Articoli filtrati per data: Mercoledì, 01 Agosto 2018

Chieti. Prosegue a Chieti la raccolta firme per chiedere l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza/educazione civica come materia curricolare nelle scuole di ogni ordine e grado.
Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, promotore con una delegazione di sindaci dell’importante proposta di legge depositata in Corte di Cassazione il 14 giugno, informa i cittadini che presso lo Sportello Anagrafe del Comune di Chieti, piano terra palazzo ex Banca d’Italia, in Corso Marrucino 81, sono disponibili i moduli di sottoscrizione a sostegno della proposta di iniziativa popolare.
I cittadini residenti nel Comune di Chieti interessati alla sottoscrizione possono recarsi, con un documento d’identità valido, presso l’Ufficio comunale nei seguenti orari:

Lunedì 9.00/12.30
Martedì 9.00/12.30 – 15.30/16.45
Mercoledì 9.00/12.30
Giovedì 9.00/12.30 - 15.30/16.45
Venerdì 9.00/12.30

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 01 Agosto 2018 00:00

Sanchez è un giocatore del Francavilla

Francavilla al Mare. L’Asd Francavilla Calcio 1927 comunica ufficialmente di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Mario Sanchez, attaccante classe 1991 nato a Madrid. Sanchez, nella stagione 2017/2018 ha militato nel campionato di eccellenza Abruzzo con lo Spoltore Calcio, collezionando 31 presenze e 19 gol.

 

Pubblicato in Sport

Chieti. Luciano Gabriel Leccese, punta centrale di 35 anni, arriva nel capoluogo Teatino per trascinare il Chieti F.C.in serie D a suon di gol.
Chiamato “ElTractor” il trattore dagli amici per la sua stazza fisica in grado di spezzare in due le difese avversarie, nativo di Salta in Argentina,si è aggregato al gruppo mercoledì scorso. Il suo idolo è GabrielOmar Batistuta ex nazionale argentino e protagonista in Italia con le maglie di Fiorentina, Roma e Inter.
Lo scorso anno Leccese è stato il capocannoniere del campionato con la maglia del Capistrello realizzando la bellezza di 21 reti.
In carriera ha vestito le maglie di Lupa Roma con cui ha fatto un doppio salto dall’Eccellenza alla serie C, Luco Canistro,Cassino,L’Aquila e Fano. In Abruzzo è molto conosciuto nella marsica per aver vestito anche la maglia del Paterno.
“ElTractor” si racconta a ChietiFc.it e dichiara subito amore per i colori neroverdi:
“ho sempre desiderato vestire la maglia del Chieti perché reputo che questa piazza meriti di giocare in categorie più alte - racconta Leccese - farò di tutto per riportare il Chieti in serie D. Sarà un campionato difficile ma la squadra allestita è forte, per cui toccherà a noi dare il meglio in campo fin dalle prime partite. Il gruppo è molto ben assortito e ci stiamo conoscendo. Quando mi è stata proposta l’idea di venire a giocare a Chieti non ci ho pensato su due volte. Ho accettato subito.
In Abruzzo mi trovo molto bene, assomiglia molto all’Argentina per la sua morfologia, ci sono bei posti da visitare e soprattutto c’è molto verde”
I tuoi hobby al di fuori del calcio:
“mi piace giocare a pingpong, l’automobilismo e la play station”.
Questo pomeriggio (ore 18) prima sgambata non ufficiale al campo “Marcantonio” di Cepagatti contro la Città di Chieti che milita in terza categoria.

Pubblicato in Sport

Chieti. La società Chieti F.C. 1922 è lieta di annunciare il nuovo allenatore della categoria “Giovanissimi Regionali” nella persona di mister Mirko Di Pietro.
Di Pietro arriva dal settore giovanile dell’Ascoli dove ha allenato i giovanissimi nazionali, ed è stato il braccio destro di mister Cetteo Di Mascio responsabile tecnico di tutto il settore giovanile bianconero. Esperienze significative nel settore giovanile della Curi Pescara dove ha guidato gli Allievi Regionali e come allenatore del Penne nel campionato di Eccellenza.
Mirko Di Pietro rappresenta il profilo perfetto per far crescere il nuovo gruppo dei “Giovanissimi” che quest’anno affronteranno un impegnativo campionato Regionale.

Pubblicato in Sport

Orsogna. «Con uno sguardo le donne riescono a esprimere più di mille parole»: Mausy Schauffele, nata a Buenos Aires, pittrice dall'età di sei anni, trasferita nel 1987 in Italia, a Orsogna (Chieti), paese che l'ha adottata, affida a questa frase il senso della sua mostra personale. "Donne... Emozioni..." sarà inaugurata venerdì prossimo, 3 agosto, a Guardiagrele (Chieti) e resterà aperta ogni giorno, dalle ore 18 alle 24, fino a sabato 18 agosto nei locali della pizzeria "Il Portico" in via Alcide Cervi, 73.

«Un giorno - racconta Mausy -, senza pensare troppo, ho cominciato a tracciare delle linee e mi sono apparse piano piano tutte queste immagini, realizzate a matita. In realtà non avevo neanche immaginato bene cosa potesse venire fuori».

In un paio di mesi la matita di Mausy Schauffele ha creato quindici disegni, tutti dedicati alle donne. Da lì è nata l'idea della mostra per condividere «ciò che una donna sente. Lo sguardo di una donna fa capire - dice l'artista -, comunica anche senza parlare ciò che sente: sogna di volare con gli uccelli, la tenerezza nell'accarezzare con un cavallo, il rapporto con la natura. I suoi occhi fanno capire tristezza, gioia, l’amore verso un bambino».

C'è da perdersi nella bellezza di queste immagini.

Schauffele torna a esporre le sue opere dopo undici anni. La prima volta fu nel 1975 a Buenos Aires, dopo aver studiato con i pittori Amadeo Gutierrez e Leonor Albarellos ed essersi prima diplomata alla "Escuela Nacional de Bellas Artes Manuel Belgrano" e poi laureata alla "Escuela Superior de Bellas Artes Prilidiano Pueyrredon" di Buenos Aires. Seguirono numerose mostre collettive e personali in Argentina fino al 1987, per poi esporre, dall'anno successivo, in Abruzzo, tra Orsogna, Lanciano, Pescara, Guardiagrele. In Italia ha realizzato diversi murales in case private e curato scenografie e allestimenti teatrali.

Ora il ritorno, artistico, ancora a Guardiagrele, come l'ultima volta. Emozioni in cui perdersi e, soprattutto, da non perdere.

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. Poste Italiane ha comunicato al Sindaco di San Giovanni Teatino Luciano Marinucci che, al fine di garantire un maggior equilibrio tra la fisiologica flessione della domanda dei servizi postali nel periodo estivo e la relativa offerta, assume provvedimenti di rimodulazione giornaliera o oraria di apertura al pubblico della rete degli uffici postali.
"Tali interventi, inseriti nel piano di rimodulazione debitamente comunicato all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - scrive il direttore di filiale Daniele Giovanni Nardone - sono adottati in conformità ai criteri di cui al decreto del Ministero delle Comunicazioni del 28 giugno 2007 Nuovi standard minimi degli uffici postali nei periodi estivi (cd. DM Gentiloni), come integrato dalla delibera 293/13/CONS AgCom del 16 aprile 2013".
Pertanto Poste Italiane informa il Sindaco Marinucci e la cittadinanza che, nel periodo dal 7 al 18 agosto 2018, l'ufficio postale di San Giovanni Teatino è assoggettato all'intervento di rimodulazione che prevede 5 giornate di chiusura stagionale: 7, 9, 11, 14, 18 agosto.
Poste Italiane inoltre assicurerà la più ampia e chiara informazione all'utenza delle variazioni di orario e gli uffici postali più vicini aperti al fine di facilitare l'accesso al servizio.

 

Pubblicato in Cronaca

Torre de’ Passeri. Festa grande per gli atleti de “La Cicuff 4.0” che si sono aggiudicati la quarta edizione delle Torriadi 2018, la manifestazione che, dal 19 al 27 luglio, per sei diverse serate, ha animato di sport e divertimento il complesso sportivo della Villa Comunale di Torre de’ Passeri, in un vero e proprio torneo “sotto le stelle” organizzato dall’Amministrazione comunale con la direzione tecnica della G.S. Torre Spes.

“Anche questa edizione numero 4 delle Torriadi ha saputo coinvolgere tanti spettatori pronti a tifare per la loro squadra del cuore negli spazi della Villa Comunale, trasformata per l’occasione in una grande e vivace arena sportiva sotto le stelle, rivelandosi uno strumento di condivisione e partecipazione – hanno spiegato il sindaco Piero Di Giulio e l’assessore allo Sport Giovanni Mancini – Rinvolgiamo il nostro ringraziamento a chi ci ha supportato nell’organizzazione e a tutti i sessanta partecipanti che hanno mostrato entusiasmo e voglia di stare insieme al di là della sfida sportiva”.

I quindici campioni della squadra verde sono stati premiati venerdì scorso dal sindaco Piero Di Giulio e dall’assessore allo Sport Giovanni Mancini, nel corso dell’ultima serata del torneo che ha visto coinvolti 60 atleti, suddivisi in quattro squadre che si sono affrontate in dodici diverse discipline (volley, pickleball doppio misto, calcetto a 5, freccette, basket 3vs3, ruba bandiera, biliardino, corsa coi sacchi e ancora staffetta di nuoto, dodgeball, pallanuoto e percorso ad ostacoli).

Di seguito i nomi, in ordine alfabetico, delle quattro squadre che hanno preso parte alla gara e il colore della maglia: A.S. Marlon (giallo); La Cicuff 4.0 (verde); New Molino Cafè (rosa), Schalke o Fiato (nero).

Di seguito i nomi dei componenti della squadra vincitrice: Fabio Di Rocco (capitano), Marcello Di Battista, Gianluca Mascioli, Sara Lauterio, Marco Serraiocco, Stefano Pavone, Sonia Di Curzio, Angelo Bucciacchio, Micaela Di Rocco, Marco Lucente, Stefano Varrasso, Ilenia Riccitelli, Stefano Radocchia, Luca Caiani e Stefano Ianni.

Pubblicato in Sport

Archi. Da “terrazza sul Sangro” a borgo con vista sulle tradizioni musicali locali e del mondo: il 4 agosto, dalle 19:00, Archi ci regalerà una bellissima novità. Non solo festival, né semplice sagra, con la prima edizione di ARCHI PANORAMICA, viaggio nel territorio e contaminazioni dal mondo il borgo autentico dell’entroterra abruzzese punta a regalare al pubblico atmosfere e suggestioni inedite in Abruzzo.

Organizzato e promosso dalla Pro Loco di Archi e patrocinato dal Comune di Archi, l’evento delizierà i visitatori attraverso un percorso enogastronomico d’eccellenza, con piatti al gusto di tartufo, zafferano e altre specialità locali, e un itinerario musicale d’eccezione che dalla riscoperta del folk tradizionale paesano, guiderà il pubblico tra i ritmi popolari e il contemporary folk abruzzese, d'Italia e del mondo.

Canti e balli archesi e abruzzesi, stornelli marchigiani, pizziche, danze balcaniche e francesi, folk irlandese e tante altre sorprese: dalle 19:00, ora di apertura degli stand gastronomici, nelle vie del centro storico di Archi sarà un susseguirsi di animazioni itineranti. Anna Anconitano e Li Straccapiazz, il duo Roberto Lucanero e Marco Meo, i Folkaravan, il coro “Cesare De Titta” di Perano, il complesso bandistico “Città di Archi”, gli Archi ‘n’ Folk PC, Franco D’Alonzo e i Pleadi, tantissime e straordinarie performance per far gustare pienamente al pubblico l’attesa del grande concerto finale che, previsto per le 23:00, porterà sul palco il calore del Meridione e i ritmi delle Terre del Sud e i motivi popolari delle musiche piemontesi, occitane e irlandesi dei Folkamiseria.

“Archi vanta una lunga tradizione musicale popolare, troppo spesso rimasta nell’ombra – spiega il Presidente della Pro Loco di Archi, Antonio Spinelli – un patrimonio che bisognava recuperare e che abbiamo pensato di far conoscere attingendo proprio dalle immagini che più ricorrono nelle melodie e nei canti paesani. Nelle nostre canzoni – continua il Presidente – spesso i protagonisti sono la bellezza del panorama archese, il vigore dei suoi abitanti e dei suoi luoghi, ma anche il valore delle comunità di emigrati archesi che un tempo andavano via per cercare fortuna e che ancora oggi tornano mantenendo saldo il legame con la loro comunità d’origine. Così è nata Archi Panoramica – conclude il Presidente – con l’intento di celebrare la bellezza del nostro paese e di raccontare le nostre radici che, come anche le nostre canzoni c’insegnano, affondano sì nel territorio, ma si nutrono dell’esperienza del viaggio e dell’apertura verso il mondo. Sono contento che tutta la nostra comunità si sia messa all'opera affinché tutto questo potesse diventare realtà e adesso ci siamo! E non vediamo l’ora di accogliere i visitatori il 4 agosto per farli divertire, cantare, ballare e gustare insieme nel nostro incantevole borgo”.

“Le storie sono solo storie – commenta il Sindaco di Archi, Mario Troilo – e al loro interno ognuno può collocare e leggere quello che vuole. La storia, invece, è fatta di cultura, tradizione e anche di vita quotidiana protrattasi per secoli. Essa deve essere letta e interpretata in maniera univoca e perentoria. E chi se non il nostro borgo può insegnarcela? Le nostre pietre parlano, ci raccontano chi erano i nostri avi e ci insegnano la strada che da loro conduce a noi e questo vogliamo fare con Archi Panoramica ripercorrerla insieme per capire chi siamo. Il 4 agosto – continua il Sindaco – metteremo il primo mattone, ne seguiranno tanti altri e nessuno potrà sentirsi appagato se non avrà dato il proprio piccolo contributo. Nessun sentimento può trasparire dagli occhi di chi osserva – conclude il Sindaco – se non gratitudine e riconoscenza per l’impegno che tutti hanno messo in quest’iniziativa”.

L’appuntamento è allora per il 4 agosto, dalle 19:00, nel borgo di Archi per vivere insieme l’evento dell’estate: Archi Panoramica, viaggio nel territorio e contaminazioni dal mondo.

Pubblicato in Cultura e eventi

È uscito il 31 luglio il nuovo singolo di MASH, al secolo Massimo Torresin, cantautore di Cittadella (PD), intitolato ORIGAMI.
Origami è un brano che parla del patto con l’arte di Mash,rappresentata nel testo e nel video dall’origami del cigno. L’arte nel suo caso è intesa specialmente come musica e nel pezzo racconta dei sacrifici che sta facendo per far diventare la sua arte un lavoro, del timore di non essere ascoltati (sensazione che nel brano prova il cigno stesso, ovvero l’arte, come quando canta “Ti chiedi se è il mondo che non ascolta e non ascolterà”), della forza intrinseca dell’arte, ma anche degli abbattimenti di quando qualcosa non va come si vorrebbe.
Il cigno senza ali che compare nel testo è l’arte martoriata, ferita. Il testo, con frasi come “Dicono che un origami non serva a niente, solo a fare gli orientali”, riporta i pensieri di chi liquida l’arte come qualcosa di futile, di perditempo.
Nel ritornello l’angoscia e la fragilità svaniscono per lasciare spazio alla potenza e al dinamismo, con l’immagine dell’origami che “gira come gira il vento, ancora un po’ più in alto”: la musica, l’arte che ha voglia di esplodere, di rompere le catene che la vincolano, di viaggiare libera, “fino a toccare le stelle del mare”.
Un brano dalla forma semplice perché è proprio con la semplicità che Mash riesce adesaltaree a far emergere concetti profondi come il rapporto esser umano-arte e alcune delle dinamiche ad esso collegate.
Origami esce per il grande pubblico corredato da un bellissimo videoclip girato fra atmosfere creepy, misteriose da sempre care all’artista (compare un riferimento a “Il settimo sigillo”, film del ‘57 diretto da Ingmar Bergman) e altre leggere e delicate,proprie di un video che vuole avere un saporemisterioso ed estivo al tempo stesso.
L’artista vuole avvolgere chi guarda in un’atmosfera onirica e magica: nel video ricorrono elementi come carte da poker che fluttuano, bolle di sapone, una figura misteriosa che si aggira per tutto il filmato (l’Arte), mani bianche che sfiorano il viso al cantante.

Una delle location del video è infatti quella delle Cave di Rubbio a Bassano del Grappa (VI), un suggestivo e magico ambiente che ospita delle cave in cui la roccia è stata trasformata in immagini antropomorfe di mille colori grazie alla mente e alla mano di Toni Zarpellon, pittore e scultore bassanese.

L’attrice protagonista èLetizia Bizzotto, artista anche lei del padovano, edà una rappresentazione veritiera e degna dell’arte.Anche i lavori artistici che compaiono sono opera di Letizia e molti, come le tele, sono stati realizzati ad hoc per questo video a partire dalle idee di Mash e della stessa.

Insomma, un video in cui appare l’arte, che parla di arte e che vuole essere esso stesso arte. E, soprattutto, fare riflettere e generare nuove interpretazioni, punto cardine del cantautorato di Mash.

Uscito il 31 luglio 2018 Origami è disponibile sui migliori canali di streaming, su YouTube e sui digitalstore.

Guarda il video qui: https://youtu.be/tVBfBxtyhs0 


Credits Audio e Video
Testo e musica Massimo Torresin
Produzione di Luca Panebianco (Pink Sound Studio, Padova)
Arrangiamento Massimo Torresin e Luca Panebianco
Soggetto Videoda un’idea di Massimo Torresin
Director: Francesco Gozzo
Camera: Luca Perin
Post-produzione: Luca Perin
Contatti Social
Link YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC60GBUI1cS4khOgGsnrfHag 
Link facebook: https://www.facebook.com/pg/mashmusicoff/about/?ref=page_internal 
Link Instagram: https://www.instagram.com/mashmusicoff/?hl=it 

Biografia
Massimo Torresin, cantautore nato a Cittadella (PD) nel 1997, muove i primi passi con iThe Overmind nel 2011, quando ai tempi suonava da un anno la chitarra acustica. Più avanti, alle lezioni di chitarra si aggiungono quelle di canto e pianoforte e, nel 2013, viene alla luce il primo EP marchiato The Overmind.
La ricca esperienza live con la band prepara il terreno per il progettosolista pop MASHche ha origine nel 2016, anno di pubblicazione del primo singolo “E Sarai”. Il cantautorato di Mash è accolto con entusiasmo da pubblico e giurie di prestigiosi concorsi nazionali e internazionali: Antonio Marino (vocal coach, semifinalista The Voice of Italy 2018) lo definisce un “poeta moderno”.
A maggio 2018 Mash si classifica primo nella categoria Inediti al “Concorso Nazionale Musica È”; gli viene quindi di diritto assegnato il Premio “Sanremo Giovani”. Oltre a questo, il Premio “Produzione Artistica” e la borsa di studio “Songwriting Lab” con insegnanti del CET di Mogol.
Grazie al Premio Sanremo Giovani, Mash verrà presentato alle selezioni del Festival di Sanremo 2019, categoria Giovani, tramite l’etichetta RMI di Rory Di Benedetto.La giuria è composta da importanti nomi quali Alessio Bernabei (Amici 2013, Sanremo 2016 e 2017), Matteo Becucci (vincitore X Factor 2), Alice Paba (vincitrice The Voice of Italy 2016; Sanremo 2017), Piero Romitelli, Rory Di Benedetto (autori, fra gli altri, di Marco Mengoni), Valeria Romitelli (Amici 2011), Pietro Napolano (Amici 2004 con Piero Romitelli; The Voice of Italy 2014).
Nell’estate 2018 Massimo interpreta in tappe internazionali il mito di David Bowie, in tour con la più grande tribute band Queen d’Europa, i Break Free, nello spettacolo “Long Live the Queen”. Si esibisce in Paesi Bassi e Belgio davanti a un pubblico di fino a 7000 persone.
Mash ha anche elaborato una sua filosofia musicale: fornire una mappatura di punti liberi che sarà l’ascoltatore stesso a collegare a seconda della propria biografia ed esperienza emotiva. I suoitesti sono spesso “da raccontare”, e mai già raccontati, pieni di spazi di manovra personalizzabili. La musica è l’essenza della libertà, e libera vuole essere ogni sua incarnazione, mai cristallizzata, sempre mutevole.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. L’infestazione della Cocciniglia che sta devastando i Lecci per le vie di Pescara secondo le associazioni ecologiste Co.m.al.pa. Abruzzo e Pro Natura Abruzzo è solo la punta dell’icerberg di un problema molto più grande che riguarda la cattiva gestione degli habitat naturali cittadini.

“La rarefazione della biodiversità negli ambienti urbani, il peggioramento delle condizioni climatiche della città con l’Urban Warming e il forte inquinamento possono scatenare infestazioni di malattie molto gravi sulle piante.” spiegano le associazioni, “Il colpo di grazia viene dato dalle eccessive potature. Attualmente ci sono tantissimi lecci ammalati perché sottoposti a pratiche scorrette di gestione che ne hanno indebolito la salute rendendoli molto più vulnerabili alle infestazioni di insetti.”

Secondo le associazioni, questo insetto non è comparso dal nulla ma ha avuto terreno fertile nelle cattive condizioni dell’habitat urbano per progredire e scatenarsi. “Approfittando della mancanza di antagonisti, la cocciniglia colpisce e distrugge i lecci di Pescara. Una grave infestazione che impone un’attenta riflessione su quali strategie adottare per il risanamento dell’ambiente cittadino”. Secondo le associazioni occorre “preservare le aree naturali e incrementarle, aumentare la copertura vegetale con siepi e giardini naturali, preservare e creare i corridoi ecologici che sono fondamentali per la biodiversità in città.” “Le recenti potature sui lecci vengono viste come l’unica arma possibile per debellare l’infestazione. Purtroppo, nel tentativo di prevenire la malattia, gli interventi cesori hanno eliminato gran parte della chioma sana degli alberi che ha importanti funzioni di microhabitat per l’incremento della biodiversità.”

“Inutile appellarsi alle potature fitosanitarie e poi chiudere gli occhi sul grave stato ambientale della città in cui l’Isola di Calore Urbana e inquinamento raggiungono livelli insopportabili e i pochi spazi verdi vengono devastati dal cemento e dal degrado. Tutto terreno fertile per incrementare le malattie delle piante e peggiorare la qualità della vita dei cittadini”, concludono le associazioni, “Il restauro dell’ambiente urbano deve essere una priorità del Comune. Un progetto che va seguito da esperti naturalisti e da uno staff multidisciplinare che guardi alla conservazione della natura.”

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione