Articoli filtrati per data: Giovedì, 02 Agosto 2018

Fossacesia. Il Consiglio Comunale di Fossacesia, nella seduta del 21 luglio scorso, ha approvato la convenzione tra la Regione Abruzzo-Servizio del Genio Civile di Chieti e il Comune di Fossacesia, grazie alla quale sarà possibile procedere all’intervento per il risanamento della zona Belvedere nell’area di San Giovanni in Venere, interessata da dissesto idrogeologico. I lavori prevedono un investimento di 500mila euro.Il finanziamento deriva dalle economie F.S.C. 207-2013, delibera Cipe 97 del 22 dicembre 2017. “Le operazioni previste riguardano la sistemazione del belvedere di San Giovanni in Venere – specifica il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio, che il 16 luglio scorso, a Pescara, negli uffici del Genio Civile della Regione Abruzzo, ha sottoscritto la convenzione -. Si tratta di interventi tesi a migliorare l’accessibilità alla balconata che si affaccia sul Golfo di Venere e su un tratto della Costa dei Trabocchi, e che saranno eseguiti nel rispetto dei vincoli posti a tutela degli interessi culturali del luogo. Il progetto – ha aggiunto Di Giuseppantonio -  è stato condiviso in via preliminare con il tavolo tecnico scientifico per la tutela e la valorizzazione dell’abbazia di San Giovanni in Venere, istituito dalla Prefettura di Chieti, al quale partecipano anche i rappresentanti di molti Enti, dell’Università . Il finanziamento giunge a conclusione di un percorso che ha impegnato l’Amministrazione Comunale, intenzionata comunque ad ottenere questo importante risultato che favorirà la fruibilità dell’area, meta di numerosi turisti”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Gli artigiani e le piccole e medie imprese dell’Abruzzo hanno una nuova guida. Si è riunita ieri pomeriggio a Pescara la giunta esecutiva di Confartigianato Abruzzo, che ha ratificato la nomina di Giancarlo Di Blasio a presidente regionale dell’associazione.

Quarantuno anni, nato a Pescara ma residente a Cepagatti, Di Blasio è presidente di Confartigianato Pescara dal 2016, componente del Consiglio camerale Chieti-Pescara e associato dal 2007. E’ legale rappresentante della T&S Sistemi S.a.s., azienda operante nel campo dell’impiantistica.

“La gestione che si apre con la nuova presidenza punta ad inaugurare una fase di cambiamento”, commenta Di Blasio, che nel corso della riunione ha manifestato il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dal presidente uscente, Luca Di Tecco e ha messo in rilievo la necessità di una maggiore attenzione, da parte della Regione Abruzzo, rispetto alla questioni nevralgiche che interessano i settori economici rappresentati dall’associazione. “In questi anni – osserva il neo presidente – i nostri associati si sono sentiti poco considerati e talvolta abbandonati”.

Di Blasio sarà affiancato, nel ruolo di segretario regionale, da Daniele Di Marzio, classe 1976, segretario della territoriale di Teramo dal 2012 e amministratore unico dell’ente di formazione Conforma. Di Marzio prende il posto di Daniele Giangiulli, direttore generale di Confartigianato Chieti-L’Aquila.

“Ho una idea ben chiara in merito a quello che dovrà essere il percorso che seguiremo nei prossimi mesi- afferma Di Marzio-. E’ arrivato il momento di percorrere nuove strade, con il coinvolgimento di tutte le segreterie, mettendo in rete, a disposizione di tutte le associazioni territoriali, il lavoro svolto da ognuna di esse. Il nostro obiettivo sarà quello di ottenere più visibilità e una maggiore attenzione da parte degli amministratori regionali – conclude il nuovo segretario -. Puntiamo a migliorare e a potenziare tutti i servizi alle Imprese”.

Pubblicato in Economia

Pescara. “La notizia positiva è che la ripresa sta finalmente interessando anche l’Abruzzo. Quella negativa, invece, è che poco o nulla si sta facendo per agganciarla e sostenerla”. È il commento di Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, sui dati del Rapporto Svimez 2018 sull’economia e la società del Mezzogiorno, presentati questa mattina 1 agosto a Roma.

Dati che, appunto, parlano di una regione che si sta rimettendo in carreggiata, dopo anni di sofferenza. Tra tutti, spicca l’aumento del Pil nel 2017 pari ad un più 1,2 per cento, a fronte dello 0,2 per cento dell’anno precedente. “Un dato significativo – aggiunge Lombardo – e che fa ben sperare”. Per lo Svimez, la ripresa è dovuta soprattutto all’agricoltura (+9 per cento nel triennio) e in parte anche all’industria in senso stretto (+3,8 per cento), mentre i servizi segnano un più modesto incremento del 2 per cento. C’è un dato, però, che continua a preoccupare la Uil: “Nel biennio 2015-2017 l’edilizia è crollata del 14,5 per cento, un dato in controtendenza rispetto a tutto il Mezzogiorno. Siamo fortemente preoccupati su questo punto: come mai quello che è stato definito il più grande cantiere d’Europa continua a decrescere? Eppure, come noto, l’edilizia insieme all’industria rappresenta il settore fondamentale per l’economia di un territorio. È evidente che in Abruzzo bisogna interrogarsi al più presto sul perché di una simile performance negativa”.

In merito alle azioni da intraprendere per assecondare la ripresa, oltre ad un rilancio delle costruzioni, Lombardo ribadisce quanto espresso in più occasioni: “Il Rapporto in relazione al quadro economico nazionale ed internazionale prevede per il 2019 le stime di crescita al ribasso o quanto meno flebili, non sufficienti a consolidare il risultato raggiunto fin ora. In questo quadro diventa necessario incrementare gli investimenti non solamente nel settore privato ma soprattutto in quello pubblico per arginare la spinta negativa che potrebbe arrivare dall’Italia e dall’Europa. La lentezza con cui il Masterplan, che di fatto è un significativo investimento pubblico, stenta a partire ci preoccupa non poco. Si passi, su questo aspetto, dalle parole ai fatti senza perdere più tempo. Nell’incertezza degli effetti positivi di una crescita così debole che potrebbero determinarsi nel 2019, diventa di fondamentale importanza rendere le Zone Economiche Speciali (Zes) un prezioso elemento di aiuto concreto alla crescita sociale ed economica della nostra regione”.

Infine, il segretario generale della Uil Abruzzo rimarca l’aspetto precario della crescita dell’occupazione: “Niente di nuovo sotto il sole al riguardo. I posti di lavoro aumentano solamente in virtù della crescita dei contratti precari. Purtroppo, fino a quando la crescita non sarà solida e strutturale, sostenuta anche da investimenti pubblici che possono fare da volano, anche il lavoro non sarà di qualità. Fino a quando non si affronteranno questi aspetti – conclude – non sapremo se la crisi economica potrà dirsi davvero alle nostre spalle. Teniamo alta la guardia”.

Pubblicato in Economia

Chieti. La Teate Basket Chieti è lieta di ufficializzare l’accordo con Remo Firmani, nuovo Responsabile Marke<ng tea<no. In un periodo storico nel quale la sinergia tra il mondo imprenditoriale e le Società spor<ve sta diventando sempre più determinante per la promozione dello sport ad al< livelli, la presenza di un professionista qualificato come Firmani garantisce solidità al progePo della Società del Presidente Marchesani.
Classe ’73, Remo Firmani si specializza nell’ambito commerciale acquisendo una laurea in Economia e Commercio presso l’Ateneo “G. d’Annunzio” di Chie<-Pescara ed immePendosi subito nel mercato in qualità di agente di commercio per alcune pres<giose aZvità nell’ambito delle polizze assicura<ve e dell’edilizia in legno. TuPavia il legame con il mondo spor<vo è forte e collabora con alcune Società calcis<che della regione, aPraverso la cui collaborazione matura quell’insieme di competenze e professionalità che mePerà al servizio della nostra realtà per i prossimi mesi.
Quali sono state le moBvazioni che B hanno spinto ad acceIare la sfida sporBva della Teate Basket ChieB?
“La principale mofivazione è sicuramente il Presidente Gabriele Marchesani che mi ha voluto fortemente qui. Ho riflettuto a lungo su questa proposta e lo ringrazio perché mi ha fatto senfire importante. Detto questo ci tengo a dire che la mia scelta è stata dettata anche dalla professionalità che ho riscontrato nelle prime figure di riferimento della Teate Basket Chiefi e con le quali ho subito iniziato a collaborare, ovvero l’Amministratore Unico Massimiliano Del Conte, il Direttore Generale Michele PaoleN ed il Responsabile dell’Area Comunicazione Emanuele Di Nardo. Alla luce di tutto questo, in circa due seNmane abbiamo raggiunto l’accordo ed adesso siamo qui!”
Sei sempre stato nel mondo dello sport, specie nell’ambito calcisBco. Questa sarà la tua prima esperienza con una squadra di pallacanestro: credi che il markeBng nel calcio sia diverso da quello nel basket? Oppure ci sono molB punB comuni?
“Il markefing si applica a qualsiasi Società sporfiva con l’obieNvo principale di reperire fondi. Ma non si tratta solo di “fare cassa” come si suol dire perché, in quel caso, risulterei un semplice commerciante, bensì occorre applicare tutte le strategie necessarie per aNvare sponsor e supporters verso la piena idenfificazione di una città come Chiefi con la Teate Basket. E questo modus operandi è applicabile tanto nel calcio quanto nel basket. L’importante è credere che tutte le persone che hai accanto possano svolgere nel miglior modo possibile il proprio lavoro.”
Ogni piano markeBng che si rispeV si prefissa una “mission” da raggiungere nel medio-lungo periodo. Sulla scia del progeIo triennale della Teate Basket ChieB, quali sono i tuoi obieVvi?
“Ti rispondo partendo da una riflessione: tutte le Società dovrebbero avere un piano markefing, che è alla basa del raggiungimento dei propri obieNvi, ma, purtroppo, non è sempre così. A Chiefi devo ammettere che ho trovato grande predisposizione ad ascoltare e accogliere tutte le idee che voglio portare. Sarà una nuova avventura anche per me, dovremo affrontare molfi ostacoli ma sono sicuro che ci toglieremo altrettante soddisfazioni, coinvolgendo realtà imprenditoriali importanfi del territorio per far sì che la Società abbia i fondi necessari per svolgere un campionato di verfice.”

Pubblicato in Sport

Montesilvano. «Dare spazio ai rapper del territorio, fornendo loro l’occasione di aprire lo spettacolo di Luché. Con questo spirito è stato organizzato il Guerrilla Contest, una sfida social che darà una grande opportunità di visibilità a giovani artisti del nostro territorio». Così il consigliere Alessandro Pompei annuncia il contest, organizzato dall’associazione culturale Giovani Italiani, aperto fino al 6 agosto. Venerdì 10 agosto, il palco del Teatro del Mare si infiammerà con il rap di Luchè, che lo scorso giugno ha pubblicato “Potere” il suo quarto album (dopo L1 del 2012, L2 del 2014 e Malammore del 2016) della carriera solista dopo lo scioglimento degli Co’Sang, in cui era sia rapper che produttore. Il concerto del rapper sarà aperto dalle esibizioni di numerosi artisti di Montesilvano, tra dj e rapper. In scaletta entrerà anche il vincitore del Guerrilla Contest, che potrà esibire due sue tracce.

Per partecipare bisogna seguire su Instagram le pagine @guerrillacrew e #hypepescara, pubblicare un freestyle o l’estratto di un pezzo e inserire l’hastag #guerrillacontest. Entro il 6 agosto verranno scelti 3 finalisti che dovranno scrivere un freestyle su una base proposta dall’organizzazione.

«La serata con Luché sarà una bella vetrina per i moltissimi artisti di Montesilvano che apriranno il live del rapper - dice l’assessore agli Eventi Ottavio De Martinis – e questo contest dà una occasione in più anche ad altri artisti oltre a quelli già individuati dall’organizzazione. La nostra città vuole puntare sul talento e sui ragazzi che hanno tanto da esprimere con la loro arte».

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “Apprendiamo con stupore da fonti romane che i rappresentanti del Movimento 5 Stelle hanno proposto al Dipartimento degli Affari regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri l’impugnativa della L.R. n. 14 del 2018 con cui il Consiglio Regionale, su iniziativa dei sottoscritti, ha garantito l’indennità oraria di 4 € ai medici della continuità assistenziale”. E’ quanto dichiarano i consiglieri di Forza Italia, Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri.

“E’ veramente inaudito il comportamento dei 5 Stelle che, a livello regionale, hanno sempre sbandierato il pieno diritto dei medici di guardia medica al compenso aggiuntivo, anche con plateali manifestazioni, capitanate dal consigliere Pettinari dinanzi agli Uffici della Regione Abruzzo e con sortite pesantemente polemiche sulla stampa locale, e poi a livello di Ministero della Salute – quando si è trattato di risolvere definitivamente la questione – hanno sostenuto l’illegittimità dell’erogazione dei 4 € euro orari, con le ripercussioni che deriveranno a carico di quegli stessi medici da loro sostenuti e organizzati sul territorio regionale quali vittime della “delibera della vergogna”, ovvero la DGR 398 del 2017 che prevedeva il recupero delle indennità percepite. Ricordiamo infatti che il consigliere Pettinari nulla aveva da eccepire alla Legge Regionale avanzata ed approvata, ma pretendeva solo il ritiro della richiamata DGR che in ogni caso nell’ordinamento giuridico è superata dalla legge regionale stessa perché di rango superiore. Poi invece si sono resi autori di questa impugnativa”.

“Faremo luce e chiarezza su questa vicenda, lavorando per garantire un diritto dei medici interessati, smascherando anche chi cerca di apparire loro sostenitore ed invece li accoltella alle spalle. Peccato che questo non sia l’unico argomento sul quale i rappresentanti regionali del Movimento 5 Stelle si esibiscano paladini di alcune battaglie, salvo poi rivelarsi tutt’altro. Ricordiamo – proseguono Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri - come i “penta stellati”, tramite il deputato Vacca e la consigliera regionale Marcozzi, invocassero lo stop al progetto del metanodotto Larino – Chieti appellandosi al Ministro dello Sviluppo Economico definendolo “un’opera contro gli abruzzesi”. Peccato che il Ministero, oggi guidato proprio da Luigi Di Maio, giorni fa ha emanato il Decreto di Autorizzazione per il gasdotto Larino – Chieti, un’opera fortemente contestata in quanto tassello della strategia che vuole trasformare l’Italia in un “Hub del Gas” a totale vantaggio dei petrolieri. Come se non bastasse, a ciò vanno aggiunte le dichiarazioni del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che nel recente viaggio negli USA, ha rassicurato il Presidente Trump sulla realizzazione proprio del gasdotto Tap definendolo “opera strategica”. Forse il Conte e Di Maio non usano la stessa piattaforma consultiva dei “penta stellati nostrani”.

“Sono palesi – concludono Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri - le contraddizioni del Movimento 5 Stelle che su tutti gli argomenti corre e sgomita su blog e mass media per apparire agli occhi dei cittadini come i loro primi sostenitori, ma alla prova dei fatti o sono i primi traditori oppure palesano la loro ignoranza amministrativa e inesperienza. In ogni caso è evidente che puntino al clamore piuttosto che ai contenuti”.

Pubblicato in Politica

Pianella. Dopo la iniziale deliberazione sia della giunta che del consiglio comunale che, come prevede la legge, dopo le elezioni debbono stabilire i compensi degli amministratori secondo le tabelle normative, sia l’organo esecutivo che quello consiliare si sono determinati a rivedere quanto già stabilito subito dopo il voto.
“Dopo una prima deliberazione assunta sulla scorta del calcolo fatto dagli uffici applicando le tabelle risultanti dalla mancata proroga del taglio del 10% previsto dal d.l. 78/2008, spiega il sindaco Sandro Marinelli, gli uffici hanno ipotizzato una ulteriore impostazione interpretativa che, ritenendo ancora vigente, nella perdurante mancanza del previsto decreto ministeriale, il D.L. 266/2005 non espressamente abrogato, potrebbe vedere ancora operativo l’abbattimento del 10% delle indennità ivi originariamente contenuto.”
“Nel perdurare dell’incertezza interpretativa – aggiunge il primo cittadino – come maggioranza abbiamo ritenuto di adottare una nuova deliberazione per evitare qualsiasi problema all’ente in caso di sviluppi in senso restrittivo, optando altresì anche per la rinuncia alla possibilità di recuperare di alcuni punti percentuali le indennità che pure la legge ci avrebbe consentito per aver rispettato alcuni parametri virtuosi.”
“ Personalmente – conclude il Sindaco – non sono tra quelli che assecondano l’imperversante demagogia sulle “rinunce” alle indennità, poiché amministrare un comune in questi tempi di gravi ristrettezze di risorse e incessanti disastri climatici ed idrogeologici è impresa che richiede competenze, professionalità, tempo, dedizione ed assunzioni di responsabilità enormi e non è credibile né serio che, senza alcuna effettiva incidenza sulle casse pubbliche, si rinunci ad un indennizzo che invece compensa almeno in parte tanto impegno; magari, per evitare che ad amministrare i comuni arrivi in futuro solo gente di scarsa capacità e professionalità, sarebbe invece opportuno introdurre un sistema progressivo in base alla capacità di raggiungere o meno gli obiettivi proposti nel programma elettorale, ma, in attesa che il governo decida di affrontare la questione, al momento abbiamo comunque voluto optare per l’interpretazione di maggiore prudenza, riducendo complessivamente del 12% le indennità erogabili, non per gettare fumo agli occhi dei cittadini, ma solo per coerenza con il tradizionale approccio prudenziale nell’uso delle risorse pubbliche”.

Pubblicato in Politica

San Salvo. “L’ultimo incidente mortale, che ha visto il coinvolgimento di un giovane lavoratore e padre di famiglia, impone alle Amministrazioni comunali, che insistono sulla Statale 650 fondovalle Trignina, di promuovere con decisione iniziative per la sicurezza degli automobilisti e la salvaguardia della vita umana su quel tratto di strada”.
Ad affermarlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca dopo la tragica morte di Luca Cormani vittima, sabato scorso, in un sinistro mentre si recava sul luogo di lavoro.
“Come spesso accade, anche in questo incidente, c’è stato il coinvolgimento di un mezzo pesante. Pertanto chiederò al Prefetto di vietare il traffico ai mezzi pesanti nei fine settimana, così come è accade per le autostrade e diverse strade in Italia. E’ solo un piccolo passo, ma che ritengo necessario quanto indispensabile, per ridurre il rischio di incidenti stradali”.
Ma il sindaco di San Salvo alza anche il tiro sulla percorribilità della Statale 650.
“Occorre che si provveda al più presto a migliorare l’attuale tracciato della Trignina perché rispetto alla progettazione iniziale e alle previsioni di traffico questa strada negli anni ha visto crescere il numero dei mezzi in transito oltre al suo ruolo di importante arteria di collegamento tra la costa tirrenica e quella adriatica. Invito, pertanto, le autorità competenti a prendere iniziative conseguenti. La vita umana non ha prezzo e dobbiamo attivarci – conclude il sindaco – affinché siano create tutte le condizioni che elimino i pericoli nella percorrenza della strada caratterizzata, purtroppo, da troppe croci con il loro carico di dolore e vite spezzate”.
Il sindaco ha inviato questa mattina una lettera al Prefetto di Chieti e alla Direzione compartimentale dell’Anas per sollecitare interventi a tutela dei residenti e dei turisti e di quanti utilizzano quella importante arteria stradale.

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 02 Agosto 2018 00:00

Torna "La notte delle biciclette" a Pescara

Pescara. Torna, sabato 4 agosto, la ciclopasseggiata serale per le vie di Pescara organizzata da AVIS e Pe-scarabici FIAB.

A differenza di quanto comunicato precedentemente dall’associazione, la partenza sarà dall’area della Madonnina, e non più da piazza Salotto (preclusa per una concomitante manifestazione).
Tre gli obiettivi della biciclettata: mostrare ancora una volta e perfino di notte, quanto sia bello e sostenibile vivere la città in bicicletta; sensibilizzare sull’importanza di essere efficacemente illumi-nati quando ci si posta in orario serale e notturno; promuovere la donazione del sangue. Donare il sangue, a maggior ragione d’estate, è un atto semplice e di grande responsabilità sociale. Per questo l’Avis inviterà tutti i partecipanti, donatori effettivi e potenziali, ad effettuare la donazione prima di partire per le vacanze.

Gli stand di Avis e Pescarabici saranno operativi già dalle 20,00 nello spazio sottostante il ponte del mare, lato nord (Madonnina). I partecipanti verranno accolti in un gazebo di Pescarabici, affianco a quello dell’Avis. La partecipazione è aperta a grandi e piccini: ai non soci viene richiesto il contri-buto di € 3,00 per la sottoscrizione della polizza assicurativa, mentre per i soci Fiab sarà di € 1,00. A tutti i partecipanti “paganti” verrà rilasciato un ticket, col quale recarsi presso l’adiacente gazebo Avis dove ritirare la sacca rinfrangente.

Si partirà intorno alle 21 seguendo un percorso che snoderà sulle piste ciclabili e strade protette di Pescara e Montesilvano: Largo della Madonnina, PC via R. Paolucci, P.zza Italia, C.so V. Emanuele, C.so Umberto, PC via R. Margherita, PC via L. Muzii, via G. Bovio, via Milite Ignoto, Strada Parco, via Adige (Montesilvano), Lungomare Aldo Moro (Montesilvano), Lungomare Co-lombo PC, Ponte sul Mare PC, Lungomare Colombo Sud, Lungomare Papa Giovanni XXIII, via Figlia di Iorio, via Luisa D’Annunzio, via Della Pineta, viale Pindaro PC, via G. D’Annunzio PC, via Conte di Ruvo, via Lago di Campotosto, Ponte Flaiano PC, via Gran Sasso, via Chieti, via Ca-duta del Forte, Piazza Italia, via R. Paolucci PC, piazza della Madonnina.
Il rientro è previsto intorno alle 23.

A tutti i partecipanti, AVIS regalerà una sacchetta con banda luminosa, in modo da poter rendere ancora più brillanti le bici dell’intera comitiva e creare un lungo serpentone di ciclisti “illuminati” che trasmetteranno il messaggio di sensibilizzazione, rivolto ad amministratori e cittadini, sulla necessità di pianificare a Pescara la “mobilità attiva”.
L’evento non è competitivo e viene svolto nel rispetto delle regole del Codice della strada.
Il corteo sarà scortato dalla Polizia municipale, per garantire maggiore sicurezza alla comitiva e consentire di far partecipare bambini e minori (che comunque dovranno essere accompagnati).

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Si rinnova, domenica 5 agosto alle ore 21:00, nella suggestiva cornice del Cortile di Palazzo d’Avalos, il tradizionale appuntamento con la Festa del Ritorno.
Organizzata dall’Associazione Pro Emigranti, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Vasto e con il contributo della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, l’iniziativa dedicata agli emigranti abruzzesi è giunta alla quarantatreesima edizione.
Durante la manifestazione verrà consegnato il Premio Silvio Petroro, importante riconoscimento intitolato alla memoria del padre fondatore dell’Associazione, assegnato annualmente a personaggi illustri legati all’Abruzzo.
Per l’anno 2018 il premio Silvio Petroro è stato attribuito al dott. Graziano Marcovecchio, numero uno della Pilkington Italia Spa (gruppo leader mondiale della produzione di vetro per l’automotive, i trasporti e le costruzioni). Nato a Cupello e residente nella Città di Vasto, Graziano Marcovecchio da qualche settimana ricopre anche il prestigioso incarico di Presidente Nazionale della ASSOVETRO.
Il premio consiste in una effige del Monumento all’Emigrante ed un assegno di cinquemila euro che sarà devoluto in favore di iniziative, istituzioni ed enti di valore sociale, morale e culturale.
Durante la serata sarà consegnato anche il riconoscimento “Teniamoli d’Occhio” assegnato alle giovani speranze del territorio, che hanno conseguito significativi traguardi nell’ambito della propria attività.
Nel corso della manifestazione sono previsti momenti dedicati allo spettacolo con la partecipazione dei Camaleonti, le cui storiche canzoni saranno alternate dalle poesie in dialetto vastese recitate da Antonio Muratore e Carmela Camperchioli.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione