Articoli filtrati per data: Martedì, 05 Settembre 2017
Martedì, 05 Settembre 2017 00:00

Stage del Foggia Calcio a Cupello

Cupello. La presenza dello staff del Foggia Calcio settore giovanile a Cupello per lo stage con i 2004-2005-2006 è stata occasione anche per la presentazione di un nuovo importante rapporto di collaborazione instaurato dalla ASD Cupello Calcio per ciò che riguarda i giovani. Il sodalizio dei presidenti Giardino e Mazzarella, grazie anche al lavoro certosino del Direttore Tecnico Giuseppe Di Francesco, ha iniziato un rapporto di collaborazione con la PGS Vigor Don Bosco Scuola Calcio.

"Le due società non scambieranno i ragazzi non è questo il nostro obiettivo. Cosi come non è rubare alle altre scuola calcio i giovani. I giovani vanno dove si trovano meglio e dove le famiglie credono giusto portarli. Non ci piacciono sfide sulla pelle dei più piccoli. A noi piace il confronto, la crescita, lo studio, mettere in grado i ragazzi di confrontarsi con realtà maggiori o giornalmente seguire i corsi e far si che possano crescere in uno spirito di competizione si quando giocheranno ma sano, senza cattiveria, senza invidia, lavorando in modo proficuo anche nel rapporto con i genitori. Con la PGS Vasto inizialmente sembrava non fattibile invece poi attraverso incontri abbiamo scoperto di avere le stesse idee e progetti, gli stessi punti di vista e valori che vogliamo riportare anche in campo per la crescita e preparazione dei ragazzi attraverso gli istruttori ed educatori. Uomini preparati, ex calciatori che hanno calcato palcoscenici importanti sia per noi che per la PGS, persone che sanno stare a contatto con i bambini, che negli anni hanno arricchito il settore giovanile del Cupello Calcio cosi come Vasto di figure importanti per la crescita dei più piccoli. Siamo fieri di questa collaborazione perchè significa che siamo aperti al confronto. Le due società parteciperanno attivamente agli stage che si organizzeranno, ai convegni, agli incontri, si alleneranno sui rispettivi campi con i propri istruttori e poi a volte avranno occasione di unirsi e confrontarsi sia sul campo di Cupello sia sui campi della Pgs Vigor Don Bosco. Questo per permettere di sentire più voci, di apprendere e cogliere consigli importanti anche dagli altri. La collaborazione con il Foggia che oggi poi è stata sul nostro campo a guardare i ragazzi presenti che si sono iscritti del 2004-2005-2006 è lo ripeto ancora una volta solo motivo di orgoglio. Lavorano bene, lavorano sul campo, lavorano tanto. Una società cresciuta molto grazie all'attenzione e preparazione di Elio Di Toro e dell'Agente FIFA Aldo Placentino scovatore di grandi talenti della zona. A noi non interessano discorsi economici ma l'aspetto formativo e far crescere il territorio dal punto di vista calcistico attraverso i tecnici. Essere umili e applicarci" spiega Di Francesco.

"Fare aggregazione. Anche con le famiglie. Questo è importante sia per noi della Pgs che per il Cupello. I familiari rappresentano una parte importante e anche lì bisogna intervenire. Organizzare giornate per far conoscere famiglie, istruttori, ragazzi. Ci dobbiamo prima voler bene tra noi e non guardarci in cagnesco" aggiunge fratel Michele.

"La collaborazione è nata dopo vari incontri iniziati da questa estate. Collaborazione come crescita attraverso le due società. Arricchirci. Questo è il progetto comune. Punteremo anche sui campus estivi e gli incontri dove ci scambieremo idee, e quanto appreso. Non bisogna essere gelosi delle informazioni" spiegano dalla PGS vigor Don Bosco Scuola Calcio.

"Siamo tutti allenatori uguali. Non mi sento superiore perchè sono allenatore della prima squadra, non c'entra la categoria, siamo un gruppo unito e compatto dove remiamo tutti nella stessa direzione. Una grande famiglia e questo è importante che continuiamo ad essere. Prima c'è l'uomo poi si deve guardare al resto, alle qualità tecniche, se possono fare il salto di qualità e altro" spiega il mister della prima squadra del Cupello Calcio, Panfilo Carlucci che ha fatto esordire due giovanissimi 2001 nella prima partita di campionato terminata 0-0 contro la ben attrezzata Torrese.

"Mi fa piacere tornare a casa, perchè sono abruzzese e aver conosciuto gente che mi aiuterà nel progetto. Ci si confronta e migliora sempre, l'esperienza insegna. Il calciatore lo si vede, chi può aver speranza e chi no. Ma noi facciamo attività ludica e sociale che permette a delle famiglie di avere dei riferimenti importanti e attività condivisa importante. Non ci deve essere invidia assolutamente. Qui non c'è e mi fa piacere. Io lavoro per una società in continua crescita con ambizioni importanti e una piazza calorosa, mi han fatto un discorso a lungo termine e io da qui a 3 anni ho un obiettivo. Provare a credere e tessere delle reti, trovare delle soluzioni cosi da essere anche un riferimento per voi. Senza la conoscenza degli altri non andrei da nessuna parte. Mi ritroverò spesso con voi tra confronti e facendo da tramite" le parole di Elio Di Toro del Foggia Calcio settore giovanile.

Dopo la presentazione della collaborazione con la PGS Vasto e il brindisi finale di buon augurio, tutti sul campo per vedere i ragazzini all'opera. Stage che si ripeteranno anche in futuro.

Pubblicato in Sport
Martedì, 05 Settembre 2017 00:00

La Sieco abbraccia la città di Ortona

Ortona. Anche se ormai i tifosi e gli appassionati di volley, presenti ogni giorno agli allenamenti, hanno già fatto conoscenza con i nuovi arrivati e riabbracciato i vecchi amici, è arrivato il momento delle presentazioni ufficiali.

L’appuntamento è fissato dunque per il prossimo Sabato 16 Settembre alle ore 19.30 presso la Piazza antistante il Teatro Tosti, già Vittoria.

Spetterà, come ormai di consueto, a Mariano D’Amico condurre la serata nel corso della quale verranno esposte alla cittadinanza tutte le attività nelle quali la SIECO e la sua squadra sorella VOLLEY JUNIOR sono impegnate. La presentazione del nuovo organico, che parteciperà al prossimo Campionato Nazionale di Serie A2 UnipolSai, sarà dunque solo l’acme, la punta dell’Iceberg di un evento nel corso del quale si parlerà anche di Scuola Volley e settore giovanile maschile e femminile.

Per quanto riguarda la pallavolo giocata, invece, la prossima occasione per vedere la SIECO in campo sarà Mercoledì 6 Settembre quando la Sieco Service Ortona e la Videx Grottazzolina (Seire A2 UnipolSai), disputeranno presso il Palazzetto dello Sport di Ortona un allenamento congiunto con Inizio riscaldamento previsto alle ore 17.30.

Pubblicato in Sport

Pescara. È stata presentata questa mattina la delibera inerente la realizzazione della ricicleria, utile al potenziamento dei livelli di raccolta differenziata, atto approvato nell’ultimo Consiglio Comunale di Pescara.
La ricicleria sorgerà in via prati, nei pressi del confine con Spoltore, e vedrà la luce nei primi mesi del 2018.
“Questo è il frutto del lavoro del Consiglio Comunale che ha approvato questa Delibera – ha sottolineato il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini – per una nuova per così dire ‘isola ecologica’, una piattaforma per la messa in riserva per il deposito preliminare di rifiuti pericolosi e non derivanti da raccolta differenziata. Tutto questo fa parte di un quadro strategico, non casuale, organico, è quello per cui questo Comune si è messo sulla via irta della raccolta differenziata. Non siamo incoraggiati dai dati che ci sono stati riferiti, sappiamo che siamo partiti molto indietro e che dobbiamo avvicinarci a degli standard europei. Lo possiamo fare e lo vogliamo fare, dobbiamo cambiare qualche abitudine, però siamo sicuri che dopo questa fase di start up i cittadini saranno in grado di apprezzare un sistema che altrove dà soddisfazione, se ad esempio ci si fa una passeggiata per il centro storico di Spoltore si vedono tutti questi mastelli che sono fuori dalle case. Ovviamente noi abbiamo una conformazione urbanistica diversa da Spoltore, ma dovremo adeguare il servizio. Per quanto riguarda il decoro urbano, ieri sono stato ad un incontro pubblico in cui ci si lamentava che si pagano solo le tasse senza ricevere servizi, in realtà il Comune offre il servizio della nettezza urbana, ricordo sempre che noi ad Attiva abbiamo tagliato 1,9 milioni per il Piano di Riequilibrio e come sempre crisi ed opportunità rappresentano il rovescio della medaglia perché abbiamo intrapreso un percorso di razionalizzazione, di raccolta differenziata, abbiamo idee di come Attiva debba e possa crescere e che non sia solo cittadina perché noi andiamo verso servizi di ara vasta. Ringrazio quanti hanno lavorato a questo progetto e tutta la struttura perché le aziende sono fatte di persone che ci mettono passione e la cosiddetta faccia”.
“È una cosa molto importante per la città di Pescara – ha rimarcato l’assessore all’igiene Urbana, Paola Marchegiani – proprio nel rispetto di quelle che sono le linee programmatiche del sindaco Alessandrini che voleva che Pescara recuperasse quel gap che ha sempre mantenuto, e che invece con la sua amministrazione questo sta cambiando, di essere il fanalino di coda della raccolta differenziata. Noi stiamo operando insieme ad Attiva in maniera tale da riportare i cittadini all’attenzione dell’importanza della raccolta differenziata, quindi facciamo comunicazione, incontriamo i cittadini e nello stesseo tempo però appoggiamo questa linea di pensiero e di coinvolgimento partecipativo della città con una serie di opere concrete, di infrastrutture fondamentali perché possa partire realmente la raccolta differenziata. La seconda ricicleria del Comune di Pescara nella zona di via Prati, 3.200 metri di proprietà dell’Anas, diventeranno la seconda ricicleria, sarà estremamente utile, funzionale, sarà anche bella. Il rifiuto è una risorsa e le persone cominciano a capire la necessità di fare la raccolta differenziata che è l’unica via che può salvare il mondo dai rifiuti”.
“In via Prati si posizionerà una ricicleria che sarà molto simile a quella che c’è già in via Raiale – ha affermato l’amministratore unico di Attiva Spa, Massimo Papa – ed avrà la prerogativa di poter dare un servizio di raccolta dei rifiuti ad un notevole bacino di utenza e lo si posiziona ad una certa distanza dalla struttura di via Raiale. Quindi copre il bacino dei Colli ed è sicuramente più funzionale allo smaltimento dei rifiuti per quella zona. Avendo avuto luce verde a procedere su questo progetto, pensiamo che vada predisposta l’area, che poi vadano costruite alcune infrastrutture molto semplici ma che consentono di erogare il servizio all’utenza, pensiamo che il tutto debba essere completato entro i primi mesi del 2018, quindi tra gennaio e febbraio noi saremo pronti a partire. È un’opera sicuramente importante per la comunità pescarse perché raffotza la batteria di impianti che noi immettiamo per agevolare lo smaltimento dei rifiuti e questo nell’ambito della politica che sta facendo il Comune improntata ad una spinta verso la differenziata che significa differenziare i rifiuti e differenziare lo smaltimento ed avere impianti dedicati a questo tipo di attività”.
“Questo centro di stoccaggio – ha spiegato il direttore generale di Attiva Spa, Massimo Papa - oltre a consentire a noi di stoccare i materiali che raccogliamo nella città, di recuperare spazio di cui abbiamo bisogno. Quindi con una seconda ricicleria sicuramente si avvantaggeranno le raccolte e sicuramente anche la raccolta differenziata ne beneficerà. Una cosa importante è che questa due strutture, sia quella di via Raiale che quella di via Prati, saranno aperte al pubblico dove la gente potrà conferire tutto quello che non può conferire nel servizio ordinario. Anche strategicamente è posizionata bene perché è al confine con Spoltore, quindi si presta all’idea di fondere i servizi comunali della nettezza urbana, è asservita allo scopo, è anche poco impattante perché lì non ci sono abitazioni. Questo è un tassello perché ci sono tanti altri progetti come un centro di riuso, una seconda ricicleria, quindi è un anno molto fecondo che va a creare quelle condizioni per le quali il ciclo di gestione dei rifiuti è sempre più controllato da Attiva. Questo è fondamentale perché noi fino ad ora abbiamo avuto solo le attività in cui ci si rimetteva e che nessuno vuole fare, invece la gestione degli impianti, delle piattaforme sono quelle attività che sono nel ciclo più remunerative, non a caso i privati vogliono sempre più avviare attività del genere. Quindi per ridurre la Tari e creare vantaggi ai cittadini cerchiamo di inglobare i mezzi dei privati e li vogliamo rimettere come servizi o come minori costi e fare in modo che le società come Attiva possano creare dei vantaggi come ciclo completo di gestione dei rifiuti. Siamo già partiti da parecchio, il progetto esecutivo è pronto, a breve la giunta ci darà l’ok per la variazione di destinazione d’uso del terreno e noi iniziermo subito le operazioni di gara per chi realizzerà l’opera e presumiamo che al massimo per febbraio 2018 faremo le operazioni”.

Pubblicato in Politica

Atri. "Un consorzio commissariato il cui commissario, in scadenza di mandato, invece di procedere semplicemente all'ordinaria amministrazione, delibera di ampliare la discarica per un volume di ben 360mila metri cubi. Discarica che oltretutto si trova a poche centinaia di metri da un sito di interesse comunitario per le sue eccezionali peculiarità paesaggistiche e al cui interno è addirittura presente una Riserva naturale. La giunta D'Alfonso non conceda il via libera definitivo per ingrandire la discarica di Santa Lucia di Atri. Se lo facesse, l'intera comunità atriana insieme a quelle dei Comuni confinanti si ribellerebbero dando giustamente vita a manifestazioni per la tutela dell'ambiente e del territorio". E' netta la presa di posizione del consigliere regionale di Sinistra Italiana Leandro Bracco riguardo le molteplici preoccupazioni che da un mese a questa parte stanno vivendo la popolazione di Atri e quella dei comuni limitrofi dopo che il 2 agosto scorso, con la delibera numero 38, il Consorzio comprensoriale per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani Area Piomba Fino ha deciso che la discarica di Santa Lucia del centro atriano debba essere ampliata di 360mila metri cubi.
"Un provvedimento scellerato – evidenzia l'esponente di Sinistra Italiana – verso il quale l'amministrazione comunale di Atri, i comitati cittadini, il Wwf e l'associazione Italia Nostra hanno espresso la più ferma e categorica contrarietà. Mi chiedo – prosegue Bracco – quali siano stati i ragionamenti tramite i quali il commissario del consorzio Alessandro Italiani sia giunto alla conclusione di deliberare un ampliamento della discarica così massiccio nonostante a ridosso della stessa si trovi una splendida Riserva naturale d'interesse comunitario". "Per non parlare poi del fatto – sottolinea il Consigliere regionale – che il raggiungimento dei limiti di conferimento non è causato dai rifiuti provenienti dai Comuni consorziati bensì dall'immondizia proveniente da fuori Abruzzo".
"Oltre all'appello indirizzato all'esecutivo D'Alfonso affinché non conceda il nullaosta per l'ampliamento della discarica – riferisce Bracco – mi rivolgo anche ai sindaci degli otto Comuni che costituiscono il consorzio Area Piomba Fino per fare in modo che facciano sentire la propria voce e tutelino gli interessi delle relative comunità. A parte il sindaco di Atri Gabriele Astolfi che ha preso posizione in maniera ferma contro l'ingrandimento della discarica, chiedo formalmente che anche i primi cittadini di Arsita, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti, Montefino, Pineto e Silvi si 'spoglino' della casacca politica con la quale sono stati eletti per indossarne un'altra che deve avere l'unico fine di impedire l'ampliamento della discarica. In ballo – conclude Leandro Bracco – vi è infatti la salubrità e tutela di un territorio che le generazioni che verranno dopo di noi hanno il diritto di godersi e non di vederlo devastato e stuprato nella sua bellezza".

Pubblicato in Politica
Martedì, 05 Settembre 2017 00:00

Da Bruxelles finanziamenti al Comune di Vasto

Vasto. Si intitola “ EUCIDIN ” ( EU city digitalstrategies for immigrantsintegration) ed e’ il progetto europeo con il quale il Comune di Vasto è risultato vincitore di un progetto a valere sul bando Europa per i Cittadini 2014-2020 della Commissione Europea, che ha come capofila la Città di Korydallos in Grecia.
Il progetto mira a discutere un tema assai sentito in questa fase storica dell’Europa: quello dell’integrazione degli immigrati nei tessuti sociali ed economici delle comunità locali, e dell’uso delle tecnologie.
Il progetto mira a fornire alle città e alle regioni partecipanti la possibilità di indagare e promuovere le iniziative digitali della città per sostenere l'integrazione sociale degli immigranti valutando come le strategie digitali affrontino le seguenti dimensioni: barriere linguistiche, accesso e sviluppo di competenze digitali.Con l'Europa che lotta per assorbire un enorme numero di richiedenti asilo e di migranti, molti dei quali hanno avuto percorsi pericolosi e affrontano quotidianamente lingue e altre barriere, le città devono dimostrare una significativa creatività nell'uso delle tecnologie digitali per aiutare i nuovi arrivati a ricevere informazioni riguardo la ricezione, integrazione e occupazione. Gli smartphone e l'accesso ai social media possono svolgere un ruolo fondamentale per molti immigrati, che si affidano a questi strumenti per informazioni che vanno dall'utilizzo di mappe google per tracciare percorsi sicuri, ai costi reali di beni e servizi lungo il viaggio. Una strategia globale sull'integrazione attraverso la tecnologia digitale non sembra ancora essere una priorità in nessuna città.
L’evento che sarà organizzato a settembre 2018 a Vasto consiste nell’ospitalità di relatori che saranno coinvolti in dibattiti sul tema e in attività di disseminazione.Per l’organizzazione di questo appuntamento il Comune ha ottenuto un finanziamento di 25.000 euro.
Molto interessanti le presenze Europee, partner del progetto sono infatti oltre alla Città di Korydallos, Radauti( Romania), Garmen (Bulgaria) ed altri enti ed Associazioni internazionali.
“ Siamo molto felici di essere stati selezionati dalla Commissione Europea e finanziati con un contributo di 25 mila euro che ci garantirà di realizzare una settimana di appuntamenti a settembre del prossimo anno molto interessanti su un tema che sta molto a cuore al nostro Comune e che l’Italia intera sente particolarmente.Sarà un bel confronto di idee soprattutto per le giovani generazioni .L’Europa unita ed i suoi valori partono proprio dai cittadini, così come la soluzione di tanti problemi e di tanti approcci sbagliati parte proprio dal confronto tra le Comunità locali.”

Pubblicato in Politica

Pescara. “L’assessore regionale Marinella Sclocco è in piena e perfetta sintonia con il suo Presidente poiché anche lei 'mente sapendo di mentire' in quanto le sue rassicurazioni sulla copertura delle spese destinate al trasporto scolastico degli studenti disabili frequentanti gli istituti scolastici di secondo grado sono prive di fondamento e, soprattutto, non trovano riscontro in nessuna copertura finanziaria nel bilancio regionale”. Questo il commento dei Consiglieri regionali di Forza Italia Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri sulle ultime dichiarazioni rilasciate dall’assessore regionale alle Politiche sociali.  “In questi tre anni e mezzo di governo regionale a guida centrosinistra – spiegano Febbo e Sospiri – abbiamo assistito ad una vera e propria macelleria sociale che vede tagliare servizi e prestazioni essenziali che oggi ricadono economicamente sui Comuni come veri e propri macigni poiché devono anticipare risorse per non bloccare le proprie attività e l’assistenza nel sociale. Tutti i Comuni abruzzesi vivono una situazione al limite e sono stanchi di aspettare fondi da una Regione sempre più lenta e ingarbugliata. I sindaci non possono più autorizzare la spesa senza adeguata copertura e non possono rischiare di esporre il proprio Ente a un danno erariale. Mentre – continuano i due Consiglieri regionali - l’assessore regionale ci deve mostrare il numero della delibera regionale con cui è stata approvata la variazione e quindi lo stanziamento di 2.100.000 euro finalizzato a garantire la dotazione dell’intero importo necessario per il 2017. Forse l’assessore non è sa che non è stata approvata nessuna variazione di bilancio perché non ci sono fondi disponibili per operazioni del genere. Quindi, prima di rilasciare certe dichiarazioni, la Sclocco farebbe bene a studiare e verificare gli atti approvati dalla sua stessa maggioranza. È vergognoso e indecoroso ciò che accade in Abruzzo sulle Politiche sociali che, in un Regione normale, dovrebbero essere un punto fondamentale di un governo serio e responsabile. Abbiamo lavoratori dei Piani Sociali, delle cooperative e delle società che rischiano il collasso e continuano a lavorare mentre la Regione porta un enorme ritardo nei pagamenti e trasferimenti. Oggi si vive una incertezza mai vissuta prima e nel più totale pressapochismo su un tema che coinvolge le parti più deboli e indifese della nostra società”. “Pertanto – concludono Febbo e Sospiri – ci aspettiamo sia dall’assessore Sclocco sia dal suo Presidente risposte immediate su problematiche come la copertura dei nuovi Piani di zona, la legge n. 32 che finanzia l’assistenza scolastica per i ragazzi ipoudenti e ipovedenti e la legge n. 78 che garantisce il trasporto e l’assistenza per i ragazzi disabili nelle scuole superiori. Su questi punti e sui bandi che del Fondo Sociale Europeo che non vengono pubblicati, attendiamo una risposta concreta e precisa e non le solite promesse perché di queste gli abruzzesi ne sono sazi e veramente stanchi”.

Pubblicato in Politica

San Salvo. «Mi fa piacere apprendere che l’assessore regionale alle Politiche sociali abbia risposto con tempestività alle giuste rimostranze dei sindaci, dopo la riunione di ieri mattina tenutasi nell’aula consiliare del mio comune. L’assessore non ha dato però alcuna notizia nuova. E’ necessario che arrivino le risorse, non i comunicati stampa» lo ha dichiarato il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca in merito alla decisione dei comuni di non poter più a garantire i servizi anticipando le spese senza le coperture finanziarie della Regione Abruzzo.
«I cittadini chiedono chiarezza e i Comuni non possono permettersi di continuare a sostituirsi alla Regione» ha concluso il sindaco Magnacca.

Pubblicato in Politica

Teramo. L'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Teramo scrive ai parlamentari abruzzesi, di ogni schieramento politico, chiedendo interventi istituzionali per lo stanziamento di risorse per la ricostruzione e la riqualificazione delle scuole abruzzesi.

Con una nota inviata questa mattina l'Ordine si appella a deputati e senatori abruzzesi, chiedendo loro di intervenire presso il Governo per potenziare le azioni già svolte per la messa in sicurezza delle scuole abruzzesi.

Nella lettera l'Ordine, pur evidenziando che il Governo ha messo in atto una serie di azioni per la sicurezza delle scuole, investendo oltre 2,5 miliardi di euro, tra fondi PON, fondi dell'azione “Buona Scuola”, fondi straordinari per le verifiche di vulnerabilità sismica, ecc., si sottolinea che l'Abruzzo ha visto l'assegnazione di pochissime risorse, considerando che la nostra regione è stata interessata sia dal sisma del 2009 che da quello del 2016, e che gran parte del nostro territorio regionale ricade in zone ad alta sismicità (zona 1 e 2).

Si chiede, quindi, ai rappresentanti abruzzesi, di interessare il Parlamento affinché vengano aumentate, a livello nazionale, le risorse per finanziare la messa in sicurezza e la costruzione di nuovi edifici scolastici, iniziando dalle aree a maggior rischio sismico e da quei territori, come l'Abruzzo, che sono stati interessati da eventi tellurici che hanno danneggiato il patrimonio edilizio scolastico.

L'assegnazione di risorse - sottolinea l'Ordine - dovrebbe essere accompagnata da un rafforzamento del programma nazionale di riqualificazione del nostro patrimonio edilizio scolastico, promuovendo concorsi di architettura che propongano soluzioni innovati e applicando le line guida del MIUR che individuano la scuola come una struttura aperta al territorio e al servizio della comunità locale, con spazi flessibili in grado di adattarsi all'evolversi delle esigenze educative, che tengano conto del benessere individuale e collettivo degli alunni e degli operatori scolastici e che garantiscano le condizioni di sicurezza degli ambienti e delle attrezzature.

Pubblicato in Politica
Martedì, 05 Settembre 2017 00:00

Il premier Gentiloni in visita in Abruzzo

L'Aquila. Domani, mercoledì 6 settembre, il premier Paolo Gentiloni sarà in Abruzzo per una visita in due dei centri inseriti nel cratere dei terremoti 2016/2017. Come prima tappa il Presidente del Consiglio arriverà a Campotosto per valutare personalmente la situazione nel centro del paese e nell’invaso sottostante.
Alle 11 si sposterà a Capitignano, dove inaugurerà la locale scuola per l’infanzia. Per l’occasione ci saranno gli interventi del sindaco Maurizio Pelosi, del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, del commissario alla ricostruzione post-sisma Vasco Errani e dello stesso Gentiloni. Seguirà un incontro nella sala consiliare del Comune con i sindaci di Barete, Cagnano Amiterno, Campotosto, Capitignano, Montereale e Pizzoli.
Alle ore 12 il Presidente del Consiglio ripartirà alla volta di Roma.
“Ringrazio il premier Paolo Gentiloni – ha detto il Presidente D’Alfonso – che ha mantenuto l’impegno assunto il 21 agosto in occasione della conferenza stampa a Palazzo Chigi sul primo anniversario del terremoto: venire a visionare di persona lo stato dell’invaso di Campotosto e, più in generale, la situazione nell’area dell’alta valle dell’Aterno. Ho ritenuto fosse giusto invitarlo all’inaugurazione della scuola di Capitignano poiché gli edifici scolastici sono uno dei luoghi-faro della nostra comunità ed è ad essi che vogliamo dedicare la priorità nelle fasi di ricostruzione e messa in sicurezza”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Il Movimento 5 Stelle accoglie la richiesta del Presidente dell'associazione Carrozzine Determinate Claudio Ferrante di mettere a disposizione di chi è titolare del contrassegno invalidi - e quindi delle persone con gravi disabilità - i parcheggi davanti al Comune, oggi riservati agli amministratori, assessori e consiglieri comunali.
Riteniamo che la proposta fatta da Carrozzine Determinate sull'utilizzo dei parcheggi davanti al Comune sia una richiesta di buon senso, e ci vede favorevoli》commentano i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle 《rendere disponibili questi posti auto a vantaggio delle persone con gravi disabilità rappresenta un importante passo verso una città che tende all'accessibilità universale》.
Il Movimento 5 Stelle in questi anni ha cercato di portare avanti all'interno del Comune di Pescara iniziative analoghe per migliorare gli standard di vivibilità a chi purtroppo, causa gravi problemi di disabilità, vive continue difficoltà nel potersi muovere liberamente all'interno del nostra città.
《Ci auguriamo che il Sindaco, la Giunta e gli esponenti della maggioranza del Consiglio Comunale accettino questa proposta》 concludono i consiglieri comunali m5s 《 abbiamo l'obbligo come amministratori locali di rendere Pescara una città senza barriere ed accessibile a tutti》.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione