Articoli filtrati per data: Settembre 2017

Montesilvano. E’ iniziato da Montesilvano il giro, che toccherà oltre 50 comuni in tutta Italia, per la presentazione del libro “Sud Sudan. Il lungo e sofferto cammino verso pace, giustizia e dignità”, di Daniele Moschetti, padre comboniano di Varese. Ad organizzare nella Sala Consiliare di Palazzo di Città la presentazione dell’opera, che vanta l’introduzione di Papa Francesco, che si è svolta ieri pomeriggio, è stata l’associazione montesilvanese Missione Possibile presieduta da Pino D’Atri.
«Ho conosciuto l’associazione Missione Possibile - ricorda padre Moschetti - durante la mia prima missione nelle baraccopoli del Kenia. Lì è iniziata un’amicizia che continua ancora oggi e sfocia in tanti progetti in Kenia ma anche in Italia. Nel libro “Sud Sudan. Il lungo e sofferto cammino verso pace, giustizia e dignità”, ho messo insieme lettere ed articoli che ho scritto durante la mia missione in questo Paese, il più giovane dell’Africa, costituito appena 6 anni fa, dei quali 4 trascorsi in guerra. Questo libro ha l’intento di puntare l’attenzione sul Sud Sudan, dove vige una situazione di guerra, fame, economia disastrata, dove c’è sfiducia completa nei confronti del governo e dei militari e dove la corruzione è altissima, e rompere il silenzio su questi drammi veri e concreti che coinvolgono milioni di persone. In Africa le risorse che dovrebbero essere segno di progresso e di benedizione diventano di maledizione perché chi le vuole sfruttare è scaltro».
Soddisfazione del presidente Pino D’Atri per «la sala piena di persone interessate. Abbiamo avuto la possibilità di ascoltare interventi altissimi. Dobbiamo lavorare per innalzare il livello culturale e aprire i cuori delle persone per aiutare veramente tutte quelle persone che vivono questi drammi».
Relatore dell’incontro anche Padre Giulio Albanese, missionario comboniano e giornalista italiano, i cui contributi sono presenti anche all’interno dell’opera di Moschetti.
«E’ stato un onore - afferma l’assessore alla cultura Ottavio De Martinis - aver ospitato un evento di così grande spessore culturale che ci ha permesso di riflettere su realtà che sembrano lontane da noi, ma non lo sono. Un plauso all’associazione Missione Possibile per l’organizzazione dell’evento ma ancor di più per l’attività che porta avanti quotidianamente nell’ambito della cooperazione internazionale».

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il palazzetto della moda Lea & Flò di Città Sant’Angelo e la musica internazionale del Pescara Jazz insieme per suggellare il successo della 65esima stagione estiva dell’Ente manifestazioni pescaresi. Domani, sabato 30 settembre, a partire dalle ore 18,00, sul palco del Lea & Flò Palace si esibirà il gruppo abruzzese CineDeliKa con il progetto “Original Not Conventional Soundtracks”. Un appuntamento gratuito, reso possibile grazie alla sinergia tra la nota azienda di moda di Città Sant’Angelo e il festival Pescara Jazz.
Dopo un’edizione di grandi numeri e di concerti di qualità, organizzati nella cornice del Teatro d’Annunzio e del Porto turistico Marina di Pescara, sotto la direzione del presidente dell’Ente manifestazioni pescaresi Angelo Valori, il festival Pescara Jazz varca i suoi soliti confini e torna protagonista al Lea & Flò Palace di Città Sant’Angelo (via delle Gualchiere, 3). Il palazzetto della moda per l’occasione si trasformerà in un palcoscenico sul quale Matteo Di Battista e gli altri membri della band Luca Di Battista, Fabio D'Onofrio e Michelangelo Brandimarte eseguiranno un tributo alle atmosfere e alle musiche da film, nazionali e non, attingendo al repertorio di compositori quali Ennio Morricone, John Williams, Bill Conti, Nino Rota e altri ancora. L’esibizione dei CineDeliKa sarà impreziosita dalla proiezione degli spezzoni dei film dai quali sono tratte le colonne sonore. Il risultato è un linguaggio musicale frutto di contaminazioni che spaziano dal jazz al blues, dalla samba al rock, dal pop alla bossa nova, dall’elettronica alla musica etnica. Il progetto CineDeliKa, nato nell'ottobre 2011, si pone l’obiettivo di abbracciare la musica del mondo del cinema a tutto tondo, a partire dalla fine degli anni ‘50 fino ai nostri giorni. Ad ispirare gli originali arrangiamenti sono John Zorn, Bill Frisell e soprattutto gli italiani Calibro 35.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. “Tra i colori dell’arcobaleno il tuo infinito ricordo”. Questa la frase che da oggi campeggia nel cortile interno della scuola Fanny Di Blasio dell’Istituto Comprensivo Troiano Delfico in ricordo di Daniele Di Francesco, che perse la vita a causa di una malattia il 27 marzo 2007. La targa, apposta nel corso di una cerimonia organizzata da una delle maestre di Daniele, Teresa Cilli, campeggia al fianco dell’arcobaleno disegnato nel 2006 da Daniele e dai suoi compagni. Alla cerimonia, erano presenti la mamma di Daniele, Melania, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Rosaria Parlione, la dirigente scolastica Vincenza Medina, e l’ex dirigente Nino Traini, oltre a tantissimi bambini della scuola.
«Nessun genitore dovrebbe sopravvivere al proprio figlio - dichiara l’assessore Parlione –. Mi unisco al grandissimo dolore per la scomparsa di Daniele e faccio un plauso per questa cerimonia. Questa targa è il simbolo della vicinanza della nostra Amministrazione alla famiglia di Daniele, un bimbo che tutti ricordano come solare, combattivo e dolce».
Nel corso della celebrazione, alcuni alunni hanno letto 3 brani contenuti nel libro “Oltre le parole…l’infinito ricordo”, scritto dai compagni di Daniele 10 anni fa.
«Mi sento molto commossa per questa cerimonia - ha detto Melania, mamma di Daniele, pochi istanti dopo la scopertura della targa insieme all’assessore -. Il mio grazie va a coloro che si sono prodigati in onore di Daniele. Questa giornata va ad alimentare il suo ricordo che spero non vada a disperdersi nel tempo. Credo che la vita sia troppo preziosa per essere sprecata, ecco perché ho voluto donare un defibrillatore all’Istituto Delfico».
«Ogni anno – dichiara la maestra Teresa Cilli - vogliamo ricordare la figura di Daniele. Da qui questa cerimonia e i progetti di riqualificazione che insieme ai bambini, con la loro creatività, stiamo portando avanti anno dopo anno per decorare i muri di questo cortile».
La cerimonia si è conclusa sulle note di “Ci vuole un fiore”, intonate dagli alunni della Delfico.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Venerdì 29 settembre c.a. si è svolta la tradizionale cerimonia per la festività di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato, arricchita, anche quest’anno dell’iniziativa del “Familiy Day”, inteso come occasione di incontro tra il personale ed i propri familiari nei luoghi di lavoro, consentendo di visitare strutture e mezzi ed utilizzati nella quotidiana attività.
La ricorrenza religiosa è stata un’occasione per consentire a tutto il personale della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno in servizio presso la Questura e gli Uffici di Polizia della Provincia, di vivere una privilegiata esperienza aggregativa tesa ad accrescere il senso di appartenenza all’istituzione in cui quotidianamente espleta il proprio servizio.
La Santa Messa è stata celebrata alle ore 10.30 nella Cattedrale di San Giustino alla presenza del Sig. Prefetto di altre Autorità, dei familiari delle Vittime del Dovere e dei Caduti in Servizio, le Sezioni A.N.P.S. di Chieti e Vasto, i Comandanti Provinciali delle altre Forze di Polizia e i rappresentanti degli organi di stampa. Sono intervenuti altresì gli studenti di vari Istituti scolastici cittadini e rappresentanze delle associazioni di volontariato della Provincia impegnati in attività sociali.
Il rito religioso è stato accompagnato da brani musicali sacri interpretati dai tenori del coro Uda InCanto dell’Università G. D’Annunzio di Chieti diretto dal maestro Giacinto Sergiacomo e dal coro “Cantori di Chieti” diretto dal maestro Giuseppe Pezzulo.
Nella circostanza gli invitati hanno potuto visitare un’area attrezzata di in Piazza San Giustino dove sono stati esposti gli automezzi e le motociclette dell’Amministrazione, un’auto d’epoca della Polizia di Stato e le attrezzature Tecnico – specialistiche della Polizia Scientifica e della Polizia Stradale.

Pubblicato in Cultura e eventi

Cupello. Prosegue a gonfie vele la collaborazione per ciò che riguarda il settore giovanile tra l'ASD Cupello Calcio e il Foggia Calcio. Dopo l'annuncio dell'interazione dei due club per la stagione 2017-2018 e del primo stage sul campo di Cupello, buone notizie già per alcuni ragazzini che stanno avendo la possibilità di allenarsi con i diavoli rossoneri.

"E' una splendida collaborazione che già in poco tempo sta producendo i suoi frutti, fatti concreti non solo parole. Abbiamo mandato da loro un ragazzo del 2003 ad allenarsi durante tutta la settimana con il loro settore giovanile. La prossima settimana saranno lì altri ragazzi nostri sempre classe 2003 che avranno la possibilità di confrontarsi con la realtà foggiana e crescere sotto tutti i punti di vista e provare i metodi del club rossonero. Io e il co-presidente Giardino lavoriamo molto non solo sulla juniores e sulla prima squadra ma anche sul settore giovanile a cui teniamo da sempre. Il Foggia Calcio ci ha invitati poi ad un torneo a San Giovanni Rotondo il 6 ottobre. Al torneo prenderanno parte le categorie 2006-2007-2008. Per noi solo un onore e opportunità ulteriore di confronto e crescita grazie a questa realtà amica" spiega il presidente del Cupello Calcio Michele Mazzarella.

Pubblicato in Sport
Giovedì, 28 Settembre 2017 00:00

Bici Sicura Montesilvano al Parco Le Vele

Montesilvano. Prosegue il progetto “Bici Sicura Montesilvano”, il servizio gratuito del Comune di Montesilvano che consente di punzonare, ossia marchiare la propria bicicletta, rendendola identificabile ed inserendola nell’Anagrafe delle Bici. Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, dalle 8:30 alle 14, nel Parco Le Vele verrà allestito un marking point mobile, dove sarà possibile recarsi, muniti di bici, fotocopia della carta di identità e codice fiscale e far punzonare il mezzo.
«Questo progetto - dichiara l’assessore Ernesto De Vincentiis - è divenuto un fiore all’occhiello del nostro Comune. Sono tantissimi i montesilvanesi e i residenti dei comuni limitrofi che hanno già usufruito di questi servizi dagli effetti evidenti. Proprio alcune settimane fa, infatti, un ciclista è riuscito a recuperare la sua bici rubata proprio grazie alla marchiatura. Invitiamo quindi i cittadini ad approfittare di questo weekend di sole per farsi un bel giro in bicicletta e raggiungerci al parco Le Vele».
Sul telaio di ogni bici viene inciso il codice fiscale del proprietario e fissata una speciale etichetta con numero progressivo. Il tutto confluisce in una banca dati a disposizione delle Forze dell’Ordine. La marcatura permette la rintracciabilità della bicicletta, disincentivando i furti ed il riciclaggio di bici rubate. Il servizio è a cura del Comune di Montesilvano – Sportello del Cittadino.

Pubblicato in Sport
Giovedì, 28 Settembre 2017 00:00

Presentata a Bucchianico la rosa del Doogle

Bucchianico. Presentata presso il Bar della Piana di Bucchianico la rosa dell’A.S.D. Doogle per la Stagione 2017/2018.
La conferma in blocco dei giocatori dello scorso anno ed un mercato nel quale la società del Presidente e Mister Gabriele Zuccarini ha assestato sette colpi importanti: questi i punti fermi per ripartire dopo l’annata trionfale 2016/2017 culminata con la vittoria della Coppa Abruzzo e la conseguente promozione in Serie C2.

Alla presentazione tanti volti noti, ma anche i nuovi arrivi felici di essere in un gruppo già ben consolidato … “il gruppo”: questa la parola chiave che ha portato il Doogle in soli due anni e mezzo di vita a traguardi impensabili quando la squadra nacque nell’estate del 2015.

Un mercato vissuto da grande protagonista: la società ha puntellato una rosa già competitiva grazie all’arrivo di giocatori pronti a dare una mano alla causa forti della loro esperienza maturata anche in categorie superiori. Sono approdati al Doogle Simone D’Alessandro (lo scorso anno in forza al Devils Futsal Chieti, vincitore di Coppa e Campionato in C2), Francesco Ricci (la passata stagione in prestito al Celtic Chieti), Luca Toto (proveniente dal Centro Sportivo Teatino che ha disputato la C2 nella passata stagione), Angelo Di Nardo (dal Minerva Chieti in C1) ed infine Matteo D’Orazio (con un passato nel Civitella Sicurezza Pro). Nelle ultime settimane altri due colpi: presi Stefano De Rosa dai Lions Bucchianico e Cristiano Carabella, in precedenza al Roccamontepiano e Centro Sportivo Teatino.

Queste le parole del presidente e mister Gabriele Zuccarini alla presentazione della squadra:

“Partendo da una stagione ricca di soddisfazione come quella scorsa, sarà difficile ripetersi e migliorarsi soprattutto in una categoria superiore per noi nuova, ma ce la metteremo tutta.
Abbiamo tenuto fede a quelli che erano gli obiettivi estivi: riconfermare la rosa in blocco e ampliarla con qualche rinforzo di esperienza. Non potevamo chiedere di meglio: sono arrivati sei giocatori di movimento più un portiere che, non solo hanno esperienze maturate anche in squadre e campionati importanti, ma sono ragazzi e soprattutto ottime persone che vanno dunque ad integrare un gruppo eccellente che è stato il fulcro sul quale abbiamo costruito i nostri successi.
La scorsa stagione, oltre alla vittoria della coppa, siamo stati sempre fra la prima e seconda posizione in campionato fino a cedere nel finale con il calo di concentrazione dopo appunto il successo di coppa. Probabilmente non saremmo finiti sesti se la finale fosse stata giocata in un altro momento. In C2 ci piacerebbe recitare il ruolo di matricola terribile: il nostro gruppo ha dimostrato di valere anche su campi difficili e spero possa farlo anche nella stagione alle porte.
La società ha operato bene sul mercato: con i nuovi arrivi sono sicuro che la rosa è stata rinforzata al meglio dal punto di vista tecnico. Abbiamo scelto cercando di prendere in primis delle persone che potessero ben inserirsi nel gruppo seguendo la filosofia Doogle e dare un contributo alla squadra dal punto di vista umano, poi ovviamente abbiamo cercato giocatori che avessero la voglia di mettersi in gioco con l’obiettivo di giocarci ogni partita fino alla fine: si potrà perdere, pareggiare o vincere, ma l’importante sarà aver lottato”.

Il Doogle quest’anno ha puntato ad avere una rosa ampia e a questo proposito Mister Zuccarini precisa:

“Lo scorso anno abbiamo lasciato qualche punto per strada proprio per assenze importanti in alcune partite, ora sono felice di avere una rosa che mi permetterà di avere tanti cambi a disposizione: questo non significa andare ad escludere qualcuno, ma creare una sana competizione interna ed avere più possibilità di vincere delle partite anche quando ci saranno appunto delle assenze di rilievo. Io ho parlato chiaramente coi giocatori: la stagione è lunga, ci sarà spazio per tutti. È chiaro che potersi girare con lo sguardo in panchina ed avere l’imbarazzo della scelta è un’ottima cosa. Ci saranno ovviamente dei turnover e delle tribune, bisognerà lavorare al meglio e dare disponibilità alla squadra.
Vogliamo essere protagonisti di un campionato nuovo per noi: l’obiettivo societario è di non rimanere in C2, ma di guardare oltre negli anni, abbiamo l’ambizione di salire in futuro, senza alcuna scadenza sempre con entusiasmo e serenità. È chiaro che mi piacerebbe recitare il ruolo di sorpresa, a chi non piacerebbe! Vorrei che anche le grosse squadre potessero soffrire contro di noi: devo vedere entusiasmo e voglia nei miei giocatori in ogni partita per puntare a fare bene”.

Sabato prossimo il primo impegno ufficiale della stagione, in coppa a Castelnuovo:

“Siamo stati inseriti in un triangolare con due squadre difficili. Sabato giocheremo su un campo particolare all’esterno in sintetico e lungo 40 metri, non partiamo favoriti. Il turno successivo affronteremo l’Atri che è una compagine che si è fusa con un’altra che ha un bagaglio tecnico importante, ma noi vogliamo mettercela tutta per dimostrare di potercela giocare con tutti. Sarà il primo test per capire quali sono le nostre potenzialità.
In campionato alla prima giornata affronteremo il Paul Merson, una delle favorite alla vittoria finale. È dunque un inizio in salita per noi, ma sono fiducioso. Cercherò di preparare la squadra al meglio per mettere in pratica ciò che abbiamo provato negli allenamenti.
Sono soddisfatto di come stiamo in questo momento, siamo in crescita: ci sono giocatori nuovi, una nuova organizzazione tattica diversa dallo scorso anno, ma il fatto che vedo tutti in crescita mi lascia ben sperare. Individualmente siamo abbastanza pronti, c’è qualche difficoltà fisica da parte di due o tre elementi della rosa, ma ovvieremo a questo con il resto dei giocatori".

Pubblicato in Sport

Pescara. Partirà dal primo ottobre la seconda parte del progetto “Solidarietà fa Sport”, ideato dall’Assessorato alle Politiche Sociali con l’intento di sensibilizzare i giovani e l’intera cittadinanza alle tematiche della disabilità di tipo fisico, psichico, sensoriale, intellettivo e relazionale. La seconda fase dell’iniziativa prevede la mappatura delle barriere architettoniche presenti in città, che sarà realizzata in collaborazione con gli studenti delle scuole. Oggi la presentazione con l’assessore alle Politiche Sociali, Antonella Allegrino, il Presidente della Commissione Consiliare Politiche Sociali Tonino Natarelli, rappresentanti delle associazioni che si occupano di disabilità, dirigenti scolastici e docenti delle scuole già partner nella prima parte del progetto.
"La prima parte di Solidarietà fa Sport ci ha consentito di organizzare oltre 50 incontri nelle scuole secondarie di primo e secondo grado di Pescara, grazie alla partecipazione di 20 associazioni che si occupano di sport e disabilità - ha spiegato l’assessore Antonella Allegrino - Agli incontri hanno preso parte circa 2500 studenti, che hanno avuto modo di partecipare a prove pratiche di diverse discipline e riflettere sul valore dello sport quale strumento per superare i limiti fisici, per interagire con gli altri e favorire l’inclusione. L’iniziativa ci ha aiutato molto, in termini educativi, perché i ragazzi hanno avuto la possibilità di confrontarsi con la disabilità, capire che anche gli ostacoli che appaiono insormontabili possono essere superati e acquisire maggiore sicurezza in se stessi. La seconda fase del progetto, che partirà il 1 di ottobre, Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche e terminerà il 3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità, sarà incentrata sulle barriere architettoniche e vedrà il coinvolgimento degli studenti delle scuole secondarie di primo grado della città. A loro chiederemo di partecipare a un’uscita nell'area circostante la propria scuola, in modo da analizzare sulle strade la presenza di barriere architettoniche e ostacoli prodotti da comportamenti inadeguati. In questo modo saranno degli speciali supporter della lotta alle barriere architettoniche ingaggiata dall’Amministrazione sin dal suo insediamento, che ha visto fra i primi atti la promulgazione di linee guida per l’abbattimento e ci vedrà impegnati sul campo nel 2018 con un atto per l’individuazione e l’abbattimento delle barriere su tutto il territorio cittadino. Dopo le uscite i ragazzi faranno la loro mappatura, che ci darà la possibilità di individuare criticità delle varie zone da sottoporre anche agli assessorati di competenza perché vengano risolte. I lavori prodotti dagli studenti e le cartoline che saranno realizzate dagli stessi con uno slogan e una grafica che solleciti al rispetto dei diritti delle persone con disabilità, verranno esposti il 1° dicembre nel corso di un evento al quale saranno invitate tutte le scuole. Tra le cartoline prodotte, ne saranno scelte tre che diventeranno parte della campagna di sensibilizzazione. Ci supporterà, in questa fase del progetto, anche il liceo artistico. L’iniziativa si concluderà il 3 dicembre con una mostra di sculture in pietra della Maiella dell’artista Michele Meomartino, rivolta ai non vedenti, che si terrà all’Aurum. Ringrazio tutte le associazioni che si occupano di disabilità e che continueranno ad accompagnarci in questo percorso, e le scuole che hanno aderito al progetto".

“Con questo progetto si sensibilizzano i ragazzi a problematiche che non rientrano nel loro quotidiano e si mettono le basi per una città senza barriere – aggiunge Tonino Natarelli - Da presidente della Commissione Politiche Sociali ha promosso un emendamento al Piano Sociale di recente approvato in Consiglio che affronta il problema come mai è stato affrontato: si investe la programmazione del lavoro e il primo passo è la mappatura della città, che deve essere fatta in modo rigorosamente scientifico. La Giunta comunale aveva già approvato un documento di strategia urbana di sviluppo sostenibile a questo si aggiunge il Piano Sociale che prevede la redazione di un piano di eliminazione con la presentazione di un budget di 100.000 euro che saranno utilizzate per la mappatura di tutte le strade di Pescara, al fine di segnalare le barriere da rimuovere. E’ questo uno degli aspetti più inediti e innovativi del nuovo Piano Sociale, che nel futuro potrà veramente cambiare in meglio la città e renderla più inclusiva”.

Pubblicato in Sport

Civitella Casanova. Venerdì 29 settembre, alle ore 9.00 presso la Sala Consiliare di Palazzo Pulsoni - Municipio di Civitella Casanova (Pe), verrà presentato il nuovo Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile rivisto e aggiornato, importante per tutta la comunità che, negli ultimi anni, si è trovata a fronteggiare numerose e complesse emergenze.

All’evento parteciperà, tra gli altri, il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Mario Mazzocca, responsabile delle funzioni di Protezione Civile Regionale, con il coinvolgimento delle forze di sicurezza operanti sul territorio.

Un piano di emergenza è l’insieme delle procedure operative d’intervento per fronteggiare una qualsiasi calamità attesa in un determinato territorio. E’ lo strumento che consente alle autorità di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni in un’area a rischio. Ha l’obiettivo di garantire con ogni mezzo il mantenimento del livello di vita “civile” messo in crisi da una situazione che comporta gravi disagi fisici e psicologici. Si tratta di un documento, quindi, in continuo aggiornamento dovendo tener conto dell’evoluzione dell’assetto territoriale e delle variazioni negli scenari attesi.

Subito dopo la presentazione del nuovo Piano di Emergenza Comunale, è previsto per le ore 11.30 anche un incontro informativo per i ragazzi delle scuole civitellesi presso la palestra della scuola “B.Croce”.

Saranno solo i primi passi di un percorso che prevede diverse tappe allo scopo di giungere ad una matura consapevolezza e conoscenza degli importanti contenuti di questo fondamentale documento.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. «Valorizzare le diversità, le grandi risorse che il nostro Abruzzo vanta nel mondo, e stimolare quel senso di appartenenza ad una unica comunità, sono ambiti su cui lavoriamo sempre con grande attenzione. Ecco perché abbiamo aderito con entusiasmo a questo protocollo di intesa, che ci vedrà parte attiva di una rete che alimenta l’internazionalizzazione regionale». Così l’assessore alla Cultura Ottavio De Martinis annuncia l’adesione al protocollo di intesa sottoscritto dal CRAM Abruzzo (il Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo), del dipartimento Scienze Giuridiche e Sociali – Insegnamenti di Sociologia Politica e Diritto Costituzionale dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti, dell’Aric (Agenzia Regionale di Informatica e di Committenza) della Fondazione Dean Martin e dal Comune di Montesilvano.
Secondo quanto stabilito nel protocollo, il CRAM si impegna a coordinare l’attività delle 150 Federazioni e Associazioni iscritte nell’Albo regionale; l’Università lavorerà per costituire un Osservatorio regionale sul fenomeno della migrazione abruzzese che promuova attività di monitoraggio e ricerca, scambi culturali e studio; l’Aric renderà disponibile una APP web denominata CEM (Centro per l’Emigrazione abruzzese nel mondo), per la gestione e la raccolta dei materiali documentali; la Fondazione Dean Martin si occuperà della creazione di un Centro di Sviluppo sull’Emigrazione con incontri nazionali ed internazionali. Il Comune metterà in atto iniziative sui temi legati ai fenomeni migratori volte alla valorizzazione delle diversità ed alle modalità di integrazione della diversità stessa.
«Crediamo che questo progetto - dice ancora De Martinis - sia strategicamente valido anche da un punto di vista turistico, oltre che culturale, perché rappresenta un’opportunità per l’immagine nazionale e internazionale della nostra città».
«Il Centro di Studi sull’emigrazione – afferma la presidente della Fondazione Dean Martin, Alessandra Portinari - è un’occasione straordinaria per realizzare l’anagrafe degli abruzzesi del mondo. Un progetto ambizioso al quale da anni si sta lavorando per avere non solo dei numeri più precisi, ma per studiare un fenomeno che ha visto coinvolti migliaia di abruzzesi. Una stima necessaria per studiare a livello sociale ed economico l’emigrazione regionale. Come Fondazione Dean Martin da dieci anni, attraverso il Premio omonimo, raccontiamo storie di emigrazione e abbiamo una documentazione utile alla ricerca. Inoltre, intendiamo ampliare i nostri dati valorizzando gli abruzzesi che hanno dato un grande contributo nei Paesi di residenza. La Fondazione Dean Martin attraverso il protocollo favorirà la creazione di una rete tra le città abruzzesi e italiane che promuovono la cultura dell’emigrazione con manifestazioni, festival ed eventi. Tra i vari obiettivi la nascita di un museo sulla storia e la cultura dell’emigrazione, a cui stiamo già lavorando con il Comune di Montesilvano».

Pubblicato in Politica

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione