Articoli filtrati per data: Gennaio 2018

Gessopalena. Il secondo appuntamento della Stagione di Prosa nata dalla collaborazione tra ACS Abruzzo Circuito Spettacolo e l’Amministrazione Comunale al Teatro Comunale Finamore di Gessopalena è venerdì 19 gennaio alle ore 21 con con Leone Marco Bartolo, Dario Cadei, Carla Guido, Otto Marco Mercante, Cristina Mileti, Giuseppe Semeraro regia Giuseppe Semeraro.

Per ricevere tutte le notizie sugli spettacoli, le promozioni e aggiornamenti tempestivi scarica la nostra App gratuita Abruzzodalvivo.

I giganti della montagna è un dramma incompiuto di Luigi Pirandello. Il primo atto fu pubblicato su alcune riviste e fu rappresentato per la prima volta a Firenze, il 5 giugno 1937. Il secondo atto fu dato alle stampe dalla rivista Quadrante. Il terzo atto, l’ultimo, non fu mai scritto, a causa della morte del drammaturgo, avvenuta nel 1936 anche se il figlio di Pirandello, Stefano, ne tentò una ricostruzione

La pièce, ispirata all’ultimo atto mai scritto, narra la vicenda di un gruppo di disadattati che trovano rifugio in una villa chiamata La Scalogna e incontrano una compagnia di attori in procinto di mettere in piedi la rappresentazione di un pezzo teatrale. La compagnia si presenta con il nome OPERA NAZIONALE COMBATTENTI, un nome che rimanda a una legione dismessa di una qualche guerra patria ormai finita e dimenticata, un gruppo di ex combattenti fuori contesto, inutili e disonorati, a cui nessun rispetto è più riservato. Opera nazionale combattenti si fa paladina dell’operazione di divulgazione di questo ultimo atto pirandelliano, si tratta di una legione fantasma, che si aggira per il mondo e, là dove trova un teatro, lo occupa e prende in ostaggio il pubblico, costringendolo a sottostare alle sue regole, che consistono nel privare temporaneamente (per il tempo dello spettacolo) il pubblico di alcune libertà (Non potrete togliervi le scarpe. Non potrete esprimervi in alcun modo. Non potrete parlare. Non potrete cantare. Non potrete fare acquisti. Non potrete disinvestire titoli. Non potrete licenziare né assumere. Non potrete concepire figli…). Alla fine della rappresentazione la compagnia “libera il pubblico” e riprende il proprio viaggio-missione.

 

Note di regia

Opera Nazionale Combattenti è un eteronimo di Principio Attivo Teatro. Ci siamo presi la sana libertà di prendere un testo classico come I giganti della montagna e riscriverne la parte incompiuta. Siamo partiti dalle parole di Pirandello agonizzante mentre descrive a suo figlio la parte finale del dramma e a queste parole ci siamo attenuti in maniera fedele. Ne è venuta fuori una incosciente opera teatrale che dal teatro nel teatro Pirandelliano ambisce ironicamente a fare teatro per il teatro, l’arte per l’arte. Come se questi desolati attori vogliano assumersi l’infausto compito di fare un massaggio cardiaco al teatro morente. Quando l’ironia ha la lama affilata basta un niente a toccare la tragedia.

 

RASSEGNA STAMPA

Esperidi 2015: l’Eden nel cuore della Brianza

Chiudiamo con la commedia: quella di “Opera Nazionale Combattenti”,
incosciente sit-com di Principio Attivo Teatro ispirata al finale incompiuto dei
“Giganti della montagna” di Pirandello. In scena una compagnia di anziani o variamente disadattati fuori dal tempo. Tra applausi e risate registrate, sberleffi, voci fuori campo, risa e polemiche a non finire, si mette in scena il tema del mestiere dell’attore, trama nella trama nella dimensione del metateatro. Uno spettacolo paradossale e assurdo, sognante e disperato, che mette in luce la solida prova degli interpreti.
di Vincenzo Sardelli

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Si è svolto oggi 17 gennaio a Pescara presso la sede di Confindustria il seminario tecnico formativo di orientamento ai mercati internazionali con focus su "Marketing strategico, comunicazione e valorizzazione del brand", organizzato dall'ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, in collaborazione con Confindustria Chieti Pescara.


Presenti oltre 70 aziende abruzzesi e molisane, in particolare delle provincie di Chieti e Pescara, dei settori agroalimentare, energia, logistica, servizi e tessile moda.


L'apertura dei lavori è stata affidata al Presidente di Confindustria Chieti Pescara, Gennaro Zecca, che ha sottolineato l'importanza della formazione per affrontare i mercati internazionali. "L'intensificarsi della competizione internazionale – ha affermato il Presidente di Confindustria Chieti Pescara - richiede alle imprese, intenzionate a difendere e a rafforzare il proprio vantaggio competitivo, di raccogliere una sfida: fare in modo che la propria presenza sui mercati esteri non abbia un carattere provvisorio ma sia invece continua e duratura. Per fare questo sono necessari una buona analisi ed un costante studio per mantenere o sviluppare la propria presenza nei mercati esteri".


Cristina Gioffrè, ICE Agenzia-Servizi Formativi, ha approfondito il tema delle iniziative formative realizzate da ICE Agenzia in Abruzzo nell'ambito del progetto Piano Export Sud 2, denominato PES II e finanziato con fondi PONIC 2014-2020 FESR Asse III, Azione 3.4.1. L'incontro odierno, infatti, apre il ciclo di eventi formativi che nel 2018 sarà realizzato, in collaborazione con Confindustria Chieti Pescara. In particolare, si descrive l'opportunità di partecipare all'ICE Export Lab, un percorso formativo articolato in tre fasi (formazione in aula, affiancamento individuale e incubazione all'estero), aperto sia alle aziende abruzzesi che molisane. Le adesioni sono aperte sino al prossimo 29 gennaio.
Infine, Giuliano Dell'Orto, Robilant&Associati, affronta il tema del marketing strategico nell'evoluzione del contesto competitivo, soffermandosi sull'importanza del percorso di costruzione del valore legato all'immagine di Marca, dalla definizione del posizionamento alla creazione del linguaggio di marca e la comunicazione del prodotto.
Nel pomeriggio sono stati realizzati gli incontri individuali di approfondimento tra un numero selezionato di imprese e l'esperto di marketing e brand della Faculty ICE Agenzia.

Pubblicato in Economia

Chieti. Il Chieti Calcio Femminile pareggia in Salento, ma quanti rimpianti! Le neroverdi dominano la partita costruendo tante occasioni da rete e fallendo anche un rigore sul finale.

Il Salento Women ostacola per tutti i novanta minuti le ragazze di mister Lello Di Camillo spezzettando troppo spesso il gioco e rendendo indubbiamente difficile il clima in campo. Anche un arbitraggio non all’altezza contribuisce ad aumentare la tensione con dubbie decisioni frammentando ancor di più il match.

Una vittoria dunque sfumata per il Chieti che l’avrebbe sicuramente meritata, ma anche la consapevolezza di aver portato a termine il girone di andata in maniera brillante: 25 punti in classifica e terzo posto solitario. Essere lì a questo punto della stagione sembrava quasi impossibile ad inizio campionato ed invece sono arrivate sette vittorie (la più prestigiosa a Roma contro la capolista), quattro pareggi ed una sola sconfitta (all’esordio contro il Latina) che hanno proiettato le neroverdi in alto.

Hanno dato dunque i suoi frutti il bel lavoro svolto da mister Di Camillo e il suo staff e le scelte fatte dalla società: tutti insieme sono stati capaci di ricostruire una squadra praticamente da zero e portarla ad ottenere risultati così prestigiosi. Nel primo tempo della partita contro il Salento Women chiaro il predominio del Chieti che costruisce tante occasioni, sblocca il match con Pica e chiude tutti gli spazi alle avversarie non in grado dunque di avvicinarsi in maniera pericolosa alla porta di Balbi.

Le neroverdi schiacciano le avversarie nella loro metà campo e trovano la rete del vantaggio al 10': perfetto lancio filtrante di Giada Di Camillo per Pica che con un pallonetto forte e preciso fa secca Mariano in uscita disperata. Un grande gol dell’attaccante, sicuramente fra le migliori in campo a fine partita. Dopo la rete il Chieti insiste partendo più volte in contropiede mettendo in crisi la squadra di casa. Al 20' occasionissima per il raddoppio: Vukcevic mette al centro un invitante pallone per Gangemi che colpisce di testa di potenza, ma Mariano riesce a respingere. Alla mezzora una fucilata di Giulia Di Camillo da fuori area impegna Mariano. Il primo tempo si conclude con il Chieti in vantaggio.

Pubblicato in Sport

Manoppello. Nona vittoria consecutiva per la Juniores spoltorese che superano con un secco 5-0 i padroni di casa del Manoppello Arabona. La formazione guidata da Piero Zuccarini guida la classifica a punteggio pieno, con 27 punti, con 6 punti di vantaggio sulla seconda e addirittura 11 sulla terza. Sono 42 le reti relizzate fin qui in stagione, solo 5 quelle subite. Il portiere spoltorese Piero Bucci porta la sua imbattibilità a 540 minuti. L’ultima rete subita d risale infatti al novantesimo della quarta giornata di campionato.

Nel primo tempo sblocca la gara Loris Monaco servito da Caldo. Il raddoppio arriva poco prima dello scadere con Piero Di Biase. Nella ripresa dopo soli sette minuti Alessio Caldo firma la sua terza rete (e la sua undicesima marcatura stagionale). Alla mezz’ora arriva il poker, sempre con lo scatenato Monaco, autore oggi di una doppietta. E dopo nove minuti il difensore centrale Chiavaroli mette il sigillo alla gara con uno splendido colpo di testa su azione di calcio d’angolo.

Elio Di Matteo (responsabile settore giovanile spoltorese): “Voglio fare i complimenti ai ragazzi per questa vittoria. Non era facile ricominciare dopo la sosta natalizia con la stessa intensità. La nostra forza? Noi non abbiamo titolari e riserve. I nostri ragazzi sono tutti titolari. E poi abbiamo un’ottima guida tecnica. Ma guai a montarci la testa. Dobbiamo andare avanti con la stessa umiltà. Il campionato è ancora lungo. Lunedì affronteremo il Popoli nell’ultima gara di andata e poi ricominceremo il ritorno affrontando la Pro Tirino, che è la nostra diretta inseguitrice. Guai ad abbassare la guardia”.
Manoppello Arabona-Spoltore Calcio 0-5
(14’pt Monaco, 44′ Di Biase, 7’st Caldo 30’st Monaco, 39’st Chiavaroli)

Manoppello Arabona: Marinelli, Salceanu, Morrone, Di Bartolomeo, Del Rosso, Fayinkea (11’st Diallo), Nubile (12’st Cremonese), Fagianini (5’st Ilario), Toure, Di Renzo, Faye (5’st Pompilio Di Donato). A disposzione: Corrado, Marasca. Allenatore: Nazzarebo Di Giovanni

Spoltore: Bucci, Chiavaroli, Pellegrini (25’st De Leonardis), Di Flaviano, Bacci (33’st Verrocchio), Maestro, Di Biase, Di Marco, Monaco (30’Salerni), Caldo (16’st Orlando), Coladonato (7’st Musa). A disposizione: D’Onofrio, D’Amico. Allenatore: Piero Zuccarini

Ammoniti: Pompilio Di Donato, Di Renzo (MA); Di Biase (S)

Pubblicato in Sport

Pescara. Subito in campo. Nemmeno il tempo di godere dello straripante successo interno colto a danno della Lazio, un 9-1 in rimonta davanti al pubblico amico, che il Pescara e tutta la Serie A sono costretti agli straordinari. L'occasione è offerta dal turno infrasettimanale del torneo, che coincide con l'ultima gara prima della lunga sosta causa Europeo.
I biancazzurri saranno di scena alla Cavina contro una IC Futsal in salute e sempre temibile fra le mura amiche, reduce dalle splendide vittorie in trasferta contro Pistoia (Coppa della Divisione) e Milano (Campionato). Per mister Mario Patriarca, ancora una volta, rotazioni ridottissime: rientra capitan Cuzzolino, ma resteranno fuori gli squalificati Salas e Caputo. Confortano, però, i progressi di Yeray nel suo processo di inserimento nelle alchimie di squadra e la freschezza dei giovanissimi Scarinci e Di Matteo, utili per dare preziosi minuti di riposo ai compagni più esperti. Procede nel suo percorso di recupero Wilhelm: presente in distinta contro la Lazio, l'argentino si avvia verso un completo recupero.
Il match di domani, che avrà il suo calcio d'inizio alle ore 20:00, sarà diretto dai signori Gaudenzio Raffaelli di Treviso ed Andrea Campi di Ciampino (al crono il sig. Alessandro Ghetti di Bologna).

Pubblicato in Sport

Pescara. Sarà Carla Fracci uno dei giudici d’eccezione dei Campionati Italiani Assoluti di Danza Sportiva che si terranno dal 18 al 21 gennaio al Palasport "Giovanni Paolo II" di Pescara con il patrocinio del Comune e a cura della Federazione Italiana Danza Sportiva. La signora della danza nazionale sarà a Pescara dalla mattina di sabato 20 in occasione delle esibizioni dei ballerini di classica, insieme ad altri illustri esponenti di questo mondo e maestri coreografi, come Gino Landi e Renato Greco.

 

“Sarà un evento davvero speciale, grazie anche alla presenza di una vera e propria signora della danza qual è la nostra Carla Fracci – dice il vicesindaco Antonio Blasioli – Sono certo che la danza sportiva renderà la nostra città capitale di un mondo molto animato la prossima settimana. Abbiamo avuto contatti con la Federazione e siamo contenti di ospitare uno degli eventi più importanti. Saremo felici di accogliere i ballerini, tutti i rappresentanti di questo mondo e invitiamo la città a godersi uno spettacolo davvero bellissimo: gli ingressi al Palasport sono infatti liberi e a disposizione di chiunque voglia trascorrere del tempo ammirando questi splendidi atleti”.

 

“Siamo felici di portare a Pescara questo evento – così Michele Barbone, presidente federale Fids. Nel calendario delle gare 2018, al primo posto della danza sportiva ci sono gli assoluti italiani, il primo fine settimana che interessa la competizione e le specialità delle danze artistiche lo facciamo qui, dove non abbiamo mai fatto gare di livello nazionale. Una scelta dettata dall’attivismo del comitato regionale e dal grande fermento vissuto qui in Abruzzo. Le gare sono distribuite in 4 giorni e sono tutte quelle del gruppo delle danze artistiche: Show Dance, Oriental Dance, Folk, Boogie Woogie, Hip Hop, Disco, Danze Argentine, Modern contemporary, Jazz Dance Danze Caraibiche e Danza Classica. Una specialità, quest’ultima, per la quale ci onoriamo di avere una giuria composta da un talento e una maestra di altissimo pregio qual è Carla Fracci, con lei sabato 20 ci saranno anche Renato Greco e Gino Landi. Competizione e anche spettacolo: oltre alla Fracci avremo come ospite d’onore la campionessa olimpica di sci da fondo Manuela Di Centa, atleta olimpica e membro d’onore del Comitato Olimpico che farà da madrina all’ingresso della breakdance nelle discipline, sabato alle 15,30 con la Fracci e nei giochi olimpici giovanili, un’entrata che andava suggellata con una delle atlete più amate d’Italia. Ci sarà, infine anche la prima esibizione di una nuova disciplina, il cheerleading, recentemente assegnata. Gli atleti sono circa 850, l’ultima edizione degli assoluti di due anni fa erano 620, ci sono 200 in più e siamo certi che sarà un’edizione eccezionale.

Giovedì prossimo ci sarà l’inaugurazione alle 15,30, tutti i giorni si comincia dalle 8,30 per circa 12 ore, sabato 20, il pomeriggio ore 15,30 presenteremo il cheerleading con la Fracci e Di Centa. Poi ci prepareremo per il 5 e il 6 maggio perché a Pescara si terranno gli Interregionali settore Centro Italia e il 26 e 27 sempre maggio la Coppa Italia per le danze caraibiche, oltre ai campionati regionali il 22 e il 22 aprile”.

 

“Grazie alla Federazione che ha voluto dare questa manifestazione e al comitato regionale abruzzese perché è un settore importante per l’Abruzzo – sottolinea il presidente Coni Enzo Imbastaro - Da presidente Coni ho iniziato a frequentare le competizioni di danza sportiva e non avrei mai pensato di trovare un vero e proprio popolo in queste discipline. Da dieci anni il movimento si sta affermando ed è di grandissimo spessore qualitativo e quantitativo con i suoi 120.000 tesserati in Italia. Questa manifestazione è anche uno strumento di grande promozione per il nostro territorio, ci sono tante iniziative della nostra regione, speriamo di poter diventare un punto di riferimento per la federazione”.

Pubblicato in Sport

Amatrice. "Secondo me non è a rischio la razza bianca". Lo ha dichiarato Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, ai microfoni di 24Mattino di Luca Telese e Oscar Giannino su Radio 24, in risposta alle recenti dichiarazioni di Attilio Fontana. "Io sono per l'accoglienza, per chi ne ha bisogno e dimostra tutti quanti i requisiti. Per quelli che non hanno i requisiti, per gli irregolari, per tutto quello che non è controllabile, secondo me non bisognerebbe accoglierli per forza. Dovrebbero tornare nei propri paesi" ha aggiunto il sindaco di Amatrice ed ha, poi, concluso: "Io sono per il rispetto delle regole, quando non ci sono le regole esplode un problema. Molte volte non mettiamo i giusti paletti. La diversità può essere una ricchezza, ma sempre e solo con delle regole.”

Pubblicato in Politica

Pescara. Il Sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca incontrerà domani, mercoledì 17 gennaio ore 16.30 a Pescara, le associazioni firmatarie della “Carta per la lotta agli incendi boschivi”.

La riunione prevista per domani è stata prontamente organizzata dal Sottosegretario Mazzocca allo scopo di affrontare i punti cardine del documento, incentrato sull'importanza della prevenzione, gestione dell’emergenza, restauro e manutenzione allo scopo di scongiurare, o arginare il più possibile, il rischio di incendi boschivi.

Cofirmatarie, insieme alle associazioni Ambiente e/è Vita, Aipin, Archeoclub, Cai-Tam, Collettivo Studentesco Pescara, Conalpa, Ecoistituto Abruzzo, Fondazione Genti d’Abruzzo, Italia Nostra, Legambiente, Le Majellane, Lipu, Lo Spaz, Marevivo, Mila Donnambiente, Mountain Wildernessl, Pro Natura, Scienza Under 18 Pescara, Soha e WWF, anche cinque organizzazioni scientifiche: Università della Tuscia Viterbo, Sabina Universitas Rieti, Società Italiana per il Restauro Forestale, Società Italiana di Scienze della Montagna e Centro Italiano Studi e Documentazione sugli Abeti Mediterranei.

Pubblicato in Politica

Ortona. Dando seguito alla proposta fatta dal sindaco di Ortona, Leo Castiglione, con un ordine del giorno nell’ultimo consiglio comunale, la commissione elettorale, nella riunione di oggi, ha stabilito la modalità per il sorteggio degli scrutatori per la prossima tornata elettorale.

Saranno in totale 216 scrutatori, 108 titolari e 108 supplenti, estratti dalla lista delle unità elettorali composta complessivamente da 2097 iscritti. Il sorteggio sarà effettuato giovedì 8 febbraio alle ore 10.00 nella sede dell’ufficio elettorale e sarà poi convalidato nella riunione della commissione elettorale che si terrà lo stesso giorno alle ore 15.30.

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. Il sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, ha aderito alla richiesta avanzata dal primo cittadino di Pineto, Robert Verrocchio, con la quale ha chiesto all’Anas, alla Regione Abruzzo e alla Provincia di Teramo, l’apertura di un tavolo di confronto sul ponte di collegamento tra le zone industriali di Roseto, Pineto e Atri.

“Ho ringraziato il collega Verrocchio per aver sollecitato gli enti interessati”, dice il primo cittadino rosetano, “a riaprire questo importante tema relativo alla realizzazione del ponte di collegamento tra le zone industriali di Roseto, Pineto e Atri. Si tratta di un’opera assolutamente strategica che porterà a un sicuro beneficio per il traffico della statale 16 nonché delle nostra statale 150, fortemente costipata di traffico. Ho aderito di cuore, quindi, alla richiesta del sindaco di Pineto per un’apertura di un tavolo di confronto sulla realizzazione di questa importante opera pubblica e per renderla al più presto operativa”.

Pubblicato in Politica

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione