Articoli filtrati per data: Settembre 2017

Pescara. “A fronte delle comunicazioni della Asl circa la non potabilità dell’acqua erogata da altre due fontanine, in Piazza Grue e accanto all’Aurum, l’Amministrazione si è subito mobilitata a tutela della salute pubblica: sono stati messi avvisi sugli impianti interessati, è stata emessa una nuova ordinanza per inibirne l’utilizzo e abbiamo subito chiesto all’Aca, che è l’ente a cui compete il servizio idrico, anche una verifica in tempi brevi della potabilità dell’acqua erogata da tutte le fontanine presenti in città e una mappatura delle stesse, affinché si possa arrivare ad un quadro completo della situazione, per avere anche risposte sulle cause della non potabilità".
Così in una nota l’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Pescara, Simona Di Carlo, che aggiunge: "Dall’Aca ci arrivano assicurazioni del fatto che il problema non riguarda la rete idrica a servizio delle abitazioni, ma le sole fontanine e da quanto ci viene riferito risiede nello stato dell’ultimo tratto delle tubature su cui l’acqua scorre e ristagna. A tale proposito il Settore Ambiente del Comune, mobilitato sulla situazione da quando sono stati emessi i primi provvedimenti, ha contattato una ditta specializzata per effettuare la manutenzione della parte terminale della rete che già da domani opererà sulle fontane messe in sicurezza, in attesa degli ulteriori riscontri sulla potabilità”.

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. Si è conclusa, oggi alle 12, l’asta pubblica per la vendita (a corpo e non a misura), del terreno di proprietà comunale sul lungomare Trieste, zona sud.

Il dirigente dell’ufficio Tecnico ha constatato che è arrivata una sola offerta ma fuori tempo massimo, per cui è stata dichiarata inammissibile in quanto il bando prevedeva espressamente: “Non saranno prese in considerazione offerte pervenute oltre le ore 12 del giorno precedente all’asta”.

La proposta è arrivata, ieri, dopo quell’orario e quindi la busta non è stata nemmeno aperta.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “Sono partiti oggi nel quartiere di San Donato i lavori relativi ad uno degli ultimi interventi che fanno parte dell’appalto quadro del Comune di Pescara con la ditta Giuveter. Il progetto prevede la realizzazione di un parcheggio che si trova di fronte al Tigre di via San Marco, dell’estensione di 723 mq, oltre al rifacimento della rete fognaria a servizio del parcheggio e di un battuto che consentirà di ricavare altri 29 nuovi posti auto, più posti moto a servizio del quartiere".
Così in una nota l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pescara, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Sempre oggi e con un giorno di anticipo rispetto al cronoprogramma dei lavori, sono inoltre terminati gli interventi relativi alla realizzazione dello scolmatore su viale Pindaro. La viabilità è stata ristabilita in anticipo rispetto a quanto previsto e la nuova opera consentirà di salvare dagli allagamenti la zona”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Nella giornata di domani, l’Azienda Comprensoriale Acquedottistica (A.C.A.) che gestisce il sistema idrico integrato del Comune di Chieti, effettuerà un intervento in Vico Real Liceo per ripristinare il tratto di rete fognaria che ha causato, oltre ad uno sversamento di acque e liquami, un abbassamento del decoro centrale in porfido”. Lo annuncia l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice.

«L’intervento, che viene realizzato grazie alla continua e fattiva collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e l’A.C.A. – aggiunge l’Assessore Di Felice - prevede che, una volta effettuata la riparazione, si proceda al rifacimento del manto stradale nella sua originale integrità con il ripristino dei materiali di pregio preesistenti».

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, presso la sede di via Vicoli, ha partecipato all’assemblea del CdA della Teateservizi nel corso della quale ha provveduto a nominare, quale nuovo Amministratore Unico della società partecipata, Carlo Festa, consulente aziendale e revisore di cooperative, il quale subentra al dott. Valerio Visini che lascia l’incarico a conclusione del proprio mandato dopo tre esercizi finanziari, come da previsione statutaria della società e in base alle norme dettate dalla Legge Madia.

«A conclusione dell’istruttoria avviata per valutare i 14 curricula pervenuti – ha specificato il Sindaco Di Primio – e avendo rinvenuto specifiche competenze, la scelta è caduta sul nome di un professionista teatino con una profonda conoscenza del tessuto socio economico della città. In giornata verrà firmato il decreto di nomina del nuovo Amministratore Unico».

Il Sindaco Di Primio ha, poi, incontrato i dipendenti della Teateservizi per presentare loro il nuovo Amministratore, annunciando che, entro il mese di ottobre, gli uffici della società saranno trasferiti presso i locali della Delegazione Comunale di piazza Carafa a Chieti Scalo in spazi più idonei e più sicuri.

«Vorrei che la Teateservizi – ha aggiunto il Sindaco rivolgendosi ai dipendenti – operasse come un’azienda posizionata sul mercato, con una mentalità più aperta capace di renderla sempre più efficiente e verso una nuova stagione di totale rinnovamento. In tal senso, a breve, potrebbero verificarsi dei cambiamenti che, in ogni caso, non incideranno sui livelli occupazionali».

Il Sindaco Di Primio ha voluto, quindi, ringraziare, a nome personale e dell’Amministrazione Comunale, il dott. Valerio Visini per il lavoro svolto.

«Desidero ringraziare, al termine di questo lungo percorso fatto insieme – ha aggiungo il Sindaco - il dott. Valerio Visini per l’appassionato lavoro che ha compiuto, prima quale Presidente del CdA e, da ultimo, quale Amministratore Unico della Teateservizi.

Sono stati anni di continue riforme in materia di finanza pubblica che, non di certo, hanno aiutato la principale attività che la Società è chiamata a svolgere. Alle carenze, spesso anche organizzative e strumentali, il dott. Visini ha fatto fronte con un servizio quotidiano e competente. Ciò nonostante – aggiunge il Sindaco - la nostra Partecipata non è affrancata dalle problematiche che investono l’intero sistema degli Enti Locali e delle Società pubbliche. Sono certo, però, che quanto prodotto, soprattutto in questi ultimi due anni, ci aiuterà a compiere le scelte più giuste per il Comune e per la Teateservizi e, quindi, per i cittadini di Chieti.

Nonostante le regole e le norme vigenti impongano di interrompere la collaborazione, sono convinto che il dott. Visini non farà mancare la sua vicinanza, i suoi consigli e la sua partecipazione nelle riflessioni che andremo a svolgere per disegnare il futuro assetto.

Ora dobbiamo guardare al futuro, ripartire dalle cose buone che sono state fatte in questi anni ed iniziare a comprendere quale debba essere l’evoluzione di Teateservizi e di Chieti Solidale in un contesto che è totalmente cambiato e che continua a mutare anche in ragione delle nuove norme legate al Decreto Madia».

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Questa mattina, due pattuglie della Polizia Municipale, coordinati dalla Comandante, Donatella Di Giovanni, cui rivolgo il mio apprezzamento, hanno eseguito lo sgombero definitivo di un campo nomadi che, da un paio di giorni, si era insediato nei pressi del parcheggio di Megalò.”. E’ quanto rende noto il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

«Esperite le procedure di identificazione – prosegue il Sindaco - gli agenti hanno provveduto a liberare la zona dalle sette roulotte. Già nella serata di ieri, la Polizia locale era intervenuta per eseguire lo sgombero dei mezzi provenienti dalla Sicilia che, tuttavia, alle prime ore di questa mattina, si erano nuovamente presentati per occupare l’area.

L’intervento rientra nell’ambito di quel controllo del territorio che si rende oggi più che mai necessario per garantire sicurezza e renderla sempre più percepibile ai cittadini.

Come annunciato, nei prossimi giorni – conclude il Sindaco - definiremo la revisione del Regolamento di Polizia Urbana così da adeguarlo al Decreto Sicurezza DL 14/17 in modo da poter attuare le nuove sanzioni previste anche in città quali: l’ordine di allontanamento e il divieto di avvicinarsi fino a 48 ore al luogo dal quale si è stati allontanati, fino al divieto di accesso previsto nei casi di reiterazione della violazione dell’ordine di allontanamento, a dimostrazione di come anche i comuni e la Polizia Municipale possono fare la loro parte in materia di sicurezza urbana».

Pubblicato in Cronaca

Atessa. "Associazioni e comitati diffidano la commissione di Valutazione di Impatto Ambientale della regione Abruzzo, dall’ assecondare la richiesta della proponente Marcantonio sas, di prorogare i termini per valutare il progetto".

Si legge così in una nota di Noimessidaparte, Wwf zona frentana e Comitato No Inceneritore Val di Sangro, che prosegue: "Dopo oltre 2 anni dalla presentazione del progetto di pirogassificazione di rifiuti, previsto tra i comuni di Lanciano e Sant’Eusanio del Sangro, la società proponente chiede una proroga per integrare il progetto fino al 31 dicembre 2017. Il progetto, ricordiamo, prevede di lavorare oltre 33000 t di rifiuti annue, tra cui plastiche e rifiuti industriali ed è stato già fortemente contestato con manifestazioni e sit-in da comitati, associazioni ambientaliste e amministrazioni comunali.
Come già evidenziato nelle osservazioni inviate nell’ambito della procedura di valutazione, oltre agli impatti ambientali ineludibili, in specie per i due Siti di Interesse Comunitario -SIC- Lago di Serranella e Bosco di Mozzagrogna, il recupero energetico, è una strada obsoleta. L’innovazione tecnologica ha di fatto reso il recupero di materia assai più vantaggioso con ottime ricadute sugli aspetti ambientali e occupazionali, quindi la regione Abruzzo ha bisogno di impianti che siano di supporto alla raccolta differenziata, in modo particolare impianti di compostaggio e di recupero di materia, così facendo il rifiuto diventa una risorsa e non un problema per l’ambiente e la salute. Ma è l’ennesimo progetto dove le scelte non vanno in direzione del volere dei cittadini. Difatti ci troviamo ancora una volta di fronte ad un paradosso, siamo ben oltre il termine dei 150 gg. e quando finalmente sembrava che i tecnici della commissione si avviavano ad una più concreta e giustificata archiviazione il tutto viene rimesso in discussione. Il 30 maggio scorso, il responsabile del servizio valutazione ambientale invia una nota in cui intima all’azienda proponente di integrare il progetto con i documenti richiesti, pena l’archiviazione del procedimento VIA. Trenta giorni dopo i documenti integrativi non arrivano sulle scrivanie del servizio di valutazione, ma arriva da parte della proponente Marcantonio Sas ,il 4 luglio, quindi oltre il termine precedentemente imposto, una richiesta di sospensione del procedimento fino al 31 dicembre 2017. Il giorno dopo gli stessi dirigenti che avevano predisposto il termine dei trenta giorni, non accolgono la richiesta di sospensione fino a fine anno, in virtù dell’enorme tempo già concesso ma concedono 90gg di proroga, poi si procederà comunque ad inserire la pratica all’ordine del giorno. Tutto questo ci sembra assurdo!".

"Eppure la normativa, in questo caso, gli artt. 24 e 26 del d.lgs. 152/2006 e l’art. 2 della L. 241/1990 sono chiari - conclude la nota - i termini sono scaduti e non dovevano esser concesse ulteriori proroghe. È su questo solco, che noi del COMITATO POPOLARE NO INCENERITORE IN VAL DI SANGRO, WWF Zona Frentana e associazione NOIMESSIDAPARTE, in data odierna, diffidiamo la commissione CCR-VIA a concedere ulteriori proroghe e invitiamo la stessa ad archiviare definitivamente il suddetto progetto, tanto più che la giurisprudenza non lascia spazio a sospensioni sine die, motivate da qualsivoglia esigenza estranea al paradigma normativo che regola l’attività amministrativa".

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 28 Settembre 2017 00:00

Pescara, nuova ordinanza su altre due fontane

Pescara. “Solo nel tardo pomeriggio di oggi siamo venuti a conoscenza del fatto che su altre due fontanine si sono rilevati valori non conformi alla potabilità. Si tratta delle fontane del parco Di Cocco e di quella del parco Falcone. Malgrado i dati fossero solo lievemente al di sopra dei parametri, abbiamo subito provveduto a chiudere con una ulteriore ordinanza i due impianti".
Così in una nota l’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Pescara, Simona Di Carlo, che aggiunge: "L’Amministrazione ritiene necessario capire la misura di questo fenomeno e le cause, a tale fine tramite gli uffici convocherò al più presto un tavolo tecnico con tutti gli enti interessati, per valutare la situazione, stabilire una procedura di comunicazione e di intervento più tempestiva e per fissare delle azioni a tutela della salute pubblica.
Nell’attesa di avere un quadro chiaro ed esauriente del fenomeno condivideremo con l’ente gestore l’opportunità di intraprendere a titolo precauzionale un provvedimento più esteso”.

Pubblicato in Cronaca

Milano. Sono aperte fino al 9 ottobre le domande di iscrizione alla diciassettesima edizione del Master in Comunicazione Musicale promosso dall’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica di Milano. I colloqui di selezione si svolgeranno il 19 e il 20 ottobre, mentre le lezioni partiranno il 6 novembre 2017. A disposizione anche quest’anno due borse di studio parziali (a copertura di metà della retta d’iscrizione) per i primi due candidati della graduatoria. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Master (http://almed.unicatt.it/ComunicazioneMusicale).

Giunto alla sua 17° edizione, il Master in Comunicazione Musicale dell’Università Cattolica continua a formare a 360° i suoi studenti, portando in cattedra docenti universitari, artisti e un numero sempre maggiore di ex alunni del Master. È il caso di Luca Di Cataldo, Direttore di produzione e Tour manager presso Ponderosa Music&Art, di Giovanni D’Amico, Project Manager di iAM Management & Artist Consulting, e di Gabriele Sinesio, Social media Manager presso Believe Digital: tutti ex studenti del Master passati all’altro lato della cattedra in quanto affermati professionisti del settore della musica. Continuando a dedicare spazio al ciclo di lezioni tenute da ex-allievi per raccontare le case history delle aziende presso le quali oggi lavorano, il corso si arricchisce di due nuovi laboratori: “Comunicazione strategica e gestione del rapporto con gli artisti” tenuto da Veronica Corno (Responsabile Comunicazione di F&P Group) e “Gestione della musica sui media: videoclip e playlist” a cura di Marco Danelli (Music Editor e Programmer di MTV).

«I nostri ex studenti sono ormai affermati professionisti del settore – racconta Gianni Sibilla, direttore didattico del Master – è impossibile lavorare nella musica oggi e imbattersi in qualcuno che non sia passato dalle nostre aule. “Anche tu dal Master Musica?” è ormai una domanda di rito. E i ragazzi sono diventati talmente bravi ed esperti che spesso passano dall’altro lato della cattedra, come docenti dei nuovi studenti del Master. È una delle cose che ci rende più orgogliosi».
Distintosi negli anni per il proprio livello di aggiornamento e innovazione, il Master in Comunicazione Musicale è stato il primo corso universitario in Italia rivolto a laureati e laureandi di qualsiasi facoltà (e/o titolo equipollente, es. diplomati al conservatorio) specificatamente dedicato allo studio dell’industria della musica pop e al suo rapporto con il mondo della comunicazione e dei media. Il Master si riconferma come il percorso di formazione più valido per chi desidera lavorare nel settore della comunicazione musicale: agli studenti viene fornita una conoscenza teorica e pratica delle tecniche e dei processi di comunicazione per la diffusione del prodotto musicale attraverso tutti i media: radio, televisione, internet, uffici stampa, discografia, eventi, live. Gli strumenti sono corsi, laboratori, project work, incontri e case history.

Il percorso prevede inoltre un periodo di stage finalizzato all'inserimento formativo dello studente nel contesto reale del mondo del lavoro, sia presso aziende convenzionate – con le quali il Master ha maturato una consolidata collaborazione negli anni – sia presso nuove realtà ricercate ogni anno in base all'andamento del mercato musicale. Con oltre 400 stage attivatipresso etichette discografiche, agenzie media musicali, uffici stampa e promoter, le percentuali di placement si attestano tra il 66% e il 90% a soli sei mesi dal termine delle lezioni.

In 16 anni sono stati selezionati oltre 400 studenti tra le quasi 1500 domande di ammissione ricevute, per un totale di oltre 7000 ore in aula, tra incontri con gli operatori del settore, laboratori e lezioni sulla discografia, distribuzione, promozione e marketing, fino alle nuove frontiere dei big data e dello streaming. Le testimonianze dei professori e degli ex studenti sono disponibili sul sito ufficiale dell’ALMED nella sezione “Alumni” e sui canali social del Master.

Al seguente link è disponibile il video-racconto realizzato durante l’esperienza della classe dell’edizione2016/2017 del Master presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano: https://www.youtube.com/watch?v=NoR2G40s4qw&feature=youtu.be. Accompagnati dal Prof. Luca Di Cataldo, docente di “Marketing e management del prodotto musicale: l’evento”, gli studenti hanno potuto assisteresul campo ad una lezionesulla produzione di un concerto.

Pubblicato in Cultura e eventi

Milano. “NOVILUNIO”è il titolo del secondo album del violoncellista albanese REDI HASA e della cantante salentina MARIA MAZZOTTA, in uscita il 13 ottobre per Ponderosa Music Records.L’album è già disponibile in pre-order su iTunes, con l’instantgratification del brano inedito “AuxSouvenirs”. Da venerdì 29 settembre, inoltre, con il pre-order sarà disponibile anche una seconda traccia estratta dal disco, “25 Trecce”.

I due artisti, che dal 2010 reinventano le tradizioni musicali delle loro terre d’origine, l’Albania di Redi Hasa e il Salento di Maria Mazzotta, traggono ispirazione l’uno dall’altra nella perfetta fusione tra il suono sontuoso, lirico e introspettivo del violoncellista che Ludovico Einaudi vuole sempre con sé e che Robert Plant ha chiamato a suonare nel suo ultimo disco, e l’interpretazione luminosa e taumaturgica di una delle cantanti protagoniste del Rinascimento salentino, ex-voce del Canzoniere Grecanico Salentino.

«Novilunio è l'inizio di un nuovo capitolo – raccontano gli artisti – il tentativo di cimentarci nella scrittura e creazione di un nostro linguaggio musicale. Per la realizzazione di questo progetto abbiamo collaborato con grandi musicisti che ci hanno permesso di aprire lo sguardo verso nuove culture e sonoritá, comeBijanChemirani (bendir, daf, zarb, cymbals) dall'Iran e MehdiNassouli (guembri, karkabs, bendir, tarr, voce) dal Marocco. Questo disco è il risultato del nostro sodalizio, nel rispetto delle radici e allo stesso tempo creativo e sperimentale, un’unione simbolica tra l’archetipo della notte e quello della luce».

“NOVILUNIO”, prodotto da Alberto Fabris e registrato dal genio fonico di Tim Oliver negli studi della Real World di Londra, presenta otto canzoni inedite, un brano della tradizione albanese e uno di quella italiana.

Queste le date confermate del tour in continuo aggiornamento con cui Redi Hasa e Maria Mazzotta presenteranno “NOVILUNIO” in Italia e in Europa: Il19 NOVEMBRE al Centro Culturale Candiani di MESTRE (Venezia);il 20 NOVEMBRE in occasione della “Milano Music Week” alla Salumeria della Musica di MILANO; il 27 NOVEMBRE al Comedy Club di PARIGI (FR); il 2 DICEMBRE al Theatre Molière di BRUXELLES (BE); il 22 DICEMBRE al Folk Club di TORINO; 18 GENNAIO alla Sala Studio dell’Auditorium Parco della Musica di ROMA; il 19 APRILE al Teatro dei Rinnovati di SIENA.

Dalla collaborazione tra il violoncellista albanese REDI HASA e la cantante salentina MARIA MAZZOTTA nasce nel 2010 il duo “HASA-MAZZOTTA”, progetto di ricerca che lega le potenti note del violoncello di Redi alla leggerezza della voce di Maria, permettendo a entrambi gli artisti di esprimersi totalmente, come musicisti, compositori e arrangiatori. Nel 2014 i due pubblicano “Ura”, disco d’esordio che porta alla luce i legami possibili tra i repertori che navigano attraverso l’Adriatico unendo i Balcani e i Carpazi con le regioni del Sud dell’Italia. Fondamenta del repertorio del progetto sono le storie delle rispettive terre d’origine, delle genti della Vecchia Europa e dei migranti di ogni tempo e luogo, che Maria e Redi interpretano e ripropongono secondo il proprio sentire.Sapori, profumi, luci e ombre dell’esistenza umana vengono trasformati in suono che coinvolge e in storia che ammalia, o più semplicemente in emozione. Sperimentazione e improvvisazione sono strumenti dosati con saggezza per sentire l’appartenenza di un brano e imprimervi la propria personalità.

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione