il grande pianista venezuelano Otmaro Ruiz e Marvin Smitty Smith leggendario batterista di Steve Colemann e Dave Holland. Una band che ha conquistato gli Stati Uniti e che torna in Abruzzo per una imperdibile tappa italiana, un concerto fatto di musica originale composta da Maurizio Rolli e tantissime sorprese.

Lunedì 31 luglio, alle ore 21.30 concerto finale di chiusura affidato ad una serie di band formate dagli allievi che hanno partecipato al Camp.

Le “maratone” musicali non si chiuderanno con i concerti alla Villa Comunale, tutte le sere, infatti, alle ore 22.45 si terranno le jam session presso il Kerres Italica nella villa comunale di Atri.

L’Atri Music Camp è organizzato dall’Associazione Nemo Project di Michelangelo Brandimarte, Claudia Pantalone e Claudio Bollini.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione