Articoli filtrati per data: Mercoledì, 04 Aprile 2018

Pescara. “Partirà domani lo sfalcio primaverile delle erbe nelle aiuole e aree verdi città e sarà affidato alla ditta "Il Verde SRLS". E' un affidamento che consentirà di fare il primo passaggio su tutte le aree cittadine e di coprire le esigenze fino alla data del 2 giugno 2018, termine entro il quale dovremmo avere le risultanze della gara aperta dello sfalcio, gara biennale di importo pari a 1.300.000 euro, diviso in due lotti, in cui il fiume Pescara fa da spartiacque tra le due imprese aggiudicatarie".

Così in una nota il vicesindaco di Pescara, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Fino a quella data l'Amministrazione comunale per scongiurare i rischi igienico-sanitari e assicurare il decoro della città ha scelto la ditta “Il Verde Srls” tra le ditte invitate a produrre delle offerte.

L'importo di questo primo affidamento è pari a 30.500 euro. Il lavoro partirà domani e interesserà la riviera nord, aiuole lato monte e lato mare. La riviera sud invece è già stata oggetto della manutenzione da parte dei nostri operai interni, che continueranno a occuparsi dello sfalcio dentro i parchi comunali e voglio ringraziarli per lo spirito di abnegazione, che pur tra mille difficoltà li muove ogni giorno, per dare risposte concrete e il più estese possibile alle esigenze sentite in città.

Con le risorse a disposizione quest'anno riusciremo a fare tre passaggi di sfalcio sulle aree verdi della città e anche questo rappresenta una piccola novità rispetto all'anno scorso. Succede perché i consiglieri del centrosinistra hanno inteso incrementare i fondi a disposizione del servizio verde per la manutenzione e questo ci consentirà di presentare una città più bella e decorosa nelle prossime settimane”.

Pubblicato in Cronaca

San Giovanni Teatino. Gli abitanti di San Giovanni Teatino apprezzano l'acqua erogata dalla "Casa dell'Acqua Pubblica". Dal giorno dell'inaugurazione, lo scorso 5 marzo, l'impianto sito nell'area parcheggio di Largo Wojtyla, ha erogato 19 metri cubi di acqua consumando, per quella frizzante, 3 bombole da 20 kg di CO2. A comunicarlo al Vicesindaco Giorgio Di Clemente è stato Carmine Di Muzio, responsabile della Maiba srl di Chieti, ditta che ha la gestione e la manutenzione dell'impianto.
"Tra oggi e domani saranno installate altre 3 "case dell'acqua pubblica" - annuncia il Vicesindaco Giorgio Di Clemente - nell'area parcheggio scuola primaria Dragonara, in piazza De Berardinis ed in corso Corso Marconi in San Giovanni Teatino Alta. D'intesa con Maiba, gli impianti cominceranno ad erogare acqua tra venerdì e l'inizio della prossima settimana".
Anche in queste nuove case l'erogazione di acqua sarà gratuita fino al prossimo 15 aprile.
"E' una promozione che intende abituare i cittadini ad attingere acqua dalla casa dell'acqua pubblica apprezzandone i vantaggi, qualitativi e ambientali. - spiega il Vicesindaco Giorgio Di Clemente - Si tratta infatti di un servizio a chilometro zero: l’acqua arriva direttamente dalla fonte, pura, controllata e monitorata periodicamente dai tecnici. Prendendola direttamente dalla fonte non c’è trasporto su autoarticolati e usando bottiglie di vetro si contribuisce a ridurre l’impatto ambientale legato al quantitativo di plastica da smaltire".
Dopo il 15 aprile il costo dell'acqua sarà assolutamente competitivo: quella naturale sarà di 4 centesimi al litro e di 5 centesimi al litro l'acqua gasata. Oltre che le monetine sono disponibile tessere ricaricabili nelle attività commerciali, bar e negozi vicine agli impianti.
Le Case dell’Acqua Pubblica sono un punto di erogazione automatica di acqua, in funzione H24, collegato direttamente alla rete dell’acquedotto e opportunamente microfiltrata. La concessione delle aree pubbliche ha durata di nove anni ed il pagamento di un canone di 250 euro l'anno.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. L’attesa è finita. Dopo il lungo periodo di preparazione indoor e le gare amichevoli di marzo, finalmente sul diamante Santa Filomena di Chieti torna il softball che conta.

Domenica 8 aprile debutto stagionale per le ragazze dell’Atoms’ Chieti, impegnate nel primo turno di Coppa Italia: un triangolare che vede le teatine opposte a Macerata (gara 1, ore 10:00) e Caligirls Acilia (gara 3, ore 16:00), prossime avversarie anche nel campionato di A2.

Per la squadra del presidente Luigi Salvatore, il primo vero test stagionale dopo i mesi di preparazione invernale, che consentirà di misurare il livello tecnico e atletico del gruppo, che come ogni anno si rinnova “dal basso”, inserendo nuove atlete provenienti dai settori giovanili regionali.

Da questo primo concentramento, solo due squadre su tre proseguiranno il cammino in coppa: domenica 15 aprile ad attenderle al secondo turno, Livorno e Caserta, queste ultime escluse dalle fasi eliminatorie.

Alla coppa nazionale partecipano altre dodici formazioni suddivise in quattro gironi da tre squadre: Torino, Rescaldina, La Loggia (girone A), Legnano, Settimo e New Bollate (girone B); Padova, Dynos e Castionese (girone C); Crocetta, Rovigo e Liburnia (girone D). La final four di Coppa Italia si giocherà sabato 21 aprile.

Pubblicato in Sport

L’Aquila. “Con equilibrio nella giusta direzione per la crescita del territorio” è il tema del II Congresso della Cst Adriatica Gran Sasso, la camera sindacale territoriale che comprende le province di L’Aquila e Teramo. L’appuntamento è per lunedì 9 aprile 2018 dalle 10.30 all’Hotel Fiordigigli, in località Fonte Cerreto ad Assergi.

Oltre ai numerosi delegati, saranno presenti il segretario uscente, Fabrizio Truono, che terrà la relazione introduttiva, e il segretario generale Uil Abruzzo, Michele Lombardo. Le conclusioni, previste nel pomeriggio, saranno a cura del segretario confederale nazionale Antonio Foccillo.

Tanti e importanti al centro dell’assise che al termine eleggerà gli organismi previsti dallo statuto. Spiega Fabrizio Truono: “Analizzeremo l’economia delle due province, concentrando la nostra attenzione sul lavoro e sulle imprese, che sono il motore dello sviluppo. Inevitabilmente, così, parleremo delle tante vertenze aperte, rimarcando la necessità di creare con un gioco di squadra le condizioni favorevoli affinché le aziende non chiudano, e cogliendo l’occasione per chiedere con forza meno precarietà per i lavoratori. Particolare attenzione, poi, sarà data a temi come la sanità e il welfare, per evidenziare il valore dei nostri operatori sanitari ma anche i tanti problemi tuttora irrisolti, come la permanenza del superticket. In breve, sarà un congresso che metterà al centro il territorio visto con gli occhi del sindacato. Un sindacato, la Uil, che vuole continuare nel suo ruolo “laico” e, quindi, costruttivo. Ci interessa il bene di tutti. Con equilibrio, appunto, nella giusta direzione”.

Pubblicato in Cronaca

Perano. Si terrà domenica 8 aprile alle ore 18.00 al Centro Polivalente del Comune di Perano in via S. Tommaso la presentazione ufficiale di “Pugni in faccia a colazione”, il libro di Daniela Paoloemilio edito da Masciulli Edizioni.
“Storie di adolescenza estrema, storie che fanno male. Ragazzi nascosti tra tanti, ognuno con i propri problemi irrisolti. Un libro forte, un libro da leggere”,recita così la sinossi del libro di racconti dell’autrice abruzzese che, con la sua opera letteraria, ha voluto dipingere a parole uno spaccato di realtà forte e attuale.
“Questo libro nasce dall'idea di scrivere storie che raccontassero il disagio provato da ragazzi soffocati da problemi troppo grandi e troppo dolorosi – spiega Daniela Paoloemilio, autrice peraltro di poesie, con la raccolta “Segnali di vita”, di romanzi gialli e di storie d’amore - Spesso queste persone ci passano accanto e non le vediamo, a volte addirittura interagiscono con noi e non siamo capaci di percepire la loro sofferenza. È stata appunto la volontà di provare a portare alla luce queste difficili realtà a spingermi a pubblicare le loro storie che, anche se affrontano argomenti ahimè reali, raccontano di personaggi di pura fantasia”.
All’evento, organizzato con il patrocinio del Comune di Perano, parteciperà anche l’editore Alessio Masciulliche a proposito di “Pugni in faccia a colazione” dice: “Nelle collane della nostra giovane casa editrice mancava un testo di questo calibro che con grande efficacia va ad arricchire la produzione sempre in crescita con una raccolta di storie della quale andare davvero fieri. E’ un libro forte e diretto, veloce e denso, colmo di emozioni capaci di uscire dalle pagine come una mano fantasma che stringe, accarezza e a volte di sorpresa sa scuotere al punto giusto il lettore”.
L’appuntamento con la presentazione ufficiale del libro è per domenica prossima alle 18.00 a Peranomentre dal 9 aprile “Pugni in faccia a colazione” sarà acquistabile in tutti gli store on line, in alcune librerie abruzzesi e ordinabile sul sito della casa editrice www.masciulliedizioni.comsenza spese di spedizioni.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Benin City, Africaine 808, Phoenician Drive e Dj Katapila: sono questi i quattro artisti annunciati in anteprima questa notte in diretta su Musical Box di Radio 2 Rai per la quindicesima edizione di IndieRocket Festival, la tre giorni dedicata alla musica d’avanguardia internazionale in programma dal 29 giugno all’1 luglio a Pescara. Le formazioni si vanno ad aggiungere a Ron Gallo – “il nuovo Jack White” per The Guardian – annunciato due settimane fa.

 

Poliritmi dall’antico continente che si fondono con i suoni della contemporaneità: IndieRocket Festival da quindici anni importa da tutto il mondo le più innovative realtà della musica indipendente grazie ad un incessante lavoro di ricerca. Un programma che verrà svelato nelle prossime settimane, ma che già si dimostra ricco, sperimentale e internazionale, mantenendo la personalità artistica coerente e indipendente che caratterizza la manifestazione.

 

Dalla psichedelia a tinte mediorientali dei Phoenician Drive, sestetto formatosi a Bruxelles nel 2015, alle Roland mixate con la West African bass del duo berlinese Africaine 808, che ha debuttato in Boiler Room con la hit “Balla balla” (l’esibizione in Boiler Room Berlin è visibile a questo link: http://bit.ly/Africaine808_BoilerRoom); dalle sonorità tradizionali di Accra miscelate con l’uptempo e la Detroit techno del producer ghanese Dj Katapila all’afro dub blues del trio Benin City, in uscita il 6 aprile con il nuovo album “Last Night”, un’ode alla nightlife londinese tra rime trip hop e sound alla The XX.

 

E grazie a IndieRocket, Pescara si posiziona ancora una volta tra le capitali internazionali della musica: oltre 20 ore di musica dal vivo, workshop e performance, grazie alle partnership con il prestigioso Santarcangelo Festival e Acusmatiq Festival di Ancona, su due palchi con artisti provenienti da tutto il mondo, nella suggestiva location del Parco Di Cocco, un’area verde nel centro di Pescara, in Abruzzo, la Regione Verde d’Europa.

 

Questa quindicesima edizione, la “15-18” appunto, promette di essere un evento memorabile, grazie ad un grande lavoro di approfondimento culturale, oltre che musicale, che coinvolgerà l’intera città di Pescara. Il concept del festival si ispira al secondo futurismo post-cubista e costruttivista, a cento anni di distanza dalla prima avanguardia europea, con un impianto grafico che omaggia i maestri Balla, Boccioni, Carrà e Russolo. “Sarà una visione inedita della nostra città – afferma Federica Angelosante, presidentessa dell’Associazione IndieRocket –. Un immaginario semi-futurista e dissacrante per portare il nostro omaggio all'Abruzzo e alla città di Pescara. Una città che si espande virtualmente oltre i suoi confini, una sorta di torre di Babele, dove gli elementi urbani sono accorpati e si compenetrano”.

 

Con grande attenzione alla sostenibilità e alla tematica ambientale e con un costo simbolico di 5 euro dopo le 21, IndieRocket è un festival per tutti, che non ha paragoni in tutta Italia. Non una semplice rassegna musicale, ma un’iniziativa a tutto tondo, una tre giorni “fluida” che spazia tra arte contemporanea, nuove sonorità dal mondo e attitudine alla socialità, con uno spirito DIY che negli anni è stato comunque capace di richiamare flussi consistenti: oltre 80 000 presenze nelle ultime dieci edizioni, con un afflusso del 60% tra estero e le altre regioni d’Italia.

 

IndieRocket Festival è organizzato dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pescara e dall’Associazione IndieRocket, con il contributo di Regione Abruzzo e Fondazione Pescarabruzzo.

 

IndieRocket Festival 2018 | 29, 30 giugno, 1 luglio 2018

Parco Ex Caserma di Cocco | Pescara #irf2018

www.indierocketfestival.it / facebook.com/indierocketfestival

 

Evento FB: http://bit.ly/IRF18_FBevent

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. È tutto pronto per la seconda edizione dell’Atp Challenger di Francavilla al Mare Internazionali di Tennis d’Abruzzo – GolBet Tennis Cup.
“Voglio ringraziare il mondo del Tennis con la sua Federazione – ha esordito l’assessore regionale allo Sport, Silvio Paolucci – perché quest’anno ha messo in campo un palcoscenico particolare per la nostra regione dalla Fed Cup agli Internazionali di Tennis di oggi e devo dire che per quanto mi riguarda è già il quarto appuntamento straordinario e di rilievo come la Fed Cup ed il Torneo delle Regioni di Calcio che ha coinvolto anche la città di Francavilla. Questa è una settimana di grandi appuntamenti con un palcoscenico internazionale molto appassionato che ci fa dire che abbiamo di fronte un anno molto importante. Ci saranno anche altri eventi come il Torneo delle Regioni del Volley, i Campionati di Atletica, gli Assoluti. Voglio ricordare che lo scorso anno questo è stato un evento che è andato oltre anche le più rosee aspettative come risposta di pubblico ed ha rappresentato per noi un’importante cartolina, ha fatto conoscere la nostra regione, quest’anno ci aspettiamo lo stesso successo e anche qualcosa in più vista la qualità dei partecipanti”.
“Un bellissimo rapporto con questo Sport – ha sottolineato l’assessore allo Sport del Comune di Francavilla, Rocco Alibertini – torna questo evento meraviglioso con la sua seconda edizione, è meraviglioso perché è uno spettacolo puro, l’anno scorso tutte le partite sono state emozionanti, bellissime, poi è stato molto emozionante perché il pubblico ha risposto in maniera incredibile, ci sono state circa 15 mila presenze nell’arco di una settimana. Speriamo che anche quest’anno ci sia un numero altissimo di presenze con uno spettacolo altrettanto bello perché sono attesi tennisti di un valore altissimo. Alta qualità, presenze oltre le aspettative per promuovere uno sport come il Tennis bellissimo e anche per promuovere il nostro territorio che trova beneficio da questi eventi perché comunque se ne parla e chi viene guarda Francavilla e l’Abruzzo e si innamora di questa terra. Noi ne siamo convinti ed è per questo che saremo sempre vicini e favoriremo eventi di questo tipo. Un altro esempio è il Torneo delle Regioni di Calcio che ha fatto tappa in Abruzzo, e anche a Francavilla, dal 24 al 30 aprile, ma non dimentichiamo che ci sarà anche il Torneo delle Regioni di Volley dal 25 al 30 di giugno e anche a Francavilla si disputeranno delle partite. Quindi noi siamo sempre al centro di questi eventi perché ci crediamo”.
Come da programma è stata diramata l’entry list del torneo abruzzese, anche quest’anno non mancano i nomi eccellenti, da menzionate l’italiano Stefano Travaglia e il vincitore della passata edizionePedro Sousa, ma anche il numero 106 del mondo Elias. Attenzione alle wild card che potrebbero riservare sorprese clamorose. Facendo un raffronto con altri tornei contemporanei agli Internazionali d’Abruzzo c’è un cut off di livello inferiore nonostante possano godere di un montepremi maggiore: ad esempio Anning, in Cina, ha un cut off al numero 271 del ranking mondiale; Leon, in Messico, a 294, Tallahassee in Florida (Usa) a 234. Francavilla a 242.
“Speriamo che sia un’edizione superiore a quella dell’anno scorso che è stata una grande festa ed un successo inaspettato – ha detto Francesco Ugolini, presidente del Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club – quest’anno stiamo lavorando per bissare e superare il successo dell’anno scorso. Il Circolo si sta rinnovando e sta accelerando un percorso di innovazione che era già iniziato ma che il torneo aiuta affinché questo processo si concluda al più presto possibile. Per il torneo siamo fiduciosi, ci sarà un grande villaggio che coinvolgerà il pubblico sia durante le partite che tra una partita e l’altra. Sarà una grande festa, l’appuntamento è dal 21 al 29 aprile e ci aspettiamo un grande pubblico come quello dell’anno scorso. Il successo dell’anno scorso è stato inaspettato, qualcuno ci ha presi un po’ per pazzi all’inizio, però se percorriamo il sentiero che tutti percorrono arriviamo allo stesso punto, nel nostro piccolo abbiamo cercato di trovare una strada un po’ diversa e ci stiamo riuscendo. Il Circolo Tennis si sta ammodernando con delle strutture nuove per la copertura dei campi, l’illuminazione, il numero dei praticanti è in grande crescita con la Scuola Tennis che sta registrando una crescita esponenziale. Il Tennis d’altronde si adatta benissimo sia ai bambini che a chi ha più anni, lo si può fare a qualsiasi età, i costi sono abbordabili per tutti, forse abbiamo trovato il compromesso giusto tra i grandi eventi e lo sport di tutti i giorni. Non ci poniamo limiti, siamo aperti ad ogni tipo di evoluzione e di impegni che si possono affrontare per migliorare le varie situazioni”.
“Scorrendo qualche nome vediamo un parterre di grandissimo spessore - ha affermato Luca Del Federico, direttore del torneo – l’obiettivo è stato quello di ricreare per dieci giorni un ambiente di casa, accogliente perché per dieci giorni il Circolo, l’albergo e la città di Francavilla sarà la casa per i giocatori che verranno da tutto il mondo, quest’anno abbiamo un giocatore dall’India, tra le promesse un giocatore caandese che è del 2000 ed è un po’ quello che rappresenta il Challenger con giocatori che hanno un trascorso ed una straordinaria esperiena affiancati ai giovani che in un prossimo futuro ci ritroveremo ai vertici di questa disciplina. L’anno scorso nelle fasi delle qualificazioni abbiamo avuto un giocatore serbo che ha avuto anche qualche difficoltà a qualificarsi ma che poi ha guadagnato punti, questo è lo scenario del Challenger. Un ringraziamento particolare va al Comune di Francavilla, alla Regione, al Circolo Tennis e a Marcello Marchesini che oramai è un abruzzese adottato, ha preso anche casa a Francavilla e mi prende sempre di più per la maglia per portare eventi in Abruzzo. Quest’anno grazie a Marcello abbiamo portato la Fed Cup a Chieti che è stato un successo straordinario, stiamo cercando di portare anche qualche altra cosa”.
La macchina organizzativa è in movimento da mesi, ma adesso siamo arrivati all’attesissimo appuntamento che conferma come l’Abruzzo dello Sport abbia in cima ai sui desideri il Tennis. Stanno per tornare infatti gli Internazionali d'Abruzzo, seconda edizione, ancora una volta ospitati dai campi in terra rossa del Circolo Tennis “Sporting Club” di Francavilla al mare. Lo scorso anno si impose il portoghese Pedro Sousa su Alessandro Giannessi, ma ciò che fece più impressione fu l'enorme afflusso di pubblico in ogni giorno di gare, non solo nelle fasi finali. Ed è per questo motivo che gli organizzatori di Mef Tennis Events stanno concretizzando una serie di eventi collaterali tali da rendere vivibile l'evento 24 ore su 24 o giù di lì. I nomi dei partecipanti all'edizione del 2018 sono un vero regalo per gli intenditori e saranno presentati al meglio nel corso della conferenza stampa. Spicca senza dubbio il portoghese vincitore nella passata edizione. Allo stato attuale Sousa è numero 117 della classifica Atp, mentre l'altro portoghese Gastao Elias ha oggi la classifica migliore tra tutti (numero 106). Però è chiaro che molte attenzioni sono rivolte all'emergente tennista italiano Stefano Travaglia, che mira certamente ad abbattere il muro della centesima posizione del ranking. Travaglia è “quasi” abruzzese, è diventato una star del circuito anche per aver avuto il merito di sconfiggere pochi mesi fa nientemeno che Fabio Fognini, ma più in generale per aver palesato una crescita incredibile da un paio di anni a questa parte. Impossibile non citare Simone Bolelli, ex numero 36 della classifica Atp, che lo scorso anno non riuscì a imporsi a Francavilla. Non sarebbe giusto esporsi oltre, perché le sorprese sono dietro l'angolo, considerando la qualità della entry list comunicata. In ogni caso sarà bene attendere anche le wild card: gli organizzatori hanno in serbo nomi eccellenti che potrebbero far saltare ogni aspettativa della vigilia.
È intervenuto anche il sindaco di Ripa Teatina, Ignazio Rucci, che ha dato delle anticipazioni sul Premio Rocky Marciano: “Quest’anno sarà la 14esima edizione del Premio Rocky Marciano e andrà dal 14 al 21 di luglio. È il secondo anno che questa manifestazione l’abbiamo arricchita con la cultura attraverso un concorso a livello nazionale con tutte le scuole che riguarda questo sport legato alla fatica. Noi ci aspettiamo che partecipino anche altri attori, il Premio è sponsorizzato dalla Regione Abruzzo, ma quest’anno abbiamo anche un altro attore molto importante che è l’Università Gabriele D’Annunzio con i vari Dipartimenti della Medicina dello Sport, della Facoltà di Lettere e Filosofia e abbiamo anche l’adesione del Dipartimento di Fisioterapia. Quindi arte, sport e cultura è un connubio che noi dobbiamo lanciare. Ripa Teatina è il paese della Boxe e per l’anno prossimo vorremmo avere una palestra dedicata a questo sport, ci stiamo quindi organizzando per avere un punto di riferimento in questo senso. Credo che questa disciplina sportiva, insieme al Tennis, sia utile e importante anche per il turismo perché Francavilla è una località di mare, Ripa Teatina un comune di 4.200 abitanti e vogliamo entrare in questo veicolo per dare la capacità a Ripa Teatina per attrarre turismo”.

Pubblicato in Sport

Pescara. Termina con un concerto in anteprima assoluta per l’Abruzzo la rassegna “sabato in concerto jazz”, cartellone della Fondazione Pescarabruzzo, organizzato dall’associazione culturale Archivi Sonori con la direzione artistica di Maurizio Rolli.

Sabato 7 aprile a Pescara, alla Maison Des Arts, in corso Umberto 83, alle ore 18 (ingresso libero consentito dalle 17.30 fio ad esaurimento posti) ci saranno i Peekaboom, ossia Simone Masina (contrabbasso), Angelica Lubian (voce).

Una cantautrice di Udine ed un musicista di Bologna che si incontrano per dare vita ad un progetto musicale innovativo e bello da ascoltare. Un gioco costantemente in bilico tra tradizione ed innovazione, con l’elettronica ingrediente speciale in un viaggio straordinario attraverso i grandi pezzi del pop.

Un tour di oltre sessanta date in Italia, arrivano per la prima volta a Pescara.

Un live nell’ambito di una rassegna jazz e nel vostro repertorio ci sono i Prozac+, come si spiega il tutto?

“Le nostre sonorità sono riconducibili al jazz sperimentale – dice Simone Masina – e si spingono fino ad un abbraccio verso il pop. Si tratta di un percorso variegato dove c’è posto per i Prozac, per Lucio Dalla, per Britney Spears, per i Coldplay, per i Beatles per gli U2 e tantissimi altri”.

Come siete arrivati ad una sintesi musicale così originale?

“Abbiamo iniziato come fanno tanti duo, soltanto contrabbasso e voce, ci siamo ispirati all’album di Maurizio Rolli, Norvegian Wood, dove la cantante era Diana Torto. Il nostro viaggio è iniziato in acustico, poi c’è stata l’aggiunta della loop station, ci siamo avvicinati infine all’uso del software, direi che si è trattato di uno sbocco naturale per le nostre esigenze espressive”.

Che tipo di concerto sarà quello di Pescara? Riesci a sintetizzarlo con tre termini?

“Giocoso, esplosivo, creativo”.

Non rimane dunque che godersi questa originale esplosione musicale ed ascoltare i Peekaboom a Pescara, sabato 7 aprile.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 04 Aprile 2018 00:00

Torna la Festa dei Popoli a Chieti

Chieti. LA FESTA DEI POPOLI è un’iniziativa promossa e organizzata dalla CARITAS DIOCESANA dell’Arcidiocesi Chieti-Vasto, con il patrocinio del comune di Chieti, la Prefettura di Chieti, l’Università G.D’Annunzio Chieti Pescara e in collaborazione con diverse associazioni comeCentro di servizio per il volontariato,Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Centro provinciale Istruzione Adulti, Il mondo alla rovescia, Profumi d’Oriente,Camminando Insieme,La compagnia del sorriso, Tutti insieme si può, Riciclando insieme,Nucleo Operativo Theate (Protezione Civile), l’associazione Baobab, Bohio, Sao O Roma, Bellydance School Jasmine, Le mille e una notte, Nessuno Escluso (A.I.C.N.E.), A.L.I.S. e moltissime altre. Parteciperanno alla festa, dando un grande contributo anche e soprattutto le varie comunità di immigrati residenti sul territorio Diocesano Chieti Vasto e di diocesi limitrofe come la padrona di casa, la comunità italiana,colombiana,eritrea, etiopia, senegalese, brasiliana, venezuelana, cubana, romena, ucraina,peruviana, albanese, della repubblica domenicana, marocchina, egiziana, siriana, del Nicaragua, Rom e Sintie tantissime altre.
Domenica 8 Aprile si terrà a Chieti, presso la villa comunale, la Festa dei Popoli che vuole essere un’occasione di scambio, incontro, collaborazione tra persone di diverse nazioni, culture, identità religiose e orientamenti.
In un clima di armonia ed accoglienza, quest’anno la Caritas Diocesana propone come tema di riflessione il mondo inteso come un unico quartiere: “IL MONDO UN GRANDE QUARTIERE.Identità religiose e identità territoriali” in compagnia del presentatore Emanuele La Plebe Cellini.
Tante le attività organizzate: alle 11:00 Don Luca Corazzari, direttore pro tempore della Caritas Diocesana Chieti Vasto, saluterà i partecipanti e aprirà il grande quartiere insieme all’amministrazione comunale, al Prefetto Antonio Corona e il vice-prefetto Lorenzo Conti.
Tra poesie, canti e balli ci sarà un importante momento di riflessione, presso l’aula magna del seminario regionale, dalle ore 16:00 alle ore 17:30. Alla tavola rotonda, dal titolo “Identità religiose e identità territoriali” organizzata dalla Prefettura, parteciperanno l’Arcivescovo Sua Ecc. Mons. Bruno Forte, Padre Anatoly Grytskiv, Daniele Benini e Mustapha Benoura, con il moderatore la dott.ssa Angela Trentini.
Nel pomeriggio molte le attività dedicate ai bambini tra le quali laboratori interculturalidi giocoleria e spettacoli (a cura della casa Caritas), di pittura (a cura della casa dell’Italia con l’ass. coro polifonico Santa Maria Arabona), ridiamo vita ai materiali (a cura dell’ass. riciclando insieme),laboratori con la lana (a cura della casa dell’Italia con dell’associazione Camminando Insieme), la Danza del ventre (a cura delle case dell’Oriente con l’insegnate Mariana Dan), Musica-mondo (a cura della casa della Colombia), lavoriamo insieme per un mondo migliore (a cura della casa di Cuba con l’ass. Tutti insieme si può), Una mano amica per i bambini del Venezuela (a cura del Venezuela), Tatuaggi e profumi arabi (a cura della casa del Marocco), le treccine senegalesi (a cura della casa del Senegal), di percussioni africane (a cura della casa del Senegal con l’ass. Baobab e i maestri Pino Petraccia e Manuel Zazzini) e di danza senegalese (a cura del maestro Didiak Diouma Faue).

Alle ore 18:00 ci sarà la grande preghiera interreligiosa presieduta da S. E. Mons. Bruno Forte Arcivescovo Chieti-Vasto e con la partecipazione dei rappresentanti delle varie religioni presenti all’evento.

Tanti saranno i gruppi che animeranno la giornata e ci permetteranno di condividere un po’ del loro mondo, viaggio dall’Italia con balli e canti a cura dell’associazione Camminando Insieme e del Coro Polifonico Santa Maria Arabona, al Venezuela, al Senegal, al Perù, a Beatriz Acosta della Repubblica Dominicana, all’Oriente con il gruppo Bellidance School Jasmine e l’insegnante Olga Generalova, il gruppo gruppo Sa o Roma con l’insegnante Mariana Dan e il gruppo Le mille e una notte con l’insegnante Giorgiana Retezeanu, all’Ucraina con Chervona Kalina dell’ass Nessun escluso, per arrivare al Brasile con la bellissima Lazies Brazilian e il gruppo Internazionale di Capoeira e fino alla popolazione Rom e Sinti.

La giornata si concluderà con il ConcertoSeminario di Musica Romanì con Alexian Santino Spinelli, pietra miliare e portavoce del mondo del popolo Rom perché rappresenta la capacità di rivalsa di quanti sono stati e sono ancora discriminati a causa delle proprie origini. perché la comunità Rom, da anni integrata nel nostro tessuto sociale, “grazie all’azione divulgativa del prof. Spinelli, possa sempre più recuperare quel corpo di valori essenziale alla sopravvivenza di tutti i popoli”.
Durante la giornata avremo il piacere di avere con noi i bravissimi giocolieri Cristiano Coia e Nicola Liberato e la clow terapia dell’ass. La compagnia del sorriso.

Il direttore Don Luca Corazzari e i suoi collaboratori Don Stefano Buccione e Don Pietro Di Crescenzo invitano tutti a partecipare all’evento organizzato. La presenza numerosa e sentita sarà il punto di forza della festa, simbolo di unione, pane e fratellanza tra culture e religioni diverse.
Nell’arco della giornata tantissime le novità, le curiosità e le sorprese; giornata di grande condivisione e spettacolo alternato a momenti di riflessione e condivisione con particolare attenzione alla tragica condizione attuale del Venezuela e della Siria.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pianella. Il consiglio dello scorso 28 marzo, ha visto l’approvazione della proposta pervenuta da una impresa locale che intende realizzare una casa funeraria sul territorio comunale.
La struttura si andrà a realizzare su un’area situata proprio nei pressi del cimitero del capoluogo e prevede anche la realizzazione di una sala autoptica e una sala per il commiato, garantendo altresì all’esterno 25 posti auto ed un’area verde di 350 metri quadri. L’opera aderisce ai dettami della nuova legge regionale n.41 del 10 agosto 2012 “Disciplina in materia funeraria e di polizia mortuaria”, in particolare all’art. 37 che regolamenta proprio la materia “Casa funeraria”.
Nel rispetto della normativa nazionale, non essendoci allo stato attuale nel piano regolatore un’area da destinare a questo genere di interventi, è stato fatto ricorso allo strumento dello sportello unico per le attività produttive per procedere alla variante al piano stesso poiché, benché già ricadente per gran parte nella preesistente fascia di rispetto cimiteriale, il sito aveva mantenuto la originaria destinazione agricola. L’immobile dovrà rispettare i dettami previsti dalla normativa in materia igienico-sanitaria e tener conto delle prescrizioni stabilite in sede di conferenza dei servizi.
“ Si tratta della prima casa funeraria per il nostro comune, e tra le prime in assoluto della nostra regione, afferma l’assessore con delega ai cimiteri Faieta, benché , come avvenuto in altre regioni o in altri Paesi, sono strutture in grande diffusione proprio per via dei servizi e delle funzioni che svolgono a favore dei cittadini. L’immobile sarà vincolato all’esclusivo utilizzo per le finalità per cui sarà realizzato, senza alcuna possibilità di cambiamento alla destinazione d’uso. L’ente, nel rispetto della normativa, oltre alle migliorie infrastrutturali legate al miglioramento di viabilità e parcheggi nella zona dell’intervento, percepirà anche un contributo straordinario da destinare alla realizzazione di ulteriori opere pubbliche e servizi.
Con questa struttura, conclude Faieta, i cittadini avranno la facoltà di usufruire di una serie di servizi che, fino ad oggi, non potevano essere erogati nel nostro comune, passando in pochi anni da una situazione di degrado ed abbandono ad una prospettiva di funzionalità, decoro ed incremento di servizi cimiteriali che oltre ad essere innovativi rispondono alle regole vigenti in materia di polizia mortuaria.”

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione