Montesilvano. Dopo la sofferta vittoria nel derby contro l’Hatria, il Città di Montesilvano va a caccia della prima vittoria in trasferta di questo campionato. Contro la Torresavio Cesena, i ragazzi di mister Marzuoli cercheranno infatti di riscattare il loro ruolino di marcia lontano dal PalaRoma, dove finora non hanno raccolto neanche un punto. Di fronte, un avversario temibile ed esperto, con 5 punti in classifica ma reduce dalla vittoria in trasferta (4-5) sul campo dell’Eta Beta. Dell’incontro di domani ha parlato Loris Camplone, uno dei tanti ragazzi che quest’anno stanno difendendo i colori del Montesilvano sia nel campionato di serie B che nelle gare dell’under 21. Domenica scorsa è stato anche autore di una tripletta nella sfida contro Ortona:
“Cesena è una squadra ostica, che io personalmente ho incontrato già l’anno scorso e so che vincere a casa loro non sarà affatto facile. Noi però vogliamo cominciare a vincere anche in trasferta, e penso che sia il momento buono, perché siamo cresciuti. Sono d’accordo con mister Marzuoli sul fatto che sabato scorso contro l’Hatria abbiamo giocato davvero una brutta partita, e che sono stati Dudù e Júnior a salvarci, ma credo sia stato soprattutto un problema di testa, di approccio sbagliato alla gara. È un errore che una squadra giovane può commettere, ma confido che non lo commetteremo più. Da un punto di vista personale sono contento di questo mio inizio di stagione: all’inizio ho avuto qualche problema fisico che mi ha rallentato, ma ora mi sono ripreso e penso a dare il mio contributo. Con l’under 21 siamo riusciti finora a fare un percorso netto, con tre vittorie in altrettante partite, e domenica ci aspetta una gara difficile contro Pescara. A volte non è facile dare il massimo per prima squadra e under 21, soprattutto giocando a così poca distanza di tempo tra una partita e l’altra. Ma in serie B abbiamo l’aiuto dei nostri compagni più esperti, mentre con l’under siamo, in assoluto, una buona squadra. Questo weekend speriamo proprio di regalarci una doppia vittoria”.

Montesilvano. Il Montesilvano si aggiudica il secondo derby stagionale, superando 7-5 la GLS Hatria al termine di una gara divertente e combattuta, ricca di gol e occasioni, ma anche di errori. Sembrava essersi messa subito in discesa per i padroni di casa, in vantaggio con Júnior dopo 6 minuti, ma i ragazzi di mister Festa sono pian piano cresciuti, trovando il gol dell’1-1 grazie a un tiro libero di Calista, al minuto 15.20. A riposo sull’1-1, il Montesilvano ha vissuto un inizio di secondo tempo da shock: dopo due minuti e mezzo, la GLS era infatti avanti per 3-1, grazie alla sfortunata autorete di Galliani e al bel gol di Baiocchi. Spalle al muro, i biancazzurri hanno però saputo reagire, trascinati dalla classe e dall’orgoglio dei suoi uomini simboli. Con un controparziale di 5-0, il Montesilvano si è infatti portato sul 6-3, concludendo poi in relativa tranquillità la gara. Una tripletta a testa, e tutti gol di pregevole fattura, per Morgado e Júnior; in mezzo, un’altra bella rete a firma di Alessandro Ciotti. A completare il tabellino, le reti ospiti di Belleboni (il momentaneo 4-6) e un’altra autorete biancazzurra, stavolta di Bibì, che ha fissato il risultato sul 7-5 finale. Un posto da protagonista anche per Tatonetti, che sul 7-4 ha parato un tiro libero a Calista.
«Oggi salviamo solo il risultato – ha dichiarato a fine partita mister Marzuoli –. La prestazione è stata francamente negativa, un netto passo indietro rispetto alle prime tre giornate. Ne parleremo in settimana, ma oggi abbiamo commesso davvero troppi errori. Paradossalmente, nelle trasferte perse contro Angelana e Civitella avevamo fatto molto meglio di oggi. Ci hanno salvato i colpi dei nostri “vecchietti”, ma dobbiamo sicuramente crescere».
«La differenza l’hanno fatto Morgado e Júnior – ha aggiunto il tecnico della GLS Michele Festa –. Sul 3-1 per noi, il Montesilvano si è appoggiato ai suoi fuoriclasse, mentre noi abbiamo avuto paura. Se dal punto di vista tecnico si sono viste buone cose, questa partita ci conferma però che dobbiamo crescere dal punto di vista caratteriale».

Montesilvano. Un nuovo derby attende il Montesilvano per la quarta giornata di campionato. Dopo la partita poco fortunata sul campo del Civitella, i ragazzi di Gianluca Marzuoli attendono al PalaRoma l’Audax Hatria. Entrambe ferme a quota tre punti in classifica, le due squadre cercheranno la vittoria per rilanciarsi e, nel caso specifico del Montesilvano, per dare continuità al progetto di crescita dei tanti giovani presenti nel roster. L’Hatria è reduce dalla convincente vittoria per 8-4 contro l’Eta Beta, ma troverà un avversario in buone condizioni fisiche e mentali, come conferma uno dei protagonisti di questo avvio di stagione, Alessandro Ciotti:
“Stiamo tutti bene, arriveremo al derby al completo e desiderosi di rifarci dopo l’ultima sconfitta. Vogliamo riscattarci ma siamo anche sereni, perché le due sconfitte rimediate finora sono arrivate in trasferta contro squadre molto più avanti di noi nel loro processo di crescita. Sapevamo che sarebbero state partite difficili, ma credo si siano viste anche tante cose positive. Io e gli altri ragazzi del roster abbiamo la grande opportunità di imparare da tre grandi giocatori, come Dudù, Júnior e Bibi, e dalle indicazioni del nostro mister. Personalmente mi sto godendo al massimo questa esperienza: avevo già segnato in serie B l’anno scorso, ma fare gol con una maglia prestigiosa come quella del Montesilvano ha tutto un altro sapore. Sono sicuro che gli avversari di domani verranno al PalaRoma certi di poter fare risultato, ma il Montesilvano sarà pronto a giocarsela, per tornare alla vittoria”.

Montesilvano. Il Montesilvano torna a casa a mani vuote dalla seconda trasferta stagionale. Priva dello squalificato Galliani e dell’infortunato Dambrosio, con Camplone forzatamente in campo nonostante una settimana senza allenamenti, la squadra biancazzurra ha giocato un buon primo tempo, chiuso sul 2-2 grazie alle reti di Riccardo Rapacchietta e Alessandro Ciotti.Nel secondo tempo però, come successo nella prima di campionato, il Montesilvano ha pagato ancora una volta la mancanza di esperienza, oltre a un po’ di sfortuna nei momenti clou. Il 6-2 finale è comunque una punizione troppo severa, come ha commentato a fine partita mister Gianluca Marzuoli:
“È stata una partita fotocopia della gara contro l’Angelana. Un bel primo tempo, chiuso in parità, poi nel secondo, subito il 3-2, la partita si è un scaldata e noi ci siamo un po’ persi. Sul 4-2 abbiamo sbagliato un tiro libero dal dischetto che poteva riaprire la gara, e poi gli ultimi due gol li abbiamo incassati con il portiere di movimento. Come nella prima giornata, lo scarto finale è assolutamente esagerato, e non rende onore alla nostra prova. Abbiamo perso contro una delle squadre più attrezzate del campionato, che può alternare dieci giocatori in campo, mentre noi eravamo in formazione rimaneggiatissima. Nel finale ha avvertito un dolore muscolare anche Alessandro Ciotti, c’era un po’ di stanchezza generale e recuperare non è stato più possibile. Ci vorrà tempo perché la squadra diventi più solida, reggendo tutta la partita e nei momenti di difficoltà. Sapevamo che il nostro è un progetto a medio-lungo termine, ed in più il calendario iniziale non ci ha aiutato, facendoci affrontare in trasferta due squadre costruite per vincere il campionato. Bisogna avere pazienza, ma con il lavoro potremo senz’altro fare meglio”.

Montesilvano. La prima vittoria stagionale contro l’Alma Juventus Fano è stata una bella iniezione di morale e di fiducia per il giovane Montesilvano di questo campionato. Il prossimo turno, tuttavia, riserva ai ragazzi di mister Marzuoli un’altra sfida assai difficile, sul campo del Civitella Sicurezza Pro. Uno dei molti derby stagionali, dunque, contro una compagine che ha raccolto due successi in altrettante sfide di campionato e si presenta come una delle favorite per la vittoria finale. Ad affrontarli ci sarà comunque un Montesilvano voglioso di riscattare la sconfitta nella prima trasferta di campionato e pronto a giocarsi tutte le sue carte. Tutti a disposizione del tecnico, ad eccezione dello squalificato Galliani. Tra i protagonisti della sfida sarà sicuramente Riccardo Rapacchietta, che contro Fano ha segnato il suo primo gol in serie B:
“É stata una grande emozione. Segnare piace a tutti, ma per me si è trattato del primo gol in prima squadra, in un campionato nazionale, e sono davvero contento. È anche un piccolo segnale positivo per il lavoro che sto facendo con i miei compagni sin dall’inizio della preparazione. Si è creato davvero un bel gruppo, dove noi ragazzi abbiamo la possibilità di imparare tanto non solo dal nostro allenatore, ma anche da giocatori di grande esperienza e carisma, come Júnior, Dudù e Bibi. Sinceramente, non mi aspettavo che potessimo legare in questo modo: la loro umiltà ha fatto sì che nello spogliatoio non si creassero distinzioni o privilegi, e quindi dal punto di vista umano è davvero un piacere lavorare tutti insieme. Domani ci aspetta una gara difficile, contro avversari attrezzati per vincere il campionato e che in estate si sono rafforzati anche con giocatori provenienti dalla serie A. Ma noi non abbiamo paura, e sappiamo di potercela giocare con tutti. Dal punto di vista personale, questa stagione sarà per me di crescita e di apprendimento: ho capito che la serie B può insegnarmi davvero molto, e giocarci non sarà per me certo un punto di arrivo, bensì un punto di partenza”.

Chieti. Sono aperte le iscrizioni per i campionati di calcio a 5 stagione 2016/17.

I tornei si svolgeranno a Ripa Teatina presso l'impianto Rocky Marciano e CHIETI, presso il centro sportivo Centro Sporting Club (Colle Marcone). Il termine per le iscrizioni è fissato per l'11 ottobre. I campi sono al coperto. Per informazioni si può contattare il numero 3275645493 o si può visionare il sito www.amailcalcioa5league.it, inoltre si può andare sulla Facebook Ama il Calcio a 5 League.

Montesilvano. Netto successo per il Montesilvano nella seconda giornata del girone D del campionato di serie B: un 4-0 all’Alma Juventus Fano che esprime bene la superiorità vista in campo e cancella almeno in parte l’amarezza per l’esagerata sconfitta subita alla prima contro l’Angelana. Nella gara di debutto al PalaRoma, i biancazzurri partono subito forte, trovando il gol del vantaggio dopo appena un minuto e 35 secondi: è Dudù Morgado, su assist di Júnior, a siglare l’1-0. Nel primo tempo il Montesilvano controlla la partita, sfiora più volte il secondo gol ma non riesce a segnare ancora: per il raddoppio bisogna infatti aspettare il secondo tempo, con la rete di Júnior (1.35). Sotto di due gol, gli ospiti si affacciano con più convinzione in avanti, ma in pratica riescono a rendersi pericolosi solo quando il Montesilvano rimane in inferiorità numerica, con il doppio giallo a Pierluigi Galliani. L’occasione migliore ce l’ha il capitano Rondina, che sul tiro libero (sesto fallo compiuto da Júnior) si lascia però ipnotizzare da Tatonetti. Con gli avversari sbilanciati in avanti e col portiere di movimento, il Montesilvano colpisce in contropiede: prima Rapacchietta (minuto 17.55) e poi Tatonetti, direttamente dalla sua porta (minuto 19.00).
“Sono contento della nostra prestazione – ha dichiarato a fine partita il tecnico Gianluca Marzuoli –. Volevamo riscattare il match con l’Angelana, che ci aveva puniti nel punteggio oltre i nostri demeriti, e direi che ci siamo riusciti. Nel primo tempo abbiamo controllato bene la partita, e l’1-0 finale ci stava decisamente stretto. Poi nel secondo, una volta trovato il 2-0, era normale che i nostri avversari crescessero. Abbiamo sofferto il giusto in alcuni momenti, ma alla fine il risultato mi sembra che rispecchi quello che si è visto. Sono contento anche perché c’era un po’ di ansia da debutto per alcuni dei nostri ragazzi, ma l’hanno superata bene. Sappiamo che quest’anno dovremo lottare contro ogni avversario, non ci verrà regalato niente, e la partita di oggi è un bel segnale per il prosieguo della stagione”.

Montesilvano. Inizia con una sconfitta il campionato del Montesilvano. Come previsto alla vigilia, la trasferta umbra sul campo dell’Angelana si è rivelata molto dura, ma il 7-3 finale non rende merito alla partita giocata dai biancazzurri. Dopo il gol iniziale di Paolucci, il Montesilvano aveva infatti reagito alla grande, giocando un ottimo primo tempo chiuso in vantaggio per 3-1 grazie alla doppietta di Júnior e alla terza rete di Morgado. Nel secondo tempo però è venuta fuori l’Angelana, che ha confermato di essere una squadra costruita per vincere il campionato. A fine partita, il tecnico Gianluca Marzuoli ha spiegato il perché di una così grande differenza di rendimento tra primo e secondo tempo:
“Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, chiuso meritatamente in vantaggio. Poi però abbiamo pagato dazio, e forse era prevedibile: non possiamo chiedere a Júnior, Morgado e Bibi di “tirare la carretta” per quaranta minuti, e quando loro sono calati è venuta fuori l’inesperienza dei nostri ragazzi. Davanti avevamo una squadra molto forte, che ci teneva a debuttare bene davanti al proprio pubblico, e considerando tutti questi elementi può succedere di prendere tanti gol in un tempo. Comunque niente drammi: sapevamo che questa partita era molto difficile, e perdere contro l’Angelana ci può stare. Dobbiamo sempre ricordarci il nostro vero obiettivo stagionale, che rimane quello di far crescere i nostri giovani, e questa crescita non può esserci se non si permette ai ragazzi di giocare e di sbagliare. Da lunedì si riparte, con il compito di cercare di essere più continui nel corso della partita e di evitare altre prestazioni a due facce”.

Montesilvano. Parte domani il nuovo campionato del Montesilvano. Si ricomincia dalla serie B, da una categoria che certamente non corrisponde al prestigio e al palmares di questa società, ma che rappresenta il primo passo verso una ricostruzione che punta, sin da subito, sulle giovanili e sulla scuola calcio della Caiana. Il debutto non è dei più facili: Morgado e compagni saranno infatti di scena ad Assisi (fischio d’inizio ore 16) sul campo dell’Angelana, una delle principali pretendenti alla promozione. Tutti i giocatori biancazzurri saranno della partita ad eccezione di Alessandro Ciotti, squalificato. Le difficoltà della trasferta sono chiarissime per il tecnico Gianluca Marzuoli:
“Sarà una trasferta proibitiva. L’Angelana è una squadra molto forte, l’anno scorso sono arrivati secondi dietro la Real Dem e quest’estate si sono ulteriormente rafforzati. Li reputo i principali candidati alla vittoria del campionato. Noi arriviamo in buone condizioni, ma è importante chiarire sin da ora quella che sarà la nostra stagione: a parte i “senatori”, giocheremo sempre con una squadra composta, per lo più, da ragazzi del 95, del 96 e del 97, e non è detto che non possano giocare anche atleti più giovani. Con una squadra del genere sicuramente pagheremo dazio, ma il nostro obiettivo è quello di far crescere i nostri ragazzi, e per crescere bisogna giocare. Ciò non toglie, ovviamente, che cercheremo di dare sempre il massimo in campo, a partire dalla sfida di domani”.

Bucchianico. Dopo la dura preparazione precampionato agli ordini del preparatore atletico Alessandro Vespucci e dei Mister Gabriele Zuccarini e Stefano Pinti, le prime amichevoli dell’ A.S.D. Doogle hanno fornito importanti indicazioni proprio ai due allenatori che vedono la loro squadra in costante crescita sia fisica, ma soprattutto come gruppo, grazie anche agli ultimi colpi di mercato.
Nell’ultima settimana sono infatti arrivati a rinforzare ulteriormente la rosa i due portieri di grande esperienza Rocco Mammarella e Antonio Zappalorto e il giovanissimo Simone Di Cocco che ha portato tutto il suo giovane entusiasmo.
Il mercato è dunque chiuso come ci spiega il presidente e mister Gabriele Zuccarini:


“Con gli ultimi arrivi consideriamo chiuso il nostro mercato. Abbiamo dovuto anche dire no ad alcuni giocatori che volevano abbracciare il progetto Doogle: per garantire spazio e divertimento a tutti bisogna fare delle scelte. Siamo riusciti a fare insieme a Mister Pinti quanto ci eravamo proposti inizialmente: costruire una squadra competitiva ed equilibrata, un mix di veterani del futsal e ragazzi di ottime prospettive.
Le prime amichevoli ci hanno dato ottimi segnali, al di là del risultato finale (vittoria contro il Centro Sportivo Teatino per 6-4 e sconfitta con il Futsal Ripa 6-1).
Abbiamo messo insieme un gruppo di ragazzi che si stanno impegnando molto, si stanno affiatando bene fra loro mostrando già una gran voglia di vincere e crescere in questo sport.
Non potrei chiedere di meglio per ambire a risultati importanti, però sempre divertendosi”.


Entusiasmo nelle parole del neo acquisto Simone Di Cocco, già carico e pronto per questa avventura con il Doogle:

“Sono contento di far parte del Doogle, mi sono subito ambientato ed inserito nel gruppo.
Voglio fare bene con questa maglia, conosco Mister Pinti che ha molta fiducia in me e spero di ripagare anche la fiducia che ha riposto in me la società al meglio durante la stagione”.


Nelle prossime settimane l’A.S.D. Doogle affronterà altre amichevoli per continuare a trovare una amalgama di squadra che già è a buon punto e lascia quindi ben sperare la società in un campionato da protagonista.

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione