Articoli filtrati per data: Venerdì, 13 Aprile 2018

Pescara. Ieri mattina il tholos ricostruito nell’aiuola del piazzale antistante il palazzo della Provincia di Pescara è parzialmente crollato, determinando stupore e curiosità tra i passanti. Domani stesso le pietre verranno riposizionate sulla base rimasta intatta: la ricostruzione verrà fatta dagli operai della Provincia con la supervisione del prof. Edoardo Micati, il massimo esperto in Abruzzo di chiese rupestri, profondo conoscitore anche delle tecniche costruttive delle antiche capanne di pietra.
“Il Tholos era già sotto osservazione – afferma il presidente Antonio Di Marco - perché avevamo visto qualche segno di cedimento e avevamo programmato un intervento di revisione, ma evidentemente non abbiamo fatto in tempo. Domani risistemeremo tutto, perché è mio desiderio, come anche lo è stato dei miei predecessori, far perdurare nella piazza istituzionale più importante del capoluogo, il segno della tradizione della provincia più interna e montana, il simbolo del territorio della Majella. Quel tholos è stato costruito dall’amministrazione provinciale nel 2001 e dopo 17 anni è diventato un marchio distintivo del territorio della provincia di Pescara”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Dopo la comunicazione del 30 gennaio scorso, da parte della Direzione Generale per il Clima e l’energia del Ministero dell’Ambiente, dell’inclusione del Comune di Pescara tra i soggetti beneficiari del finanziamento di due milioni di euro previsto dal Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro di cui all’art. 5 della Legge 221/2015, siamo ora in attesa del Decreto Ministeriale di approvazione del Programma Operativo di Dettaglio (POD), atto che costituisce l’avvio concreto dei lavori. Si è intanto svolto il “kickoff meeting” durante il quale i rappresentanti dell’ATI, che hanno predisposto il progetto, lo hanno illustrato al neo assessore alla mobilità, Giuliano Diodati, alla presenza dei responsabili del settore Mobilità.

 

“L’incontro è stato utile a fare il punto sulle risorse che saranno presto rese disponibili, e sulle finalità, sui risultati attesi, sugli strumenti, sulle tempistiche, sui ruoli, sulle modalità del progetto – così l’assessore Giuliano Diodati - Massima disponibilità e collaborazione da parte del Comune per la piena e ottimale attuazione del progetto, su cui è stato fatto davvero un ottimo lavoro, al fine di non perdere nessuna delle opportunità garantite dallo stesso.

Il finanziamento concesso di un milione di euro consentirà ora di sostenere e integrare opere già previste, come le piste ciclabili di cui al Piano Triennale dei Lavori Pubblici all’interno del progetto Bici-in-rete e agli interventi finanziati con le risorse del bando ministeriale per le periferie, che favoriranno l’accessibilità ai quartieri periferici e miglioreranno la sicurezza stradale

Nello specifico, i fondi ottenuti saranno utilizzati per:

la costituzione di un Mobility Center, ovvero un ufficio dedicato alla gestione biennale del progetto;
la messa a disposizione dei lavoratori, con la formula di “bike trial” (in prova per un mese) di 150 bici elettriche e pieghevoli;
la disponibilità di un fondo di agevolazione per il loro eventuale acquisto;
l’attivazione di una piattaforma tecnologica di carpooling;
la gestione di corsi di ecoguida;
le attività di formazione dei mobility manager;
l’acquisizione di totem motivazionali per il conteggio del transito dei ciclisti;
la realizzazione di una bike station;
la diffusione di kit mobilità e incentivi al tpl;
l’attività di comunicazione;
l’attività di monitoraggio.
Oltre ad essere momento di rilancio dell’azione comunale di prevenzione dall’inquinamento atmosferico, tutto questo sarà collegato alla realizzazione di quanto previsto dal progetto Bici-in-rete, ovvero il completamento nel prossimo biennio della rete urbana cicloviaria, soprattutto nelle zone del quadrilatero centrale compreso tra le vie Conte di Ruvo, Marconi, Caduta del Forte e D’Annunzio, vista la presenza di grandi centri di aggregazione di servizi, lungo Via Pepe, per collegare l’aera universitaria e del tribunale con le piste ciclabili del lungomare e di Via D’Annunzio e lungo il Ponte delle Libertà, per la forte criticità di attraversamento delle utenze deboli, ad oggi non garantite da alcun percorso riservato”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Si è svolto oggi pomeriggio nella sede della Giunta regionale a Pescara un incontro per la definizione delle fasi di lavoro relative al bando della Regione per l’affidamento dei servizi di trasporto marittimo veloce passeggeri tra l’Abruzzo e la Croazia. Erano presenti il presidente Luciano D’Alfonso, il direttore generale Vincenzo Rivera, il segretario particolare del presidente Enzo Del Vecchio, i funzionari del settore trasporti, il Sindaco di Pescara Marco Alessandrini, il consigliere comunale pescarese Riccardo Padovano e i rappresentanti di Confindustria, Camera di commercio Chieti-Pescara e Capitaneria di porto.

Durante la riunione è emerso che il bando di gara è in fase di ultimazione e che la gara d’appalto potrà essere avviata nel mese di maggio. Per la valorizzazione turistica dei porti di Pescara e Ortona, la Regione ha messo in campo risorse pari a un milione l’anno per tre anni. Il presidente D’Alfonso ha anche proposto un tavolo di confronto in diretta streaming con tutti gli stakeholders per raccogliere i suggerimenti degli operatori del settore. Elementi premianti del bando riguarderanno l’esperienza degli operatori e l’entità del marketing turistico a favore della Regione.

“Dobbiamo bruciare le tappe per riavviare un collegamento fondamentale per l’economia abruzzese – ha detto D’Alfonso – perché il raccordo tra le due sponde dell’Adriatico è funzionale non solo al turismo ma anche nell’ottica del disegno macroregionalista”.

Pubblicato in Politica

Pescara. La sicurezza come cultura, da quella sul lavoro, a scuola a quella nelle mura domestiche, un tema ad ampissimo raggio che verrà affrontato dall'evento “La Cultura della Sicurezza” che si svolgerà all’Aurum sabato 14 aprile prossimo, dalle ore 18. Oggi la presentazione con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo e Monica Del Toro della Mdt Solutions che promuove l’iniziativa, che vedrà coinvolte le scuole primarie e secondarie della città e gli adulti in qualità sia di genitori che di cittadini.

“Questa iniziativa ha un elevato valore culturale – così l’assessore Giovanni Di Iacovo – Perché la sicurezza non è solo sui luoghi di lavoro, ma ci accompagna da casa, a scuola, nell’ambiente, persino nei luoghi che scegliamo per il tempo libero. Da qui il concetto di “cultura” della sicurezza che abbiamo sostenuto e sposato con questo evento. L’auspicio è di vedere il progetto crescere e svilupparsi il più possibile, soprattutto nelle nostre scuole, in modo che i ragazzi siano i primi promotori delle varie declinazioni della sicurezza, per questo invitiamo tutti a prendervi parte”.

“Obiettivo del progetto che presenteremo sabato è fornire strumenti conoscitivi utili a far nascere, soprattutto nei ragazzi, la cultura della sicurezza intesa non come obbligo normativo ma come strumento atto a tutelare la propria vita, tutela vista da più punti di vista – così Monica Del Toro - La convinzione che è alla base del progetto è che “se imparassimo a pensare in modo sicuro, non ci sarebbe la necessità di creare leggi che ci dicano come lavorare sicuri, come guidare sicuri, come giocare sicuri. Il progetto è costituito da 2 macro blocchi. Il primo è rivolto a tutti i ragazzi in età scolare. Il secondo è rivolto agli adulti nel loro ruolo di genitori, cittadini e condomini. Il progetto nelle sue fasi prevede il coinvolgimento di diverse figure professionali quali: esperti in qualità e sicurezza sia del lavoro che ambientale, psicologi, avvocati, Polizia postale, biologi, chimici, Vigili del fuoco, Protezione civile e Pubblica assistenza. Inoltre in collaborazione con il corpo docenti, i relatori potranno creare dei laboratori, si potranno realizzare anche lavori di gruppo e promuovere premi e borse di studio, in partnership con le aziende del territorio che vorranno farne parte.

PER I RAGAZZI prevede la fondamentale collaborazione con le scuole quindi con i dirigenti e gli insegnanti, creando dei momenti informativi e formativi in cui trattare argomenti quali:

- La sicurezza nel gioco: l’obiettivo è dare ai ragazzi le nozioni giuste per riconoscere i giochi certificati, capire quali sono i criteri per capire se un gioco è “sano o no” per se stesso, presentare i loro dispositivi di protezione individuale quando vanno in bici, con i pattini, in macchina con i genitori.

- La sicurezza nel cibo: come riconoscere il cibo sano da quello spazzatura, insegnare ai ragazzi a leggere le etichette per poter dar loro la possibilità di riconoscere gli allergeni ma ancor più poter capire se un cibo è ricco di sostanze dannose per il corpo.

- La sicurezza informatica: dare ai ragazzi la capacità di saper capire se un sito è sicuro, far capire loro le pericolosità che lo strumento internet, se non usato con cautela e accortezza, può celare.

- La sicurezza nel divertimento: far capire ai nostri ragazzi che ci sono atteggiamenti che possono portare a conseguenze pericolose che potrebbero avere ripercussioni per tutta la vita (guidare in stato ebrezza, il pericolo delle droghe, le conseguenze penali che comportamenti agiti con leggerezza e inconsapevolezza posso portare).

- La sicurezza come lavoro: creare degli incontri con quei professionisti che tutti i giorni lottano per garantire a tutti un Paese più sicuro (Vigili del Fuoco, Medici, Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri…)

PER GLI ADULTI sono invece previsti incontri in cui si potranno trattare argomenti quali:

- La sicurezza in casa: come scegliere gli elettrodomestici giusti, dare indicazioni sul “fai da te” sicuro, dare indicazione anche agli adulti sulla sicurezza alimentare, dare indicazioni alle casalinghe su come svolgere i lavori di casa gettando un occhio alla sicurezza (ogni anno si verificano in Italia ben 2.700.000 di cui 8.500 mortali)

- La sicurezza in caso di calamità naturale. Lo scopo è quello di creare dei momenti di incontro per spiegare come comportarsi in caso di terremoto e altre calamità naturali.

- La sicurezza in condominio: cosa deve avere un condominio e cosa devono chiedere i condomini al proprio amministratore per avere la certezza che il loro condominio sia un “condominio sicuro”. Inoltre cosa fare in caso di incendio e altre situazioni di emergenza, si potrebbero dare indicazioni su come utilizzare gli estintori e su come chiamare efficientemente i soccorsi”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il MoVimento 5 Stelle si è speso da sempre in favore della tutela ambientale e da circa 3 anni a questa parte, anche grazie alla preziosa collaborazione della Consigliera regionale Sara Marcozzi e degli attivisti teatini, i due Consiglieri comunali, Ottavio Argenio e Manuela D'Arcangelo, hanno iniziato un lungo e laborioso lavoro di studio della documentazione relativa al S.I.R. “Chieti Scalo” ed alle operazioni che si sono svolte sino ad oggi nell'ottica della messa in sicurezza permanente e della bonifica delle aree contaminate. Questo lavoro ha avuto un primo importante risultato con l'incontro pubblico organizzato dal gruppo locale del MoVimento 5 Stelle in data 11 aprile nel corso del quale, sono stati presentati i risultati conse guiti sino ad oggi dalle attività amministrative poste in essere soprattutto dal Comune di Chieti, soggetto attuatore dell'Accordo di Programma siglato tra lo stesso Comune,la Regione e la Provincia di Chieti nel 2013.

“Grazie alla collaborazione intercorsa con gli Uffici comunali – scrive Ottavio Argenio - siamo riusciti ad avere un quadro sufficientemente chiaro dello stato dell'arte degli interventi realizzati sino ad ora e ciò che abbiamo constatato non ci lascia affatto tranquilli”.

“Innanzitutto – prosegue il capogruppo del MoVimento – a distanza di ben 8 anni dalla data di istituzione del S.I.R., la caratterizzazione non è stata completata in quanto per alcune aree non è mai iniziata e risulta che le somme stanziate siano di gran lunga inferiori rispetto al reale fabbisogno. Questo dato è preoccupante visto che la caratterizzazione è un intervento necessario e propedeutico alla bonifica vera e propria”.

Ad avviso di Argenio, “Questo problema è attribuibile all'Accordo di Programma che è incompleto ed inefficace per fronteggiare una situazione complessa come quella del S.I.R. Nel corso degli anni si è dimostrato inadeguato sia dal punto di vista della previsione di spesa, sia per ciò che concerne la reale capacità di coordinamento tra le varie istituzioni coinvolte.”

Inoltre, “Ad oggi - rendono noto i due portavoce - non è ancora chiaro quali debbano essere gli interventi da eseguire con priorità rispetto agli altri. Secondo il RUP del Comune di Chieti, le zone da inserire nell'elenco degli interventi da portare a rapido compimento, sono quelle della ex conceria (CAP) e quelle sulle quali insisteva la ex Eco-Trans poiché risultano essere quelle dalle quali, secondo i dati già noti, derivano maggiori problemi soprattutto per quanto riguarda la contaminazione delle acque di falda”.

“Da questo punto di vista emergono altre gravi criticità - dice Argenio – poiché sembra che l'ARAP, individuata dalla Regione Abruzzo quale nuovo soggetto attuatore della bonifica, consideri prioritari gli interventi da realizzare, con i fondi del Masterplan, sulle aree che riguardano i siti del Demanio e del patrimonio indisponibile degli Enti locali e solo mediante eventuali economie di spesa ed in via residuale, quelli da realizzare sulle aree dei privati. E' evidente pertanto che i fondi presenti sulla carta, nel Masterplan, siano del tutto insufficienti a garantire la totale bonifica del S.I.R.

“Per questi motivi riteniamo - concludono Argenio e D'Arcangelo – che gli uffici della Regione Abruzzo debbano agire con immediatezza per trovare una soluzione a questi gravi problemi. Occorre stipulare in fretta un nuovo Accordo di Programma, considerato che quello del 2013 è oramai scaduto ed occorre stabilire un elenco di priorità realmente rispondente alle esigenze di tutela dell'ambiente e della salute. Riteniamo inoltre doveroso che qualcuno chiarisca ufficialmente quale parte dei 10 milioni di Euro annunciati in pompa magna da D'Alfonso sono effettivamente utilizzabili per il S.I.R. Chieti Scalo.

Pubblicato in Politica

Pescara. Viabilità temporanea da lunedì 16 aprile Aprile su via Santina Campana, via Monte di Campli e via Fonte Romana a seguito dell’imminente rifacimento e messa in sicurezza della rotatoria di via Monte di Campli, che comporterà lavori fino al 28 aprile. In conferenza stampa oggi il vicesindaco e assessore alla Viabilità Antonio Blasioli ha illustrato la mobilità alternativa per ridurre i disagi di residenti e passanti lungo le arterie di accesso alla città, in presenza anche del presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli e del consigliere comunale Piero Giampietro.

“Abbiamo voluto una vera e propria conferenza di servizio per evitare per tempo code e aiutare la cittadinanza a scegliere percorsi alternativi da lunedì 16 fino a sabato 28 aprile – così il vicesindaco e assessore alla Viabilità Antonio Blasioli – Si tratta di un importante cambio della viabilità di questa porzione di accesso alla città, consequenziale a lavori necessari che stiamo svolgendo nell’ambito del cantiere di via Monte di Campli.

Si tratta di un cantiere che ha già richiesto dei sacrifici ai residenti della zona Colli, che voglio ringraziare per aver metabolizzato bene l’utilizzo a doppio senso di circolazione di via Santina Campana, la parallela a via Monte di Campli, ma siamo veramente agli sgoccioli. Lungo via Monte di Campli, infatti, a giorni verrà eseguita la scarifica del manto stradale, necessaria per la posa del nuovo asfalto. Al momento sono terminati i lavori ai sottoservizi ed è stata completata la realizzazione dei marciapiedi, dunque siamo davvero all’ultima fase che coinvolge la rotatoria posta all’incrocio tra via Santina Campana, via Colle Innamorati e via Fonte Romana, che sarà completamente rifatta in modo da essere più ampia e sicura sia per il traffico che per le utenze deboli che in zona ci sono.

Mobilità temporanea. Questo comporta che le autovetture e i mezzi in generale non potranno circolare sulla rotatoria ed è per questo che fino al 28 aprile, fatta salva la necessità di qualche giorno in più, occorrerà:

riportare via Santina Campana all’originario senso unico di marcia, cioè a scendere,
chi è diretto verso via Colle Innamorati potrà bypassare il cantiere allungando di poco il giro;
chi proviene dalla Vemac, per intenderci, o dall’Arca e vorrà tornare ai Colli avrà due possibilità: o percorrere via Catani oppure percorrere via Prati fino a via Fonte Romana e da qui tornare su in via Colle Innamorati;
i residenti di via Monte di Campli o via Monte Viglio, dovranno passare per via Monte Pratello e da qui in via Monte Viglio che si percorrerà in senso contrario;
Si tratta, cioè, di allungare la percorrenza su via Prati per 13 giorni, che sono necessari ad avere una nuova rotatoria. Ci aspettiamo sicuramente qualche problema anche nell’incrocio dei flussi di traffico tra chi proviene da via Monte di Campli direzione mare-monti e chi scendendo da via Colle Innamorati vuole percorrere la direzione opposta di via Monte di Campli, per questo la nostra Polizia Municipale presidierà il territorio, dirigendo il traffico, specie nelle ore di punta, finchè la cittadinanza non sarà abituata a questa piccola modifica.

La rotatoria. Veniamo ora allo stato del cantiere che terminerà la prima settimana di maggio. Si eseguono lavori appaltati con ribasso a 163.760,06 euro che prevedono il completo rifacimento e la messa in sicurezza della rotatoria tra Via Monte di Campli e Via Colle Innamorati sia sulla sede stradale che ai margini. Si provvederà infatti, anche alla realizzazione di nuovi marciapiedi intorno ad essa, previa demolizione marciapiedi esistenti, alla rimozione della sovrastruttura stradale e alla realizzazione di uno strato di sottofondo in misto granulare stabilizzato, con posa di nuovi cordoli e realizzazione massetto in calcestruzzo e così accadrà anche ai margini rotatoria tra Via Prati e Via Monte di Campli. Sono previste anche nuove asole per alberi e verde, nuova sarà anche la pubblica illuminazione con la posa di 21 pali a Led; gli attraversamenti pedonali saranno realizzati in betonella anche in corrispondenza di Via Monte Pratello e si realizzeranno anche 2 attraversamenti rialzati. Il tappetino di asfalto sarà interamente rifatto, come pure tutta la segnaletica orizzontale e verticale”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Ieri mattina negli uffici del Vice Sindaco Antonio Blasioli si è tenuto il primo incontro con la ditta Consorzio Artek di Roma per il completamento degli alloggi di via Tronto. Riprende concretamente l’iter del cosiddetto “Contratto di quartiere di via Tronto”, la ditta ha proposto un ribasso del 7,50% e l’importo netto degli interventi è pari a 3.653.114,87 di euro per un totale di 270 giorni di lavori, il cui computo partirà dall’effettiva consegna che potrebbe avvenire già la prima settimana di giugno.

 

“L’incontro di stamane con l’impresa è stato un momento atteso perché possiamo finalmente riavviare una delle più ingenti incompiute cittadine – racconta il vicesindaco Antonio Blasioli – e anche fondamentale per i contatti con i vertici della ditta aggiudicataria dei lavori ai quali abbiamo potuto ribadire con forza quanto sia importante per l’Amministrazione questo cantiere per tanto tempo abbandonato e per le famiglie che negli alloggi potranno trovare una sistemazione definitiva.

Alla ditta abbiamo raccontato dei 74 legittimi occupanti degli immobili di via Lago di Borgiano, costretti ad uscire dalle proprie abitazioni per via delle condizioni di stabilità delle palazzine, persone divise oggi tra alberghi, assegnazioni medio tempore (31 famiglie) e allocate in appartamenti privati con il CAS (contributo di autonoma sistemazione).

L’8 febbraio ci siamo recati al Ministero per verificare che le somme fossero ancora a disposizione e avere il quadro dei tempi di corresponsione: dei circa 6 milioni destinati sono stati già versati al Comune 1.800.000 euro.

Questo cantiere ci preme molto, perché possiamo togliere dall'elenco delle incompiute un'altra opera che dal 2006 staziona in una parte sensibile di città, qual è via Tronto, all’inizio di una delle periferie più a rischio su cui, com’è noto, questa Amministrazione ha rivolto una particolare attenzione.

Inoltre questo progetto rappresenta qualcosa in più di una speranza per le 74 famiglie costrette a lasciare le palazzine Ater di via Lago di Borgiano il luglio scorso, perché la ripartenza degli alloggi del contratto di quartiere potrebbe rappresentare per loro che a causa dell’emergenza vissuta avranno un canale preferenziale la sistemazione definitiva, senza però dimenticare che sono stati già assegnati fondi per 11 milioni per la demolizione e ricostruzione delle palazzine che occupavano di via Lago di Borgiano dichiarate inagibili e pericolose e che ci consentiranno di continuare a rispondere a una delle esigenze maggiori sentite in città, qual è quella della casa”.

Pubblicato in Cronaca

Vasto. Continuano senza sosta gli imponenti servizi predisposti dalla Polizia Stradale al fine di debellare e arginare il fenomeno dei furti d’auto. Anche questa mattina, alle ore 10.00 circa odierne, una pattuglia della sottosezione polizia autostradale di vasto sud in ordinario servizio servizio di vigilanza, in a/14 carreggiata sud nei pressi del km.472 territorio del comune di Termoli procedeva ad intimare l’alt ad un’autovettura bmw serie 3 cabrio di colore bianco con due persone a bordo.
Il conducente di questa, anziché fermarsi, aumentava la velocità innescando quindi un inseguimento protrattosi sino al km.490 nel territorio del comune di Chieuti dove gli occupanti della bmw arrestavano immediatamente la marcia fermadosi in corsia di emergenza e, fuoriusciti dall’abitacolo si davano a precipitosa fuga nel campi adiacenti l’autostrada.
I componenti della pattuglia, nell’intraprendere l’inseguimento, avendo già notato la presenza di altra autovettura honda crv di colore bianco che viaggiava a breve distanza dalla bmw e rimasta indietro durante l’inseguimento, presupponendo la possibilità che la stessa possa viaggiare unitamente al veicolo bmw, provvedevano a intimare l’alt anche a questa.
Gli occupanti, non avendo possibilità di fuga in quanto il traffico era stata già bloccato più a sud da altra pattuglia, venivano fermati senza dare loro alcuna possibilità di fuga.
dalle verifiche eseguite nell’immediato, si accertava che entrambe le autovetture risultavano essere state rubate e denunciate dai proprietari in data odierna in Melegnano(mi). I veicoli, terminate le formalità di rito, verranno restituiti agli aventi diritto.
Gli occupanti della Honda crv sono risultati essere due giovani stranieri di nazionalita’ rumena, di 20 e 21 anni aventi precedenti specifici per furto e ricettazione.
I predetti sono stati denunciati per ricettazione.

Pubblicato in Cronaca

Cupello. Evento sportivo organizzato dall'Atletico Cupello come affiliata del Carpi Football Academy. Invitati al raduno tutti i ragazzi delle varie società abruzzesi e le confinanti molisane come da regolamento. L'evento è una delle iniziative dell'Area Scuouting targata Carpi Academy. I ragazzi 2002-2003-2004-2005 divisi in gruppi e squadre e seguiti da vari tecnici messi a disposizione dall'Atletico Cupello, disputeranno delle partitelle sotto gli occhi attenti degli osservatori del Carpi e avranno cosi la possibilità di mettersi in luce e magari partecipare poi alla fase successiva al provino a Carpi.
Sarà presente il responsabile e numero uno dell'Academy Giorgio Abeni, il numero uno degli Scouting Nazionali del Carpi Football Academy , Sergio Innocenti e Alvaro Riva, Coordinatore Nazionale delle Aree Affiliate.
Con loro anche il responsabile Abruzzo e Molise e segretario Carpi Football Academy Francesco Falconetti e il responsabile della Scuola Calcio dell'Atletico Cupello e Formatore del Carpi Football Academy Loris Carbonelli.

"Siamo orgogliosi di poter ospitare un evento scouting cosi importante nella nostra cittadina e nel nostro territorio. Tanti i bambini che già sono stati iscritti, siamo arrivati già a 120 iscritti circa. E' tutto organizzato affinchè la giornata di sport e divertimento si svolga in modo genuino. Ci saranno le postazioni con la guardia medica, 4 segretarie per far si che le parti burocratiche vengano svolte in modo veloce e le informazioni vengano prese con più facilità, tribune genitori separate da quelle degli scouting in modo che i selezionatori possano lavorare in modo tranquillo e sereno e anche i genitori godersi la giornata. Siamo pienamente soddisfatti del lavoro che si sta svolgendo con il Carpi Football Academy e ringraziamo per la fiducia che ci è stata data e occasione di valorizzare il nostro territorio. Abbiamo invitato tutte le società e siamo contenti che in tante abbiano risposto presente. L'evento avrà inizio alle ore 14.30 anche se i ragazzi arriveranno al campo verso le 14. Un ringraziamento particolare va al sindaco Marcovecchio e all'amministrazione comunale di Cupello" spiega il responsabile della zona e formatore Carbonelli.

"I ragazzi verranno valutati da persone attente, competenti, con esperienza, preparate e per ognuno sarà fatta una scheda personalizzata, uno screening, grazie al lavoro dei tre ragazzi dell'Università del Calcio del Carpi Football Academy presenti all'evento, ovvero Alessio Falvo, Adriano Cesarini e Giovanni Dima. Saranno fatte anche le riprese video dell'intero evento e fotografie che si potranno poi trovare sulla pagina Facebook del Carpi Football Academy e sul sito. Saranno coinvolte tutte le affiliate e l'invito è stato esteso a tutte le società dell'Abruzzo. Ai ragazzi verrà rilasciato a fine giornata un attestato di partecipazione e per qualcuno, se meritevole secondo i nostri scouting, ci potrà essere anche l'invito poi ai provini che si terranno a Carpi. A Cupello è tutto pronto. Hanno organizzato al meglio. Ci sarà anche il caffè offerto ai presenti cosi che possa essere una giornata bella per genitori e figli. E' un evento importante e che dà occasione a tanti ragazzi del nostro territorio di mettersi in luce" spiega Falconetti.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 13 Aprile 2018 00:00

Lula libero, sit-in a Pescara

Pescara. Sabato 14 aprile a Pescara, in piazza Muzii, dalle 18.00 alle 20.00 si terrà un sit-in per chiedere la liberazione del Presidente Lula e ricordare Marielle Franco l'attivista brasiliana uccisa un mese fa.


L'appello:


Lula libero, Marielle vive.

Lunedì 4 aprile una discutibile sentenza giudiziaria ha condannato il Presidente Luis Inacio Lula da Silva, il politico più popolare del Brasile, a dodici anni di carcere violando i più elementari principi giuridici. Dietro questa sentenza si nasconde un malcelato intento politico di colpire, a poche settimane dalle elezioni presidenziali, le forze progressiste brasiliane, i sindacati ed i lavoratori.
L’esperienza di governo di Lula negli anni ha impresso un cambiamento sul piano sociale a vantaggio dei lavoratori brasiliani e delle fasce popolari più deboli. Questo è quello che si vuole colpire e cancellare.
Vogliamo esprimere la nostra vicinanza al popolo brasiliano che in questeore si sta mobilitando contro questo grave attacco alla democrazia e chiedere con loro a gran voce la liberazione di Lula e la sua partecipazione alle elezioni.

Il 14 aprile sarà inoltre la giornata internazionale in ricordo di Marielle Franco l’attivista per i diritti umani assassinata un mese fa a Rio de Janeiro.

Marielle lives, Lula free.


Aderiscono:


Abruzzo Social Forum
A.N.P.I. Pescara
Articolo UNO - Movimento Democratico e Progressista Abruzzo
Associazione Kabawil - El otro soy yo
Coordinamento regionale studentesco: 360 gradi PE-CH, UdU L'Aquila, UdU Teramo
Fronte della Gioventù Comunista Abruzzo
Giovani Comuniste/i Pescara
Giovani Democratici provincia di Pescara
Jonathan - Diritti in movimento
Paese Comune
Partito Comunista - Abruzzo
Polisportiva Gagarin Teramo
Partito della Rifondazione Comunista Abruzzo
Sinistra Italiana Abruzzo

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione