Articoli filtrati per data: Agosto 2017

Montesilvano. «Possiamo tracciare un bilancio più che positivo, in termini di presenze, ma soprattutto in termini di partecipazione da parte del pubblico che ha scelto di trascorrere le proprie serate estive qui a Montesilvano».
Sono queste le parole dell’assessore alle Manifestazioni Ottavio De Martinis, all’indomani della chiusura ufficiale di FestEstiva, il cartellone dell’estate 2017 di Montesilvano.
«L’isola pedonale - commenta De Martinis - conferma e rinvigorisce il suo successo. Ogni sera abbiamo registrato una media di 5.000 persone che hanno attraversato a piedi il nostro bel lungomare, in sicurezza e lontani da smog e rumore del traffico. Abbiamo raggiunto punte di 8.000 persone che rendono indiscutibilmente il progetto dell’isola pedonale il fiore all’occhiello delle nostre estati».
Tantissimi gli eventi che tutte le sere hanno animato non solo il grande contenitore dell’isola pedonale, ma anche altre zone della città. «Abbiamo allestito un cartellone eventi - dice ancora l’assessore - variegato per accontentare tutte le età. Abbiamo avuto la possibilità di ospitare artisti di grande calibro amati dal pubblico adulto, come ad esempio Antonella Ruggiero o ancora Edoardo Vianello, ma anche organizzato contest dedicati alla musica emergente, come il Montesilvano Pop Rock Music Fest, che ha visto la partecipazione di band e cantautori provenienti da tutta Italia. Particolarmente suggestive alcune manifestazioni, come il carillon vivente, che ha arricchito il consueto ed apprezzatissimo evento degustativo Cerasuolo a mare, o ancora la Cena in Bianco, la spettacolare ed elegante cena total white, che ha invaso la nuova piazza del lungomare».
Ottima risposta anche per “Ricordando l’arena dei fiori”, la rassegna cinematografica all’aperto giunta al secondo anno. Travolgenti le serate dedicate alla musica popolare, con la Tribù di Farindola, i 4 appuntamenti della prima rassegna Folkloristica Città di Montesilvano, che ha visto esibirsi cori provenienti da tutta la Regione, oltre al coro Città di Montesilvano - Madonna del Carmelo, curatore della serie di concerti. «Tanto divertimento - afferma De Martinis - per i più piccoli, soprattutto nell’isola dei bambini, lo spazio riservato proprio a loro su via Strasburgo, animato da moltissime iniziative. Eccellenti risultati anche per le 3 notti dedicate allo shopping, organizzate dai commercianti di Montesilvano. Un grande spazio è stato riservato alla danza, con spettacoli come Ballando con Voi che ha visto i beniamini del piccolo schermo esibirsi a Montesilvano e divertire il pubblico».
«Abbiamo progettato, grazie anche agli sponsor che ci hanno supportato, un calendario diffuso su tutto il territorio - conclude De Martinis -. Diversi gli appuntamenti che si sono svolti nella splendida cornice di Montesilvano Colle, oltre che sul lungomare o lungo viale Europa. L’obiettivo è quello di estenderci ulteriormente, e coprire così sempre più zone della città».

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. Lunedì 4 settembre riapre l'asilo nido di San Giovanni Teatino. Sono tante le novità che saranno introdotte con il progetto educativo di "L'Arcadia" Cooperativa sociale di Pescara che si aggiudicata la gara per la gestione della struttura di via Ciafarda dopo la rinuncia della cooperativa "Pianeti Diversi" di Vasto.
"È stato un percorso lungo e non sempre facile quello che ha portato alla riapertura del nido sotto una forma diversa da quella precedente - dichiara il Sindaco Luciano Marinucci - ma con una qualità che dovrà rimanere immutata se non addirittura migliore: noi, insieme a tutti i genitori, vigileremo e lavoreremo per questo, ma siamo certi che il risultato finale sarà ottimale. Ora, anche per garantire il più possibile i posti di lavoro preesistenti, è necessario che tutti diano fiducia a questa nuova gestione: la proposta si compone di tante attività in più, anche in lingua inglese e di laboratori innovativi che di certo aiuteranno i nostri piccoli concittadini a crescere al meglio. Da parte mia un sentito augurio di buon lavoro a tutti.
"Il nostro progetto educativo è fondato sul gioco, attività molto rilevante nella vita dei bambini in quanto importante occasione di crescita. - hanno spiegato i responsabili di L'Arcadia agli amministratori di San Giovanni Teatino - Durante la sua permanenza al nido, il bambino vivrà momenti di gioco libero, ma grande importanza daremo alla narrazione e alla lettura di fiabe, fondamentali per lo sviluppo dell'immaginazione e rafforzare la capacità di concentrazione".
Il progetto educativo prevede laboratori creativo-espressivi (sia nella fascia mattutina che pomeridiana), sensoriali (per stimolare la capacità innata dei bambini di esplorare, discriminare e interpretare la realtà attraverso), tattile, olfattivo, uditivo e visivo. Inoltre ci saranno: il laboratorio natura con la realizzazione del "Nostro piccolo Orto", il laboratorio di psicomotricità (ad un anno mezzo circa i bambini hanno infatti un grande desiderio di muoversi). Altra novità importante è il laboratorio di inglese, attraverso giochi, canzoncine, libri e schede didattiche, seguito da personale specializzato. I genitori saranno coinvolti nell'attività educativa con l'iniziativa "Famiglie in gioco". L'Arcadia, infine, offre assistenza pediatrica gratuita in sede su richiesta dei genitori. Genitori che potranno seguire gratuitamente anche il corso di "Pronto Soccorso Pediatrico" realizzato in collaborazione con "La Compagnia del Mare" di Spoltore.
Novità anche nelle fasce orarie di apertura dal lunedì al venerdì: 7.30-13.30 il part-time, 7.30-19.30 il full-time. Su richiesta dei genitori dei bambini iscritti gli stessi orari possono essere estesi anche al sabato e i festivi. Sarà inoltre introdotto il servizio nido fuori dagli orari tradizionali, con dei pacchetti/ore molto interessanti ed utili per le famiglie dei bambini iscritti al nido.
Le tariffe sono divise in tre fasce di reddito ISEE: 360 fino a 15 mila euro (260 part-time), 420 euro da 15 mila a 25 mila (320 part-time), 470 euro oltre 25 mila (370 part-time). "Il primo mese la tariffa sarà la stessa dello scorso anno - spiega l'assessore Maria Rosaria Elia - anche per promuovere il servizio. Con il Sindaco Marinucci siamo già al lavoro per favorire le famiglie più disagiate e importanti novità saranno rese note nelle prossime settimane quando la nuova gestione sarà più rodata. Infine, e gli iscritti saranno quelli della capienza del nido, tutto il personale esistente, 19 unità, L'Arcadia ce ne ha assicurato l'assorbimento completo".

Pubblicato in Cronaca

Ortona. Presentazione in grande stile al Centro Commerciale Ortona center del nuovo organico tecnico e dirigenziale della SSD Ortona Calcio, pronta a disputare il campionato di Promozione girone B. La società del Presidente Rocco Iurisci ha ambizioni di vertice ed è reduce da due campionati vinti consecutivamente. La rosa dei calciatori è così composta:

PORTIERI: Cristian Di Quinzio (proveniente dal Notaresco) - Gianluca Zannini

DIFENSORI: Lorenzo D'Intino - Mattia Granata - Alex Lieti (proveniente dal Torre Alex) - Tommaso Di Gregorio - Michel Serra

CENTROCAMPISTI: Stefano Catenaro (proveniente dal Fossacesia) - Stefano Proterra (proveniente dal Villa 2015) - Lorenzo Colesanti (proveniente dalla Virtus Ortona) - Matteo Fasciani (proveniente dal Villa 2015) - Ivan De Iuliis - Giuseppe Mazzarelli - Michele Sagarese (proveniente dalla Basilicata) - Loris Scioletti - Diego Dragani

ATTACCANTI: Alessio Dragani - Stefano Pompilio - Giovanni Bolognini - Francesco Rega - Vincenzo Ariani (proveniente dallo Spoltore)

La squadra è allenata da Tommaso Di Biccari, coadiuvato da:

Fabio Lepore (preparatore dei portieri)
Massimo Mangifesta (preparatore atletico)
Domenico De Trani (allenatore juniores)
Emiliano De Iuliis (allenatore settore giovanile)

ORGANIGRAMMA SOCIETARIO

Rocco Iurisci (Presidente)
Angelo Di Nardo (vice Presidente)
Angelo Baccile (vice Presidente)
Francesco Seccia (Segretario)
Cristiano Scoccimarra (Tesoriere)
Dario Nervegna (Direttore Generale)
Giuseppe Di Santo (Team Manager)
Tommaso Barone (Dirigente)
Kolloni Radaman (Dirigente)
Mario Annecchini (Dirigente)
Dino Menè (Dirigente)
Massimo Urru (Responsabile area comunicazione)

SPONSOR

Aquila srl Istituto di vigilanza
F.lli Nervegna autotrasporti
Buonefra srl servizi portuali
Servimar servizi marittimi
Iper Ortona
Casal Thaulero
Area di servizio Seccia

Pubblicato in Sport

Lanciano. Con lo sparo di Mortaretti e Batterie dalla Torre Civica parte oggi il cartellone di eventi delle Feste di Settembre Lanciano 2017, uno degli appuntamenti di maggior richiamo per tutta la regione.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa alla presenza del presidente del Comitato Feste Maurizio Trevisan, del sindaco Mario Pupillo e di molte delle associazioni cittadine coinvolte, è stato illustrato il programma dettagliato del Settembre lancianese.

Sono circa 40 gli eventi in Cartellone, che si snoderanno da qui al 17 settembre prossimo.

Le tre serate clou delle Feste, come annunciato da tempo, ospiteranno grandissimi nomi del panorama musicale italiano, chiamati per riuscire ad accontentare gusti ed età diverse: UT News Trolls con ospite Nico Di Palo, Dodi Battaglia e Alex Britti, rispettivamente il 14, 15 e 16. Così come l’evento in piazza Plebiscito della Nottata (il 13 settembre) con “Passione 2017 – Abruzzo nel Cuore”, realizzato da Cerrone, Valagro e Walter Tosto: una prima parte dedicata alla moda, la bellezza e alle esibizioni di talenti tutti rigorosamente di origine abruzzese e una seconda parte, dalla mezzanotte all’Apertura delle 4, con la discoteca a cura di Dj Raffaele Jair.

Ma nel corso della Nottata (13 settembre) non mancheranno altre occasioni di divertimento in altri angoli cittadini. Tra queste: il “Gran galà delle Orchestre – Ballo in piazza” nel piazzale dell’ex stazione; "La Nuttate 3.0" lungo corso Trento e Trieste, Special guest AMSCAT con Kamasutra do Brasil, diretta Radiofonica a cura di Radio Color e diretta tv a cura di Globe Tv channel (coordinata da Danilo Daita); la Danceteria - Accademia di ballo in piazza Pace, con tutto il team di professionisti: dimostrazione di varie discipline, spettacoli, animazione con balli di gruppo e a seguire serata danzante di danze caraibiche.

Ogni sera concerti di gruppi locali, ospitati prevalentemente in piazza Plebiscito, con inizio tra le 21.30 e le 22: “Figli del Mare” con musica anni ’60-’70 e Revival (5 settembre); Apollo Blues Band (6 settembre); Concerto dei premiati del Concorso Masciangelo – Accademia Musicale Frentana (6-7 settembre); Il Cantastorie in concerto (8 settembre); “Paese della Musica” (9 settembre); Hertz – The Cranberries Tribute band e “Area Protetta” (11 settembre); Cinquantennale 3° edizione Ponte d’Oro (1967-2017) – Festival di gruppi musicali anni 60 (12 settembre); Seminario di batteria con Dave Weckl ed Esibizione del Coro di Castelfrentano (17 settembre).

Spazio, immancabile, per gli appuntamenti enogastronomici, con “Malvo’ in Festa” (8 e 9 settembre) e "Gusto InFesta", specialità culinarie tipiche lancianesi (11 e 12 settembre) a cura dell’Associazione culturale DALILA di Torre Sansone, oltre a tante altre occasioni di gustare i prodotti della tradizione locale nel corso di tutto il periodo di Feste.

Non mancheranno manifestazioni originali e in alcuni casi di assoluta novità per le Feste di Settembre: Ludobus “ScomBussolo – Giochi per Tutti”: un furgone carico di giochi in legno (della tradizione popolare, del mondo, d’equilibrio, di lancio, d’ingegno) che vengono messi a disposizione di bambini, ragazzi, adulti e famiglie per poter giocare, dalle 18.30 alle 22.30 del 6 e 7 settembre in piazza Plebiscito; “Festival dell’anima” - Percorsi di benessere per corpo mente e anima (9 e 10 settembre all’Auditorium Diocleziano); “Festival della Serenata – Città di Lanciano” 2° Edizione, a cura dell’Associazione culturale DALILA di Torre Sansone e dell'associazione "La Luna di Seb" con degustazioni di piatti tradizionali abruzzesi (10 settembre in piazza Pace).

E, ancora, tantissimi altri appuntamenti culturali, mostre, presentazioni di libri, eventi sportivi e tanto, tanto altro.

Senza trascurare, ovviamente, la tradizione: la Fiera di Sant’Egidio del 31 agosto, il Dono dell’8 settembre (con oltre 20 tra contrade, rioni e Comuni presenti), le Luminarie a cura della ditta Paulicelli Gianfranco S.r.l., la Banda “Città di Fossacesia”, i 4 appuntamenti dei fuochi d’artificio a cura di Morena Fireworks con la collaborazione di Esplodenti Sabino e la tradizionale Lotteria delle Feste, quest’anno abbinata al Lotto e quindi estratta con il Lotto del 23 settembre. Da questa settimana sarà inoltre in distribuzione l’Almanacco delle Feste di Settembre 2017, disponibile presso la sede del Comitato, in piazza Plebiscito, 67.

“Un programma complesso – ha tenuto a precisare Maurizio Trevisan - per una spesa che si aggira tra i 140 e i 150 mila euro, raccolti soprattutto grazie alla generosità degli sponsor cittadini e del circondario. Piccoli e grandi contributi che ci hanno aiutato a realizzare delle Feste, credo, che soddisferanno le aspettative dei Lancianesi; a cominciare dai grandi eventi in programma (cantanti, luminarie e fuochi), per i quali la spesa di assesta sui 120 mila euro, senza però trascurare i piccoli appuntamenti quotidiani, realizzati soprattutto grazie alla passione e all’impegno delle associazioni cittadine, che non hanno voluto mancare alle Feste di Settembre. E allora - conclude Trevisan richiamando lo slogan delle Feste ‘Che spettacolo’ – che si alzi il sipario… e spettacolo sia!”.

“Nel ringraziare il Presidente Trevisan e tutto il Comitato per la passione e l'impegno con cui hanno lavorato in questi mesi per chiudere il cartellone che oggi presentiamo, esprimiamo il nostro più sincero augurio di buone feste a tutti coloro che vorranno vivere la bella città di Lanciano in questo mese speciale, che allunga l'atmosfera estiva e allegra dell'estate fino a quasi tutto settembre. Ci piace sottolineare come Lanciano sia una città che oggi più che mai si impegna con tutte le sue variegate componenti e con le 33 contrade in testa a coniugare fede, tradizione e spettacolo, valorizzando al massimo la devozione che il popolo lancianese rivolge da 184 anni alla sua patrona, la nostra cara Madonna del Ponte. Le esigenze dello spettacolo quest'anno verranno ampiamente soddisfatte dalla presenza di autentici protagonisti della musica leggera italiana degli ultimi 50 anni, in tutte le serate del 14, 15 e 16 settembre: i New Trolls, Dodi Battaglia e Alex Britti sono una garanzia da questo punto di vista ed è lecito aspettarsi il tutto esaurito in queste serate. Buone Feste a tutti!”, dichiarano il Sindaco Mario Pupillo e l'Assessore alla Cultura e Turismo Marusca Miscia.

Il giorno venerdì 15 settembre, come noto, sarà festa patronale da rispettarsi ai fini civili.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Grande emozione per i commercianti che ieri sera, sul palco del Teatro del Mare, hanno ritirato la targa di “Attività Storica”, il riconoscimento che l’Amministrazione Comunale guidata da Francesco Maragno ha istituito nel 2016. Per il secondo anno, il Comune di Montesilvano ha organizzato un momento di festa, per celebrare tutti quegli esercenti che da 30 e 40 anni, con il loro lavoro, hanno contribuito allo sviluppo dell’economia territoriale.
«Questa iniziativa – afferma il sindaco Francesco Maragno - è stato il nostro tributo ai montesilvanesi che rappresentano la storia di Montesilvano. Queste attività sono ormai un punto di riferimento per il commercio cittadino e conferire loro questa targa significa rinsaldare quel legame che sono riusciti ad instaurare con la città».
«La manifestazione di ieri sera - aggiunge il presidente della Commissione Commercio Carlandrea Falcone – ha concluso ufficialmente FestEstiva 2017, le manifestazioni della nostra estate. Chiudere proprio con un evento dedicato al cuore pulsante della città, ha arricchito ulteriormente il nostro calendario». «La celebrazione delle attività storiche - chiosa l’assessore alle Manifestazioni Ottavio De Martinis – è stata la ciliegina sulla torta di una stagione estiva, ricca di appuntamenti che hanno animato l’isola pedonale lungo la riviera e non solo. I tanti eventi organizzati sono stati molto apprezzati. Per questo vogliamo ringraziare gli artisti e tutti coloro che hanno contributo, con la loro organizzazione e il loro supporto, ad offrire insieme a noi alla città spettacoli divertenti ed emozionanti».
La serata, presentata dalla conduttrice Grazia Di Dio, è stata arricchita dalle esibizioni del Coro Folkloristico Città di Montesilvano, guidato dal maestro Gianfranco Onesti, e dalla cantante emergente Rosalinda Santalucia, che ha offerto al pubblico anche un suo inedito.
44 i commercianti che, dopo aver partecipato all’avviso pubblico, hanno ritirato la targa. Di queste 28 saranno d’oro, ovvero con una storia dai 40 anni in su e 16 d’argento, con un esercizio compreso tra i 30 e i 39 anni.
Le attività che otterranno la targa d’argento (30 anni) sono: La Nuova Rocchetta snc di Vincenzo Bellante, Fantasie Mercerie di Maria Desiati, Cartoleria Paper Show di Maurizio Di Blasio, Fiorista di Monia Di Silvestre, Caseificio Pugliese di Riccardo Festa, Erboristeria Verdiana di Antonio Gaspari, Loredana & Grazia Snc di Grazia Cacciatore, Nonna Romana snc di Patrizia e Sabatino Di Bernardo, Plura snc di Luciano e Parigino Sichetti, Malizia snc di Valeria Morelli, Centro 2 ruote sas di Franco Micolucci, La Bottega del Caffè di Paola Olivieri, Macelleria Rapagnetta Daniela di Daniela Rapagnetta, Gioielleria Troiano di Tiberio Argentino Troiano, Ef-Pi Segnaletica Stradale, Autoscuola Adriatica.
Le attività che otterranno la targa dorata (40 anni) sono: The Red’s Style di Giuseppe Canonico, Tabaccheria Castellano di Giorgia Castellano, Tabaccheria Ludus di Vittorio Colarossi, Dalat SAS di Gabriele D’Alessandro, Dalla Terra SRLS di Silvia Centorame, New Merceria Nina di Franca Dell’Aquila, Pallino Beach di Giuseppe Di Blasio, Autofficina di Massimo Di Felice, Bagni Giulietta Sas di Mario Pietropaolo, Parrucchiera di Paolina Franchi, Il Veliero Sas di Daniela D’Agostino, Alhambra di Ferruccio Martella, Bar Nicolì Fernando Antonio, Parrucchiera Ravicini Carmela, Bar Remo Di Maria Romanelli, Ricci Assicurazioni di Marino Ricci, Teti Snc di Silvana Persemoli, Tipografia Milanese Tiemme SAS di Giuseppe Di Eleonora, Trabucco Gomme SAS di Domenico Trabucco, Verrocchio Elettrauto Car Service Snc di Cledo Verrocchio, Ginmark di Concetta Donatelli, Ottica Di Pietro Group srl di Roberta Di Pietro, Motofficina Schiavone Marco, Agenzia Assicurazioni Cardone Milena, Tappezzeria Romano, Artigianato artistico Azzurrini Tonino, Onda Verde, Bar Tabacchi Famar Snc.

Pubblicato in Economia

Pescara. Lunedì 4 settembre alle ore 15.30 presso la sede operativa dell’Associazione DiversUguali Famiglie Disabili Onlus, sita a Pescara in Via Tavo n. 248, si svolgerà il Convegno: Emancipazione dalla famiglia: esperienze, prove di crescita e di autonomia.
Durante il Convegno verranno condivise le esperienze e le attività che hanno animato e si sono sviluppate nel corso del Progetto: Percorso verso l’emancipazione della famiglia II, finalizzato alla creazione di un approccio sperimentale sul tema del benessere familiare, correlato all’emancipazione dei genitori dai figli e al mutamento socio-culturale, che coinvolge la famiglia nella pianificazione del futuro dei figli più fragili.
Il Progetto, promosso dall'Associazione DiversUguali Famiglie Disabili Onlus, in partnership con l'IPRA (Istituto di Psicologia Relazionale Abruzzese) Maria Grazia Cancrini e con le collaborazioni professionali della Giurista Daniela Piglia e dell'Avvocato Angela Cipriani, grazie al cofinanziamento della Regione Abruzzo, ha avuto la finalità di dare risposta alla Programmazione del Piano regionale di interventi in favore della famiglia (L.R. 95/95), realizzando concrete esperienze, prove di crescita e di autonomia, che verranno illustrate sia tramite le relazioni delle professioniste che tramite le testimonianze dirette dei partecipanti (genitori e figli).

PROGRAMMA
15.30 – Accoglienza dei partecipanti
16.00 – Saluti delle Autorità:
* Dr.ssa Marinella Sclocco, Assessore Regionale con Funzione alle Politiche Sociali
* Sig.ra Gianna Camplone, Presidente Associazione DiversUguali Famiglie Disabili Onlus
* Dr.ssa Rita Latella, Presidente IPRA Maria Grazia Cancrini
16.30 – Interventi:
* Dr.ssa Raffaella Pia Papagno, Discussant
* Dr.ssa Daniela Piglia (Giurista esperta in tutela dei diritti delle persone fragili), Durante noi per il dopo di Noi - Aspetti giuridici del progetto di vita autonoma
* Dr.ssa Marcella Di Bernardo e Dr.ssa Vania Petruzzellis (Psicologhe Psicoterapeute IPRA), Dall’amare in presenza, all’amare in assenza
* Dr.ssa Maria Fanizzi (Psicologa DiversUguali), Progetti individualizzati per crescere in autonomia
* Sig. Camerlengo Francesco, Riflessioni e pensieri di un genitore
Racconti delle esperienze dirette
Compilazione questionario di gradimento e chiusura dei lavori

Per informazioni: 085.51098 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cronaca

Lanciano. Si veste di solidarietà per i malati oncologici la tradizionale Fiera di Sant’Egidio, che segna l’avvio degli appuntamenti del Settembre Lancianese. Nella giornata di giovedì 31 agosto tra le centinaia di bancarelle che affolleranno corso Trento e Trieste e piazza Plebiscito ci sarà anche quella allestita dai volontari del reparto di Oncologia dell’ospedale di Lanciano.
In vendita ci sarà oggettistica artigianale di vario genere, dai monili alle lavorazioni a uncinetto, tutto rigorosamente realizzato a mano dalle pazienti e dai loro famigliari. Al pubblico che visiterà lo stand, allestito in via dei Frentani di fronte al Teatro Fenaroli, sarà anche offerto un concerto di musica antica, a partire dalle ore 21.00, con Luca Dragani al flauto ed Eugenio Caronna alla chitarra classica.
Il ricavato dalla vendita dei manufatti sarà devoluto al reparto, diretto da Lucio Laudadio, e all’Istituto oncologico regione Abruzzo e Molise.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Giada Di Camillo sarà quest’anno il nuovo capitano del Chieti Calcio Femminile.
La squadra, che ha concluso il ritiro a Caramanico Terme nei giorni scorsi, è molto rinnovata rispetto a quella dello scorso anno: alcune riconferme importanti (la stessa Giada, la sorella Giulia e Barbara Benedetti), ragazze giovanissime rimaste (su tutte i due portieri Falcocchia e Guarracino), nuovi arrivi giovani ma anche di esperienza (fra queste ultime dalla Roma il difensore Alice Ferrazza e il ritorno dell’attaccante Maria Vukcevic, protagonista della trionfale cavalcata verso la promozione in Serie A con la maglia neroverde due anni fa).
Subito un’analisi del neo capitano su questo inizio di stagione e sulle prospettive future della squadra partendo dall’esperienza maturata in A lo scorso anno:

“Veniamo da un anno in Serie A che, così come ci ha dato tanto, altrettanto ci ha tolto: è stato positivo per l’esperienza fatta e la soddisfazione personale, ma di contro non è stata una stagione conclusa come avremmo voluto. È forte in noi il desiderio di sfruttare questa nuova stagione per rialzarci dalla caduta che abbiamo avuto. Cercheremo di affrontare il prossimo campionato a testa alta, con l’orgoglio, l’umiltà e la determinazione che ci hanno sempre contraddistinto”.

Giada Di Camillo fa il punto sulle scelte operate dalla dirigenza neroverde sul mercato e per quanto riguarda importanti riconferme:

“La società si sta ancora muovendo per cercare giocatrici che possano disputare al meglio la stagione e contribuire a fare bene dunque la rosa non è ancora al completo. Il ritiro è andato bene. Delle giocatrici degli anni passati siamo rimaste in poche, ma quelle che sono ancora qui tengono particolarmente a questa maglia e a questi colori e vogliono dimostrare che Chieti non si arrende di fronte alla prima difficoltà.
Alle poche ragazze rimaste del vecchio gruppo, si sono unite altre un po’ più giovani e alcune più esperte.
Fra queste ultime Alice Ferrazza proveniente dalla Roma, difensore che ha anche militato in A, poi il ritorno molto importante di Vukcevic che sicuramente saprà dare il suo grande apporto in attacco e ci darà una grossa mano come fece due anni fa quando riuscimmo a coronare il sogno di salire in Serie A.
Come detto la società si sta muovendo per integrare la rosa. Quando si retrocede dalla massima serie si incontrano maggiori difficoltà a far credere ancora nella causa: si è concluso un ciclo, ma la dirigenza ha in mente un nuovo progetto importante”.

Molti si chiedono dunque quali siano gli obiettivi del Chieti Calcio Femminile quest’anno ed il capitano in proposito è molto chiaro:

“Attualmente non ci siamo prefissati un obiettivo specifico, anche se lo faremo più avanti valutando in corsa le qualità della squadra. Il ritiro ci ha aiutato in primis a fare gruppo e poi è servito alla società a capire cosa ha sotto mano, ma anche a vedere ciò che manca per far sì che la squadra possa essere completa a breve. Se proprio vogliamo porci un obiettivo è quello di arrivare fra le prime tre per disputare poi la Serie A2 l’anno prossimo, ma ce lo porremo in futuro una volta raggiunta la consapevolezza di quella che è la squadra di quest’anno. C’è una grande voglia di rialzarsi e tornare in alto quanto prima.
La società ci tiene a far capire che è viva e vuole tornare ad essere protagonista al più presto su palcoscenici importanti”.

Pubblicato in Sport

L'Aquila. "In questi giorni ho visto la mia terra bruciare. L’ho vista bruciare tra l’inettitudine e l’indifferenza. Tra il qualunquismo e la propaganda. L’ho vista spegnersi nelle fiamme che la stanno distruggendo. Molti cittadini mi hanno fermato per strada chiedendomi notizie e, guardandomi con sguardi preoccupati, mi hanno chiesto cosa accadrà domani. Domani sarà peggio di oggi, se non affronteremo con coraggio un sistema che ci ha condotto giù fin qui. Dobbiamo avere il coraggio di cambiare strada e di guardare avanti. Fino a quando ci sarà anche un solo privato (società, ditta, cooperativa, ecc.) che dagli incendi guadagnerà, il problema non si risolverà. E’ impensabile dare l’opportunità di arricchirsi sugli incendi: strutture, mezzi e uomini per gli interventi di soccorso e spegnimento devono essere pubblici. E’ questa la legge che un Paese serio dovrebbe varare immediatamente. Se in uno Stato, con più di tre quarti della superficie territoriale occupata da montagne (35,2%) e da colline (41,6%), il Corpo forestale viene soppresso e dislocato in vari corpi, sminuendo ed eliminando la prima forza statale per la prevenzione e la lotta agli incendi boschivi, qualcosa non torna. E a chi pensa che parlare di politica sugli incendi è sbagliato, voglio ricordare che la soppressione del Corpo forestale è stata una scelta politica! Acquistare F35 piuttosto che Canadair è una scelta politica! Perché è nelle stanze dei palazzi che si continua a decidere del nostro futuro.
L’Abruzzo è tenuto in ostaggio. Imbrigliato da catene di inefficienza che non vogliono lasciar volare una regione straordinaria che da sola basterebbe al suo fabbisogno. Se, passata l’emergenza, torneremo a disinteressarci del nostro territorio, se tanto le nostre scelte saranno sempre dettate dalla tutela del orticello e non dal bene comune, allora vuol dire che ci va bene tutto questo. Ci va bene essere sommersi ed uccisi dalla neve in inverno ed essere bruciati dalle fiamme in estate. Oggi più che mai abbiamo bisogno di capire che l’unica parola da ripetersi è basta. BASTA!
Il Presidente parla sulla stampa come se fosse in un qualunque bar del centro. Parla di Canadair dalla Francia, e nel farlo ringrazia il Governo, lo stesso Governo che ha scelto di acquistare F35 invece di Canadair. Inoltre nella sua analisi, D’Alfonso, dimentica di sottolineare che la Regione Abruzzo è in forte ritardo nel varare il piano antincendio boschivo (L. 353/2000) di tutte le sue aree protette: infatti, ad oggi, solo il Piano AIB 2017 redatto dal Parco Nazionale d’Abruzzo risulta uno strumento credibile e approfondito. Al contrario, quello del Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga denuncia nero su bianco la totale mancanza di fondi per la prevenzione e la lotta attiva contro gli incendi, con i capitoli letteralmente lasciati a zero euro, e l’AIB del Parco della Majella e di altre aree abruzzesi, teoricamente "protette", non risultano ancora pubblicati. In questi giorni abbiamo dovuto invece apprendere dallo stesso Sottosegretario con delega alla Protezione Civile Mazzocca che la Regione Abruzzo, agli inizi di questo agosto, ha già dovuto stanziare per l’emergenza circa 700 mila euro, impegnandosi a trovarne altri 370 mila, quando si è ormai consumato il disastro di oltre 1000 ettari di terreno andati in fumo, senza conteggiare gli ulteriori devastanti fronti di incendio scoppiati dopo il 7 agosto e che hanno colpito il Gran Sasso, la Majella e il Morrone. Il Presidente faccia un ultimo atto prima di dimettersi ed andare a casa, chieda che per l’Abruzzo il Governo vari lo stato di emergenza, perché stiamo bruciando la nostra storia e la nostra terra. Nel corso di quest’estate i ritardi delle Regioni e degli Enti Locali sono stati più volte denunciati anche dal rapporto di Legambiente che, al 10 agosto, registrava già 101.000 ettari bruciati dell'intero patrimonio boschivo italiano, vedendo più che raddoppiato quanto andato in fumo in tutto il 2016. Ecco perché, pur tenendo conto dell'eccezionale ondata di caldo, davanti alla quasi totale disattenzione e alla cronica mancanza di fondi per la prevenzione da parte della Regione e al fiume di denaro che si spende poi, purtroppo spesso inutilmente, per l’emergenza, nasce il sospetto che anche in Abruzzo siano cominciati a nascere episodi fino ad ora registrati in altre Regioni, dove il sostanziale disinteresse degli enti locali nella prevenzione fa da spola ai troppi interessi privati collegati alla gestione delle emergenze".

Domenico Pettinari
consigliere regionale M5S

Pubblicato in Politica

Milano. Le modifiche al codice della strada recentemente approvate dalla Commissione Trasporti della Camera dei deputati su fuoristrada, rischiano di provocare un danno di 137 milioni di euro e mettere in ulteriore difficoltà un settore che solo negli ultimi tre anni mostra cenni di ripresa.
L’emendamento approvato introduce il divieto per i mezzi motorizzati di percorrere sentieri boschivi, penalizzando duramente il segmento delle moto da fuoristrada, che da solo rappresenta l’8% del mercato nazionale delle due ruote a motore.
Nel 2016 sono state vendute circa 10.000 moto per uso fuoristrada (+ 53% rispetto ai due anni precedenti), alle quali bisogna però aggiungere circa 5.000 veicoli non immatricolati perché destinati a essere utilizzati in modo esclusivo in aree non soggette a pubblico passaggio.
Il mercato nazionale delle moto da fuoristrada vale circa 117 milioni di euro: valore che rischia di essere bruciato nel caso in cui l’emendamento, presentato in Commissione Trasporti della Camera, dovesse arrivare al termine dell’iter legislativo.
Il valore economico del settore del fuoristrada – limitatamente alla componente industriale – è inoltre accresciuto dalla commercializzazione di caschi, abbigliamento protettivo e, in generale, accessori per l’off-road: soprattutto le protezioni individuali sono particolarmente diffuse tra gli appassionati, in considerazione della forte specializzazione che questo tipo di veicoli richiede. Si può stimare un valore di utilizzo legato alla pratica del fuoristrada quantificabile in circa 20 milioni di euro.
L’industria del fuoristrada ha inoltre una forte connotazione nazionale: circa un terzo dei veicoli venduti nel nostro Paese provengono infatti da aziende italiane, alcune delle quali con un’elevata specializzazione nel settore off-road.
Negli anni Confindustria Ancma ha partecipato in maniera attiva ai tavoli di discussione promossi a livello locale, poiché l’Associazione è convinta che questa tematica non possa essere affrontata senza prendere in considerazione le peculiarità delle diverse realtà territoriali. Sulla base di queste considerazioni i costruttori delle due ruote a motore si mostrano molto preoccupati circa l’imposizione di veti difficilmente giustificabili, mentre ribadiscono la propria disponibilità a partecipare a un tavolo di confronto a livello nazionale.
“Non è chiaro il motivo per cui la Commissione Trasporti della Camera abbia deciso di approvare una misura così drastica e restrittiva della libertà personale - dichiara Corrado Capelli, Presidente di Confindustria Ancma - della quale valuteremo anche eventuali profili di incostituzionalità. Il settore dell’off-road è forse tra quelli più rigidamente disciplinati a livello locale, proprio perché è nell’interesse delle amministrazioni periferiche promuovere la pratica del fuoristrada, che porta ricchezza al territorio, senza pregiudicare la sicurezza e il benessere di quanti preferiscono percorrere i sentieri a piedi o con mezzi non motorizzati. Quello che manca, semmai, è una normativa nazionale che coordini e armonizzi le regolamentazioni adottate a livello locale. Inoltre – conclude Capelli - non ci risulta a oggi che tale attività abbia provocato significativi problemi o danni al territorio o abbia messo in pericolo o a rischio l’incolumità delle persone. Proprio per questo non comprendiamo la necessità di intervenire, imponendo limitazioni e veti, in una materia di questo tipo”.
L’industria delle due ruote a motore, che genera un giro d’affari di 3,5 miliardi di euro e impiega circa 50.000 addetti, si è da poco risollevata da una crisi che aveva eroso il 67% del venduto nazionale. Dal 2013 ad oggi il mercato è tornato a crescere (+26% e 194.000 moto immatricolate nel 2016): le modifiche approvate rischiano di compromettere lo stato di salute dell’interno settore. E’ utile ricordare che le principali fonti di gettito erariale derivanti dalla produzione, vendita e utilizzo delle due ruote in Italia portano ogni anno nella casse dello Stato circa 4 miliardi di euro.
Confindustria ANCMA condivide le preoccupazioni espresse dagli operatori del settore, a partire dalla Federazione Motociclistica Italiana, e auspica che nel prosieguo dell’iter legislativo il Parlamento tenga conto delle legittime aspirazioni delle decine di migliaia di cittadini, sportivi professionisti, appassionati o utilizzatori occasionali, che praticano l’attività fuoristrada in moto nel rispetto di tutti gli altri utilizzatori delle strade bianche.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione