Articoli filtrati per data: Agosto 2017

Fossacesia. Tutto è pronto a Fossacesia per vivere insieme a circa quattrocento partecipanti, sabato 2 settembre, il Convegno diocesano ecclesiale, dal titolo “I giovani e la fede nel cambiamento d’epoca”. Quest’anno l’incontro pastorale presenta diverse novità. La prima è che i lavori saranno condensati in una sola giornata in cui partendo dalle relazioni introduttive si svilupperanno i laboratori, a cui faranno seguito le sintesi dei lavori di gruppo e il dibattito, seguiti dalle conclusioni dell’Arcivescovo Forte nel tardo pomeriggio. La seconda novità è il tema scelto per questa edizione che riguarderà i giovani, argomento che sarà al centro della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, prevista per il 2018.
Si tratta di un argomento, quello dei giovani, che sta molto a cuore All’arcivescovo Forte, il quale in giugno presentando il convegno ha sottolineato come “l’ascolto e l’attenzione al mondo dei giovani vuole essere tra le priorità della nostra Chiesa locale in un’azione educativa che faccia attenzione alle loro domande di senso, senza separare la fede dalla vita quotidiana in un accompagnamento verso la maturità cristiana ed “esistenziale”, per permettere loro di scoprire il progetto di Dio sulla propria storia e , nella fraternità, camminare così verso Gesù e con Gesù nella Chiesa.” Il convegno sarà poi occasione per consegnare ai partecipanti la nuova Lettera Pastorale di monsignor Forte.
Le due relazioni introduttive al convegno, che verranno presentate in mattinata e nel primo pomeriggio sono state affidate a don Luca Violoni che svilupperà i due interventi in maniera articolata e conseguenziale l’uno all’altro. Il primo avrà per titolo “Il cammino del discepolo amato e la cura di Gesù” mentre il secondo sarà “Il discepolo amato e la comunità dei discepoli in missione”.
Don Luca Violoni (1965), laureato all’Università L.Bocconi nel 1989 in Discipline economiche e sociali, è stato ordinato sacerdote dal cardinal Carlo Maria Martini l’8 giugno 1996. Dal 2002 è membro del Comitato Etico dell’azienda ospedaliera di Circolo- Fondazione Macchi; dal 2006 è docente di etica ambientale e d’impresa all’Università dell’Insubria. Dal 2009è responsabile della sezione autorizzazioni dell’Ufficio amministrativo della diocesi di Milano e dal 2010 è Segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, che ha organizzato l’ottavo incontro mondiale delle famiglie che si è tenuto a Milano nel 2012. Ha curato il volume “Il significato della sofferenza (Franco Angeli 2004). Ha pubblicato “C’è sempre una strada” (Macchione 2009) e “Natale è oggi” (San Paolo 2010). Don Luca Violoni il 4 giugno scorso è stato nominato dal cardinale arcivescovo della diocesi di Milano, Angelo Scola, Prevosto di sei parrocchie di San Giuliano Milanese.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. E’ in programma venerdì primo settembre alle ore 18:00, ai Giardini di Palazzo D’Avalos di Vasto, il Convegno dal titolo “In Cammino con San Nicola- Vasto al centro delle Politiche Europee Nicolaiane”. Una data importante per la Città che ospiterà il Sindaco di Bari e Presidente Anci nazionale,Antonio Decaro.
Al centro del convegno i Cammini europei come veicolo di promozione delle peculiarità culturali e paesaggistiche dei territori. In particolare si metteranno a confronto due esperienze quella della Via Nicolaiana e quella della Via Francigena, mostrando come una tradizione locale possa trasformarsi in un’esperienza globale, dunque dal local al glocal.
Nel caso del Comune di Vasto la tradizione che si è intesa valorizzare è quella del partecipato pellegrinaggio dei fedeli a piedi verso il capoluogo pugliese, che interessò storicamente anche la famiglia D’Avalos.
Tradizione che ambisce a rappresentare un segmento di un itinerario più ampio,quello della Via Nicolaiana attualmente promosso dall’associazione omonima per promuovere il patrimonio materiale ed immateriale di Nicola di Myra detto di Bari e il raggiungimento della certificazione di itinerario europeo da parte del Consiglio dell’Europa.
Parteciperanno anche rappresentanti dei due Fora delle Città e delle Camere di Commercio dell’area adriatico-ionica. A coordinare i lavori della giornata ci sarà Massimo Lucianisegretario Anci Abruzzo.
Riportiamo di seguito i nomi dei relatori:Antonio Decaro, Sindaco di Bari e Presidente Anci nazionale, Luciano D’Alfonso, Governatore della Regione Abruzzo,il Sindaco di Vasto Francesco Menna, MoniaFranceschini Presidente associazione Nikolaosroute-LaViaNicolaiana, Ida Simonella Segretario del FAIC (Forum delle città dell’Adriatico e dello Ionio), Alfredo Malcarne Vicepresidente del Forum delle Camere di Commercio, Pietro Biagio Carrieri Presidente HERMES CSE-Comitato scientifico AENR, Luciano Romanzi Segretario generale ANER/AENR Comunità montana X dell’Aniene e Sonia Pallai Assessore al Turismo del Comune di Siena.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 30 Agosto 2017 00:00

Murè Teatro in Brianza

Pescara. La compagnia MURE' TEATRO di Pescara parteciperà al festival "L'ULTIMA LUNA D'ESTATE 2017" con lo spettacolo “LUPO IN-CANTO”.
Il racconto teatrale in musica sulle storie di uomini e di lupi sarà ospite dello storico festival teatrale nazionale "L’ULTIMA LUNA D’ESTATE”, quest’anno giunto alla sua 20° edizione.
Il Festival, organizzato dalla compagnia Teatro Invito nel cuore verde del Parco del Curone e delle colline della Brianza, negli anni ha ospitato grandi artisti della scena teatrale italiana come Marco Baliani, Ascanio Celestini, Gabriele Vacis, Marco Paolini, Moni Ovadia, Giuliano Scabia, Eugenio Allegri e molti altri.

Lo spettacolo “LUPO IN-CANTO | storie di uomini e di lupi”, interpretato da MARCELLO SACERDOTE e musicato dal vivo da FLAVIA MASSIMO (voce e violoncello), sarà rappresentato sabato 2 settembre alle ore 18:30 presso il Parco Verde di Lomagna (LC).

“LUPO IN-CANTO | storie di uomini e di lupi” racconto teatrale in musica
liberamente tratto dal libro “L'INCANTESIMO DEL LUPO” di Adriana Gandolfi
e altri materiali della tradizione popolare abruzzese

Uno spettacolo con musica dal vivo, fatto di racconti, suoni e canti, per restituire uno sguardo autentico sulla figura del lupo e sul suo rapporto con l’uomo.
Tra realtà e folclore, tra storia e poesia, il racconto di un legame ancestrale, quello uomo-lupo, pieno di fascino e mistero come anche di conflitti e contraddizioni. Sin dall’inizio dei tempi, infatti, il lupo è stato sempre visto come il possibile alter-ego dell’uomo, il quale lo ammirava, ne imitava persino le qualità, considerandolo al contempo come un nemico da cui difendersi e, spesso, anche da sterminare.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Un nuovo corso gratuito post-diploma dell’Istituto tecnico superiore Its Moda Pescara. E’ quello dedicato alla figura professionale Tecnico superiore per il coordinamento dei processi di progettazione del prodotto moda. Le iscrizioni scadono venerdì 15 settembre (alle 14) e sono disponibili 25 posti per gli allievi.

Sono aperte anche le selezioni per i docenti, in particolare per la costituzione dell’Albo permanente formatori che individua e qualifica le figure professionali che svolgeranno il ruolo di docente nei corsi e nelle attività della Fondazione. La scadenza è fissata, in questo caso, a venerdì 8 settembre (alle 14).

Gli Its sono una scelta strategica dell’istruzione italiana, si tratta di corsi post diploma di due anni che, coinvolgendo il mondo del lavoro, permettono agli studenti un altissimo indice di occupazione (circa l’80 per cento). «Gli Its sono una delle risorse strategiche per Industria 4.0 e per questo devono crescere», ha detto il ministro dello Sviluppo economico Calenda al Corriere della sera, a margine di un incontro al recente Meeting di Rimini, «L’anno scorso non siamo purtroppo riusciti ad aumentare il fondo destinato agli Its perché era stata messa la fiducia sulla legge finanziaria. Ma quest’anno abbiamo già concordato con il ministro Fedeli di incrementare le risorse già da settembre prossimo».

Sul sito www.itsmodape.com sono disponibili i fac simile di domanda e tutti gli allegati necessari per partecipare a entrambe le selezioni. Sono, inoltre, riportati i possibili sbocchi occupazionali e tutte le informazioni utili.

Finalità del corso studenti
Il corso mira alla formazione di una figura professionale , di natura premanageriale, in grado di fungere sotto l’egida di una figura manageriale ed esperta, da fulcro di collegamento tra il lavoro dello stilista e l’area vendite e le capacità della produzione. La figura professionale formata, quindi, ha la responsabilità di contribuire in modo determinante alla razionalizzazione del prodotto e alla costruzione della sua vendibilità.

L’ Albo formatori è suddiviso nelle sezioni:
• Docenti provenienti dal mondo dell’impresa e delle professioni
• Docenti di scuole medie superiori
• Docenti universitari, ricercatori e dottori di ricerca


CHI PUO’ ISCRIVERSI AL CORSO - Tutti i diplomati.

IL PROFILO - Il nuovo corso dell’Its Moda Pescara mira alla formazione di un Tecnico superiore per il coordinamento dei processi di progettazione del prodotto moda.

QUANTO TEMPO - Il corso dura complessivamente 1.800 ore in due anni, di queste mille saranno in aula e 800 tra laboratorio, stage aziendale e tirocinio formativo.

QUANTO COSTA - Il corso è gratuito e si svolge nella sede dell’Its Moda Pescara, nei locali della Provincia di Pescara, in piazza Italia, 30.

Info e contatti: Piazza Italia, 30 – 65121 Pescara, tel. 085 943 2571 – 393 8126701
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ItsModaPescara/
Sito internet: www.itsmodape.com


Oltre alla scuola capofila, l’Itc Aterno-Manthoné, soci fondatori dell’Its Moda Pescara sono: l’università D’Annunzio Pescara, facoltà di Economia; l’Iis Pomilio Chieti, la Provincia di Pescara, la Camera di Commercio, la Cna.

Pubblicato in Cultura e eventi

Altino. Serenata di pasta, sorriso di maiale e il mitico maritozzo con gelato hanno conquistato la giuria di cinque chef che ha assegnato il Palio culinario delle contrade del IX Festival del peperone dolce di Altino alla contrada Quart’Ammont. Il premio Ricetta d’autore, intitolato alla memoria di Annamaria De Laurentiis, è stato assegnato al primo della contrada Briccioli, pasta del contadino. «La qualità complessiva dei menu proposti dalle contrade cresce di anno in anno. L’equilibrio gustativo del menu vincitore – commenta Ermanno Di Paolo, presidente della giuria e docente all’istituto Marchitelli di Villa Santa Maria – ha esaltato al meglio il peperone dolce di Altino in ognuno dei tre piatti».
Non solo cibo, l’associazione di tutela del peperone dolce di Altino ha messo in competizione le otto contrade partecipanti (Briccioli, Colli, Fonte Lama, Fronte e Mandrelle, Quart’Ammont, Sant’Angelo, Scosse e Selva) anche sul tema del folklore: il premio quest’anno è stato vinto dalla contrada Fonte Lama, che ha proposto, in un’atmosfera esotica al ritmo di danza del ventre, uno spettacolo rievocativo dell’invasione dei saraceni nella contrada San’Angelo, dove da secoli si essicca il peperone esponendolo al sole e all’aria.

«La qualità dei menu proposti, evidenziata dalla giuria degli chef – dichiara Sebastiano Scutti, presidente dell’Associazione di tutela del peperone dolce di Altino che organizza il Festival - conferma il successo dell’evento di fine estate, che richiama nel centro storico del nostro borgo residenti del Sangro-Aventino e buongustai dai comprensori frentano e vastese, dall’area pescarese e turisti del nord Italia».

Tra le novità di quest’anno, è stato molto apprezzato il menu gluten freee e vegetariano proposto dalla chef internationale Antonella Barbella, lancianese ma olandese di adozione. E non è mancata la solidarietà, «abbiamo mantenuto la promessa fatta lo scorso anno all’indomani del terremoto che colpì il centro Italia – spiega Scutti – ospitando al Festival alcuni produttori del Consorzio di Amatrice, dai quali abbiamo comprato pecorini e salumi per omaggiare le contrade partecipanti al Palio culinario. Tra i nostri sodalizi si è instaurato un legame di amicizia - prosegue il presidente - che, sono certo, proseguirà nel tempo».

Archiviata la nona edizione, si lavora in vista del decennale. Il presidente dell’associazione e il direttivo promettono novità e rinnovato impegno per il prossimo traguardo. «La riuscita del Festival – sottolinea Scutti - è un successo che il direttivo dell’associazione condivide con i contradaioli, attori principali del palio culinario, e con la comunità altinese che vive l’appuntamento di fine agosto come una nuova festa da segnare in rosso sul calendario».
Lungo l’elenco dei ringraziamenti per le collaborazioni: sindaco e amministrazione comunale di Altino, la giuria degli chef*, i volontari di Pegaso per il supporto logistico e sanitario, i residenti di Quart’Ammont per l’ospitalità, la ditta di Tonino D’Alonzo per il servizio navetta utenti con difficoltà motorie.

(*) La giuria dei cinque chef era composta da: Ermanno Di Paolo, presidente e docente dell’istituto alberghiero “Marchitelli” di Villa Santa Maria; Peppino Tinari, 1 stella Michelin, del Ristorante Villa Maiella di Guardiagrele; Angelo Di Masso, maestro pasticcere di Pan dell’Orso di Scanno, già capitano della squadra italiana ai mondiali di pasticceria 2007 (a Lione) vincitrice della medaglia di bronzo e del Premio della Stampa per il migliore dolce al cioccolato; Sergio Di Giulio, decano dei docenti al “Marchitelli” e Giampiero Di Vincenzo, esperto chef di cucina.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. Si è svolta al Museo Michetti di Francavilla al Mare la riunione di Eccellenza e Promozione che ha visto svolgersi le premiazioni delle società e la presentazione dei calendari 2017-18.
Nel corso dell’incontro è stata presentata la stagione sportiva 2017/2018 e sono stati resi noti i calendari di Eccellenza e Promozione.
Sono state inoltre premiate le Società vincitrici i Campionati di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria della stagione sportiva 2016/2017 ed i calciatori vincenti il Trofeo “Giovane Promessa” - 13^ edizione.
Società vincitrici il Campionato di Eccellenza: Nerostellati 1910. Società vincitrici il Campionato di Promozione: Chieti Fc Torre Alex, Real Giulianova, Spoltore Calcio (2^ classificata Girone B), Torrese (2^ classificata / Vincitrice Play-Off Girone A). Società vincitrici il Campionato di Prima Categoria: Ortona Calcio, Piano della Lente (vincitrice triangolare fase finale Play-Off ), Piazzano (vincitrice abbinamento da due fase finale Play-Off ), Pucetta, Real Treciminiere, Rosetana Calcio, Virtus Pratola Calcio.
Società vincitrici il Premio Disciplina: Campionato di Eccellenza Cupello Calcio, Campionato di Promozione Spoltore Calcio, Campionato di Prima Categoria Virtus Pratola Calcio. Trofeo Giovane Promessa (13ª edizione) Campionato di Eccellenza: 1° classificato Domenico Maranella (Virtus Teramo), 2° classificato Samuele Barbarossa (River Chieti ’65), 3° classificato Davide Di Rocco (Paterno).
Tra le novità principali della nuova stagione la pobbilità di effettuare 5 sostituzioni anziché 3 e la numerazione che potrà andare da 1 a 99.
“Ringrazio la Federazione che ci onora della sua presenza già da diversi anni – ha detto l’assessore allo Sport del Comune di Francavilla, Rocco Alibertini – noi diamo la sala a disposizione perché crediamo in questo movimento a cui siamo molto vicini e lo dimostriamo ogni volta che possiamo. Quest’anno in realtà volevamo ospitare l’evento in un’altra sala, nell’Auditorium Sirena che è stato ristrutturato, però i lavori sono ansati un pochino a rilento e non abbiamo fatto in tempo a far tenere questa manifestazione in un’altra bellezza di Francavilla. Comunque niente di male perché in questo momento, in questo Museo, c’è una mostra molto importante dal nome ‘Nella gioia del sole’ che mostra molte opere e quadri di Francesco Paolo Michetti. Faccio un altro ringraziamento al Francavilla Calcio che quest’anno è salito in serie D dopo tantissimi anni, ha un progetto molto ambizioso con una compagine societaria di rispetto e chiaramente è una società che potrà dare al Francavilla lustro nel futuro, un obiettivo molto importante soprattutto per quello che riguarda il settore giovanile. Volevo fare un in bocca al lupo a tutti per questa futura stagione dicendo di fare con le rispettive società il meglio possibile, il meglio che si può fare sempre nel rispetto delle regole valorizzando il più possibile i giovani. Secondo me l’obiettivo principale dello sport dilettantistico è questo: valorizzare i giovani”.
“Grazie al presidente Ortolano e a tutte le società – ha affermato l’assessore regionale allo Sport, Silvio Paolucci – per tutto ciò che rappresentano per i nostri ragazzi, per le nostre comunità supplendo tante volte diverse situazioni sociali, quindi va davvero il più sentito ringraziamento da parte della Regione Abruzzo. Un particolare ringraziamento al presidente Ortolano e al presidente del Coni perché abbiamo messo in campo diverse iniziative in questi tre anni con una collaborazione intensa che partiva anche da una situazione abbastanza complicata perché negli ultimi anni in questa comunità regionale lo sport aveva sostanzialmente sofferto di carenze significative di fondi sostanzialmente a zero e abbiamo messo in campo insieme con la Federazione una serie di iniziative che abbiamo portato avanti grazie anche alla giunta regionale del Coni e alle Federazioni che hanno riguardato intanto il rifinanziamento della Legge 20 che ci ha permesso di passare dallo zero a mezzo milione di euro e qualcosa è arrivato anche alle società. Abbiamo messo in campo un’importante iniziativa che la Lega Nazionale Dilettanti ha anticipato con il collegamento tra il mondo della scuola e della prevenzione. In questo caso grazie veramente al lavoro del Coni come sport in classe, la Regione Abruzzo, prendendo spunto da un lavoro che la giunta ha voluto portare avanti ha portato avanti un progetto che lega il mondo dei bambini e della scuola al mondo sportivo di questo Paese che vive rispetto ad altri sistemi Paese, cercando di fare qualcosa come regione, implementando le ore di educazione motoria. Abbiamo ulterirmente finanziato una serie di iniziative che hanno dato in qualche caso anche particolare lustro alla nostra regione in tutti gli sport, dal mondo sciistico a quello delle due ruote a quello della Pallavolo tra cui il prossimo Torneo delle Regioni che darà un’ulteriore cartolina ed ulteriore lustro alla comunità regionale. La Regione Abruzzo, così come riguarda le altre iniziative che abbiamo messo in campo, sarà vicina alla Lega Nazionale Dilettanti anche con un ssotegno significativo, quanto il presidente riterrà opportuno in collaborazione con la Regione perché questa collaborazione possa essere un momento di accoglimento di questa candidatura e vivere tutti insieme un ulteriore momento per questa regione che possiamo condividere insieme. L’altra iniziativa che andremo a declinare nel corso delle prossime settimane riguarda un altro tema particolarmente sentito dalla società con l’impiantistica e i defibrillatori che oggi per Legge toccano da vicino le tante società. Lo scorso anno noi avevamo avuto la possibilità di mettere insieme in collaborazione con il Governo una quota importante anche per l’impiantistica in previsione di ulteriori fondi integrativi che lo Stato aveva concesso alla Regione Abruzzo. La Regione con una delibera ha individuato una parte di risorse per l’impiantistica, circa 30 milioni di euro, probabilmente nel corso delle prossime settimane ci sarà la definizione di questi aspetti tra lo Stato e la Regione Abruzzo con la possibilità di destinarli. Penso che in questi tra anni e mezzo abbiamo fatto insieme un pezzo di strada partendo da molto lontano, altra strada potremmo farne insieme”.
“Oggi è una giornata importante perché putualmente ripartiamo – ha sottolineato il presidente della Figc Abruzzo, Daniele Ortolano – e ripartiamo dai sacrifici delle società, dalle loro difficoltà e capacità di mettersi insieme e di essere di nuovo una comunità, una comunità che vive soprattutto di passione, di emozioni e di responsabilità e vive anche di entusiasmo, come oggi è entusiasmante per le 54 società dei nostri campionati maggiori tagliare il nastro di partenza e partire dalle emozioni. Noi abbiamo di fronte delle grandissime responsabilità, le prime le abbiamo nei confronti dei nostri giovani che abbiamo sempre allevato, che abbiamo attraverso le nostre società educati, non solo al gioco del calcio ma anche alla vita civile e sociale. Abbiamo sfide da vincere nella sostenibilità anche di questo calcio dilettantistico, dopo il lungo percorso che abbiamo fatto insieme dico che questa realtà oggi, soprattutto di queste 54 società di dirigenti, è una realtà qualificata, ma la dobbiamo ancora di più qualificare perché abbiamo la necessità di vincere alcune sfide. Siamo la prima regione in termini numerici, sia come tesserati praticanti che come dirigenti, siamo quasi 1,3 milioni, sono numeri che le altre Federazioni non hanno. Abbiamo ancora quasi 700 mila bambini e ragazzi che fino all’età di 16 anni stanno con le nostre società e praticano questa disciplina sportiva con numeri ancora in aumento nonostante le difficoltà di questo Paese con le difficoltà sociali e delle famiglie ancora in aumento per avere impietosamente numeri in diminuzione per quella che è la nostra categoria principale che è la Juniores: abbiamo ragazzi che dall’età di 17/18 anni non praticano più questa disciplina, continuano magari a praticarla per divertimento e dobbiamo fare in modo di continuare ad avere questi ragazzi con noi, dobbiamo motivarli e fare in modo che questo calcio continui a vivere con loro perché sono quelli che fanno in modo che le nostre società continuino a vivere, non solo come tesserati ma come dirigenti e poi come attori di quello che è l’emblema del calcio dilettantistico che è quello della rappresentazione delle realtà piccole e grandi, di città, di paesi e di frazioni. Noi siamo una base del calcio italiano e non possiamo non assolvere a questo obbligo che abbiamo da tantissimo tempo. Bisogna ripartire dagli esempi a cominciare da noi dirigenti, dalle nostre società e dai nostri tecnici, dobbiamo quindi vincere la sfida non solo del talento, ma anche fare in modo che nelle nostre società continuino a vivere i ragazzi e a praticare con sacrificio questa nostra disciplina, magari in impianti un po’ più belli. L’assessore Paolucci ha sempre avuto come primo obiettivo la possibilità di qualificare questo mondo, gli impianti, di rendere omaggio al mondo dello sport in genere con tante iniziative. Dobbiamo raggiungere l’obiettivo della sostenibilità di questo calcio, il calcio dilettantistico in Italia versa 23,2 milioni e ad oggi non si riesce ad avere una Legge sull’associazionismo sportivo che possa portare le nostre società ad avere un sistema fiscale sostenibile e fare in modo che questo mondo in maniera lecita possa vivere”.
“Un grazie alla Federazione al suo presidente e a tutto lo staff, efficientissimo come sempre, il movimento – ha dichiarato il presidente del Coni Abruzzo, Enzo Imbastaro – che è un movimento grandissimo, un punto di riferimento per tutto lo sport italiano, non bisogna negarlo come qualche volta accade ed ha un valore importante che è quello di portare avanti i valori dello sport e soprattutto cercare di migliorare la nostra società soprattutto attraverso l’attività con i giovani che hanno sempre più bisogno di essere guidati e di inculcare loro soprattutto il rispetto delle regole perché purtroppo è una società che cerca sempre di più di sfuggire alle regole. Quindi c’è un compito fondamentale nella crescita della nostra società e dei nostri giovani. Faccio un grosso in bocca al lupo alle società affinchè possano ottenere i risultati che meritano e che si aspettano, sempre cercando di inculcare i valori dello sport che sono valori fondamentali per la crescita della nostra società”.
“Grazie al presidente Ortolano e al Comitato dell’Abruzo per l’invito – ha commentato il presidente dell’Aia Abruzzo, Angelo Giancola – ritrovarsi in questi momenti è sempre bello, si vanno a premiare dei risultati della scorsa stagione, noi come Aia lo abbiamo fatto con dei ragazzi che sono stati premiati a livello nazionale e sicuramente si riparte da un punto fermo che è quello che in questi ultimi tre anni secondo me ha iniziato a traguardare gli obiettivi di tutti e cioè il rispetto reciproco che è la cosa più importante per fare in modo che le società valorizzino i propri ragazzi come facciamo noi dell’Aia. Il lavoro sicuramente è difficile, ma i risultati sono dalla parte nostra, sono agli occhi di tutti quanti e sono più che soddisfacenti con un grande spettacolo. Poi con il gioco durante la stagione è normale che ci siano delle problematiche dovute all’errore, ma a noi interessa poco perché con gli errori possiamo migliorare”.

Pubblicato in Sport
Martedì, 29 Agosto 2017 00:00

Ledian Memushaj saluta il Pescara

Pescara. La Delfino Pescara 1936 comunica di aver raggiunto l’accordo con il Benevento Calcio  per il trasferimento a titolo temporaneo, con obbligo di trasformazione in cessione definitiva, del centrocampista Ledian Memushaj.

Pubblicato in Sport
Martedì, 29 Agosto 2017 00:00

Aristei, D’Antonio e Perrotta al Sambuceto

Sambuceto. Tris di innesti per quanto riguarda il comparto dei fuoriquota per il Sambuceto Calcio.
I viola hanno infatti appena concluso tre operazioni in entrata e una in uscita. Entrano a far parte della rosa di mister Tatomir per il campionato di Eccellenza 2017-18, Aristei, D’Antonio e Perrotta, mentre saluta il Sambuceto Sichetti.
Per quanto riguarda i nuovi arrivi, rigorosamente in ordine alfabetico, il primo nuovo innesto è Alex Aristei. Classe 1998, di ruolo terzino, Aristei è cresciuto nel settore giovanile dell’Ascoli. Lo scorso anno si è fatto notare nella Primavera del Carpi, e ha anche preso parte al torneo di Viareggio in prestito alla Maceratese. L’inizio di stagione lo ha disputato in Serie D nelle file del Matelica, squadra dalla quale giunge in prestito alla Cittadella dello Sport.
Edoardo D’Antonio, nato nel 1998, proviene invece dal settore giovanile del Pescara, e ricopre il ruolo di esterno alto. Nell’ultima stagione ha giocato con il Delfino Flacco Porto, compagine dalla quale è stato prelevato a titolo definitivo.
Terzo e ultimo ingresso in viola, è quello, in prestito, di Andrea Perrotta. Il mediano classe 1999, a dispetto della giovanissima età, può già vantare una discreta esperienza nella categoria. Negli ultimi 2 anni, infatti, Perrotta ha militato nell'Alliphae, squadra che disputa il campionato di Eccellenza molisana, e con la quale ha disputato le ultime stagioni da titolare.
Saluta invece la Cittadella dello Sport di Sambuceto Simone Sichetti. Il centrocampista ex Acqua&Sapone passa infatti al Delfino Flacco Porto.

Pubblicato in Sport

Chieti. Giada Di Camillo sarà quest’anno il nuovo capitano del Chieti Calcio Femminile.
La squadra, che ha concluso il ritiro a Caramanico Terme nei giorni scorsi, è molto rinnovata rispetto a quella dello scorso anno: alcune riconferme importanti (la stessa Giada, la sorella Giulia e Barbara Benedetti), ragazze giovanissime rimaste (su tutte i due portieri Falcocchia e Guarracino), nuovi arrivi giovani ma anche di esperienza (fra queste ultime dalla Roma il difensore Alice Ferrazza e il ritorno dell’attaccante Maria Vukcevic, protagonista della trionfale cavalcata verso la promozione in Serie A con la maglia neroverde due anni fa).
Subito un’analisi del neo capitano su questo inizio di stagione e sulle prospettive future della squadra partendo dall’esperienza maturata in A lo scorso anno:

“Veniamo da un anno in Serie A che, così come ci ha dato tanto, altrettanto ci ha tolto: è stato positivo per l’esperienza fatta e la soddisfazione personale, ma di contro non è stata una stagione conclusa come avremmo voluto. È forte in noi il desiderio di sfruttare questa nuova stagione per rialzarci dalla caduta che abbiamo avuto. Cercheremo di affrontare il prossimo campionato a testa alta, con l’orgoglio, l’umiltà e la determinazione che ci hanno sempre contraddistinto”.

Giada Di Camillo fa il punto sulle scelte operate dalla dirigenza neroverde sul mercato e per quanto riguarda importanti riconferme:

“La società si sta ancora muovendo per cercare giocatrici che possano disputare al meglio la stagione e contribuire a fare bene dunque la rosa non è ancora al completo. Il ritiro è andato bene. Delle giocatrici degli anni passati siamo rimaste in poche, ma quelle che sono ancora qui tengono particolarmente a questa maglia e a questi colori e vogliono dimostrare che Chieti non si arrende di fronte alla prima difficoltà.
Alle poche ragazze rimaste del vecchio gruppo, si sono unite altre un po’ più giovani e alcune più esperte.
Fra queste ultime Alice Ferrazza proveniente dalla Roma, difensore che ha anche militato in A, poi il ritorno molto importante di Vukcevic che sicuramente saprà dare il suo grande apporto in attacco e ci darà una grossa mano come fece due anni fa quando riuscimmo a coronare il sogno di salire in Serie A.
Come detto la società si sta muovendo per integrare la rosa. Quando si retrocede dalla massima serie si incontrano maggiori difficoltà a far credere ancora nella causa: si è concluso un ciclo, ma la dirigenza ha in mente un nuovo progetto importante”.

Molti si chiedono dunque quali siano gli obiettivi del Chieti Calcio Femminile quest’anno ed il capitano in proposito è molto chiaro:

“Attualmente non ci siamo prefissati un obiettivo specifico, anche se lo faremo più avanti valutando in corsa le qualità della squadra. Il ritiro ci ha aiutato in primis a fare gruppo e poi è servito alla società a capire cosa ha sotto mano, ma anche a vedere ciò che manca per far sì che la squadra possa essere completa a breve. Se proprio vogliamo porci un obiettivo è quello di arrivare fra le prime tre per disputare poi la Serie A2 l’anno prossimo, ma ce lo porremo in futuro una volta raggiunta la consapevolezza di quella che è la squadra di quest’anno. C’è una grande voglia di rialzarsi e tornare in alto quanto prima.
La società ci tiene a far capire che è viva e vuole tornare ad essere protagonista al più presto su palcoscenici importanti”.

Pubblicato in Sport

Ortona. Presentazione in grande stile al Centro Commerciale Ortona center del nuovo organico tecnico e dirigenziale della SSD Ortona Calcio, pronta a disputare il campionato di Promozione girone B. La società del Presidente Rocco Iurisci ha ambizioni di vertice ed è reduce da due campionati vinti consecutivamente. La rosa dei calciatori è così composta:

PORTIERI: Cristian Di Quinzio (proveniente dal Notaresco) - Gianluca Zannini

DIFENSORI: Lorenzo D'Intino - Mattia Granata - Alex Lieti (proveniente dal Torre Alex) - Tommaso Di Gregorio - Michel Serra

CENTROCAMPISTI: Stefano Catenaro (proveniente dal Fossacesia) - Stefano Proterra (proveniente dal Villa 2015) - Lorenzo Colesanti (proveniente dalla Virtus Ortona) - Matteo Fasciani (proveniente dal Villa 2015) - Ivan De Iuliis - Giuseppe Mazzarelli - Michele Sagarese (proveniente dalla Basilicata) - Loris Scioletti - Diego Dragani

ATTACCANTI: Alessio Dragani - Stefano Pompilio - Giovanni Bolognini - Francesco Rega - Vincenzo Ariani (proveniente dallo Spoltore)

La squadra è allenata da Tommaso Di Biccari, coadiuvato da:

Fabio Lepore (preparatore dei portieri)
Massimo Mangifesta (preparatore atletico)
Domenico De Trani (allenatore juniores)
Emiliano De Iuliis (allenatore settore giovanile)

ORGANIGRAMMA SOCIETARIO

Rocco Iurisci (Presidente)
Angelo Di Nardo (vice Presidente)
Angelo Baccile (vice Presidente)
Francesco Seccia (Segretario)
Cristiano Scoccimarra (Tesoriere)
Dario Nervegna (Direttore Generale)
Giuseppe Di Santo (Team Manager)
Tommaso Barone (Dirigente)
Kolloni Radaman (Dirigente)
Mario Annecchini (Dirigente)
Dino Menè (Dirigente)
Massimo Urru (Responsabile area comunicazione)

SPONSOR

Aquila srl Istituto di vigilanza
F.lli Nervegna autotrasporti
Buonefra srl servizi portuali
Servimar servizi marittimi
Iper Ortona
Casal Thaulero
Area di servizio Seccia

Pubblicato in Sport

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione