Articoli filtrati per data: Gennaio 2018

Manoppello. Il Circolo PRC “Rocco Iezzi” di Manoppello e la sezione ANPI Val Pescara censurano la decisione dall’Amministrazione Comunale di ricordare congiuntamente le vittime della Shoah e quelle delle foibe.


"Il “Giorno della Memoria” e il “Giorno del Ricordo” - si legge in una nota del Circolo - sono stati istituiti con due diversi provvedimenti legislativi e si ricordano in due date ben distinte, proprio ad evidenziare la diversità dei due tragici avvenimenti: il primo si celebra il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, in memoria dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti, il secondo si celebra il 10 febbraio, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Diffondere un manifesto in cui si mescolano le due celebrazioni porta ad una ricostruzione dei fatti artificiosamente confusa. E’ un modo per nascondere le responsabilità storiche di chi ha perpetrato lo sterminio di milioni di esseri umani, colpevoli solo di avere un diverso credo religioso o un differente orientamento sessuale, o di essersi coraggiosamente opposte alla furia nazifascista. Così facendo si tenta di nascondere la responsabilità storica di chi ha voluto la soppressione di ogni diritto e libertà. Se si vogliono denunciare gli aspetti repressivi delle truppe titine sulla popolazione italiana sarebbe stato opportuno ricordare le tragedie della seconda guerra mondiale in modo più analitico e diversificato, come gli avvenimenti sopracitati richiedono e non mettendo sullo stesso piano la violenza gratuita e massiccia dei nazifascisti, responsabili del tentativo di bonifica etnica, e quella di chi ha resistito a questa follia".

Pubblicato in Politica

Pescara. Giovedì 8 febbraio 2018, lo spettacolo del Ballet Flamenco Español - con Juan Manuel Carrillo e Luis Ortega - porta al Teatro Massimo di Pescara i suoni, i ritmi e i colori della danza spagnola con uno spettacolo suddiviso in tre momenti scenici: Bolero di Ravel, Zapateado de Mozart e Flamenco Live.

Si tratta del secondo dei due spettacoli fuori abbonamento presenti nel cartellone della cinquantaduesima stagione musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”.

Il balletto si svolgerà al Teatro Massimo di Pescara, con inizio alle ore 21. Il biglietto di ingresso costa 20€ per le Poltronissime e 15€ per la Galleria (prezzi ridotti, rispettivamente, a 18€ e 13€ per i soci della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara") e si può acquistare sui circuiti online e a Pescara, presso la sede di Via Liguria.

Il programma della serata si compone di tre momenti scenici: Bolero di Ravel, Zapateado de Mozart e Flamenco Live.
La prima parte dello spettacolo rappresenta la fusione di due stili, la danza spagnola e il flamenco, portato alla sua dimensione massima. Uno spettacolare connubio di forza e attenzione al dettaglio, carico di movimento tra ritmo e luci. Nella seconda sezione del balletto, i danzatori saranno impegnati sullo Zapateado de Mozart: la musica, adattata con il chitarrista Jeronimo Maya e composta in tono minore, segue la tradizione dei grandi concertisti di chitarra flamenca e propone una versione espressiva personale dalla chitarra solista. Sul palco, viene interpretato da uno o due solisti, in un turbinìo ricco di ritmo, accenti e battute di arresto e in una esplosione trascinante di virtuosismo di musica, danza e luci. Flamenco Live, infine, è una coreografia ispirata all'unione di due elementi imprescindibili del Flamenco. Da un lato gli elementi estetici (costumi) e dall'altra gli elementi espressivi (significato, ritmo, sentimento). Si trasmette così la più tradizionale essenza di questa danza, creando un ponte con gli aspetti più moderni di quest’arte, attraverso elementi predominanti come il ritmo e la vivacità.

Gli appuntamenti con la Stagione dei Concerti della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” proseguono venerdì 9 febbraio 2018 con "Una Tromba da Oscar", il programma dedicato il Nello Salza Ensemble dal Nello Salza Ensemble Nello Salza Ensemble impegnato nel programma il Nello Salza Ensemble impegnato nel programma il Nello Salza Ensemble impegnato nel programma Nello Salza Ensemble alla grande letteratura delle colonne sonore del cinema.

Pubblicato in Cultura e eventi

Silvi. Verrà presentata il 4 febbraio alle ore 17, presso la libreria Rio Bo di Silvi Marina, il romanzo di Alessandra Bucci dal titolo Oltre, per le Chiaredizioni. Dopo l'introduzione di Mariagrazia Della Manna e dell'editore Arturo Bernava, relatore del libro sarà il prof. Massimo Pasqualone, critico d'arte e letterario, con le letture di Sara Palladini.
Nel libro due storie parallele si intrecciano e a tratti si confondono fino a dar vita ad un unico avvincente disegno dal finale a tinte forti pieno di colpi di scena. Una storia d’amore e di passione, che nasce come virtuale e che riesce ad oltrepassare i limiti dell’etere per diventare quanto di più reale possa esistere, si interseca con una vicenda di grande sofferenza dalle fosche tinte noir. La solida amicizia, l’insoddisfazione presente nella vita di molte coppie, i rapporti umani al tempo dei social network, il tradimento, la dislessia, sono solo alcune delle tematiche presenti nel libro. La poesia, come in tutte le opere precedenti dell’autrice, resta come solida presenza a fare da sfondo a questo mondo variegato in cui si rintracciano quasi tutte le sfumature del genere umano, in cui sentimenti intensi e a volte contrastanti, si intrecciano ricreando quel pot pourri di colori che caratterizza la vita nella sua essenza più intima.

Pubblicato in Cultura e eventi

L'Aquila. “Pierpaolo Petrucci sul tema del Gasdotto SNAM è arrivato secondo, proprio come la commissione consiliare che presiede. Una risoluzione urgente sul tema è stata presentata dal sottoscritto e dal collega Sospiri già il 29 dicembre scorso, ma la maggioranza ha pensato bene di lasciarla chiusa in un cassetto. Prima creano il problema e poi cercano di ergersi a risolutori”. Questo il commento di Mauro Febbo, Presidente della Commissione di Vigilanza in Consiglio Regionale.

“Capiamo che la campagna elettorale sia iniziata e abbiano necessità di apparire agli occhi della gente su problemi toccanti e sentiti sui quali finora sono stati latitanti, ma è davvero raccapricciante e vergognoso il teatrino messo in scena da Pietrucci e dai suoi colleghi di partito. Peraltro, prima la maggioranza di centro-sinistra stoppa le attività del Consiglio Regionale per dedicarsi alla campagna elettorale del 4 marzo e poi si concede sedute ad hoc per approvare documenti ad hoc? L’intelligenza dei cittadini saprà dare il giusto peso a questi atteggiamenti irriguardosi tanto nei loro confronti quanto in quelli delle istituzioni".

Pubblicato in Politica

Pescara. Martedì 13 febbraio e mercoledì 14 gennaio 2018, la cinquantaduesima Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” presenta due veri e propri mattatori del teatro comico italiano in uno show nuovo di zecca, scritto a quattro mani: con il Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show, i due grandi attori portano sul palcoscenico una ricca e trascinante galleria di personaggi celebri rivisitati attraverso imitazioni ironiche e sketch esilaranti, battute fulminee e interventi musicali. A dare ulteriore prestigio allo spettacolo sono, infatti, le musiche suonate dal vivo della Jazz Company diretta dal maestro Gabriele Comeglio.

Gli spettacoli si terranno al Teatro Circus di Pescara: la rappresentazione di martedì 13 febbraio avrà inizio alle 21 mentre mercoledì 14 febbraio è in programma la replica pomeridiana alle ore 17. Il biglietto di ingresso costa 33€ per le Poltronissime e 28 per le Poltrone (per i soci della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”, i biglietti costano, rispettivamente, 30€ e 25€).

Massimo Lopez e Tullio Solenghi tornano insieme sul palco dopo 15 anni, come due vecchi amici che si ritrovano, in uno Show di cui sono interpreti ed autori, accompagnati dalle musiche live della Jazz Company diretta dal maestro Gabriele Comeglio.

Ne scaturisce una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, sketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

Tra i vari cammei, l’incontro tra Papa Bergoglio e Papa Ratzinger, in un esilarante siparietto di vita domestica, i duetti musicali di Gino Paoli e Ornella Vanoni e quello più recente di Dean Martin e Frank Sinatra, che ha sbancato la puntata natalizia di "Tale e Quale Show".

In quasi due ore di spettacolo, Tullio Solenghi e Massimo Lopez, da "vecchie volpi del palcoscenico", si offrono alla platea con l’empatia spassosa ed emozionale del loro inconfondibile "marchio di fabbrica".

Il prossimo appuntamento in programma per la cinquantaduesima Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara sarà per giovedì 22 e venerdì 23 febbraio 2018 quando, sul palcoscenico del Teatro Circus, sarà di scena il Don Chischiotte di Peppe Barra e Nando Paone.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Tornano dal vivo i ragazzotti dei Wild, irriverenti e musicanti: i Wild Acoustic Trio saranno in concerto allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo il 2 febbraio (inizio ore 22.00).

I Wild Acoustic Trio nascono nel 2008 da un’idea di tre amici con la voglia di proporre celebri canzoni italiane in chiave acustica con arrangiamenti ricercati. Il risultato è un sound unico, ricco di suggestioni grazie anche all’interessante combinazione degli strumenti della band.
I concerti dei Wild Acoustic Trio assicurano sempre uno spettacolo estremamente coinvolgente per la loro capacità di attirare, rapire e coinvolgere il pubblico regalando emozioni e serate indimenticabili.

“Capossela, Mannarino, Giuliano Palma e tanti altri per il vero “Spettacolo Wild”che infiamma il Centro Italia da oltre dieci anni.”

La line up dei Wild Acoustic Trio comprende: Diego Merletti (voce, chitarra e kazoo), Stefano Petraccia (basso elettrico), Roberto Di Marco (batteria e percussioni).

“Wild Acoustic Trio @ Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
2 febbraio 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pubblicato in Cultura e eventi

Casoli. Tutto pronto per il nuovo appuntamento organizzato da L.U.C.E Lab con il patrocinio del Comune di Casoli interamente dedicato all’olio extravergine d’oliva. Il seminario, dal titolo“L’oro verde di Casoli”, si terrà sabato 3 febbraio al Cinema Teatro Comunale di Casoli (Ch) e vedrà la partecipazione di esperti del settore provenienti da tutta Italia.
Si inizierà alle 16.30 con l’introduzione a cura di Sergio De Luca, Funzionario STA Abruzzo Sud e vicesindaco di Casoli; alle 16.40 interverrà Silverio Pachioli (Agronomo e docente presso l'Istituto Agrario “P. Cuppari” di Alanno - Pescara) con “Nuovi orientamenti nella difesa fitosanitaria dell’ecosistema oliveto”; alle 17,05 Dante Rosati (Funzionario ARSARP - Regione Molise) illustrerà la “Gestione della chioma dell’olivo nell’era dei cambiamenti climatici”; alle 17,30 Mauro Meloni (Consorzio Garanzia dell'olio extravergine di qualità - CEQITALIA) farà un intervento sullo “Scenario Competitivo internazionale per gli oli extravergine: tendenze di consumo”; alle 17,55Marino Giorgetti (Esperto analisi sensoriale) con “Analisi sensoriale dell’olioextravergine di oliva – valorizzazione della qualità”; l’ultimo intervento, alle 18,20, sarà curato da Ermanno Comegna (Esperto di economia e politica agraria) che illustrerà le “Idee e proposte per lo sviluppo dell'olivicoltura nelle aree interne”; a seguire interventi del pubblico e dibattito.
“In Italia è piuttosto vivace il dibattito a livello politico e di operatori economici su come sia possibile rivitalizzare e modernizzare il settore dell'olio extra vergine di oliva – spiega il prof. Ermanno Comegna, ideatore dell’iniziativa insieme all’associazione L.U.C.E. Lab - il nostro Paese ha avuto in passato un ruolo di indiscussa leadership a livello mondiale che negli ultimi decenni si è appannata. Siamo stati superati e direi surclassati ormai dalla Spagna, in termini di produzione e di esportazione e nei prossimi anni potremmo essere superati da altri concorrenti, soprattutto dell'area sud del bacino del Mediterraneo”.
“L'Abruzzo– aggiunge - con oltre 40.000 ettari di oliveti coltivati e con eccellenze indiscusse in termini di ricchezza varietale, tipicità e qualità delle produzioni, deve partecipare da protagonista al tentativo in atto di evoluzione virtuosa della olivicoltura e dell'industria olearia italiana. Il convegno di Casoli intende dare un contributo in tal senso, trattando i temi dell'innovazione delle tecniche colturali, della valorizzazione della qualità, del marketing e delle misure che devono essere attuate per superare i problemi strutturali ed evitare che il fenomeno dell'abbandono della coltivazione raggiunga i livelli di guardia già purtroppo osservati in altre regioni”. “Da questa iniziativa ci aspettiamo - conclude il prof. Comegna, casolano distintosi nel settore agroalimentare a livello universitario e di ricerca– che escano delle analisi e delle proposte utili per l'imprenditoria, per gli amministratori locali e per il mondo della ricerca e della conoscenza”.
Un obiettivo nobile, quello del seminario di portata nazionale che si terrà a Casoli, peraltro già “Città dell’olio”, che segue la finalità del laboratorio culturale L.U.C.E. Lab che, attraverso le proprie iniziative, vuole dare luce al territorio e alle sue eccellenze.
Non a caso il convegno sarà seguito da un percorso conviviale con degustazione di prodotti tipici delle aziende e delle associazioni affermate e riconosciute nel settore enogastronomico del territorio. Il percorso, curato dallo chef Domenico Scotti Del Greco, sarà realizzato negli spazi del Castello Ducale e alla presenza del prof. Gino Primavera, cultore esperto e profondo conoscitore della gastronomia e delle tradizioni enogastronomiche locali.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Questa mattina al Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara sono stati presentati i candidati abruzzesi delle liste del Pd al Parlamento.

Ecco la lista dei candidati:
Camera Uninominale. Collegio di Pescara: Antonella Pellegrino; collegio di Chieti: Antonio Castricone; collegio di Teramo: Sandro Mariani; collegio dell'Aquila: Lorenza Panei; collegio di Vasto-Lanciano: Chiara Zappalorto
Camera Proporzionale. Collegio di Pescara-Chieti: 1) Lucia Annibali 2) Camillo D'Alessandro; 3) Susanna Cenni 4) Alessandro Marzoli. Collegio di L'Aquila-Teramo: 1) Stefania Pezzopane; Dino Pepe; Lorenza Panei; Luciano Monticelli.
Senato Uninominale. Collegio di Pescara-Chieti: Federica Chiavaroli. Collegio di L’Aquila-Teramo: Massimo Cialente.
Senato Proporzionale. 1) Luciano D'Alfonso; 2) Cristiana Canosa; 3) Gianluca Fusilli; 4) Marusca Miscia.

“Siamo l’unico partito tutto per il territorio e ad avere le capolisture del territorio – ha sottolineato il segretario regionale del Pd, Marco Rapino – questo per noi è un grande onore ma ci dà anche tanta responsabilità, soprattutto quella di condurre la campagna elettorale che ci dovrà far recuperare dei punti con dei sondaggi che oggi ci dicono che siam indietro. Ma con la forza e con l’umiltà riusciremo a recuperare, sono molto fiducioso che con questa squadra faremo degli ottimi risultati. I nomi scelti vengono tutti dal territorio, la seconda candidata del proporzionale viene dalla Toscana, candidata con l’unione di Siena, Susanna Cenni che ringraziamo per essere con noi. Sono convinto che faremo un’ottima campagna elettorale, ma quello che interessa a noi è la sfida dei collegi dove abbiamo uomini eccellenti come l’ex sindaco di L’Aquila Massimo Cialente che sarà candidato al Senato per Teramo-L’Aquila, tanti uomini e tante donne in gamba. Vedo tante donne nelle liste, penso a Marusca Miscia, l’assessore di Lanciano che corre al Collegio di Vasto; Sandro Mariani, il nostro giovane capogruppo nel Collegio di Teramo. Io credo che sia una grande squadra che mette in campo donne, uomini e giovani competenti per raccontare ai cittadini quello che noi abbiamo fatto in questi anni e quello che ci proponiamo di fare nei prossimi”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Saranno presentati all’Aurum venerdì 2 febbraio alle ore 18 i bandi del Flag della Costa di Pescara per la promozione del “miglio zero” e della “pescaturismo”. Stamane la conferenza di presentazione dell’iniziativa e dello spettacolo dedicato alla marineria pescarese che si svolgerà dalle 19 circa sempre all’Aurum.
“La finalità del Flag, costa di Pescara – ha sottolineato l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi - questo gruppo locale che persegue diverse strategie finanziate appunto dalla Regione Abruzzo e dai fondi Fead per 800 mila euro entra nel vivo perché le azioni significative, superando quelle che abbiamo già avviato nella stagione estiva con la valorizzazione della tradizione e della cultura legata alla marineria, adesso abbiamo delle azioni di sostegno dirette con il comparto: una che riguarda la pesca ed il turismo, elemento fondante del progetto che abbiamo vinto, un’altra riguarda il miglio zero che interessa sia la valorizzazione del nostro pescato sia la possibilità di cucinare immediatamente il pescato stesso. Il progetto viene inquadrato sulle due sponde del fiume, il lato nord ed il lato sud con delle attività di street food che da un lato valorizzano le due banchine sotto l’aspetto turistico, attrattivo dello stesso fiume e di valorizzare lo stesso prodotto andando ad offrire un prodotto fresco cucinato al momento per tutti gli utenti. Questo significa due cose: che mettiamo a sistema queste risorse che poi servono non solo per aiutare il comparto, ma per puntare ancor di più sull’economia del mare con la macrostrategia del flag, cioè mettere a sistema tutti gli elementi che riguardano l’acqua ed il mare e si possono avere un’idea di sviluppo in termini di marketing e soprattutto lo sviluppo in termini turistici, le risorse che sono collegate agli aspetti del mare. ci sono risorse importanti su entrambe le situazioni perché abbiamo 150 mila euro sul miglio zero che prima verranno messi a bando e sulla pesca turismo 200 mila euro, queste sono davvero due azioni fondamentali. Queste due azioni verranno presentate all’Aurum alle ore 18, invitiamo tutti a partecipare e ci sarà lo spettacolo teatrale, anch’esso molto importante, che unisce l’allegria e la riflessione sulle tradizioni della marineria, si tratta di uno spettacolo gratuito. Noi siamo contenti, ringrazio tutte le energie che si spendono per il flag costa di Pescara, il direttore, il presidente e tutti gli associato. Le azioni entrano nel vivo, un anno fa tutto questo era inimmaginabile, ricordo la corsa fatta ad agosto, siamo riusciti a vincere questa sfida e adesso queste risorse importanti ricadono sul territorio in maniera positiva e creano delle opportunità. La pesca turismo ed il miglio zero rappresentano delle opportunità reali e dei soldi veri che sonod estinati a tutti coloro che vogliono dedicarsi al rilancio del mare e dell’economia turistica”.
“Lo spettacolo prende spunto da un lavoro che abbiamo fatto io e la mia collega – ha spiegato Cristina Baldassarre, regista dello spettacolo – ques’estate ci è stato chiesto di fare un lavoro su Sant’Andrea, noi lavoravamo al Parco a Villa de Riseis. Lì abbiamo fatto delle indagini e delle interviste ai pescatori, da queste interviste sono uscite delle tradizioni importanti che noi stessi non conoscevamo e volevamo far conoscere anche all’associazione. Noi ci occupiamo in particolar modo di sociale, quindi ci interessa di lavorare per l’inclusione dei ragazzi dell’associazione e nel territorio della città non solo a livello teatrale. Per questo motivo abbiamo lavorato su questa tematica con delle interviste ai pescatori che riproporremo durante questo spettacolo, ci saranno sia dei video che delle performance teatrali, ci saranno delle poesie riprese da libri che abbiamo trovato. Abbiamo ospitato una donna, Anna Palestini, proveniente da una famiglia di pescatori, che canterà all’interno dello spettacolo proprio perché ci piaceva dare un’idea reale della cosa, quindi non creiamo una finzione della realtà pescarese, ma riporteremo proprio la vera situazione. C’è una parte in cui si parlerà di Pescara nord e Pescara sud, Sant’Andrea era l’unica occasione in cui queste due parti si rincontravano, quindi ancora di più abbiamo voluto incentivare questa unione perché parlando con i pescatori abbiamo visto che c’è ancora questa rivalità e può essere un modo per i pescatori per rincontrarsi e per rivivere le tradizioni. È stato molto bello realizzare queste interviste perché abbiamo visto come per queste persone il mare è veramente tutto, questa è gente che vive per il mare ed è bello che questa cosa venga valorizzata e conosciuta”.
“I bandi che stiamo per varare sono ovviamente riservati agli armatori proprietari di imbarcazioni – ha affermato Andrea Mammarella, direttore Flag Costa di Pescara – perché saranno loro i destinatari di questi fondi europei che finanzieranno al 50% dei progetti legato a quello del miglio zero per la realizzazione di strutture per la vendita diretta dalla barca alla banchina del consumatore del pescato locale. Mentre per quanto riguarda l’altra misura, ci sarà sempre la stessa modialità di pagamento, il 50% a fondo perduto per dotare le imbarcazioni dei pescatori di tutti gli elementi normativi necessari ad accogliere ed ospitare turisti nella stagione estiva e non se hanno voglia di fare delle gite in mare pescando e godendo delle bellezze del nostro mare che è un’attività di grande prospettiva e che sta riscuotendo sempre maggiori successi e devo dire che l’offerta è ancora inferiore alla domanda in questo settore. C’è tanto da fare e siamo sicuri che questa iniziativa che finanzia questa attività apra anche la stura di iniziative a carattere imprenditoriale che la nostra marineria vorrà intraprendere negli anni futuri sia per dare una struttura di sviluppo diverso al nostro territorio e sia anche per dare a loro delle modalità di reddito aggiuntivo, sostitutivo rispetto a quello attuale in cui sarebbero costretto ad aumentare le catture e via dicendo. Quindi piuttosto che aumentare la disponibilità di reddito in quella direzione il Flag, ma un po’ tutta la struttura europea, promuove e incentiva a ricercare nuovi indirizzi e nuove modalità di ricchezza reddituale della risorsa del mare. Venerdì credo che sarà una bella giornata perché avremmo insieme da una parte la vocazione turistica del territorio e dall’altra la tradizione marinara. Quindi metteremo insieme questi due mondi che con le radici nel passato e lo sguardo nel futuro in maniera secondo me esclusiva provano a dare un respiro di sviluppo futuro al nostro territorio”.

Pubblicato in Politica

Chieti. "Noi lavoratori dell’ex Burgo, da anni in attesa di vedere rispettati gli impegni assunti a livello regionale con ripetuti interventi pubblici del vice-presidente Lolli, prendiamo atto della prontezza con la quale il presidente della Regione Luciano D’Alfonso è intervenuto per i lavori in corso nell’area occupata da Megalò per la sistemazione della rete fognante, rinnovando la "richiesta di sottoporre la questione a un’approfondita analisi di tutti gli interessi coinvolti' ".

Così in una nota i rappresentanti del Comitato dei dipendenti ex Burgo, Danilo Primiterra e Lando Mantini, che aggiungono: "In questa analisi è possibile chiedere di inserire anche gli interessi di chi ha perso lavoro e prospettive, nella generale indifferenza di tutte le autorità competenti?.Davvero non contano nulla le concrete possibilità di avere centinaia di posti lavorativi che potrebbero risolvere o attenuare di molto la “ grande criticità ambientale”che vive la città di Chieti? Capiamo che l’imminenza del voto possa determinare nel candidato senatore il tentativo di trovare consensi da una certa parte che tutela interessi certamente legittimi, ma con visioni che sono viziate da un evidente e fazioso fondamentalismo.Chiedere, dopo che il Genio Civile ha prescritto ed ottenuto proprio gli interventi necessari a mettere in sicurezza la zona, di tornare a rivedere quanto già deciso dagli organi competenti tenendo però “ in debito conto della preoccupazione, per l’evidente pericolosità ambientale connaturata all’intervento stesso, che si verrà a concepire in una zona estremamente delicata e sensibile a stravolgimenti insensati” vale una invasione di campo ingiustificata e ingiustificabile. Forse serve a catturare qualche voto, ma ricordiamo che anche noi, ex Burgo, votiamo, ed anche le nostre famiglie, ed abbiamo i nostri diritti che nessuno fino ad oggi ha salvaguardato. Anzi tutte le iniziative assunte, dallo stesso ingegnere Merlino ( vedi progetto In.Te.) hanno trovato ostacoli, quelli si insensati, proprio dalle forze politiche che avevano dichiarato di essere pronte a produrre una legge speciale per favorire l’iniziativa. Sa poi di prevaricazione la richiesta di D’Alfonso di attivare “ogni possibile iniziativa per acquisire opinioni e determinazioni, anche rinnovando passaggi procedimentali già svolti”, come a dire che sarebbe da considerare legittimo e corretto buttare a mare tutto quanto detto, stabilito e firmato in precedenza perchè e’ Lui a dirlo....il presidente D’Alfonso si è rivolto con una lettera, oltre che ai “dirigenti regionali e amministratori competenti per territorio, anche al Procuratore della Repubblica di Chieti:lo facciamo anche noi, invitandolo ad aprire un fascicolo su tutta la vicenda che ci riguarda, dalla dismissione della cartiera ai tanti impegni assunti e disattesi sino a dover rinunciare anche ai posti di lavoro che l’iniziativa Mirò ha riservato agli ex della Burgo e loro famigliari".

"Creiamo un argine per evitare che Chieti finisca nelle mani di Pescara, il Presidente D’Alfonso vuole toglierci l’ospedale ed adesso anche Megalò. Difendiamo i posti di lavoro che vengono generati a Chieti".

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione