Articoli filtrati per data: Mercoledì, 08 Agosto 2018

Vasto. Il Sindaco Francesco Menna ha ricevuto stamane l’Assessore delegato alla Cura della Città e alla Sicurezza, Gabriele Barisano, il quale gli ha rimesso la delega alla Polizia Locale.
Il Sindaco, nel ringraziare l’Assessore per l’impegno profuso, ha proceduto ad assegnare la delega all’Assessore Luigi Marcello, già competente per lo Sviluppo Economico, i Servizi Civici e il Patrimonio
Nel contempo, ha assegnato all’Assessore Gabriele Barisano la delega alla Protezione Civile che, finora, ha tenuto nelle proprie competenze.

Pubblicato in Politica

Ortona. Ci siamo quasi. È la vigilia della festa per i cinquant'anni dell'Impavida Ortona. Domani, giovedì 9 agosto, in Piazza San Tommaso si ripercorrerà la storia della pallavolo ortonese. Sul palco, una carrellata di ospiti e la musica degli ARUAL. Sarà anche possibile prenotare gli abbonamenti alla stagione 2018/2019 ad un prezzo speciale. Mattatore della serata un giornalista legato a doppio filo con il mondo del volley: Lorenzo Dallari.
Si partirà quindi dal 1968, anno della fondazione dell'Impavida da parte di Padre Camillo D'Orsogna. «Nella parrocchia di Santa Maria delle Grazie non avevamo spazio a sufficienza per il calcio» racconta sempre Padre Camillo, «e così ci siamo buttati sulla pallavolo». Mai decisione fu più saggia per lo sport locale. Si racconterà di come un piccolo gruppo di amici sia riuscito a coinvolgere sempre più gente fino ad approdare in serie A2 nella stagione 1983/1984 e di come la squadra sia evoluta fino ai giorni nostri. Durante la serata saranno a disposizione Stand Gastronomici (porchetta, arrosticini, vino e birra risponderanno "presente!") e vendita di gadget (T-Shirt, Sacche e spillette "Impavida"). Da sottolineare la possibilità di prenotare abbonamenti ad un prezzo vantaggioso. Presso il "Box Prenotazioni" sarà possibile aggiudicarsi l'abbonamento per la stagione 2018/2019 Serie A2 CredemBanca al prezzo di 50€ anziché le 88€ previste per un abbonamento intero e le 58€ dell'abbonamento ridotto. E quando la cavalcata tra i ricordi sarà finita, tutti a casa? Naturalmente no! La festa continua con gli ARUAL band ortonese che spazierà da Mannarino alla Bandabardò, passando per Rino Gaetano, De Andrè, Capossela e Battiato. Appuntamento quindi in Piazza San Tommaso ad Ortona, dalle ore 21.00 per godere tutti insieme dello spettacolo che sarà presentato dal giornalista SKY e scrittore Lorenzo Dallari da sempre legato al mondo della pallavolo.
Saranno inoltre presenti due campetti da pallavolo dove, a partire dalle ore 18.30, bambine e bambini fino a 12 anni potranno giocare liberamente a questo meraviglioso sport.

Pubblicato in Sport

Castelbasso. Eccellenze abruzzesi, ma non solo, ovviamente, per il lungo fine settimana di Castelbasso 2018, allestito dalla Fondazione Malvina Menegaz per le arti e le culture (presieduta da Osvaldo Menegaz), che propone quattro serate di grande richiamo oltre all’unicità delle mostre dedicate a Fabio Mauri e Matteo Fato.
Tanta musica, in collaborazione anche con l’Orchestra sinfonica abruzzese diretta da Roberto Molinelli e uno splendido pianista e compositore come Paolo Di Sabatino; una serata realizzata in joint venture con il Fla, Festival delle letterature e altre cose di Pescara diretto da Vincenzo d’Aquino. In più un appuntamento di richiamo con Danilo Rea e la chiusura con la musica colta. Ma ecco il programma dettagliato, tutti gli appuntamenti si svolgono in piazza Arlini.

Giovedì 9 agosto, alle 21,30, Paolo Di Sabatino trio & Orchestra sinfonica abruzzese presentano Sinfonico. Un concerto (tratto dall’omonimo cd pubblicato ad aprile per Incipit/Egea) ricco di pathos ed emozione, dove le melodie avvolgono il pubblico nell’abbraccio coinvolgente della cantabilità. Sinfonico vede sul palco il Paolo Di Sabatino trio (formato, oltre che dal band leader al pianoforte, da Marco Siniscalco al contrabbasso e Glauco Di Sabatino alla batteria) e l’orchestra regionale, sul podio Roberto Molinelli.
Orchestra e trio si alternano in un rimando di suggestioni tra musica scritta e improvvisazioni, e interessanti contrasti tra il suono di un’orchestra sinfonica e quello di un classico ensemble jazz. Durante la serata saranno eseguiti i brani contenuti nel cd e composizioni originali di Di Sabatino (Chiara di luna, Caterina/Ciclito, The country lane e Jazz fantasy) insieme ad alcune evergreen della musica leggera italiana arrangiate da Di Sabatino e Molinelli: da Quando, quando, quando di Tony Renis a Guarda che luna che Walter Malgoni scrisse per Fred Buscaglione, dall’indimenticabile Azzurro, portata al successo da Celentano e musicata da un giovanissimo Paolo Conte, alla più recente Donne di Zucchero. Chiude l’immancabile Nel blu dipinto di blu – Volare di Modugno e Migliacci. Eccetto Fantasy, brano composto e orchestrato da Paolo Di Sabatino e sul quale è stato realizzato un cortometraggio in bianco e nero scritto e diretto da Ivan D’Antonio, gli altri brani sono tutti orchestrati da Roberto Molinelli.
Ingresso 10 euro.

Venerdì 10 agosto, alle 21,30, Fabio Genovesi con “I canti della tv rotta” propone l’ultimo appuntamento creato in collaborazione con il Fla, Festival delle letterature e altre cose di Pescara, diretto da Vincenzo d’Aquino. Genovesi, reduce dal grande successo del libro “Il mare dove non si tocca” (Mondadori, 2018), racconta una grande storia che comprende mille altre storie, quelle clamorose della sua famiglia e quelle di tutte le famiglie del mondo. Un monologo divagante pieno di colpi di scena, follie impossibili, umiltà e voglia di amare e accettare la vita.
Ingresso gratuito.

Sabato 11 agosto, alle 21,30, Danilo Rea presenta Something in our way. Il rock dei Beatles e dei Rolling Stones diventa la linfa per il piano di Danilo Rea, che dalle note delle due band-mito trae materia prima per il suo universo jazz. Something in our way è una straordinaria commistione per un concerto indimenticabile, ricco di sorprese e improvvisazioni: un viaggio inedito nei grandi successi dei due gruppi britannici.
Ingresso 15 euro, prevendite su circuito Liveticket.

Domenica 12 agosto, alle 21,30, il programma di musica classica allestito da Roberto Marini si conclude con
Il ’68: Pier Paolo Pasolini e improvvisazioni musicali.
Il concerto, come una sorta di ideale “macchina del tempo”, porterà il pubblico nel tumultuoso periodo del ‘68: le improvvisazioni musicali per sassofono e organo insieme alla lettura di opere di Pier Paolo Pasolini e autori a lui coevi saranno capaci di descrivere le forti contraddizioni che hanno attraversato quegli anni e tutto il Novecento.
Agostino Raff, voce recitante; Marco Pace, sassofono; Fabio Lauri, organo.
Ingresso gratuito.

Il fulcro di Castelbasso 2018 è il percorso tra le opere di Fabio Mauri che rappresentano una sintesi del pensiero dell’artista risalenti al decennio 1968-1978, alternando nelle ampie sale di palazzo De Sanctis, fino al 2 settembre, fotografie, installazioni, proiezioni e disegni scelti dalla curatrice Laura Cherubini. Con il 1968 prende l’avvio un periodo di grandi contestazioni e creatività che, pur non realizzando una rivoluzione politica, ha però portato profondi mutamenti nella società, nella cultura, nel costume. Di quella stagione rovente Fabio Mauri è stato lucido testimone, riuscendo a mettere a punto un linguaggio - incentrato sul concetto d’ideologia – capace di esprimere la complessità politica e sociale di quel momento storico.

Il nucleo delle iniziative, allestite dalla Fondazione Malvina Menegaz, presieduta da Osvaldo Menegaz, è sempre l’arte contemporanea e, oltre alla fondamentale e unica esposizione delle opere di Mauri, trova spazio quest’anno un artista abruzzese di nascita ma di livello internazionale come Matteo Fato. Attraverso il progetto Sarà presente l’artista, Fato prende spunto da un antico ritratto di un astronomo, presente nella Collezione permanente della Fondazione, per costruire una riflessione sul modo di osservare (e quindi percepire) la realtà. Da questo punto di partenza si snoda il percorso espositivo della mostra, a cura di Simone Ciglia, che comprende opere di autori dal secondo Ottocento al Novecento – fra cui Boille, Festa, Michetti, Spalletti, Turcato – posti in dialogo con le opere di Matteo Fato a palazzo Clemente.

Con il patrocinio e il contributo di Mibact (Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo), Regione Abruzzo, Fondazione Tercas, Provincia di Teramo, Comune di Castellalto, Consorzio dei Comuni B.i.m., Camera di commercio di Teramo, Gruppo Falone, Subaru Barbuscia.

 

 

Fondazione Malvina Menegaz per le arti e le culture – Paolo Di Vincenzo, ufficio stampa, 329 4728922
Tutte le serate si svolgono in piazza Arlini, ingresso gratuito se non diversamente indicato.

ARTE
FABIO MAURI 1968-1978
a cura di Laura Cherubini
Palazzo De Sanctis, dal martedì alla domenica, dalle 19 alle 24. (Lunedì 13 agosto aperto)
Fino al 2 settembre

Sarà presente l’artista
#0 MATTEO FATO
a cura di Simone Ciglia
Palazzo Clemente, dal martedì alla domenica, dalle 19 alle 24. (Lunedì 13 agosto aperto)
Fino al 2 settembre

Ingresso unico per entrambe le mostre 8 €

 

PROIETTIAMO!
Laboratorio didattico per bambini dai 5 agli 11 anni
Tutti i martedì fino al 28 agosto
TECNICA MISTA
Laboratorio didattico per bambini dai 5 agli 11 anni
Tutti i mercoledì fino al 29 agosto

Presenza di un accompagnatore facoltativa.
Ingresso 5 € (all’eventuale accompagnatore è richiesto il biglietto d’ingresso)


MUSICA
PAOLO DI SABATINO TRIO & ORCHESTRA SINFONICA ABRUZZESE – Sinfonico
giovedì 9 agosto, ore 21,30 – ingresso 10 euro
DANILO REA – Something in our way
sabato 11 agosto, ore 21,30 – ingresso 15 euro


MUSICA CLASSICA
IL ’68 : PIER PAOLO PASOLINI E IMPROVVISAZIONI MUSICALI
Agostino Raff, voce recitante; Marco Pace, sassofono;
Fabio Lauri, organo.
domenica 12 agosto, ore 21,30


LETTERATURA in collaborazione con Fla (Festival delle letterature e altre cose di Pescara)
FABIO GENOVESI – I canti della tv rotta
venerdì 10 agosto, ore 21,30


INFO
Palazzo Clemente e Palazzo De Sanctis, Borgo Medievale di Castelbasso
Orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 13 agosto)
Ingresso (valido per entrambe le mostre): 8€, ridotto 6€, gratuito per i bambini fino a 6 anni
Prevendite per i concerti su circuito e punti vendita Liveticket - www.liveticket.it
tel. 0861.508000 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.fondazionemenegaz.it

Pubblicato in Cultura e eventi

Pianella. Si diversifica da tutte le altre “notti bianche” che si ripetono nelle varie località del circondario poiché si rivolge in particolare ai giovani ed alla promozione dei valori costituenti dell’Unione Europea da promuovere per mezzo dello sport e della cultura artistica.
Il programma prevede una prima parte interamente dedicata alla promozione dello sport giovanile, organizzata in collaborazione con le varie associazioni locali, mediante l’invasione di vie e piazze del centro storico che saranno occupate da atleti che si misureranno nelle varie discipline sportive, adattate al contesto delle suggestive piazze del borgo: spinning, ginnastica artistica, mini calcio, calcio tennis, danza, karate, pallavolo, arrampicata, mini basket e sarà persino possibile sperimentare per i più piccoli l’approccio equestre con i pony.
Nella parte centrale dell’evento il centro storico si animerà con musica ed arte mediante spettacoli e sketch teatrali nonché vari generi musicali con i gruppi che si esibiranno dal vivo, per concludere nel cuore della notte con l’evento clou su Piazza Dei Vestini, dove la band “Bioritmo” e le sue vocalist coinvolgeranno giovani e meno giovani con i ritmi dance dei maggiori successi della musica dagli anni 90 ad oggi.
Durante tutta la notte i visitatori potranno visitare una mostra di opere eseguite dai ragazzi del locale istituto comprensivo, beneficiare delle eccellenze dell’enogastronomia pianellese con tutte le attività di bar e ristorazione che hanno spazi all’aperto dedicati e fare shopping presso i negozi che resteranno aperti per l’occasione.
“ Abbiamo voluto differenziarci dagli altri eventi analoghi che si ripetono, puntando sui giovani e sulla bellezza del nostro centro storico vivo e vivibile – dice l’assessore all’associazionismo Antonella Di Massimo – e per questo corre l’obbligo di ringraziare le numerose associazioni che hanno accolto il nostro invito a collaborare”.
“ Il tessuto culturale del nostro comune è sempre in fermento e pronto a proporre nuove iniziative – aggiunge l’assessore alla Cultura Gabriella Di Clemente. In questo caso affiancheremo allo sport una mostra con opere realizzate dai più giovani e una offerta musicale per tutti i gusti con l’intento di coinvolgere quante più persone possibili”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Due date imperdibili già annunciate per 1 e 2 settembre in Provincia di Firenze, per il Fuck You We Rock Festival che quest’anno vedrà nella serata di sabato primo settembre come headliner Thomas Silver, lo storico chitarrista degli Hardcore Superstar fresco di annuncio di un nuovo disco in uscita a novembre per Volcano Records. L’etichetta nostrana vedrà oltre al chitarrista svedese, diverse altre band del proprio roster alternarsi nella due giorni toscana con Hangarvain, Love Machine e Water Crisis lo stesso sabato, e Diesanera la domenica. L’evento si svolgerà allo Stony Pub di Pontassieve, Firenze.
Per maggiori informazioni, ecco il link all’evento su Facebook https://www.facebook.com/events/2116347035308470/ 

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 08 Agosto 2018 00:00

Una giovane promessa a Chieti: Michela Greco

Chieti. Terza novità in casa CO.GE.D. in vista della stagione ormai alle porte: dopo la foggiana Teresa Frate e la biscegliese Ramona Ricchiuti, ecco la leccese Michela Greco. Nata nel dicembre 2001, 184 centimentri d’altezza, è una centrale con ampi margini di miglioramento ma già con un buon trascorso di partite alle spalle e ben abituata a vivere e giocare lontana da casa. Nella passata stagione ha vinto un campionato di serie C a Reggio Calabria, ma adesso è pronta a tuffarsi nella sua nuova avventura abruzzese:

“Sì, sono davvero molto felice di arrivare a Chieti. Giocare in serie B quando hai ancora 16 anni credo si possa ritenere un bel traguardo, ma in realtà si tratta solo di un punto di inizio per me. Il mio obiettivo sarà quello di migliorare e di crescere come giocatrice, misurandomi in una categoria superiore e con avversarie più forti. Ho scelto Chieti sia per l’ottima impressione che mi ha fatto la società, sia per il mio desiderio di fare un’esperienza nuova e conoscere persone e contesti diversi. So di arrivare come terza centrale a disposizione del mister, ma mi impegnerò al massimo e chissà che non riesca a strappare qualche partita da titolare. Ci metterò voglia e grinta, spero di imparare tanto e di diventare a Chieti una giocatrice migliore e più completa”.

Pubblicato in Sport
Mercoledì, 08 Agosto 2018 00:00

Il portiere Francesco Marra in neroverde

Chieti. La società Chieti F.C. 1922 è lieta di comunicare l’ingaggio del portiere fuoriquota Francesco Marra.

Classe 2000, l’estremo difensore ha giocato nelle giovanili di Crotone, Latina e Reggina. Lo scorso anno ha difeso la porta della Reggina nel campionato Berretti fino al mese di Dicembre, quando il suo cartellino viene acquistato dal Rende in serie C, dove ha fatto la spola tra Berretti e prima squadra.

Pubblicato in Sport

Ortona. Da punto di informazione a vero ufficio turistico che attraverso la progettazione e le iniziative promuova il territorio comunale e le sue differenti potenzialità. Un ufficio che dovrà attivarsi proponendo percorsi di marketing territoriale e azioni mirate sui mercati nazionali e esteri. Questo era uno degli obiettivi principali del programma elettorale del sindaco Castiglione che, oggi con la delibera di giunta approvata il 7 agosto, è diventata un’azione operativa. Con questo atto amministrativo si è deciso di affidare mediante avviso pubblico il servizio di gestione dell’ufficio turistico, in via sperimentale, per il periodo compreso da settembre 2018 ad agosto 2019.

«Questo è un punto di partenza necessario per realizzare una efficace programmazione turistica – commenta il sindaco, con delega al turismo, Leo Castiglione – è tempo di pensare ad un ufficio turistico che oltre a dare informazioni ai turisti che sono già sul territorio metta in campo azioni mirate volte ad attrarre nuovi turismi anche mediante l’analisi dei flussi turistici esistenti e di quelli che sono in costante crescita a livello nazionale e internazionale, in modo da intercettarli. Un ufficio quindi che deve lavorare sulla promozione del “prodotto Ortona”».

Dopo l’approvazione di giunta gli uffici comunali pubblicheranno a breve l’avviso pubblico per la partecipazione al bando di gara per l’affidamento della gestione dell’ufficio turistico. L’importo previsto a base di gara del servizio è di 23mila e 400 euro oltre Iva e la proposta sarà valutata sia sotto l’aspetto economico nonché tecnico-qualitativa.

Insieme ai servizi di front office e di back office, l’ufficio turistico dovrà occuparsi di aggiornare il database turistico degli operatori locali, sviluppare e utilizzare i moderni strumenti di comunicazione con particolare riguardo ai social media e alla realizzazione di un sito turistico che promuova la città e il suo territorio, avviare una programmazione turistica contattando i tour operator e gli opinion leader nelle diverse borse del turismo e nei mercati di settore nazionali e internazionali.

«L’amministrazione comunale sta lavorando – conclude il sindaco Castiglione – per realizzare una efficace politica turistica impegnando le proprie risorse di bilancio al fine di realizzare una struttura capace di promuovere e gestire l’offerta turistica del Comune seguendo i tempi del turismo, ovvero piazzando il prodotto Ortona sui mercati adesso per avere un riscontro in termini di arrivi e presenze a partire dalla prossima stagione».

Pubblicato in Politica

Chieti. La Teate Basket Chieti è lieta di annunciare l’accordo per la stagione 2018-19 con Luca Berardi, playmaker di 183 cm, classe 2000, che ricoprirà contemporaneamente lo spot di under in Serie B e di pilastro in Serie C Silver con l’Asd Chie Basket. Ringraziamo la Magic Basket Chie per il pres to gratuito del ragazzo.

Nipote d’arte del celebre Stefano Pizzirani che ha contribuito a scrivere pagine importan del basket tea no negli anni ’80, Luca nasce, spor vamente parlando, tra le nostre fila, compiendo i primi passi sul parquet di Chie , prima di approdare alla Bee Basket Pescara (2012-13) con la quale resterà per due anni, da lui defini “ricchi di soddisfazioni per aver raggiunto anche le finali nazionali di categoria Under 14, classificandoci all’11° posto”. Restando nella ci à dannunziana, compie un ulteriore step successivo passando alla Pescara Basket con la quale centra altri successi (vince due campiona regionali Under 16 e perde la finale dell’interzona per approdare alle finali nazionali). Nei suoi ul mi due (2016-18) anni torna nella ci à natale di Chie sposando la causa della Magic Basket con la quale si alterna tra giovanili e prima squadra in Serie C Silver. Nell’ul ma parte della scorsa stagione Luca “scende” di categoria e passa in pres to all’Azzurra Lanciano in Serie D con la quale arriverà fino in finale persa, però, contro la “nostra” Asd Chie Basket nonostante una sontuosa Gara-1, in cui segna 21 pun con i quali i frentani sfiorano l’impresa di espugnare il PalaLeombroni.

Luca torni da dove sei par to. Come vedi l’opportunità di disputare un campionato come la Serie B con la squadra della tua ci à?

“Quest’anno gioco con la Teate Basket Chiefi e mi aspetto un campionato molto impegnafivo. L’esperienza sarà unica perché mi andrò ad allenare con un gruppo di atlefi validissimi, con giocatori di qualità e, soprattutto, professionisfi. Con loro mi potrò confrontare quofidianamente andando a migliorare sempre di più il mio gioco. Di sicuro sarà un salto di qualità rispetto al campionato di Serie C che ho disputato fino allo scorso anno”.

A proposito di Serie C, tu avrai un ruolo importante anche nel roster dell’Asd Chie Basket che disputerà proprio questa categoria: avendo avuto già preceden esperienze, come vedi il campionato quest'anno, chi sono le squadre più a rezzate secondo te e in quali aspe credi di poter dare il tuo apporto al gruppo?

“Come ho detto in precedenza, conosco abbastanza questo campionato per averci giocato in passato. Sicuramente ci saranno squadre attrezzate, come ogni anno d’altronde, perché la Serie C è un torneo di tutto rispetto al quale prendono parte atlefi molto validi. Sono certo che sarà una bella esperienza che mi potrà far vivere al meglio il campo da gioco e nella quale cercherò di dare il massimo per raggiungere quanfi più risultafi possibili”.

Pubblicato in Sport

Casoli. Il Festival Dannunziano si sposta dal Castello Ducale in piazza Umberto I per il gran finale con David Riondino. Giovedì 9 agosto alle ore 21 l’artista toscano presenterà “Il trombettiere” (Magazzini Salani Edizioni) con Roberto Melchiorre, introduzione musicale del Maestro Vincenzo Pantalone.

Impreziosito dalle tavole di Milo Manara – con una nota di Stefano Bollani e una postfazione di Massimo Donà – “Il trombettiere” è la storia quasi vera di Giovanni Martini e della sua fuga rocambolesca che lo porta a unirsi a Garibaldi e ai Mille nel 1860. Attraversa l’oceano per sottrarsi a una condanna, si arruola nel Settimo Cavalleggeri del generale Custer e scappa dalla tragedia che si consuma a Little Big Horn. Infine eccolo a Cuba, di nuovo al centro della battaglia, e poi a Nuova York nel 1922. Compagna instancabile e fedele, la sua tromba, intorno alla quale – e attraverso la quale – Riondino e Manara ricostruiscono uno scenario caleidoscopico, perfino “etnografico”, fatto di suoni, umori, colori, in cui si intreccia la musica popolare di paesi e continenti diversi, quel melting pot di primo Novecento che ha portato alla nascita del jazz. Accanto alle “decime” di David Riondino, Milo Manara raffigura i volti, il clima e le passioni. E come in un “infinito smarrimento”, parole e immagini evocano ciò che va oltre il racconto.
“Il trombettiere” è un viaggio attraverso l’emigrazione nel filo conduttore della musica, un’indagine sui “bisnonni del jazz” incarnata da Martini, quasi un milite ignoto della musica, il simbolo della nostra sensibilità contemporanea che mischia ritmi, melodie, tradizioni, che contamina.

Sabato 11 agosto alle ore 21 evento fuori programma al Castello Ducale: concerto en plein air del pianista ucraino Alexander Romanovsky.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione