Articoli filtrati per data: Lunedì, 09 Aprile 2018

L’Aquila. Duilio Chilante, un nome già noto a molti in città per aver firmato in oltre trent’anni di attività innumerevoli progetti di comunicazione come grafico della One Group, di cui è socio fondatore, direttore artistico e amministratore delegato, si presenta per la prima volta disvelando un aspetto inedito della sua creatività pittorica con una mostra antologica. Le opere, nate tra il 1972 il 2017, costituiscono l’espressione più intima della sua creatività e ne tracciano il percorso formativo e sperimentale tra vari stili di ricerca.

La mostra, che si terrà all’Aquila presso Palazzo Fibbioni (via San Berardino,1), sarà inaugurata giovedì prossimo, 12 Aprile 2018 alle ore 18,00 con la partecipazione di Angelo De Nicola, giornalista scrittore, Antonio Gasbarrini, critico d’arte e saggista, Liliana Biondi, critico letterario e Vincenzo Battista, docente di storia dell’arte e scrittore. Ci sarà anche un intervento musicale con violino del maestro Andrzej Hanzalewicz.

La presentazione della mostra è accompagnata dal catalogo - disponibile per chi la visita - “L’arte dis-velata”, che riporta tutte le opere dell’antologica con interventi critici e interpretativi.

La mostra rimarrà aperta fino al 23 aprile dal lunedì al venerdi dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, sabato e domenica dalle 16:00 alle 19:00.

 


DUILIO CHILANTE nasce a L’Aquila il 3 maggio 1958. La sua creatività artistica e pittorica, manifestata e nutrita da autodidatta sin da giovanissimo lo ha condotto ad abbandonare gli studi universitari in Ingegneria, già quasi conclusi, per indirizzarlo verso lo grafica pubblicitaria fino a farne una vera professione. Nel 1985 fonda con la moglie Francesca Pompa la One Group, una tra le prime imprese ad occuparsi di marketing, comunicazione ed editoria. Negli anni contribuisce al suo sviluppo rivestendo a tutt’oggi il ruolo di grafico con funzioni di direttore artistico e amministratore delegato. Le sue opere pittoriche, nate tra il 1972 e il 2017 costituiscono l’espressione più intima della sua creatività e ne tracciano il percorso formativo e sperimentale tra vari stili di ricerca.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vicenza. I My Escort, pop band vicentina con un primo album all'attivo (“Canzoni in ritardo”, 2015), pubblicano il nuovo singolo Lasciare - Andare (John Mayer), che conclude la trilogiadi “Parentesi Estive”formata dal singolo omonimo, una cover dei Righeira de L’Estate sta finendo, che ha portato la band veneta ad occupare il podio più alto delle classifiche emergenti italiane, e da quest’ultimo singolo Lasciare – Andare che è un saluto e un ringraziamento a chi ha collaborato alla riuscita di questo progetto.
Guarda il video qui: https://youtu.be/FcxvjJJe6TU
«Una delle cose che amiamo del concetto di “viaggio” è l'assenza dei limiti, - raccontano i My Escort - se volessimo, potremmo pensare di fissarne l'inizio e la fine, ma lungo il percorso ci accorgeremmo che la decisione di partire è comunque il frutto di una riflessione e di una serie di accadimenti che ci hanno “portato” fino al punto di immaginare una meta, o meglio, una nuova meta; lungo il percorso ci imbatteremmo certamente in situazioni impreviste, stimolanti al punto da poter magari influenzare la nostra direzione e di riflesso l'arrivo alla meta preposta o addirittura essere considerate esse stesse delle mete o dei nuovi punti da cui ripartire. Durante il viaggio - proseguono i My Escort - ci si rende conto di fatto che l'inizio e la meta perdono di valore, ci si rende conto in fondo che nel viaggio, la meta è in effetti il viaggio stesso, la consapevolezza che ogni istante racchiude in sé la medesima potenza e vita dell'istante che lo precede e lo segue rende unico ed elettrizzante l'esperire».
I timori e le sensazioni che affliggevano il protagonista di PARENTESI ESTIVE rivelatisi corretti in L'ESTATE STA FINENDO non gli hanno comunque impedito di vivere un sogno ben sapendo che il risveglio sarebbe potuto essere dei più amari, permettendogli peraltro di assaporare attimi che altrimenti li sarebbero stati preclusi.
Francisco Grimaldi ha curato la regia delle loro ultime visioni, Matteo Franzan è il produttore artistico dei My Escort.
La band al termine della promozione si prepara a tornare in studio per registrare nuovi brani che verranno rilasciati nel 2018.
Info:https://www.facebook.com/myesband/

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. I Carabinieri della Compagnia di Pescara continuano la campagna di controlli finalizzata al contrasto del fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno degli istituti scolastici, condotta in stretta sinergia con i dirigenti di vari istituti cittadini.
A fine ottobre 2017 i militari avevano controllato due Istituti Scolastici cittadini sequestrando a carico di ignoti di 20 grammi di “marijuana”, una decina di “hashish” e diversi spinelli contenenti sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, nonché 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo “hashish” occultato indosso ad uno studente - segnalato poi alla Prefettura di Pescara quale assuntore di sostanze stupefacenti; qualche giorno dopo, il 9 novembre, avevano fatto accesso in un altro Istituto Superiore, rinvenendo nel giardino interno della struttura 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, 3 grammi del tipo “marijuana” e 4 grinder recanti tracce di sostanza stupefacente, sottoponendo il tutto a sequestro sempre a carico di ignoti.

Questa mattina, ancora i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, sempre unitamente a personale del Nucleo Cinofili CC di Chieti, hanno controllato un altro Istituto Superiore rinvenendo, grazie all’utilizzo dei cani antidroga, 1 grammo di “hashish”, abilmente occultato all’interno della gamba di un banco, e 0,5 grammi di “marijuana”, trovati sotto il termosifone di un’altra classe.

Pubblicato in Cronaca

Macerata. Il percorso compiuto dalle città per arrivare nella short list delle finaliste per diventare Capitale Italiana della Cultura 2020 non si è interrotto ma ha dato vita al laboratorio permanente delle dieci città finaliste. Su iniziativa del Comune di Casale Monferrato, infatti, sabato 7 e domenica 8 aprile nella città piemontese si è tenuto il convegno “Capitale Culturale: essere o avere?” al quale Macerata ha portato il proprio contributo con la partecipazione dell’assessore alla Cultura e vicesindaco Stefania Monteverde, coordinatrice dei lavori del dossier di candidatura Macerata Estroversa, e del vicesegretario Gianluca Puliti, responsabile amministrativo del progetto.

“Creare la rete delle Capitali della Cultura 2020 rappresenta una straordinaria occasione per mettere a frutto gli importanti percorsi di progettazione che le città hanno fatto - afferma Stefania Monteverde -. Tutte abbiamo un capitale in mano, una visione strategica a base culturale che ora possiamo promuovere insieme come uno speciale Gran Tour Italiano2020 per conoscere le nostre piccole belle città. Ma anche come occasione per fare le cose insieme e scambiare buone pratiche. Per questo abbiamo deciso che questo è solo il primo appuntamento. Il prossimo sarà Macerata 27-29 luglio in occasione del Macerata Opera Festival: lavoreremo insieme, tutte Capitali Italiane della Cultura”.

Alla giornata di studio hanno partecipato le delegazioni delle dieci città finaliste, Casale Monferrato, Bitonto, Nuoro, Piacenza, Merano, Agrigento, Reggio Emilia, Treviso, Macerata e Parma, nominata Capitale Italiana della Cultura 2020, insieme ai membri della Commissione Giudicatrice di nomina ministeriale, il presidente Stefano Baia Curioni, Cristina Loglio, Maria Luisa Polichetti, Luca Dal Pozzolo. I lavori del convegno sono stati guidati dalla sindaca di Casale Monferrato Titti Palazzetti e dall’assessore alla cultura Daria Carmi. Al centro del confronto la progettazione del dossier di candidatura, l’interesse per una consapevolezza collettiva sul concetto di cultura, sui processi di produzione e fruizione, sui valori proiettati, sulle peculiarità della cultura italiana messa a confronto con quella internazionale, sul futuro del progetto Capitale Italiana della Cultura.

Al convegno ogni città ha presentato il proprio dossier di candidatura rispondendo alla domanda “Quale paradigma culturale esprime?” Dal confronto tra le città è nata la volontà di chiedere al nuovo governo l’impegno a confermare per i prossimi anni il progetto Capitale Italiana della Cultura, un’esperienza di progettazione strategica a base culturale che si è rivelata per tutti molto positiva. Inoltre sono emerse alcune indicazioni per rivedere i criteri premianti che valorizzino davvero i processi innovativi e di trasformazione che le piccole città sanno mettere in atto, piuttosto che la premialità di chi già può contare su una eredità patrimoniale.

Al centro la volontà di dare seguito alla costruzione di una rete delle Capitali della Cultura 2020 che possa rappresentare un percorso di marketing territoriale, ma anche avviare processi di relazione e di scambi positivi. I risultati saranno il punto di partenza per i successivi appuntamenti del laboratorio permanente. Prossimo appuntamento Macerata 27-29 luglio 2018.

Pubblicato in Cultura e eventi

San Salvo. Si terrà il 24, 25 e 26 agosto prossimi la quinta edizione di“Progetto Sud Festival”, evento rivelazione del Centro Sud Italia organizzato dall’Associazione Culturale “Progetto Sud” con il Comune di San Salvo ed Eventi e Servizi. San Salvo Marina sarà anche quest’anno la protagonista dell’eventogratuito che, in soli quattro anni, si è ritagliato un posto di primo piano tra le manifestazioni musicali di calibro nazionale.
Non mancherà anche quest’anno lo “Street Food d’aMare” che accompagnerà la musica delle tre serate e che sarà organizzato in collaborazione con Circus Eventi, uno dei maggiori organizzatori di iniziative di cibo da strada in Italia.
Tanti gli artisti che hanno calcato il palco di “Progetto Sud” nelle scorse edizioni: Clementino, Roy Paci, Modena City Ramblers, 99 Posse, Bandabardò, Apres la Classe,Santino Cadamone e tanti altri ancora.
E altrettanto interessanti e di richiamo saranno gli ospiti di quest’anno che saranno resi noti a breve durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che si terrà come di consueto a San Salvo.
“Si preannuncia un grande programma – dichiarano gli organizzatori dell’iniziativa musicale e gastronomica fortemente apprezzata da pubblico e stampa - nell’attesa della presentazione ufficiale, vi invitiamo a seguire tutti gli aggiornamenti sulla pagina Facebook “Progetto Sud Festival”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Ieri pomeriggio nella chiesa della casa di Riposo “Sant’Onofrio” di Vasto è stata presentata una nuova Associazione di Volontariato denominata “Lucia Molino – Amici della casa di riposo Sant’Onofrio”. Il sodalizio è stato costituito il 27 gennaio scorso, giorno della memoria, in ricordo di colei che ha dedicato gran parte della sua vita al volontariato nella casa di riposo vastese, diventando punto di riferimento di tante persone, che seguendo il suo esempio continuano a dedicarsi agli ospiti della struttura. L’evento,presentato oggi, è stato allietato da un bellissimo concerto del Coro Polifonico Histonium diretto dal Maestro Luigi Di Tullio.
“I fondi regionali sono arrivati-ha detto il sindaco di Vasto Francesco Menna - i progetti sono stati approvati,bisognerà appaltare i lavori per l’adeguamento e la messa a norma della casa di riposo. Un ricordo particolare a Lucia Molinoche è stata l’anima e il cuore di questa struttura”.
“L’associazione, senza scopo di lucro e con finalità di solidarietà sociale - ha aggiunto durante la presentazione la consigliera comunale Maria Molino- è costituita da un gruppo di volontari legati alla struttura di Sant’Onofrio e alla figura di Lucia Molino, intende dedicare il proprio tempo agli ospiti della casa con varie attività: musicoterapia, ginnastica dolce e lettura di libri. Attività legate al giardinaggio e all’orticoltura. Attività laboratoriali di stimolazione delle abilità manuali, artistiche e artigianali quali pittura, disegno, cucito e ricamo. Promozione di relazioni con il mondo esterno organizzando incontri con le scuole e altre associazioni di volontariato”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Cagli. Venerdì 13 aprile si chiude il cartellone ufficiale del Teatro Comunale di Cagli con una serata dedicata alla grande opera lirica. In scena Carmen, opéra-comique in quattro atti di Georges Bizet su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy. Carmen è sicuramente tra le opere più amate dal pubblico, rappresentata con successo sui palchi di tutto il mondo.
A Cagli viene proposto un nuovo allestimento dell'oepra, con un cast molto ampio dimusicisti, cantanti e ballerini: con l'Orchestra Raffaello diretta dal M° Stefano Bartolucci, sono in scena il Coro Lirico della Regina di Cattolica e il Polifonico Cantori della Città Futura di Vallefoglia diretti dal M° Gilberto Del Chierico, il Coro Voci Bianche Volponi diretto da Antonella Perrucci. Le coreografie delCorpo di Ballo Accademia A. Bartolacci di Riccione. La regia è diFrancesco Corlianò.
L'opera narra la travolgente e drammatica storia di amore tra Don José, militare devoto alla patria, e Carmen, sensuale gitana che vive facendo la sigaraia, ambientata nella Siviglia del primo '800. Una vicenda piena di passioni e contrasti, che porteranno a un tragico finale.
Carmen è sicuramente il capolavoro di Bizet, un'opera affascinante, ricca di invenzioni musicali, con melodie meravigliose, morbide e sensuali. Diversi brani musicali della Carmen sono popolarissimi come ad esempio l’aria del Toreador e la famosissima Habanera.
Julija Samsonova-Khayet interpreta la protagonista Carmen mentre Matteo Sartini è il soldato Don José. In scena anche Alina Godunov, Daniele Girometti, Luca Giorgini, Arielle Carrara, Margot Canale, Carlo Giacchetta, Patrizio Saudelli e Ken Watanabe.

Biglietti: Platea-palchi Settore A 20,00 € - Palchi Settore B 15,00 € - Loggione 10,00 €
Informazioni
www.teatrodicagli.it
Botteghino del Teatro: Tel. 0721 781341 - e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ticket Online: http://www.liveticket.it/istituzioneteatrocomunalecagli
Teatro Comunale di Cagli - Piazza Papa Niccolò IV - 61043 Cagli (PU)

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. La FIMP CHIETI (FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI PEDIATRI), con la collaborazione dell’Associazione Culturale Le Franche Villanesi e con il Patrocinio del Comune di Francavilla, ha determinato di organizzare un concerto nell'ambito di una raccolta fondi da destinarsi alla realizzazione di un monumento Rom e Sinti per contrastare razzismo e discriminazione.
Il concerto sarà tenuto da Santino Spinelli e il suo gruppo gratuitamente e il contributo FIMP interamente devoluto al progetto.
Perché UN MONUMENTO PER IL PORRAJMOS DEI ROM E SINTI IN ITALIA
Un monumento – che sia fatto di bit o di pietra – viene creato da una comunità per trasmettere alle generazioni successive un messaggio che ritiene vitale, sottolineandone il valore attraverso una imponenza e qualità artistica tale da emozionare chi lo veda e imprimersi indelebilmente nella sua memoria. Messaggio più emozione. Come in ogni grande storia.
Si è recentemente costituito un comitato internazionale per la realizzazione di un monumento commemorativo dell’olocausto dei Rom e Sinti da erigere in Italia.
Non si tratta di apporre una targa, ma di realizzare un vero e proprio monumento, un simbolo ben visibile.
Il luogo scelto è nel Comune di Lanciano (CH), non solo perché è luogo dove risiede Alexian Santino Spinelli, già autore della poesia incisa sull’unico altro monumento presente in Europa a Berlino, ma anche e soprattutto perché Lanciano vanta una gloriosa storia di resistenza al Nazifascismo durante la seconda guerra mondiale, è stata infatti insignita della medaglia d’oro al valor militare e da Lanciano partì la famosa Brigata Maiella che contribuì a liberare l’Italia.
Il monumento sarà realizzato in pietra della Maiella dallo scultore abruzzese Tonino Santeusanioe vedrà la sua inaugurazione ad ottobre 2018 nell’ambito delle celebrazioni in onore dei martiri ottobrini.
Le celebrazioni di ottobre 2018 verranno organizzate in collaborazione con la sezione dell’ANPI di Lanciano, non va dimenticato infatti che molti Rom e Sinti si unirono ai Partigiani e combatterono valorosamente per liberare l’Italia.
L’Associazione Thèm Romano, che si è fatta promotrice dell’iniziativa, si rende disponibile ad organizzare attività quali concerti, mostre, seminari, al fine di raccogliere i fondi necessari.

Pubblicato in Cultura e eventi

L'Aquila. I Solisti Aquilani, il presidente, il consiglio di amministrazione, il direttore artistico e i dipendenti e collaboratori tutti sono vicini alla famiglia per la perdita di Walter Tortoreto. Giornalista, intellettuale, critico musicale, Tortoreto era stato professore di Storia della musica all'Università dell'Aquila. La sua biografia non può prescindere dalla storia delle maggiori istituzioni musicali della città e della regione, cui ha dato uno straordinario impulso, condividendone spesso percorsi e progetti. Affabulatore e studioso rigoroso, era particolarmente attento ai destini dei giovani. Sua fu l'idea di dare vita ad una orchestra di giovani allievi dei conservatori, l'Orchestra Giovanile d'Abruzzo, per consentire loro di sperimentarsi e crescere. Per Tortoreto la "musica è vita". Massima di Alberto Savinio che amava citare. Anche in occasione di una delle edizioni della Festa della musica organizzata da I Solisti Aquilani. «Se la musica è vita», commentava Tortoreto, « questa festa è la festa di tutti noi, della nostra identità. Nella musica si combinano l’intelligenza umana e la sfera emotiva. Perché la musica è creata con il cervello, ma nasce dall’anima». E lo affermava pensando alla città ferita, ma resiliente, grazie alle sue istituzioni culturali.
I Solisti Aquilani vogliono ricordarlo così. Curioso, indomito, attento al dialogo e aperto al futuro.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Sono tre gli appuntamenti inseriti nella Rassegna di Teatro Emergente in scena al Teatro Marrucino di Chieti dal 10 aprile all'8 maggio per una programmazione di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. La rassegna promuove e dà spazio agli artisti che annualmente emergono nelle più importanti vetrine del settore dedicate alla scena emergente italiana, compagnie le cui opere hanno un alto livello artistico a cui non corrisponde ancora un'adeguata visibilità presso pubblico, operatori e critica. Non è un caso che due delle proposte, Questa è casa mia in scena martedì prossimo 10 aprile e Sempre domenica, programmata l’8 maggio, siano lavori che si sono distinti in due vetrine d’eccezione: Roma Fringe Festival, palcoscenico e trampolino del teatro indipendente italiano e In-Box, la rete di teatri, festival e soggetti istituzionali che seleziona e promuove alcune delle esperienze produttive più interessanti della scena emergente italiana. A queste due propose si affianca con Sutor il 3 maggio il Guest Senior della Rassegna, Edoardo Oliva, direttore artistico del Teatro dell’Immediato, non emergente perché si tratta di uno dei riferimenti più significativi della scena culturale abruzzese, ma da sempre attento alla qualità artistica delle sue produzioni, ai nuovi linguaggi drammaturgici con particolare attenzione al teatro contemporaneo, sicuro punto di riferimento per le altre compagnie ospitate in rassegna.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione