Articoli filtrati per data: Mercoledì, 13 Settembre 2017

Ortona. Si tratta del quarto test per la SIECO Ortona che dopo aver affrontato il Foligno di Serie B e due volte la Videx Grottazzolina (Serie A2 UnipolSai), scende in campo contro il Pineto, impegnato nel campionato di Serie B, per quello che sarà il penultimo allenamento congiunto di questo pre-campionato.


PRIMO SET che vede i padroni di casa calare il sestetto tipo con Andrea Lanci al palleggio e Bencz opposto. Centrali Simoni e Menicali, schiacciatori Ottaviani e Tartaglione. Libero Provvisiero. Parte forte la SIECO grazie all’opposto Milan Bancz, una vera e propria bocca da fuoco che porta prima il vantaggio sul 3-0 e poi sul 7-2. Il Pineto si da una scossa proprio quando la SIECO pensa di aver gioco facile e riesce a raddrizzare il risultato 9-9. Messaggio ricevuto da parte dei ragazzi allenati da Nunzio Lanci che ricominciano a carburare e a macinare punti. Sul 13-9 il Pineto chiede tempo ma l’Ortona allunga 17-10. Questa volta la concentrazione degli impavidi rimane alta nonostante il pesante gap di vantaggio sugli avversari ed il Set finisce con un roboante 25-15 per Lanci & Co.

Il SECONDO SET parte senza variazioni nella formazione di casa ma con un Pineto che torna in campo più determinato a rendere la vita difficile agli ortonesi. Prima parte del SET equilibrata con il Pineto a tentare la fuga e la SIECO a rincorrere: 3-5. Si va avanti punto a punto ma la SIECO, quando il tabellone segna 15-15 mette la freccia, sorpassa e da gas: 20-15 ed ora gli ospiti sono a debita distanza. Ultima parte del set con l’Impavida a controllare e gli ospiti che non riescono a recuperare un set che è letteralmente scivolato via dalle loro mani. Anche questo parziale si chiude con un vantaggio netto per la SIECO che conquista il set 25-19.

Spazio a qualche cambio nel TERZO SET. Capitan Andrea Lanci è sostituito al palleggio da Sitti, così come l’opposto che ora è Zanettin. Novità anche al centro con Zanini a rimpiazzare Simoni. Entra in campo anche Pietro Di Meo che schiaccerà al posto di Ottaviani. È subito l’impavida a partire bene 4-2 ed il pubblico è divertito da pregevoli azioni dove le due squadre sfoderano attacchi e difese degne di nota. Tuttavia, arriva un Black-Out per la formazione di casa e questa volta il Pineto è lesto nell’approfittarne 4-6.
Ospiti che non hanno davvero intenzione di fermarsi e costringono Coach Nunzio Lanci a chiamare due tempi in rapida successione, il primo sul 5-9 ed il secondo sul 5-11. Difficoltà in fase ricettiva ed il cambio Pesare/Provvisiero non porta i benefici sperati per l’Impavida; il Pineto allunga ancora 7-19. L’Impavida si ricorda di giocare e tenta un disperato recupero che però non arriva ed il set, da dimenticare per i padroni di casa, si conclude sul 14-25.

Incomincia quindi il QUARTO SET e Mister Lanci decide di non cambiare nulla rispetto allo sfortunato set precedente. I ragazzi in campo hanno voglia di riscattare una prestazione sotto tono e infatti Zanettin fa il suo secondo ACE di fila portando i suoi sul 4-3. Ora la SIECO fa la SIECO ed allunga ancora 6-3. Adesso sembra riuscire tutto agli impavidi. Insidioso il servizio di Sitti 13-6. L’attacco di Tartaglione fa segnare 16-9, l’Ortona mantiene un ampio margine di vantaggio e si prepara al rush finale. Sul 23-14 si registrano due cambi per i padroni di casa. Coach Lanci schiera i giovani Rustignoli e Samuele Lanci al posto di Tartaglione e Di Meo ma i due avranno poco tempo per dire la loro in questo set che si conclude 25-14 con i ragazzi felici di aver riscattato l’opaca prestazione del terzo set.

Mister Nunzio Lanci: «È stata una partita che è servita a migliorare l’intesa tra palleggiatore e attaccanti ed è qualcosa che a noi serve moltissimo ora che l’esordio in campionato si avvicina. Abbiamo dato spazio a tutti per non affaticare ulteriormente i ragazzi che sono carichi di lavoro. C’è ancora da sistemare qualche meccanismo ma ci stiamo lavorando. Dobbiamo essere positivi ed ottimisti in vista del difficile esordio a Spoleto».

Intanto da segnalare l’ultimo test degli impavidi che sabato 16 settembre affronteranno in casa, in allenamento congiunto il Potenza Picena ritrovando da avversario il libero Alessandro Toscani. L’inizio del riscaldamento è previsto per le ore 17. Ma gli impegni sul taccuino del pre-campionato non si esauriscono qui. Giovedì 21, infatti, alle ore 19.00 presso la Sala Eden di Ortona la SIECO presenterà alla cittadinanza non solo i nuovi atleti impegnati nel Campionato di Serie A2 UnipolSai ma anche tutte le attività in cui è coinvolta con la sua squadra gemella femminile Volley Junior.

Pubblicato in Sport

Pescara. “E' dal 20 gennaio 2011 giorno della sua inaugurazione che la Chiesa di San Giovanni Battista e San Benedetto Abbate di via Pandolfi sogna la realizzazione di una bretella di collegamento tra la parrocchia e via Di Sotto, una bretella che possa aiutare i fedeli a raggiungere la Parrocchia ma che riduca anche il traffico di transito su via Di Sotto".
Così in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, ed il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli, che aggiungono: "Per poterlo fare abbiamo avuto bisogno di portare in Consiglio Comunale una delibera con cui il Comune ha effettuato una permuta di terreni. Abbiamo acquisito questa mattina a seguito del voto del Consiglio Comunale il terreno di collegamento tra via di Sotto e Strada Pandolfi.
Questo ci consente di iniziare a lavorare per la programmazione di una strada di collegamento tra via Di Sotto e la Parrocchia, bretella viaria che non dovrebbe richiedere troppi fondi per la realizzazione. Era una richiesta che proveniva da vari Consiglieri comunali e soprattutto da fedeli e residenti dei Colli, che nella Parrocchia di San Giovanni Battista e San Benedetto hanno trovato un utile centro di aggregazione anche per le attività che si svolgono fuori dalle celebrazioni.
Acquisiamo un terreno di mq, 780 e cediamo ai proprietari un terreno di mq. 198 e da oggi inizieremo a pensare come finanziare la bretella di collegamento tra via Di Sotto e Strada Pandolfi”.

Pubblicato in Politica
Mercoledì, 13 Settembre 2017 00:00

Indetto di sciopero alla Fca di Atessa

Vasto. "Riprendiamocii nostri tempi di vita. GLI STRAORDINARI AL SABATO ED ALLA DOMENICA alla FCA Italy di Atessa sono diventati ormai ordinari, anzi, strutturali. E non basta: sulle linee siamo sempre di meno, e lavoriamo sempre di più".
Si legge così in una nota del Cobas Vasto, che prosegue: "Il mercato tira? La produzione del Ducato richiede un maggiore impegno produttivo? La soluzione dell’Azienda è sempre e solo una: aumentare l’impegno di chi già lavora sia in termini di fatica sia aumentando i giorni in cui dobbiamo stare a disposizione. NON CE LA FACCIAMO PIU’,a tutto c’è un limite, e quel limite ad Atessa è stato da tempo superato. Per questo abbiamo deciso di iniziare a difendere i nostri spazi di vita, almeno in parte, e di astenerci dalle prossime chiamate “straordinarie”, cominciando a riprenderci i sabati e le domeniche. Il Cobas dichiara pertanto SCIOPERO per l’intero turno notturno con inzio alle ore 22 di DOMENICA 17 settembre; per l’intero turno notturno con inzio alle ore 22 di DOMENICA 24 settembre; per l’intero turno di mattina con inizio alle ore 06:00 di SABATO 30 settembre. Lo sciopero è indetto contro la politica aziendale di aumento dello sfruttamento e di utilizzo sfrenato degli straordinari. Lo sciopero è indetto per l’aumento della occupazione e contro la riduzione dei posti di lavoro sulle linee: no alla intensificazione dello sfruttamento, si a nuove assunzioni".

"Lo sciopero - conclude la nota - è indetto anche come iniziativa solidale in collegamento con tutte le lavoratrici ed i lavoratori del gruppo FCA Italy Spa che sono colpiti da cassa integrazione che dura ormai da anni, da trasferimenti coatti da uno stabilimento all’altro, dai reparti confino e dalla minaccia di espulsione, e che vogliono contrastare questo stato di cose e riprendere un protagonismo come operai. Iniziamo a difendere qui e ora il nostro lavoro e la nostra dignità di lavoratrici e di lavoratori, Ma sappiamo anche di non essere soli, che in tutte le fabbriche del gruppo FCA, anche se oggi molte di meno di un tempo, c’è sempre chi ha deciso di non abbassare la testa e riprendere a lottare. Facciamo anche noi la nostra parte".

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 13 Settembre 2017 00:00

Pescara, interventi al parco di Villa Sabucchi

Pescara. Sono partiti questa mattina i lavori nell'area giochi del Parco Sabucchi ed alla partenza dei lavori erano presenti il vice Sindaco e assessore ai parchi Antonio Blasioli e il Consigliere Stefano Casciano.
Si tratta di lavori che attengono a delle altalene e a degli scivoli che per l'uso si erano deteriorati risultando inutilizzabili.

“Sempre oggi è stata realizzata anche una traccia per la istallazione di una fontanella nell'area di sgambettamento del Parco Sabucchi – così il vice sindaco e assessore ai Parchi Antonio Blasioli - che a breve verrà posta e sempre oggi è stato rimosso un grosso albero caduto nella notte nell'area recintata. Nei prossimi giorni con gli agronomi effettueremo altri controlli sugli alberi del parco che viene tenuto in maniera impeccabile dalla Laad che lo gestisce per conto del Comune dopo il rinnovo della gestione.
Altri parchi sono oggetto di manutenzione in questi giorni e altre manutenzioni arriveranno ma occorre fare un salto di qualità nell'utilizzo che si fa dei parchi. Nei prossimi giorni ci saranno nuovi controlli in borghese della nostra Polizia Municipale per sanzionare chi non rispetta le regole per l'utilizzo di queste aree verdi”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Si è fatto il punto sia sull’edilizia scolastica che sulle verifiche fatte e da fare sulla vulnerabilità degli edifici nella conferenza stampa tenuta oggi dal sindaco Marco Alessandrini e dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Giacomo Cuzzi, a cui ha preso parte anche il dirigente del Settore Edilizia Scolastica Pierpaolo Pescara che ha illustrato le modalità dei lavori partiti e in partenza, nonché i criteri che hanno animato sia la redazione della delibera approvata in Giunta in gennaio sulla ricognizione dello stato di tutti gli edifici comunali, sia le azioni che ne sono scaturite da allora ad oggi.

“La sicurezza delle nostre scuole ci interessa da sempre e in modo prioritario – così il sindaco Marco Alessandrini - per questo abbiamo fortemente voluto una circostanziata delibera che non ha precedenti nella storia amministrativa della città, per avere un quadro delle cose fatte e di quelle da fare quando nessuno si era ancora posto il problema e quando l’argomento non era di punta sui media. A seguito di tale atto ci siamo impegnati in Consiglio Comunale e oggi ne rendiamo conto, perché questo argomento non venga strumentalizzato dalla politica, la stessa che ha governato prima di noi senza porsi il problema, o quella che vuole governare senza dare proposte. All’assessore Cuzzi va dato atto di un lavoro grande e sensibile che sta portando avanti sulle scuole, che a noi interessano in quanto “contenuti”, infatti io le frequento dal primo giorno e ogni settimana non faccio mancare la mia presenza nelle scuole perché le ritengo luoghi fondamentali per la crescita fisica e culturale delle persone e in quanto “contenitori”, perché devono essere sicure e su questo di certo noi ci siamo applicati con progetti, risorse e soluzioni e continueremo a farlo”.

“Va fatta chiarezza nel dibattito mediatico scatenato in questi giorni, perché l'edilizia scolastica è un tema presente nel nostro programma, nelle linee di mandato e nella nostra azione amministrativa – sottolinea l’assessore Giacomo Cuzzi - Ho sentito parlare di una mozione pentastellata sulla necessità di attivare investimenti “disattesi” e ci si accusa di sette mesi di immobilismo: è una grande bugia, ma per fortuna nelle Amministrazioni più che la politica parlano i fatti e gli atti e, parlando di fatti, la Giunta il 26 gennaio ha approvato la delibera n. 45 per le analisi delle attività manutentive a fronte di cui sono partiti interventi e ulteriori verifiche. Dopo il terremoto del 2016 si è fatta un'indagine su tutto il patrimonio immobiliare del Comune (scuole, edifici, impianti sportivi), anche alla luce del maltempo che ha messo a dura prova le nostre strutture. La delibera da un lato dice cosa è stato fatto, elencando le verifiche statiche e di vunerabilità sismica e cosa fare, stimando costi e fabbisogni. L'importo stimato per affrontare le rimanenti verifiche è di circa 500.000 e la Giunta il 26 gennaio ha avviato le procedure per reperire risorse e completare il lavoro: cosa che faremo impiegando ulteriori 400.000 euro, parte dell’avanzo di bilancio che è stato certificato a fine giugno, coprendo così la quota richiesta. Questo per chiarire che sulle tematiche afferenti la sicurezza e le scuole non si fa politica, non si strumentalizzano le vicende per attirare consenso, perché si rischia di essere smentiti. Sono circa 4.200.000 di euro gli investimenti in corso e realizzati: fra quelli in itinere abbiamo la scuola di San Silvestro, 800.000 euro miglioramento sismico, è pronto il progetto esecutivo; la palestra di San Donato, 1 milione di euro, sarà pronta prima di Natale; i nidi Conchiglia e Mimosa, 600.000 euro miglioramento sismico ed efficientamento partiranno a fine mese. Ancora: su 20 scuole faremo manutenzioni per oltre 400.000 euro, sicurezza non esclusa; abbiamo approvato una delibera per la fornitura di complementi d’arredo anti-infortunistici e paraspigoli per 200.000 euro; abbiamo approvato in Giunta il 20 luglio un altro progetto da 100.000 euro che riguarda ulteriori verifiche di vulnerabilità sugli edifici di piazza Grue, via Monte Siella, via Puccini, via Gioberti, via Salara Vecchia. Abbiamo concluso a marzo i lavori alla Pascoli per 600.000 euro. Asserire che le scuole di Pescara non sono sicure e che non abbiamo fatto niente significa fare allarmismo non giustificato. Sulla sicurezza dei nostri ragazzi non si scherza, si investono risorse e si agisce. Noi lo stiamo facendo e continueremo a farlo”.

“I controlli sono stati compiuti su aspetti sia statici che dinamici – chiarisce il dirigente dell’Edilizia Scolastica Pierpaolo Pescara - Statico per i pesi, dinamico per la reazione ad agenti esterni, come l'azione sismica. Dal punto di vista statico gli uffici hanno prodotto non solo le verifiche della tenuta dei solai, ma anche, e credo siamo stati davvero fra i pochi Comuni a farlo, le prove anche sugli intonaci. Questo è stato il primo accertamento che ha prodotto un corposo e documentato lavoro dell'attività ispettiva visiva, sonora e termografica, a cui sono seguiti interventi che hanno sanato le criticità riscontrate. La seconda quota ha riguardato le prove sui solai e la terza sulla vulnerabilità. La delibera determina una serie di priorità di intervento, siamo partiti dagli edifici più datati o da quelli con struttura mista (cemento e muratura) o solo muratura, più soggetto a sollecitazioni sismiche. Delle scuole controllate le più critiche saranno oggetto di lavori per cui non bisognerà attendere, sono in molti casi appaltati o in partenza. Con le ulteriori risorse completeremo le esigenze di verifica sugli altri edifici stimate dalla delibera e ci muoveremo di conseguenza”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Dopo Bucchianico e Fossacesia si inaugura venerdì 15 settembre 2017 alle ore 17,30, presso il Mediamuseum di Pescara, la terza ed ultima tappa della mostra itinerante d’arte contemporanea “Il Canto delle emozioni”. Al vernissage ne parleranno Leonardo Paglialonga, presidente dell’associazione “Nemesis” nonché direttore artistico del progetto, il prof. Bruno Paglialonga (critico d’arte, storico, artista) in qualità di curatore della mostra e la poetessa Rosetta Clissa in veste di presentatrice e moderatrice dell’evento. Sono previsti gli interventi del prof. Giancarlo Giuliani, scrittore e autore tra gli altri del libro “Nemesis”, dell’artista Lucio Monaco, vice-presidente dell’associazione “Lejo”, e del Maestro prof. Enzo Angiuoni, presidente dell’associazione Arteuropa. La mostra d’arte prevede un connubio con la poesia. Per l’occasione sono state invitate le poetesse Vittorina Castellano, Daniela D’Alimonte e Mara Seccia.

Il direttore artistico ha selezionato 34 artisti provenienti dall’Abruzzo e da fuori Regione (Piacenza, Avellino, Roma, Catanzaro): Sandro Aceto, Enzo Angiuoni, Lucia Antenucci, Gloria Baldazzi, Gino Berardi, Caterina Caldora, Mira Cancelli, Giuliano Cotellessa, Giuseppe D’Antuono, Mario Di Donato, Roberto Di Giampaolo, Ada Di Lello, Sergio Di Mattia, Daniela D’Incecco, Amilcare Di Paolo, Pina Di Saverio, Alessandra D’Ortona, Massimiliano Ferragina, Anna Rita Izzarelli, Giuseppe Liberati, Gianfranco Lucarelli, Pasquale Lucchitti, Lucilla Luciani, Agata Angela Lupi, Alessio Mazzarulli, Lucio Monaco, Bruno Missieri, Michelangelo Paglialonga, Pasquale Pagnottella, Luisa Parabella, Romina Rossoli, Miriam Scarpone, Fabiola Speranza, Gianfranco Zazzeroni.

La manifestazione gode dei seguenti Patrocini: Fondazione Edoardo Tiboni per la cultura, Associazione Artisti Abruzzesi “Lejo”, Associazione “L’Incontro degli artisti” di Montesilvano, Associazione “Arteuropa” di Avellino, Associazione “Arte in Bottega” di Roma (Testaccio).

La mostra proseguirà fino al 22 settembre 2017 e potrà essere visitata dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,00. Per informazioni e visite guidate: 3271449954.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Prosegue con il segno più la stagione eventi del Pala Dean Martin - Centro Congressi Montesilvano. Sono tantissime le fiere e i convegni di rilevo nazionale che da settembre a dicembre si svolgeranno nella struttura congressuale della città, la cui gestione è passata in capo all’Ente dall’8 marzo 2016.

«Il 2017 - dichiara l’assessore al Turismo, Ernesto De Vincentiis – si sta rivelando un anno molto positivo per il Pala Dean Martin. In agenda, per tutto l’anno ci sono ben 24 appuntamenti, tra conferme e novità, che hanno portato e porteranno migliaia di persone all’interno della struttura, oltre che negli alberghi di Montesilvano, generando un incasso per il Comune di circa 170.000 euro».

Da gennaio a giugno Montesilvano è stata scelta come sede per eventi dai numeri rilevanti. Ad aprire la stagione è stata la Fiera dell’Elettronica, dal 19 al 22 gennaio, che è ormai un appuntamento fisso per la città, con le sue 6.000 presenze circa e che si svolgerà nel Pala Dean Martin fino al 2020.

Si è rinnovato, lo scorso marzo, l’appuntamento con l’Hobby Show, che vedrà un’edizione autunnale nel prossimo ottobre. Per il secondo anno, lo scorso aprile, si è svolta a Montesilvano l’East Coast Tattoo Convention. Evento da record quello organizzato dall’Accademia Internazionale di Scacchi, che ha visto 1616 studenti provenienti da tutta Italia sfidarsi contemporaneamente nella fase finale della gara nazionale, entrando nel Guinness dei primati nell’ambito dei tornei scolastici. Arti Marziali, convegni religiosi e congressi medici sono stati altri appuntamenti di successo.

Tante anche le prenotazioni già fissate fino a dicembre e quelle programmate per il 2018. «Montesilvano - dice ancora De Vincentiis - è stata individuata da commercialisti, medici, comunità religiose, associazioni di volontariato e grandi imprese per ospitare i propri eventi. Questo ci riempie di soddisfazione, fornendo ottimi risultati non solo per la struttura congressuale di cui disponiamo, ma anche per tutto l’indotto turistico e commerciale che si viene a creare». Tra le novità che si svolgeranno entro la fine dell’anno una Fiera dei Prodotti tipici abruzzesi che si terrà il 4 e il 5 novembre, il Festival del Benessere, organizzato da un’associazione romagnola, e poi ancora eventi di solidarietà quali il mercatino di beneficenza allestito dalla Fater e lo spettacolo di Natale riservato ai donatori di sangue Fidas. Tra le manifestazioni dall’incasso maggiore si registrano, il 36^ Congresso Nazionale dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani, da circa 19.300 euro, che si è svolto dal 19 al 25 maggio, l’Hobby Show da circa 14.000 euro per evento e che è programmato nelle edizioni primaverile e autunnale, la Fiera della Sposa, sempre da 14.000 euro, che si terrà dal 10 al 12 novembre e resterà appuntamento fisso fino al 2019; il XVIII Congresso Nazionale Sidem, Società italiana di Emaferesi e Manipolazione Cellulare, che si svolgerà dall’11 al 14 ottobre, da circa 10.980 euro e poi ancora il mercatino di beneficenza Fater, da 10.800 euro.

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. "Ingiustificabili e gravi le assenze odierne in Commissione vigilanza da parte sia dell'assessore regionale Dino Pepe sia del Direttore del Dipartimento Politiche agricole Antonio Di Paolo, entrambi convocati per esaminare e chiarire circa la situazione di alcuni bandi del Programma di Sviluppo Rurale e nello specifico quello relativo alla Misura 8.3.1 inerente la prevenzione degli incendi". Questo il commento del Presidente della commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo durante le audizioni. "Mi spiace registrare la loro assenza proprio su un argomento di vitale importanza che interessa migliaia di abruzzesi e coinvolge ampi territori regionali. Inoltre, il confronto con Pepe e Di Paolo oggi in Commissione sarebbe servito - spiega Febbo - per conoscere la posizione ed il pensiero che svilupperanno proprio durante l'incontro voluto fortemente dal Presidente D'Alfonso per affrontare i danni causati dagli incendi al nostro patrimonio boschivo, naturale e ambientale. Ci sono dei ritardi imperdonabili come non aver fatto uscire alcune specifiche misure del PSR, con una dotazione finanziaria di € 9.000.000 (meno di un. terzo della passata legislatura) per mitigare e prevenire incendi con idonee azioni in zone montane e boschive. Come, inoltre, vorrei sapere se verranno affrontate le problematiche scaturite dall'organizzazione della stessa struttura regionale dove interi uffici regionali con funzioni in materia di forestazione sono stati letteralmente smantellati, passati da oltre 30 funzionari a meno di una mano. Ricordo come questo Governo regionale, in primis D'Alfonso, sia partito subito in quarta nell'annunciare attività e misure di rimboschimento ad incendi ancora in corso e solo dopo la mia prima forte denuncia si sono prospettate altre soluzioni di buon senso e più logiche. A questo punto vedremo quale strada vuole percorrere il Presidente D'Alfonso e come intende rimediare alle gravi criticità che la politica da lui messo in campo ha creato al patrimonio boschivo abruzzese. Spero a questo punto che il Governo regionale individui e utilizzi le risorse adatte per attivare politiche a sostegno del patrimonio boschivo attuando azioni specifiche che non permettano alcuna speculazione ma solo attività di sviluppo e frazione del proprio habitat naturale. Pertanto - conclude Febbo - ritengo grave l'assenza odierna in commissione di Pepe e Di Paolo poiché il loro silenzio confermano la fondatezza delle mie denunce e perplessità avanzate, ma la problematica la riporterò in Consiglio e saranno brutte figure per questo Governo Regionale".

Pubblicato in Politica

San Salvo. Si può tranquillamente affermare: missione compiuta. Ha infatti assolto per intero al suo compito l’iniziativa del Comune di San Salvo “Mare senza barriere” che ha consentito a tutti di utilizzare la spiaggia del lungomare Colombo senza barriere. «Abbiamo sempre detto che la disabilità non deve essere un limite per nessuno – afferma il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca – e sono soddisfatta per il lavoro svolto dal personale specializzato che ha curato il servizio garantito fino a domenica scorsa 10 settembre».
L’assessore alle Politiche sociali Oliviero Faienza evidenzia come il “Mare senza barriere”, attivo nel tratto di spiaggia libera compresa tra il lido Controvento e l’area 19, sia stato utilizzato e apprezzato, con una media di cinque utenti al giorno, e non solo dai residenti.
Il personale ha operato tutti i giorni ore 9.00 alle ore 12.00 in uno spazio ombreggiato per il ristoro e la permanenza, una zona gazebo per l’accoglienza e l’opportunità di socializzare insieme, per un’effettiva inclusione sociale.
«Il prossimo saremo operativi dall’inizio della stagione – ha assicurato l’assessore Faienza – nella consapevolezza di aver consentito ai disabili di poter trascorrere del tempo al mare e ai loro familiari di dover essere meno impegnati perché i loro cari erano seguiti dal personale della cooperativa».

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Grazie al servizio di punzonatura del Comune di Montesilvano, il legittimo proprietario è riuscito a ritrovare la sua bici rubata. Un cittadino che ha fatto marchiare la bicicletta lo scorso 19 luglio, alcune settimane fa ne ha subito il furto. Passati alcuni giorni dalla denuncia ai Carabinieri, presentata portando anche il certificato di marchiatura contenente i dati associati alla bicicletta, il proprietario, nato a Penne e residente a Montesilvano, ha notato un uomo a bordo del suo mezzo. Il giovane ha fermato la persona sulla sua bici, facendo notare la marchiatura. Il ladro è fuggito, mentre il legittimo proprietario è riuscito a recuperare la sua bicicletta.

«Questa è una storia a lieto fine - afferma l’assessore Ernesto De Vincentiis – che mette in evidenza l’utilità e l’efficienza di questo servizio che abbiamo voluto mettere a disposizione dei nostri concittadini, ma anche dei residenti nei Comuni limitrofi. Dall’attivazione del progetto Bici Sicura, abbiamo punzonato oltre 350 bici, e di queste è stato registrato un solo furto, che per fortuna si è risolto positivamente. Domenica mattina, vogliamo organizzare un’altra giornata dove sarà possibile punzonare la propria bici».

Per far marchiare la propria bici, residenti e non di Montesilvano, basta presentarsi al marking point mobile o a quello fisso attivo tutti i mercoledì mattina dalle 9 alle 13, presso lo Sportello del Cittadino di Palazzo di Città, muniti di bici, fotocopia di carta di identità e codice fiscale.

Domenica, 17 settembre, dalle 8:30 alle 14, al parco Le Vele verrà allestito il marking point mobile. Sul telaio di ogni bici (escluse quelle in carbonio), tramite apposito strumento a micropercussione, sarà marcato il codice fiscale del proprietario, abbinandolo al numero di serie del mezzo. Sempre sul telaio viene apposta una speciale etichetta adesiva con numero progressivo. Codice fiscale, numero di telaio, numero progressivo e nominativo del proprietario della bici confluiranno in una banca dati a disposizione delle Forze dell’Ordine. La marcatura permette in maniera univoca la rintracciabilità della bicicletta, disincentivando i furti ed il riciclaggio di bici rubate. L’operazione è gratuita.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione